Repubblica delle Banane. La penosa visita di Mattarella oggi al Policlinico Umberto I e relative conseguenze

15 dicembre 2015

Sono uno studente di Medicina, ogni giorno ovviamente entro nel Policlinico Umberto I passando tra il suk e i venditori abusivi. Ieri mi sono accorto che in un'aiuola di Pediatria, dove ogni giorno ci sono solo fango, lattine, plastiche varie,  era stato messo un tappetino erboso con addirittura i fiori! 

Passando davanti l'ingresso principale della clinica pediatrica invece ho visto che stavano ripitturando il corrimano dello scivolo per disabili, e stavano addirittura rifacendo l'asfalto: una richiesta che da anni era stata formulata e che nessuno aveva mai considerato. 

Bene, quando ho saputo che era solo per la visita di Mattarella, veramente sono rimasto deluso ma non troppo, in effetti mi sembrava strano... Ogni giorno dell'anno quel posto è quasi una latrina, ci passano bambini di ogni età con i loro genitori (ripetiamolo: pe-dia-tri-a!!!), e i lavori per chi li fanno? Solo per Mattarella. 







Chissene frega dei cittadini, dei bimbi, dei loro genitori, inganniamo solo il Capo dello Stato, facciamogli credere che tutto sia funzionante e splendente. E facendo ciò saremo sempre  condannati a vivere nello sterco in questa città. 



Ma non è tutto: stamattina scendendo dal 3, attraverso la strada e vedo la Municipale dirigere il traffico davanti all'ingresso del policlinico, e ciò che però mi colpisce di più è l'assenza di buona parte del suk e degli abusivi che vendono robaccia contraffatta; allora fermo una vigilessa e le faccio presente che non solo oggi che il Presidente è in visita, che devono mandare via gli abusivi, bensì tutti i giorni, perché tutti i giorni sono fissi li davanti a vendere roba i cui proventi vanno alle mafie e alla mala vita.
Beh alla fine ha fatto finta di non capirmi e con la scusa che la collega la chiamava se ne è andata senza nemmeno finire di ascoltare ciò che stavo dicendo. Questo è quanto.. questo è ciò che siamo. Da domani che Mattarella non ci sarà, tornerà tutto come prima, l'efficienza di cui la città è capace e la dimostrano solo per fare belle figure e per spazzare la polvere sotto al tappeto.

Quest'ultima foto è il suggello della tristezza. Ore 12.57, la visita è finita, tutto torna come prima: bancarelle, paccottiglia dovunque, furgoni in seconda fila. Sul marciapiede non si transita neppure a piedi e bisogna utilizzare la carreggiata, una ventina d'anni fa a causa di questa situazione una ragazza è morta. Chissà se Sergio Mattarella lo sa...



Simone


*Caro Simone,
bel reportage. Hai 21 anni e vedere che un 21enne si indigna per queste cose è un piccolo segnale che forse, chissà, un giorno la faccenda potrà cambiare e prendere una piega diversa. 
Queste sono scene che ormai non si vedono neppure più nelle fragili democrazie sudamericane. Solo ed esclusivamente in Italia. Ovviamente i nostri complimenti vanno, ancora una volta, alla Regione Lazio e al "buon governo" di Zingaretti. Tutti dicono così, no!?
-RFS

42 commenti | dì la tua:

Lanzo ha detto...

Ma perche' pensi che Mattarella sia il Ducione, le bancarelle e paccottiglia varia, manco se ne sarebbe accorto dietro i vetri oscurati della macchina presidenziale, mica c'e' annato a piedi ne' aveva problemi di parcheggio. Un altro che ha vinto la lotteria e chiudiamola qui. Cazzo gliene frega.

Anonimo ha detto...

Romafaschifo, ti invito a inviare questo servizio di autentico giornalismo al Presidente della Repubblica.
Non mollarci adesso Romafaschifo!!!

Lanzo ha detto...

La differenza di vincere la lotteria miliardaria anziche' la pres. della Rep. consiste in questo: Ti becchi - diciamo per dire, in una vera lotteria - 2 miliardi, dinghete e danghete, ma sei un cojone e li perdi in 2 anni tra mignotte, travesti' e investimenti fasulli.
Ma, se vinci la lotteria della Presidenza, i miliardi li riceverai vita natural durante, e poi e' tutto grasso che cola, visto che hanno vitto, alloggio e stiratura a spese nostre. In ultimo lo sapevate che il primogenito di un presidente della Rep. una volta morto l'esimio padre, ha diritto ad una pensione principesca a vita?

Anonimo ha detto...

Non ho figli, ma se dovessi passare in mezzo alla strada col passeggino causa ste merde, prima
passerei e poi ritornerei con il lanciafiamme.....

Anonimo ha detto...

E di che ci stupiamo? Lo facevano già con il DUCE quando spostavano le vacche.

Adesso spostano gli studenti ai convegni (per far vedere a tutti che la giuventu' ha "voglia di europa"); Agli asili le maestrine organizzano i coretti per il ducetto di firenze; Al policlinico si rifanno le strade (Ma solo quelle passa il "presidente"); Al centro controllano la sicurezza (del papa, e nel farlo bloccano mezza roma per un fucile di plastica).

La democrazia gli itagliani se la sono scordata, neanche la rimpiangono. Adesso qualcuno capisce che siamo in OLIGARCHIA EURONAZISTA dove chi comanda sul popolino è il "povero migrante" e la maggior parte de voi cojoni se la pija tranquilla al culo tra uno sfratto ed una partita. ahoh stasera nun me rompete er cazzo che gioca amaggica.

Anonimo ha detto...

L'unica buona notizia è l'alberello

Anonimo ha detto...

Mi pare che la vera vergogna sia un presidente di regione eletto perché fratello di un attore, (sempre si fa per dire visto che siamo in Italia e gli attori li scelgono tra i balbuzienti e i porchettari), coinvolto in scandali ignominiosi, col proprio vice che domani va a processo per l'appalto recup.
Lo scandalo magari è mafia capitale, e sto faccia da pirla che fa finta di non entrarci niente, le bancarelle sono la ciliegina sulla torta.

Anonimo ha detto...

Prima abbiamo avuto il presidente della repubblica golpista e legato ai gruppi italiani del kgb, talmente lurido da rifiutarsi pure di testimoniare a un processo i propri impicci complottardi, adesso abbiamo il presidente della repubblica menzionato in processi per mafia ma coperto col bel ricordo del fratello, morto perché dalla mafia, in cui la famiglia Mattarella era pienamente parte, provò a staccarsi.
Entrambi parlano con la tecnica "io te lo dico di traverso, attento a te", tipicamente sicula.
Sì, decisamente le bancarelle sono la ciliegina sulla torta.

Anonimo ha detto...

Appena passato al tg stralcio di mafia capitale col Maggiore dei Ros a testimone, sembrava il Sol dell'avvenire che splende su un panorama di rifiuti umani, tra avvocati e giornalisti più delinquenti degli imputati.
Degno paese per la carriera dei venafro, degli zingaretti, dei mattarelli e dei napoletani, i peggio rappresentanti della retorica di una popolazione infame e sorridente.

Anonimo ha detto...

Per carità non mi piace ma sempre meglio gli zingaretti, degli spolverini e staracini, vari che con i cameratucci di panza e presenza hanno fatto carne di pòrco alla regione.

Anonimo ha detto...

ha simoooh, g'hai vendun'hannih, ma voi bensa a sgobaaaah!!!!!!

Anonimo ha detto...

Ma del pulotto neo-fascio che da qualche tempo infesta i commenti? Ne vogliamo parlare?

Anonimo ha detto...


Sapete cosa diceva Bukowsky?:

'L'unica differenza tra la dittatura e la democrazia è che con la democrazia devi andare a votare'

Beh, caro studente, noi non votiamo neppure ... a te la palla! Ciao

Fabio Nardocci ha detto...

Il tuo intervento è ancor piu' meritevole dalla tua giovane età. Trovare qualcuno cosi sensibile non è facile. Spedisci tutto alla Presidenza della Repubblica.

Anonimo ha detto...

a dire il vero semo tutti indignati: dai 18 ai 99 anni, se abbiamo un minimo buon senso. il problema è che non avremo mai voce in capitolo e saremo condannati a vivere divorati da queste barbarie. non contamo un cazzo nessuno di tutti quanti noi: solo uno sterminio apocalittico potrà sistema le cose.

Anonimo ha detto...

Ho vissuto e lavorato in un paese Arabo dove tutto diventava un "show case", bella figura.
Una volta andati via i visitatori, tutto e tutti tornavono come prima: caos, inefficienza e degrado.

Anonimo ha detto...

Ma sto stronzone a 21 anni invece di scopa' pensa al corrimano?
Amico mio mi sa che la fregna la vedrai con il binocolo. Un poco come quel fallito del Tonelli, che a furia di pippe è diventato calvo.

Anonimo ha detto...

Caro ventunenne, ma tu ti sei accorto di che gente ti circonda???

Con gente così pensi che possa mai migliorare qualcosa?

https://www.youtube.com/watch?v=y1-rv6lRQYo

Anonimo ha detto...

Ma come fate a trovare "meglio" uno che ha un vice accusato di essere un corrotto mafioso, e il vice lo hai scelto tu, d'altronde i vice servono a prendersi le denunce al posto dei titolari, di presunti anonimi magnaccioni x di destra, qualunque cosa ciò significhi?
Ma lo avete capito cosa è la mafia?
Bè sì, al 90 % ne fate parte, se siete italiani. Perfettamente d'accordo con te, h. 16.
Quanto a oggi, le intercettazioni hanno confermato che il circuito di mafia capitale per non farsi intercettare usavano schede intestate a immigrati, che servono solo alla criminalità foraggiata dalle banche.
Quindi perfettamente d'accordo anche con 15.34.

Anonimo ha detto...

fuori il Policlinico è una merda di suk..naturale che non lo vogliono far vedere al penna bianca che sta a capo del governo...hai parlato o tentato di parlare con la vigilessa....haha ancora nun hai capito in che banane di repubblica stai

Anonimo ha detto...

Cooome no! L'Italia è diventata un suk a loro insaputa, non con la loro connivenza coi poteri mafio-bancari! Volpone!
Emilio Cavaterra, "Intervista a Sforza Ruspoli. Contro il nuovo ordine mondiale", che aveva anticipato quanto sta accadendo ora, Edizioni Settimo sigillo 1993, in vendita nel sottopasso di Galleria Colonna a 1 euro e 49 centesimi: "Dovremmo conoscere tutti la posizione debitoria verso le banche dello Stato di questi "signori", del "Salotto Buono", onde evitare di svegliarsi una mattina e di dover ripagare quel conto che tante volte in passato gli italiani hanno pagato. I conti Sindona, Rovelli, Ursini, Calvi, e via dicendo. i primi sette gruppi italiani, in totale, sono indebitati con le banche a breve e medio termine per oltre centosettantamila miliardi, ottenuti a tassi di eccezionale favore. Non si conoscono i ben più ingenti debiti a lungo termine".

Anonimo ha detto...

"La verità è che i grandi monopoli hanno sempre imposto le loro priorità [...]. In Italia tutti i governi hanno portato il marchio dell'oligarchia padrona. Stiamo affogando in un mare di debiti, con servizi pubblici da terzo mondo, con oltre nove milioni tra disoccupati ed emarginati, eppure l'Italia vanta una delle più grandi reti autostradali europee (calta!), intasata da milioni di automobili perfettamente inutili. Tutto questo si deve al tipo di sviluppo firmato da governi ai quali la razza padrona ha potuto imporre il proprio disegno. [...] bisognerà pur ricordare ai troppi immemori, agli innumerevoli svagati e ai tanti furbi che circolano da quelle parti, che Mediobanca (calta!) è formata al 50 % dallo Stato e al 50 % dal "salotto buono, appunto, e di fatto RASTRELLA IL RISPARMIO DEGLI ITALIANI PER FINANZIARE I GRUPPI MONOPOLISTICI"

Anonimo ha detto...

"Mediobanca di fatto RASTRELLA IL RISPARMIO DEGLI ITALIANI PER FINANZIARE I GRUPPI MONOPOLISTICI.
Ora sembra che il "salotto buono" non sia ancora soddisfatto di tali privilegi e vorrebbe privatizzare la banca commerciale. Con tale operazione avrebbe la maggioranza in medio banca.
Per tornare a noi, alla galoppante crisi della società italiana, si cominciano a individuare le responsabilità di coloro , uomini e gruppi, enti o istituzioni, che hanno generato, provocato, pianificato, sviluppato (e poi fossilizzato) questo abnorme stato di cose, questa autentica lacerazione operata nello spirito d'un popolo. C'è da ricordare en passant che OGGI IL MONDO STA CONOSCENDO UNA SECONDA YALTA, REALIZZATA DA POTENTATI OMOLOGHI E ANONIMI [OUS!], ORIENTATI DA UNA SORTA, SI DIREBBE, DI SUPERCERCELLO [diciamo pure microcervello, ma pieno di soldi] ASSAI SIMILE A QUELLO IPOTIZZATO DA ORWELL CON IL SUO GRANDE VECCHIO. "

Anonimo ha detto...

E qui lo snodo fondamentale: far leva sulla frustrazione più disperata per dare la stura a dei mostri, che devono trovare identità e trarre forza esclusivamente dal far parte di questo slime di spazzatura militante: "...come una sorta di sarcofago entro il quale dovrebbero essere collocate le mummie dei sogni degli umani, le loro ansie di riscatto spirituale, la speranza in una vita degna di essere vissuta in forma autonoma, responsabile, onesta. ANCHE I NUOVI ITALIANI [seee, nuovi italiani tu sorella, ndr] SONO STATI PREDISPOSTI PER ESSERE INSERITI IN QUESTA SPECIE DI SEPOLCRETO - COMPUTER, MERCE' IL QUALE L'UMANITA' STA PER RAGGIUNGERE L'ETA' DELLA GRANDE GABBIA, CH'E' POI LA VERSIONE MILLENARISTICA DELLA NUOVA DITTATURA, TANTO PIU' OCCHIUTA E DIFFUSA, QUANTO PIU' POTENTE E INELUDIBILE."
Coff coff, per capirci.

Anonimo ha detto...

All'anonimo che parla di "fregna". Ecco, parli.

Anonimo ha detto...

In soldoni. La mafia, costituita da una rete di sub umani innestati sia nella criminalità ufficiale che nei vertici economico - politico, essendo costituita da microcefali con famiglie grottesche, corrose malgrado la montagne di soldi da un radicali complessi di inferiorità e da una sostanziale pazzia, programma il condizionamento della società al fine di garantirsi l'accaparramento economico e la crazione di una collettività di scimmie onde risultare classe dirigente malgrado l'abiezione e l'ignoranza.
Ergo: un palazzinaro prosciuttaro o un banchiere americano alto un metro e tredici o un deputato con la zeppola, non potendo giustificare l'esercizio di potere politico che pretendono con altro che con la montagna di soldi di cui dispongono e del potere criminale, che pagano, si arroccano in una sorta di chiesa laica (l'occultamento nasconde la miseria umana con l'inesistente arcano) da cui predispongono lo sfracello della società: ossia, non riuscendo a diventare vertice, ribassano tutto il mondo intorno a loro. Sembra follia, e infatti lo è.
D'altronde un caltagirone o un carlino, diciamoci la verità, se il mondo fosse normale starebbero ad affettarvi il prosciutto al pam.

Anonimo ha detto...

Per dirla con Battiato: "C'è chi si mette degli occhiali da sole per avere più carisma e sintomatico mistero".
Di qui tutta la ridicola simbologia massonica, a latere di lor prosciuttari, che pretende di ispirarsi all'ebraismo con un miscuglio di riferimenti senza capo né coda, per conferire spessore al delirio di una manica di criminali dementi, che sta riempiendo l'Europa di macachi.
Scopo: che così sembri naturale avere un caltagirone, un nastasi, una buzzi, ai vertici del potere.
E' l'anti - epica del babbeo in cerca di riscatto, pronto a qualunque nefandezza.

Anonimo ha detto...

E così renzi che a reti unificate strilla come un castrato dopo aver fatto ammazzare un uomo "chi spehula sulla vita delle persone personalmente mi fa schifo" diventa eisenhower! E la boschi la thatcher! E emma marrone (emma marrone...), una cantante...e così via.

Adolf hitler ha detto...

viva la svastica

il Padrino ha detto...

W la mafia

Laura Panerai ha detto...

W la sborra

Anonimo ha detto...

Di cosa vi meravigliate ? E' sempre stato così nella mirabolante repubblica italofona. Funziona così, fatevene una ragione e continuerà a funzionare così per tutti i secoli dei secoli.

Anonimo ha detto...

Mah, tutto sommato è solo a questo che serve il Presidente della Repubblica. Mi raccomando signor Presidente, prenda l'abitudine di lunghe passeggiate, gioverà alla città !

Anonimo ha detto...

Speriamo che il Presidente della Repubblica, che ha dimostrato più di una volta di avere dei principi solidi e spina dorsale dritta, si senta giustamente preso in giro da questa messinscena e chieda che il decoro che è stato reso possibile dalla sua visita sia mantenuto. Magari potrebbe tornare tra qualche mese per verificare.

stoka ha detto...

ma ancora state lì a sperare? Siete carne da macello e dovete annientarvi tutti, ma continuando a lavorare per pagare la bella vita di chi vi comanda! E mi raccomando, continuate a votare un partito politico ed a dare i vostri soldi alle banche, fate i bravi e non rompete i coj@ni!

Anonimo ha detto...

Se fossi un politico me ne andrei due tre giorni prima in incognito nel luogo della visita, con i mezzi pubblici, occhiali da sole, sciarpa e berretto... poi, constatata la buffonata, prenderei per il bavero tutti coloro che gestiscono regolarmente il territorio e farei fare una ricerca sugli sperperi.
Ma anche il nostro presidente, che per altro stimo, fa come tutti e si accontenta di ipocrite accoglienze.

la Verità ha detto...

Se fossi un politico, una volta entrato al parlamento passerei al gruppo misto e non farei un cazzo dalla mattina alla sera.

Anonimo ha detto...

Sarà per questo che lui e la Boldrini sparano cazzate tutti i giorni? e non si rendono conto di che cosa è diventato questo paese?

Anonimo ha detto...

Ancora non riesco a capire perchè continuano ad arrivare emigranti (italiani e non) in questa fogna di città. L'università è di quart'ordine, il lavoro non c'è e quel poco che c'è è mal retribuito, le case costano più di 200 stipendi e gli affitti sono ancora tra i più cari d'Italia; la città è intasata dal traffico e i servizi pubblici sono una barzelletta; tolta qualche area del centro storico e qualche quartiere il resto della città è un ammasso di suburre popolose inguardabili, anzi...direi proprio brutte.
Chissà mai se un giorno si svuoterà l'Urbe?

Massimo ha detto...

Ma come?
Non era tutta colpa di Marino?

Anonimo ha detto...

Ci si continua ancora a comportare come tanti anni fa. Adesso però con Internet questo succede. Chissà se il Presidente legge RFS

Anonimo ha detto...

A Massimo gli assenti non hanno sempre ragione . Marino come Alemanno ha fatto pena. Avanti il prossimo .

ShareThis