10 veri motivi (non cretinate tipo Panda, viaggi, Papa e scontrini) per cui Marino avrebbe dovuto dimettersi

8 ottobre 2015

Ignazio Marino è stato l'unico sindaco di Roma ad aver tentato di far lavorare i dipendenti comunali, ad aver osato toccare gli allucinanti privilegi dei macchinisti Atac, ad aver messo in discussione le sicurezze dei balneari, ad aver approvato in tempo il bilancio (mandando all'aria tutti gli affari di chi campava grazie alle emergenze), ad aver intaccato e non di poco l'impero economico dei clan bancarellari, ad aver ridotto al lumicino il business dei ras delle discariche, ad aver pubblicato bandi di gara per effettuare le nomine e ad aver pestato i piedini sacri d'Oltretevere portando in città qualche diritto civile in più.  Si dovrà dimettere per questioni relative a qualche centinaia di euro desunte da ricevute di rimborso da lui stesso pubblicate (perché è stato anche il primo e unico sindaco a pubblicare tutte le spese di rappresentanza). È un po' paradossale e lo hanno capito in molti. 
La inquietante homepage di ieri di Repubblica

Ma non è paradossale la dimissione in se, lo è soltanto il motivo. 
Per le condizioni in cui versa la città e per le capacità dimostrate dall'amministrazione - al di là dei punti di discontinuità elencati velocemente sopra e dei tanti che ci dimentichiamo - i motivi per chiedere le dimissioni sono tantissimi e sono tutti davvero molto ma molto più importanti della Panda Rossa, degli inviti immaginari del Papa o di qualche bottiglia di vino pagata con la carta di credito sbagliata. Eccone una decina.



1. UNA CITTÀ BLOCCATA E IMPAURITA
Lo era anche prima, intendiamoci, ma Mafia Capitale ha dato il colpo di grazia. È un anno che non si riesce a muovere foglia in città. Nessuno prende una decisione, nessuno fa una scelta, nessuno mette una firma, molti neppure ricevono e incontrano operatori economici, imprenditori, associazioni, ditte. Molti settori (pensare all'edilizia) sono alla disperazione mentre Giunta e dirigenti sembrano imbalsamati. A bloccare tutto perché si ha paura di sbagliare sono capaci tutti: Mafia Capitale poteva essere una opportunità incredibile per cambiare le carte in tavola e per provare a prosciugare la pozzanghera entro cui è immersa da decenni la città e invece si è optato per stare immobili. Imperdonabile.

2. ATAC
La finta volontà di risanare Atac è ignobile. Atac ha 100 milioni di euro circa di deficit annuo e 120 milioni circa di evasione tariffaria annua. Qualcuno ha per caso capito come fare a risanare Atac? Pare evidente, no! Organizzare il servizio affinché si salga sui bus solo da una porta con controllo da parte dell'autista non ha costi e ha tanti ricavi (oltre che conseguenze positive sui comportamenti delle persone a prescindere dal bus). Ne questa ne altre misure contro l'evasione si sono implementate e così la città è diventata ancor più di prima accogliente per chi evade, per chi fa il furbo. In due anni e mezzo le cose non sono cambiate di una virgola, sono uguali a come ce le ha lasciate Alemanno. Inaccettabile.

3. GIUBILEO
Il modo con cui è stato preparato il Giubileo grida vendetta. Si sono persi mesi e mesi a non far nulla e non appena si è fatto qualcosa lo si è fatto male, in maniera scadente, senza progetto, senza visione: è una menzogna dire che non c'erano i tempi, bastava muoversi all'istante. L'assessore ai lavori pubblici sta sostanzialmente riasfaltando un po' di strade trascurando però percorsi pedonali e marciapiedi che sono poi proprio le cose che servono ai pellegrini.

4. INFRASTRUTTURE
Se realizzare nuove metropolitane e tramvie può apparire impensabile per motivi di bilancio (ma anche qui è tutto da vedere), ci sono attività che si potrebbero fare sia a costo zero o quasi sia, addirittura, con un guadagno. È il caso dei parcheggi interrati, altra partita bloccata, insabbiata. Costruirli (con un approccio di qualità) significa incassare soldi, combattere la sosta selvaggia, riqualificare strade a gratis e generare posti di lavoro. In due anni e mezzo non si è riusciti a riscrivere un nuovo piano parcheggi in una città che ha bisogno come il pane di togliere auto dalla superficie e metterle sottoterra.

5. ACEA
Nonostante un top management di indiscutibile qualità, Acea è migliorata? A quanto risulta a noi niente affatto. Le lamentele sono sempre le stesse e purtroppo sono terribili. Sarebbe interessante un giorno capire quanto costano le lentezze e le inefficienze di Acea (trattandosi di società quotata non aggiungiamo altro...) in termini di esercizi commerciali che non aprono, che ci rinunciano, in termini mancati investimenti dall'estero e quant'altro. Insomma quanto Pil perde la città per colpa di questa azienda non all'altezza a dare risposte rapide, veloci e oneste ai clienti attuali e futuri? Ai vertici qualcosa di nuovo c'è, a valle nessuno si è accorto del cambiamento: parlate con qualsiasi imprenditore che negli ultimi mesi ha aperto un nuovo ristorante e fatevi raccontare perché ci ha impiegato il doppio del tempo o perché ha deciso di rinunciare... E dopo 2 anni e mezzo non è possibile. 

6. CICLABILITÀ
Una pagina vergognosa che grida vendetta. Vergognosa al cubo ora che assessore è Stefano Esposito (personaggio con una visione Anni Settanta della mobilità urbana), ma altrettanto vergognosa quando c'era Guido Improta. Questa è la grande truffa del sindaco Marino, non una cena a Santo Stefano al ristorante sotto casa di mammà. La grande truffa è aver carpito centinaia di migliaia di voti parlando di bicicletta e prefigurando una città sostenibile e poi non aver fatto un fico secco in questo senso per due anni e mezzo. Una cristallina frode elettorale: la Procura indaghi su questo, non sugli scontrini. Zero km di piste ciclabili, zero progetti, zero bike-sharing, zero bike lanes leggere benché queste ciclabili aiutino a ridurre la carreggiata, a stroncare la doppia fila e a rendere sicuri gli spostamenti. Il tutto con costi irrisori. A Via Portuense è stato fatto (non grazie a questa amministrazione), andate a vedere. Ma la logica avrebbe voluto, con una campagna elettorale giostrata tutta sulla bici, che questi esperimenti dopo due anni e mezzo fossero la norma in tutta la città. In poche parole c'era la possibilità di cambiare faccia all'intera città con interventi poco costosi e non lo si è fatto. Anzi, si controfirma l'intenzione scientifica di non migliorare la situazione degli ormai tanti ciclisti urbani mediante le scelte - mai smentite dal sindaco - di un assessore alla mobilità votato alla religione delle macchine. Imbarazzante.

7. IL RAPPORTO MALATO DEI CITTADINI CON LE AUTO
La città è semplicemente impraticabile per bambini, anziani, disabili, non vedenti, persone in carrozzella. Non c'è un angolo di Roma che non sia reso inagibile da auto in doppia fila, auto sui marciapiedi, auto sulle strisce pedonali, auto davanti agli scivoli, auto parcheggiate nelle fermate di Atac, auto in curva, auto nelle isole pedonali. 
Migliaia di piazze della città sono ancora oggi, manco fossimo nel 1962, trasformate in parking. Da Piazza in Piscinula a San Pietro in Vincoli. Nessuna inversione di tendenza, anzi le cose stanno peggiorando e il rapporto malato dei cittadini romani con le loro auto non è stato minimamente affrontato. 
E così l'attuale amministrazione ha tranquillamente proseguito le politiche folli e dannose di Alemanno. A volta anche ripristinandole o chinando il capo a sentenze del Tar cui si poteva immediatamente dare risposta: le strisce blu sono stornate quelle di Alemanno, gli orari delle Ztl idem e i cordoli delle corsie preferenziali smantellati da Alemanno non sono stati riposizionati: ma allora se la gente voleva il mantenimento delle stesse cervellotiche scelte del precedente sindaco, cosa lo ha mandato a fare a casa votandone un altro? Per ritrovarsi in situazioni ridicole come il tiramolla su Via Urbana pedonale, tanto per fare un esempio? 
Ovviamente nel frattempo si è continuato a morire come mosche, la gente ha avuto paura di un cambio di passo dell'amministrazione sulla totale impunità e anarchia delle strade, ma poi questa paura è rientrata e allora liberi tutti. I morti ammazzati per la velocità sono ripresi alla grande: Milano si copriva di autovelox abbattendo del 70% l'incidentalità? A Roma niente, il PDM - Partito daa Maghina non si può toccare. Gravissimo.

8. LE COSE FATTE A METÀ
Ovvero praticamente tutte. Via del Babuino bellissima, ma senza protezioni e dunque pieno di furgoni sul marciapiede; Malagrotta chiusa ma poi non si completa il porta a porta in città; pulizia delle strade togliendo le auto ma solo una volta al mese e solo perché c'è il giubileo; i Fori pedonali ma non del tutto; il Colosseo senza più camion bar ma piedi di abusivi, illegalità spaventosa e violentissima, centurioni e risciò. Prendete Via Labicana\Viale Manzoni, cui venne cambiato senso di marcia: "entro pochi mesi faremo il percorso ciclabile": bugia. Niente di fatto. La traiettoria che ogni giorno centinaia di ciclisti urbani fanno per andare a lavoro in centro è di fatto per loro illegale. Queste sono le bugie per cui un sindaco dovrebbe dimettersi, non le idiozie su cui fanno focus i giornali.
E cosa dire del decoro? Qui la cosa non è stata fatta neppure a metà, anzi si è tornati indietro. Con Alemanno, per lo meno, le scritte vandaliche sui muri si era preso a cancellarle rapidamente scoraggiando le migliaia di vandali che la città ospita impuniti. Niente: si è smantellato anche qui costringendo i cittadini a vivere in una specie di Harlem degli anni Ottanta. Senza quel fascino però...
E gli ambulanti? Anche qui nessuna visione, nessun progetto, nessuna narrazione. Le bancarelle sono diverse migliaia e sono un gigantesco problema a Roma. Che si fa? Si spostano in un mercato? Si permutano le licenze con una licenza taxi e chiudessero senza rompere? Si fanno scadere in nome della Bolkestein nel 2017 e poi si fa un bando? Ma come, sposti urtisti e camion bar dal Colosseo e dai Fori con clamore internazionale e poi non rifletti su cosa fare su tutti gli altri riducendo la cosa fatta ad un inutile spot? E poi lasci le cose a metà? Ci vorrebbe una visione e un progetto. Non c'è. Nulla. Arabo.

9. IL VECCHIO PD
La questione di questi giorni di Piazza Navona è emblematica. Abbiamo dovuto armare una mezza rivoluzione per convincere il Primo Municipio ad integrare con ben 8 pagine - di cui alcune dedicate proprio al concetto di qualità - un bando fatto malissimo e cucito apposta per favorire i soliti gruppi di bancarellari nella gara ad avere un banco alla Festa della Befana. Il sindaco se n'è accorto, ha convocato i responsabili e ha chiesto di correggere. Il bando faceva (e fa) talmente schifo che sono servite 8 pagine di correzioni. Ma è stato un caso. Se non se ne fosse accorto? Se era altrove? Se la cosa fosse sfuggita a noi e non fosse mai uscito l'articolo con cui denunciavamo la truffa? Il punto forse è che nei Municipi non ci devono stare i protagonisti del Vecchio Pd ma persone nuove e impermeabili alle pressioni delle lobby. Ma poi se qualcuno viene trovato con le mani nella marmellata, le teste dovrebbero cascare e invece pare che non sarà proprio più. Eppure non è assolutamente la prima volta che si procede in questa maniera ignobile e connivente. Possibile che oggi, a 10 mesi da Mafia Capitale, con un Assessore alla Legalità, con i riferimenti politici dei bancarellari ai domiciliari a Roma si scrivano ancora i soliti bandi per favorire i clan in questo modo? Significa proprio che nessuno teme il sindaco e la sua intenzione di cambiare. Significa che l'amministrazione va da una parte e i municipi (e di certo non solo il Primo) dall'altra. Significa non aver trasmesso diffusamente il germe del cambiamento.

10. CULTURA
Semplicemente umiliante. Mai il sindaco è apparso in empatia con quella che dovrebbe essere la primaria industria della città. Ci si è limitati alla retorica del mecenatismo e della "tutela" dei beni culturali soprattutto archeologici. Giusto, per carità, ma una città è tale solo se si sviluppa e guarda al domani. Una città che di fatto chiude il Macro, il Museo Bilotti, la Pelanda e il Palazzo delle Esposizioni - ovvero i luoghi di dibattito contemporaneo sulla creatività - è una città che punta all'olocausto culturale. Allucinante.

104 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

Si, tutto vero, ma io gli darei un'altra possibilita', se non altro per le cose ricordate nelle prime righe dell'articolo.
Sono di destra ma il solo pensiero che Gianni Alemanno, colui che ha veramente rovinato Roma, possa dire: avete visto lui e' stato dimissionato mentre io no, mi fa letteralmente impazzire dalla rabbia.

Anonimo ha detto...

Ma quale possibilità , Marino sta facendo i ritocchi su un quadro tagliato in due, in una città strapiena di delinquenti e di poche persone oneste ci vuole uno col martello (senza falce) Uno con le palle che alza la voce ed incomincia a licenziare per davvero, a distruggere le lobby a tutti i livelli. E NON C'E' BISOGNO DI SOLDI come dice Marino ma basta usare il personale esistente per fare tutto.
Che cazzo centrano i soldi con un ascensore spento che impedisce un disabile di uscire dalla fermata della metro?? che bisogna assumere uno che spinge il bottone? quello già c'è, basta lasciare acceso l'ascensore e mettere ste benedette telecamere.
Marino svegliati!!!!!!! stai a tampona il sangue che esce e non vedi che c'è un arto staccato!!!!! Svegliati o lascia a qualcun altro più capace di te il posto da Sindaco!! fallo per il bene di Roma visto che ci tieni tanto. e non parlare di SOLDI che ne diamo già abbastanza.
p.s. PD BRUCIA con tutti i tuoi iscritti!!!!

Anonimo ha detto...

Non credo che rifacendo una campagna elettorale le cose cambino ed anzi, potrebbero addirittura peggiorare. Marino è il sindaco di Roma. Punto. Si dia da fare.
Qualche speranza c'è. Sempre meno, ma diamogli una possibilità.
Perfettamente d'accordo su tutti i punti elencati, molti dei quali non sono colpe imputabili a Marino però.
Occorre intaccare la massa di raccomandati fancazzisti dalle amministrazioni, un'impresa ciclopica.
Ciao

Anonimo ha detto...

I problemi di Roma rimangono, nei decenni, gli stessi. identici. Questo dovrebbe far capire a chi ha un minimo di onesto intelletto che non è il sindaco o una giunta che in questa città sono in grado di cambiare nulla. Ci sono sindaci che quando capiscono questo si imbarazzano e si intestardiscono e vanno alla guerra, anche goffamente come nel caso di Marino, altri che se ne fregano e tirano a campare, tipo Alemanno ma non solo.

Anonimo ha detto...

Tu puoi dare tutte le possibilitá che vuoi; attraverso il voto....come "minacciato" dal sindaco nel 2023. Marino, a mio modo di vedere, non ha la tempra per fare il sindaco di una cittá come Roma. Lui ha promesso un cambiamento radicale della cittá, ma è stato tanto rumore per nulla.

Anonimo ha detto...

Ma ce lo mettete che tutti si mettono di traverso? Marino mi sembra don Chisciotte contro i mulini a vento. E i 'cittadini' cosa fanno? Proteste, blog, ingiurie ... mi sanno tanto di 'orchestrato'. Il PD con il pagliaccio Renzi lo scarica. Già ... se cerchiamo il consenso Marino non fa per noi, avranno concluso, meglio lasciare i romani nella cacca che sostenerlo.
Tanto alla fine 'magnamo' pure con una giunta di destra. Anzi ... meglio!

Anonimo ha detto...

Vi prego, non mettetevi anche voi a buttare fango su Marino. É l'unico fuori dal sistema mafioso e non vedo alternative valide dopo la sua dimissione se non i soliti avvoltoi.

Anonimo ha detto...

Giusti questi 10 punti, ma il fatto che ormai vi siate talmente abituati alle ruberie dei politici da classificare come "cretinata" il peculato è veramente triste.
In altri paesi per queste cose si va in galera, in Italia sono cretinate.

Anonimo ha detto...

Marino non vede e non è capace di fare le cose di cui roma ha bisogno e indicate nei tanti articoli comparsi su questo blog.
Marino si deve dimettere e bisogna andare subito alle elezioni con la speranza che gente giovane e totalmente nuova, tipo movimento 5 stelle, che a roma non ha mai governato,vinca e abbia la maggioranza in tutti i municipi così da far sparire il marcio di destra e di sinistra che ci ha portato negli ultimi 20 anni a questa situazione.

Anonimo ha detto...

Non ci son riusciti i barbari aleDanni, i tanti sodali in crisi di astinenza di Carminati e la virginea Stampa Boffiana,
ma.....

tatata!

Due testimonianze che lo obbligheranno alle dimissioni!

..." mi ricordo benissimo, era il 29 febbraio del 1963, sceso dalla panda rossa, furtivamente esplorò le coclee nasali e ne estrasse muco solidificato ("caccole", appuntà!) e, orrore, lo gettò in terra!!! e vicino era il cassonetto dell'umido, pagato co' e nostre taaaaasse!!"


..." ne sono certissimo, era il 31 novembre del 1949, era con la moglie che ricordo bene in quanto tutti sibilavano che sarebbe diventato sindaco. Ci trovavamo noi tre nell'ascensore di Pittsburg e improvvisamente emise un silenzioso ma devastante peto ("scorreggia", Marescià!)che mi fece ricorrere alle cure mediche e fui costretto a chiedere l'esenzione dal ticket, sà noi cittadini onesti..."


In Fede,
un Parente minacciato
(me ce vole guasi n'ora de dura scrivania pè pagamme quer vino...)

Anonimo ha detto...

Non so che dire, siamo in Italia non so se cambiando sindaco possa cambiare qualcosa. Qui il problema é più grande si parla di istituzioni che fino allo scorso anno negavano la mafia di interesi enormi su discariche commercio traffico. Diiciamo che molti gli remano contro. A me interessa solo che le cose cambino ma radicalmente se ciò avviene anche senza Marino benvenga questo nuovo sindaco.

Anonimo ha detto...

Leggo sui giornali 'Il PD scarica Marino'.

La mia inpressione è che Renzi voglia scaricare la rogna Roma, andare alle elezione e lasciare la gatta da pelare di una città ormai ingovernabile al movimento 5 stelle, che probabilmente vincerebbe la tornata elettorale.
Una città come la nostra lasciata in mano ad un gruppo dirigente di neofiti improvvisati sprofonderebbe ancora più in basso (se possibile) a tutto vantaggio di immagine per Renzi ed il PD .... gli unici a prendersela in quel posto saremmo, come al solito, noi romani.

Spero, questa volta come non mai, di aver preso una cantonata.

Anonimo ha detto...

Marino si dimette, ora finalmente vedremo all'opera i maghi 5 Stelle, Marchini e Roma fa Schifo. tutta gente che risolve i problemi di Roma in 6 mesi. auguri.

Anonimo ha detto...

PERCHÉ IL SINDACO MARINO È SOTTO ATTACCO E PERCHÉ BISOGNA ASSOLUTAMENTE DIFENDERLO

Il sindaco di Roma, Ignazio Marino
Perché sparano tutti contro il sindaco di Roma? Come mai da qualche mese a questa parte lo sport preferito di intere bande di editorialisti

e twittaroli è prendere a pallate incatenate Ignazio Marino? Come mai a queste masse agitate ha fornito una

sponda, assestando lui stesso fendenti micidiali, persino il “misericordioso” papa Francesco? Se provi a chiedere a

qualcuno dei vessatori quotidiani di Marino, siano essi editorialisti o gestori di potenti siti internet, ti rispondono che la colpa è

del sindaco, che non sa comunicare. Il che è abbastanza prevedibile: ogni aggressore giustifica le proprie azioni accusando la vittima:

è lei che le botte “se le va a cercare”. Oppure indicano un cassonetto pieno o un autobus in ritardo e dicono: “Vedi? Marino se ne deve

andare”.
In realtà i motivi dell’aggressione quotidiana contro Marino sono altri. Il motivo principale, quello che muove le grandi masse urlanti, è

che picchiare Marino è facile. Marino è un “soft target”, uno che si può massacrare tranquillamente. Marino è la cuccagna

dei vigliacchi da scrivania: lo possono sbertucciare sui giornali senza paura, perché nessuno telefonerà il giorno dopo per minacciare il

loro editore. Anzi: saranno in molti a brandire i loro editoriali come scimitarre per chiedere la rimozione del sindaco. E i cittadini di

Twitter, che dei giornali leggono solo i titoli si uniscono volentieri al pestaggio, così, perché lo fanno tutti.

Il secondo motivo per cui Marino si può picchiare è che si è fatto molti nemici. E ai vigliacchi piace far parte del branco, specie se del

branco fanno parte personaggi non particolarmente belli a vedersi. Chi detesta Marino è per esempio l’ex sindaco Gianni

Alemanno
, quello che gli ha lasciato in eredità una città sull’orlo del collasso, quello che rimpinzò l’Atac, l’azienda comunale

dei trasporti, di parenti e amici, portandola quasi alla bancarotta. Fra chi vorrebbe cacciare Marino ci sono poi i

Casamonica
, quelli del funerale coatto che ha sputtanato la città davanti al mondo, per colpa di gravi omissioni da parte delle

forze dell’ordine, che sapevano e non fecero nulla. Le forze dell’ordine, sia detto per inciso, fanno capo al prefetto Franco

Gabrielli
, è lui il responsabile del disastro dei Casamonica, come ha del resto ammesso lui stesso. Ma Gabrielli non si tocca: lui

i protettori ce li ha.

A proposito di “mondo di mezzo”, Marino è certamente visto come il fumo negli occhi dai mafiosi di Mafia Capitale. Da

quando c’è lui, per i criminali gli affari vanno a rotoli. Non riescono più a piazzare nessuno dei loro in Campidoglio, non riescono a

condizionare gli appalti, hanno grosse difficoltà ad entrare nelle stanze dei dirigenti comunali, come facevano un tempo, e a far capire chi

è che comanda. Insomma: non comandano più e quelli sono personaggi con i quali è meglio non scherzare. Infatti a Marino, che aveva

cominciato a fare il sindaco girando in bicicletta, da molti mesi è stata assegnata dal Ministero dell’Interno una scorta.
Fra gli altri nemici di Marino ci sono alcune fra le famiglie più potenti di Roma, come la famiglia Tredicine, quella che

gestisce gli orribili camion bar che Marino ha fatto sgomberare dal Colosseo

L’elenco dei nemici di Marino potrebbe continuare a lungo: ci sono le potenti famiglie di Ostia che avevano cementificato

abusivamente il lungomare e che si sono trovate una mattina le ruspe mandate da Marino a restituire la spiaggia ai romani.

LEGGETE IL RESTO QUI...

Anonimo ha detto...

E poi questa storia degli scontrini puzza ... ma come, uno pubblica di sua iniziativa un documento che permette di incriminarlo per peculato?

Anonimo ha detto...

Condivisibile in toto. Si potrebbe cambiare in meglio con spese irrisorie. Ma poi, ad esempio, queste cavolo di ferrovie regionali perché CATSO sono così abbandonate a loro stesse?! A Milano hanno un nome: Linee S e la gente le usa come fossero metro, qui su 100 persone le conoscono in 5! Perché non si punta sull'immagine del TPL per scoraggiare l'uso della macchina?

Costi irrisori, ripetiamolo.. irrisori

Anonimo ha detto...

poveri illusi quelli che credono che con il cambio del sindaco si aggiustano tutti i problemi.
C'è un intera macchina amministrativa fatta da centinaia di migliaia di persone che andrebbe cambiata, gente che in questi anni ha sabotato, ha messo i bastoni tra le ruote, ha impedito il cambiamento. cambi il sindaco e tutta questa feccia che fine fa???

Anonimo ha detto...

Bella notizia, probabili dimissioni di Marino per oggi.
Esultiamo. M5stelle avanti tutta, comprate ettolitri di varecchina che si ripulisce Roma dalla Merda!!!!

Anonimo ha detto...

E' vero che si cambia il sindaco ma le centinaia di migliaia di romani restano e continuano ad agire in maniera sbagliata ,ma è il sindaco che con la sua autorità,decisioni ,coerenza ,azioni etc deve cambiare le abitudini delle centinaia di migliaia di romani ; se non ne è capace deve dimettersi e lasciare il posto ad un altro.
Marino in due anni come sindaco ha dimostrato di non essere all'altezza di provocare il tanto atteso cambiamento anche e soprattutto nelle piccole quotiniane cose come richiesto da tutti i cittadini e pertanto deve lasciare.

Anonimo ha detto...

-3
-2
-1
......

Anonimo ha detto...

VOI CHE ESULTATE ABBIATE TIMORE DI QUELLO CHE VRRA' DOPO MARINO! ...

POVERI.

Francis Drake ha detto...

Sindaco un po' troppo narcisista e debole, per i miei gusti.
Troppa carota per invogliare possibili investitori stranieri e poco bastone per gli incivili che continuano indisturbati a vituperare la città.
Il degrado e la viabilità dovevano essere le prime questioni da affrontare e risolvere, magari portando in Tribunale i libri dell'ATAC e forse dell'Ama il giorno stesso del suo insediamento e dando campo libero all'ingresso di privati (da bastonare a dovere in caso di inefficienza).
Altro che viaggi per reperire investitori esteri... Piuttosto ore e ore sulla strada a verificare (senza preavviso alcuno) l'operato di vigili urbani, spazzini, conducenti di mezzi pubblici e soprattutto di cittadini indisciplinati e maleducati.
Come minchia si fa a non rendersi conto che questa città è una misera caricatura del far west ? Qualcuno dovrà rispondere del fatto che i marciapiedi di tante zone centrali e semicentrali della città sono invasi perennemente da macchine ? Qualcuno dovrà rispondere del fatto che lo stesso lerciume giace su alcune strade della città senza essere rimosso per settimane ? Qualcuno può spiegare perché non sono state realizzate a costi irrisori ciclabili leggere per invogliare più persone ad utilizzare le due ruote (anche a pedalata assistita, per i più pigri) ? Qualcuno dovrà rispondere del fatto che le cose iniziate e non finite producono un danno enorme all'erario ?
Ribadisco, pertanto, il mio consueto punto di vista: un buon periodo di regime del terrore per combattere il degrado, la cialtroneria, l'attuale inefficienza delle municipalizzate e l'inciviltà, e poi campo libero ad una nuova rinascita di Roma. Datece un Rudolph Giuliani, per pietà !

Anonimo ha detto...


Fra poche ore forse la macchina del fango organizzata contro Marino dai veri delinquenti l’avrà vinta. Troppo pressante la crisi d'astinenza da saccheggius interrumptus in ATAC-AMA e tutto il resto dopo averle provate tutte: pande rosse, ferie di ben 15gg ad agosto, adesso gli scontrini del bar...una misero linciaggio della macchina del fango ben chiara per chi ha ancora il cervello funzionante ma che non scalfisce i FATTI di Marino, finalmente qualcosa di positivo e PULITO per la nostra Roma : prima di tutto interrotta la criminale spartizione di risorse pubbliche (reale motivo del linciaggio), poi in ordine : 1) ChiusuraMalagrotta 2) Coinvolgimento guardia finanza 3) primo comune italiano ad approvare Bilancio previsione 4) nuove regole appalti in coordinam. Autorità anticorruzione 5) Cacciati dirigenti AMA : Condannati dalla magistratura per parentopoli- 6) Nuovo capo vigili e turnazione dirigenti comunali 7) Bilancio Teatro Opera attivo - 8) 21stazioni metro C dopo anni paralisi e rialzi costi - 9) Varato nuovo PTGU e finanz spettacolare itinerario bici GRAB 10) Cancellate 160 proposte devastazione nel superstite agro romano 11)Prima vera operaz. pulizia patrimonio comune 12) Spinta importante differenziata che si porta a percentuali di città civili (oltre il 40%) 13) Pedonalizzaz Fori e p.za Spagna 14) Via bancarelle p.za Navona 15) Via camion Bar Colosseo e Fori 16) Dimezzati Cartelloni vergogna di AleDanno unica al mondo; tra trappole e furbetti varato cmq piano di riduzione e riordino 17) ripristinata legalità arenili demaniali; demoliti orrori alla spiaggia comunale di CastelPorziano 18) ATAC nessun caso di personale che dalle aree operative è andato dietro una scrivania. Il personale inidoneo temporaneo è calato del 77%” Nessun parente o cubista dirigente, né megatruffe di biglietterie parallele- 19) 743 abusivi cacciati dagli alloggi popolari comunali 20) Per la prima volta dopo anni i conti del Campidoglio migliorano: l'agenzia di rating Fitch comunica che la città di Roma ha migliorato l'outlook sul debito da negativo a stabile grazie anche al "basso indebitamento diretto".
Per chi volesse respirare aria pulita e usare ancora il proprio cervello al riparo da schizzi di fango …ecco un’ ottima lettura, finalmente “diversa”:
, http://www.francescoluna.com/?p=255
http://www.facemagazine.it/chi-ha-paura-di-ignazio-marino-ecco-le-vere-ragioni-di-un-linciaggio-senza-precedenti/#

Anonimo ha detto...

l'autore di questo articolo è un ignorante almeno per quanto riguarda il punto su'atac. Quello che ha mandato in deficit l'atac sono i privilegi della classe dirigente e dei dipendenti non viaggianti che occupa più della metà dei posti di lavoro di una'azienda di trasporti (evidwntemente messi li per regalare posti di lavoro ad amici e parenti) questi sono stati messi li da alemanno e riconfermati in toto da marino. sull'evasione dei bigliettai il caro compare di marino Improta aveva sul tavolo un progetto completo per la recipero della figura del bigliettaio/controllore che avrebbe dato posti di lavoro utili in quanto avrebbero aumentato gli incassi, progettto adottato dalle migliori capitali europee ma liquidato dalla giunta marino come "vecchio". in ultimo ma non importante i macchinisti privolegiati è una bufala messa sui giornali da marino e company per gestire una trattativa sindacale imminente con maggior potere contrattuale. se questa estate ed ance oggi ci sono disservizi dipende solo e soltanto dal fatro che le vetture non vemgono riparate i macchinisti sono presenti al lavoro ma non viaggiano perchè le vetture sono rotte. IL VERO OBIETTIVO DI MARINO E LA SFUA CHICCA È DI SVENDERE L'ATAV AI PRIVATI. caro giornalista invece di girare le veline fai qualche intervista ai dipendenti atac

Anonimo ha detto...

se uno e' cosi scemo da spendere soldi pubblici nel 2015 con tutta la trasparenza che c'e'...beh...non merita di stare li.

Anonimo ha detto...

Rudolph Giuliani?? A noi ce toccano Dibba e la Meloni. Si salvi chi può!!

Anonimo ha detto...



Marino ha fatto carte false, va a mangiare aragoste sulle spalle dei romani e tu lo difendi ? Ma allora hai ragione quando dici che i romani sono peggio di lui !!!


Cio' che ha fatto Marino e' un preciso reato, si chiama peculato, viste le smentite della comunità Sant'Egidio ci sono ottime probabilita' che il tuo sindaco Marino venga condannato per per peculato.

Chi ancora difende Marino vul dire che e' come lui e cioe' uno che mente sapendo di mentire e che vive alle spalle dei cittadini.

Ma tranquilli che il gestore di questo blog (ricordiamolo: fu candidato con Rutelli al I municipio) continuera' a sostenere il prossimo candidato del PD ovvero del peggiore partito attualmente in circolazione, il partito che piu' di ongi altro ha distrutto Roma.


Andrea Rossi

Anonimo ha detto...



La prova di quanto questa città sia una fogna la danno alcuni commentatori che difendono l'indifendibile, qui non si tratta di "scontrini" se le accuse a Marino verranno dimostrate siamo in presenza di un reato penale che si chiama peculato (una sorta di furto), chi lo difende è piu' che evidente che è peggio di Marino.

Ricordo che questa città e' mal governata da sempre e che negli ultimi 40 anni il PD (con i suoi antenati) ha governato la "bellezza" di 29 anni, se Roma fa schifo è perchè continua a votare un partito del genere ed a difendere un sindaco non solo incapace ma anche bugiardo e furbo.

Finchè ci sarà gente cosi' questa citta' non migliorera' mai.

Ricordo che gli stessi tifosi del PD quando Berlusconi evoco' il complotto contro di lui loro lo deridevano, ora invece che il loro sindachetto è stato preso con le mani nella marmellata evocano il complotto, l' unico complotto e' quello contro i romani onesti messo in atto da Marino e dai suoi militanti tifosi del PD.

Andrea Rossi

Anonimo ha detto...

GLU GLU GLU GLU bevete tutto, scontrini da 20 euro, panda rossa, poi abbiamo Malagrotta che doveva essere chiusa da anni e invece ha fruttato miliardi di euro alla combriccola e all'AMA, l'ATAC che stampava biglietti falsi per creare fondi neri, il vecchio prefetto che affermava che a Roma non c'era la Mafia e poi fanno dimettere Marino.
Ha proposito ieri sera davano in Tv Romanzo Criminale...

Francis Drake ha detto...

Non confondiamo, per favore, gli ottimi risultati raggiunti dalla magistratura inquirente con il nulla o quasi nulla prodotto da codesta amministrazione. Molte scelte sono state sicuramente compiute con onestà e buona fede, ma quello che fa fede, dopo due anni e mezzo di gestione, sono i risultati non i propositi.
La città è più sporca di prima, mezzi pubblici da brivido, ciclabili zero, degrado crescente del semicentro e della periferia, parcheggi interrati zero, presidio del territorio (salvo rare eccezioni) diminuito, cura delle aree verdi inesistente, senso di insicurezza per le strade crescente, buche e voragini non ne parliamo, etc...
De che vogliamo parlà ?

Anonimo ha detto...

Togliete il capolinea della metro a Battistini. Non ne possiamo più!!! Qui c'è sempre casino dalla mattina presto fino a quando chiude la metro la sera. Doveva essere un capolinea momentaneo. Non c'è un parcheggio di scambio, queste cose succedono solo a Roma.

ste ha detto...

Marino non si vuole dimettere! Sindaco resisiti sei tutti noi!!!!! :D

Anonimo ha detto...

Se dovesse cambiare tutto e Roma dovesse tornare lo splendore di 30 anni fa mi dispiacerebbe per le zecche che adesso tifano Marino perché a beneficiarne sarebbero anche loro. BESTIE!!

Anonimo ha detto...

Marino è un inadatto a ricoprire quel ruolo, però si è trovato a governare una città di gente senza educazione (direi animali)...
Ci vorrebbe uno alla Scheuble...

Anonimo ha detto...

Ho capito che il destino di Marino era segnato il giorno che gli ebrei (urtisti) hanno occupato Piazza del Campidoglio.

Fabrizio ha detto...

Scusate ma per questi 10 punti si sarebbero dovuti dimettere TUTTI a sindaci di Roma, ad eccezione di Rutelli forse. La rabbia e l'accanimento che i media hanno avuto contro Marino doveva essere un segnale di quanto questo sindaco andasse invece difeso, perchè ha dimostrato, da subito, di non avere nè padroni nè padrini, e i vantaggi enormi che questa città stà avendo sul versate "legalità" valgono dieci volte più delle piste ciclabili promesse e non mantenute. Anche questo articolo, alla fine, si unisce al carro.

Anonimo ha detto...

MARINO RESISTI!!

Grazie per aver provato a rendere degna questa città , affollata da banditi, criminali, abusivi grandi e piccoli, strapotere del clero, miserabili furbetti , schiere di ignavi e vigliacchetti.

NON MERITA DI FREGIARSI ANCORA DEL NOME DI ROMA.

Ignazio, mi mancherà la tua faccia di persona pulita.

Anonimo ha detto...

A fabrizio te possino!!!!

"Ho pagato tutti, da Rutelli a Renzi, ma con fattura" - Salvatore Buzzi

http://www.huffingtonpost.it/2015/06/09/buzzi-pagato-renzi-rutelli_n_7544290.html

Anonimo ha detto...

Roma fa schifo perche' c'e' ancora gente che difende l' infifendibile ovvero Marino.

CIO' CHE HA FATTO MARINO POTREBBE ESSERE UN REATO PENALE SI CHIAMA PECULATO, CHI LO DIFENDE LO SA ?

INOLTRE HA MENTITO PIU' VOLTE AI ROMANI, CHE GENTE E' CHI LO DIFENDE ?

MA DA I MILITANTI DI UN PARTITO CHE HA DECINE DI POLITICI TRA INDAGATI ED ARRESTATI COSA C'ERA DA ASPETTARSI?

Andrea Rossi

Anonimo ha detto...

Marino deve essere una persona buona, molto analitica (troppo) un po birbone però perdonabile. Ma c'ha fatto veni 2 palle grosse come er colosseo!!!

Anonimo ha detto...

...pande rosse, 15 gg di ferie ad agosto, scontrini al bar,
lo scandalo era troppo grosso,
ce l'abbiamo fatta e
dopo aver brindato alla Magliana

per prima cosa rimettiamo
gli urtisti al Colosseo,
i Tredicine ai Fori
i mafiosi vari sugli arenili di Ostia
i parenti di 3° grado all'ATAC...

Ahoo e sinnò a che è servito 'sto linciaggio?

Anonimo ha detto...



La campagna elettorale di Marino e' stata finanziata con 30000 euro da Salvatore Buzzi ora agli arresti per MAFIA, solo questa cosa avrebbe dovuto far dimettere Marino.

RIPETO CHI LO DIFENDE NONOSTANTE LE EVIDENZE E' MOLTO PEGGIO DI LUI ED E' PER QUESTA GENTE CHE ROMA FA SCHIFO.

Andrea Rossi

Anonimo ha detto...

Andrea Rossi fai bene a difendere la destra romana che ricordiamolo va da alemanno e arriva fino a Carminati.

Adesso senza marino vedrete che sarà automaticamente natale tutto l'anno e festa tutto il giorno.

AUGURONI

Anonimo ha detto...

Mi fa specie che proprio romafaschifo, che ha fatto dell'attacco alla mentalità dei romani sul "va beh che ce frega" sul pressapochismo sul va tutto bene, sul parcheggio un attimo in seconda fila, il proprio cavallo di battaglia, ora parla di poche centinaia di euro per cene con la moglie per Santo Stefano, considerandole di poco conto......
Anche voi romafaschifo fateschifo peggio di chi criticate perchè non siete onesti con chi vi legge......

Anonimo ha detto...

Come dare torto ad Andrea per il commento delle 4.37 pm.?
Marino è rimasto solo perchè Renzi l'ha protetto altrimenti sarebbe andato a casa già da molto tempo.
Ora c'è il sostituto per andare avanti e quindi Marino deve andare via, finalmente!
Mi dispiace tanto per questo blog che dopo tante leccate degli ultimi tempi rimarrà a bocca asciutta, avete provato a costruirvi una carriera comunale vi è andata male accettate lo con sportività.
Marino l'amico dei blogger, neanche se questi fossero stati eletti dai cittadini quali portavoce dei romani.

Anonimo ha detto...

Ho sempre detto che Marino doveva dimettersi perchè a capo di una giunta inquinata da mafiacapitale .

Ma le 4 cene di marino sono nulla di fronte ai contributi previdenziali presi con l'aspettativa da parculo di renzi , li parliamo di 200mila euro di soldi pubblici .

E ora i renziani si dimettono per 4 spiccioli di marino ?
Esposito e la sua banda erano li con il mandato di far saltare il tavolo , si è presentata un occasione e l'hanno colta al volo .

Gli appalti di roma devono andare agli amici , e forse ,ultimamente , in troppi avevano qualche piccola difficolta in piu a farlo.

Anonimo ha detto...

I MAFIOSI DI ROMA HANNO VINTO.

AUGURI E BUON APPETITO, SÌ SONO GIÀ MESSI I BAVAGLIOLI SIA POLITICI CHE GIORNALISTI

Anonimo ha detto...

PERCHÉ IL SINDACO MARINO È SOTTO ATTACCO E PERCHÉ BISOGNA ASSOLUTAMENTE DIFENDERLO

Il sindaco di Roma, Ignazio Marino
Perché sparano tutti contro il sindaco di Roma? Come mai da qualche mese a questa parte lo sport preferito di intere bande di editorialisti e twittaroli è prendere a pallate incatenate Ignazio Marino? Come mai a queste masse agitate ha fornito una sponda, assestando lui stesso fendenti micidiali, persino il “misericordioso” papa Francesco? Se provi a chiedere a qualcuno dei vessatori quotidiani di Marino, siano essi editorialisti o gestori di potenti siti internet, ti rispondono che la colpa è del sindaco, che non sa comunicare. Il che è abbastanza prevedibile: ogni aggressore giustifica le proprie azioni accusando la vittima: è lei che le botte “se le va a cercare”. Oppure indicano un cassonetto pieno o un autobus in ritardo e dicono: “Vedi? Marino se ne deve andare”.
In realtà i motivi dell’aggressione quotidiana contro Marino sono altri. Il motivo principale, quello che muove le grandi masse urlanti, è che picchiare Marino è facile. Marino è un “soft target”, uno che si può massacrare tranquillamente. Marino è la cuccagna dei vigliacchi da scrivania: lo possono sbertucciare sui giornali senza paura, perché nessuno telefonerà il giorno dopo per minacciare il loro editore. Anzi: saranno in molti a brandire i loro editoriali come scimitarre per chiedere la rimozione del sindaco. E i cittadini di Twitter, che dei giornali leggono solo i titoli si uniscono volentieri al pestaggio, così, perché lo fanno tutti.

Il secondo motivo per cui Marino si può picchiare è che si è fatto molti nemici. E ai vigliacchi piace far parte del branco, specie se del branco fanno parte personaggi non particolarmente belli a vedersi. Chi detesta Marino è per esempio l’ex sindaco Gianni Alemanno, quello che gli ha lasciato in eredità una città sull’orlo del collasso, quello che rimpinzò l’Atac, l’azienda comunale dei trasporti, di parenti e amici, portandola quasi alla bancarotta. Fra chi vorrebbe cacciare Marino ci sono poi i Casamonica, quelli del funerale coatto che ha sputtanato la città davanti al mondo, per colpa di gravi omissioni da parte delle forze dell’ordine, che sapevano e non fecero nulla. Le forze dell’ordine, sia detto per inciso, fanno capo al prefetto Franco Gabrielli, è lui il responsabile del disastro dei Casamonica, come ha del resto ammesso lui stesso. Ma Gabrielli non si tocca: lui i protettori ce li ha.

A proposito di “mondo di mezzo”, Marino è certamente visto come il fumo negli occhi dai mafiosi di Mafia Capitale. Da quando c’è lui, per i criminali gli affari vanno a rotoli. Non riescono più a piazzare nessuno dei loro in Campidoglio, non riescono a condizionare gli appalti, hanno grosse difficoltà ad entrare nelle stanze dei dirigenti comunali, come facevano un tempo, e a far capire chi è che comanda. Insomma: non comandano più e quelli sono personaggi con i quali è meglio non scherzare. Infatti a Marino, che aveva cominciato a fare il sindaco girando in bicicletta, da molti mesi è stata assegnata dal Ministero dell’Interno una scorta.
Fra gli altri nemici di Marino ci sono alcune fra le famiglie più potenti di Roma, come la famiglia Tredicine, quella che gestisce gli orribili camion bar che Marino ha fatto sgomberare dal Colosseo

L’elenco dei nemici di Marino potrebbe continuare a lungo: ci sono le potenti famiglie di Ostia che avevano cementificato abusivamente il lungomare e che si sono trovate una mattina le ruspe mandate da Marino a restituire la spiaggia ai romani. O coloro che lucravano sulla discarica di Malagrotta, un orribile monumento all’inquinamento e al degrado, che Marino, dopo anni di sindaci indecisi, ha chiuso, raddoppiando allo stesso tempo la raccolta differenziata.

LEGGETE IL RESTO QUI...

Anonimo ha detto...

Quelle raffinate personcine che adesso tirano le monetine dovrebbero essere le stesse che "festeggiavano" AleDanno nel 2008. Avranno avuto un permesso dall'ATAC ?

Anonimo ha detto...

Ignazio Marino, il dubbio sulle dimissioni: si dimettono tutti i renziani. Ora che succede?

Ignazio Marino a un passo dalle dimissioni da sindaco di Roma? Possibile. Anzi, probabile. Ora è accerchiato: si vocifera di un annuncio a breve. Il primo cittadino è accerchiato: fioccano le dimissioni. Hanno lasciato Stefano Esposito, assessore alla Mobilità da pochi mesi; il vicesindaco nonché assessore al Bilancio, Marco Causi; l'assessore alla scuola, Marco Rossi Doria; l'assessora al turismo Luigina Di Liegro. L'atto finale? Probabile, come detto. Eppure non si può fare a meno di notare come come i nomi di chi ha abbandonato Marino siano di strettissimo rito renziano: Esposito, una sorta di "commissario" ai Trasporti e da sempre vicino all'uomo da Rignano sull'Arno; il vicesindaco, altrettanto renziano, così come nello scacchiere del Pd capitolino renziano è Doria.

Calcoli - Tutto torna, poiché il premier avrebbe voluto il passo indietro del sindaco già tempo fa, salvo poi aver cambiato strategia tentando di prendere tempo per evitare una sconfitta sicura alle elezioni. Ma ora - che tra scontrini, smentite papali e mille altri guai - la situazione è profondamente cambiata, anche per Renzi l'unica soluzione sono le dimissioni. Resta perà un dubbio: sicuri che si dimetta? Possibile, probabile. Eppure, ad ora, Marino si è "liberato" di tutti gli uomini più scomodi, dei renziani: i fedelissimi sono ancora con lui, uniti e compatti, a combattere la più improbabile delle battaglie.

Sfiducia? - Certo, l'asse tra Pd e Sel, l'asse tra coloro che potrebbero sfiduciare Marino in Campidoglio, potrebbe costringere il sindaco chirurgo alla resa. Marino è sostanzialmente accerchiato, asserragliato in Campidoglio: da una parte la sua giunta che abbandona la nave che affonda, dall'altra la maggioranza in Consiglio comunale sempre più intenzionata a sfiduciarlo in aula anche se il sindaco volesse rimanere incollato alla poltrona. E sul fatto che Marino potrebbe non dimettersi spontaneamente, arriva una conferma da Sky Tg 24, che citando una fonte "molto vicina al sindaco" spiega che l'ipotesi della sfiducia, ad ora, rimane quella più quotata.

Anonimo ha detto...

Concordo pienamente.
Stefano

Anonimo ha detto...

In realta si dovrebbe dimettere:
-Tutta la dirigenza ama
-la dirigenza atac
-i vigili urbani in blocco
- la comunità di sant'egidio
- la 21 luglio
-la soprintendenza
- tutti gli uffici tecnici
- l'ente del turismo
-aggiungete voi...

Anonimo ha detto...

S'E' DIMESSOOOOOOOOOOO....DAJEEEEEEEE...

Anonimo ha detto...

VEDRETE CHE ADESSO LA FOGNA USCIRA' DAI TOMBINI E SOMMERGERA' TUTTO...

POVERI ROMANI, SI FESTEGGIA SULLE ROVINE DI ROMA.
FANNO BANCHETTO OSANNANDO I BARBARI CHE L'HANNO DISTRUTTA.

Anonimo ha detto...

ora devi stare molto attento tu che prenderai il suo posto!!!!!! Mo so cazzi.....

Shmooze ha detto...

Concordo con questo articolo, ci sarebbe anche altro da dire, soprattutto perchè le mafie che ha combattutto ritornerano come nei decenni passati. In questi due anni e mezzo ha fatto cose incredibili contro Mafiacapitale, allo stesso tempo ha fallito nella gestione della città. Il vero problema è che la città non ha prospettive, perchè se l'alternativa ai ladroni pd e pdl è il movimento 5 stelle siamo messi bene.

Romamia ha detto...

Esulterò per le dimissioni di Marino solo se le prossime elezioni saranno vinte dal M5S, che rappresenta l'unico vero e profondo cambiamento. Un sacrificio quello di Marino, mi auguro, non vano. Altrimenti molto meglio lui che la mondezza che lo ha preceduto. Solita teoria del meno peggio

Anonimo ha detto...

Finalmente si è dimesso!

Anonimo ha detto...

ancora co sta storia di mafia capitale........l'indagine di mafia capitale è cominciata MOLTO tempo prima che si insediasse marina.
il caro sindaco ci si è trovato per caso in mezzo e ne ha saputo approfittare per ritagliarsi l'immagine di ONESTO contro tutti.......ricordate le sue prime parole: donerò il mio primo stipendio alla coperativa 29 giugno!!!! Ma di che cosa stiamo parlando è un incapace e deve andare a casa, come del resto è già successo in America, anche li doppie fatturazioni ed il rettore dell'università lo cacciò con ignominia. Ah è vero anche li ha contribuito all'arresto di Al Capone.......

Anonimo ha detto...

Ricordiamoci tra qualche anno, che Marino si è dimesso per qualche scontrino e una panda rossa. Lo schifo di atac, ama, il traffico, le prostitute, l'immigrazione incontrollata, i vigili, la prostituzione, la mafia, la delinquenza c'erano anche prima o sbaglio?
Io al massimo posso difendere l'uomo non il partito che ha candidato De Luca in campania indagato per reati ben più gravi!

Anonimo ha detto...

Che bello domani aprirò la finestra e come d'incanto tutto sarà più bello, pulito, trasparente, tutti onesti, col lavoro, e i cittadini che si muovono con le biciclette.
Certo vedrete che sarà così, si candida "Fata Turchina"!

Anonimo ha detto...

NO NO marino non si è dimesso perchè è un incapace ma perchè c'è un comblottooo!!! Cari sostenitori dell'indifendibile mi pare di ricordare un attacco molto più violento da parte della stampa e dello stesso pd al caro silvio anche per motivi non strettamente politici. Che bisogna dedurre che anche silvio ha combattuto le mafie......... ma fate il piacere è un incapace e pappone a sbafo come tutti gli altri!!!!

Anonimo ha detto...

E adesso?

Anonimo ha detto...

Ora bisogna capire i soldi, richieste donazioni per sostegno procedimenti con Casapound ed altro, che sono entrati nelle casse di questo blog e di cui non si è avuto mai nessun tipo di rendiconto.
Storie parallele?

Anonimo ha detto...

Ormai è andata. Ora occorre pensare al futuro: dare una possilità ai 5 stelle, gli altri hanno già fallito

Anonimo ha detto...

Speriamo che Marino ci ripensi...altrimenti torneranno a governare le logiche del passato.
Parcheggio dove mi pare e sono vittima di un complotto.
Spendo come mi pare e sono vittima di un complotto.
I miei collaboratori sono implicati nella qualunque e sono vittima di un complotto.
Mi sono candidato a causa di un complotto.
Non ho fatto questo e quello perché ero vittima di un complotto.
Soprattutto mi sono ritrovato per caso attorniato da delinquenti a mia insaputa...era un complotto.
Non ho pubblicamente denunciato molte situazioni, ma non per un complotto. Non sapevo....

Anonimo ha detto...

Richard benson sindaco!

ste ha detto...

Marino: "Mi dimetto..ma anche no! Tra un po' torno eh...."

Un mito

Anonimo ha detto...

Aaahhhh! Finalmente tutto tornerà come prima!!
PD e destroidi, potranno finalmente ripristinare i loro traffici e i rapporti con le lobby che contano. È stata un po' dura stavolta, ma ce l'abbiamo fatta: un po' di fumo buttato negli occhi al popolino, la storia della panda è stata un colpo di genio! Per non parlare degli scontrini, haha, cene da 45 euro spacciate come cene di lusso....e vedessi il popolino come c'è cascato! Incredibile....e perchè la storia del Papa? Un caso costruito sul nulla dai giornalisti, le risate che ci siamo fatti, tutti subito ci hanno creduto come tanti boccaloni! Proprio incredibile....2015, pensi che sia impossibile imbrogliarli, eppure è così facile..

Anonimo ha detto...

ANCORA QUALCUNO DIFENDE MARINO? SIETE PAZZI E' TUTTO OVVIO CHI LO HA MESSO LI' PENSAVA CHE ERA UN UTILE IDIOTA DA MANOVRARE , MA LUI ERA TALMENTE IDIOTA DA ESSERE IMMANOVRABILE, IL NOSTRO EROE HA TRAPIANTATO UN FEGATO DI UN BABBUINO AD UN UOMO NATURALMENTE SONO MORTI ENTRAMBI, CERTO CHE E' ONESTO MA PREFERISCO VIVERE!!

Anonimo ha detto...

Tutti a tavola la PAPPA è pronta!!

Anonimo ha detto...

Solo le scene di esultanza di casa pound e liste Meloni, Salvini ecc sotto il campidoglio servono a spiegare tutto....
Se Marino a capo di una lista civica si presenta questa volta lo voto e penso che come me parecchi, si è avvicinato troppo alla centrale del malaffare, l'intervista di un menbro della famiglia Spada (mafia di Ostia) spiega più di mille articoli di giornale, addirittura si presenterà alle elezioni per ripristinare la "legalità" a Ostia.......

Anonimo ha detto...

IL MIO SCHIFO È TUTTO PER QUESTA STAMPA ITALIANA CHE HA MISTIFICATO ALLA GRANDE.

PASSERÀ ALLA STORIA COME UNA PAGINA INDEGNA DEI GIRONALISTI ITALIANI SEMPRE PRONTI A CAPIRE DA CHE PARTE SOFFIARE IL VENTO.

adesso pensate un po il PD candida malagò. Il presidente del coni.

Rispetto alla restaurazione francese non ci facciamo mancare la vergogna.
VERGOGNA DELLA STAMPA E DEI GIORNALISTI CON BENEFIT.

Anonimo ha detto...

Aridatece NERONE!!!

Anonimo ha detto...

Ahhhhhh i "Cinque Stalker" che si propongono… solo ad Ostia i loro più importanti rappresentanti sono amici dei Balini… uno di loro ha fatto anche da "modello" per le foto sui menù dello Stabilimento Balneare Abusivo La Rotonda. Il Polletto ed i ragazzetti della piazzetta, un po' neo-nazisti, un po' naturisti, alquanto berluschini nel DNA, perfetti italioti.

Cateno Corbo ha detto...

E s'è perso quasi per niente...

Anonimo ha detto...

Marino non ha capito una cosa fondamentale se vuoi governare Roma o scendi a patti con la criminalità che si annida negli uffici del comune o dichiari guerra.... ma con le palle da vero uomo e cominci a sputtanare con nome e cognome tutti gli altarini.

Anonimo ha detto...

Sono felice che Marino abbia rassegnato le dimissioni. Cosi finalmente potrà avere una vita serena, tornare a fare convegni medici, andarsi a prendere una pizza con chi gli pare e pagando di tasca propria tanto 2 piotte non gli mancano, andare a fare immersioni con la moglie, o con la segretaria se lo preferisce, senza un paparazzo attaccato al culo...
Insomma ne guadagnerà in qualità della vita e se lo merita. Perchè di fatto è una persona onesta, che si assume le sue responsabilità, che ci mette la faccia.
Incapace? Forse non all'altezza del compito probabilmente...
Ma sin dal giorno della sua elezione è stato subito messo alla berlina, il suo partito non lo ha mai appoggiato nelle battaglie importanti, i giornali gli hanno sempre fatto muro e di quei risultati ottenuti si è avuta pochissima pubblicità e rivendicazione di merito.
Un uomo solo al comando è stata una delle frasi con cui lo accusavano i suoi detrattori. Ed è vera. Ma per necessità, dato che coloro che avrebbero dovuto affiancarlo ed aiutarlo nel prendere le decisioni in realtà erano dei figli di puttana, saccheggiatori, opportunisti e collusi.
Roma si merita un commissario, uno tipo gabrielli che ha già esperienza sul campo, fatta al G8 della maddalena, dove si sono mangiati pure gli scogli...
Roma si merita le cricche, i palazzinari, gli articoli del messaggero dettati dal suo editore caltagirone contro chiunque gli si opponga...
Roma si merita i barboni che si lavano il culo nelle fontanelle, cosi come gli zingari che borseggiano negli autobus...
Perchè il romano è complice e l'unica cosa che rivendica è "roma caput mundi, aò"
Ciao Marino, buona vita...

Anonimo ha detto...

Voi di Roma fa schifo siete delle persone inutili.
Probabilmente non siete nemmeno romani o se lo siete roma la mettete sempre dietro ai vostri miseri interessi personali, che nel vostro caso sono mettere insieme il pranzo con la cena o scroccare qualche aperitivo in qualche posto chic-snob romano a spese di chi vi foraggia, che a sua volta è mantenuto dai contribuenti.
Siete in malafede e cercate solo il male per questa città.
La vostra spregevole difesa di Marino dimostra che o siete stupidi o ci guadagnavate con lui, delle due l'una.
Mi auguro che il degrado in cui questa città sta finendo anche grazie ai melmosi garantisti cattocomunisti che raccogliete nelle vostre fila vi inghiottisca al più presto, in qualche efferato fatto di sangue che gli altri di voi ancora in salvo indicheranno come colpa della città, non di quello che avete permesso le venisse fatto.

Anonimo ha detto...

È vero, ha tante pecche, ma sarebbe bene ricordare anche alcuni suoi pregi e tutti i risultati raggiunti in due anni che è al governo della città:

2) ha risparmiato 120 milioni ogni anno solamente confrontando le spese allegre del comune con i prezzi di mercato come, per esempio, pagare 4800€ ogni pc ai soliti noti

3) ha portato e continua a portare al Procuratore Pignatone tutta la documentazione in possesso dell’Amministrazione comunale consentendo così di dare una svolta importante alle indagini di Mafia Capitale;

4) ha chiuso Malagrotta dopo 30 anni evitando così pesantissime sanzioni dall'Europa e tornando ad accedere nuovamente ai fondi europei

5) Ha indetto un bando internazionale per la raccolta rifiuti portando ad oggi la differenziata al 43% (prima sulla carta era la metà, ma di fatto non esisteva dato a Malagrotta si inceneriva tutto)

7) ha identificato un nuovo centro per i rifiuti. A settembre apre Rocca Cencia per la trasformazione dell'umido a impatto zero e senza odori

8) ha messo a capo dei vigli un poliziotto facendo infuriare quella lobby potentissima dei vigili, ha tolto loro i privilegi, li ha denunciati il 31/12 e ha messo la turnazione dei dirigenti comunali

9) ha cacciato l'AD di AMA poi arrestato con Mafia Capitale

10) ha cacciato in ATAC (quasi) tutti gli assunti da Alemanno imbucati in ufficio e li ha mandati a fare i controllori

11) Ha allungato i turni dei dipendenti ATAC e obbligato tutti loro (come già funziona ovunque nel mondo) a timbrare il cartellino a inizio e fine turno

12) ha messo un magistrato alla trasparenza

13) ha mandato le ruspe a Ostia liberando gli accessi al mare dove da anni TUTTI facevano finta di non sapere che comandava la mafia degli Spada e dei Fasciani

16) ha eliminato i camion bar dal centro storico restituendo Roma al suo fascino naturale. (facendo un torto alla famiglia Tredicine, mentre tutti quelli saliti prima al Campidoglio hanno sempre temuto sfidare)

22) ha fatto il bilancio di previsione a inizio anno e non alla fine o addirittura l'anno successivo come avveniva in precedenza

23) ha stabilito nuove regole più stringenti per il bando degli appalti e l'affidamento di lavori pubblici

32) creato per la prima volta il registro unioni civili, trascrizione matrimoni tra persone omosessuali contratti all'estero, progetti contro il bullismo omofobico (d'accordo, facendo infuriare il Vaticano)

33) ha finalmente varato un nuovo PGTU

35) ha messo il gps alle spazzatrici (prima non avevano nemmeno un percorso stabilito da percorrere)

36) ha indetto una gara europea trasparente mettendo 1000 nuovi appartamenti a disposizione dell'assistenza alloggiativa temporanea

romani, mi fate vomitare, dal primo giorno che Marino è diventato sindaco di roma, tutti a criticare!
guarda caso, come è arrivato lui sono scoppiati gli scandali casamonica, carminati, tredicine
guarda caso sono iniziati gli scioperi di atac, ama
guarda caso tutti i giornali "liberi" hanno cominciato a massacrarlo!

Sapete che vi dico, vi meritate di vivere nella merda, perchè siete una massa di mafiosi, parassiti, paraculati.

da Italiano del NORD CHE AMA ROMA!

Anonimo ha detto...

Il vero problema di Roma soni i romani. Cervelli paralizzati dalla loro "ideologia" ed immobilizzati dalla loro rassegnazione diabolica.

Anonimo ha detto...

Sapete qual'è il bello? che quando Berlusconi scopava a casa sua con i soldi suoi era una vergogna e volevate crocefiggerlo per cui doveva assolutamente dimettersi e sparire, adesso sto stronzo che predica bene e razzola male, che fa il puritano ma ve lo mette in culo spudoratamente ogni giorno che si alza dal letto vi sta bene e lo compiatite... non usate due pesi e due misure...perchè mangiare a spese nostre aragosta con la mogli è RUBARE tanto quanto fanno Buzzi e co., occupare il parcheggio di un handicappato per parcheggiare la panda di merda è un gesto irrispettoso oltre che da vile( dov'è finito il suo animo puro e rispettoso del prossimo), affittare un suv extra lusso e poi farvi vedere che a roma fa 500 mt in bicicletta vuol dire farvelo mettere in culo...ma a quanto pare a molti di voi piace.

Anonimo ha detto...

Ma ancora che tirate fuori berlusconi dopo tutto quello che ha combinato nel paese, ma volete paragonare 2 fatture , con i miliardi di euro evasi, le infiltrazioni mafiose in tutti settori della politica di forza italia....dove 2 su 3 sono indacati per mafia, con la legge sull' indulto, la contabilità creativa, abolizione del 41 bis, cosentino, mastella, dell'utri!!!!

Ma sapete ragionare un pò con la vostra testa?

Anonimo ha detto...

1) ha esternalizzato le buste paga dei dipendenti comunali ad una società esterna ad un costo di 28.000 euro al mese, mentre prima le faceva il C.E.U. (centro elettronico unificato del Comune di Roma)
2) Malagrotta non è affatto chiusa ma continua regolarmente a lavorare
3) è stato fatto un maxi acquisto di toner rigenerati per le stampanti a 40 euro l' uno, spendendo centinaia di migliaia di euro, con la stessa cifra si potevano acquistare nuovi
4) il precedente comandante dei vigili ha fatto ricorso ed è stato reintegrato nell' incarico
5) i dipendenti ATAC già firmavano il foglio di marcia con gli orari
Potrei andare avanti per ore a scrivere tutti gli sprechi che ancora vengono fatti sotto il naso di Ignazio, che sarà pure una persona onesta ma è assolutamente incompetente.

Anonimo ha detto...

viva gnazio che viene dallo spazio.
viva marino e la sua foto su un santino.
urliamolo nei cortei:
torna figlio della lupa
ridacce i matrimoni gay
tu sei il vero papa!!!



Anonimo ha detto...

ha messo un pollizziotto a capo dei viggili come se fosse una novità, neanche una ricerca su internet sapete fare...
glll gluuu bevete tutto quello che vi dicono..........
Il col. di polizia Mario Tobia 1960
Umberto Sacchetti, militare 1962
Generale Francesco Andreotti 1973 (fratello di Giulio)
Prof. Alberto de Rossi (1981 - 82)
Francesco Russo arma dei Carabinieri 1989
dr. Alberto Capuano, vicequestore Polizia di Stato 1992
Arcangelo Sepe Monti: aprile 1994. Comandante Vigili del Fuoco Roma

Cittadino libero ha detto...


Sindaco Marino, grazie per averci provato e per aver resistito . dai Romani onesti un grazie ; delle critiche strumentali cercate a tavolino non ti curare .
Come diceva Checco zalone , in trattoria hai mangiato poco e ti hanno criticato, se magnavi e facevi soprattutto magnà allora andava bene .
La redazione di RFS che ti ha attaccato ingiustamente e faziosamente ora ti prende le parti ? troppo tardi .
Abbraccio .

Cittadino onesto e ancora libero ha detto...

Sindaco Marino, grazie per averci provato e per aver resistito . dai Romani onesti un grazie ; delle critiche strumentali cercate a tavolino non ti curare .
Come diceva Checco zalone , in trattoria hai mangiato poco e ti hanno criticato, se magnavi e facevi soprattutto magnà allora andava bene .
La redazione di RFS che ti ha attaccato ingiustamente e faziosamente ora ti prende le parti ? troppo tardi .
Abbraccio .

FATELO DIVENTARE VIRALE

Cittadino non corrotto ha detto...


Sindaco Marino, grazie per averci provato e per aver resistito . dai Romani onesti un grazie ; delle critiche strumentali cercate a tavolino non ti curare .

Come te dalla chiesa, borsellino e falcone peppino impastato ; una sola pecca , non avevi collaboratori fidati e la ciambella di salvataggio che ti è stata lanciata era di legno .

Come diceva Checco zalone , in trattoria hai mangiato poco e ti hanno criticato, se magnavi e facevi soprattutto magnà allora andava bene .
La redazione di RFS che ti ha attaccato ingiustamente e faziosamente ora ti prende le parti ? troppo tardi .
Abbraccio .

FATELO DIVENTARE VIRALE

Romano di borgata ha detto...


Sindaco Marino, grazie per averci provato e per aver resistito . dai Romani onesti un grazie ; delle critiche strumentali cercate a tavolino non ti curare .

Grazie per la pulizia che hai fatto e per i fili che hai tagliato , ci metteranno un po per ricollegarli in alto e qualche soldo arriverà ai cittadini prima che li intercettino di nuovo

Come diceva Checco zalone , in trattoria hai mangiato poco e ti hanno criticato, se magnavi e facevi soprattutto magnà allora andava bene .

Bene lo sfilarti dalla sottomissione cui ti volevano , bene la foto da sub , se la meritavano . Grande .

La redazione di RFS che ti ha attaccato ingiustamente e faziosamente ora ti prende le parti ? troppo tardi .

Abbraccio .

fatelo diventare virale

Loredana , Pietralata ha detto...


Sindaco Marino, grazie per averci provato e per aver resistito . dai Romani onesti un grazie ; delle critiche strumentali cercate a tavolino non ti curare .

Minacce a casa, pallottole, scorta e poi la delazione , il controspionaggio capitale , hai fatto bene , ci pensino le forze dell'Ordine .

Come diceva Checco zalone , in trattoria hai mangiato poco e ti hanno criticato, se magnavi e facevi soprattutto magnà allora andava bene , hai sbagliato trattoria , se andavi a San Marino o in Svizzera e dicevi che eri il Sindaco di roma , ti avrebbero detto " bella fratè ben arrivato " ma te no onesto , coscia di pollo, patto di plastica e vino bianco col boccione ; guarda Bersani per una birra da solo lo volevano ricoverà in " pissichiatria " .

La redazione di RFS che ti ha attaccato ingiustamente e faziosamente ora ti prende le parti ? troppo tardi .
Abbraccio .

fatelo diventare virale e aggiungeteci ringraziamenti

Pietro , Tiburtina ha detto...


Sindaco Marino, grazie per averci provato e per aver resistito . dai Romani onesti un grazie ; delle critiche strumentali cercate a tavolino non ti curare .
Come diceva Checco zalone , in trattoria hai mangiato poco e ti hanno criticato, se magnavi e facevi soprattutto magnà allora andava bene .
La redazione di RFS che ti ha attaccato ingiustamente e faziosamente ora ti prende le parti ? troppo tardi .
Abbraccio .

fatelo diventare virale e aggiungeteci ringraziamenti all'unico sindaco pulito del ventennio ; anche i casarmonica stanno a fa festa !!!! ricomincia il magna magna si parte dal via e senza passà pe la prigione .

Serena , Trullo ha detto...


Sindaco Marino, grazie per averci provato e per aver resistito . dai Romani onesti un grazie ; delle critiche strumentali cercate a tavolino non ti curare .

ringraziamenti all'unico sindaco pulito del ventennio ; anche i casarmonica stanno a fa festa !!!! ricomincia il magna magna si parte dal via e senza passà pe la prigione .

La redazione di RFS che ti ha attaccato ingiustamente e faziosamente ora ti prende le parti ? troppo tardi .

Abbraccio .

fatelo diventare virale

Lella , Fidene ha detto...


Ringraziamenti all'unico sindaco pulito del ventennio ; anche i casarmonica stanno a fa festa !!!! ricomincia il magna magna si parte dal via e senza passà pe la prigione

Burzi già sta a fa amicizia e mette su un commercio di canotti , materassini

Il capo del coverno che doveva tirà la ciambella al sindaco lo ha fatto aggrappa all'incudine , tranquillo che si tocca , furbetto .

Grazie Sindaco Marino .



Renzo da Frascati ha detto...



Sindaco Marino, grazie per averci provato e per aver resistito . dai Romani onesti un grazie ; delle critiche strumentali cercate a tavolino non ti curare .

Le critiche del Papa ? valgono per i bigotti , io sono Ateo e credo alla scienza e quindi alla Medicina ; hai fatto bene anche in questo , c'è statop un concilio e i poteri sono divisi e hai fatto bene a scrollarti di dosso l'anatema aereonautico del santo padre che l'alta quota ed il poco ossigeno rende loquace .


Lello da s. Lorenzo ha detto...



Sindaco Marino, grazie per averci provato e per aver resistito . dai Romani onesti un grazie ; delle critiche strumentali cercate a tavolino non ti curare .

Che strano se ne va il presidente dell' Artac, l'amministratore delegato , l'assessore ai trasporti e poi il sindaco Marino . Mafia capitale 2 a 0 a tavolino . bisogna che entri in campo la benemerita , in giacca e cravatta ste battaglie se perdono .

Grazie Sindaco marino , piu di questo non ti si poteva chiedere .

Anonimo ha detto...

Alzetta, buzzi, casamonica, l'avete ringraziato abbastanza ignazio, di più non gli potevate davvero chiedere, adesso tornate in cella.

Anonimo ha detto...

Marino ha portato la corruzione e il malaffare nella Capitale.
Perdipiù corrisponde perfettamente alla descrizione dell'anticristo nell'Apocalisse di Giovanni.
Perfortuna tutti se ne sono accorti in tempo, grazie anche alle brillanti deduzioni dei nostri giornalisti di razza.
Possiamo dire che, anche stavolta, il pianeta è salvo.

Anonimo ha detto...

Su change .org c'e' la petizione di sostegno al sindaco. In 36 ore, due notti ed un giorno, ha raccolto 21mila adesioni. Non e' poco, per uno che a detta della stampa, "non lo vuole piu' nessuno" e che di fatto, crea comunque qualche imbarazzo a chi lo sostiene perche' la leggerezza con la carta di credito (1 spesa ingiustificata su oltre 100?) l'ha fatta. E anche qui la stampa (ANSA) presenta la raccolta firme (a 6500, cioe' quelle raccolte nella notte; dopo due ore erano a 10mila) come partecipata da "Vip, singoli cittadini, colleghi di partito". Cioe' rileggete l'attacco del pezzo, per favore! Non e' faziosita' e menzogna allo stato puro? Quali vip? quali colleghi d partito? quelliche l'hanno affossato? I cittadini sono sempre singoli a firmare, ma quall'aggettivo suona piu' come "isolati", "sfigati". Un corno. Marino, si votasse oggi riprenderebbe gli stessi voti e forse piu'. Tanto che Renzi si e' affrettato a dire: basta primarie, decido io. Perche' c'e' il rischio che Marino si ripresenti e le vinca. Le ha vinte con 50 mila voti, qua in un giorno e mezzo ha preso quasi la meta' e non voti anonimi, ma gente con nome e cognome. Ed ognuno che ci mette il suo commento originale, non copia incolla. La parte migliore della citta', scippata della propria sovranita' che le spetta di diritto. Tsipras lo davano per spacciato, impopolare: si e' dimesso, ha rifatto le elezioni ed ha stravinto tre volte. A Marino non permetteranno di ricandidarsi da nessuna parte. Pero' le dimissioni sono comunque revocabili, l'unica nostra arma e' firmare questa petizione. Se in meno di venti giorni arrivasse a non dico mezzo milione, ma anche solo centomila adesioni, il caso politico non sarebbe ignorabile. Potrebbe quanto meno ritirarle, per poi dimettersi a febbraio, con la condizione di potersi ripresentare ed essere giudicato dal popolo, non da venti-trenta militanti con bandiere di partito. Dalle immagini si vede benissimo che i sostenitori di Marino sulla scalinata erano ben di piu' e con cartelli scritti a mano, cittadini comuni. NOVE mesi di commissariamento sono una FOLLIA. Firmate!

Anonimo ha detto...

Beh, l'1% della popolazione di Roma che firma per farlo tornare e' un gran risultato eh, roba di cui essere fieri. Significa che tutti lo vogliono e non.vedono l'ora che riprenda lo scranno piu' alto del Campidoglio.

Anonimo ha detto...

E' la tecnica dei parassiti di sinistra, diciamo un'idiozia all'infinito urlando e impedendo la replica, così viene ricevuta come verità, per sfinimento dell'interlocutore.
Lo stesso faranno appena ci sarà un bravo sindaco che li priva dei loro privilegi criminali, lo massacreranno di calunnie inscenando suicidi e incidenti causati dalle mancate prebende ai loro immigrati, ai loro zingari, all loro cooperative, ai loro centri sociali.
Gli elettori della sinistra sono per lo più criminali organizzati, e vanno estirpati.

Anonimo ha detto...

Ieri ho visto tropa de elite.... guardatelo, vi ricorderà molto la situazione romana

Anonimo ha detto...

30.000 firme su 4.000.000 di abitanti di Roma...
un bel risultato!!! Bravi!
Bravi continuate a fare petizioni e girotondi...siete veramente degli ottusi compagni e benpensanti...falsi ed ipocriti come il vostro ex sindaco...
P.s. questo blog è caduto veramente nel ridicolo è diventato comico leggervi ogni mattina
marino Roma ti schifa!

Anonimo ha detto...

Dopo averlo attaccato per due anni, oggi ve lo rimpiangete?
Voi non siete normali.
Appena Grillo farà fuori la Raggi rimpiangerete anche lei?
I vostri appelli a salvare Marino sono andati alla grande, eh?
Anche i vostri appelli a non votare quelli che hanno firmato le dimissioni: sono stati tutti rieletti!
Vi atteggiate a opinion leader ma non vi danno retta nemmeno i parenti stretti.

ShareThis