Video. Il pericoloso inganno della "pedonalizzazione" di Via di Porta San Sebastiano. Perché tutti i giornali ci sono cascati?

8 settembre 2015



Davvero triste e paradigmatico quello che è successo qualche giorno fa con la riapertura e la presentazione da parte del sindaco Ignazio Marino e dell'assessore alle infrastrutture Maurizio Pucci della rinnovata Via di Porta San Sebastiano. Una strada stupenda e unica che collega Piazzale Numa Pompilio, e dunque le Terme di Caracalla e la Passeggiata Archeologica, con Porta San Sebastiano, la più bella porta delle Mura Aureliane.



La strada era a senso unico ad uscire, verso l'Appia Antica. Ha avuto dei crolli laterali e dunque è stata per molto tempo chiusa e a circolazione limitata. La riapertura vede un pastrocchio pazzesco che abbiamo cercato di raccontarvi in questo filmato. 



La strada è oggi a doppio senso, benché esista Via di Porta Latina per fare il percorso a ritroso, si è optato per rendere a doppio senso anche Via di Porta San Sebastiano. Questo ha fatto sì che tutto lo spazio della carreggiata fosse occupato dalle due corsie nei due sensi di marcia: lo spazio per i pedoni e le biciclette è pari di fatto a zero e non è protetto, dunque a breve verrà facilmente occupato da vetture in sosta. Nel resto della carreggiata le auto sfrecciano libere di utilizzare questa scorciatoia impunemente a dispetto dei ridicoli segnali di "isola pedonale" e di "transito consentito solo ai residenti". Zero controlli, zero rispetto delle direttive e liberi tutti. 




Una scelta incomprensibile e ridicola che è una pistola puntata contro bici e pedoni: ci si aspetta di trova una strada pedonale (così c'è scritto) e una zona 30 (così c'è scritto) e invece si viene catapultati in una superstrada percorsa a velocità assurde, pericolosissima, insidiosa. Ne riparleremo al primo incidente. La cosa che fa davvero amarezza, tuttavia, non è stata solo aver letto le cronache di questo insidioso e vergognoso pasticcio sui profilo social del Sindaco (che esultava alla nuova pedonalizzazione!) e sulla pagina ufficiale del Comune, ma di aver notato che tutti i giornali, tutta la stampa locale ha bellamente abboccato alla risibile trappoletta guardandosi bene di andare a dare un'occhiata. 


Probabilmente con una stampa più attenta, con un controllo civico più puntuale da parte dei giornalisti queste schifezze (firmate senza meno dall'ultimo funzionario comunale in attesa del prepensionamento o della ennesima pausa caffè) avrebbero vita più difficile. Il Comune (parliamo dei tecnici, in questo caso quelli dell'Agenzia per la Mobilità, mamma di questo assurdo progetto, di cui pubblichiamo qui sopra nomi e stipendi dei dirigenti apicali) continua a produrre progetti di qualità infima e proposte pericolose e umilianti per la qualità della vita dei cittadini semplicemente perché è pacifico il fatto che nessun vada a rompere le scatole. Nessuno metta in evidenza l'assurdo. L'altra metà del Comune (parliamo dei politici) non può chiedere di meglio. Ci rimette la città che vede realizzati progetti rispetto ai quali si sarebbe gridato allo scandalo a Zagabria negli anni Settanta.


Chiudiamo con un altro po' di riso amaro. Semmai aveste avuto qualche dubbio, anche qui gli operai del Comune hanno provveduto - nonostante la presenza del sindaco - a dipingere la segnaletica senza prima pulire la carreggiata. Il risultato sono tanti origami come questo che potete vedere in foto. La sciatteria per anni l'abbiamo scambiata per folklore, nella realtà è un danno enorme che tutti poi siamo chiamati a ripagare a vario titolo e in varie forme. Quanto ancora pensate di avere voglia di farvi prendere per i fondelli?

28 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

Se si cominciasse a licenziare questi trogloditi, vedrete che le cose cambierebbero, nella mia azienda (leader mondiale del settore e non italiana) ti prendono a calci in culo se non lavori come si deve e ti premiano e gratificano se porti risultati. Il grosso guaio dell'Italia sono i sindacati e tutta quella merda di dipendenti con il culo bello inchiodato sulla sedia che non deve rendere conto a nessuno.

Per questi parassiti contano solo Ferie, Malattie, Buoni Pasto ecc. ecc.

antonio ha detto...

Anonimo @ 3.10

Anche io lavoro per una azienda privata. Sono completamente d'accordo con te. Piccolo appunto: nella mia azienda, e credo nella tua, le prime teste che saltano sono ai piani alti (direttori e dirigenti). Se un autista ATAC, per esempio, non lavora, deve saltare la testa del suo dirigente, che viene pagato per DIRIGERLO....e per sapere se sta lavorando o meno. Il popolino, invece, vorrebbe che fosse licenziato SOLO l'autista disonesto che, semplicemente, non lavora. La differenza è che l'autista, non lavorando ci ruba 2000 euro/mese, il dirigente 20.0000.

Ecco,

io partirei da questo.

Anonimo ha detto...

Ve lo spiego io il motivo della genialata. Qualche capoccione dell'ambasciata del canada presso la santa sede che si trova proprio alla fine della strada, o residente di altri palazzetti dove mi risulta abitino ex teste coronate, avrà invocato il doppio senso per motivi di sicurezza (in realtà per non dover fare il giro tutte le volte che esce di casa) e qualche deficiente in comune lo ha ossequiato.
Questa comunque è da class action.

Giovanni ha detto...

Caro anonimo delle 4:11, molto interessante il tuo commento. Succede ovunque a Roma che si facciano le cose per il raccomandato del terzo piano, invece che per i cittadini.

(A proposito di teste coronate, ti risulta da quelle parti una ex "testa coronata" con iniziale G... che non dovrebbe essere lì?)

Lanzo ha detto...

Lo so, e' n'anticchia fuori tema, ma sapete chi me manca da profondo der core ? Il mitico Gianfranco FUNARI !
Che contributo sarebbe stato pe' RFS... Cia' famo ?

Anonimo ha detto...

La strada è a doppio senso perché vi possono transitare solo le auto dirette alle abitazioni lungo la stessa fino all'arco di Druso dove, non potendo attraversare la porta San Sebastiano, in qualche modo dovranno uscire! Il piccolo spazio al lato delle corsie è riservato solo ai pedoni come si può vedere dal solo omino dipinto sul pavimento, quindi non è per le biciclette le quali devono passare nella strada. È stato vietato il transito sotto la Porta San Sebastiano alle auto per evitare che tutte, per raggiungere l Appia antica, utilizzassero questa strada come avveniva prima del crollo del muro. Ora Con questa specie di pedonalizzazione le auto che passano dovrebbero essere pochissime e dovrebbe essere più sicura per le biciclette.

Anonimo ha detto...

Ma mettere delle transenne per delimitare lo spazio dedicato ai pedoni ???? Troppo difficile per questi deficenti "espertoni" di traffico .. i " tecnici" uahauahauhah .. che squallore

Anonimo ha detto...

In Italia la stampa è inutile perché ha perso credibilità, per come è asservita al potere politico ed economico. I giornalisti scrivono solo quando gli è permesso o è conveniente farlo. Sulla segnaletica che dire? Gli operai (dipendenti pubblici?) che si occupano delle strade di Roma li conosciamo.

Anonimo ha detto...

Nun cia' famo

Roberto Altiremi ha detto...

Non capisco la necessità di trasformare questa stradina in percorso pedonale e ciclabile. Dovrebbe servire esclusivamente i pochi residenti di zona ed il traffico dei loro veicoli. Bisognerebbe chiuderla con dei piloncini appositi che si interrano automaticamente con il comando lasciato ai soli residenti di zona, ivi inclusi i relativi costi di manutenzione.

Anonimo ha detto...

La teribbbile "maggioranza" del coattume romano col culo inchiodato al feticcio della maghinaMia rivoleva sfrecciare sull'Appia Antica degradando ambiente e svilendo la meraviglia della Porta S, Sebastiano e arco di Druso per poi al bar pontificare :.."er nostro petrojo so li bbeni gulturali...
Eccoli accontentati con il penoso artificio della preferenziale incontrollata ed incontrollabile.
SCHIFO ANNUNCIATO, ma anche voluto.
Certo poi ci avrà messo il carico pure l'ambasciatore del Canada, e le mammine 'nsacco ecologggiche col pupo da sbolognà a villa Giardinieri e poi pure i parassiti in autoblu sfreccianti verso Ciampino....ma la colpa dello schifo di questa città non sono le "minoranze", ma proprio le VOMITEVOLI MAGGIORANZE che si autoassolvono.

Però una speranza rimane: un altro bel nubifragio e tanti tanti altri crolli...

Anonimo ha detto...

Andava tanto bene come stava, st'ammuina continua a beneficio dei soliti ignoti...mica è l'Appia, è, anzi era, una pittoresca via della Roma intramuranea a cui serviva solo di non essere toccata, a parte un'ordinaria manutenzione.
Mammarinoèonesto.

Anonimo ha detto...

Guarda un po' chi ha fatto i NON lavori, per miseri 15 milioni di euro? Guarda un po'?

Anonimo ha detto...

Nemmeno i parapedonali. Già che ci siamo: a via Urbana li hanno installati. Da un lato solo, eh, per carità.

Anonimo ha detto...

Perché l'ammuina per non cambiare niente...e perchémmarinoèsempreinnocente:

Il sole 24 ore 8 settembre

http://robertogalullo.blog.ilsole24ore.com/2015/09/08/mafia-capitale-verso-il-processo-con-la-relazione-secretata-ennesimo-scandalo-su-roma-e-la-politica-gode/?refresh_ce=1

Anonimo ha detto...

Pedonale? Solo traffico locale?
Io ci sono passato ieri sera correndo, e sono passate letteralmente centinaia di "maghine" e imponenti SUV ad alta velocità, in barba al cartello dell'accesso limitato, del limite di velocità e della corsia preferenziale a Porta S.Sebastiano.
Se i cittadini non sono educati si dovrebbero educare, a suon di multe.

francesco schietroma ha detto...

siamo in mano a gente manifestamente incompetente, incapace e pericolosa. mettere 2 badanti, quali orfini prima e gabrielli poi, a quanto pare non è servito a molto. qui occorrono elezioni anticipate al più presto. arrivare a fine mandato in queste condizioni significa sprofondare nell'abisso.

Anonimo ha detto...

Le suggerisco di vedere il film "idiocracy (2006)",forse cosi le e' possibile capire l'amministrazione della citta' di roma.
Credo che oltre ad essere certamente in malafede questi gestori della citta' sono veramente stupidi, veramente.. qualcuno ha pensato che la via, come ridisegnata, andava sufficentemente bene, credo che anche se vedesse il video da lei fatto non capirebbe il punto.

roby.roma ha detto...

ovviamente transito finale riservato Atac. e i taxi...sono o non sono servizio pubblico?

roby.roma ha detto...

visto quel film....la realta ci si va avvicinando sempre di piu ...

Anonimo ha detto...

Andrebbe licenziata questa giunta di incompetenti o peggio .
Marino sei una vergogna di sindaco.
Tutte le aspettative che avevo su di te sono state disattese.

Vattene

Anonimo ha detto...

L'unica soluzione è lobotomizzare i romani, oppure mettere un vigile ogni 50 metri.

Anonimo ha detto...

daje co sto vigile ogni 50 m. Non fanno un cazzo ora che ce ne e' uno ogni km, perche ogni 50 m dovrebbero fare qualcosa? Il prodotto del lavor e' dato sempre da:

numero di addetti x produttivita. Se la produttivita tende allo zero, ci puoi mettere un miliardo di vigili, sempre zero avrai.

O si comincia a licenziare gente al comune o non potra mai cambiare nulla

Maurizio V. ha detto...

Ci sono passato due volte, ed entrambe mi sono fermato a vedere cosa succede. La prima volta sembrava che nulla fosse cambiato: le auto passavano sotto Porta san Sebastiano incuranti dei divieti. Ieri, invece, c'era una pattuglia di vigili a Numa Pompilio e la strada era molto tranquilla.
Mi spiace dover fare il processo alle intenzioni, ma temo di capire come finirà la storia. La Porta è chiusa (eccetto che per autobus), quindi, di fatto, la strada è senza uscita. Solo che il trucco è semplice. Un automobilista comune e furbo (che si crede tale, almeno) imboccherà la strada dalle Terme e arriverà all'arco di Druso. Lì butterà l'occhio: se vede i vigili all'imbocco dell'Appia Antica tornerà indietro, altrimenti proseguirà dritto (passando sotto la Porta). Nel primo caso, tornando indietro, non ha commesso nessuna infrazione e non rischia multe. In teoria la cosa si potrebbe risolvere lasciando fissa una pattuglia, ma sappiamo benissimo che non succederà perché significherebbe "sacrificare" uno o due vigili per turno. Tant'è che non ci sono vigili fissi nemmeno i giorni di chiusura dell'Appia Antica.
Temo quindi che la "furbizia" avrà il sopravvento.

Anonimo ha detto...

@8.40

n'atro po?????

Anonimo ha detto...

Sì è vero. Il maggior pericolo è che sono delinquenti ma anche imbecilli, e continuano come muli a testa bassa a fare cose folli fino a che loro o qualcun altro non ci sbatte le corna.

Anonimo ha detto...

RFS dice: Quanto ancora pensate di avere voglia di farvi prendere per i fondelli?
per sempre, tutta la vita.perche' i romani (gli italiani) c'hanno altre cose, c'e' la champion league cha sta iniziando, c'e' a roma a lazio er derby er corriere do sport er mutuo da anna' a chiede in banca, a casa a vacanza ar mare a raccomannazione pe trova' un lavoro il voto di scambio er lasciamo core lasciamo sta' aspetta n'attimo vie qua' mettemese d'accordo, er lavoro nero, nun pagamo e tasse, io frego a te tu freghi che noi fregamo quello ....., macchevvoi, mo te gonfio nun pago a retta dea mensa de mi fijo nun pago a metro ma chissenefrega ....

Anonimo ha detto...

AGGIORNAMENTO:
CANCELLATA ANCHE LA PREFERENZIALE ATAC. Libbbbertà di sfrecciare, alla faccia dei bbbeni guldurali e de Paolo Rumizze.
Daje che allo schifo non c'è mai fine.

ShareThis