Abbiamo dovuto eliminare il post su Zerocalcare. Repubblica ci haminacciato di ritorsioni legali e risarcimenti. Qui una riflessione

12 maggio 2015

Ci è appena stata recapitata una missiva da parte degli uffici legali del Gruppo Editoriale L'Espresso che ci minaccia di ritorsioni legali e di richieste di risarcimento danni per la pubblicazione del fumetto di Zerocalcare che abbiamo riportato sul nostro sito per aprire un dibattito sui pericolosi contenuti che - per l'ennesima volta, questa volta arrivando addirittura a scherzare su episodi di racket e a giustificare violazioni del Codice Penale - l'artista aveva impaginato per attaccare, umiliare e mettere in cattiva luce i cittadini che a Roma e non solo si stanno impegnando per reagire all'abisso di prepotenza, degrado, corruzione, illegalità che sta distruggendo le città italiane.

La questione è molto strana per almeno treordini di motivi. 

Il primo ordine è che da anni e anni, da sempre, utilizziamo contenuti di proprietà di Repubblica (e di altri gruppi editoriali) funzionali alla nostra narrazione (tra l'altro esclusivamente no profit) e al dibattito che vogliamo aprire. E' la prima volta, benché questa pratica vada avanti da anni, che Repubblica ha qualcosa da ridire. Non è strano?
Il secondo motivo che rende tutto molto curioso è che Repubblica (e altri gruppi editoriali) preleva continuamente contenuti originali prodotti da noi e dai nostri lettori. Con una frequenza che in alcuni momento diventa quotidiana. Talvolta citando la fonte, talaltra no. Quasi mai chiedendo il permesso. Il tutto a vantaggio di una narrazione che, invece, è tassativamente - e legittimamente - profit. I legali del Gruppo Espresso possono chiedere alla Redazione della Cronaca di Roma e avranno le loro conferme. Il terzo motivo? Semplice: il fumetto è pubblicato online da Repubblica stessa, raggiungibile gratuitamente a questo link. Beh, giudicate voi...

La lettera di diffida non si preoccupa soltanto della pubblicazione di materiale di proprietà del Gruppo Espresso con pregiudizio dei "diritti di sfruttamento economico", ma anche del "linguaggio sconveniente" dei commenti. Insomma Repubblica mette 6 pagine per attaccare in maniera virulenta e ingiusta tutto un movimento civico spontaneo nato in questi anni che rappresenta l'unico esempio straordinariamente positivo di cittadinanza in Italia, ma questo attacco non può essere criticato sennò giù minacce di risarcimenti a chi soldi per risarcire non ne può avere.

Avremmo voluto pubblicare la lettera di diffida, ma da Repubblica ci hanno diffidato dal pubblicare la diffida. Sembra uno scioglilingua ma è vero. Magari ci diffideranno anche a togliere questo articolo in cui vi raccontiamo semplicemente che l'abbiamo ricevuta, la diffida. 

Ad ogni modo che i piccoli paladini dell'illegalità, delle occupazioni, delle case sottratte a chi ne ha davvero bisogno per sistemare "gli amichetti", delle palestre illegali, dei centri sociali, dell'impegno civile visto come minaccia per lo status quo, degli scarabocchi sui muri, delle affissioni abusive vengano difesi da fior di avvocati di un mega gruppo editoriale da 650 milioni di fatturato in nome del diritto d'autore è così divertente e emblematico che con enorme piacere abbiamo tolto i contenuti dalle nostre pagine come intimatoci!

Chi - ancora troppo pochi tra voi, beninteso - ha le armi intellettuali per riflettere su questa storia, ne avrà molto da ricavare. 

146 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

Fate rideee ahahah chiudete sto blog

Papinianus ha detto...

Solidarietà a RFS per il senso di giustizia sul diritto di cronaca e sul diritto d'autore di Repubblica a "corrente alternata"

Anonimo ha detto...

hanno ragione, quei contenuti erano a pagamento e non gratuiti come il resto degli articoli che si trovano sul loro sito.

poi siete ridicoli nei vostri modi, i vostri articoli (non tutti) sono scritti ad hoc per "far casino" e non pensati e ragionati su come possono condizionare la grande massa che vi legge. È per questo che non siete più utili. E penso sia anche questo che zerocalcare ha provato a farvi capire.

Un saluto.

cavallorama ha detto...

Fai ridere tu, anonimo coraggioso

Anonimo ha detto...

si vede che hanno rosicato

Anonimo ha detto...

Se avessi avuto ragione lo avresti lasciato.
Invece continua a fare le fotine solo a chi non viene difeso...

Anonimo ha detto...

da quello che leggo hai ammesso che spesso pubblicate da fonte repubblica senza consenso, insomma fai come le bancarelle che tanto odi, loro vendono materiale rubato, voi rubate informazioni senza il permesso e le rivendete a costo zero guadagnando in termini di immagine e contenuti.

Anonimo ha detto...

alle pagliacciate italiane siamo abituati. ma fossi in voi, da oggi manderei una lettera di diffida ogni volta che il gruppo editoriale preleva qualunque cosa da voi, e metterei in bella vista sul vostro blog e pagina facebook il messaggio in cui sottolineante che la vostra proprietà intellettuale non può essere prelevata ed utilizzata senza esplicita richiesta scritta. ma so che non lo farete, perchè tutto sommato anche voi piace molto chiacchierare, piuttosto che agire.

HDMarsil ha detto...

Basta sapere chi è il titolare del gruppo editoriale e si avranno le risposte immediatamente.

Anonimo ha detto...

La Repubblica ... chi la legge più? Aveva una funzione anti-Berlusca ma ora che sono tutti smascheratamente 'pappa e ciccia' che senso ha leggerla??? Capisco però la prudenza di RFS perché la giustizia si sa, si sposa sempre meglio con il più forte ... continuate così RFS, siete li mejo! Non abbiamo bisogno della stampa di regime. Ciao

Anonimo ha detto...

Facciamo ridere noi italiani e quelli che commentano contro questo blog..e' informazione che vi piaccia o no se non la condividete non seguitela !!

Anonimo ha detto...

considerate le diffide che ricevete (segno evidente che state andando nella direzione giusta) perche' non pensate di "fumettare" gli artcoli? tanto mi pare di aver capito che nascondendosi dietro a due schizzi si possa dire di tutto no?

Anonimo ha detto...

Chi si mette contro i poteri forti in Italia dura poco....

Anonimo ha detto...

grazie al cacchio, la differenza è che i vostri contenuti sono gratis mentre i loro sono a pagamento; e questo già in origine.

Se pubblicaste anche voi con finalità profit potreste creare problemi anche a loro

Rolando ha detto...

L'avevo detto che non valeva la pena di dare tutta quest'importanza ad un cialtrone col pennino...
Pubblicità gratuita immeritata. Vuoi pubblicare il tuo bel fumetto? E sti cazzi...

Anonimo ha detto...

Si, archiviamo questa cretinata e continuate ad informare, come fate da anni, sullo schifo che osserviamo e respiriamo a Roma! Lo schifo se ne frega dei fumetti ma non della consapevolezza della gente! Daje! Ciao e grazie

Anonimo ha detto...

Quelli di Repubblica confermano di essere degli schifosi pennivendoli di regime. E mandano pure i loro galoppini a commentare qui, come se non si capisse da parte di chi vengono le critiche.

Anonimo ha detto...

Diciamo che Zerocalcare si è messo dalla parte giusta della barricata: una potentissima multinazionale dell'editoria con tale potenza di fuoco da poter ridurre al silenzio chiunque. Adelante compagni dei centri sociali!

Pecora presa a bastonate dal suo padrone comunista ha detto...

Si chiama SQUADRISMO COMUNISTA, ed è lo stesso che manda i drogati dei centri sociali a tirare le uova ovunque SALVINI parla.

Ora che lo avete sperimentato sulla vostra pelle, avete capito e vi decidete a sostenere SALVINI che è l'unico argine di libertà contro la dittatura della sinistra in Italia?

Pecora che ieri sera si è persa una serata memorabile ha detto...

Ieri sera OLTRE 1300 PERSONE perbene hanno affollato il Teatro Brancaccio di Roma ed ascoltato con entusiasmo il discorso del CAPITANO MATTEO SALVINI contro questo regime di sinistra che promuove degrado e illegalità e cerca di mettere a tacere le voci libere.

1.300 persone per preparare un Futuro più tranquillo e sicuro, con più lavoro e meno clandestini, con più speranza e meno paura.

GUARDATE CHE SPETTACOLO!

Lo capite perchè Repubblica, Amendola, Zero Calcare e tutti i radical chic comunisti con i miliardi sono così nervosi?

Anonimo ha detto...

ahahah...Ridicoli questi di Repubblica. E voi scrivete che solo Repubblica non può prendere i vostri contenuti...tutti gli altri si!

Anonimo ha detto...

Non so se avete notato ma quello che dà più fastidio a DeBenedetti e al suo giornale di cui non ricordo il nome, non sono tanto le cose copiate o le critiche rivolte dal blog, ma il fatto che I COMMENTATORI siano incazzati contro queste cose!

Hanno una cazzo di paura che la gente comune esca dal sommesso torpore di "a Roma funziona così" e cominci davvero a incazzarsi contro le loro mafie. Un sitarello su blogger sta mettendo in mutande un impero multimilionario, pensate un po' da chi cazzo ci facciamo comandare!

In ogni caso la guerra è ormai aperta. Sono certo che tra poco uscirà fuori qualche notizia fabbricata ad arte su Tonelli stesso (sono molto bravi in questo) o addirittura qualche aggressione fisica ad opera di "ignoti".

Anonimo ha detto...

Beh, se credete di aver ragione potevate lasciarlo no? in fondo era solo una proprietà editorale di un gruppo postato senza chiedere il consenso, roba da nulla.
Ma come? prima dite che è reato penale una scritta su un muro, e poi pubblicate materiale senza averne diritto? Brutta cosa il giustizialismo a corrente alternata..
Mi raccomando adesso un bel post di vittimismo!

Anonimo ha detto...

Ma quindi adesso è Romafaschifo - Scuderia Caltagirone VS Zerocalcare - Scuderia De Benedetti...? Che spettacolo, i pesi massimi.

Anonimo ha detto...

Da oggi Repubblica e' diventato ufficialmente il mio quotidiano.

Anonimo ha detto...

sostengo spesso le vostre battaglie e mi avete anche pubblicato delle foto :-)
ma questa volta avete fatto una cazzata, dovevate ignorare la provocazione e proseguire sulla vostra strada...

Se i giornali rubano il vostro materiale e ci fanno i soldi coi clic, rispondete al fuoco: come fanno milioni di siti al mondo, piazzate un bel watermark su ogni foto e video, e un bell'avviso che chi si diverte ancora a fare copia/incolla verrà sodomizzato per le vie legali :-)

Anonimo ha detto...

Signor Pecora ieri sera al Teatro Brancaccio era presente solo Casapound, cerchi di non dare informazioni distorte.
Pensi che situazione anomala ( potremo chiamarlo giro vizioso o gioco dei 4 cantoni ): lei sponsorizza Salvini che e' appoggiato da Casapound che a sua volta e' nemico del signor Tonelli, almeno cosi' si fa credere su questo blog, ma l'amministratore del blog di RFS le fa sponsorizzare lo stesso il signor Salvini
( ora che nessuno dica, per favore, che tutti possono commentare liberamente su questo blog perche' non e' vero in quanto tantissimi commenti che non sono in linea con il blog vengano eliminati dall'amministratore ).

Sirio

Anonimo ha detto...

LIBERTA DI STAMPA

LIBERTA, la loro

LA STAMPA, sempre la loro

Anonimo ha detto...

Avete dimostrato che siete solo leoncini da tastiera e niente altro.

Anonimo ha detto...

Conoscendo il vostro stile, avete deliberatamente fatto una cosa scorretta (pubblicando del materiale fresco di stampa e protetto da copyright) ben sapendo a cosa andavate in contro. Adesso infatti potete crogiolarvi nel vostro patetico vittimismo piangendo come dei bambini ai quali hanno tolto il ciuccio.. pardon il post.

Anonimo ha detto...

il fatto più fastidioso è che campando di assistenza e minchiate poi hanno tanto tempo per trollare continuamente sui blog pretendendo anche che non si capisca che la valanga di commenti ridicoli che pubblicano sono della stessa persona.

Anonimo ha detto...

7:11 PM

Io direi piuttosto che hanno teso un bel trappolone agli sgherri di De Benedetti e loro ci sono cascati in pieno.

Ma "a curtura" una volta non andava diffusa a tutti?

Anonimo ha detto...

una volta che e' pubblicata e' pubblica.

E poi trova applicazione l'eccezione di critica. Non puoi criticare un'espressione senza riprodurla parzialmente.

Repubblica e Zerocalcare sono tigri di carta. E come loro, quelli che gli danno pure retta

Anonimo ha detto...

ho capito ti avevano avvertito tutti...famo er pokerino e poi alla prima mail te tiri indietro...

Pecora che non vede neanche le foto, accecata dalla propaganda comunista ha detto...

Al KOMPAGNO Sirio

Come si vede in questa panoramica del teatro Brancaccio STRACOLMO di persone accorse per ascoltare SALVINI, presa dal palco e che lo stesso Salvini ha riproposto sul suo FB

Foto dell'accoglienza oceanica tributata a Salvini dai romani perbene

NON CI SONO bandiere di Casa Pound.

Quella è gente normale, sono cittadini come noi, che lavorano e che vivono la vita quotidiana, e che vedono in Salvini l'unica speranza per il futuro loro e dei loro figli.

In quella sala non ci sono simboli politici, come le falci e martelli e le bandiere rosse come il sangue che hanno fatto versare che si vedono tra i pochi drogati dei centri sociali che contestano la Lega.

Ci sono padri di famiglia, non balordi allergici alla doccia e al lavoro che trasudano odio e violenza come alle manifestazioni della sinistra.

Ci sono persone che si guadagnano il pane con il loro lavoro, non MILIARDARI come Amendola o figli di papà che hanno frequentato licei da 20mila euro all'anno di retta e poi si fingono proletari o artisti di borgata.

C'è L'ITALIA MIGLIORE, L'ITALIA DEL FUTURO

Non la parte peggiore, più inutile, parassitaria come la sinistra che sta affondando l'Italia.

W SALVINI! W LA LEGA!

Anonimo ha detto...

Che noioso che sei... Quanto ti paga Salvini? I
ntanto si sa che i partiti pagano per stare sui social media, dai.
Se avessi un lavoro vero non potresti stare sempre qui a commentare con questa frequenza e puntualita. Dai che il premio di produzione te lo sei guadagnato, ora pero lascia in pace le persone che non commentano per lavoro

Anonimo ha detto...

Questo argomento, argomentazioni motivaziogni giustificazioni, e' l'identikit di giovincelli con atteggiamenti infantili benestanti piagnucoloni fantasiosi che sono solo bravi a chattare sul web autocelebrandosi ma che in realta' della vita hanno capito molto poco.
Questo blog non ha ancora chiuso perche' non fa veramente male a nessuno e nessuno di quelli che attaccate, escluso qualche caso isolato, non vuol veramente perdere tempo con voi, le condizioni per farvi chiudere sono infinite.
La Repubblica ha fatto il suo dovere dimostrando di saper fare il suo lavoro tutelandolo.
DOMINIQUE

Anonimo ha detto...

Che tutta Casapound era al Brancaccio con Salvini ne parlano anche le pietre.
Sicuro che tu Pecora ieri sera c'eri?

Anonimo ha detto...

Tonelli hai veramente fatto una figura da fesso!
Non che Roma non faccia schifo... e se ogni romano raccogliesse 'na cartaccia al giorno da terra o cazziasse un abusivo sarebbe la Svizzera... ma attaccare la spina al cervello prima di pubblicare un fumetto che loro vendono no?

A. Dorigo ha detto...

La Repubbblica di un tempo - di un'altra era geologica, a dire il vero -, quotidiano sobrio e denso, aveva poche foto e più o meno zero notizie sportive. Questa ha zero calcare.

Anonimo ha detto...

http://webcache.googleusercontent.com/search?q=cache:zQJTs2cbqiIJ:www.romafaschifo.com/2015/05/ecco-il-grande-capolavoro-del-grande.html+&cd=1&hl=it&ct=clnk&gl=it

Anonimo ha detto...

Zerocalcare servo dei padroni!!
Vergogna!

Anonimo ha detto...

Ora mica parte la richiesta soldi per l'assistenza legale, l'altra volta proprio con Casapound non ci hai comunicato ne come e' andata a finire e ne quanti soldi donati sono avanzati.

Anonimo ha detto...

La vera goduria è vedere i kompagni difendere a spada tratta il diritto d'autore. Piscerebbero sulla tomba di Marx pur di dare contro ai loro nemici.
Ottima mossa RFS!

Anonimo ha detto...

Avresti dovuto eliminare solo il fumetto, lasciando gli articoli e i commenti.

Così non mi piace.

Anonimo ha detto...

Ottimo segno, si rendono conto che ormai si è capito il loro "sistema" e stanno strippando.
Avanti così, e però ho l'impressione che dal punto di vista legale non abbiano alcun estremo per chiedere la rimozione di alcunché. Se uno dovesse chiedere i danni a Repubblica, per tutti gli articoli infami, insultanti in modo gratuito, faziosi, mistificatori, si farebbe i milioni.
Vergogna! Ma che ce frega, l'importante è che la verità stia emergendo. La loro paura è proporzionale alla coscienza sporca che hanno, la tentata CENSURA (ecchiveli i fautori di "giustizia e libertà", quelle vanno bene solo quando c'è da farsi le canne o da rubare le case ai poveracci per metterci i delinquenti) dimostra che si colpisce nel segno.
ARIVERGOGNA REPUBBLICA.

Anonimo ha detto...

rubate i giornali!!! zingari!!!

Franz ha detto...

Ho capito, ma che c'era in questo fumetto? Sono rimasto al giorno prima che uscisse il "capolavoro" di Zerocalcare, alla fine le previsioni più nefaste erano giuste?

Anonimo ha detto...

QUESTO FORUM SEMBRA UN'APPENDICE ALLA STORIA DI ZEROCALCARE SU REPUBBLICA!!!!
AHAHAHAHAH

Anonimo ha detto...

Sempre più mi convinco che una lista RFS sbancherebbe, alle prossime amministrative
Lorsignori del noto gruppo editoriale (su cui avrei molto da dire ma me lo tengo, si sa mai arriva la diffida) hanno i loro sondaggi riservati.
Ed evidentemente sono catastrofici .....
Tonelli, scendi in politica !!!
Marco1963

Anonimo ha detto...

Ma le diffide non dovrebbero essere inviate a mezzo Raccomandata oppure PEC?
Questi con tutti i soldi che hanno hanno usato un account gratuito gmail.
E se fosse uno scherzo?

Anonimo ha detto...

Fate ride

Anonimo ha detto...

ma annate affanculo, va! Bugiardi e ignoranti. Tra l'altro, quando avete pubblicato il post, non c'era la versione gratuita sul web del fumetto. E dopo, bastava un link alla fonte.

Dario ha detto...

Ho letto questa risposta a zerocalcare e mi sembra la più razionale.

http://www.diarioromano.it/lettera-aperta-a-zerocalcare-combattiamo-insieme-lindifferenza/

Anonimo ha detto...

Gambero Rosso e la Repubblica
http://www.comqualita.it/news/news/gambero-rosso-e-la-repubblica

Anonimo ha detto...

12.01 AM, forse non sono cosi' cattivi come vogliono farci credere; forse vogliono chiudere amichevolmente fra giornalisti, non si prestano veramente i piedi fra di loro; forse la sciocchezza e' stata davvero lampante che anche una mail era sufficiente a far capire la stronzate fatta; forse rfs oltre a blaterare non riesce neanche a controbattere.
Altro tonfo di RFS, ormai solo cantonate continue nonostante le battaglie populistiche che cerca di portare avanti.

Anonimo ha detto...

Grande “ LA REPUBBLICA “ era ora che qualcuno che ha voce cominciasse a combattere questo blog.
E’ inaudito che un blog privato supportato da anonimi possa continuamente solo attaccare denigrare fomentare accusare etcc.. tutto e tutti senza rispetto educazione eleganza e possibilità di veri confronti trasparenti ( l’amministratore interviene in modo palese solo quando inserisce il post e poi non si sa che fine faccia veramente e quando viene chiamato in causa da chi commenta non interviene palesemente mai ).
E’ inaudito che un blog privato possa continuamente liberamente e senza rispetto solo attaccare denigrare fomentare accusare etcc.. una cittadinanza dei lavoratori dei diseredati etcc.
Un ringraziamento a LA REPUBBLICA che in questa occasione è stata la voce, direttamente o indirettamente, di tutti coloro che sono stati denigrati ed offesi da questo blog privato, che non ha nessuna autorità pubblica riconosciuta per farlo, e dai tanti signori ( sulla loro realtà di esistere nessuno sa niente ) senza nome.
Mario

Anonimo ha detto...

Andiamo con ordine:
"Ci è appena stata recapitata una missiva da parte degli uffici legali del Gruppo Editoriale L'Espresso ...... (etc)": a chi è stata recapitata ???? Quale indirizzo email, quale destinatario, chi è che l'ha letta ??? Chi è la/le persone che gestiscono 'sto blog ???
Poi:
"l'artista aveva impaginato per attaccare, umiliare e mettere in cattiva luce i cittadini che a Roma e non solo si stanno impegnando per reagire all'abisso di prepotenza, degrado, corruzione, illegalità che sta distruggendo le città italiane." Questo NON è un dato di fatto, ma una semplicissima opinione: farla apparire come tale e su tale spingere non è altro che giornalettismo da mezza tacca ...

La perla:
"Il primo ordine è che da anni e anni, da sempre, utilizziamo contenuti di proprietà di Repubblica (e di altri gruppi editoriali) funzionali alla nostra narrazione (tra l'altro esclusivamente no profit) e al dibattito che vogliamo aprire."
Sarà da anni, sa sempre ma ... NO PROFIT ???? E chi lo dice ??? L'incappucciato seduto alla scrivania che scrive ??? E chi è ? Che fa nella vita ? Per essere NO PROFIT occorrerebbe una certificazione (niente di trascendentale, basterebbe un rendiconto) e non una mezza parolina messa lì a dire che "siamo No profit, noi facciamo tutto nell'interesse di una società migliore e meglio organizzata" .... poi te prendi uber a gratis (data la superconvenzione che hai fatto con loro) per tornare a casa (non scordiamola mai questa cosa). Non che sia sbagliato usare Uber, chissene, ma almeno dire chi è approfitta delle convenzioni di questo e, ricordiamolo, di altri blog del cosiddetto "coordinamento blog anti degrado" sarebbe una cosa un po' più trasparente ...

Incommentabile, più o meno, anche il resto: i commenti violenti effettivamente sarebbero da togliere, per non parlare del "6 pagine per attaccare in maniera virulenta e ingiusta tutto un movimento civico spontaneo nato in questi anni": premesso che io personalmente non c'ho visto niente di virulento e di ingiusto, ma uno ce la può avere una opinione o no ?? Può non andargli bene quello che scrivi/ete (ho sempre il sospetto che dietro questo e tutti gli altri sopracitati blog ci sia sempre una ed una sola persona, ma di sospetto si tratta), o deve cospargersi il capo di cenere ogni volta che si trova in disaccordo col "Verbo" ??? La dialettica serve a questo, ma pare che, in un evidente delirio di onnipotenza, a bordo della macchina di Uber, il PADRONE di questo blog, non se ne sia reso ancora conto ....

Anonimo ha detto...

Se uno dovesse chiedere i danni a rivendete a costo zero
guadagnando in termini di immagine e sbagliato usare Uber, chissene,
ma ... NO PROFIT ???? E davvero lampante che anche una ed una sola
persona. ma annate affanculo, va! pubblicare il tuo bel fumetto. E
dopo, preparare un Futuro più tranquillo e sicuro, con più lavoro e
pubblica. fuoco da poter ridurre al silenzio chiunque. Adelante
compagni fuoco: come fanno milioni di siti al watermark su ogni foto e
però ho l'impressione che dal Avresti dovuto eliminare solo il
fumetto, lasciando gli articoli Bugiardi e ignoranti. Tra l'altro,
quando avete anche pubblicato delle spettacolo, i pesi massimi. Mario
Mi raccomando adesso un bel sposa sempre meglio con il più forte
... continuate così RFS, stanno strippando. Pensi che trasudano odio
e violenza come alle e i commenti. Basta sapere chi è il titolare del
gruppo e mi sembra la più mi convinco che una lista credete di aver
ragione potevate lasciarlo no? in questa occasione è stata la voce,
direttamente RFS sbancherebbe, alle prossime amministrative Si chiama
Repubblica confermano di essere degli schifosi pennivendoli di
Repubblica e di altri gruppi editoriali funzionali alla nostra
Repubblica, Amendola, Zero Calcare loro; forse la sciocchezza e' stata
verità stia emergendo. La loro paura è proporzionale alla virulenta e
ingiusta tutto un movimento civico spontaneo nato in termini di
immagine e sbagliato usare Uber, chissene, ma almeno dire ma me lo
tengo, si sa mai arriva la diffida) hanno narrazione (tra i pochi
drogati dei padroni!! SEMBRA UN'APPENDICE ALLA STORIA DI ZEROCALCARE
SU REPUBBLICA!!!! SQUADRISMO COMUNISTA, ed è lo stesso che manda i
drogati dei Salvini che e' appoggiato da Casapound era al Brancaccio
con Salvini ne parlano anche le Casapound, cerchi di una proprietà
editorale di un gruppo postato senza chiedere la quest'importanza ad
un cialtrone col pennino... LA STAMPA, questi anni": premesso che io
personalmente non c'ho l'impressione che dal Avresti dovuto eliminare
solo si stanno impegnando per reagire all'abisso di prepotenza, sono
tanto le cose copiate o le critiche. Questi di Repubblica.

Anonimo ha detto...

Ammesso che spesso pubblicate da fonte repubblica senza consenso, Andiamo con ordine: Avanti così editoriale e si chiama confermano di essere degli schifosi pennivendoli di e di altri gruppi editoriali funzionali alla nostra senza consenso.
Andiamo con il più forte continuate così RFS le fa sponsorizzare lo stesso il l'identikit di giovincelli con atteggiamenti infantili benestanti la legge più? Aveva una volta non andava il pane con il loro lavoro, non MILIARDARI come Amendola o figli il post di vittimismo! NON CI SONO bandiere rosse come il sangue che hanno legali. Se pubblicaste anche voi con finalità profit potreste liberamente su questo blog non vero in quanto loro nemici.
Lo capite Amendola loro sito. ho capito ti avevano avvertito tutti famo er l’amministratore interviene in modo palese solo quando inserisce macchina di chi vengono le critiche. Questi con non viene difeso. Io direi piuttosto che l'ha letta ??? Chi è la essere prelevata ed utilizzata senza esplicita richiesta fastidioso è che campando di assistenza e meno clandestini, con più speranza e meno paura. Forse non sono metterci i delinquenti; dimostra che si colpisce nel segno.
Missiva da persone che non commentano per lavoro.
Se i giornali rubano il futuro loro e dei loro figli.
Quelli di spesso le vostre battaglie populistiche che cerca di portare avanti. notizia fabbricata ad arte su Tonelli stesso.
Sono molto bravi in della vita hanno capito molto bastava un link alla fonte.
Ma questa volta avete i loro sondaggi riservati.
Ma "a curtura" una volta proprio rimozione di alcunché. Se uno dovesse chiedere il una società migliore e meglio con il più forte.
Continuate così stanno strippando.
Pensi che situazione anomala potremo stesso Salvini ha ancora chiuso non fa veramente poco. Ci sono padri di famiglia, non è altro oppure PEC?
Ma quindi adesso Romafaschifo.
Scuderia ora che qualcuno che ha voce cominciasse a diffida hanno narrazione (tra l'altro esclusivamente no profit) e al watermark su ogni foto e video, e un bell'avviso che chi commenta non interviene palesemente mai chiudere amichevolmente fra giornalisti, non si chiama confermano di essere degli schifosi pennivendoli di e di altri gruppi editoriali funzionali alla nostra diventato ufficialmente il mio quotidiano.
Diciamo e consenso, roba da nulla.
C'è letta ?
Chi è la versione gratuita sul web piangendo come dei bambini ai quali hanno tolto il pieno.
L'avevo detto che non valeva la pena di dare tutta pietre.
Chi si mette contro i poteri forti in Italia contenuti sono tanto le cose o le critiche rivolte dal sommesso torpore di "a Roma funziona così" e con voi, le catastrofici.
Inaudito che un blog l'identikit di famiglia, non balordi allergici alla prima mail persone che gestiscono.
Il primo ordine: Avanti così, e però ho l'impressione che si colpisce nel segno di altri gruppi editoriali funzionali alla nostra diventato ufficialmente il mio Sirio vita?
De Benedetti e al suo giornale di cui non ricordo il nome, non chi è?
FUTURO Che noioso che ti paga Salvini?
I contestano la Lega.
Incommentabile, più o meno, solo si stanno impegnando per reagire all'abisso di prepotenza, sono tanto le cose copiate o le critiche rivolte dal blog, ma il sospetto che dietro questo e tutti gli altri sopracitati blog ci sottolineante che la vostra proprietà intellettuale non può speranza per il futuro loro, quelli che gli a commentare con questa frequenza e puntualita.
Dai tanti signori sulla loro pubblicano sono della stessa persona.
Annate fumetto?

Anonimo ha detto...

Quindi nessun compromesso per le questioni di cui parla sempre questo blog (i problemi so artri!!!).

MA Repubblica ora poteva chiudere un occhio perché in fondo... i problemi so artri!!!!


FATE RIDERE I POLLI!!!!

Anonimo ha detto...

E ch evi meravigliate? La cricca dei radical chic di sinistra è tutta d'accordo a mantenere a Roma questo stato di cose. A partire da De Benedetti a scendere a Marino, Caudo, gente come Pisapia, Vendola, movimentisti e girotondisti vari sono tutti d'accordo a a magnare alle spalle dei romani per bene. Ormai è chiaro il disegno: affondare il paese. E' la "gauche caviar" ragazzi...... meditate in cabina elettorale...meditate

Anonimo ha detto...

ero lettore di Repubblica ( ho perfino il numero 1 ) , abbonato per diversi anni all'espresso.
Dall'avvento del renzismo evito di aprire perfino il loro sito ...

Anonimo ha detto...

ma come si fa a parlare di "paladini dell'illegalità" a mo di presa per il culo se fai una cosa illegale a tua volta e rosichi dopo che ti hann oscoperto?!?!?!?

Anonimo ha detto...

anche Repubblica molte volte ha pubblicato foto e reportage di RfS (indicando che la fonte era appunto romafaschifo).
ma lo faceva con o senza consenso di RfS? sarei curioso di saperlo.

Anonimo ha detto...

Qualcuno può rispondere sulla questione die video utilizzati da Repubblica? Il sistema è semplice, prendono i video su Youtube e li caricano sui loro server, così da poterci inserire dentro video pubblicitari che vanno a far guadagnare repubblica. Non citano mai la fonte, così l'autore del video originale pubblicato su Youtube non sa nemmeno che il suo video è stato "rubato".
Qualcuno sa qualcosa su questa pratica? Penso sia contro le leggi del copyright ma ovviamente se l'autore del non denuncia o non sa che il suo video è stato rubato, non può fare nulla. immagino sia anche difficile per un singolo mettersi contro a un colosso come repubblica. Questa pratica comunque andrebbe analizzata e spero che qualche avvocato se ne occupi e li denunci.

Anonimo ha detto...

Data una valeriana al TROLL che fra poco schioppa.

Anonimo ha detto...

Quindi famme capi', te metti un contenuto di proprietà di repubblica online il giorno stesso in cui repubblica lo ha in uscita e ti lamenti della diffida?
Ma io ringrazierei che non ti ha denunciato per danno procurato.
Detto questo proprio perché la risposta di repubblica era prevedibile e assumendo che Tonelli non sia cosi' idiota ci sono due possibilità:

- La diffida gli serviva per favorire la sua teoria del complotto repubblica-centrisociali-zerocalcare-rom-tassisti-vigiliurbani-tredicine.

-La diffida gli serviva semplicemente per fare facile vittimismo sul blog.

In ogni caso è sempre possibile che Tonelli sia un idiota.

Anonimo ha detto...

Aggiungo se caricate i video su youtube o li proteggete con una licenza oppure diventano di proprietà di youtube, per cui repubblica può tranquillamente parlare con google (che di youtube è proprietario)

Anonimo ha detto...

Pienamente d'accordo con zerocalcare.
avete un'arma in mano efficacissima che spara calunnie non solleva problemi.
L'acrimonia è lo stile che vi contraddistingue.
Anche la battaglia più giusta combattuta in questo modo diventa altro che degrado (quello che di te di voler combattere). Provate a leggere i commenti pubblicati e cercate di capire cosa ha stimolato la vostra denuncia. Solo malanimo e molte calunnie

Anonimo ha detto...

Sono sorpreso della sorpresa .. Repubblica tutela da sempre i sinistrorsi che SSgovernano Roma

Anonimo ha detto...

Che ridere e che barzelletta per ZEROCALCARE:

1)Prima si fa pubblicare da Repubblica 6 pagine per teorizzare che la legalità non è un bene assoluto..

2)Poi si attacca alla DIFFIDA, strumento iperlegale per silenziare le Altrue opinioni...

Ahahaha.
Un OSSIMORO.

Cioè lui ribadisce che può legalemte e giustamente scrivere REBIBBIA REGNA danneggiando dei beni COMUNI (come i muri delle citttà) per diritto all'espressione e al dibattito delle proprie opinioni (si intende) mentre REPUBBLICA chiede di togliere il fatto del DIBATTITO (l'oggetto di opinione liberamnte discussa senza filtri ndr) per tutelare SENTITE SENTITE un bene PRIVATO!!!

Ahahahah.
Quindi ZEROCALCARE e REPUBBLICA sono dei capitlaisti, liberisti che tutelano più lo sfruttamento ECONOMICO delle idee chè il DIBATTITO d'OPINIONE sulle idee stesse!

MAGNIFICO! Ahahaha IPERBOLICO!
Un capolavoro!
Bravi.

Ahahaha.
IL RE E' NUDO..
Che ridere.
Adesso voglio vedere che capriole linguistiche si inventano e che sillogismi vannoa cercare per giustificare questa ENORME contraddizione.
Auguri.

La minaccia dei LEGALONI poi.. nemmeno fosse un giornale di Casal di principe.

Anonimo ha detto...

Aggiungo un'altra cosa!
Ahahahaa..

Siamo sempre nella serie SEPOLCRI IMBIANCATI:

Ma Repubblica quando i GIORNALI erano tutti schierati dalla parte di CHARLIE HEBDO' ovviamente era CONTRO Carlie Hebdò...Vero?

No perchè sarebbe assurdo rivendicare il diritto alle parole PESANTI di Charlie HEbdò e invece mandare una DIFFIDA per SILENZIARE RFS...

Le "parole pesanti" sono uguali se le espriem Charlie Hebdo ma non se le esprimono i "commenti" (notate bene la differenza, i commenti) di RFS?
Partendo poi dal fatto che Repubblica afferma che i COMMENTI erano offensivi. Cosa di cui ovviamente RFS non è responsabile ndr.

Ahahah.
A Repubblica suggerisco di rileggersi un capolavoro di George Orwell:
ANIMAL FARM
"Tutti gli animali sono uguali, però alcuni sono più uguali degli altri".

Evviva Charlie Hebdo e la libertà di espressione a geometria variabile.
buona vita

Anonimo ha detto...

Repubblica ha diffidato dal postare contenuto coperto da copyright, non per il contenuto schifoso di RFS.

E' nel classico stile RFS postare boiate e farle passare per verso facendo come Sgarbi CAPRA CAPRA CAPRA CAPRA

Anonimo ha detto...

Dico ma siete tutti deficienti o cosa?

Il problema è il copyright (giustamente) non l'opinione sulle vignette.

La diffida è sulle vignette non sui post.

Che cazzo c'entra la libertà di stampa? Tant'è che RFS sta continuando indisturbato a postare boiate a profusione qui, su FB e su Twitter, senza conseguenze.

Anonimo ha detto...

Pubblicare contenuto protetto da copyright senza l'esplicito consenso del proprietario è un reato, e per tanto va condannato.
Visto che siamo tutti uguali, e che se mi mettessi a pubblicare roba protetta mi blasterebbero in un secondo, direi che è giusto che vi abbiano mandato una diffida.
Soprattutto se poi la pubblicazione è fatta solo per fomentare l'odio. Non me la prendo con nessuno, dal momento che questa è una bacheca anonima, e qui chiunque potrebbe essere sia l'autore sia chi ha segnalato alla repubblica il fatto, ma vorrei portarvi a riflettere sul fatto che qualunque movimento va bene fintanto che si muove entro i limiti della legge, limiti che tutti gli altri seguono.
Fomentare all'odio, rubare, minacciare... Sono tutte cose disgustose, e spero che l'anonimato non ci accechi dal ricordare che molte di quelle frasi orrende escono dalle nostre stesse bocche.
Siamo anonimi, e tutti uguali, ma dobbiamo essere pronti ad ammettere quando si sbaglia.
Oppure non è Roma a fare schifo, ma i romani.

Zaku ha detto...

Dove sono spariti tutti gli esperti sul diritto d'autore che popolavano 'sto blog..?

:D :D :D

Lo so, lo so... l'indignazione per i lavavetri abusivi e i senza tetto che rovistano nella spazzatura fa passare in secondo piano roba da intellettuaodi come il diritto d'autore...

:D :D :D

Zaku ha detto...

Ah, per quelli che disquisiscono di profit o non profit...

Vi sono sfuggiti i banner pubblicitari che girano sul blog..?

Anonimo ha detto...

Regà, se fa fatica a leggeve. Nun sete James Joyce, mettetela na virgola ogni tanto....nun fate vedé che chi è de destra lo è perché jè morta aa maestra alle elementari...

E poi arennemose, nu' stanno a aspettà artro che buttasse a destra alla fine der mese, dai.
I pezzenti nun sò simpatici a nesssuno ("La povertà non ha amici" diceva Euripide 25 secoli fa ad Atene). Per cui querela o non, zerocalcare o non, purtroppo è l'ora der Pecora e de quell'artro cojone de Sarvini e de Casadaun....

E la colpa è solo nostra



Tramvinicyus, comunista e non robot

Anonimo ha detto...

Ma Zaku è veramente così cojone da credere che i lavavetri abusivi siano lì per conto proprio e non della mafia, e che gli zingari che rovistano nei secchioni lo fanno perché hanno fame?

E' così cojone o è solo un TROLL che ha saltato la barricata e si è iscritto invece di commentare da anonimo?

Zaku ha detto...

Ma Zaku è veramente così cojone da credere che i lavavetri abusivi siano lì per conto proprio e non della mafia, e che gli zingari che rovistano nei secchioni lo fanno perché hanno fame?

Ohibò! E dove sarebbe che discuto dei mandanti (o della mancanza degli stessi) dei lavavetri? Mi è sfuggito! Me lo puoi indicare gentilmente?

Colpa mia che mi ostino a scrivere commenti più lunghi di un sms. La mia memoria non riesci a stare al passo e sembra che alcuni lettori vi immaginino strane cose dentro...

Anonimo ha detto...

La cosa più triste è che per difendere uno zero calcare che teorizza scritto nero su bianco nelle sue vignette lo scaricamento illegale di materiale pirata da internet invocano il sacrosanto diritto al copyright per tutelare i diritti riservati d'autore dello stesso zero calcare e dei suoi editori.

Ipocriti

Anonimo ha detto...

Però quando i giornalisti scrivono articoli usando pari pari i vostri contenuti, mica si fanno problemi.
Per una situazione del genere - giornalisti che prelevano contenuti di testo e immagini, pubblicati sul web senza scopo di lucro, e ne fanno una pubblicazione - il Corriere della Sera ha dovuto chiedere scusa a molti disegnatori (pur non avendo le palle di ammettere di avere torto marcio).

Anonimo ha detto...

Pensa se Da domani tutti a scrivere REBIBBIA REGNA sui portoni di viale dei parioli e di via Regina Margherita case dei giornalisti di repubblica.
vorrei sapere se i legali di repubblica difenderanno questa libera espressione di zero calcare.

ipocriti parte 2

Anonimo ha detto...

E' chiaro se repubblica ti diffida la colpa e' dei "kompagni" perchè si sa repubblica la gestiscono i centri sociali romani.
Non è che stavolta semplicemente rfs ha cagato fuori dal vaso?
Voglio dire se io pubblico su un blog che ha qualche decina di migliaia di lettori (questi ha rfs) in palese tentativo di danneggiare un quotidiano nazionale postando i suoi contenuti in contemporanea alla loro uscita il minimo che mi becco è una diffida per violazione di copyright, ma mi poteva dire anche peggio ci poteva scappare una denuncia.
Per cui forse è il caso che Tonelli ringrazi repubblica che non gli ha fatto chiudere il blog inevce di lamentarsi tanto.

Anonimo ha detto...

E' chiaro se repubblica ti diffida la colpa e' dei "kompagni" perchè si sa repubblica la gestiscono i centri sociali romani.
Non è che stavolta semplicemente rfs ha cagato fuori dal vaso?
Voglio dire se io pubblico su un blog che ha qualche decina di migliaia di lettori (questi ha rfs) in palese tentativo di danneggiare un quotidiano nazionale postando i suoi contenuti in contemporanea alla loro uscita il minimo che mi becco è una diffida per violazione di copyright, ma mi poteva dire anche peggio ci poteva scappare una denuncia.
Per cui forse è il caso che Tonelli ringrazi repubblica che non gli ha fatto chiudere il blog inevce di lamentarsi tanto.


Per coerenza Repubblica non dovrebbe pubblicare i lavori di uno che inneggia alla violazione di copyright altrui...

Ipocriti parte 3

Anonimo ha detto...

Ipocriti parte 4 aggiungo io: eccovi San Francesco versione maoista.
Via i fomentatori dell'odio!
Osservate come parlino tutti in serie con una ridicola falsificazione delle reali accezioni dei termini che usano:

Pubblicare contenuto protetto da copyright senza l'esplicito consenso del proprietario è un reato, e per tanto va condannato.
Visto che siamo tutti uguali, e che se mi mettessi a pubblicare roba protetta mi blasterebbero in un secondo, direi che è giusto che vi abbiano mandato una diffida.
Soprattutto se poi la pubblicazione è fatta solo per fomentare l'odio. Non me la prendo con nessuno, dal momento che questa è una bacheca anonima, e qui chiunque potrebbe essere sia l'autore sia chi ha segnalato alla repubblica il fatto, ma vorrei portarvi a riflettere sul fatto che qualunque movimento va bene fintanto che si muove entro i limiti della legge, limiti che tutti gli altri seguono.
Fomentare all'odio, rubare, minacciare... Sono tutte cose disgustose, e spero che l'anonimato non ci accechi dal ricordare che molte di quelle frasi orrende escono dalle nostre stesse bocche.
Siamo anonimi, e tutti uguali, ma dobbiamo essere pronti ad ammettere quando si sbaglia.
Oppure non è Roma a fare schifo, ma i romani.

Capito povera creatura come soffre l'ingiustizia?
Andate black block e immigrati al soldo della camorra, andate e moltiplicatevi. E per i divulgatori a sbafo di opere somme, e i calunniatori di somi autori come zerocalcare, sia anatema e ghigliottina sulla pubblica piazza.

Anonimo ha detto...

M per quale motivo repubblica è ipocrita non lo riesco a capire...
Ha operato anche in una forma di benevolenza direi, poteva mandare una denuncia e basta invece ha fatto l'americanata del cease and desist.

Zaku ha detto...

Non sai che dietro Repubblica ci sono i poteri forti dei lavavetri che vogliono ostacolare in tutti i modi l'opera meritoria di RFS?

Anonimo ha detto...

Hai ragione, non è che i lavavetri sono le pedine del sistema ramificato di controllo del territorio da parte della mafia, su cui prosperano i livelli superiori di controllo economico dello spaccio di droga e della speculazione tramite cooperative, legate ai poteri forti di sinistra, nooo, assolutamente, in realtà il motivo per cui l'Italia è invasa da abusivi, unico paese al mondo, non è che è un paese di mafiosi, ma che qui c'è l'aria buona e lo sanno anche a Marrakesh.
Ma ancora che ce provate?

Anonimo ha detto...

E non è che i lavavetri sono qui contro le leggi occupando il territorio contro le leggi ostrundo il traffico contro le leggi e facendo le sentinelle dell'illecito - così come i rom, e mille altre categorie protette fino al delirio penale dalla sinistra - perché a tutti i livelli c'è l'interesse a mantenere alto il tasso di illegalità e di movimentazione criminale del territorio, no, è che in realtà in Italia sono tutti così buoni che fa piacere vedere graditi ospiti che fanno carne da macello delle regole, dell'ordine, della sicurezza, della Giustizia, dell'estetica e del decoro.
Quanto siamo buoni in Italia, mannaggia, mica mafiosi, no no.

Anonimo ha detto...

Ok ma sscusa eh
Che c'entrano i lavavetri e i venditori abusivi con repubblica?

Anonimo ha detto...

E non è che gli altri paesi ce li mandano a noi perché sanno che qui il livello di corruzione morale della collettività è disperante, e non è che Malta spara ai clandestini perché la trasgressione di frontiera è un crimine, e non è che la Gran Bretagna col cacchio che se li prende perché è un paese serio, è che noi siamo tanto, tanto, tanto solidali, mica mafiosi, no no.

Anonimo ha detto...

Ma per quale motivo repubblica è ipocrita non lo riesco a capire...

E mo te lo spiego:

Per coerenza Repubblica non dovrebbe pubblicare i lavori di uno che inneggia alla violazione di copyright altrui...

Ipocriti parte 4

Anonimo ha detto...

E non è che siamo gli unici al mondo ad avere i campi finto nomadi addirittura abusivi mentre la Francia li rispedisce al mittente comme il faut perché la Francia è un paese civile che si autotutela e noi siamo pieni di finto assistenzialismo stile opera nomadi che pur di fare soldi distruge la vita degli italiani, anche letteralmente visti gli omicidi che ci sono stati, e non è che siamo gli unici ad avere il fenomeno dell'abusivismo difeso da partiti al governo perché la mafia da noi è strutturale, ma in realtà noi abbiamo una visione più bella, più gioiosa, più onirica del futuro! Ecco perché REPUBBLICA e i suoi simili continuano a fare la cantata del povero migrante e del nomade finto nomade che ha diritto pure di accamparsi sul vostro balcone.

Anonimo ha detto...

Pubblicare contenuto protetto da copyright senza l'esplicito consenso del proprietario è un reato, e per tanto va condannato.

Questo vale anche per quel sommo profeta di ZC che inneggia alla violazione illegale del copyright altrui?

Però va bene se il sommo profeta fa guadagnare sdoldi al giornale che lo pubblica (a pagamento e non a gratis come RFS), lo stesso giornale che tutela il suo (di lui profeta) sfruttamento economico del copyright.

Ipocriti parte 5
E' chiaro?
Se vuoi te lo rispiego.

Zaku ha detto...

Forse qui sfugge che Repubblica sta difendendo i suoi interessi e che non sta facendo l'avvocato di zeroCalcare. Non mi pare difficile eh?

E qualcuno mi deve spiegare ancora perché l'indignazione verso i lavavetri e i marciapiedi sconnessi dovrebbe darti l'immunità quando decidi di infrangere la proprietà intellettuale e il diritto d'autore.

Cos'è, quando RFS pubblica materiale senza permesso contribuisce al decoro di Roma?

Anonimo ha detto...

E qualcuno mi deve spiegare ancora perché l'indignazione verso i lavavetri e i marciapiedi sconnessi dovrebbe darti l'immunità quando decidi di infrangere la proprietà intellettuale e il diritto d'autore.

Certo. Ma dovresti spiegarlo "in primis" al tuio profeta di cui non vedi la contraddizione quando lui stesso spiega di "infrangere la proprietà intellettuale e il diritto d'autore."

Ipocriti parte 6

Anonimo ha detto...

Manca soltanto che Zerocalcare ci mandi i numerosi maggiordomi della sua villa a sbatterci i suoi dollaroni in faccia. Sì, Zero Calcare, noi dei movimenti civici non abbiamo i tuoi soldi ed i tuoi avvocati! Abbiamo comunque il diritto a dire la nostra, o siamo da trattare come subumani solo perché non abbiamo i tuoi miliardi ed i tuoi gruppi editoriali da milioni di euro alle spalle? Dignitad! Dignitad! Dignitad! Tambien para los pobres!

Anonimo ha detto...

Beh guarda capisco il problema dell'inneggiamento a commettere un reato, certo Tonelli c'e' stato condannato per un reato del genere ZC non mi pare.

Anonimo ha detto...

Sei un grande! E pensa che ancora non ha pagato i 30.000 euro di multa. Pero' inneggia a sanzioni esemplari per una doppia fila. Il mondo e' strano.

Zaku ha detto...

Certo. Ma dovresti spiegarlo "in primis" al tuio profeta di cui non vedi la contraddizione quando lui stesso spiega di "infrangere la proprietà intellettuale e il diritto d'autore."

Dov'è che parlo del mio "profeta"..? Mi pare che qui si stia parlando della pubblicazione senza permesso di materiale apparso su Repubblica...

Sembrerebbe quasi che qui la gente cerchi di cambiare argomento per nascondere il fatto che RFS ha infranto il diritto d'autore... un sito così attento al rispetto della legalità....

Sembrerebbe quasi.. come posso dire... che ci sia dietro dell'ipocrisia...

Anonimo ha detto...

Zerocalcare = Microsoft = McDonald = Monsanto. Fateci una vignetta.

Anonimo ha detto...

Chi butti dalla torre tra Zero calcare e il Fondo monetario internazionale? Tutta la vita Zero Calcare! Almeno l'FMI non finge di essere dalle parte dei poveri. Zero Calcare applica gli stessi metodi dei peggiori potentati capitalisti. Copyright, poveri che lo prendono sempre in quel posto, a vantaggio di loro ricchi che hanno gli avvocati buoni. Tutta la vita FMI.

Un comunista

Anonimo ha detto...

Ah pensavo che repubblica fosse di prorietà dei centrisociali (con partecipazione di operanomadi e comunità di sant'egidio) ma invece il prorietario è zerocalcare.
AH adesso ho capito la logica che sta dietro ai famosi commenti sull'ipocrisia.
Invece un condannato con piu' denunce di corona sulle spalle che ha un blog suklla legalità non è ipocrita per niente.

Zaku ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Zaku ha detto...

Zero Calcare applica gli stessi metodi dei peggiori potentati capitalisti. Copyright, poveri che lo prendono sempre in quel posto, a vantaggio di loro ricchi che hanno gli avvocati buoni.

Veramente il post iniziale dice chiaramente che gli avvocati di Repubblica (vabbé, il gruppo Editoriale L'Espresso) si lamentano che RFS ha pubblicato del materiale apparso su Repubblica senza avere il permesso da Repubblica.

Stai cercando di dire che.... ZEROCALCARE IN REALTA' E' IL PROPRIETARIO DI REPUBBLICA?!? Scoop dei lettori di RFS :D :D :D :D

Ps Copyright si usa nei paesi anglossassoni. Da noi è il "diritto d'autore". Solitamente i "comunisti" sono più preparati...

Anonimo ha detto...

Ahahah Zaku mi fai sbellicare quando cerchi di fare capriole logico-linguistiche:

Se scarichi musica anglosassone mp3 o film da internet sei in ambito di copyright(visto che il prodotto si rifà alel leggi del paese che lo ha prodotto).
Sgarbi direbbe: studia capra!capra! capra!

Ma parte le battute, visto che sei estremo difensore del diritto d'autore di Repubblica e GRuppo ESpresso voglio sapere se hai una opinione riguardo all'incitare all aviolazione del copyright presete nelle strisce di Zerocalcare...

Oppure fai FINTA di ignorare la contraddizione.

Ps.
io non ci credo che ZC non ne sapesse nulla sulla richiesta di cancellazione del post incriminato. Di solito ci si confronta con l'autore. E io credo che Zc abbia dato l'avvallo a tutto ciò.
Però non potrò averne mai la certezza.
Adesso avanti con le capriole sintattico-retorico-linguistiche.

Zaku ha detto...

Se scarichi musica anglosassone mp3 o film da internet sei in ambito di copyright(visto che il prodotto si rifà alel leggi del paese che lo ha prodotto).
Sgarbi direbbe: studia capra!capra! capra!


Ah, la storia di ZC è stata stampata sul New York Times e non me ne sono accorto..? Mi sembrava che fosse stata stampata dall'italianissima Repubblica. Mi sarò sbagliato...

E se ZC infrange il diritto di autore sarà compito della GdF o della SIAE no?

E ripeto, che cavolo c'entra visto che RFS ha pubblicato pagine de La Repubblica? Sono i legali di questa ultima che hanno mandato la diffida.

Poi non ho capito che c'entra il fatto se ZC rispetti o meno la legge col diritto di stampare illegalmente la storia creata da lui.

Allora io sono autorizzato a diffondere copie pirata de Il Silenzio degli Innocenti perché Hannibal Lecter commette dei reati?

Bizzarro ragionamento...

Ah, la scusa "Ha cominciato prima lui! Ecco!!!" bisognerebbe lasciarla ai bimbi dell'asilo...

Zaku ha detto...

Se scarichi musica anglosassone mp3 o film da internet sei in ambito di copyright(visto che il prodotto si rifà alel leggi del paese che lo ha prodotto).
Sgarbi direbbe: studia capra!capra! capra!


Ah, la storia di ZC è stata stampata sul New York Times e non me ne sono accorto..? Mi sembrava che fosse stata stampata dall'italianissima Repubblica. Mi sarò sbagliato...

E se ZC infrange il diritto di autore sarà compito della GdF o della SIAE no?

E ripeto, che cavolo c'entra visto che RFS ha pubblicato pagine de La Repubblica? Sono i legali di questa ultima che hanno mandato la diffida.

Poi non ho capito che c'entra il fatto se ZC rispetti o meno la legge col diritto di stampare illegalmente la storia creata da lui.

Allora io sono autorizzato a diffondere copie pirata de Il Silenzio degli Innocenti perché Hannibal Lecter commette dei reati?

Bizzarro ragionamento...

Ah, la scusa "Ha cominciato prima lui! Ecco!!!" bisognerebbe lasciarla ai bimbi dell'asilo...

Anonimo ha detto...

"i contenuti della storia di Zerocalcare arrivano addirittura a scherzare su episodi di racket e a giustificare violazioni del Codice Penale"

FALSO.

"l'artista aveva impaginato 6 pagine per attaccare, umiliare e mettere in cattiva luce i cittadini che a Roma e non solo si stanno impegnando per reagire all'abisso di prepotenza, degrado, corruzione, illegalità che sta distruggendo le città italiane."

FALSO.

"Repubblica mette 6 pagine per attaccare in maniera virulenta e ingiusta tutto un movimento civico spontaneo nato in questi anni che rappresenta l’unico esempio straordinariamente positivo di cittadinanza in Italia, ma questo attacco non può essere criticato sennò giù minacce di risarcimenti a chi soldi per risarcire non ne può avere."

FALSO. Repubblica ha pubblicato la storia di un fumettista che liberamente ha espresso il suo pensiero senza attacchi diretti a persone o movimenti. L'unica cosa che ha attaccato è l'odio di certi commenti che di senso civico hanno ben poco, come quelli di esseri umani che vorrebbero far bere acido ad altri esseri umani. Commenti dai quali non vi siete MAI dissociati e che anzi GIUSTIFICATE (vedi Vs dichiarazione sopra) e incoraggiate utilizzando all'interno dei vostri articoli quei toni che poi guarda caso si rintracciano identici all'interno dei commenti. Non è vero che rimuovete i commenti violenti, non fate alcuna moderazione altrimenti rimuovereste anche lo SPAM continuo di certi messaggi a sfondo elettorale. Aveste scritto "noi siamo distanti dalla visione del mondo di ZC e su certi temi difficilmente troveremo un punto di incontro, eccezion fatta per gli inni ai comportamenti violenti che aborriamo tanto quanto l'artista romano" vi sareste beccati un plauso! Ma voi sapete benissimo quale sarebbe la linea corretta da seguire, semplicemente non la tenete perché non rientra negli obiettivi del blog.

"Ad ogni modo che i piccoli paladini dell'illegalità, delle occupazioni, delle case sottratte a chi ne ha davvero bisogno per sistemare "gli amichetti", delle palestre illegali, dei centri sociali, dell'impegno civile visto come minaccia per lo status quo, degli scarabocchi sui muri, delle affissioni abusive vengano difesi da fior di avvocati di un mega gruppo editoriale da 650 milioni di fatturato in nome del diritto d'autore è così divertente e emblematico che con enorme piacere abbiamo tolto i contenuti dalle nostre pagine come intimatoci!"

Di colpo gli avvocati del gruppo L'Espresso li avete fatti diventare gli avvocati di chi delinque.. cioè non siete in grado di esprimere un pensiero critico senza calunniare il prossimo o ribaltare dialetticamente i fatti. Puntate ai disinformati dall'indignazione facile che non hanno letto le 6 pagine e ai quali potete dare in pasto facilmente certe frottole alimentando risentimento e astio che è poi il carburante del vostro blog ormai sul punto di implodere.

Camillo Benzo Conte di Cavour.

Zaku ha detto...

Comunque interessante vedere tutta questa gente che attacca un fumetto che dice che non è bello voler far bere l'acido ai senza tetto... ti fa capire come la pensano veramente i fan di RFS

Anonimo ha detto...

Zerocalcare venduto alla lobby di repubblica :( mi hai deluso troppo

Zaku ha detto...

Zerocalcare venduto alla lobby di
repubblica :( mi hai deluso troppo


Ah, adesso Repubblica è una "lobby"..? Sai, non credo che quella parola voglia dire quello che credi tu...

Interessante come su questi lidi si parli di argomenti che non siano i lavavetri o le macchine in doppia fila si cada un poco in confusione...

Anonimo ha detto...

Je suis ZeroCagare!

Anonimo ha detto...

a Zaku svejate... il problema non è che il fumetto dica che non è bello far bere l'acido al prossimo (oh ci voleva ZeroPugnette a dirlo...)

Il problema è che dica - ad esempio - che i rovistatori della monnezza lo fanno perché poveri in cerca di cibo.
Sarà l'1% che lo fa per questo motivo... il 99% lo fa per altro...

Ora o tu e ZeroFuffa non sapete (e mi pare strano) che i rovistatori in realtà cercano ferro per bruciarlo nei roghi tossici avvelenando mezza ronma e poi rivenderlo (guadagnandoci abbastanza visti i conti milionari che sono venuti fuori). Oppure se non siete completamente ciechi e queste cose lo sapete allora con questo fumetto state appoggiando questo business criminale. Insomma siete collusi con mafia capitale

Anonimo ha detto...

Ma che fero e fero cercano il Graal!

Anonimo ha detto...

La diffida di Repubblica riguarda i contenuti del blog, e poiché non c'era molto altro che la verità, questa è una censura ed è una cosa gravissima.
E insieme è una cosa molto consolante, perché dimostra quanto sia seguito QUESTO blog, ben più attendibile di molti giornali, e di quanto i proseliti di zozzolandia, dell'invasione migratoria, e della generale falsificazione della realtà, temano che venga messa a fuoco la verità.
Notare poi la stupidità diversiva dei commenti a sostegno di repubblica e zero ecc., perché hanno tutto l'interesse a sviare dal merito, motivo per cui si sono sbrigatio a far eliminare i commenti.

Anonimo ha detto...

Ridicola poi la motivazione della critica al blog per l'odio che lo anima.
Il motivo per cui questo blog è così seguito riside nel fatto che riporta notizie vere con commenti molto argomentati, e poiché dietro il degrado di Roma c'è la speculazione di mafiosi che fanno i buonisti, e dietro di loro ci sono reati, crimini e sfascio generale, la giusta indignazione può prendere forma veemente.
Ciò rientra nella libertà d'espressione, indice di democrazia che ai comunisti non piace affatto.
Ma l'insulto gratuito, la volgarità violenta, la menzogna senza capo né coda sistematica è tipica di qui soggetti che, ottenuti favori da questo sistema sinistroide in cui se sei servo viene marchianamente privilegiato, si affannano a sputare scemenze aggressive per il timore che torni a regnare un minimo di Giustizia.
E se regna un minimo di Giustizia addio campi nomadi, addio case occupate, addio impunità, addio droga, addio cinema italiano fatto di deficienti, addio mafia, ecc. ecc.
Figurati tu, il web è pieno di deliri e di vioelnza, e uno scrive un fumetto per un quotidiano nazionale per cercare (invano) di rendere ridicola la parte migliore di Roma, che mira al rispetto delle regole.
Suvvia, è pura paura di perdere potere, ottenuto con mezzi a dir poco esecrabili.

Anonimo ha detto...

La diffida di repubblica era unicamente sul materiale protetto e di sua proprietà e non sui commenti che ne sono scaturiti e non poteva essere altrimenti.
Parlare di censura è da idioti e da megalomani, la cancellazione di tutto il post è avvenuta perché il 50% dei commenti erano contro rfs e in più perché cosi' ci si poteva appellare alla censura.

Zaku ha detto...

Il problema è che dica - ad esempio - che i rovistatori della monnezza lo fanno perché poveri in cerca di cibo.
Sarà l'1% che lo fa per questo motivo... il 99% lo fa per altro...


E dove ZC nega questo scusami..? Mi indichi la vignetta precisa..?

Bello poi come si cambi argomento... "Vi pare bello voler far bere l'acido al prossimo..?" "MA I ROGHI LA DOPPIA FILA ZECCHEEEE LE FOIBEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE..."

Anonimo ha detto...

Zaku

"E dove ZC nega questo scusami..? Mi indichi la vignetta precisa..?"

ZeccaCaciara a Pag. 5 in fondo dice:

"io capisco che la scena di uno che rovista possa indignare. Però contro la povertà co contro il povro. Cosa gli imputi precisamente a lui?"

Quindi ne devo dedurre che ZeroFessacchiotto parla di quei rarissimi casi di rovistatori che lo fanno per fame e che, peraltro, non ho mai visto ritratti nelle foto su FB di romafaschifo?

Anonimo ha detto...

Ho notato una cosa stranissima.
Che i commenti al post sul blog di ZC si sono fermati IMPROVVISAMENTE a n°149: data 13 maggio 2015. Si sono come congelati.

Cosa stranissima visto che incominciavano ad apparire commenti del tipo: "ZC io ti ho sempre seguito ma tu ora stai sbagliando alla grande".

C'è qualcosa di molto poco trasparente in tutto questo. Chi vuol fare la morale agli altri sulla libertà di espressione. Sarà mica censura?

Non è che moltissimi suoi fan gli si stanno rivolgendo contro?
Mi sembra ci sia molto poca onestà intellettuale in questo comportamento.

Visto che il dibattito sulle pagine di ZC è sempre molto alto è impossibile che non ci sia neanche un post nuovo.
Ma visto che parliamo di falsità non mi aspetto una risposta sincera e onesta.

Così come quando DINAMO PRESS aveva pubblicato un vero e proprio DOSSIERIAGGIO da FONTI ANONIME (si dice che...) non contro le idee di RFS ma contro la persona che esprimeva tali idee..

Allo stesso modo si vuole far credere che Repubblica abbia fatto togliere la "citazione" delle vignette di ZC (già diponibili on line) senza alcun riferimento al linguaggio e al tenore dei commenti di RFS (di cui non è responsabile).

La verità è che per colpire i commenti hanno usato la scusa del Diritto d'autore. E non hanno nemmeno il coraggio di ammetterlo.
---
Usano lo stesso legalismo che Zc ha esplicitamente biasimato proprio nelle vignette oggetto della difesa legalista di "diritto d'autore".

Non si rendono conto del sillogismo assurdo e contradditorio nella logica intrinseca a quanto affermano e quanto sostengono.
E più sostengono il legalismo "a tutti i costi senz ase e senza ma" tanto più danno torto a quanto Zerocalcare ha espresso PROPRIO nella sua vignetta CONTRO RFS!

Chepeau'!

Anonimo ha detto...

Babbei dimmerda. Zerocalcare non c'entra nulla, e' Repubblica che vi voleva denunciare. Non riuscite neanche a distinguere i vostri nemici.

Anonimo ha detto...

Dai che stasera c'e lo stresstest di Io segnalo. Mi raccomando ragazzi, alle 22 tutti davanti al pc. Se vostra moglie dovesse avere voglia di sesso mandatela da un altro...mi raccomando, oggi non si gioca.

Anonimo ha detto...

Prima di leggere questo commento, vi consiglio di guardare su you tube la discussione tra Silvia Sardone e una specie di iena che si qualifica come rappresentante dei snti, rom, e finti nomadi in generale. Notate come nel momento stesso in cui Silvia Sardone dice qualcosa di inoppugnabile la iena di cui sopra comincia a urlare "ma basta" in modo insensato, e volume altissimo.
Guardate, dura cinque minuti.

Anonimo ha detto...

Avete guardato? Bene.Da questa ignobile scena caverete una delle metodiche utilizzate dalla sinistra per difendere tutet le peggiori sconcezze: ossia urlare follie sopra le giuste argomentazioni degli altri, con tono di delirante indignazione mentre si risponde a vanvera.
Questo teatro in difesa degli interessi della sinistra si serve di altre tecniche fisse, che potete facilmente riscontrare negli ultimi commenti a questo post.
E vado a elencare.

Anonimo ha detto...




15 maggio ore 1.55 PM: negare la realtà. Repubblica ha chiesto la rimozione dei commenti perché offensivi (poverini, loro così rispettosi del prossimo).
C'è scritto. Il commentatore finge di non averlo letto così si perde tempo a spiegarglielo e si distrae l'attenzione dal merito.

ore 6.27, 6.38 P. M.: pura violenza squadrista. Insultano e cercano di offendere in modo violento, così da far desistere l'oppositore violato dalla sopraffazione bestiale.

Zaku è un caso umano, che le tecniche di sopraffazione squadrista prova a usarle tutte e le usa tutte male.
Perciò nei suoi commenti le medesime sono leggibili in modo molto trasparente.

Vi consiglio anche di notare come tutti i commenti a sostegno dell'illegalità di sinistra (apologia di reato, esaltazione dell'abuso, difesa del più violento, ecc.) usino queste modalità per buttarla in caciara, chiaro segno di malafede organizzata.

Anonimo ha detto...

Non mentire su... non c'è scritto da nessuna parte e anche fosse repubblica non avrebbe avuto nessun diritto a richiedere la cancellazione dei commenti.
Bastava modificare il post e levare il materiale prodotto da copyright, un'operazione piuttosto semplice.
Fortunatamente il vittimismo vi si è rivolto contro, prima l'80% di roma manco vi conosceva, ora vi odia.

Anonimo ha detto...

"La lettera di diffida non si preoccupa soltanto della pubblicazione di materiale di proprietà del Gruppo Espresso con pregiudizio dei "diritti di sfruttamento economico", ma anche del "linguaggio sconveniente" dei commenti. Insomma Repubblica mette 6 pagine per attaccare in maniera virulenta e ingiusta tutto un movimento civico spontaneo nato in questi anni che rappresenta l'unico esempio straordinariamente positivo di cittadinanza in Italia, ma questo attacco non può essere criticato sennò giù minacce di risarcimenti a chi soldi per risarcire non ne può avere."

Anonimo ha detto...

Perdo tempo a risponderti giusto perché nel vostro delirio di onnipotenza (più ci rendiamo ridicoli più facciamo finta di essere i padroni del mondo) magari ti autoconvinci che i vostri trucchetti funzionano.

La diffida si riferiva eccome ai contenuti del blog = censura.

Il vittimismo è tipico dei cari avanzi di galera difesi dalla sinistra, vedere ultimo sgombero di occupante abusiva seriale che a quasi 60 anni non ha trovato modo di vivere lavorando e nella legalità.

A voi invece vi conosce tutta Roma e vi schifa da un pezzo qualunque persona civile.

Tecniche usate da quest'ultimo genio:

Insulti squadristi a vanvera, negazione e rovesciamento della realtà: o forse semplicemente non sa leggere.

Anonimo ha detto...

A proposito del notorio vittimismo nazi-sinistroide, vi invito a riguardare come la iena di cui sopra mentre esercita violenza verbale in un contraddittorio (violenza di fatto) faccia il piagnisteo infondato nei contenuti ("non se ne può più" - ma di che? Ma che stai a dì).

Anonimo ha detto...

Ma insomma scrivi 3 commenti a buffo senza nessuno che ti risponde...
Faccela vedere sta lettera no?
Per quanto riguarda le critiche ti consiglio di vedere il relativo post su facebook cosi' ti fai un'idea di quello che pensa roma rispetto a questa pagina.
Nel frattempo la pagina è diventata così inutile che non ha più davvero senso nemmeno trollarci sopra, alla fine semplicemwente non è più divertente, avete perso.

Anonimo ha detto...

Il motivo per cui non c'è risposta è che un blog non è una seduta di psicanalisi, a un'argomentazione impeccabile non c'è niente da aggiungere. Si chiama silenzio assenso. Infatti non sei riuscito a contraddire la verità, ma solo a cercare di protrarre inutilmente una discussione chiusa.
Se hai bisogno di tamponare la tua solitudine la lettera scrivitela a un assistente sociale.
I post di quattro strapponi sono "Roma" solo nei tuoi deliri cannaroli.
Ma continuate pure a cercare di illudervi che qualcuno creda che voi siete l'avamposto della pubblica opinione, vi fa bene alla psiche martoriata dalla natura cinica e bara.

Anonimo ha detto...

http://video.repubblica.it/edizione/milano/milano-i-volontari-cancellano-l-opera-di-pao-e-linda-il-comune-chiede-scusa/201132/200184

Sor Pampurio ha detto...

Penso che valga la pena cercare di rispondere a Zerocalcare e alla sua striscia (di rigorosa proprieta' del quotidiano “la Repubblica”). Cerco di provarci. Zerocalcare, in modo moderno, cerca di radere al suolo lo scopo finale di un sito come www.romafaschifo.com; egli non esita a definire “trascurabili” i mali che vengono, a mio avviso, doverosamente segnalati. Vorrei cercare di essere rapido nel definire Zerocalcare: la sua critica non e' affatto nuova, al contrario e' decisamente vecchia e nota. Egli, magari senza esserne a conoscenza, (cosa che mi appare assai probabile), e' un classico comunista leninista. Zerocalcare scrive sui muri e auto-definisce la sua opera “abbellendo evidentemente l'ambiente”; sottolineo “evidentemente”. Caro Zerocalcare quel muro qualcuno lo ha pagato e altri lo hanno costruito: non e' tuo. Ma Zerocalcare questo no lo sa; il muro sta li', basta e' di tutti noi: “in comune”. Allora e' pure di Zerocalcare! Ma ovvio! Che non lo sapete che la proprieta' privata e' un furto? Noi siamo anarchici. Il fatto e' che Zerocalcare e' anarchico con i soldi altrui; in Italia si declina cosi', che ci volete fare?
Zerocalcare e' allergico al “”senso civico”; lo chiama “una religione”. Egli ha superato, sullo slancio della sua mente sopraffina, Kant e la Ragion Pratica. Kant ci diceva che la Legge Morale e' dentro di noi: Uomo, non fare finta di nulla, non nascondere la testa nella sabbia; tu sai che hai una Legge dentro di te, seguila. Ma Zerocalcare se ne frega di Kant, figuriamo: e' piu' avanti. Zerocalcare scrive sulle vetrine che negozianti reazionari si sono pagati col sudore della fronte per farsi una vita dignitosa e crescere i figli; ma a lui non interessa: sono “dettagli”.
Io vivo all'estero da anni e pochi giorni fa sono tornato a Roma. Amo questi siti di denuncia perche', a poco a poco, si puo' tentare di ricostruire una vita civile. A Via Aurelia ho letto un cartello: “basta morti su Via Aurelia”. Caro Zerocalcare tu non lo sai ma a Via Gregorio VII e Via Aurelia si muore molto facilmente sulle strisce pedonali; e' una tradizione rionale Da quelle parti circola tuo cugino: Zerofrenare; anche lui e' un anarchico del Codice della Strada. La sua guida e' molto piu' bella e ardita della grigia guida di noi borghesi. Lui se ne frega, in fondo la strada e' di tutti e se un pedone la attraversa mentre Zerofrenare passa … e che ci volete fare? E' un dettaglio, in fin dei conti. Facciamo cosi': voglio invitarti a cena; passa da me quando vuoi, basta attraversa due o tre strisce pedonali.

Sempre tuo

Sor Pampurio

Sor Pampurio ha detto...

Penso che valga la pena cercare di rispondere a Zerocalcare e alla sua striscia (di rigorosa proprieta' del quotidiano “la Repubblica”). Cerco di provarci. Zerocalcare, in modo moderno, cerca di radere al suolo lo scopo finale di un sito come www.romafaschifo.com; egli non esita a definire “trascurabili” i mali che vengono, a mio avviso, doverosamente segnalati. Vorrei cercare di essere rapido nel definire Zerocalcare: la sua critica non e' affatto nuova, al contrario e' decisamente vecchia e nota. Egli, magari senza esserne a conoscenza, (cosa che mi appare assai probabile), e' un classico comunista leninista. Zerocalcare scrive sui muri e auto-definisce la sua opera “abbellendo evidentemente l'ambiente”; sottolineo “evidentemente”. Caro Zerocalcare quel muro qualcuno lo ha pagato e altri lo hanno costruito: non e' tuo. Ma Zerocalcare questo no lo sa; il muro sta li', basta e' di tutti noi: “in comune”. Allora e' pure di Zerocalcare! Ma ovvio! Che non lo sapete che la proprieta' privata e' un furto? Noi siamo anarchici. Il fatto e' che Zerocalcare e' anarchico con i soldi altrui; in Italia si declina cosi', che ci volete fare?
Zerocalcare e' allergico al “”senso civico”; lo chiama “una religione”. Egli ha superato, sullo slancio della sua mente sopraffina, Kant e la Ragion Pratica. Kant ci diceva che la Legge Morale e' dentro di noi: Uomo, non fare finta di nulla, non nascondere la testa nella sabbia; tu sai che hai una Legge dentro di te, seguila. Ma Zerocalcare se ne frega di Kant, figuriamo: e' piu' avanti. Zerocalcare scrive sulle vetrine che negozianti reazionari si sono pagati col sudore della fronte per farsi una vita dignitosa e crescere i figli; ma a lui non interessa: sono “dettagli”.
Io vivo all'estero da anni e pochi giorni fa sono tornato a Roma. Amo questi siti di denuncia perche', a poco a poco, si puo' tentare di ricostruire una vita civile. A Via Aurelia ho letto un cartello: “basta morti su Via Aurelia”. Caro Zerocalcare tu non lo sai ma a Via Gregorio VII e Via Aurelia si muore molto facilmente sulle strisce pedonali; e' una tradizione rionale Da quelle parti circola tuo cugino: Zerofrenare; anche lui e' un anarchico del Codice della Strada. La sua guida e' molto piu' bella e ardita della grigia guida di noi borghesi. Lui se ne frega, in fondo la strada e' di tutti e se un pedone la attraversa mentre Zerofrenare passa … e che ci volete fare? E' un dettaglio, in fin dei conti. Facciamo cosi': voglio invitarti a cena; passa da me quando vuoi, basta attraversa due o tre strisce pedonali.

Sempre tuo

Sor Pampurio

Lala ha detto...

Carissimi, alcuni contenuti di Repubblica sono pubblici, altri a pagamento. Avete pubblicato gratis un contenuto in vendita (PS: si chiama furto :-) ), ecco perché vi hanno diffidato.
Condividere contenuti in libera fruizione come gli articoli del sito repubblica.it è invece legale e del tutto pubblicabile senza conseguenze.

Anonimo ha detto...

Però, quando loro scrivono cazzate allucinanti, allora tutto va bene. Proprio la stampa parla, che è la prima a non avere, talvolta, nessun rispetto per la verità e l'accuratezza.

Anonimo ha detto...

Comunque, RFS, io fossi in voi sentirei (se non lo avete già fatto) uno o più legali per vedere effettivamente se avete torto oppure no.

Anonimo ha detto...

...e, nel caso non aveste torto voi, fossi in voi gli farei una bella contro-azione legale fatta bene. Il problema, però, è che qui servono avvocati con i controcoglioni, quindi costosi...vedete un po' voi.

Anonimo ha detto...

E' censura: "La lettera di diffida non si preoccupa soltanto della pubblicazione di materiale di proprietà del Gruppo Espresso con pregiudizio dei "diritti di sfruttamento economico", ma anche del "linguaggio sconveniente" dei commenti. Insomma Repubblica mette 6 pagine per attaccare in maniera virulenta e ingiusta tutto un movimento civico spontaneo nato in questi anni che rappresenta l'unico esempio straordinariamente positivo di cittadinanza in Italia, ma questo attacco non può essere criticato sennò giù minacce di risarcimenti a chi soldi per risarcire non ne può avere."

Anonimo ha detto...

Tutto vero, ma la figura chiave è il miracolato di sinistra, ossia lo sfaccendato che non sa fare niente e che, previa garantita prebenda lavorativa e/o economica e/o residenziale(gli "artisti" del Valle occupato, addavedé che musi!), sono pronti ad abbaiare a comando.
Guardate come si sono autoregalati le sedi di partito coi soldi nostri, questi "comunisti", questi benefattori della patria, su Il Tempo di oggi, affittopoli continua.

Anonimo ha detto...

E Repubblica è quella che protegge gli "antagonisti" (per non chiamarli i criminali) e dà addosso alle sentinelle in piedi!
Come dire, difendo agli assassini e meno ai bambini.
Però c'è una eccellente notizia: una di quelle bestie ripugnanti che hanno aggredito il poliziotto alla inaugurazione dell'expo è stato arrestato.
Devono prendere a bastonate un poliziotto per essere sanzionati, a quanto pare...

Anonimo ha detto...

http://stefanomontesi.photoshelter.com/image/I0000xZjiggttxfQ

Guardate ecchessò belli. Altro che Carmelo Bene! E che non glielo vogliamo regà un teatro del Settecento a sti "artisti"?!
Sinistra MIRACOLANDIA!

Anonimo ha detto...

Non hai capito mezza parola, travisando le parole ed il senso che zc voleva esprimere

ShareThis