Metro Termini. Il ritorno delle scippatrici. Guardate e divulgate il video per salvare più turisti possibile

11 ottobre 2015

Stazione Termini della Linea B, direzione Laurentina. Erano diverse settimane che non le vedevamo. E invece l'altro giorno c'erano due ragazze accompagnate da un adulto, il giorno successivo invece due adulte aiutate a distanza di qualche metro dal palo / guardaspalle di turno, che si vede alla fine del filmato.


Alla stazione Colosseo sono sparite da quando hanno messo due vigilanti seri accompagnati da cotanto cane che vanno sempre in giro su e giù per le banchine: avete capito la scoperta dell'acqua calda, bastava controllare con determinazione e presenza fisica visibile le banchine per scongiurare centinaia di scippi al giorno. Ma guarda un po'... Ci si chiede cosa aspetti Atac a disporre la stessa vigilanza "intensa" nella banchina di Termini.

I filmati si riferiscono a martedì 6 e mercoledì 7 ottobre 2015.

26 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

Che spettacolo! Siamo sempre pronti per il GIUBILEO!

Anonimo ha detto...

Il disastro di Roma e' soprattutto dovuto a leggi nazionali, le stesse che permettono a ste merde di continuare a delinquere. Altro che Marino !!!

Anonimo ha detto...

Con Marino non c'erano.

Anonimo ha detto...

Il solito gioco delle parti.
Il Giornale smonta (giustamente), la difesa armata di marino, compiutamente contiguo al sistema, e pubblica editoriali di nicola porro che dichiara attacco alla Nazione le indagini per mafia su unicredit (finalmente). Non può bastare un Ostellino da solo a dare credibilità a un quotidiano fatto di decine di porri.
Il Fatto quotidiano dà ampio spazio al caso palenzona (giustamente), e poi organizza le truppe perché il capo di una compagine mafiosa, reo recidivo di peculato, passi per un tenero orsacchiotto (quant'è ciccio, sdoganiamo il peculato, molto trendy nel pd. E la mafia no?, già che ci siamo).
Il Tempo sembra scatenare le cateratte contro l'improponibile marino e, sia pure poco in vista, pubblica un impeccabile titolo sul caso palenzona: ma poi dipinge il disonesto marino come forrest gump, dimentica palenzona, e al solito dà il microfono a sfacciati terzi (stavolta vittorio sgarbi), per continuare a negare l'esistenza della mafia a Roma, che della mafia è la culla.
E ora, roma fa schifo, dopo avere incoronato di gloria l'imperdibile marino, quello che tra luglio e settembre 2015 ha regalato ai rom 24 milioni più 18, quello che invece di liberare piazza navona dagli abusivi proponeva la loro regolarizzazione davanti ai negozi (sic, manco De Magistris), poi si lamenta del fatto che questi signori ingrassati a forza delle nostre tasse e protetti dal sistema, mafioso, di cui fa parte anche marino, e in un ruolo di spicco e decisionale, la facciano da padroni.

Anonimo ha detto...

E' chiaro che, ciascuno nel suo, e ciascuno fingendo di difendere un pezzetto di legalità, diverso dagli altri, tutti sono concordi nel lasciare tutto amabilmente com'è.
D'altronde quando esiste un sistema, esso più o meno assorbe tutto.

Anonimo ha detto...

Marino è l'unico che in decenni ha provato a cambiare le cose in ATAC e nelle metro (in questo caso ci riferiamo agli addetti delle stazioni che vanno a spasso o leggono il giornale invece di lavorare e controllare gli ingressi). Così come con AMA e vigili urbani. Proprio per questo è stato fatto fuori.

Anonimo ha detto...

Cazzate. Ha cercato lo scontro con l'atac ed ha miseramente fallito. Tanto che ogni venerdi' erano in sciopero. Ha ideato un piano per i vigili che ha portato ad un aumento esponenziale delle leggi 104 e dei certificati medicoi per l'esenzione dalla strada.
Ha fallito.

Anonimo ha detto...

Lo abbiamo ripetuto all'infinito. La virulenza che mettete nel difendere l'ultimo straccio extra processuale di una giunta mafiosa, e contemporanemaente nel minimizzare l'esistenza della mafia a Roma, o nel farne qualcosa di diverso da quel che è, deriva dal fatto che tolto marino rischiano di cadere una serie di privilegi e regalie concessi dal pd-sel ai propri sguatteri. Cade il potere.
Siccome siete dei servi, e siete degli idioti, non vi rendete conto del processo giudiziario complessivamente in corso in italia, e non solo a Roma, che non si limita certo a mafia capitale, e ancora pensate di poter salvare i milioni di euro a pioggia che vi arrivano tramite la rete di clientele, chee la sussistenza di marino dovrebbe salvaguardare.
Marino ha fatto quello che ha fatto la giunta tutta, ma in un ruolo più eminente, e che fa il suo partito ovunque si trovi: tutela l'illecito spacciandolo per solidarietà e tolleranza, agevola l'abusivismo, depista fondi sulle cooperative rosse, che per lavorare abbisognano all'infinito di simulata povertà, pilotate emergenze, carenze dello Stato create ad hoc e immigrazione.
Forse è anche inutile continuare a controbattere la malafede, bisogna lasciarvi illudere di avere ancora lo scettro del comando mediatico, e attendere con fiducia i risultati delle inchieste in corso per tutta la penisola.
Voi intanto continuate a urlare, pare faccia crescere la terza tonsilla.

Anonimo ha detto...

Ci vorrebbe LUI

Anonimo ha detto...

La ratio della Legge per lo scioglimento dei comuni in caso di infiltrazioni mafiose, sta nella natura del reato di mafia.
La mafia non è un reato personale, a responsabilità limitata, come una rapina in banca, con esecutori materiali e al massimo dei basisti.
La mafia è un reato a responsabilità diffusa, il che vuol dire che si può agevolare il compimento di un omicidio anche solo non rispondendo a una lettera, assumendo una persona segnalata, facendo un fischio al passaggio di una persona, trafugando documenti, fornendo informazioni o agevolando grandi e piccoli abusi, per esempio col pagamento dei processi degli zingari che delinquono da parte di grandi industriali, perché la mafia consiste in una immensa rete di connivenze istituzionali, economiche e sociali che portano al delitto, lo supportano vicendevolmente e lo coprono attraverso i vari passaggi.
Quindi, non sempre è possibile dimostrare subito per via giudiziaria le complicità, che però in caso di tracce di un sistema mafioso in una pubblica amministrazione devono quanto meno far supporre in via cautelativa la complicità di tutti gli amministratori, tanto più di un sindaco, perché ovviamente è alquanto improbabile che un meccanismo mafioso inglobi o accetti corpi estranei, pena, l'inceppamento della catena di corruttele.

Anonimo ha detto...

E così si spiegano tanti omicidi eccellenti, voluti dall'alto e non dal basso, omicidi per i quali è tanto difficile risalire ai veri committenti grazie a questa filiera di passaggi che vanno dalla semplice irregolarità all'atto criminale.
Quindi, decimata una giunta per reati di mafia acclarati e non per sospettati, il che basterebbe per lo scioglimento, che si sia mantenuto a tutti i costi anche contro la Legge stessa un comune che non esisteva più, e che non poteva consistere in un sindaco, fosse stato anche Churchill e non marino, è la clamorosa conferma che questo spezzone del sistema si difende con le unghie e con i denti, altro che congiurare per liquidare i suoi lacerti.
Queste signore che vedete alla stazione, così come i signori che spaccano macchine e vetrine durante le manifestazioni, e provocano e insultano e picchiano senza paura poliziotti e comuni cittadini, lo fanno perché qualcuno paga loro i processi.
E così le blatte si sentono onnipotenti e diventano pitt bull sguinzagliati contro le persone oneste e l'ordine pubblico.
Se salirà un sindaco come si deve, per esempio la Meloni, verrà bersagliato a prescindere da queste masse organizzate dal sistema, ecco perché se per sbaglio si riesce ad avere un sindaco decente oltre che onesto dovrà avere una tempra d'acciaio, ed essere incondizionabile, perché la mafia è pronta a scagliare il suo arsenale di blatte, supercazzole, aggressioni e rovesciamenti.
Se non si va al perno dell'articolazione, non si cura.

Anonimo ha detto...

Codino, zainetto o borsa a tracolla, pantaloni elasticizzati ed attillati, scarpette bianche ginniche, girano in gruppi da 3/4 persone. E' facile riconoscerle!!!
Che ci vuole? Turisti, siete avvisati...

Anonimo ha detto...

Se le sue iniziative hanno portato a scioperi e certificati medici fasulli significa proprio che stava facendo BENE! Ogni tanto mi chiedo SR ci fate o ci siete... O se siete proprio quei dipendenti fannulloni, protetti dalla mafietta sindacale romana, di cui stiamo parlando.

Olga Antonelli olga.antonelli@fastwebnet.it ha detto...

Credere a chi? A certi Mass Media incluso Repubblica? O a narratori occasionali o alla TV di Stato? Con tutti i trucchi che ci propinano dobbiamo sempre estrarre prima la radice quadrata, dividere per tre e sommare il tutto: fare queste operazioni è stancante e poco dignitoso oltre che irritante, molto irritante. Tootzie


SERGIO DA BRACCIANO ha detto...


NON L'HAI CAPITO LE GUARDIE SO FINITE , DIMINUITE , SPEEDIGZZATE , MANDATE IN MOBILITA', IN CASSA INTGRAZIONE , QUELLE CHE VEDI LE HANNO LEVATE DA N'ARTRA PARTE E E SE LE VOI A DESTRA TE LE LEVANO A SINISTRA . DA CHE MONDO E MONDO LE DIVISE SPOSTANO IL PROBLEMA , LA SOLUZIONE VIENE DALLA POLITICA , DALLE LEGGI .
SE FAI NA LEGGE CHE SE PO FA , CHE CE POI STA, CHE POI ENTRA, CHE NUN TE POSSO DI NIENTE , CHE CIAI RAGIONE TE ; CO LA DIVISA CHE JE FAI ? LE SPOSTI ? SE TE BASTA QUESTO VEDRAI CHE T'ACCONTENTANO .
SAVE THE CILDREN, ASSISTENTI SOCIALI , OPERA NOMADI , DIRIGENTI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE , ISTITUTO CASE POPOLARI , CARCERE MINORILE , EDUCATORI DELL'INFANZIA , IDENTIFICAZIONE , CONTROLLO E RILASCIO DOCUMENTI, VERIFICHE SUL PATRIMONIO, AGENZIA DELLE ENTRATE , EQUITALIA , GUARDIA DE FINANZA ECCO LE SOLUZIONI VERE ; COME LE MANDI VIA PRIMA DELLA FLAGRANZA DE REATO SE HANNO IL BIGLIETTO SETTIMANALE E LO TIMBRANO ?
SAREBBE BELLO AVERE UNA GUARDIA PER STAZIONE COME NEL 2000 , MA LA CRISI , L'INGORDIGIA ER VERME SOLITARIO HA ASCIGATO I FONDI PE LE COSE INTERESSANO LA POVERA GENTE .

Anonimo ha detto...

Rinchiudetelo.

Anonimo ha detto...

Perché non gli spacchiamo la testa tutti insieme?? STe BESTIE non devono più circolare, devono aver paura dei cittadini invece abbiamo paura noi di loro.
VERMI!!!!

Anonimo ha detto...

buttatele sotto come hanno fatto i francesi: http://www.ilmessaggero.it/ROMA/CRONACA/stazione_barberini_metro_borseggiatori_turisti_rissa/notizie/854937.shtml

Anonimo ha detto...

@11:22 il link è fasullo ma tanto il blog non è controllato e lì rimarrà perché nessuno lo rimuoverà....

Anonimo ha detto...

@11:22 il link è fasullo ma tanto il blog non è controllato e lì rimarrà perché nessuno lo rimuoverà....

Anonimo ha detto...

@11:22 il link è fasullo ma tanto il blog non è controllato e lì rimarrà perché nessuno lo rimuoverà....

Anonimo ha detto...

@11:22 il link è fasullo ma tanto il blog non è controllato e lì rimarrà perché nessuno lo rimuoverà....

Anonimo ha detto...

Ancora girano. Solo da noi...

Anonimo ha detto...

@9.48
a roma comandano loro , roma è in mano ai casamonica & soci , sono loro che girano in gruppo e se dici qualcosa ti rompono la testa .

Criss ha detto...

C'è un miglioramento: adesso quando scoprono di essere filmate si dileguano, invece di rispondere in modo arrogante. In compenso al piano di sopra, alle macchinette/biglietterie, adesso ci stanno pure gli italiani a "dare una mano".

Anonimo ha detto...

"Se dici qualcosa ti rompono la testa". Finchè qualcuno non reagirà di brutto rompengogliela a loro, ed accadrà prima o poi...

ShareThis