L'assurda alluvione di Ponte Milvio del 27 maggio 2015. Foto e video, mandateci i vostri contributi e li aggiungiamo

27 maggio 2015











Video e alcune foto da: facebook.com/karim.clementi

23 commenti | dì la tua:

Pecora che grazie al suo buonismo ha di nuovo provocato la morte di italiani perbene innocenti ha detto...

Roma, quartiere Boccea: zingari in fuga dalla Polizia a 180km/h in mezzo alla gente.

Travolte otto persone, una donna è morta.

Continuate a votare la sinistra...

PXT ha detto...

A Londra che dovrebbero fare, girare con le bombole ad ossigeno? Ridicoli: 20 minuti di pioggia e stiamo come in Thailandia con gli Tsunami. Ovviamente non è mai colpa di nessuno, sono eventi 'eccezionali'.

D Farcut ha detto...

Massimiliano Tonelli ..invece de stare a postà foto, potevi dar na mano a risolvere la situazione (un idrovora, una pala per pulì i pozzetti); più lavoro e meno ciaccole: Hai rotto :-(

Anonimo ha detto...

Calcutta capitale

Anonimo ha detto...

La bomba d'acqua la bomba d'acqua!!!

Anonimo ha detto...

Purtroppo si è verificato sull'area metropolitana di Roma un evento evento atmosferico così avverso ed estremo che neppure l'efficientissima struttura organizzativa comunale ha potuto contenere. Il sig. sindaco, dott. Marino Ignazio, si è quindi umilmente scusato con l'intera popolazione residente per non aver mantenuto l'altissimo livello funzionale di tutte le strutture che concorrono all'impeccabile qualità di vita della metropoli da lui amministrata. L'intera popolazione residente ha già rinnovato fiducia completa al carismatico e inapputabile sig. sindaco, dott. Marino Ignazio, unanimemente ritenuto statista di livello internazionale.

Anonimo ha detto...

So fotomontaggi! So tutti fotomontaggi!!1! Se vedeno li picsel ahòòòò!!
Embece de posta e foto, perché nun sei andato co la pompa idrovora che c'hai in garagge a toje l'acqua??
Eppoi è BOMBADACCUA ahòòòò ma che vvoi??? Sintepiasce Roma vattene a Londra, che pure llà piove AHR AHR AHR

Anonimo ha detto...

Rom ist nur Dreck.

Pecora che si chiede cosa avrebbe fatto ORBAN agli zingari assassini di Primavalle ha detto...

REINTRODURRE LA PENA DI MORTE per reati odiosi come gli zingari che oggi scappando a 180km/h per le vie di Primavalle hanno travolto i passanti, uccidendo una madre di famiglia (tra l'altro immigrata, ma onesta, e quindi non interessa alla sinistra, chea cui gli stranieri piacciono solo quando sono parassiti e delinquenti...) e riducendo in fin di vita un'altra decina di italiani perbene.

ORBAN IN UNGHERIA lo sta facendo... la sinistra italiana invece tra un po' approverà l'ottavo indulto da quando è al potere.

bat21 ha detto...

Dove sono i fenomeni che sfottevano sul Seveso?

Anonimo ha detto...

eh, ma lo sappiamo di chi è la colpa, lunedi c'erano i temibili URTRASE daaalazziooo e ddaaaaroomaaa, so stai loro a bloccà i tombini....

Anonimo ha detto...

Come e quanto guadagna un blogger: rivelazioni, numeri e strategie di profitto.
Quanto guadagna un blogger? Blog, numeri e speculazioni varie.
I blogger di successo guadagnano molto, questo oramai è chiaro a tutti (anche se molti continuano a non crederci).
Ma quanto si guadagna con un blog?
Si ipotizza che Chiara Ferragni e il suo fashion blog “The blond Salad” abbiano fatturato 8 milioni di euro solamente nel 2014.
Altri milioni di euro di fatturato annuale sono attribuiti al blog di Beppe Grillo.
Un blogger di nicchia come Andrea Giuliodori, riesce guadagnare una media di 25.000 euro al mese.
Italo Cillo, da quando ha iniziato la sua carriera di Blogger (nel 2007), dichiara di aver fatturato 3 milioni di euro.
Rudy Bandiera, dal blog ci ha guadagnato una macchina.
Un altro esempio straordinario? Zen Habitis di Leo Babauta, che ha un valore stimato di 15 milioni di euro.
C’è chi dice che per i blog in lingua inglese sia più semplice guadagnare, del resto il loro bacino di lettori è potenzialmente illimitato.
Beh, per noi Italiani – che siamo così in pochi a farlo – è ancora più semplice. Non dico che sia possibile arrivare a guadagnare le loro stesse cifre, dico solo che è molto più semplice guadagnare fin da subito :-)
Bando alle ciance, vediamo come guadagnano i blogger di successo!
Da http://www.dariovignali.net

http://www.pambianconews.com del 21.05.2015
Quanto guadagna una blogger
giovedì, 21 maggio 2015
“Per uno scatto su Instagram chiedo tra i 5mila dollari e i 15mila”. A spiegarlo ad Harper’s Bazaar è Danielle Bernstein, blogger 22enne dietro a We Wore What, con quasi un milione di follower sul social network. “Ma tra una decina di giorni raggiungerò il milione di fan e potrò chiedere una bella somma in più”, per i contenuti sponsorizzati. “È un passaggio fondamentale”, dice riferendosi al salto dai ‘mila’ al milione.
Secondo la versione online del magazine statunitense, l’industria della moda spenderebbe più di un miliardo di dollari all’anno per foraggiare i post sponsorizzati sui canali dei blogger. Una cifra che, a giudicare dalle sempre più frequenti commistioni tra brand e influencer, è destinata a salire. Il caso di Bernstein è ai vertici della nuova economia che gira su Instagram, ma anche chi ha meno follower sembra possa guadagnare somme piuttosto cospicue. In genere, si legge sempre su Harper’s Bazaar, chi ha centinaia di migliaia di follower può partire dai 500 dollari e arrivare ai 5mila dollari per post. Chi ha più di 6 milioni di follower sarebbe libero di chiedere dai 20mila dollari ai 100mila: cifre da far girare letteralmente la testa.


Quanto si può guadagnare con un blog nel 2013? da http://comunicaresulweb.com

Lorik ha detto...

mi dispiace non aver fatto foto ma ho trovato pure io situazioni interessanti...mi spiace davvero

Anonimo ha detto...

ahahhaa il commento su quanto guadagnano i blogger è fenomenale!
vai vai a vedere sul sito della camera di commercio di milano quanto è il fatturato della TBS crew di chiara ferragni...8.000.000 di calci in culo!!
ahahah ancora che credete a babbo natale o a quello che dicono nelle intervisti i poracci

Anonimo ha detto...

Leggo di bombe d'acqua improvvise e "violentissime" (testuali parole) di chi ha fatto l'upload del video.

Leggo di emergenza maltempo e di troppa acqua che scende e confronto.

Un tempo vivevo a Lucerna, posto in Svizzera famoso per il tempo capriccioso e le abbondanti piogge come si confa a un qualsiaisi posto di montagna, e ora anche se mi sono spostato vivo sempre in montagna e la pioggia abbonda.

Quest'inverno ha piovuto senza sosta per 2 settimane e per senza sosta intendo senza un minuto di tregua eppure... appure NULLA e' successo, niente allagamenti, niente nubifragi niente di niente.

Sicuramente nei posti un po' piu' isolati (piccoli villaggi di montagna) qualche disagio si e' registrato ma a parte questo nessuna allerta, nessuna "bomba d'acuqa".

Al che mi domando, possibile che in una capitale europea di un paese evoluto succedano queste cose? E' pioggia' santissimo iddio e da che io ricordi ha sempre piovuto.

MAh.... Pora Roma mia stai sempre piu' male.

Anonimo ha detto...

9:45 AM, i guadagni ci sono nella gestione di un blog e si ripartiscono in parte visibile riconosciuta ed eventualmente dichiarata e in parte riconosciuta sotto altri aspetti che porta guadagni veri ma non figurati dalla gestione di un blog.

Anonimo ha detto...

Caro Pecora io invoco Orban tutti i giorni...ma niente qui sempre peggio....non so come sia potuto succedere di ridurre Roma così...anni e anni di sinistra sicuramente...e la destra poi ha fatto poco e niente... vedrai tra poco faranno un decreto legge che è vietato fare inseguimenti ai delinquenti perché se li insegui quelli poi ammazzano la gente.....

Anonimo ha detto...

a pecora so anni che non votiamo....la sinistra non esiste piu'.L'incidente di Boccea e' una vergogna l'ennesima,speriamo che sia la goccia che fa traboccare il vaso.Ma non mi illudo non cambiera' nulla,se poi sono minorenni niente,intanto una donna e' morta.Non credo che nemmeno Salvini se arrivasse a governare potrebbe cambiare qualcosa.Quando mori' la povera signora Reggiani(rip)sembrava che dovesse cambiare tutto...non e' cambiato nulla.Questo siamo noi politici e cittadini ,siamo bravi a chiaccherare.

Anonimo ha detto...

il prefetto commissari roma, e in fretta. ovviamente il sindaco era all'estero a farsi i fatti suoi. che vergogna di città, gestita in maniera approssimativa

Anonimo ha detto...

9.45 AM,vedi che il web porta soldi!
da IL FATTO QUOTIDIANO DI OGGI
Instagram, guadagnare fino a 15mila dollari per una foto postata: chi paga? I marchi di moda e turismo
E’ la nuova frontiera del product placement, i prodotti con marchio in evidenza, piazzati qua e là in film e serie televisive, che ora dilaga anche nei social network. Secondo quanto scrive Harper’s Bazar l’industria della moda Usa spenderebbe oltre un miliardo di dollari per piazzare post sui principali blog che si occupano di fashion con tariffe che vanno da 500 dollari per qualche centinaia di migliaia di follower fino a 20.000 dollari
Per uno scatto su Instagram guadagna dai 5.000 ai 15.000 dollari. L’importante è che si veda bene il prodotto dell’azienda sponsor. E’ la nuova frontiera del product placement, i prodotti con marchio in evidenza, piazzati qua e là in film e serie televisive, che ora dilaga anche nei social network. La protagonista in questo caso è Danielle Bernstein, 22 anni, blogger che entro pochi giorni dovrebbe superare il milione di follower e di conseguenza alzare le tariffe. Secondo quanto scrive Harper’s Bazar l’industria della moda Usa spenderebbe oltre un miliardo di dollari per piazzare post sui principali blog che si occupano di fashion con tariffe che vanno da 500 dollari per qualche centinaia di migliaia di follower fino a 20.000 dollari per arrivare a centomila dollari per chi supera la barriera dei sei milioni di seguaci.
L’informazione “addomesticata” trova spazio anche in Italia dove il top è rappresentato da Chiara Ferragni, 28 anni di Cremona, che Forbes ha messo nella lista delle under 30 più influenti d’Europa. Di lei si dice che fatturi otto milioni di euro l’anno. Ex bocconiana, nel 2009 dà vita al blog “The blonde salad”. La scalata al successo è molto rapida e la porta ad avere oltre tre milioni di follower su Instagram, più di un milione su Facebook e superare i duecentomila su Twitter. Dopo il blog lancia una linea di scarpe e collabora con grandi nomi della moda.
“Il numero di follower però – spiega l’esperto che lavora nel settore e preferisce mantenere l’anonimato – non è l’unico parametro. La blogger deve essere in linea con l’immagine della società. E poi più che i like sono apprezzate le condivisioni”. Per andare al Festival di Cannes, alloggiare in un cinque stelle, scrivendo post e pubblicando foto su Instagram si possono portare a casa anche diecimila euro. Oppure, se sei una giovane blogger e devi farti largo, vai anche gratis con viaggio e soggiorno pagati e camminata sul red carpet inclusa. C’è di peggio nella vita.
“Non esiste un tariffario. Dipende da quanto sei conosciuto, dalle relazioni con le pr, se sei in cerca di visibilità”. Marchi minori di moda e cosmetici possono pagare da 500 a 1000 euro per un post, ma sempre la Ferragni può pigliarne anche tremila. Altra possibilità è l’organizzazione di un incontro riservato ai propri follower dove la blogger presenterà i prodotti di qualche azienda. Lo fa anche Alessia Marcuzzi che integra l’attività televisiva con il blog la Pinella dove parla di salopette e mascara. A pagamento. E come lei ci sono anche Melissa Satta ed Elena Barolo.
Per le big la fornitura dei nuovi prodotti è ovviamente automatica, mentre una variante è rappresentata dalle It girl. Oltre a tenere un blog le girl sono delle “prezzemoline” presenti a ogni evento. Sul genere “faccio cose e vedo gente” sono ingaggiate dai brand come ragazze di riferimento, modelli da seguire. E’ il caso di Eleonora Petrella e Olivia Palermo, style ambassador di Max&Co. Anche il turismo si è specializzato nell’ingaggio dei blogger. Msc Crociere ne ha ingaggiati tre di livello internazionale quando ha varato la nuova nave Preziosa. I blogger hanno ...................................... per i giornalisti.

Anonimo ha detto...

Tranquilli che Marino ha tutto sotto controllo...Ci vuole gente con le palle per governare Roma, altro che quattro froci, a Boccea si è toccato il limite.

VOTATE E FATE VOTARE SALVINI !!!

Anonimo ha detto...

Salvini è un coglione come gli altri non serve a nulla quello che conta è il pensiero che deve passare cioè quello che se sei un delinquente vai in galera ai lavori forzati e a frustate ci sturi le fogne di Ponte Milvio, dopo se ti azzardi a chiamare nessuno tocchi caino, panella e merda simile...sulle piaghe ti ci passiamo sale e limone.


Stefano C. ha detto...

Avesse fatto un paio di giorni prima, avrebbe placato qualche bollente spirito.

ShareThis