Dimissioni di Ignazio Marino. 10 progetti decisivi per la città che rimarranno bloccati chissà per quanto

9 ottobre 2015

Non mettiamo limiti alla provvidenza, ma diciamo che difficilmente 7 mesi (almeno) di commissariamento vedranno a capo della città - come successe col commissariamento di Bologna, quando la commissaria Cancellieri si rivelò ben più efficace dei sindaci che l'avevano preceduta - qualcuno in grado di andare molto oltre l'ordinaria amministrazione. Il commissario assume in se i poteri della Giunta e del Consiglio, ma la somma di questi poteri non basta per tirare fuori la città dalle secche amministrative e di certo non basta per cambiare l'atteggiamento e la preparazione di centinaia di dirigenti incapaci, conniventi se non addirittura corrotti. Il rischio concreto, anzi più che altro la certezza, è che parecchie operazioni decisive per la città sfumino o si rallentino di molto. Vediamone alcune.

1. Cartelloni
Il Piano Regolatore è fatto, ma mancano i piani particolareggiati per ogni municipio e poi soprattutto mancano le gare per assegnare i lotti. Impensabile che la questione, tra le più delicate in assoluto, venga risolta dal commissario. Stiamo parlando di un progetto che cuba diverse centinaia di milioni l'anno di ricavi che ora vanno nelle mani di clan, racket e società di dubbia legalità. Stanno tutti festeggiando.

2. Navona
Il bando-truffa per la Befana a Piazza Navona è stato parzialmente modificato e integrato ma il sindaco aveva promesso, per accertarsi di allontanare un rischio di ritorno sulla piazza proprio di coloro che l'avevano massacrata di nominare lui la commissione che deciderà le assegnazioni. La commissione non la potrà nominare e l'assessore Leonori, che tanto si è spesa per un ritorno anche qui della qualità a dispetto delle cricche, non c'è più. E non sono poche le partite, di dimensioni un po' inferiori, che erano in capo a Marta Leonori. Pensiamo alle bancarelle (migliaia, che rendono le strade inguardabili) o ad esempio al catalogo dei dehors con sedie e tavoli finalmente di qualità da imporre ai ristoratori: la cosa non ha avuto il tempo di essere approvata.

3. Città della Scienza
Tanti saluti al mega progetto di Via Guido Reni che avrebbe creato un nuovo quartiere di qualità al posto delle ex caserme e ex officine militari in Via Guido Reni di Fronte al Maxxi. Il progetto doveva passare in Assemblea Capitolina e poi finire in Regione. Ma l'assemblea non c'è più: tutto fermo per anni, con una perdita economica e di posti di lavoro enorme.

4. Nuovo Stadio della Roma
Stesso discorso. La progettualità di qualità imposta da Giovanni Caudo, assessore all'urbanistica, da chi verrà portata avanti? Gli investitori insisteranno a portare soldi in questa città? Quando la Regione finirà di osservare il progetto a chi rimanderà le carte? Al Commissario Governativo? Un progetto di trasformazione urbana del valore di miliardi che rischia di sfumare.

5. Pgtu
Prevede finalmente l'aumento delle strisce blu e la chiusura dell'area dell'anello ferroviario. Prevede insomma di penalizzare il trasporto privato a favore del trasporto pubblico. E' stato approvato dall'ex assessore alla mobilità Guido Improta che diede alla città un Piano Generale del Traffico Urbano dopo decenni, ma ora nessuno lo attuerà.

6. Area Ex Fiera
Anche qui Giovanni Caudo stava iniziando a mettere le mani su una partita che Alemanno aveva tenuto congelata per 5 anni. Niente di fatto: milioni e milioni di euro persi per la città, decine di milioni di euro di indotto polverizzati e soprattutto centinaia di posti di lavoro in fumo.

7. Fiera
Un passaggio delicatissima per la Fiera di Roma: la società è decotta e va rilanciata. E' sul mercato. Ci sono dei compratori internazionali e c'è già una offerta. Chi decide? Semplice: si rimanda. E magari gli investitori internazionali vanno a mettere i loro soldi altrove. 

8. Pulizia settimanale delle strade
Un altro importantissimo passaggio che il consigliere Fabrizio Panecaldo stava seguendo assieme all'assessorato all'ambiente. Nessuno dei due c'è più e anche qui Roma dovrà rimandare - magari di altri trent'anni - ad avere strade pulite dalle quali (con enormi benefici) si eliminano le auto parcheggiate per igienizzare correttamente e così scoraggiare anche l'abbandono delle auto per strada che interessa decine di migliaia di vetture. Progetto fermo dopo i primi esperimenti dei passati giorni sulle consolari. 

9. Ponte dei Congressi
Grande progetto fondamentale per la città. Soldi governativi stanziati mesi fa che fatalmente andranno persi se il progetto esecutivo non verrà portato a dama. Graziano Del Rio investirà questi denari altrove, non a Roma.

10. Nuovo regolamento di polizia urbana
Un passaggio fondamentale che era in capo al Gabinetto del Sindaco (Rossella Materazzo, nello specifico). Stavano finendo di compilare il Regolamento di Polizia Urbana: quello attuale risale al 1949 se non andiamo errati. Commentate voi. Il nuovo potrà aiutare contro la prostituzione, il vandalismo (writing), il decoro (parabole sui terrazzi), l'accattonaggio, la vendita notturna di alcoli e molto altro fino, per dire, allo scempio dei risciò. Forse dovremo aspettare altri settanta anni perché qualcuno osi metterci mano...

84 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...


Il sindaco, però, l’ha presa malissimo. E, con l’animo scosso, il cuore in tumulto, ha reagito di stizza, come gli capita solo nei momenti molto privati: «Cacciarmi? Se lo fate farò tutti i nomi: chi del Pd mi ha proposto Mirko Coratti e Luca Odevaine (due degli arrestati di Mafia Capitale, ndr) come vicesindaco e come comandante dei vigili. Vi tiro giù tutti». Marino ha ricordato di «avere tutto scritto nei miei quaderni» e di «avere anche degli sms di dirigenti nazionali del Pd». Una minaccia, come quella di scrivere un libro «esplosivo», che gli starebbe curando l’ex caposegreteria Mattia Stella, dimessosi quest’estate dopo la relazione di Franco Gabrielli. 

Anonimo ha detto...

Anus quaedam, cum Syracusani omnes Dyonisii tyranni mortem optarent propter nimiam morum acerbitatem et animi saevitiam, sola cotidie deos precabatur ne tyrannus morte raperetur. Ubi hoc Dionysius cognovit, admiratus non debitam benevolentiam, arcessivit anum et cur ita faceret sciscitatus est. Tum illa:" Hoc facio sciens. Cum enim puella essem et a saevo tyranno Syracusani opprimerentur, ego mortem eius optabam. Cum autem is necatus est, tyrannus taetrior dominationem occupavit de cuius exitio deos precabamur. Nunc tu dominationem adeptus es, qui pessimus et crudelissimus omnium es. Quaproter ego, verens ne deterior sequatur, si tu opprimaris, deos precor ut diu te servent".

Anonimo ha detto...

Il PD aveva proposto a Marino Luca odevaine o Mirco coratti come comandante dei vigili o vicesindaco.

Avete capito adesso perché i FERMI NO di Marino a cosa servivano. A bloccare queste cose qui.
Dovreste capire con animo mafioso adesso perché marino ha dato un gran fastidio.
Perché i suoi no davano fastidio a tutti.

Brucia Roma brucia.

Anonimo ha detto...

Con tutti i problemi caratteriali, un'occasione persa!
Peccato. Io non ho votato e non voto da decenni perché lo trovo inutile. Però il segno della 'discontinuità' c'è stato eccome.
Truppe fasciste che gli gridano contro, mafie romane che lo sbeffeggiano, anche il Papa che lo rinnega!
Povero Marino ... peccato.
Ciao e buona mafia comu-catto-fascista a tutti!!!
Ciao

alex demontis ha detto...

il punto 5 son felice non passi, il punto 8 era una farsa
finalmente è caduto il sindaco e spero si levi di mezzo anche l' assessora all' ambiente

Anonimo ha detto...

A questo punto pare proprio destino che Roma rimanga al palo in eterno dal punto di vista dell'ordine, dei trasporti, dell'economia.

Milano intanto si avvicina sempre più all'Europa, pure Napoli ci prova.

L'unico modo per salvarci è investire su trasporti sostenibili e decoro, ma è impensabile avviare i cantieri della metro D senza prima aver fatto piazza pulita di tutta la merda che c'è in comune e con cui il comune ha a che fare.

Anonimo ha detto...

Dopo 2 anni di indicibile ASTINENZA
pè colpa del Marziano, finalmente fatto dimette dai nostri amichi
Stasera si brinda alla nota bisca della MAGLIANA:

interverranno per la ripresa delle attività

er cecato nero (ospite d'onore)
il compagno Buzzi
gli "imprenditori" di Ostia,
gli amici Cartellonari
i trafficanti di disperati
le vittime dell'antiabusivismo
Rappresentanza (non tutti i parenti però eh ! che non c'entrano) delle dirigenze delle municipalizzate
i sindacatini boicottatori
la stampa tutta che ringraziamo per la preziosa opera

Amerigo Rutigliano ha detto...

Good morning "Roma dei capannelli sulla piazza del Campidoglio"
Ho davanti a me una pila di giornali italiani ( meno l'Unità che fa schifo) e tutti con lo stesso titolo "Il sindaco Marino si è dimesso.
Tutti applaudiscono, tutti brindano alla sua dipartita, tutti solo felici specie i poteri forti che ora si sfregano le mani e il portafoglio.
Viene raccontato "Marino, peggior sindaco della storia di Roma ma, anche Alemanno, venne definito il peggior sindaco della storia di Roma.
Mai nessuno parla del dominio delle giunte rosse e di tutti i misfatti che commisero, ed allora vi racconto una breve storia.
Veltroni sindaco . Venne accusato di aver acquistato sottocosto la sua casa romana . Venne accusato di aver gettato il salvagente a Berlusconi che all'epoca stava affondando
Il piano regolatore di Roma di Morassut ( ex assessore oggi deputato del PD) e Veltroni fu il peggiore piano regolatore della storia di Roma capitale, che le ha appeso nel cielo giganteschi cubi di cemento non localizzati pronti a bombardarla con violenza.
Oggi si tenta di esercitare la damnatio memoriae contro Corviale e Torbellamonaca, non contro la speculazione di Caltagirone, Toti, Mezzaroma che negli anni hanno depredato l'agro romano ( fatevi un giro sul raccordo anulare e capirete lo sfacelo.
E che dire di Rutelli .
I romani, preferirono votare un fascista come Alemanno piuttosto che ritrovarsi il solito piatto di minestra riscaldata.
Ora, chi si è dimostrato il peggior sindaco di Roma tra Rutelli, Veltroni, Alemanno e Marino?
Sapete chi è il vice sindaco di Roma Causi ? Un parlamentare del PD che Roma, Rutelli e Veltroni conoscono molto bene. E' quello della finanza creativa, degli investimenti fuori bilancio.
sapete chi è l'assessore e senatore del PD Esposito. Quello della SI Tav quello che ha più nemici che parenti.
Marino si è dimesso ma, ha davanti a se venti giorni per confermare le sue dimissioni.
Non pensate e lo dico al M5S che per voi la vittoria è certa perchè non è così. Non conoscete Roma, i suoi canali poco trasparenti, non conoscete l'immenso potere delle lobby, dei gruppi di potere, le caste, specie quelle oltre Tevere.
Non crediate che la dipartita di Marino potrà mai essere il vostro inizio per la conquista di Roma perchè non è così.
Nel 2009, a Roma, a Largo santissimi apostoli, epoca di primarie nazionali per la segreteria del PD mi incontrai con un personaggio oggi deputato PD che, mi propose di abbandonare la mia candidatura e di entrare nella corrente Marino, sostenendo la sua mozione, una scelta che avrebbe potuto portarmi in parlamento .
Con me, lavoravano centinaia di volontari in tutta Italia. Avrei potuto tradirli ? Non lo feci, mantenni la mia candidatura e in una intervista a RED TV affermai che il PD romano, doveva cambiare quanto corrotto . Dopo qualche settimana, la dirigenza nazionale del PD annullò la mia candidatura con una scusa del tutto ridicola.
Vi racconto questo per far capire che non è Marino, Veltroni, Rutelli, Il sottoscritto ma, quello che c'è dietro o dentro il ventre romano. Il marcio, la corruzione, interessi spesso personali.
Oggi Marino è il sindaco marziano in attesa dell'astronave che lo porti a casa su Marte.
Fossi al posto di Marino, mi comporterei esattamente come Sansone che preferì morire ma, con tutti i Filistei.

Anonimo ha detto...

Venti giorni per pensare e forse ripensare. Oppure venti giorni per una vendetta che lo rilancerebbe nell'agone politico come uomo nuovo. Chi pensa che Ignazio Marino abbia firmato una resa senza condizioni si sbaglia. Chi lo conosce bene, come la Cattoi che ha lasciato Riva del Garda per il caos di Roma, sa bene che la freddezza del bisturi alla fine vince sulle emozioni e che, superata le lacrime, ora medita come "far morire i filistei del Pd" che hanno permesso un processo pubblico per due scontrini e una fattura, chiamando come testi un oste con una memoria di ferro e due camerieri.

Il disegno dell'ormai ex sindaco è chiaro: screditare il Pd di Mafia Capitale, completare l'opera di rottamazione del partito che prima gli ha chiesto di sacrificarsi perché non aveva un candidato spendibile contro Alemanno e poi l'ha mollato facendolo dimettere come se avesse rubato, e tornare in pista da vero rottamatatore. Al massimo rischia di fare i conti con un avviso di garanzia per peculato ma la difesa non sarebbe cosa complicata. Anzi. L'ipotesi di fronte giudiziario potrebbe anche spingere una sua eventuale ri-corsa per il Campidoglio, puntando tutto sulla distanza dai partiti.
E se fosse così per il Pd sarebbe veramente un problema. Già, perché l'armadio di Ignazio Marino non è tanti pieno di scheletri quanto di documenti bollenti, la cui anteprima l'ha già fornita pochi minuti dopo la capitolazione, mandando due siluri al Nazareno: "Ho le carte delle pressioni fatte per nominare Mirko Coratti vice e Odevaine capo dei Vigili Urbani". E qui gli appassionati di Mafia Capitale avrebbero gioco facile nella ricostruzione delle trame tutte rosse che hanno attraversato la carriera di Salvatore Buzzi. Aggiungiamo pure che l'offensiva di Marino andrebbe a cavallo del processo per Mafia Capitale che vede nei guai un bel pezzo del sistema di relazioni e di potere del partito.
C'è davvero da preoccuparsi. Tant'è he uno che la "il naso lungo" come Gianfranco Rotondi sul suo profilo social ha postato una profezia: "Nessun simpatia x Ignazio Marino ma la sua cacciata profuma di dossier che solo il naso democristiano può percepire". C'è da credergli.

Anonimo ha detto...

Dopo 2 anni di indicibile ASTINENZA
pè colpa der Marziano, finalmente fatto dimette dai nostri amichi
Stasera si brinda alla nota bisca della MAGLIANA:

interverranno per la ripresa delle attività

er cecato nero (ospite d'onore)
il compagno Buzzi
gli "imprenditori" di Ostia,
gli amici Cartellonari che guasi se stavano a immiserì

i trafficanti di disperati chiagniu’muorto-fregao’vivo
le vittime dell'antiabusivismo
Rappresentanza (non tutti i parenti però eh ! che non c'entrano) delle dirigenze delle municipalizzate
i sindacatini boicottatori
la stampa tutta che ringraziamo per la preziosa opera,in particolare i compagni di Repubblica
spuntini e drinches offerti dai rinati nostri 13 camionari

Anonimo ha detto...

Pur condividendo che il Sindaco Marino ha rappresentato una svolta nella conduzione inadeguata e addirittura criminale della città, non credo che non vi sia nessuno all'altezza di continuare l'opera di rigenerazione. In altri termini, non credo proprio che si debba tornare al passato. Il PD è consapevole che i romani sanno e che giammai consentirebbero un ritorno dei mafiosi (ammesso che se ne siano davvero mai andati) e delle lobbies a decidere le sorti della città. Sarebbe un grave colpo alla credibilità e allo stesso futuro di quel partito. Analogamente per il Movimento 5 Stelle che si pone come un'organizzazione politica che mira alla legalità ed all'efficienza della Pubblica Amministrazione, stanti i proclami ripetuti in tal senso dei suoi maggiori esponenti. Analogamente per Salvini. Credo, insomma, che quanto di buono compiuto da Marino rappresenti un punto di non ritorno. Piuttosto, alla sacrosanta guerra a mafia e potentati occorre si accompagnino celerità ed efficienza nel fornire alla cittadinanza sicurezza, decoro, pulizia, rispetto delle regole, ciò in cui Marino è mancato. E con altrettanta urgenza, ma con maggiore risolutezza, il commissario, prima, e la nuova giunta, poi, dovranno operare un rilevante cambiamento tra i dirigenti ed i dipendenti del Comune, di ATAC, AMA e ACEA, servendosi della normativa già esistente. Se anche diminuirà il consenso tra queste categorie, aumenterà, e molto, il consenso presso i romani, che non ne possono più di inefficienza, incompetenza, sciatteria, infingardaggine, assenteismo, parassitismo, collusioni e corruzione.

Anonimo ha detto...

Balle.
Il sindaco marino ha fatto esattamente quello di cui tu scrivi sopra ed è stato proprio questo il motivo per cui è stato costruito contro di lui un dossier per seguirlo e cercare in tutte le pieghe della sua vita privata un motivo per cacciarlo. D'accordo con la grancassa della stampa amica.
Quindi di che parliamo.

Anonimo ha detto...

Multe cancellate
i pm indagano 
sulla lista dei "graziati"Sono oltre mille le pratiche ritenute sospette dai magistrati



Il PD voleva odevaine a capo dei vigili urbani. Figurati perché.

Anonimo ha detto...

Dopo tanto tempo, ci tenevo a fare un saluto al Professore di Italiano.
Bye Bye.

Anonimo ha detto...

Torniamo alla MAFIA CATTO-FASCIO-COMU-CAPITALE!!!
Masi, in fondo governa Roma da millenni! Lasciamola lavorare, no?
Non è la città più bella del Mondo e meglio servita?
Ed allora? Cosa si va trovando?
Viva la RESTAURAZIONE! Viva la MAFIA! Viva il VATICANO!
Eia Eia, alalà!!!

Anonimo ha detto...

Il sindaco a capo di una giunta mafiosa non sarà genny a'carogna ma manco Padre Pio, evidentemente.
I giornali glissano sui finanziamenti di buzzi ricevuti da marino - a sua insaputa, immagino - mentre mettono in piedi inserti monografici sui finanziamenti ricevuti da alemanno, eh, mica è uguale.
Quanto all'uomo, non serve il dossier della cia per scoprire che emetti false fatturazioni e te magni i soldi pubblici per cenare con zio Franco, millantando cene di lavoro, nè servono gli spioni delinquenti del pd per avere notizia dell'incartamento della Procura su affittopoli e sui falsi dipendenti dell' associazione di marino a San Lorenzo.
Non hanno scoperto che va a trans, sono state evidenziate notizie ufficiali giudiziarie gravissime, coperte dalle sue imbarazzanti menzogne, per cui QUALUNQUE ALTRO POLITICO O SEMPLICE CITTADINO SAREBBE STATO MASSACRATO DALLA STAMPA, ma siccome marino consentiva di tenere in piedi tutto il sistema di poteri legati ai centri sociali, alle cooperative, all'abusivismo migratorio, agli appalti oscuri come quello di metro c già impostato da veltroni, allora si sono attaccati tutti a marino come se fosse il manto si Santa Rosalia.

Anonimo ha detto...

Poi, marino contro i poteri forti è la barzelletta del secolo. Basta vedere come stanno ridotte le consolari, basta contare i casali antichi abbattuti per i palazzinari sotto la sua giungta, basta vedere la distesa di abusivi di nuovo srotolata in via dei fori imperiali e a termini, per dirne due, basta contare i milioni regalati a i "zingarelli". Questa vicenda fa capire perfettamente la capziosità infame di certi giornali, che massacrano per niente persone di parte avversa, mentre OMETTONO E MINIMIZZANO tutte le notizie gravi che portano ripercussioni alla trama economica illecita alla base della mafia sinistroide.

Anonimo ha detto...

1) DICHIARARE FALLIMENTO ATAC E RIDISCUTERE CONTRATTI COI DIPENDENTI
MANDANDO A CASA PARENTI AMICI E PARASSITI
2) DICHIARARE FALLIMENTO AMA E RIDISCUTERE CONTRATTI COI DIPENDENTI
MANDANDO A CASA PARENTI AMICI E PARASSITI
3) PRENDERE A CALCI IN CULO I VIGILI URBANI E STANARLI DAGLI UFFICI E
MANDARLI PER STRADA A VIGILARE PASSO PASSO LA CITTA'
4) TELECAMERE A OGNI ANGOLO PER LA SICUREZZA DEI CITTADINI
5) PRENDERE A CALCI IN CULO I ROM BORSEGGIATORI E MENDICANTI AI SEMAFORI
6) BANDI INTERNAZIONALI CON FORTI PENALI PER LE DITTE INADEMPIENTI
7) OBBLIGARE I COSTRUTTORI A REALIZZARE PARCHI E GIARDINI
8) LOTTA ALLA SCIATTERIA PORTATA DAL COMMERCIO AMBULANTE E AFFISIONI
9) METROPOLITANA GESTITA DALLE S.S. CON LICENZA DI UCCIDERE
10) STADIO DELLA ROMA - FLAMINIO STADIO DELLA LAZIO - SISTEMAZIONE LAVORI EUR
11) CITTA DELLA SCIENZA E CITTA DELLO SPORT A TOR VERGATA

CI VUOLE GENTE CON LE PALLE CHE AL PRIMO SEGNO DI ILLEGALITA' DENUNCIA PUBBLICAMENTE I MALAVITOSI FACENDO NOMI E COGNOMI...BASTA CON QUESTA STORIA HO EREDITATO CI SONO INTERESSI..,,MARINO LI MORTACCI TUA DEVI FARE I NOMI ALTRIMENTI SEI SOLO MONDEZZA.

Anonimo ha detto...

romani, mi fate vomitare, dal primo giorno che Marino è diventato sindaco di roma, tutti a criticare!
guarda caso, come è arrivato lui sono scoppiati gli scandali casamonica, carminati, tredicine
guarda caso sono iniziati gli scioperi di atac, ama
guarda caso tutti i giornali "liberi" hanno cominciato a massacrarlo!

Sapete che vi dico, vi meritate di vivere nella merda, perchè siete una massa di mafiosi, parassiti, paraculati.

da Italiano del NORD CHE AMA ROMA!

Anonimo ha detto...

La verità è questa: per non sputtanare quel residuo di onorabilità - presunto - che si mantiene agli occhi del mondo, per non macchiare in eterno la politicità di marino, per non marchiare il pd -sel della dovuta connotazione criminale che spetta loro, invece di sciogliere la giunta per mafia hanno organizzato l'escamotage di fare la sostituzione di parte degli assessori, hanno mantenuto l'interregno di marino preservandolo da critiche proporzionate ai suoi misfatti, e ora scioglieranno comunque la giunta risparmiandosi l'onta ufficiale di dichiarare alla storia che la giunta marino dei moralizzatori pd-sel era una giunta mafiosa.
Magari sperando di salvaguardare il sistema illecito delle varie cooperative di delinquenti.

Anonimo ha detto...

Il sindaco a capo di una giunta mafiosa non sarà genny a'carogna ma manco Padre Pio, evidentemente.
I giornali glissano sui finanziamenti di buzzi ricevuti da marino - a sua insaputa, immagino - mentre mettono in piedi inserti monografici sui finanziamenti ricevuti da alemanno, eh, mica è uguale.
Quanto all'uomo, non serve il dossier della cia per scoprire che emetti false fatturazioni e te magni i soldi pubblici per cenare con zio Franco, millantando cene di lavoro, nè servono gli spioni delinquenti del pd per avere notizia dell'incartamento della Procura su affittopoli e sui falsi dipendenti dell' associazione di marino a San Lorenzo.
Non hanno scoperto che va a trans, sono state evidenziate notizie ufficiali giudiziarie gravissime, coperte dalle sue imbarazzanti menzogne, per cui QUALUNQUE ALTRO POLITICO O SEMPLICE CITTADINO SAREBBE STATO MASSACRATO DALLA STAMPA, ma siccome marino consentiva di tenere in piedi tutto il sistema di poteri legati ai centri sociali, alle cooperative, all'abusivismo migratorio, agli appalti oscuri come quello di metro c già impostato da veltroni, allora si sono attaccati tutti a marino come se fosse il manto si Santa Rosalia.
Poi, marino contro i poteri forti è la barzelletta del secolo. Basta vedere come stanno ridotte le consolari, basta contare i casali antichi abbattuti per i palazzinari sotto la sua giungta, basta vedere la distesa di abusivi di nuovo srotolata in via dei fori imperiali e a termini, per dirne due, basta contare i milioni regalati a i "zingarelli". Questa vicenda fa capire perfettamente la capziosità infame di certi giornali, che massacrano per niente persone di parte avversa, mentre OMETTONO E MINIMIZZANO tutte le notizie gravi che portano ripercussioni alla trama economica illecita alla base della mafia sinistroide.

La verità è questa: per non sputtanare quel residuo di onorabilità - presunto - che si mantiene agli occhi del mondo, per non macchiare in eterno la politicità di marino, per non marchiare il pd -sel della dovuta connotazione criminale che spetta loro, invece di sciogliere la giunta per mafia hanno organizzato l'escamotage di fare la sostituzione di parte degli assessori, hanno mantenuto l'interregno di marino preservandolo da critiche proporzionate ai suoi misfatti, e ora scioglieranno comunque la giunta risparmiandosi l'onta ufficiale di dichiarare alla storia che la giunta marino dei moralizzatori pd-sel era una giunta mafiosa.
Magari sperando di salvaguardare il sistema illecito delle varie cooperative di delinquenti.

Anonimo ha detto...

Ottima disamina, direi che questa lista può e deve diventare una mappa sulla quale monitorare la situazione nei prossimi mesi. Aggiungerei un ulteriore punto_ la sistemazione del verde pubblico che purtroppo proprio in questi giorni dovrebbe risolversi con l'affidamento delle famose "gare ponte" e il lancio delle "gare europee" (troppo, troppo in ritardo!). Detto questo, io spero vivamente in un commissario di ferro, che spazzi il marciume a livello di macchina amministrativa...è l'unica via di uscita.

Anonimo ha detto...

Voi immaginate di avere il vicino di casa noto per emettere false fatturazioni, per millantare dipendenti inesistenti per grattare finanziamenti, per mangiare e viaggiare a sbafo coi soldi della propria azienda, e di essere a capo di un ufficio coinvolto in indagini per mafia.
Chiunque direbbe: "Teniamoci alla larga da quel delinquente".
Solo che noi ce l'avevamo come sindaco.
Questo fa capire che brava gente ormai componga la nazione italiana.

Anonimo ha detto...

Quanto ai dieci punti del post, si tratta di punti per lo più già soggetti a disamina giudiziaria, a partire dallo stadio della Roma e della fiera di Roma, e altri lo saranno, perché la prassi è quella di metro c, mega opere del menga per spolpare le casse dello Stato e far pasteggiare tutte le ditte più mafiose del Regno, che dopo aver diffuso criminali nei quartieri in cui operano e aver prolungato i lavori all'infinito con ingiustificate varianti, vengono bloccate perché si scopre che sono la filiazione di qualche clan di prosciuttari campani o calabresi.
Ma ancora così stiamo?
Grandi opera = MAFIA. E di conseguenza sindaco testa di legno che fa finta di non capire e non sapere.

Anonimo ha detto...

Poi, non parliamo ancora di riqualificare il quartiere flaminio, che prima della spazzatura cementizia calata da renzo piano e dall'araba fenice era un quartiere gioiello e peraltro storico; le caserme non sono discariche, sono costruzioni adeguate all'unità estetica della zona, a differenza della colata di calcestruzzo pretenziosamente chiamata museo di zahara a' pipp che non serve a niente e a nessuno se non a dare un mega stipendio a giovanna melandri, e a far lavorare un sacco di amici della sinistra.

Anonimo ha detto...

Il regolamento di polizia urbana è già perfetto, peccato che nessuno se lo fili, a partire dai vigili urbani.
D'altronde nessuno si fila nemmeno il codice penale, figurati quanto può contare il regolamento di polizia comunale, fosse anche redatto da Pericle.
State tranquilli che la volontà collettiva orientata a devastare l'Italia tramite la propaganda deviata, la manipolazione dell'informazione, le "grandi opere" e gli eserciti di blatte, cercherà il modo di compiere i propri propositi con marino o senza marino.
Ma tutto questo piangere sul sindaco al pesto serve solo a creare un clima di cordoglio colpevole favorevole alla sinistra mafiosa e piagnona, che cercherà di uscirne non come la radice di tutti i mali civili e sociali, ma, al solito, come il rimedio.

Anonimo ha detto...

E probabilmente marino era d'accordo, perché non si è mai comportato in modo tanto colorito come ora, proprio nel momento in cui urgeva un basso profilo e una presenza costante.
Così lui esce di scena come un frescone, invece che come un delinquente, e sono tutti contenti.
Proprio ieri De Magistris, intervistato a radio due, diceva che non solo lui non ha alcuna carta di credito per le spese di rappresentanza (mentre marino si è auto incrementata la propria da 100000 euro a 500000 euro, che bravo), ma che nei casi in cui si prospettino occasioni di rappresentanza, non è lui come sindaco che in autonomia si gestisce le spese, OVVIAMENTE, ma l'ufficio preposto.
Precisando che comunque di norma il lavoro lo costringe a tornare la notte, senza avere il tempo di andare pasteggiando a destra e a manca.
E andiamo.

Anonimo ha detto...

L’INTERVISTA
Dimissioni di Marino, De Masi: «Questa città è comica
e il Pd merita Alemanno...»

Il sociologo si schiera con il sindaco: «Marino mi piace: ha avuto il coraggio di rompere col Pd, con la destra, con tutti»

"Secondo me Marino ha due colpe, due capi d’accusa sulla testa: ha parcheggiato male la Panda e ha deciso di ridare i soldi che aveva speso in cene. Troppo, evidentemente, per una città che ha avuto la mafia in Campidoglio, che ha sopportato la destra e i mariuoli che c’erano prima... Da quando è sindaco Marino quei delinquenti che prima stavano in Comune sono in galera: ecco, secondo me Marino paga questo. La verità è che questa città è comica: bada a questioni ridicole come la macchina del sindaco e non vede il cambiamento...». Il sociologo Domenico De Masi si schiera con Ignazio Marino, evidentemente.
Quindi Roma è ridicola?
«Infantile, dovrebbe essere più seria. Ma Roma è un papocchio, tra plebe, clero, politici, tutta una marmellata. Io Marino non l’ho mai visto né conosciuto: però a me piace perché ha avuto il coraggio di rompere con il Pd, con la destra, con tutti. Ed era necessario. Lo dico chiaramente: per me è un eroe e contro di lui hanno usato metodi mafiosi».
Ma il Pd è il partito che dovrebbe sostenere il sindaco.
«Ma il Pd ha raccomandato quelli che... Lasciamo stare, il Pd si merita Alemanno e forse anche i cittadini meritano quel sindaco...».
Quindi secondo lei Marino non ha colpe?
«Marino è una cartina di tornasole dello stato di decomposizione della città: essendo lui l’unico non decomposto, è rivelatore del resto. Ingenuo? Per essere onesto non c’è altra strada: il problema è che la città tra un ingenuo onesto e un furbo disonesto preferisce il secondo...».
Anche il Papa non è stato tenero...
«Già, il Papa che è buono con tutti con chi alza la voce? Con Marino!».
Però un limite nel parlare alla città il sindaco l’ha avuto?
«Parla con i fatti. E poi ha un valore pedagogico: la storia del sindaco insegna: siate furbetti altrimenti finite come lui...».

Secutor ha detto...

Belissimi PROGETTI MIRABOLANTI quanto vagotonici......manca l'undicesimo "le trappole per i writers"........ma di che fuffa parliamo ? In ultimo invece il progetto di distruggere Roma gli è riuscito benissimo !

Anonimo ha detto...

Ma alla fine l'assegno dei 20000 euro "donati a Roma" lo ha firmato o no?

Anonimo ha detto...

Egregio Sindaco Ignazio Marino, ritiri le sue dimissioni per favore.

Lo faccia per tutti i romani che hanno capito il valore di tutto quello che è riuscito a fare in 27 mesi in cui è stato al governo di Roma.

Raccogliamo quante più firme possibile per far capire al Sindaco Ignazio Marino che i romani sono con lui contro tutti gli attacchi mediatici che lo hanno portato a prendere la REVOCABILE decisione di dimettersi dalla carica di Sindaco della Città di Roma.

In quanto a esprimersi di fronte ai mass media non è stato il massimo, e nessuno finora è riuscito a spiegare come sia possibile tutto questo accanimento da parte dei giornalisti nei suoi confronti, e sì, i suoi collaboratori potrebbero aver fatto MOLTO di più per sostenerlo.

È vero, ha tante pecche, ma sarebbe bene ricordare anche alcuni suoi pregi e tutti i risultati raggiunti in due anni che è al governo della città:


2) ha risparmiato 120 milioni ogni anno solamente confrontando le spese allegre del comune con i prezzi di mercato come, per esempio, pagare 4800€ ogni pc ai soliti noti

3) ha portato e continua a portare al Procuratore Pignatone tutta la documentazione in possesso dell’Amministrazione comunale consentendo così di dare una svolta importante alle indagini di Mafia Capitale;

4) ha chiuso Malagrotta dopo 30 anni evitando così pesantissime sanzioni dall'Europa e tornando ad accedere nuovamente ai fondi europei

5) Ha indetto un bando internazionale per la raccolta rifiuti portando ad oggi la differenziata al 43% (prima sulla carta era la metà, ma di fatto non esisteva dato a Malagrotta si inceneriva tutto)

7) ha identificato un nuovo centro per i rifiuti. A settembre apre Rocca Cencia per la trasformazione dell'umido a impatto zero e senza odori

8) ha messo a capo dei vigli un poliziotto facendo infuriare quella lobby potentissima dei vigili, ha tolto loro i privilegi, li ha denunciati il 31/12 e ha messo la turnazione dei dirigenti comunali

9) ha cacciato l'AD di AMA poi arrestato con Mafia Capitale

10) ha cacciato in ATAC (quasi) tutti gli assunti da Alemanno imbucati in ufficio e li ha mandati a fare i controllori

11) Ha allungato i turni dei dipendenti ATAC e obbligato tutti loro (come già funziona ovunque nel mondo) a timbrare il cartellino a inizio e fine turno

12) ha messo un magistrato alla trasparenza

13) ha mandato le ruspe a Ostia liberando gli accessi al mare dove da anni TUTTI facevano finta di non sapere che comandava la mafia degli Spada e dei Fasciani

16) ha eliminato i camion bar dal centro storico restituendo Roma al suo fascino naturale. (facendo un torto alla famiglia Tredicine, mentre tutti quelli saliti prima al Campidoglio hanno sempre temuto sfidare)

22) ha fatto il bilancio di previsione a inizio anno e non alla fine o addirittura l'anno successivo come avveniva in precedenza

23) ha stabilito nuove regole più stringenti per il bando degli appalti e l'affidamento di lavori pubblici

32) creato per la prima volta il registro unioni civili, trascrizione matrimoni tra persone omosessuali contratti all'estero, progetti contro il bullismo omofobico (d'accordo, facendo infuriare il Vaticano)

33) ha finalmente varato un nuovo PGTU

35) ha messo il gps alle spazzatrici (prima non avevano nemmeno un percorso stabilito da percorrere)

36) ha indetto una gara europea trasparente mettendo 1000 nuovi appartamenti a disposizione dell'assistenza alloggiativa temporanea

BONUS: http://www.ignaziomarino.it/valutazione-fitch/ - l’Agenzia di rating Internazionale che alza il “punteggio” di Roma da negativo a stabile. In soli due anni.


Firmate questa petizione e fatela girare il più possibile, abbiamo tempo fino al 28 Ottobre per convincerlo a cambiare idea dimostrandogli che siamo tutti dalla sua parte.

Anonimo ha detto...

chi dice che marino deve restare lo fa perchè gli vuole male !
La prima cosa che ha detto è stata che grazie al suo archivio si porterà molti dietro, la seconda che gli avrebbero messo anche la droga in tasca !
Marino soffre della cosiddetta sindrome di accerchiamento !

Guardate le cose dalla sua prospettiva, finalmente potrà andare in vacanza quando vuole, potrà donare il sangue senza polemiche e magari rispettando le norme . Resta il nodo di chi dovrà pagare pranzi e cene ....

Anonimo ha detto...


Dopo 2 anni di indicibile ASTINENZA
pè colpa der Marziano, finalmente fatto dimette dai nostri amichi
Stasera si brinda alla nota bisca della MAGLIANA:

interverranno per la ripresa delle attività

er cecato nero (ospite d'onore)
il compagno Buzzi
gli "imprenditori" di Ostia,
gli amici Cartellonari che guasi se stavano a immiserì

i trafficanti bianchi e rossi di disperati chiagniu’muorto-fregao’vivo
le vittime dell'antiabusivismo
Rappresentanza (non tutti i parenti però eh ! che non c'entrano) delle dirigenze delle municipalizzate
i sindacatini boicottatori
grasso Clero di diversi monoteismi già “urtati”ar Coliseo
la stampa tutta che ringraziamo per la preziosa opera,in particolare i compagni di Repubblica
spuntini e drinches offerti dai rinati nostri 13piccoli camionari

ste ha detto...

Voglio proprio vedere alla prossime elezioni quelli che avranno ancora il coraggio di andare a votare per quei partiti che hanno ridotto così Roma...il PD a roma è morto e sepolto e con lui tutti i suoi pseudo circoli....la destra è impresentabile...li vedi ora (meloni, marchini, salvini e compagnia cantante) che si accalcano "ahoo...semo meglio noi...aridatece er voto...che con noi Roma torna a splendere!". Abbiate pietà di noi, vi prego, andate a cercarvi un lavoro....

Anonimo ha detto...

lurido porco rimetti il sellino alla tua bici...ipocrita radical chic...
ti hanno cacciato ovunque tu sia andato...oggi per me è un giorno di festa
Ciao Ignaro...saluta i babbuini

Anonimo ha detto...

Convincete sto cazzo.... Ignazio Raus 88

Anonimo ha detto...

che bello navigare questo sito oggi...saluti al comitato elettorale che gestisce questo sito

Anonimo ha detto...

Stanno uscendo dalle fogne.

Anonimo ha detto...

giusto per parlare di cambiamento

http://www.milanotoday.it/green/life/svizzeri-milano-roma-meglio.html

Paola Giannone ha detto...

Non vedo la Metro C, Tratta T3!!!...

A.Dorigo ha detto...

Che poi sentire esultare certa gente - i sodali di quello là, ad esempio; quello che ha preceduto Marino, dico - è qualcosa che oscilla tra il comico e il grottesco. Ancora: assolutamente da non perdere la prima pagina del tempo di oggi. Memorabile.

Anonimo ha detto...

Tra destra peracottara alla Alemagno, democristiani mafiosi del PD e sinistra sindacale che protegge gli statali nullafacenti, non vedo proprio via d'uscita per questa città. Ci restano i grillini... Che Zeus ce la mandi buona.

A.Dorigo ha detto...

Mannaggia all'Ipad. Ho sbagliato sezione. Ora rimedio.

Anonimo ha detto...

Gli svizzeri: "Milano è bellissima, Roma fa schifo"

"Roma sprofonda sempre di più, Milano non è mai stata così splendente"

La Radiotelevisione svizzera decanta le lodi di Milano e punta il dito contro Roma: "Mai stata così brutta, tra paccottiglia cinese e finte trattorie"

Gli svizzeri: "Milano è bellissima, Roma fa schifo"


Dopo gli inglesi e gli americani, arrivano anche gli svizzeri a decantare la bellezza di Milano. E il decadimento di Roma. La Radiotelevisione rossocrociata, infatti, con un editoriale-poesia di Massimo Donelli, parla di una Milano che non vive più solo di stereotipi - "la nebbia, lo smog, il freddo" - ma anche e soprattutto di futuro.

La capitale? E' notte fonda. "Roma non è più un paradiso in Terra (e venerdì 2 ottobre, tra pioggia e scioperi, è stata, semmai, per un giorno, l’inferno in Terra… ). Le strade, infatti, paralizzate da un traffico che batte quello di Buenos Aires e Bangkok, sono piene di buche che provocano terribili incidenti. I marciapiedi sono disseminati di rifiuti. I servizi pubblici non funzionano. E il centro storico è sfigurato: da botteghe che vendono paccottiglia cinese; e da finte trattorie, con tovaglie (in plastica) a quadretti bianchi e rossi, che servono pizze orrende e riscaldano i piatti nel microonde", scrivono gli svizzeri.

"Uno sfacelo. Milano, al contrario, non è mai stata così bella. Le vie della città gareggiano in seduzione. Il quadrilatero della moda primeggia a livello mondiale. Corso Garibaldi, nel quartiere di Brera, regala una passeggiata d’altri tempi. Piazza Gae Aulenti e l’intero, scintillante quartiere di Porta Nuova rivaleggiano con la grandiosità di Piazza Duomo. I parchi sono puliti. I servizi pubblici funzionano. I navigli, con la nuova Darsena, sono stati restituiti ad antica bellezza. E la città ha scoperto una dimensione inaspettata: quella turistica", prosegue.

"Non è che Milano sia popolata di santi (Tangentopoli vi dice niente?). Però, anche ai tempi del chiacchieratissimo Psi (Partito socialista italiano), chi ha governato la città l’ha sempre, appunto, governata. Ossia ha amministrato il territorio in maniera intelligente, puntando allo sviluppo, investendo nella cultura, scommettendo sulla moda, il design, l’architettura. Roma, invece… Beh, avete visto, no? Dentro Mafia capitale c’erano tutti, da destra a sinistra. Ignazio Marino è il primo sindaco della Storia a essere strapazzato da un pontefice. E, per quanto si sforzi la memoria, è impossibile ricordare grandi opere di predecessori celebri come Walter Veltroni o Francesco Rutelli. Per non parlare di Gianni Alemanno… ", continua lo scritto

Annuncio promozionale
Ricevi le notizie di questa zona nella tua mail. Iscriviti gratis a MilanoToday!

"Adesso il timore è che il confronto Expo-Giubileo metta ancor più a nudo l’abissale gap che separa la Capitale da Milano. Un timore fondato: il Vaticano ha lanciato l’allarme e il governo ha sentito il bisogno di mettere in campo il prefetto Franco Gabrielli. Non uno qualunque: Gabrielli è stato a capo della Protezione civile, gestendo alluvioni, terremoti, il recupero della Costa Concordia e quant’altro. Volevate un’ulteriore certificazione del collasso romano? Eccola: per salvare il salvabile, hanno dovuto chiamare Mister Disastri… ", si conclude l'editoriale.


http://www.milanotoday.it/green/life/svizzeri-milano-roma-meglio.html

Anonimo ha detto...

ma Milano è senz'anima , sudai...

Anonimo ha detto...

DOPPIO INVITO:

Invito 1

Se anche tu, come me, hai reiterate ed inarrestabili crisi emetiche per le vergognose vicende che hanno portato a far dimettere il sindaco Marino, reo di saccheggius interrumptus della nostra amata Città devastata dai barbari aleDanni e lor parenti, allora

prova, ingenuamente forse, a condividere (facilmente) la petizione linkata, che ha cmq il pregio di sintetizzare l'elenco delle cose buone fatte da Marino in questi 2 anni (copioni...ci avevo già inondato la stampa prezzolata e boffiana nei gg scorsi per tacitarli)

https://www.change.org/p/marino-sindaco-di-roma-e-dei-romani-ignaziomarino-ritiri-le-sue-dimissioni-per-favore?source_location=search_index&algorithm=curated_trending&grid_position=1




OPPURE

INVITO 2

c'è quest'altro "EVENTO" (gradito l'abito a strisce)



Dopo 2 anni di indicibile ASTINENZA
pè colpa de ‘sto Marziano, finalmente fatto dimette dai nostri amichi
Stasera se brinda alla nota bisca della MAGLIANA:

interverranno per la ripresa delle attività

er cecato nero (ospite d'onore)
il compagno Buzzi
gli "imprenditori" di Ostia,
gli amici Cartellonari che guasi se stavano a spaventà pè il PRIPPE

i trafficanti bianchi e rossi chiagniu’muorto-fregao’vivo di disperati
i nostri intramontabili palazzinari, in particolare il prossimo sindeco
rappresentanza (non tutti i parenti però eh ! che non c'entrano) delle dirigenze delle municipalizzate
i sindacatini grandi maestri de boicottaggio e lamento

grasso Clero di diversi monoteismi già “urtati”ar Coliseo
la stampa tutta che ringraziamo per la preziosa opera,in particolare i compagni di Repubblica
spuntini e drinches offerti dai rinati nostri 13piccoli camionari


Anonimo ha detto...

Firmate questa petizione e fatela girare il più possibile, abbiamo tempo fino al 28 Ottobre per convincerlo a cambiare idea dimostrandogli che siamo tutti dalla sua parte.

Anonimo ha detto...

Il link della petizione (15 000 firme in poche ore) si apre automaticamente cliccando sul (saggio) commento delle 12:40

MARINO NUN TE N'ANNA'
Nun ce lassà tra aleDanni, meloni fotoscioppati, leghisti ( a Roma ??), fascio-mafiosi, parenti-dirigenti, palazzinari piacioni....

Anonimo ha detto...

Egregio Sindaco Ignazio Marino, ritiri le sue dimissioni per favore.

Lo faccia per tutti i romani che hanno capito il valore di tutto quello che è riuscito a fare in 27 mesi in cui è stato al governo di Roma.

Raccogliamo quante più firme possibile per far capire al Sindaco Ignazio Marino che i romani sono con lui contro tutti gli attacchi mediatici che lo hanno portato a prendere la REVOCABILE decisione di dimettersi dalla carica di Sindaco della Città di Roma.

In quanto a esprimersi di fronte ai mass media non è stato il massimo, e nessuno finora è riuscito a spiegare come sia possibile tutto questo accanimento da parte dei giornalisti nei suoi confronti, e sì, i suoi collaboratori potrebbero aver fatto MOLTO di più per sostenerlo.


È vero, ha tante pecche, ma sarebbe bene ricordare anche alcuni suoi pregi e tutti i risultati raggiunti in due anni che è al governo della città: - See more at: http://www.romafaschifo.com/2015/10/dimissioni-di-ignazio-marino-10.html#sthash.Efnj7k6D.dpuf

BONUS: http://www.ignaziomarino.it/valutazione-fitch/ - l’Agenzia di rating Internazionale che alza il “punteggio” di Roma da negativo a stabile. In soli due anni.


Firmate questa petizione e fatela girare il più possibile, abbiamo tempo fino al 28 Ottobre per convincerlo a cambiare idea dimostrandogli che siamo tutti dalla sua parte.

Anonimo ha detto...

GRAZIE!
Forse non servirà ad una beata mazza (la macchina del fango è molto potente e attrezzata), ma se arriviamo a 100 000 è un bel segnale

Anonimo ha detto...

Ma sti 20.000, 00 li ha spesi? Se fosse si non va bene.
Ma i viaggi li ha fatti per i romani o pe caxxi sua? Se li ha fatto per caxxi sua ha sbagliato.
Al funerale dei Casamonica ndò stava? A farsi li caxxi sua? Ha sbagliato.
Quelli che ha scelto nella sua squadra sono incriminati, ha sbagliato.
Etcc....
Etcc...
Ve prendono per culo gli altri è male lo fa lui ve volete mette a pecora.
Certo er feeling de sto blog verso e l'ex sindaco negli ultimi giorni era meglio dei gatti in calore, chissà perchè.
Cjavemo di ricordarci di quando Renzi gli buttò er salvagente per non farlo affogà.
E ora er sindaco vole spifferà i segreti der PD, ao allora i sapeva ma nun i denunciava? Ma sto caxxo e Sindaco denunciava solo quei che davano fastidio a lui invece quelli che lo spalleggiavano i lasciava stare perchè potevano torno comodi?
Se ne deve annare.

Anonimo ha detto...

E le lobby gay e Marino? Altro dolore!

Diego ha detto...

Marino si è dimesso e il PD non vuole andare al voto perché vincerebbe il M5S: credo che nell'attuale situazione potrebbero esserci le condizioni favorevoli per un commissariamento di lunga durata della città, da attuarsi con decreto legge d'urgenza da parte del governo Renzi col pretesto dell'imminente giubileo.
Forse un'occasione unica per avere finalmente un Governo di Roma sganciato dalle logiche para mafiose del consenso e del voto di preferenza.

Anonimo ha detto...

Questo blog tutti i giorni aveva da dire male contro l'amministrazione comunale contro la squadra di Marino è poi all'improvviso diventa paladino di Marino è davvero strano.

Anonimo ha detto...

Le lobby gay hanno messo casa a Roma grazie al sindaco.

Anonimo ha detto...

Hai capito al sindaco oltre al vino e alla cena di famiglia pure:1) ha esternalizzato le buste paga dei dipendenti comunali ad una società esterna ad un costo di 28.000 euro al mese, mentre prima le faceva il C.E.U. (centro elettronico unificato del Comune di Roma)
2) Malagrotta non è affatto chiusa ma continua regolarmente a lavorare
3) è stato fatto un maxi acquisto di toner rigenerati per le stampanti a 40 euro l' uno, spendendo centinaia di migliaia di euro, con la stessa cifra si potevano acquistare nuovi
4) il precedente comandante dei vigili ha fatto ricorso ed è stato reintegrato nell' incarico
5) i dipendenti ATAC già firmavano il foglio di marcia con gli orari
Potrei andare avanti per ore a scrivere tutti gli sprechi che ancora vengono fatti sotto il naso di Ignazio, che sarà pure una persona onesta ma è assolutamente incompetente.

Anonimo ha detto...

Prima ci si illudeva che Marino possedesse il potere taumaturgico di guarire tutti i mali di Roma, ora tutti addosso a Marino e pronti a cercare, a sperare nell'ennesimo personaggio dai poteri taumaturgici da eleggere a sindaco, salvo poi ricredersi nel giro di poco tempo...ma non lo avete capito che se Roma fa schifo, se è orrenda ed orrendamente gestita ed amministrata è perchè I ROMANI SONO ORRENDI? Hai voglia a cercare il taumaturga di turno, qui finchè non cambia la "ggente" si continuerà a vivere nel malaffare, nel pressapochismo, nella mondezza, nella becera ignoranza, nel caos e nella disorganizzazione, c'è poco da fà...

Anonimo ha detto...

Gli unici a crederlo taumaturgo erano quelli del pd-sel che speravano di curare un solo male, la reazione giudiziario-civica ai loro fortini criminali: immigrazione, centri sociali, zingari e cooperative.
E finché marino ha retto, ha fatto per loro un eccellente lavoro, non ci sono mai stati tanti venditori abusivi, strapponi, rom pluristipendiati, e cooperative "di accoglienza", come sotto la sua giunta, coi risultati che sappiamo.
Conclude l'opera cercando di convincerci che lui dice le bugie come un pargolo innocente e dispettoso, e non come sindaco di una giunta lurida, che ha dichiarato di non conoscere buzzi mentre questi era il perno di tutta l'economia del Comune, nonché micio micio con nieri e il suo braccio destro.
Ed ecco come marino non conosceva buzzi:
http://www.corriere.it/foto-gallery/cronache/14_dicembre_04/fotogalleryinterviste-politici-ecco-rivista-braccio-destro-carminati-1166cb9e-7bf3-11e4-b47e-625f49797245.shtml

Anonimo ha detto...

Gli unici romani orrendi sono i sinistri mafiosi e quelli che non sono romani, ossia gli immigrati che fanno per loro e con loro il lavoro sporco, pur di mantenere la mangiatoia su Roma.
Quanto alle petizioni pro marino, le pseudo petizioni sono le tipiche tecniche dei sorci dei centri sociali: simulano una sollevazione popolare votando da soli le proposte e i politici che li tutelano dalla galera.
Lo fecero anche con quella fogna di scup, la finta petizione on line autovotata dagli stessi cumuli di sorci, e lo fanno agli sgomberi, dove arrivano sempre le stesse mandrie di sorci a fingere la reazione della città contro l'invocato intervento della forza pubblica.

Anonimo ha detto...

A fiorito per il peculato lo volevate in galera, invece marino ha solo mangiato troppo.
Sinistra mafia, poco altro da dire.

Anonimo ha detto...

Capito marino, "mi prendo venti giorni per pensarci"
e poi,
- regazzi, vai con la finta petizione pe tenecce Roma - marino, onesto! marino, è er ku klux klan che te perseguita, hai solo magnato troppo, te manca solo a memoria, pensavi che buzzi era er parroco der Don Orione, marino, nun mollà, quanno c'arivotano più a Roma, poi ce tocca da lavorà, poi nun sapemo dove annà a spaccià, poi ce manneno ar gabbio, ma-ri.no, ma-ri-no, marino come Gramsci, marino nun mollà o semo rovinati.

Anonimo ha detto...

TUTTE LE BOIATE DEL FRONTE PRO MARINO

2) ha risparmiato 120 milioni ogni anno solamente confrontando le spese allegre del comune con i prezzi di mercato come, per esempio, pagare 4800€ ogni pc ai soliti noti

COI 120 MILIONI CI SI E' INCREMENTATO LA DIARIA DI 40000 EURO AL MESE E HA REGALATO 19 MILIONI DI EURO IN PIU' AI ROM

3) ha portato e continua a portare al Procuratore Pignatone tutta la documentazione in possesso dell’Amministrazione comunale consentendo così di dare una svolta importante alle indagini di Mafia Capitale;

MA CAZZO, GLI VOLEVA DIRE NO NO BELLO MIO AL PROCURATORE CAPO?

4) ha chiuso Malagrotta dopo 30 anni evitando così pesantissime sanzioni dall'Europa e tornando ad accedere nuovamente ai fondi europei

E' STATO COSTRETTO A DIRLO PERCHE' INCOMBEVA IL PROCESSO A CERRONI, IN COMPENSO SE NE RATIFICARONO TRE ABUSIVE IN ZONA ARDEATINA, E MALAGROTTA FUNZIONA ANCORA

5) Ha indetto un bando internazionale per la raccolta rifiuti portando ad oggi la differenziata al 43% (prima sulla carta era la metà, ma di fatto non esisteva dato a Malagrotta si inceneriva tutto)

QUESTA E' INVENTATA.

7) ha identificato un nuovo centro per i rifiuti. A settembre apre Rocca Cencia per la trasformazione dell'umido a impatto zero e senza odori

NE HA IDENTIFICATI TRE, ABUSIVI, DA SPRECAMORE AD ARDEA.

8) ha messo a capo dei vigli un poliziotto facendo infuriare quella lobby potentissima dei vigili, ha tolto loro i privilegi, li ha denunciati il 31/12 e ha messo la turnazione dei dirigenti comunali

CLEMENTE E' UN FIGO, NON E' MERITO DI MARINO.

9) ha cacciato l'AD di AMA poi arrestato con Mafia Capitale

L'HA CACCIATO DOPO MAFIA CAPITALE.

10) ha cacciato in ATAC (quasi) tutti gli assunti da Alemanno imbucati in ufficio e li ha mandati a fare i controllori

NON HA CACCIATO NESSUNO, LI HA CACCIATI ATAC DI FRONTE ALL'INGIUNZIONE GIUDIZIARIA, TENENDO TUTTI I CLIENTES DELLE GIUNTE DI SINISTRA

Anonimo ha detto...

11) Ha allungato i turni dei dipendenti ATAC e obbligato tutti loro (come già funziona ovunque nel mondo) a timbrare il cartellino a inizio e fine turno

QUESTE COSE NON SONO INIZIATIVE DEL SINDACO, E COMUNQUE SONO PORCHERIE DA SCHIAVISTI, INFATTI SI VEDE COME FUNZIONA BENE ATAC

12) ha messo un magistrato alla trasparenza

SI CHIAMA FOGLIA DI FICO, PER FAR CONTINUARE TUTTO COME PRIMA

13) ha mandato le ruspe a Ostia liberando gli accessi al mare dove da anni TUTTI facevano finta di non sapere che comandava la mafia degli Spada e dei Fasciani

E' STATO COSTRETTO! CI SONO CONDANNE PER MAFIA! MA CE FATE O CE SIETE?

16) ha eliminato i camion bar dal centro storico restituendo Roma al suo fascino naturale. (facendo un torto alla famiglia Tredicine, mentre tutti quelli saliti prima al Campidoglio hanno sempre temuto sfidare)

INFATTI, FATTI UN GIRO, SPARITI I CAMION BAR. ADESSO CI SONO I CAMION BAR PIU' 456 IMMIGRATI DI CONTORNO CHE VENDONO COLLANINE

22) ha fatto il bilancio di previsione a inizio anno e non alla fine o addirittura l'anno successivo come avveniva in precedenza

QUESTE TE LE INVENTI DI SANA PIANTA

23) ha stabilito nuove regole più stringenti per il bando degli appalti e l'affidamento di lavori pubblici

MH, E' PER QUESTO CHE CANTONE NON FA PARTIRE GLI APPALTI, VEDI IL TEMPO DI OGGI P. 12

32) creato per la prima volta il registro unioni civili, trascrizione matrimoni tra persone omosessuali contratti all'estero, progetti contro il bullismo omofobico (d'accordo, facendo infuriare il Vaticano)

SI', ANDARE CONTRO LA LEGGE E FARE IL PAGLIACCIO DANDO FASTIDIO A QUASI TUTTO GLI RIESCE MOLTO BENE

33) ha finalmente varato un nuovo PGTU

AMMUINA, AMMUINA, AMMUINA, IL RISULTATO E' IN STRADA.

35) ha messo il gps alle spazzatrici (prima non avevano nemmeno un percorso stabilito da percorrere)

MA CHE STAI ADDI'?! SENZA GPS NON CI SONO I PERCORSI? DICIAMO CHE SI E' FATTO UN MEGA APPALTO DI INUTILI GPS. E COMUNQUE ALLE PARTECIPATE DECIDONO I DIRIGENTI NON IL SINDACO.

36) ha indetto una gara europea trasparente mettendo 1000 nuovi appartamenti a disposizione dell'assistenza alloggiativa temporanea

VEDI PUNTO 23.

Anonimo ha detto...


In tutto ciò, visto che marino è indifendibile e continuare a ripeterlo è solo dare inesistente riconoscimento alle metodiche ricattatorie e colpevolizzanti della sinistra criminale, sarà più interessante dare soddisfazione ai fautori del COMPLOTTONE PLUTO .MASSO ECC.

Titolo da Il Tempo:

PALENZONA, TRA SENATORI E COSA NOSTRA. I CARABINIERI PERQUISISCONO GLI UFFICI DEL VICEPRESIDENTE UNICREDIT. C'E' L'IPOTESI DI FAVOREGGIAMENTO AI BOSS. NEL MIRINO POLITICI, MASSONI E 007.


Anonimo ha detto...

Così, per precisare, ci sono di mezzo:
unicredit
autostrade Italia
un'indagine contro la'ndrangheta dell'immaginifico PM Pier Paolo Bruni
voto di scambio e clientelismo
e, tatà tatà tatà
matteo messina denaro
E, chissà, forse anche qualche prematura dipartita di candidati alla presidenza, vedremo, altra inchiesta nodale che collega i puntini dell'imprecisato disegno.
Clamorosa indagine svolta dalla DDA di Firenze, se vi capita leggete gli articoli sull'argomento, sono pieni di spunti.

Anonimo ha detto...

E speriamo che buzzi, carminati, alzetta, casamonica e la comunità bangla smettano di ringraziare marino su questi post, stanno diventando noiosi.

Anonimo ha detto...


UNICREDIT, INCHIESTA ANTIMAFIA – GLI INCONTRI E GLI AFFARI PALENZONA, LE INTERCETTAZIONI CON L’UOMO DI MESSINA
Secondo i pm i vertici della banca sapevano dei rapporti tra Bulgarella e Cosa Nostra. La rete di amicizie dell’imprenditore – indagato dalla dda della Toscana con l’accusa di aver investito capitali derivanti da rapporti con la mafia trapanese – comprendeva “alti dirigenti di banca”, “funzionari e amministratori pubblici, oltre al mondo della politica, della stampa e a soggetti gravitanti in contesti massonici”. Di Davide Vecchi e Marco Lillo

Interessante poi la rete che si disegna. Ecco gli azionisti mediobanca, gruppo nel cui cda Palenzona è stato fino al 2012:

Gruppo UniCredit 74.573.472 8,60
Gruppo Bolloré 68.887.075 7,94
Gruppo Mediolanum 29.795.110 3,44
Fondazione Cassa di Risparmio di Bologna 24.418.135 2,82
Standard Life Investments 20.606.001 2,38
Gruppo Benetton 18.625.029 2,15
Gruppo Fininvest 17.713.785 2,04

Anonimo ha detto...

E speriamo che questo blog la finisca di leccare il signor Marino dopo che lo ha calpestato con tutta la sua giunta da ben 2 anni.
Eravate contraddittori ma ora esagerate quasi da far pensare che soffriate quasi di demenza senile tipo alzheimer o addirittura peggio.

Anonimo ha detto...

Bene così, via il genovese rompiballe e ritorniamo alla situazione precedente. Il cittadino romano è più tranquillo e rassicurato se non sa le cose, com'è che si dice "occhio non vede cuore non duole". Mafia, baracconi inutili, e finta-destra contro finta-sinistra contro batman-dello-scontrino: io tifo questo o quello, voi fate i caxxi vostri ma lasciatemi in pace e io faccio finta di niente. Questi gli accordi sottintesi, chiaro e semplice.

Anonimo ha detto...

lasciatemi in pace e io faccio finta di niente: Come Marino con il PD a quanto pare!
Quindi in ogni caso è necessario che Marino si metta da parte.

Anonimo ha detto...

Va', o gentile marziano, torna a casa, e lascia il pianeta Roma al suo destino di abbrutimento e declino. I suoi abitanti non ti hanno capito, e non ti meritano!

Anonimo ha detto...

L' asse caltagirone - berlusconi, che copre tutto lo scibile economico-finanziario, compresa la rete bancaria.
Una linea che lega Sicilia e Calabria, Lombardia e Liguria. E poi Emilia Romagna e Veneto.
Oltre a un innegabile rapporto tra mole adiposa e peso criminale, tutto da discernere.

Anonimo ha detto...

Ma basta con marino, sta succedendo un risolutivo pandemonio che spiega anche l'esistenza di certi politici-cuscinetto, c'è un limite anche alle possibilità diversive della chicchiera da bar.

Anonimo ha detto...

Da ascoltare ASSOLUTAMENTE...ho le lacrime agli occhi dalle risate...
"Sciò, sciò, sciò, alè, alè, alè", il rap su Marino della Sora Cesira /Video

https://youtu.be/7vjry6QzLuA

Anonimo ha detto...

Da ascoltare ASSOLUTAMENTE...ho le lacrime agli occhi dalle risate...
"Sciò, sciò, sciò, alè, alè, alè", il rap su Marino della Sora Cesira /Video


http://youtu.be/VUvzxpAq_HA

Mario ha detto...

MA SDI GAZZIH!!!! NOI VOLEMIO E MAGHINEEH, I BARGHEGGIH, SDIGAZZI DE MARINO, AVAROTTORKAZZAAOH!!!

Anonimo ha detto...

GRAZIE!

In pochi giorni la petizione

Marino Sindaco di Roma e dei Romani! Ignazio Marino ritiri le sue dimissioni per favore!

ha ottenuto ben 30.654 sostenitori!

Non vi siete fatti prendere in giro dalla macchian del fango e dai romanari mafiosi amici di Alemanno!

Grazie!
DAje che morono gonfi, continuiamo così.
Cacciamo via la mentalità mafioso/romana da Roma!

PETIZIONE FIRMA QUI!

Anonimo ha detto...

senti qua piu che una petizione tocca scendere in piazza, altro che!

Anonimo ha detto...

Bisognerebbe imparare a prendere i mezzi pubblici che è quello che fanno le persone intelligenti. 1 perche risparmiano 2 perche fanno prima 3 perche inquinano meno

Anonimo ha detto...

30.000 firme su 4.000.000 di abitanti di Roma...
un bel risultato!!! Bravi!
Bravi continuate a fare petizioni e girotondi...siete veramente degli ottusi compagni e benpensanti...falsi ed ipocriti come il vostro ex sindaco...
P.s. questo blog è caduto veramente nel ridicolo è diventato comico leggervi ogni mattina
marino Roma ti schifa!

Anonimo ha detto...

Aumentare le fascie blu per i parcheggi? Ma che bella idea!!!! Così, per accompagnare mia figlia a scuola ed andare a lavoro dall'altra parte di Roma e tornare a casa dovrò prendere la bici. Mi ci vedo proprio farmi Roma da nord a sud in bicicletta e sfrecciare sulla tangenziale... Proprio una bella idea!!!!

Dr. EHIS ha detto...

vuoi vendere o comprare rene? Se sì, allora siete nel posto giusto. io sono il dottor EHIS, un chirurgo presso l'università del Benin teaching hospital. siamo interessati a vostro rene se si vuole veramente vendere e vendiamo pure. vorrei stabilire una succursale di organizzazione nel vostro paese se mi è possibile collegare con un ministero della salute prominente lì. bene, se siete interessati a vendere il tuo rene, gentilmente mi e-mail tramite docspec94@gmail.com

Dr Mark ha detto...

Ciao. Vuoi comprare o vendere un rene in ospedale Ospedale money.UBTH urgente per visualizzare l'anolita e A + ve donatori di rene. Se qualcuno è disposto a donare o per l'acquisto, non esitate a contattarci tramite questa email, drmarklewis5@gmail.com

plesces sperano di sentire da voi.
Grazie

Harry Dickson ha detto...

Ciao, io sono il dottor Harry di Obanameh Royal Hospital, vendiamo e compriamo reni ... Avete bisogno di rene? o si è affetti da problemi renali e si pensa ogni speranza è perduta? non preoccupatevi più come noi siamo qui per essere sicuri di rimanere in vita .. contattateci via harrydickson511@gmail.com

ShareThis