5 motivi perché il servizio IoSegnalo della Polizia Locale di Roma Capitale è da utilizzare e sostenere

6 maggio 2015

La premessa è doverosa: siamo enormemente delusi da come sta andando questa amministrazione e, dunque, da come sta andando la Polizia Locale. Vediamo che le priorità sono enormemente sbagliate (i vigili prendono a calci i tavolini all'aperto, ma tollerano le auto in divieto di sosta che strangolano la città rendendola invivibile), vediamo ripetersi le modalità e i problemi di sempre. L'atteggiamento dei Vigili Urbani non è cambiato neanche un po' e nessuno dei problemi del corpo (e della città) è stato seriamente risolto: Roma versa in condizioni che ormai è diventato anche difficile raccontare per fino per noi che siamo nati per raccontarne il degrado. Detto ciò quando c'è una novità riteniamo che si debba partecipare con determinazione, si debba avere apertura mentale e buona fede, si debba fare la propria parte per essere cittadini per bene e inattaccabile. La novità in questione è il servizio IoSegnalo che oggi verrà presentato ufficialmente e che rende più "ingegnerizzato" il sistema di segnalazioni che, in maniera altrettanto innovativa, la Polizia Locale aveva inaugurato via Twitter. Il servizio permette di effettuare delle segnalazioni ufficiali, non più anonime, ma rigorosamente segrete: segnalazioni di polizia. Ha molti difetti: una grafica superata, sta all'interno del sito del Comune che sembra appartenere ad un'altra era geologica e che è il peggior sito istituzionale che una capitale occidentale possa vantare. Le procedure di registrazione infine sono complesse. Ma ciononostante invitiamo tutti i nostri lettori a provarlo, a sperimentarlo, a dirci la loro ed a partecipare stasera alla presentazione. Qui sotto i 5 motivi per i quali secondo noi è utile sposare l'iniziativa.


1. E' AVANTI
Non c'è nessun corpo di Polizia Locale in Italia che abbia messo su un sistema di segnalazioni di questo tipo. Altrove siamo ancora al telefono e all'operatore che si appunta la segnalazione. Per una volta siamo i primi e, probabilmente, saremo imitati da tutti.

2. PUO' GENERARE BIG DATA INEQUIVOCABILI
L'insieme di tutte le segnalazione potrà scaturire dati molto molto interessanti e a quel punto inequivocabili. Un conto è qualche telefonata (poche) su auto posteggiate a Piazza Farnese o sui marciapiedi di Piazza del Monte di Pietà (per fare due esempi su duemila), un conto è aprire il sistema su Piazza Farnese e scoprire che negli ultimi 30 giorni ci sono cento segnalazioni su sosta selvaggia. A quel punto nessuno potrà far finta di niente e l'amministrazione sarà costretta ad intervenire o, comunque, dovrà scegliere di non farlo pigliandosene le responsabilità. Pensate ad un incidente come quello di Piazza Istria. Il bus si allarga per evitare la sosta selvaggia piazzata in mezzo alla rotatoria e schiaccia uno scooterista. Pensate se, su IoSegnalo, quella sosta selvaggia fosse stata segnalata più volte e pensate se a fronte di queste segnalazioni non fosse scaturita neppure una contravvenzione. Chi sarebbe incolpabile di quella morte? Un sistema come questo può, dunque, inchiodare l'amministrazione (e la Polizia Locale stessa) di fronte alle sue responsabilità. Finalmente e inequivocabilmente. 

3. E' SICURO
Niente paura: l'anonimato è garantito anche se il sistema vi chiederà tutti i vostri dati. Non temete sulla divulgazione degli stessi, quando segnalate qualcosa su IoSegnalo state facendo una autentica segnalazione di polizia che verrà gestita come tale. 

4. FA RISPARMIARE L'AMMINISTRAZIONE
L'obbiettivo dell'amministrazione è eliminare le segnalazioni telefoniche per portare tutto su web (e su mobile). Un risparmio notevole anche in termini di costi e di personale.

5. FA RISPARMIARE I CITTADINI
Infine il servizio fa risparmiare i cittadini. Come? Semplice: se siete tra quelli che sono soliti chiamare il numero di telefono della Polizia Locale per segnalare prepotenze, ingiustizie e infrazioni sapete perfettamente quanti minuti bisogna attendere al telefono, sovente bruciandosi credito telefonico. Ecco, ora questa cosa potrà essere superata. 

109 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

Si pensiamo a piazza istria. Pensiamo a 20 segnalazioni di sosta selvaggia. Pensiamo ai vigili che non ci vanno (perché sono pochi, se no ci andrebbero anche oggi caro Tonelli) e pensiamo ai milioni di euro che il Comune dovrebbe risarcire perché prove alla mano è stato inefficiente. Si hai ragione: un grande affare per il comune sto io segnalo. Stiamo dietro a sta fuffa per abbeverare quattro sciocchi dietro un pc.

Anonimo ha detto...

Non possiamo essere sempre cinici (leggasi realisti), ogni tanto e' bene ingenuamente illudersi, cosi', tanto per non essere monotoni.

Quindi, speriamo che questo servizio funzioni e, soprattutto, che i vigili intervengano una volta segnalata l'infrazione....

Anonimo ha detto...

Sul fatto che sia anonimo ho i miei forti dubbi.
Mi sono comunque iscritto.

Anonimo ha detto...

Se le segnalazioni fossero veramente anonime non dovrebbero chiedere i dati, la complessità e l'obbligo di iscrizione sono il sistema escogitato per sabotarne il funzionamento, succede così per ogni buona iniziativa/legge. Fateci caso.

Anonimo ha detto...

Fossi sicuro che funziona non avrei problemi ad iscrivermi , ma dopo che molte volte ho segnalato cose gravi senza che accadesse semplicemente nulla, non ho alcuna intenzione di espormi e trovarmi anche io vittima delle rappresaglie dei delinquenti.
Il corpo di polizia municipale non funziona a un livello minimamente accettabile .Ci sono senzaltro bravi agenti e funzionari, ma sono una percentuale bassa . Roma fa schifo principalmente per colpa della polizia muncipale . Potrebbe venire il piu bravo sindaco del mondo, ma se nessuno fa osservare le regole emanate non si otterra mai nulla

Anonimo ha detto...

Sarebbe stato utile cambiare il modo di veicolare le informazioni, se il problema fosse stato non sapere dove vengono commessi illeciti. Ma qui basterebbe scegliere un qualunque punto della mappa cittadina e mandare delle pattuglie a LAVORARE facendo tabula rasa su ogni qualsivoglia illecito.
Se lavorassero seriamente non pulirebbero più di un raggio di qualche centinaio di metri. Nessuno trasgressore si sentirebbe piu sicuro per nessun tipo di illecito , e questo avrebbe sicuramente una ricaduta positiva.
Lavoro nel campo dei controlli e fidatevi che si tottiene un maggior effetto facendo sapere che si potra essere sottoposti a controllo su qualunque irregolarità piuttosto che sanzionare una trasgressione

Anonimo ha detto...

Abbiamo milioni di disoccuopati e qualcuno vede come positivo che si risparmi sul personale??? Geniale! Come scrive il commentatore delle 10:12 se ci fosse davvero la volontà di risolvere le magagne che affliggono Roma non ci sarebbe bisogno di segnalazioni. La realtà, a mio parere, è che tutte queste iniziative che istigano alla delazione concorrono a creare una società nella quale è percepito come normale che i sudditi collaborino con il Potere nel controllarsi a vicenda. Si comincia con cose in apparenza innocue e persino utili, come denunciare i divieti di sosta, ma è difficile prevedere fin dove si arriva. Ricordiamoci il ruolo degli utilissimi "capicaseggiato" del nostro ventennio o la rete capillare di insospettabili e comuni cittadini attraverso sulla quale poggiava la sicurezza interna della DDR.

Anonimo ha detto...

Questo video lo dovete vedere, finalmente qualcuno che si ribella alle scippatrici: https://www.facebook.com/856026414461724/videos/889319187799113/

Anonimo ha detto...

Il sistema di iscrizione è pazzesco neanche nel 1800. Si usa il web per velocizzare e poi si creano questi mostri. Bisogna mandare un fax o una mail con scansioni di documenti ed aspettare un pin che certifichi la validazione dell'iscrizione.

Fiducioso ha detto...

Beata ignoranza. L'anonimato è verso i terzi. Per anonimato si intende che se i vigili dovessero elevare delle contravvenzioni non diranno ci ha chiamato tizio o caio. E poi basta co sta storia dell'anonimato. Se segnali un incidente o un pericolo alle forze di polizia non ti chiedono le generalità?
E poi. Le segnalazioni. Sul portale ci sarà il riscontro alle proprie segnalazioni. E visto che queste resteranno, presumo, memorizzate sul proprio profilo si dovrà o potrà chiedere conto del mancato intervento.
Prima di criticare per partito preso almeno vediamo i primi tempi in cui sarà utilizzato.
Il costo? Per il fatto di essere stato realizzato in economia, con risorse interne è dichiarato in meno di 10000 euro.

Anonimo ha detto...

Segnalo che a Udine il servizio è attivo da anni...

http://www.epart.it/udine/homepage.aspx

Anonimo ha detto...

@ fiducioso
Mi sono iscritto e temo che, leggendo il regolamento, non sia proprio come dici tu a proposito dell'anonimato.
Se ad ogni segnalazione viene assegnato un protocollo assume, a tutti gli effetti, il valore di un esposto.
L'esposto può essere consultato tramite l'accesso agli atti sia da chi lo eleva sia da chi lo subisce.
Mio cugino fu oggetto di esposto per problemi l'egati all'edilizia, chiedendo l'accesso agli atti vide anche chi l'aveva prodotto.

Anonimo ha detto...

10:55
hai ragione , anche riguardo al sito del comune l'articolista sbaglia, perchè lo considera tecnologicamente superato, mentre il problema sta nel come viene strutturata 'informazione.
Magari il problema fosse il contenitore, il problema è il contenuto.
Viene trasferito la farraginosità e la burocrazia dell amministrazione capitolina al portale ... e il risultato è una burocrazia digitale.
Per esperienza diretta, i comuni possono accedere a banche dati grafiche e alfanumeriche che li metterebbero in grado di far funzionare le cose molto meglio. Ma nella funzione pubblica raramente ci sta interesse che ciò accada.
Questo iosegnalo è solo un voler dare l'impressione che si stia facendo qualcosa , è l ennesimo episodio di perculismo

antonio ha detto...

Alcune considerazioni, in ordine sparso.
1. Non è il primo comune dove viene utilizzato un sistema simile.
2. Non è complicato registrarsi. Un cittadino normale (leggasi con famiglia) dovrebbe esser iscritto al sito del comune di ROMA se vuole evitare code, burocrazia per le cose normali (iscrizioni scolastiche, certificati etc...)
3. Mancanza di personale. Proviamo a valutare la produttività del personale. Ogni mattina ci sono 3 vigili fermi incrocio SERENISSIMA PRENESTINA. Venti metri prima, su TOR DE SCHIAVI c'è il delirio causato dai tassisti che parcheggiano in III fila perchè "STIAMO LAVORANDO". Nessuno dei 3 vigili muove le chiappe per fare alcunchè. E' mancanza di personale questa? Se fossi un vigile urbano mi sentirei offeso a manovrare un semaforo. O, peggio, a verificare CON ALTRI DUE COLLEGHI, che la gente rispetti il Rosso.
4. Sull'anonimato non me ne potrebbe fregare di meno. BASTA con questa storia: litigo quotidianamente con cafoni che parcheggiano a pene di canide, mettono le 4 frecce e bloccano un intero quadrante della città.... sotto casa come dall'altra parte della città. La gran parte di questi soggetti non sono delinquenti (nel senso comune del termine) sono semplicemente MALEDUCATI. E vanno educati. Due o trecento euro di multa al mese dovrebbero (e potrebbero) sortire questo effetto.
Se poi ai romani non va di perdere 10 minuti per registrarsi su un sito.... ma dove vogliamo andare?

Fiducioso ha detto...

E a chi contesta le modalità di registrazione dico questo. Sempre a lamentarsi. Provate a fare una registrazione sul portale INPS. O magari dell'agenzia delle Entrate. O ad aprire un conto corrente online. O a chiedere sempre online una casella pec. Non vi chiedono una fotocopia del documento di identità per completare la registrazione (oppure vi costringono a recarvi di persona per l'identificazione)? L'iscrizione al portale del comune e il conseguente accesso,all'area riservata danno diritto ad utilizzare molteplici servizi per i quali l'identità di chi opera deve essere certa (pagamento multe, cambi di residenza, invio documenti per esenzione). Avrebbe logica se mi registrassi come Fraccazzo da Velletri e potessi fare come voglio. Oppure pesa o è troppo difficile inviare un fax o una mail con il documento di identità? Compratevi una CNS e entrerete facilmente nei portali della pubblica amministrazione. Però dovete andare di persona e farvi identificare.
E nnamo su.

Anonimo ha detto...

10:55 AM, quindi quando trasmetti la segnalazione sanno chi sei!
tradotto vogliono che ci scanniamo fra di noi che diventiamo ruffiani e facciamo lavori al posto di persone, al quale paghiamo lo stipendio ( tasse ), preposte per farlo.
Alcune tipologie di segnalazioni, tipo ambulanti abusivi o discarica abusiva, non c' è bisogno di segnalarle in quanto sono risapute.
Questa inizativa è altra illusione per farci pensare che lavorano per il nostro bene e per farci scannare fra di noi, stiamo diventando un popolo disunito di ruffiani che si scannano fra di loro, l'unico a guadagnarci è lo Stato e la borghesia.
Autodistruzione dei cittadini!

Anonimo ha detto...

NON VI REGISTRATE!!
e' una cazzata grossa quanto retake..
PAGHIAMO LE TASSE PER QUESTO:
Se il loro lavoro dobbiamo farlo noi smettiamo di pagare le tasse!

Anonimo ha detto...

Servizio sarebbe utilissimo se i vigili dopo aver ricevuto le segnalazioni intervenissero sempre (o almeno nei limiti del possibile). Con il servizio attuale su Twitter intervengono solo dopo che gli arrivano un sacco di segnalazioni. va cambiata la mentalità del vigile medio, altrimenti questo servizio sarà quasi inutile. fra l'altro spetterebbe ai vigili a dover andare a caccia di cose che non vanno, non devono essere i cittadini a dovergliele segnalare

Fiducioso ha detto...

Letti gli ultimi commenti ci sta bene se le cose vanno a scatafascio. Applausi.
Ci scanniamo...paghiamo...bravi complimenti.
Tutti bravi e onesti capaci solo di lamentarsi. Si è visto no. Se non si sta col fiato sul collo, e questo è uno strumento, di chi non fa il proprio dovere i risultati saranno sempre quelli che vediamo quotidianamente. Inefficienza, sporcizia, traffico.
O magari siamo gli stessi che ci incazziamo se ci fanno la multa perchè abbiamo lasciato la macchina in doppia fila.
MA per piacere. Io non vedo l'ora che parta sto servizio. Poi a forza di segnalazioni il telefono lo brucio.

Anonimo ha detto...

Scusate, ma c'e' veramente bisogno di questo servizio? Basterebbe che i signori Vigili uscissero per strada e a voglia a trovare motivi per sanzionare. A Roma tutti fanno come caxxo gli pare!

Fiducioso ha detto...

I vigili non sono in ogni dove (cit.) e su twitter basta uno pseudonimo per registrarsi quindi è come se le segnalazioni fossero anonime. Intervengono dopo numerose e stesse segnalazioni magari perchè a quel punto un pò di veridicità alla segnalazione c'è visto che la fanno in molti.

Rrose Sélavy ha detto...

Sarà, ma c'è qualcosa di vagamente irridente nel fatto che sia necessaria la segnalazione (perbacco) per rilevare, che so, la sosta irregolare nell'area pedonale di Piazza della Repubblica o in Piazza San Bernardo, l'affollamento di ambulanti in via Nazionale o i furgoni sul marciapiede in via Depretis. La segnalazione. Mancava, manca, la segnalazione. Ora tutto si spiega. Bene, allora.

Fiducioso ha detto...

Premetto che non sono un Vigile Urbano, però basta coi soliti luoghi comuni.
http://it.wikipedia.org/wiki/Corpo_di_Polizia_Locale_di_Roma_Capitale

http://it.wikipedia.org/wiki/Roma#Infrastrutture_e_trasporti

Controllali tutti va.

Siamo più di 2.000.000 di abitanti che possono controllare e segnalare quello che non va.

Anonimo ha detto...

11:31 AM, devi inviarli i documenti per ricevere il pin, quindi devi usare dati veri altrimenti rischi una denuncia per falso frode e ...............

Fiducioso ha detto...

@anonimato
Riguardo alla segnalazione considerata come un esposto.
Mi pare che per le segnalazioni non venga richiesto nessun dato riguardo al contravventore (generalità di chi sta in doppia fila o parcheggia in posto riservato). Se segnalo una buca mica do il nome della ditta che ha rifatto il manto stradale.
Si segnala lo stato dei fatti e dove. Non è obbligatorio neanche inviare una foto dell'infrazione.
Quindi l'esempio con l'esposto mi pare improprio dove invece si devono fare nomi e cognomi e fatti segnalati.
E poi, ma qual è il problema? Pensate che qualcuno si prenderebbe mai la briga di fare l'accesso agli atti?
Siamo seri.

Anonimo ha detto...

non faccio il ruffiano neanche per il mio più grande nemico!
e se facessi il ruffiano e poi per qualche motivo il denunciato si accorgesse di me? chi caxxo mi aiuta?
pago le tasse, facessero loro il lavoro visto che gli pago lo stipendio!
col retake dobbiamo pulire con questo sistema denunciamo, ao mica siamo in una foresta che famo tutto noi e poi ce famo pure fregare i soldi con le tasse!
cà nisciun è fess!

Anonimo ha detto...

Secondo me alla terza multa lo faranno in tanti, aspettero' un po' prima di iniziare ad usarlo.

Anonimo ha detto...

Chi si iscriverà sarebbe utile se recensisse il funzionamento di iosegnalo.
Fatta una segnalazione da persona identificata con nome e cognome, ci si deve aspettare che qualcunaltro con nome e cognome prenda in carico la segnalazione e provveda a far si che venga tempestivamente lavorata.
Chi segnala deve essere identificato , ma allo stesso modo chi utilizza ( o NON utilizza ) la segnalazione deve essere conosciuto.
Vediamo i passaggi e i tempi di lavorazione e i risultati di questi esposti , che siano però pubblici e accessibili da chiunque

Anonimo ha detto...

11:49 AM, se tu avessi figli e nipoti non parleresti con questa sfrontatezza, io per la loro incoluminità difficilmente denuncerei pubblicamente un delinquente anche perchè la mia vita non si rovina con l'auto parcheggiata in doppia fila o in divieto di sosta.
Meglio la mia famiglia tranquilla che far spostare l'auto col rischio di eventuale linciaccio ai miei parenti.

Fiducioso ha detto...

@ 11.56
Verificare se le segnalazioni vengono prese in carico e lavorate lo possiamo fare noi stessi. Chi userà la segnalazione è la centrale operativa del Corpo dei Vigili Urbani.
Se alla segnalazione, memorizzata sul proprio profilo, viene attribuito lo stato di presa in carico o risolta e poi non è vero quanto ci vuole a pubblicizzare il falso su "Roma fa schifo"?

Anonimo ha detto...

Certo che i 5 punti denotano totale abnegazione di RFS a chi ha organizzato questa iniziativa, ciò è dovuto a semplice condivisione dell'iniziativa o all'avance degli organizzatori visto che hanno considerato i blogger diversamente dai quelli che sono i semplici cittadini?
fino a ieri RFS ha calpestato Polizia Roma Capitale e Comune mentre oggi è diventato il più grande estimatore, basta poco a far cambiare opinione a RFS ma ciò è frutto di leggerezza di superficialità di immaturità o di altro?

Fiducioso ha detto...

@ 12.09
Come ho detto prima, beata ignoranza.
Addirittura il rischio dell'incolumità fisica propria e addirittura dei propri familiari e parenti per una segnalazione di sosta selvaggia.
Ma a chi di voi è mai passato per l'anticamera del cervello di chiedere ai vigili che fanno le contravvenzioni a chi sta in doppia fila "ma chi vi ha mandato?".
Argomentazioni ridicole proprio.

Anonimo ha detto...

Hai accettato delle regole, non c'e' scritto da nessuna parte che chi sta dall'altra parte del pc ti debba fornire i propri dati.

Anonimo ha detto...

Credo che i primi ad essere interessati alla divulgazione dell'identita' dei segnalatori siano i pizzardoni.

Fiducioso ha detto...

@12.42
Ma perchè ai pizzardoni dicono chi ha fatto le segnalazioni su iosegnalo?
Oggi quando mandano una pattuglia per un intervento gli dicono pure le generalità di chi ha fatto la segnalazione?

Anonimo ha detto...

@12,46
I pizzardoni sanno chi fa le segnalazioni e credo che se volessero fare gli stronzi.non ci penserebbero due volte a dire: ci ha chiamati il signor XY.

Fiducioso ha detto...

@12.50

Un pubblico ufficiale è tacitamente autorizzato a divulgare i dati di chi segnala? E da quando?
E se per lo stesso caso ci sono più segnalazioni? Tirano a sorte?
Ma per piacere...

Anonimo ha detto...

@12,53

Mi dispiace ma non mi fido di loro. Tra l'altro, i pubblici ufficiali, hanno l'accesso illimitato alla privacy dei cittadini.

Anonimo ha detto...

Concordo con l'anonimo delle 12,56. Sono stato multato a causa di una segnalazione di twitter, sul foglietto della multa il vigile ci aveva anche scritto il nickname di chi aveva segnalato.

Anonimo ha detto...

12:24 PM, per molto meno tempo fà stavo a prendermi a botte con 2 cubani, uno dei motivi che lasciai perdere era la sicurezza per i miei figli e mia moglie.
non tutti amiamo la famiglia allo stesso modo, a volte penso che qualcuno di voi sacrificherebbe addirittura la propria famiglia pur di non vedere l'auto di qualcuno posteggiata in doppia file ( frustazione + fissazzione = malattia )

Fiducioso ha detto...

@ 1.09pm
E che gli hai fatto a chi ha segnalato su twitter?

Hai imprecato pure sull'efficenza dei vigili?

Anonimo ha detto...

12:46 PM, i pizzardoni fino ad oggi non intervenivano se telefonicamente non gli davi tutte le generalità, in una occasione li chimai con numero invisibile e loro, dall'altra parte, riuscirono a scoprirlo lo stesso e mi richiamarono, mancò poco che passavo dalla ragione al torto.

Anonimo ha detto...

12:53 PM, a volte ci sono certi intrallazzi! lo dicono anche i film in tv, anche tempo fà in America il responsabile della sicurezza si è dimesso per aver divulgato dati segreti.
Rischia tu e mi guardo il culo perchè non me ne frega nulla della macchina parcheggiata male mi interessa la mia esicurezza e quella della mia famiglia

Anonimo ha detto...

1:26 PM, cretino, guarda che in giro c'è gente che si ammazza per molto meno

Anonimo ha detto...

tanti mi sembrate gente ingenua e senza esperienza di vita, forse per questo credete a tutte le bagianate di RFS, svegliatevi!
io boccio questa iniziativa!

Anonimo ha detto...

12:53 PM, a volte ci sono certi intrallazzi! Lo dicono anche i film in tv, anche tempo fà in America il responsabile della sicurezza si è dimesso per aver divulgato dati segreti.
Rischia tu, io invece mi guardo il culo perchè non me ne frega nulla della macchina parcheggiata male perchè mi interessa la mia sicurezza e quella della mia famiglia

Anonimo ha detto...

1:35 PM, forse non hai tutti i torti.

Anonimo ha detto...

Perchè negli stati uniti i poliziotti ( non i vigili ) girano da soli , e i vigili urbani di roma devono essere minimo in coppia ?
Se ne stanno seduti nei gabbiotti in 2 a fare cosa ?
uno legge e l'altro scrive ?

Fiducioso ha detto...

@ 1.23pm
Penso che in generale si stia fraintendendo quanto dico. Non sono nè un maniaco della legalità nè un estremista del far rispettare le regole nè un frustrato perchè c'è chi non le rispetta.
Poichè non viviamo in un paesello di provincia dove tutti si conoscono (stiamo a Roma giusto?)una forma di anonimato è garantita automaticamente. Probabilmente non prenderei di petto un contravventore (vedi quel pazzo di tassinaro che ha pestato quell'anziano a P.zza Barberini - per caso qualcuno lo giustifica?) ma mi affiderei a chi DEVE far rispettare le regole. Troppo ottimista? Troppo corretto? Troppo senso civico? Forse. Ma in questo caso con iosegnalo mi sento sufficientemente tutelato. E cosa strana, se dovessi prendere una multa per divieto di sosta perchè qualcuno ha chiamato i vigili non me la prendo ne con i vigili ne con chi gli ha chiamati. Posso prendermela solo con me stesso.

Vorrei vedere se qualcuno parcheggia senza diritto nel posto che gli è stato riservato. Chiama i vigili per farla rimuovere o aspetta pazientemente che arrivi il proprietario a togliere la macchina per "paura delle ritorsioni di chi sta in difetto"?
A giusto. Se tocca me è un discorso, se tocca gli altri sticazzi.

Anonimo ha detto...

"La premessa è doverosa: siamo enormemente delusi da come sta andando questa amministrazione e, dunque, da come sta andando la Polizia Locale. Vediamo che le priorità sono enormemente sbagliate (i vigili prendono a calci i tavolini all'aperto, ma tollerano le auto in divieto di sosta che strangolano la città rendendola invivibile), vediamo ripetersi le modalità e i problemi di sempre. L'atteggiamento dei Vigili Urbani non è cambiato neanche un po' e nessuno dei problemi del corpo (e della città) è stato seriamente risolto"

Roma fa schifo finalmente tira fuori la testa dal guscio e dice la verità
Attribuisce le responsabilità a chi le ha: Il Sindaco ed il comandante Clemente.

Anonimo ha detto...

Giusto per capire: mi state chiedendo di fare il lavoro dei vigili? No perchè in teoria il cittadino deve essere aiutato da loro... e non chiedere lui stesso aiuto!
In questo modo ammettete che i vigili non stiano facendo bene il loro lavoro, eh.

Anonimo ha detto...

quindi tu dici che le segnalazioni, per la nostra sicurezza, dovremmo farle per zone distanti da dove siamo residenti e domiciliati? ridicolo!
io con questa iniziativa e per esperienze personali a riguardo non mi sentrei affatto tutelato, esistono organi preposti ai quali io pago profumatamente lo stipendio per fare un certo tipo di lavoro pertanto sono loro che devo far rispettare le regole ed io, per quello che mi riguarda, devo rispettarle in primis.
non dobbiamo essere disuniti e farci trasformare in un popolo di ruffiani ed annientarci fra di noi, oggi la disunione del popolo già sta permettendo allo Stato di mettercelo in quel posto.
Lo Stato attuale e la borghesia ci stanno distruggendo, reagiamo in legalità senza fare i ruffiani perchè non è una soluzione ai problemi che ci attanagliano.
non fare il moralista perchè se a qualcuno succedesse di essere scoperto di aver fatto il ruffiano, la vita insegna, tutti ti girano le spalle e la merda affoga solo lui e chi gli sta vicino veramente.
auguri per il tuo nuovo nome " FIDUCIOSO " da combattimento veramente simpatico ma troppo lontano dalla realtà!

Anonimo ha detto...

tante volte da falsi moralisti dite di fare certe cose in modo che i nostri figli seguano il nostro esempio, oggi cpromuovendo questa iniziativa stiamo trasmettendo che Lo Stato è inefficiente e noi dobbiamo fare i ruffiani.
Speriamo che i nostri figli non leggano questo argomento!

Fiducioso ha detto...

@2.03pm
Ruffiano? Ruffiano è chi fa la spia (segnalazioni? fate voi) per un "proprio" tornaconto. Fare una segnalazione per chi ha parcheggiato a C.D.C. e per questo l'autobus non può fare la curva è essere ruffiano?
Io mi sento talmente insignificante che se le segnalazioni che potrei fare avessero un seguito non mi si cagherà nessuno altro che ruffiano.
In altri paesi se sbagli paghi, subito e in maniera cara. In Italia no. E forse è per questo che chi dovrebbe far rispettare le regole spesso non lo fa (nello specifico i vigili - troppa fatica scrivere o qui ci lavoro tutti i giorni meglio tenerseli buoni).
E comunque si, sono fiducioso. Come ha scritto qualcun'altro magari dopo la terza multa li la macchina non la lasci più.

Anonimo ha detto...

E' bello perché la metà dei commenti sono scritti sempre dalla stessa persona. Guarda ciccio che non è così difficile riconoscerli eh, visto che sei totalmente incapace di scrivere in italiano e non sai cosa significhi il termine ruffiano. Credi davvero che se scrivi 200 commenti pensiamo tutti che li abbiano scritti 200 persone?

Fiducioso ha detto...

@2.40p.m.
A chi ti riferisci?

Anonimo ha detto...

2:37 PM, il ruffiano è colui che denuncia non in modo palese trasparente e chiaro.
io non mi sento inutile, cerco di rispettare le regole e pago chi deve farle rispettare poi faccio già il mio lavoro secolare nel miglior dei modi e per quanto sopra, in ogni caso, non ritengo corretto fare il ruffiano.
le tre multe possono essere anche infierite ed essere motivo di scoraggiamento senza che tu fai il ruffiano ma solo perchè potranno essere fatte da chi fa quel tipo di lavoro.

Anonimo ha detto...

“Fare il ruffiano”… gia’ presumere che tutti utilizziamo con familiarita’ questo concetto da malavita la dice lunga. Le persone civili questo concetto non ce l’hanno nemmeno nel vocabolario. Regole come il codice della strada o uno le rispetta, o no, e in quel caso se si prende una sanzione se l’e’ meritata. E non cominciamo coi casi eccezionali, la partoriente o l’invalido, qui si parla dalla sosta a cazzo diffusa a Roma, che e’ ben altro.

Fiducioso ha detto...

@2.50p.m.
E infatti con il significato delle parole non si può sbagliare.
http://it.wiktionary.org/wiki/ruffiano
http://www.treccani.it/vocabolario/ruffiano/
http://www.garzantilinguistica.it/ricerca/?q=ruffiano

Anonimo ha detto...

Peraltro attenzione la segnalazione non e’ una multa. Qui nessuno si sostituisce ai vigili, si sta solo cercando di aiutarli/spingerli a lavorare meglio, che mi pare un obiettivo condiviso da tutti. Poi alcuni sperano di arrivarci seduti in poltrona “perche’ pagano le tasse” e altri vogliono dare una mano in prima persona.

Anonimo ha detto...

già ve vedo a cercare disperatamente le auto in doppia fila per Roma e fare le segnalazioni.

vedi 2.51 PM che ruffiano lo dicono anche i bambini delle scuole materne e noi genitori gli insegnamo ad essere sinceri reali e trasparenti non vigliacchi codardi e ruffiani.
certo alcuni genitori insegnano i figli a fare i ruffiani, non siamo tutti uguali.
poi quando ci troviamo nella vita circondati da leccaculi e ruffiani ce lamentamo!

Anonimo ha detto...

NON CLICCATE IL LINK DI maggio 06, 2015 10:27 AM !!!

Sembra un link a Facebook ma in realtà è un link pubblicitario di SPAM che fa guadagnare chi lo ha messo.
Il vero link a cui venite rimandati è http://adf.ly/1GRhr8 , link al quale prenderete un bel VIRUS che controllerà e reindirizzerà la vostra navigazione da qui in poi.

RFS per favore TOGLIETE la possibilità di inserire link cliccabili, se non volete favorire lo SPAM e i VIRUS, grazie!

Anonimo ha detto...

Ma davvero state a parlare col TROLL sul significato del termine "ruffiano"?

Ma lasciatelo MORIRE da solo perdio!

DAJE CHE FRA POCO CREPA IL TROLL!

Anonimo ha detto...

2:58 PM, scusa ma se la segnalazione non scaturisce una multa che la famo a fare? ma che dici!
stai dicendo che allora è un servizio del caxxo questa iniziativa.

Anonimo ha detto...

@2:57PM

Visto che se in vena di dizionari, vedi se esiste una traduzione di “ruffiano” (nel senso che intendi tu) in una lingua civile, tipo l’inglese. Vedrai che non esiste.

http://dictionary.reverso.net/italian-english/ruffiano
Tutti gli esempi qui sono nel senso di “arruffianarsi” qualcuno, o di magnaccia. Il concetto di “fare la spia” e’ un concetto mafioso tutto nostro.

Anonimo ha detto...

2:57 PM, il tornaconto da ruffiano lo stai rendendo allo stato che non fà il lavoro per il quale tu paghi e tasse e relativo loro stipendio.
la conseguenza delle tue denuncie porta a distruggerci fra cittadini perchè ci metteremo l'uno contro l'altro e l'unico a guadagnarcisarà lo Stato che prenderà soldi senza prestare un servizio dovuto e i borghesi che saranno sempre ed in ogni caso i privilegiati

Fiducioso ha detto...

@3.03p.m.
Aridaje. Ma che c'entra il termine ruffiano con il fatto di "segnalare" una macchina parcheggiata a cazzo? Per di più in maniera "trasparente" visto che bisogna essere registrati al portale del comune e in maniera sincera? (non cose inventate o false).
Essere ruffiano prevede avere un tornaconto personale per quello che si fa.

Anonimo ha detto...

Poco fa 4 vigili in moto e in borghese se la prendevano con un vecchietto che vendeva bottiglie di acqua... Mentre nel frattempo zingari,bengalesi,falsi centurioni e feccia varia si avvertivano l un l altro e si toglievano di mezzo..
COME SEMPRE SE LA SONO PRESA COL PIU INDIFESO IN FAVORE DEGLI AMICI DI 13 e company.
FATE SCHIFO AL CAZZO SIETE VERGOGNOSI NON POSSIAMO CHE AUGURARVI IL PEGGIO

Anonimo ha detto...

a me hanno insegnato la sincerità l'onestà e a prendermi le mie responsabilità in modo trasparente e diretto fare le denunce di nascosto senza farmi riconoscere fa ritenermi un codardo vigliacco e ruffiano.
questo metodo di segnalazione oltre a quanto già detto potrebbe diventare anche, per tanti, solo uno strumento di vendetta da utilizzare prettamente verso le persone che ci sono semplicemente antipatiche.

Anonimo ha detto...

SIIII VENDETTA RUFFIANA NON TRASPARENTE E FARZAAAAA!!!!

Ora però hai rotto il cazzo, TROLL.

Anonimo ha detto...

3:10 PM, hai ragione in questo caso e allora torniamo a bomba che non esiste anonimato ma chi denuncia viene individuato e potrebbe anche, prima o poi, essere tirato in ballo ed affronatre un faccia a faccia con l'eventuale individuo denunciato e col rischio di eventuali ripercussioni personali e familiari, il tutto per far togliere l'auto in doppia fila o il bengalese che guadagna 30 eurini al giorno? ao ma mica sete matti!

Anonimo ha detto...

3:24 PM, tu saresti il tipico coglione che denuncerebbe solo per antipatia.
grazie per essere stato da esempio!

Anonimo ha detto...

ci stava bisogno di un sito per segnalare auto in divieto di sosta ? Ogni angolo di roma ne è pieno perchè i vigili fanno molto poco.

Il comune di tolmezzo fa questo sito

http://iosegnalo.gis3w.it/#12/46.4187/13.0420

Dove chiunque puo vedere lo segnalazioni fatte da chiunque e seguirne l'evoluzione.
Questo è sicuramente un deterrente.
Funziona così quello di roma ?
In caso contrario è una presa per i fondelli

Anonimo ha detto...

Segue
vedendo la presentazione di iosegnalo romano , non è previsto nemmeno un gis , ma viene chiesto l'indirizzo ....
questi stanno all'età della pietra

Anonimo ha detto...

Ieri mattina ben 5 vigili davanti al Pantheon a dare indicazioni turistiche. Voglio vedere che fine fanno le segnalazioni su questo sito. Basterebbe fare un giro senza bisogno di segnalazioni , è tutto così evidente

Anonimo ha detto...

Altra grande vittoria del Comune vedo. Sono riusciti a mettere i cittadini gli uni contro gli altri.
Fara' la fine dello street control.

Anonimo ha detto...

il problema non è mettere i cittadini gli uni contro gli altri.

Io sono naturalmente contro i cafoni i maleducati i prepotenti e i bulletti da quattro soldi.

Gentaglia che quando la si affronta un attimo cala la cresta e si fa piccola piccola come un agnello la vigilia di pasqua.

Il problema di questo IoSegnalo è la estremamente complicata, lunga e tediosa procedura di registrazione. Inoltre viene meno la parvenza di anonimato che c'era su twitter.

Perché, per la maggior parte degli utenti, di parvenza si trattava. Credete di essere anonimi quando postate roba su internet? A meno che non si prendano precauzioni quando fate un twitter o un post lasciate il vostro indirizzo ip che è immediatamente riconducibile a voi.

Prevedo un cocente flop per IoSegnalo, sarebbe stato più utile fare una app android e una iOS da utilizzare direttamente sul cellulare previa verifica del numero telefonico.

Se il comune vuole offro gratuitamente il mio tempo libero per sviluppare le suddette applicazioni.

Anonimo ha detto...

Daje ora non dite così che RFS ci rimane male male, poverino. Come citava un commento sopra:

Certo che i 5 punti denotano totale abnegazione di RFS a chi ha organizzato questa iniziativa, ciò è dovuto a semplice condivisione dell'iniziativa o all'avance degli organizzatori visto che hanno considerato i blogger diversamente dai quelli che sono i semplici cittadini?
fino a ieri RFS ha calpestato Polizia Roma Capitale e Comune mentre oggi è diventato il più grande estimatore, basta poco a far cambiare opinione a RFS ma ciò è frutto di leggerezza di superficialità di immaturità o di altro?

Bello anche il 1° commento ed in particolare la parte finale:

Si pensiamo a piazza istria. Pensiamo a 20 segnalazioni di sosta selvaggia. Pensiamo ai vigili che non ci vanno (perché sono pochi, se no ci andrebbero anche oggi caro Tonelli) e pensiamo ai milioni di euro che il Comune dovrebbe risarcire perché prove alla mano è stato inefficiente. Si hai ragione: un grande affare per il comune sto io segnalo. Stiamo dietro a sta fuffa per abbeverare quattro sciocchi dietro un pc.

Anonimo ha detto...

@anonimo 4,27

Io invece credo che le segna non debbano mai nella vita essere fatte in modo anonimo. Una volta ho segnalato una cosa a due vigili e loro mi hanno generalizzato dicendomi, giustamente, che se fossero stati aggrediti a seguito della mia segnalazione avrebbero divuto citarmi in una eventuale udienza.

Anonimo ha detto...

sono un utente registrato sul portale del comune.
per la cronaca il servizio "IoSegnalo" è ancora in fase di test e quindi "I dati inseriti non verranno trattati".

inoltre solo alcune segnalazioni danno luogo ad un intervento immediato

"Attenzione! Solo le seguenti segnalazioni daranno luogo ad un intervento immediato mentre gli altri verranno pianificati nelle attività correnti:
Incidente Stradale con feriti,
Incidente Stradale,
Sosta su passo Carrabile,
Sosta su spazio riservato ai disabili,
Rumori molesti e schiamazzi,
Veicolo abbandonato,
Segnaletica danneggiata,
Semaforo non funzionante,
Sosta su spazio riservato,
Voragine."

Anonimo ha detto...

Domanda: questo accrocchio di "io segnalo" da quale azienda privata è stato progettato e realizzato? quanto è costato? come è stato fatto l'eventuale appalto? quanto costerà mantenerlo ed aggiornarlo? Insomma quanto ha speso Roma Capitale e quanto spenderà? In tasca a chi andranno questi soldi? Ve l'hanno detto? NO. Divertitevi pure a segnalare, tanto avete pagato.

Anonimo ha detto...

Daje ora non dite così che RFS ci rimane male male, poverino. Come citava un commento sopra:

Certo che i 5 punti denotano totale abnegazione di RFS a chi ha organizzato questa iniziativa, ciò è dovuto a semplice condivisione dell'iniziativa o all'avance degli organizzatori visto che hanno considerato i blogger diversamente dai quelli che sono i semplici cittadini?
fino a ieri RFS ha calpestato Polizia Roma Capitale e Comune mentre oggi è diventato il più grande estimatore, basta poco a far cambiare opinione a RFS ma ciò è frutto di leggerezza di superficialità di immaturità o di altro?

Anonimo ha detto...

All'anonimo delle 4:56, io invece credo che per cambiare le cose si dovrebbe dare la maniera facile, veloce e estensiva di segnalare in modo anonimo. Sta poi all'autorità verificare se tale segnalazione sia fondata o meno.

Ti faccio due esempi concreti:

So che vicino casa mia c'è un veicolo abbandonato. Segnalo la cosa al vigile. Il vigile va e usa il suo giudizio per decidere se il veicolo è abbandonato, cioè constata se c'è o meno una condotta da rettificare. Questo è indipendente dalla mia segnalazione. Il vigile decide di intervenire. Arriva il proprietario del veicolo e mette le mani addosso al vigile che sta chiamando il carro attrezzi. Perché dovrei essere chiamato io in giudizio?

Altro esempio meno legato alla municipale. Mettiamo esiste un dipendente onesto "in modo non eroico" nella PA. Tale dipendente veda che nel suo ufficio qualche capo si comporta, a suo modo di vedere, "allegramente". Ossia compie quelli che sembrano reati contro la pubblica amministrazione: falso in atto pubblico e similia. Ora tale dipendete sarebbe incoraggiato o meno da una piattaforma anonima in cui segnalare il fatto?

Io non ci vedo nulla di male in una "segnalazione" anonima. Sta poi alle autorità proposte verificare o meno la condotta criminosa. Se poi la cosa è pensata con criterio si può anche ridurre al minimo il numero di segnalazioni che fanno perdere tempo, verificandone dal contenuto se sono verosimili o meno.

Per le segnalazioni che riguardano la municipale basta allegare una foto o un video per vedere se c'è una condotta corretta o meno. Quindi non vedo il motivo di allegarci nome e cognome, se faccio la foto ad una macchina in palese divieto di sosta cambia il contenuto a secondo del nome di chi lo scatta?






Anonimo ha detto...

@anonimo 6,52. Cambia tantissimo, puoi procurare centinaia di falsi allarmi in questa maniera. Puoi distogliere una pattuglia con un falso allarme per poi rapinare una banca in tale modo. Puoi far bastonare il tuo vicino di casa solo perche' ti e' antipatico o pensa, in ultimo, puoi mandare degli agenti in un posto dove sai che verranno picchiati solo perche' odi le divise. Serve nome e cognome, haivoglia se serve.

Anonimo ha detto...

@7:01 perché uno che vuole rapinare una banca, non è capace di procurarsi un cellulare di chiamare e dire
"C'è un incendio a via xxx mi chiamo A B" o tutte le altre cose che hai menzionato.

Anonimo ha detto...

@7,08
Appunto secondo me serve la certezza dell'identita' del denunciante.

Anonimo ha detto...

la legge sulla trasparenza la 241 prescrive che in via normale anche chi segnala ci deve "mettere la faccia " salvo casi particolari ed in questi casi non rientra la paura generica di ritorsioni pertanto ognuno si deve assumere le sue responsabilità sia per chiamate veritiere o fasulle o persecutorie

Anonimo ha detto...

Iosegnalo richiede registrazione ed e' non altro l'espansione del sistema che gia' esisteva su Roma Capitale.
Quando ricevono una segnalazione sanno benissimo chi l'ha inviata ( ne hanno parlato alla radio e in tv e non enfatizzato che cio' portera' miglioria nel debellare l'illegalita' e il degrado; hanno enfatizzato il loro risparmio economico ), spiegate bene le cose signori di RfS e non mandate la gente sprovveduta allo sbaraglio col rischio di farli trovare in eventuali grosse probematiche.

Anonimo ha detto...

tutta Roma e' un'unica sosta selvaggia. I vigili fanno pochissime multe di loro iniziativa, qualcuna in piu' grazie alle segnalazioni su Twitter (ma sempre troppo poche). non vedo come situazione possa cambiare con Iosegnalo. Se non c'e' volonta' da parte dei vigili di applicare tolleranza zero verso sosta selvaggia e di intervenire con frequenza situazione non cambiera'.

Anonimo ha detto...

l'immagine dei vigili che travolgono i tavolini dei bar e dei ristoranti che occupano il suolo pubblico, suonerebbe inverosimile ad un abitante di trastevere come me, se non l'avessi vista in diversi filmati.
Forse, allora, sarebbe il momento di chiedersi come mai una così profonda diversità di trattamento tra trastevere (e alcuni altri quartieri) ed il resto dela città.
A Trastevere sono numerose le strade ufficialmente aperte al pubblico transito, con tanto di cartelli stradali, occupate da davolini abusivi che le ostruiscono completamente, costringendo gli ignari automobilisti a rocambolesche retromarce.
A Trastevere ho rischiato di essere preso a pugni perchè VOLEVO PARCHEGGIARE NELLA STRISCIA BLU, che un locale pretende sia considerata suo appannaggio perchè vi possano bivaccare gli avventori durante la notte, una volta ubriachi: ragion per cui chi tenta di parcheggiare secondo le norme del codice della strada viene minacciato (e chiamare i vigili per far rispettare le norme del codice della strada invece che un sistema di regole "mafiose" da tutti conosciute e tacitamente accettate, visto che lì non ci parcheggia nessuno nonostante la mancanza di parcheggi, è servito solo ad aspettare inutilmente per ore). Altri locali occupano gli spazi destinati a parcheggio e segnalati con strisce blu, con vasi con piante, bidoni o oggetti di vario genere.
Vi sono strade completamente ostruite dai tavoli abusivi, strade in cui si passa con lo specchietto della macchina che urta i piatti di spaghetti cacio e pepe ai tavoli dei clienti e i proprietari dei negozi che ti gridano contro, come se ad essere in torto fossi tu e non loro, locali che dopo la mezzanotte aprono le pareti e si trasformano in discoteche all'aperto in pieno centro storico, posizionandosi sul perimetro dei locali per smerciare gli alcolici direttamente in strada; locali che, non avendo avuto il permesso per i tavolini all'esterno, vista l'assoluta angustia degli spazi, servono i ciboi ai clienti che...usano i sellini dei motorini a mò di tavolo! strade a doppio senso che diventano strade a senso alternato, discariche abusive negli angoli più belli di trastevere, con comuli di spazzatura maleodorante abbandonati dai ristoratori.
ora, come mai i vigili che hanno divelto i tavoli abusivi altrove, qui non vedono nulla che non va??
allora io posso capire che i vigili sono diversi, probabilmente divisi in squadre diverse e con a capo persone diverse. Ma non è possibile che questa città sia un patchwork di diverse città, in una delle quali i tavolini abusivi vengono travolti e sbattuti in terra, e nell'altra delle quali, a 100 mt di distanza, uno non può rientrare a casa con la propria fidanzata perchè se deve passare in maccnina per strade aperte al pubblico transito, rischia di farla finire in mezzo ad una rissa.
Senza parlare di vicini di casa, malati, con gravi problemi di salute, che si fanno i km a piedi perchè le strade, che si sono, non sono transitabili a causa dei tavoli o che parcheggiano lontanissimo perchè i parcheggi blu, destinati alla sosta, sono sorvegliati dai proprietari dei locali che non consentono ai residenti di parcheggiarvi. Penso anche a chi, dall'altra parte del tevere, deve rispettare delle regole che duecento metri più in là non esistono. nemmeno questo è giusto.

Anonimo ha detto...

ieri mio figlio dopo aver sentito la notizia in tv mi chiedeva: ma dobbiamo fare gli infami?
gli ho risposto sinceramente, era inutile tergiversare:
stanno provando a metterci, con furbizia, l'uno contro l'altro!

La conseguenza della disgregazione è indebolimento del popolo e forza ai potenti!

Anonimo ha detto...

Mi spiace ma x esperienza personale non ho fiducia. Per aver segnalato su twitter a @plromacapitale e al loro comandante una situazione che x me non andava, la loro risposta è stata bloccarmi l'utenza quindi non posso più scrivergli o vedere le loro notizie...normale?evidentemente i cittadini "scomodi" che segnalano li bloccano!

Anonimo ha detto...

1 solo motivo per cui IO SEGNALO è una presa in giro:
Dispongo di una registrazione di una telefonata ai Vigili dell X circoscrizione in cui la vigilessa si rifiuta di raccogliere la segnalazione e mi chiede i dati per intimorirmi/scoraggiarmi. E' inutile segnalare quando loro #SENEFREGANO.

Anonimo ha detto...

Anonimo 9:18
Complimenti per aver capito tutto ma sopratutto complimenti per l'educazione che ha fornito a suo figlio, davvero complimenti.

Anonimo ha detto...

ieri mio figlio dopo aver sentito la notizia in tv mi chiedeva: ma dobbiamo fare gli infami?

Lo siamo già figlio mio. Lo siamo già.
Continua pure a parcheggiare sullo scivolo per disabili,senza che nessuno segnali la cosa, pupo mio bello.

Anonimo ha detto...

A proposito di Piazza Istria i marciapiedi nei dintorni es. via San Marino via Parenzo fanno schifo.. Sembra Beirut dopo i bombardamenti..e poi la la notte a Piazza Istria con tutti questi cazzo di locali con quegli imbecilli che si mettono a strillare in piena notte, alcuni tra l'altro studenti della LUISS che dovrebbero diventare i futuri dirigenti di questo paese, che degrado...chi tutela il nostro sonno, l'ordine pubblico, la dignità delle nostre strade? Ed è sempre peggio...

Alberto ha detto...

"ieri mio figlio dopo aver sentito la notizia in tv mi chiedeva: ma dobbiamo fare gli infami?"

Una delle cose che mi ha sempre colpito di più in questa città è l'espressione "fatti li cazzi tua". L'ho sentita proferita in tantissime circostanze: in modo minaccioso quando ho protestato per qualche comportamento incivile, come massima sapiente dai filosofi da bar, come profonda indicazione pedagogica dei padri nei confronti dei figli. Chi non segue questo consiglio a Roma è considerato un ingenuo o in altri casi un "infame".I nostri criminali d'importazione e non questo naturalmente l'hanno capito subito e vanno sul sicuro spadroneggiando allegramente in quel branco di pecore che siamo diventati.

Anonimo ha detto...

9:04 AM, hai protestato in bar a tu per tu con altre persone?
non hai i coglioni di firmarti su un blog e dici che hai protestato in un tet a tet, ma vai a fare le morali der caxxo in altri posti non vali un centesimo bucato come persona e giusto l'infame puoi fare.

Anonimo ha detto...

9.04 AM, Alberto ( manca il cognome, indirizzo, mail, facebook, ....... ).
dai fammi vedere quanto vali come persona

Anonimo ha detto...

Tornando al discorso dell'iniziativa, diciamo che, secondo me, la cosa potrebbe essere valida...se però avessimo, a valle, una polizia locale diversa e più efficiente. E' vero che certe situazioni andrebbero segnalate, ma io per esempio non vedo mai una pattuglia girare per i quartieri a fare controlli preventivi. Negli anni sessanta, ad esempio, i vigili urbani a Roma giravano a coppie peri quartieri, spesso in bicicletta, e se c'era qualcosa che non andava intervenivano subito. Oggi non mi pare che sia più così.
Faccio un altro esempio: io abito al quartiere XV Della Vittoria, e tutti i giorni, all'incrocio di piazzale Clodio, vedo puntualmente automobili girare, al centro del piazzale, a sinistra, nonostante sia esplicitamente vietato da ben tre segnali: orizzontali, verticali e semaforici. Beh, avessi mai visto una pattuglia fermarsi a multare chi infrange tale regola, nonostante poi ci siano state anche delle vittime causate dal mancato rispetto di questa disposizione. Ora, io dico: ma devo essere io cittadino a segnalartelo? Ma tu, come polizia, perchè non fai, ad esempio, un'azione preventiva e di controllo di situazioni pericolose, magari a campione, invece magari di fare posti di blocco in parte inutili per limitarsi a controllare patente e libretto?

Anonimo ha detto...

Ad Anonimo maggio 06, 2015 9:46 AM: tu dici che i vigili urbani a Roma sono pochi. Lo sono veramente, o sono magari male utilizzati, ad esempio troppi in ufficio e pochi per le strade? Perchè, tra l'altro, mi risulta che l'Italia sia tra i paesi europei con più forze dell'ordine in rapporto al numero degli abitanti, come risulta anche da questo articolo:

http://scialoja.blogautore.espresso.repubblica.it/2014/03/23/in-italia-forze-dellordine-con-organici-piu-numerosi-degli-altri-paesi-europei/

Anonimo ha detto...

A proposito di quest'ultimo argomento (entità numerica e tipologia forze dell'ordine), guardate anche questo articolo, in formato pdf:

http://www.dirittierovesci.it/VARIE/Riordiniamo%20le%20forze%20dell%20ORDINE.pdf

lr ha detto...

IO ho usato sia twitter sia Io segnalo: non è successo niente in entrambi i casi. Su Io segnalo la segnalazione risulta chiusa dopo pochi minuti dall'immissione, senza ovviamente che cambi alcunchè rispetto all'oggetto della segnalazione (ne ho fatte 6). Ho anche segnalato una discarica abusiva ma la segnalazione, pur essendo prevista, non viene accettata.
Sconfortante....

mirko ha detto...

Mai vista una registrazione più complicata e macchinosa in vita mia: un vero rompicapo.

Onestamente, con tutta la buona volontà che avevo, mi è passata la voglia.
La registrazione per noleggiare enjoy si fa senza carta in pochi click, e per un sito di registrazioni servono firme e mezz'ora di tempo??

Inutile innovare se poi siamo ancora costretti ad usare siti internet del pleistocene...

Francesco Masotti ha detto...

ho lasciato 3 segnalazioni di auto abbandonate, ora vediamo in quanto intervengono.

Anonimo ha detto...

Ho lasciato una segnalazione per occupazione suolo pubblico da parte di un negozio circa due mesi fa.
Ho ricevuto oggi una chiamata da parte della Polizia di Roma Capitale che mi chiedeva, a motivo della mia segnalazione, un recapito dove notificarmi la richiesta di accesso agli atti da parte del soggetto che ho segnalato.
Mi sono rifiutato e ho detto che volevo rimanere anonimo, non hanno insistito e la chiamata è terminata.
Ora mi chiedo, ma che sono impazziti? Io faccio una segnalazione e poi chi la subisce può richiedere l'accesso agli atti?
Ora devo capire cosa fare per risolvere questa faccenda. A qualcuno è capitata la mia situazione?

Anonimo ha detto...

Io sono anni che mi sono convinto dell'inutilità dei Vigili Urbani operativi su strada, e cioè dalla mia ultima segnalazione URGENTE riguardo alla presenza di cani randagi in zona La Rustica: camminando scorgo il passaggio di una pattuglia con 3 vigili a bordo, mi sbraccio per attirare l'attenzione dell'autista a fermarsi ed effettuare la segnalazione immediata del problema... al che, la vigilessa sul sedile anteriore passeggero mi dice con fare sbrigativo che non possono fermarsi perchè intenti ad espletare tutt'altro compito! E il sottoscritto che fa? Il cretino, che crede di avere e PRETENDERE un minimo di considerazione, rimane con una mano davanti e l'altra dietro! L'assurdità è stata quella di negarmi un'alternativa che poteva essere quella di inviare in loco un'altra pattuglia di vigili per non lasciarmi lì impalato come un idiota.
Signori miei, siamo nell'anarchia assoluta: c'è un cittadino a cui serve l'intervento immediato in loco di una forza di polizia e NON riceve alcun supporto. E' come dire: veditela da solo, fa un po’ come ti pare... fatti morsicare sadicamente da quei cani, oppure uccidili sparandogli con un revolver (come mimato chiaramente da un poliziotto di una volante che non aveva competenza su quel tipo di intervento).
Il mio rammarico è stato quello di non aver indossato la micro telecamera per riprendere tutto e documentare visivamente quanto appena scritto... ancora oggi, ripensandoci, provo rabbia feroce per quel fatto.

Anonimo ha detto...

Il timore di ritorsioni da parte del "benemerito" corpo di polizia urbana non è del tutto infondato. Tempo fa un cittadino aveva denunciato (firmando) su un giornalino rionale il comportemento scorretto di un vigile urbano. A stretto giro di posta il comandante del reparto ha confutato il fatto, aggiungendo che la firma del cittadino era falsa perché il suo nome non compariva sull'elenco telefonico. A parte il fatto che l'elenco telefonico non è il testo ideale per trovare una persona, perché il comandante voleve rintracciare quel cittadino? Forse per ringraziarlo della segnalazione?

Anonimo ha detto...

Non vi riempite di paroloni come "Big Data".

ShareThis