L'urtista sull'aiuola e il camion bar sulla fermata dell'autobus. Lavori giubilari con scempio al Circo Massimo

22 dicembre 2015

Dopo aver ricevuto numerose segnalazioni siamo andati a vedere cosa stava succedendo a Belvedere Romolo e Remo. Si tratta di uno dei posti più straordinari della città. Posti del genere, in qualsiasi altro posto d'occidente, permettono di generare qualità, ricchezza, posti di lavoro. A Roma, invece, come tutti i belvedere (pensate al Pincio ed al Gianicolo, e poi vomitate) anche qui è il regno della bancarella più fetente e umiliante. 
Se proprio qui si voleva predisporre un'offerta commerciale e di ristorazione lo si poteva fare. Pensate ad un piccolo bistrot, a dei piccoli tavolini in metallo, ad una rivendita di souvenir di alto livello. E invece niente. C'è il solito camion bar gestito dai soliti e il solito urtista a vendere paccottiglia. 

In questi giorni, per il Giubileo, il belvedere, pedonale, ha subito un restauro e un restyling. Restyling che però non ha interessato l'entrata dello stesso: lasciata carrabile per fare entrare il camion bar. E' normale che in un'area pedonale possano uscire ed entrare furgoni allestiti come carretti siciliani made in china? Chi ha firmato il progetto lasciando varchi liberi?



E poi il mistero. Le opere erano state completate e consegnate. Dopodiché i furgoni hanno ripreso a percorrere l'area e a rovinare il brecciolino. La cosa è stata segnalata (per esempio da Nathalie Naim) e il cantiere è stato tutto ripristinato evidentemente per ribattere il brecciolino. Sarà la volta buona? Intanto, nel frattempo, la bancarella dell'urtista si è posizionata sull'area verde (ma per davvero eh!) con l'immancabile furgone-magazzino piazzzato sul marciapiede. Il camion bar, invece, vende fermo sulla fermata dell'Atac. Siamo nel cuore di una capitale europea nel bel mezzo del Giubileo.

23 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

Questa città ormai è in mano a chine cuole rovinare la sua bellezza.

Unknown ha detto...

Capitale europea?

Anonimo ha detto...

Sempre peggio. Una citta che riesce a perdersi anche in un bicchiere d'acqua

Anonimo ha detto...


Zozzoni: pagheranno lo schifo che generano.
Purtroppo lo faranno post-mortem quando vagheranno in qualche bolgia infernale.
Intanto, oggi, becchiamoci l'orrore.

Secondo me è un problema di ESTETICA.

Dico Estetica con la 'E' maiuscola, un pensiero strutturato sul concetto di BELLO.
Ai romani beceroni piace il BRUTTO, se ne beano, li rassicura.
Il BELLO invece è impegnativo e desta preoccupazione.

Allora forse il problema si può definire MAFIOSO/ESTETICO?

ste ha detto...

Benvenuti a Roma, dove tutto è possibile.

Anonimo ha detto...

Certo che il salto linguistico tra "zozzoni" ed "estetica greco-antica" è vertiginoso! ;)

Anonimo ha detto...

Ai romani non piace il brutto, magari, al romano piace il troppo, d'ave' er suv, la televisione da 70 pollici, de sfonnasse quando magna. Della qualità e dell'estetica non gliene frega niente, non abbiamo speranza.

Anonimo ha detto...

...e stanno ancora lì a chiedersi chissà perchè nonostante il Giubileo i turisti quest'anno sono addirittura diminuiti... paura del terrorismo? Balle, e lo sappiamo tutti bene...
diosanto che schifo... se fossimo anche solo un po' meno stupidi, in questa città diventeremmo tutti ricchi solo vendendo turismo e cultura, altro che souvenir cinesi :-(

Anonimo ha detto...

dai non scherziamo...ma avete letto Prosperetti sul corriere ? un ristorante al colosseo, 4 caffetterie e senza parlare del centro commerciale! Dai siamo seri ! chi parla degli ambulanti o sta in cattiva fede o.......

Anonimo ha detto...

come se ribatte er brecciolino a Roma nun se ribatte da nessuna altra parte. in questo semo maestri e tocca da dillo.

Anonimo ha detto...

"un ristorante al colosseo, 4 caffetterie e senza parlare del centro commerciale! "

sai che scandalo... Significa un lavoro vero per un sacco di gente, servizi di qualità per i turisti, contributi, tasse e benessere per tutti. Gli ambulanti invece rovinano l'aspetto delle nostre piazze, mediamente vendono cagate a prezzi assurdi, e rompono le palle assediando i turisti, oltre a non pagare le tasse e occupare solo bangla al nero.

Perchè non si può fare come in tutte le città civili? Sì agli ambulanti, ma si stabiliscono dei luoghi idonei ai mercati all'aperto, come porta portese, magari un po' fuori città dove c'è spazio per arrivare comodamente e parcheggiare, e chi vuole vedersi un po' di bancarelle va lì, le autorità possono fare i loro controlli più facilmente, e il resto della città resta libera e felice.

Anonimo ha detto...

Non dimenticate mai che fino a poco più di 100 anni fa c'erano pastori che portavano le pecore nei Fori a brucare. Questa era Roma, aristocratici ricchi, preti e pastori.

Anonimo ha detto...

Ma che racconti ? che problema c'è in un ristorante e 4 caffetterie ! Non mi stupirei nemmeno del centro commerciale a pochi cm dal colosseo. Ok è zona vincolata ma che problema c'è ? Va bene si violano un pò tutte le norme esistenti in materia di tutela dei beni culturali ma converrai con me che se l'anac non dice niente vuol dire che non c'è nulla da dire ! Poco importa anche se il municipio fa finta di niente (compresi i cavalieri senza macchia) insomma che problema c'è ? le norme vanno interpretate e vedi che l'interpretazione giusta si trova sempre ! E non provare a parlare dell'aventuale bando di gara...è eventuale, appunto ! Quindi tutto apposto !
Certo poi se crolla il colosseo e li ne puoi star centro cambia tutto, vedi che saranno tutti contrari ! Ma proprio tutti !

Anonimo ha detto...

Più che Capit Mundi, ormai è Caput Paese. Manco alle fiere di paesini più piccoli vedi 'sto schifo, anzi!

Unknown ha detto...

Siete senza vergogna. Volete il "bello" e giustificate un Centro Commerciale al Colosseo. Certo meglio un bel centro commerciale dove far assumere i parentucci e gli amici del blog che centinaia di operatori ambulanti "regolari" lasciati senza lavoro.

Unknown ha detto...

Siete senza vergogna. Volete il "bello" e giustificate un Centro Commerciale al Colosseo. Certo meglio un bel centro commerciale dove far assumere i parentucci e gli amici del blog che centinaia di operatori ambulanti "regolari" lasciati senza lavoro.

Anonimo ha detto...

In poche parole, "tu vo' fa l'americano". La cosa divertente e triste al tempo stesso è che quel signore di Albertone - romano autentico - li prendeva per il culo quando interpretava l'americano a Roma, ma questi minus habens neanche lo capiscono e attaccano in cameretta, con orgoglio, il poster di "tu m'hai provocato e io me te magno".

Anonimo ha detto...

Guarda che nessuno vuole le caffetterie o il centro commerciale dentro il Colosseo o sopra i Fori. Si sceglierebbe un'area attualmente inutilizzata e abbandonata o dove ci sono già negozi. Riguardo il fattore estetico, mi pare ovvio che al centro storico di Roma tu non possa costruire a cazzo di cane; di certo un centro commerciale (semmai si farà e sinceramente è la prima volta che lo sento) sarebbe più simile ad Harrods di Londra o al De Bijenkorf di Amsterdam piuttosto che i capannoni dell'Euronics di Fiumicino.

Anonimo ha detto...

Questo blog é manovrato dai politicanti come la tanto brava e buona "signora" Naim ed unto da chi ha interessi nel voler papparsi tutta la torta .
Il problema del decoro é solo un diversivo aprite gli occhi!
Anche perché l'approccio sarebbe stato quello di rendere queste attività storiche più adatte al contesto regolamentandole e non eliminandole.
Siete solo dei prezzolati asserviti al sistema!

Anonimo ha detto...

Romani!

Anonimo ha detto...

a questo punto, visto il livello infimo del commercio di strada a Roma, e la totale chiusura (fatta pure di insulti e avvertimenti mafiosi) lasciamo fare al mercato, alla libera concorrenza alla quale tanto si appellano costoro: Della Valle li spazzerà via, urtisti, bancarellari, camion bar e compari che non potranno mai reggere il confronto per prezzi, organizzazione, ecc. ecc.
Ci provino pure a piazzare davanti al futuro store del Colosseo il loro banchetto, non dureranno una settimana.

Anonimo ha detto...

Il giorno in cui capirete che c'è gente che vuole fare la cosa giusta per semplice gioia di farlo e non per avere soldi o altro in cambio vi sputerete in un occhio da soli.

Anonimo ha detto...

Romano
Zono zolo un bovero negro
zono zolo un bovero ebreo urdista
se me so fare li gazzi mia
non me venì a ffa er razzista

ShareThis