3 foto per un piccolo e facile confronto tra Roma Termini e Santa Maria Novella

17 ottobre 2015



Un esercizio molto semplice. Si tratta di due stazioni entrambe "di testa". Dunque, per come sono organizzate, hanno tre lati "scoperti": davanti, a destra e a sinistra. Entrambe poi sono stazioni molto frequentate, nodi fondamentali del network infrastrutturale del paese. Voi pensate al davanti di Termini (Piazza dei Cinquecento), alla destra di Termini (Via Marsala dove i lavori si stanno concludendo e dove alla fine del cantiere sono tornate le auto in sosta selvaggia a bloccare tutto esattamente come prima, nonostante le promesse - subito rimangiate - di zero auto in sosta), e alla sinistra di Termini (Via Giolitti). E poi guardate queste foto di Firenze. E diteci. 

34 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

Termini ormai è far west. Ieri ho visto dei rom che si sono inculati le valige di una povera famiglia di turisti. Ho provato a bloccarli ma non ci sono riuscito.

Anonimo ha detto...

Ma non potete paragonare due stazioni in città così diverse! Rilevo da wikipedia che a Termini c'è un flusso di 150.000.000 di passeggeri l'anno mentre a Santa Maria Novella sono solo 59.000.000, in più su Termini insiste anche la convergenza di metro A e B più tutti i capolinea Atac, e già questo le pone su due piani diversi rispetto i problemi che devono affrontare. Se poi volete solo far rilevare il maggior ordine urbano di Santa Maria Novella rispetto a Termini, vero, ma c'è da considerare a questo punto la differenza dimensionale delle città che fa sì che Firenze, considerabile pari ad un quartiere di Roma, sia molto più facile da gestire e organizzare.

Anonimo ha detto...

Ancora con la storia "Roma è grande"?!
Se è più grande ha anche molti più soldi.

Anonimo ha detto...

Roma va presa in considerazione per singoli quartieri! Chiaro? Ognuno di essi è gestito da un Municipio, che deve provvedere ai bisogni della popolazione con il supporto della città metropolitana.
Praticamente, per restare nell'analogia con il quartiere di Termini, è come se una città di provincia fosse preda di ladri, accattoni e grassatori. Vi sembra una situazione tollerabile? Certo che no.

Anonimo ha detto...

Ancora con "Roma è grande"? E Londra? Los Angeles? Parigi? Ma per favore su....

Anonimo ha detto...

Idea per governare Roma: i "minisindaci" diventano sindaci a tutti gli effetti per i territori di loro competenza mentre sparisce la figura del sindaco di Roma sostituito da un'assemblea di 7 membri, 3 eletti dai cittadini e 4 di nomina governativa, che sovrintendono l'attività dei sindaci e danno le linee guida per settori come i trasporti, i beni culturali, l'urbanistica ecc. di cui dovranno essere esperti (almeno i governativi se proprio il romano medio non rinuncerà a votare guardando il suo giardinetto) a cui i sindaci si dovranno attenere.
Niente sindaco per evitare che il primo che arriva si svegli un giorno decidendo di demolire questo o far costruire quest'altro senza avere neanche le competenze per capire cosa sta facendo.
Evitando poi che salgano in Campidoglio solo gli eletti dal popolo romano, che spesso lo sono per interessi di categoria più che per il bene pubblico, e impedendo all'uomo forte di turno di imporre la sua ideologia poiché le decisioni verranno prese per maggioranza, si dovrebbero limitare le derive e le inefficienze che abbiamo visto in questi anni.

Anonimo ha detto...

I "lautari " stanno nella foto di termini o a firenze ......?

Anonimo ha detto...

Beh, l'occasione di ammordenare Termini e farne una stazione normale c'è stata di fresco e se la sono giocata malissimo.

E quindi? Di chi è la colpa? Della mentalità? di chi ha fatto il progetto di riqualificazione? Che si poteva fare perchè l'area Termini fosse riqualificata sul serio?

Anonimo ha detto...

L'anonimo 6:51 ha detto una cosa molto saggia.

Anonimo ha detto...

Ti sei dimenticato di fotografare i marciapiedi oltre il tram e oltre le pensiline.
Da lì comincia una distesa di senegalesi gomito a gomito, con telo in terra e borse false, che continua fino alle piazze del centro, fino a sotto il Battistero, e oltre.
Firenze era una città PER-FET-TA davvero, fino al 2008.
Chi ci vive lo sa. Con l'elezione di renzi nel 2009, da un giorno all'altro, è comparso, massiccio, il fenomeno dell'abusivismo migratorio, e uno stato di degrado generale di cui prima non c'era traccia.
Conferma degli stretti rapporti tra le speculazioni sui sussidi europei sugli extracomunitari, le organizzazioni malavitose e la sinistra.
Comparvero anche sguaiatissime feste filippine dentro la preziosa chiesa di San Barnaba, chiusa fino a quel momento per ragioni conservative, e iniziative di para - integrazione - culaggine, come zingare sbracate e sbadiglianti piazzate a fingere la custodia in musei come l'Opificio delle pietre dure, in attesa di tornare a ben altre più remunerative attività.

Anonimo ha detto...

In tutto ciò le doppie file proprio non ci entrano, nelle micro strade fiorentine.

Anonimo ha detto...

Pagina di laziali di merda. FORZA DDR FORZA ROMA.

Anonimo ha detto...

In merito ci sono lamentele anche su tripadvisor. Per certi versi la situazione è peggiore di quella Roma, e loro sono anche molesti.

http://www.lanazione.it/firenze/spariti-macch%C3%A9-alla-stazione-%C3%A8-boom-venditori-abusivi-assedio-selvaggio-1.1128067

http://www.tripadvisor.it/ShowUserReviews-g187895-d196111-r134713241-Centro_Storico-Florence_Tuscany.html

http://www.lanazione.it/firenze/abusivi-minacciano-troupe-1.1112336

Anonimo ha detto...

Si ricorda in merito a Firenze l'omicidio di senegalesi seguito dal suicidio dell'omicida, nel 2011, fatto passare per il delirio razzista di un pazzo ma che più evidentemente ha risvolti legati alle attività della criminalità organizzata su strada, messe in pratica attraverso i reati e le provocazioni degli abusivi (l'uomo era un attivista di destra), suscitando talora reazioni di disperazione esasperata come questa.
A volte a questa gente in ambito criminale si chiedono "prove di ingresso", che possono comportare l'omicidio, potete immaginare che delicati signorini importiamo.
E, anche se non c'entra con Firenze, anche i casi di caduta dal balcone di giovani durante le gite scolastiche, hanno un'affinità reiterativa tipica degli episodi di nonnismo, simili a riti iniziatici, eseguiti a richiesta per accreditarsi in circuiti criminali.

Anonimo ha detto...

Collegandomi all'ultimo anonimo, confermo i riti iniziatici dei circuiti criminali. Un esempio sono gli ms-13. Che sarebbero la gang di quei signorini che tagliarono il braccio al capotreno su a Milano. Ma per rimanere più sul locale, anche la Ndrangheta ha dei vari livelli ad alcuni dei quali si arriva solo con l'omicidio.

Anonimo ha detto...

Sì, e spesso l'induzione al suicidio avviene tramite la somministrazione di droghe eccitanti-deprimenti come lo yaba, usato anche per caricarsi prima di atti violenti come quello dei sudamericani a Milano e utile anche a far passare per "pazzo" o disturbato il poveretto ignaro suicida.
Non a caso ieri a San Giovanni, zona di scimmie ululanti e drogate, hanno arrestato uno spacciatore bengalese con lo yaba.
E non a caso i prezzi delle case a San Giovanni stanno precipitando, dal 2013 siamo a - 3, 04%.

Anonimo ha detto...

Tre giorni fa a Via Adria ho beccato due ragazzini di nemmeno 14 anni intenti a fare i writer sul muro del Russel, uno arrampicato in modo incosciente sull'impalcatura d'angolo, e l'altro a fare il palo.
Ma anche molti incendi e atti gravi legati alla criminalità organizzata - ritorsioni, furti, controlli di strada, a volte delitti di coetanei, vengono affidati ai ragazzini, per addestrarli, e anche perché sono incensurabili.
Il presupposto dell'innocenza infantile e adolescenziale impedisce di comprendere la natura criminale di molte azioni di bullismo apparentemente autonome.
Ed è possibile che anche nel contesto di mafia capitale molti atti vandalici vengano affidati a gruppi di minorenni, che passano il "turno", ma se colti sul fatto possono dichiararli iniziative proprie e sganciarne la responsabilità dalla rete mafiosa.
Non esistono mai i piromani liberi, né i folli incendiari. Sono sempre figure legate al circuito, ma scelte per poter apparire autonomi.

Anonimo ha detto...

Infatti non a caso le epidemie di veicoli incendiati si vedono sempre in alcuni periodi dell'anno. Solitamente estate/inizio inverno. Come mai?

Anonimo ha detto...

Esatto.
Poi, in linea di massima la "pazzia" è sempre la conseguenza dell'assunzione di sostanze psicotrope, droghe e psicofarmaci, che inducono alterazioni che da quel momento si accresceranno in caso di mancata assunzione.
Prendiamo il caso del giovane strangolato durante l'imposizione criminale di un tso "per non farlo stare apatico" (sic, che ciascuno abbia a suo tempo il proprio): il giovane era "diventato" schizofrenico durante il servizio di leva. Curioso, no? Normale il lunedì, schizofrenico il venerdì. I genitori, chiamati in caserma, lo trovarono catatonico in branda, e da quel momento, malgrado le proteste del poveretto, rimbecillimento obbligatorio di Stato, fosse mai si potesse ricordare cosa gli era stato fatto.
Mi pare si possa tranquillamente ipotizzare un episodio di nonnismo più pesante della norma, comprensivo di somministrazione di farmaci o di droghe.
E naturalmente, invece di verificare con esami tossicologici la situazione, è stata punita a vita la vittima.
Ora le droghe si sono potenziate e raffinate all'estremo, immaginate se non bastano
con dieci euro a danneggiare per sempre qualcuno senza farsi scoprire mai, sempre che non lo si voglia direttamente ammazzare.

Anonimo ha detto...

D'altronde lo fecero a Ezra Pound, quando lo yaba non c'era e non c'era nemmeno la banda fetente delle bestie calabresi, è bastato da solo il partito comunista.

Anonimo ha detto...

Comunque, per tornare ai trasporti, sia pur non ferroviari, visto perché la sorveglianza sotto la metro è così scasciata?
Maxi appalto sospetto, naturalmente.
Inchiesta in Procura: "Assunzioni sospette, telecamere spente e penali mai pagate" (V. Bisbiglia, Il Tempo).
E bravo Esposito, che ha fatto il dossier, ma che glie vuoi dì.
Te credo che fa tutto schifo, è tutto così.

Anonimo ha detto...

"Assunzioni poco chiare, telecamre che non funzionano, penali mai applicate nonostante gli sfregi di writers e i furti di rame [...] appalto triennale da quasi 90 milioni di euro sulla vigilanza delle strutture [...] il sistema di videosorveglianza sarebbe non funzionante in più punti, EPPURE LA MANUTENZIONE DOVREBBE ESSERE INCLUSA NELLA TARIFFA ORARIA DEL CONTRATTO DI VIGILANZA [...] Non solo, perché ogni volta che qualcuno danneggia i materiali Atac, la ditta appaltatrice della sorveglianza dovrebbe pagare delle penali: e ciò non avviene."
Insomma, leggetevelo, come al solito hanno un articolo più interessante dell'altro.

Anonimo ha detto...

A proposito, quando gli incendi non sono ritorsioni o segnali o minacce, i casi più comuni, ci sono date specifiche che corrispondono a date specifiche (non tanto stagionali), che connotano appunto l'atto rituale. Di solito basta confrontare le concentrazioni di eventi con le festività dei calendari pagani-satanisti.
Questo è il livello.
Buonanotte.

Anonimo ha detto...

Ora in italiano :-)
A proposito, quando gli incendi non sono ritorsioni o segnali o minacce, che sono i casi più comuni, esistono date specifiche (non passaggi stagionali) che connotano appunto l'atto rituale. Di solito basta confrontare le concentrazioni di eventi delittuosi o anche solo vandalici con le festività dei calendari pagani-satanisti.
Questo è il livello.
Buonanotte.

Anonimo ha detto...

Buonanotte.

Anonimo ha detto...

Veramente gli abusivi nelle foto si vedono, anche se di striscio.
La situazione di degrado è tale che l'"Unesco minaccia di togliere a Firenze il suo patrocinio".
"Da Palazzo Vecchio è partita la caccia ai 260 minimarket sparsi nel centro storico" che hanno soppiantato le botteghe storiche. "Negli anni in cui i minimarket sono aumentati a dismisura fino a raggiungere il numero di 260, a governare c'erano lui [lo scemo di collegno-rignano, naturalmente] e il suo partito, il Pd" ricorda Marco Stella. "Tutte le volte che abbiamo presentato mozioni al riguardo in Consiglio comunale, ci sono state bocciate, con l'accusa che volevamo far chiudere i minimarket per motivi xenofobi [e come te sbagli]", Camilla Conti su il Giornale.
260 minimarket bengalesi a Firenze, grazie a renzi.

Anonimo ha detto...

Ancora con la storia di roma è grande ?
Allora, ripetiamo
Se roma è grande e fa piagne, come mai comuni dell'hintyerland fanno piagne lo stesso ?

Passiamo al settore stazioni
Se termini fa ride, come mai ostiense tuscolana trastevere san pietro fanno lo ride lo stesso ?
La finite co sta storia delle dimensioni ?
Ma pensate a quelle di Rocco Siffredi che è meglio, va !

Marco1963

Anonimo ha detto...

uh Termini... dovevo accompagnare in stazione un collega con molti bagagli.
Leggo sul sito della stazione che c'è una zona KISS & RIDE dove poter lasciare l'auto 15 minuti per accompagnare i viaggiatori al treno... che bello, come in tutte le città civili! Prendo nota attentamente di dove sorge questa zona parcheggio, nonchè delle modifiche alla viabilità per i cantieri. Arrivato sul posto, della zona parcheggio non c'è manco l'ombra, al suo posto un cantiere caotico e 200 orrendi blocchi di plastica buttati in mezzo alla strada in modo incomprensibile... morale, piazzo l'auto sul passaggio pedonale, faccio scendere di corsa il collega con le valigie e lo mollo lì! Bella figura che ci facciamo...

Anonimo ha detto...

Renzi è in prima pagina oggi su Libero per aver devastato Firenze, che rischia di uscire dall'unesco.

Ecco dove sta la mafia.
Questa è la sinistra, questo è il modo in cui trattarono un uomo come Falcone, questo è il modo in cui vessano e stringono al muro gli eroi dello Stato.
Divertitevi, e preparate la bacinella da vomito.

https://www.youtube.com/watch?v=Lacn0MsBzyU

Anonimo ha detto...

E dopo aver visto applicate egregiamente le tecniche vessatorie del circuito delinquenziale della sinistra sugli Uomini da far fuori, e il modo in cui questi vermi minacciano le future vittime senza esporsi a denuncia (momento ripugnante al Costanzo show), ecco le osservazioni di Grillo sull'attentato a Falcone:

https://www.youtube.com/watch?v=lDrSPU5je_A

Michela Napoleoni ha detto...

Roma è ormai una realtà degradata, grazie alle giunte che hanno mangiato! Ora che c'era un sindaco onesto l'hanno fatto andar via! Amo Roma ma questa situazione me la fa mal digerire

Anonimo ha detto...

Quella che segue è la situazione di Firenze che sta facendo allarmare l'Unesco e che rischia di portare l'estromissione della città toscana dalla lista dei siti protetti, dopo TRE SINDACI DI SINISTRA. Eccovela l'onestà dei sindaci di sinistra (con buona pace degli "spontanei" supporter). E potrebbe essere la descrizione di Roma da rutelli in poi:
"Negozi cinesi e phone center a ogni angolo. E poi venditori abusivi, ubriachi, bivacchi e sporcizia.[...] al centro del problema sono le centinaia di attività, legali e non, gestite da stranieri che negli anni hanno completamente invaso il centro storico e che, con il carico di discperati, clandestini, spaccio, letteralmnte soffocano la città, con residenti e turisti sotto assedio."
QUESTA E' LA SINISTRA, SFACELO.

Anonimo ha detto...

A differenza di me, l'Unesco si stava preoccupando dello sfascio sinistroide già dal 2006: "Proliferazionee edi attività commerciali improprie, disordine nell'arredo urbano, costi elevati, degrado del paesaggio, SPOPOLAMENTO DEI RESIDENTI E PERDITA DELL'IDENTITA' CULTURALE".
E' l'Unesco, non Salvini né Gasparri, care calabro-zecche.

Anonimo ha detto...

E poi, spiega Giovanni Donzelli, "zingari che si lavano nelle fontane storiche, vomito e urina sotto la statua di Dante e i marmi di Santa Croce, dormitori e baraccopoli nei cortili affrescati. Le storiche botteghe artigiane sono sostituite da phone center e money transfer, passeggiando per interi rioni sembra di essere in qualche periferia africana."
Vi ricorda qualcosa?
Ma profughi e immigrati diventano elettorato, portano sussidi, i sussidi vengono trattenuti illecitamente dalle cooperative o gestiti in modo clientelare dai governi auto-impostisi- fanno da ponte con l'utilissima malavita, e sussidiano il riciclaggio degli amici banchieri e imprenditori, la sinistra continua a corna basse a devastare quel che resta di una storia e di una cultura millenaria, qual'è quella italiana, incitando l'arrivo di vagonate di stranieri.
Idea. Fare della calabria una colonia penale per immigrati.
PS segue esemplare intervista di un vero politico, Viktator, ovviamente aggredito ai polpacci dalle cagne mafiose della sinistra ue.

ShareThis