Perché non ci dite il perché? La morte del PD a Roma e come la racconteranno i libri di storia

30 ottobre 2015

Tra 40 anni, quando i nostri nipoti leggeranno sul sussidiario di scuola la storia di Mafia Capitale, la questione sarà raccontata come qualcosa di ben più ampia di come la percepiamo oggi, un periodo, una fase storica, come un evo storico. E in questo medioevo i giorni che stiamo vivendo da qualche settimana a questa parte saranno narrati come cruciali. La manovra di palazzo e la macchina del fango che ha estromesso dal Campidoglio un sindaco democraticamente eletto saranno dettagliatamente tratteggiate; un commissario di partito che a luglio dichiara, per rispondere al Movimento 5 Stelle, "chi chiede le dimissioni di Marino è sulle stesse posizioni della Mafia" e poi a ottobre chiede lui stesso le dimissioni del sindaco sarà protagonista assoluto.

Questi giorni saranno narrati dai libri di storia come parte integrante di Mafia Capitale, come uno dei tanti passaggi criminali della vicenda di malavita così denominata. Non perché Marino sia l'alfiere della legalità e il PD il partito dei delinquenti, ma al di là dei ruoli (che comunque non si discostano troppo da questo cliché) per le modalità con cui i fatti sono avvenuti e per la totale mancanza di trasparenza. Mafia Capitale non è qualche ruberia da pochi milioni di euro da parte di Buzzi&Carminati, Mafia Capitale è qualcosa di più e oggi ci stiamo dentro. Oggi abbiamo vissuto un passaggio storico che finirà nei libri, tra qualche decennio. Tutto il mandato del sindaco Marino è Mafia Capitale, tutti gli ostacoli al cambiamento in questi ultimi due anni sono Mafia Capitale, il modo con cui il sindaco Marino è stato disarcionato è Mafia Capitale, soprattutto il silenzio e l'omertà del PD sui reali motivi di questa caduta è Mafia Capitale.

Se riavvolgete il nastro indietro nel tempo non riuscirete a trovare, a partire dalle dimissioni rassegnate dal sindaco due settimane fa, una sola dichiarazione di un solo esponente del PD che costituisca un serio capo d'accusa contro Marino. Provate a interloquire con un esponente del PD qualsiasi e chiedetegli: Marino deve andare via, okkay, ma precisamente perché? Otterrete delle risposte esilaranti. "Perché è arrivato tardi ad una riunione importante" (la consigliera Tiburzi, in realtà una specie di pasionaria ultracattolica avvelenata con Marino per le Unioni Civili ha così dichiarato su Repubblica), "perché è incomprensibile" (dice il solitamente incomprensibile Andrea Romano), "perché non ama Roma" (hanno scritto pure questo! Ma Renzi la ama?), "perché ha fatto un po' troppi scivoloni" (Fabrizio Barca, che prima di dire idiozie simili in un'intervista al Fatto Quotidiano era forse la persona più lucida del PD), "non è scattato quel qualcosa con la città" (Roberto Morassut) e avanti così azzeccando risposte che non dicono nulla, che non citano un fatto, che non menzionano un errore (eppure il sindaco ne ha fatti, eccome!). Ieri sera, ospiti da Nicola Porro a Virus, abbiamo assieme a Maurizio Belpietro chiesto in tutti i modi a Stefano Esposito di dirci il perché: non c'è stato modo di ottenere risposta. L'ex assessore ai trasporti ha ripetuto che in realtà la questione degli scontrini è stata solo la goccia che ha fatto traboccare il vaso, ma questo vaso era pieno di cosa? Zero risposte.
Al massimo puoi avere repliche tipo: "si è rotto il rapporto con la città" o l'immancabile "non ci sono più le condizioni politiche". Ma cosa significa? Ma poi un rapporto con la città non simpatetico è davvero sbagliato in questo momento a Roma? Non è sbagliato affatto: oggi chi amministra Roma deve compiere, se vuole governare bene, delle scelte così impopolari che non può esistere sintonia tra cittadini e chi amministra. Se sei odiato - specie nei primi anni del mandato - significa che stai governando bene, altro che la narrazione del successo renziana.
Sono riusciti a far sembrare ragionevoli gli esponenti di SEL, i quali come è giusto chiedono un banale confronto in Aula per poi decidere se dare o togliere la fiducia al sindaco. Al Campidoglio il sindaco potrebbe ricordare tutte le cose che, secondo lui, egli ha fatto bene; il PD potrebbe elencare invece tutti i motivi (speriamo più concreti di quelli, inconsistenti, che si leggono sui giornali) per cui il sindaco merita di interrompere qui il suo mandato. Non c'è soluzione migliore, ammenoché non ci sia cattiva fede.

Tra l'altro la crisi di queste settimane non è una novità. Il PD ha cercato dal primo minuto di far saltare il sindaco ostacolandolo in maniera goffa. Iniziarono a massacrarlo quando pedonalizzò i Fori, era l'estate del 2013. A novembre del 2014 lo stavano seriamente (seriamente!) facendo saltare perché qualcuno si era dimenticato di rinnovare i suoi permessi della ZTL. Poi lo crocifissero perché faceva troppe vacanze estive, poi perché doveva esserci durante il funerale dei Casamonica (ma perché?), poi perché - effettivamente invitato dall'arcivescovo di Philadelphia e nella speranza, giustamente, di ricomporre il rapporto col Papa guastato per via delle Unioni Civili - andò di nuovo in America e infine per una questione di rimborsi spese pressoché nulla ma che a quanto si apprende oggi  - nella miglior giustizia ad orologeria con tanto di veline spedite a Repubblica, e pure questo finisce nel nostro libro di storia di cui sopra - sarebbe scaturita in una iscrizione nel registro degli indagati per peculato e falso. "Andando avanti così mi avrebbero infilato un po' cocaina in tasca" ha giustamente detto il primo cittadino. 

Ciò che non si capisce è perché il PD non si decida a dire la verità. Semplicemente la verità. Come mai il partito dopo aver candidato un sindaco, ora, dopo soli 2 anni, non lo vuole più? Come mai dopo averlo difeso strenuamente fino a tre mesi fa oggi si arriva a livelli di scontro mai visti pur di disarcionarlo? Il PD non ha fatto mai opposizione durante i 5 anni di governo Alemanno, quando la città veniva consegnata ogni giorno alla criminalità, quando in Campidoglio si aggiravano, e tutti li vedevano, gli Andrini, i Mockbel, i Panzironi, i Carminati. All'epoca non si faceva la mozione di sfiducia, oggi sì. Va tutto bene, ma perché? Volete dirci il perché? Se il PD avesse impiegato contro Alemanno un decimo dell'energia che ha usato contro Marino forse Mafia Capitale non sarebbe esistita, questo racconteranno i libri di storia. E racconteranno il consociativismo che per anni, in nome del denaro, sovraintese al governo della capitale d'Italia. C'era Veltroni e la destra non faceva opposizione, c'era Alemanno e la sinistra non faceva opposizione. Tutti mangiavano. Appena si è rotto il meccanismo è venuto giù il mondo.

E poi se non dici la verità, la gente pensa male è ovvio. Gli elettori romani sono stupidi e impreparati, è vero, ma fino ad un certo punto. E tanta gente sta iniziando a farsi qualche domanda: nessuno, in città, ha capito i veri  motivi che ci hanno portato qui. Molti pensano che il PD sia andato completamente fuori di testa perché Marino è stato il primo e l'unico sindaco che ha osato mettere un minimo (un minimo eh) di bastoni tra le ruote nei meccanismi di collusione, connivenze e clientele che costituiscono a Roma il bancomat di consenso e di denaro del PD non solo romano e di tutti gli altri partiti. Non è che Marino sia un eroe, non è che abbia fatto chissà cosa. Ma semplicemente era difficilmente prevedibile, difficilmente regimentabile e non riusciva ad entrare in sintonia con il PD romano che grazie al malaffare e alla malagestione lucra e campa di rendita da decenni. Esempio: "Se approvi il bilancio della città in tempo, caro Marino, poi finisce" pensa un ipotetico PD "che i dirigenti che abbiamo piazzato nei dipartimenti e nei municipi non possono più lavorare in emergenza dando incarichi diretti a ditte amiche, va a finire che bisogna pianificare e dunque siamo obbligati a fare regolari bandi di gara; ma lo sai, Marino, che così andiamo tutti falliti? Ma non vedi che sono 25 anni che non viene approvato il bilancio nei tempi e si procede buttando tutto nella caciara delle emergenze? Ci sarà un motivo no?". Questo è quello che stanno pensando sempre più cittadini quando si riferiscono al Partito Democratico; stanno pensando che il PD sta cacciando Marino perché Marino costituiva un ostacolo alle solite ruberie che sembrano essere la mission di un partito considerato criminale dai suoi stessi alti dirigenti (Marianna Madia docet, ma pure Fabrizio Barca). Maldicenze? Qualunquismo? Forse: ma allora perché non dire la verità sui veri motivi per cui questo sindaco deve andare via? Perché lasciare spazio alle maldicenze, appunto?

Il PD sta di fatto regalando la città alla Meloni o a Di Battista; ha sputtanato il Giubileo; ha ridotto il suo consenso a percentuali che sono una frazione del risultato elettorale del 2013; ha asfaltato una intera generazione di personale politico che non avrà mai più la credibilità per ripresentarsi di fronte agli elettori. Tutto questo sull'altare della necessità di cancellare Ignazio Marino. Cosa c'è di così grosso dietro a tutta questa storia per cui vale addirittura la pena suicidarsi come sta facendo il PD a Roma, peraltro con enormi rischi a livello nazionale? Naturale che siamo curiosi...

Il PD peraltro ormai non ha nulla da perdere: non esiste a Roma una sola persona onesta disposta a votare il PD, il partito oggi è accreditato tra il 10 e il 15% (gente collusa, interessata, connivente e loro parenti): è di fatto scomparso, invotabile. Arrivati a questo punto potrebbero anche dire la verità: perché deve andare via Ignazio Marino? Come mai lo volete sfiduciare? Perché siete sulle stesse posizioni della destra?
Sta troppo antipatico a Renzi? Vi ostacola nel rubare e senza rubare la politica a vostro avviso non ha senso? Sta massacrando gli ambiti economici - cartelloni, camion bar, stabilimenti balneari, tavolini abusivi - che da sempre vi pagano la campagna elettorale? Cosa ha fatto insomma di così tremendo per scatenare una reazione politica totalmente inedita, mai vista, mai sperimentata, neppure lontanamente immaginata neppure per il sindaco suo predecessore poi finito, senza che questo destasse sorprese, al 416 bis? Perché dobbiamo far dimettere questo sindaco? Sarebbe possibile sapere un tot di buoni motivi, diciamo almeno 10? Non ce lo dicono e non ce lo diranno.

La strategia è questa: omertà, omertà, omertà. Il PD passa così non solo come un partito colluso ma anche come un partito codardo. Un partito che scappa, un partito che fa scelte gravissime e clamorose, meschine e atroci senza prendersene la minima responsabilità. E della codardia fa parte anche il fatto che non si andrà ad elezioni la prossima primavera, toglietevelo dalla testa. E' vero, da una parte, che il PD romano ha dimostrato in passato di poter continuare a fare i propri interessi criminali anche con un sindaco di un altro colore, ma è anche vero dall'altra che il rischio di un sindaco a 5 Stelle è troppo grande e in quel caso il magna magna sarà perfino più difficile che con Marino. E allora? E allora niente elezioni: da una parte c'è la scusa del Giubileo, dall'altra c'è la scusa della legge elettorale delle Città Metropolitane, ancora tutta da fare ma imprescindibile sia a Roma che a Napoli e a Milano. Ciccia per rimandare le elezioni e far lavorare a lungo un mansueto commissario ce n'è eccome. 
Altri codardi? Eccoli. Insultando i cittadini che li hanno votati e hanno scritto il loro cognome sulla scheda elettorale, i consiglieri comunali minacciano le dimissioni (poco importa se le daranno davvero, la minaccia basta e avanza): pur di non confrontarsi, pur di non spiegare, pur di non dire la verità sono disposti a raggranellare gli altri dimissionari che servono per raggiungere il numero di 25 e far sciogliere l'Aula: la verità non si può dire, costi quel che costi, anche allearsi con le opposizioni (imbarazzante che Marchini e i suoi si prestino a operazioni carognesche) e dimettersi all'unisono: magari si dimetteranno assieme al consigliere Alemanno. O chissà assieme al consigliere Bordoni.

Sappiamo alla perfezione cosa significò la gestione Bordoni in uno dei mostruosi gangli di malaffare che sono i cartelloni pubblicitari a Roma, e allo stesso modo sappiamo quanto Marta Leonori, attuale assessore, abbia brigato per far tornare la legalità in quella pozzanghera di camorre e cricche. Ebbene il PD si alleerà con Bordoni per far saltare la Leonori. E' lancinante.
Le riforme della Leonori sono state ostacolate da chi secondo voi? Dalla destra o da rappresentanti renziani della "nuova classe dirigente"? E Piazza Navona, chi la regalerà alle camorre degli ambulanti (la graduatoria potrebbe uscire oggi)? Sempre loro, la "nuova classe dirigente" orfiniana e renziana. Questo è il futuro? Questo racconteranno tra 40 anni i libri di storia quando spiegheranno agli studenti Mafia Capitale, altro che Buzzi&Carminati: quelle son bazzecole al confronto.

88 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

Il PD di cui parli come ti ha detto Esposito ieri è quello pre-mafiacapitale, pre-Renzi. Lo ripeto: attenzione a buttare merda su Renzi, l'alternativa a lui sono Salvini-Meloni-Bordoni, non Grillo come pensate e sperate. Occhio!

Anonimo ha detto...


Sono d'accordo. Marino è stato eletto dai cittadini romani e per questo deve governare per il tempo del suo mandato. Tutto il tempo.
La democrazia è anche questo. E' soprattutto questo.
Estromettere Marino equivale a privare i cittadini di una facoltà democratica (una delle poche rimaste...).
Avanti con Marino, dunque, comunque la pensiate.
Abbiamo sopportato 4 anni di Alemanno che era (a mio parere) sicuramente peggio!
Aspettiamo, valutiamo, partecipiamo.
Riprendiamoci la città a partire dal sindaco eletto dal popolo!
Io non voto da decenni ma rispetto il voto popolare.
Ciao

Anonimo ha detto...

Anonimo delle 9:16
Certo, infatti Orfini in pochissimi mesi è riuscito a resettare il PD, a farlo diventare da un partito "dannoso, cattivo e pericoloso" (cit. Barca) a un partito finalmente specchiato e pulito...un partito nuovo da quello pre-mafia capitale...ha deportato tutti gli iscritti e installato inscritti nuovi....ma per favore! Il sottobosco del PD romano è sempre quello!

Anonimo ha detto...

Analisi condivisibile. Bravo Tonelli

Anonimo ha detto...

Condivido pienamente l'analisi, non avevo riflettuto che non ci faranno votare neanche a primavera, anche perchè con le percentuali che ha oggi il PD terrà chiuse le urne con tutte le scuse. Ah dimenticavo GRAZIE Francesco eh !!! (il Pope ovviamente) per quelli che pensavano eh adesso è arrivato lui vedrai che differenza! eccola la differenza

Anonimo ha detto...

Ma magari il PD regalasse Roma ad un Di Battista... probabilmente tutto il sistema mafioso che blocca la capitale da decenni cadrebbe definitamente.

Cittadini Re di Roma ha detto...

analisi spietata e lucida. stavolta sono d'accordo al 100%.

Anonimo ha detto...

Purtroppo Il m5s non ha alcun interesse a sputtanarsi nel tentativo di governare Roma, quindi candideranno un perfetto imbecille scelto a caso. Marchini sarà il prossimo sindaco.

Anonimo ha detto...

Eh si, molto comodo darsi degli alibi da "perfettini", così si può sempre dire che sono gli altri a sbagliare...Eh si, sono proprio i "4 anni di Alemanno" che hanno portato Roma allo sbando di oggi...tutti i Sindaci di sinistra che si sono avvicendati dagli anni 70 a oggi, 40 anni di giunte di sinistra...loro no, non sono responsabili di nulla...è solo Alemanno che ha sfasciato Roma....
E basta poi co 'sta storia di Marino Che Guevara contro il PD corrotto mafioso e indegno...con quali voti è salito al Campidoglio questo sindaco "ribelle" ??

Anonimo ha detto...

AFFERMATE: ......sappiamo quanto Marta Leonori, attuale assessore, abbia brigato per far tornare la legalità in quella pozzanghera di camorre e cricche. - See more at: http://www.romafaschifo.com/#sthash.iRe9iZAn.dpuf..........MA PERCHE' QUESTO BLOG SULLO "SCHIFO" E LA PSEUDOI-LEGALITA' NON CI RACCONTA COME MARTA LEONORI, ELETTA ALLA CAMERA QUINDI PARLAMENTARE, VIENE FATTA DIMETTERE DAL PD PERCHE' VADA CON MARINO IN COMUNE AD AIUTARE ROMA? E PERCHE' NON RACCONTATE CHE MARTA LEONORI "LIBERA", FATALITA', UN POSTO DA PARLAMENTARE E CHE QUEL POSTO VA A FAVORE DEL PRIMO DEI NON ELETTI TAL MARCO DI STEFANO, UNA PERSONCINA TANTO CARA AL PD ROMANO CHE INTERCETTATO, PERCHE' SOTTO TIRO PER UNA TANGENTE DA QUALCHE CENTINAIO DI MILA EURO ESCLAMA SFACELLI SE NON VIENE SALVATO IN PARLAMENTO? OPPURE "ROMAFASCHIFO" CI RACCONTERA' DEL SOLDATO RAYAN??? E VEDIAMOLO STO' SCHIFO NO???

laura ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Anonimo ha detto...

a chi dice !l'alternativa a Renze sono Salvini-Meloni-Bordoni, non Grillo come sperate": l'alternativa siamo noi, cittadini che devono darsi da fare in prima persona come nei secoli è già stato fatto, che devono coalizzarsi e prendere iniziative faticose e prorompenti, non rimanendo seduti a guardare quel che viene dopo come al cinema!

Anonimo ha detto...

Marino "Che Guevara" che pasteggiava ad aragoste alla faccia dei romani cojoni.

E c'e' pure chi difende sto bugiardo, incapace e forse pure ladro.

Chi lo difende e' il peggio del peggio, li avete visti in tv ? Vecchio arnesi benestanti, pezzi di merda radical-chic con casa a corso Trieste, gente fanatica, faziosa, violenta, gente che si crede fraccazzo da Velletri quando invece parlano cosi' solo in quanto di solito ricchi e privilegiati.

Ormai chi vota a sinistra sono solo o coglioni o gente ricca e benestante, questa e' la realta', si mettono la scorta perche' sanno che il popolo si e' rotto il cazzo.

Andrea

Anonimo ha detto...

ad Andrea delle 11.32: un vero signore

Anonimo ha detto...

tempi cupi.... E se, come dicono gli altri utenti, le alternative devono essere salvini-meloni-bordoni, a sto punto meglio far entrare putin con i tank sovietici.

Anonimo ha detto...

"Non perché Marino sia l'alfiere della legalità e il PD il partito dei delinquenti, ma al di là dei ruoli (che comunque non si discostano troppo da questo cliché)"

Tutti su questo tenore gli articoli di RFS su Marino...

Marino ha amministrato male, MA blablablablablablablablablablablablablablablablabla

Adesso pure ALFIERE DELLA LEGALITA'...mangiando aragoste con la mastercard del comune ovviamente...

Anonimo ha detto...

"Veline spedite a La Repubblica". Mi sono fermato qui con la lettura di questo post.
Si comincia finalmente a comprendere qualcosa. Magari ora smetterete di citare "l'ottimo Merlo", il teorico moralista del nulla, per guardare a cose ben più concrete.

Saluti.

Anonimo ha detto...

Marino come vada vada tanto ormai politicamente ha già vinto.
E il PD romano come vada vada ha già perso.

Vedrete come gli salterà tutta in faccia la merda che hanno cercato di tenere nei tombini.
E questo vale anche per gli ex seguaci di alemanno.

Ormai la macchina si è messa in moto. I cittadini si sono ribellati. La sete di verità negata da questo giornalismo servo e ignavo Cit.dante Alighieri ormai è insopprimibile.
Volevate mobbizzare,marino nel silenzio di tutti.
Come i preti. Vi è andata malissimo e adesso sto merdone esplode in faccia a tutti quelli romani del mondo di mezzo e ai dirigenti del PD romano.

E io me ne starò a ridere alla finestra.

Gianni LionSPQR ha detto...

Il PD starebbe andando fuori di testa? Forse, ma ho il sospetto che in realtà stia cercando di andare "dentro di tasca".

Anonimo ha detto...

Questo articolo spiega tutto:

http://www.dagospia.com/rubrica-3/politica/roma-kaputt-mundi-implosione-citt-nasce-problemino-non-111731.htm

Anonimo ha detto...

ad Andrea delle 11,32
Io abito a Corso Trieste, senza scorta, non sono né fazioso, né violento, pago le tasse, sono onesto.
Ma prima di dire stupidaggini, un po' di riflessione no?

Anonimo ha detto...

Se il pd fosse stato furbo, avrebbe fatto saltare marino nel 2013, quando ne ebbe l'occasione, quando la città era in bancarotta. Ma fecero il salvaroma.
E c'avrebbero fatto anche bella figura, facendo saltare una giunta che ancora non aveva fatto alcun danno, riversando tutte le colpe su alemanno. In più avrebbero potuto fare pulizia in ama e atac. Ma forse buzzi era contrario.

Anonimo ha detto...

È ridicolo e da beoti attaccarsi a degli scontrini di cene da 40 euro a persona, che sono chiaramente errori di contabilità (le firme false?). È stata una campagna denigratoria e falsa messa su dai giornali in combutta con personaggetti che non voglio nemmeno immaginare. E ovviamente ora il risultato è quello che vediamo, Marino paragonato addirittura a Berlusconi quanto a mani sporche e condotta criminale, e perfetto appiglio ai partiti di destra, lega, opposizioni varie cui attaccarsi (e con cui calare in un enorme banco di nebbia le nefandezze, quelle sì, gravi, della gestione precedente Alemanno e pre-Alemanno).

È una situazione di una tristezza ignobile, soprattutto vedere come le persone (alcune anche intelligenti) siano state manipolate a puntino senza accorgersene.

Anonimo ha detto...

L'anima de li mejo mortacci vostra, ah merde del PD: avete salvato Azzolini dalla richiesta di arresto e vi dimettete contro Marino per due scontrini. Me fate schifo ar cazzo, che Dio ve fùrmini

Anonimo ha detto...

Senza contare che ora ci troviamo con una destra e una sinistra invotabili se non da mafiosi e palazzinari, e i 5 stelle dall'altra parte che se eletto il loro sindaco passeranno il mandato a controllare quanto pagano il cornetto e il cappuccino i dipendenti comunali.

Anonimo ha detto...

Se sei onesto parla altrimenti fa schifo come tutta quella merda che c'è in Comune.

Anonimo ha detto...

sinceramente credo che dobbiamo farci un esame di coscienza.

Tutti noi che vorremmo vivere in una città di stampo europeo, ordinata ed efficiente, dobbiamo semplicemente andarcene!

Dobbiamo renderci conto che qui non è possibile.

Anonimo ha detto...

Complimenti per la marea di stronzate che riuscite a dire.
Io non so perché è stato fatto dimettere. La cosa assurda è che un blog anti degrado possa difendere un sindaco che in due anni ha massacrato Roma molto peggio dei suoi predecessori, usando il cavallo di battaglia di Mafia Capitale per far credere alla gente che lui è odiato solo perché da fastidio a certi poteri, non perché è un incapace.
E ci è riuscito benissimo!

Anonimo ha detto...

Però quello che mi fa incazzare è che la ANALISI DI RFS, non viene presa in cosiderazione dalla grande stampa, anzi viene oscurata e ignorata a mio avviso di poposito per proteggere grandi e piccoli mondi di mezzo SIA del PD romano che tanta continuguità ha semrpe avuto con salotti del giornalismo romano SIA dagli ex seguaci di Alemanno con la loro stampa di destra, per nascondere che la MAFIA a ROMA ESISTE (proprio come si diceva che la MAFIA a Palermo non esisteva, tutto questoper lascare lavorare tranquilli i colletti bianchi della mafia...ndr)

Oggi lascio a voi le intrpretazioni di chi sono i "colletti bianchi di mafia CAPITALE"...


Quindi dico a voi da semplice cittadino.

CONDIVIDETE uesto post di RFS!
Se non altro per non lasciar cadere un DIBATTITO su tutto questo!

Basta copiare e incollare il link su Facebook (o altri network)
Se non ora quando?
Non per difendere Marino ma per far passare il dibattito su ROMA MAFIA CAPITALE.
E sulle sottotrame romane che non sono conosciute da chi NON VIVE A ROMA, ma legge solo i giornali delle veline dall'alto e non si PUO' informare, nè sentire e leggere i sottotesti.

https://www.blogger.com/comment.g?blogID=999046198029578306&postID=7471897774679991993

Copiate e incollate il link qui sopra
INcollatelo dove credete opportuno per costringere i MEDIA ad aprire un dibattito sui veri MOVENTI dei partiti locali ROMANI nel cacciare MARINO.
Non permettiamo che ci facciano bere delle falsità.

Cordialità

Anonimo ha detto...

http://www.romafaschifo.com/2015/10/perche-non-ci-dite-il-perche-la-morte.html

Errata corrige il link è questo QUI SOPRA

Anonimo ha detto...

una precisazione, forse per i non romani il mondo di mezzo poteva sembrare qualcosa di sommerso. Ma posso assicurare che per chi vive qui è sempre stato ben visibile e addirittura rumoroso...

Anonimo ha detto...

Aspetto con ansia di leggere un prossimo approfondimento sul ruolo assunto dal quotidiano La Repubblica che ha scientemente deciso di appoggiare iquesta combriccola di canaglie, vigliacchi e farabutti.

Anonimo ha detto...

Rimango fino al 2023...dopo tre giorni ti dimetti
Perchè non mi fanno parlare??? ma chi i romani o quei mafiosi dei tuoi compari
ai quali sono venti giorni che gli stai chiedendo un bel posto per te e per tua moglie???

ALLEGRO CHIRURGO CAZZARO !!!!

Anonimo ha detto...


PD ... PARTITO DEMO-CRATICO ... OPPURE PARTITO DEMON-CRATICO???

Anonimo ha detto...

"...non esiste a Roma una sola persona onesta disposta a votare il PD..."

Vero, soltanto che gli "onesti" a Roma sono talmente pochi da non essere più in grado di eleggere nemmeno l'amministratore del condominio.

Anonimo ha detto...

perchè non ci dite il perchè?
il perchè è molto semplice, viviamo in una dittatura selettiva, dove chi ha i soldi, quelli grossi, fa ciò che vuole....

Anonimo ha detto...

Anonimo 1:52
ti basti sapere che la tessera n°1 del PD ce l'ha Carlo De Benedetti, editore di LaRepubblica. Ma questo forse lo sai :-) e la tua era una domanda retorica

Anonimo ha detto...

...io penso che di collusi a roma con il magna-magna ce ne sia il 50%, e poi a roma vi meritate questo! Guardando le foto degli anni 80-90 si vedono sempre auto in doppia e tripla fila, cosa è cambiato? napoli,roma,palermo, uguali sono!

Anonimo ha detto...

Ah! sicché voi tutti pensate che l'Italia, o meglio gli italiani, si possano governare con la democrazia? AHAHAHAHAHAHHAAHAHAHAAHAHAAHAHAHAHAHAAHAHAHAHAHAHAHAAHAHAHAHAHAAHAHAHAHAHAHAAHHHAAHAHAHAHAHAAHAHAHAHAAHAHAHAHAHAAHAH!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Anonimo ha detto...

Trovati i 25 consiglieri che si dimetteranno, stanno depositando ora le firme. Neanche 24 ore e' durato sto buffone.

er magnone ha detto...

Nella greppia romana, il modesto sindaco Marino non ha provato a togliere il piatto da sotto la bocca dei famelici amministratori romani ma, più modestamete, ha spostato di pochi centimetri una posata, un piatto, un tovagliolo. Eppure, in questa città, si è talmenti usi al fatto che ogni magnata debba essere goduta senza il minimo disturbo, che il Marziano è stato fatto saltare come un tappo di spumante a capodanno. Mo se po' ricomincià a magnà in santa pace.

Anonimo ha detto...

Buffone dillo al tuo gatto, screanzato!

Anonimo ha detto...

Il sinedrio faticò per convincere un Giuda a tradire Gesù. Renzi, con poca fatica ma molto più che 30 denari, ne ha trovati addirittura 25.............

Anonimo ha detto...

Ciao Rachele, il gatto ce l'hai tu.

Anonimo ha detto...

Però quello che mi fa incazzare è che la ANALISI DI RFS, non viene presa in cosiderazione dalla grande stampa, anzi viene oscurata e ignorata a mio avviso di poposito per proteggere grandi e piccoli mondi di mezzo SIA del PD romano che tanta continuguità ha semrpe avuto con salotti del giornalismo romano SIA dagli ex seguaci di Alemanno con la loro stampa di destra, per nascondere che la MAFIA a ROMA ESISTE (proprio come si diceva che la MAFIA a Palermo non esisteva, tutto questoper lascare lavorare tranquilli i colletti bianchi della mafia...ndr)
Oggi lascio a voi le intrpretazioni di chi sono i "colletti bianchi di mafia CAPITALE"...


Quindi dico a voi da semplice cittadino.
CONDIVIDETE uesto post di RFS!
Se non altro per non lasciar cadere un DIBATTITO su tutto questo!


Basta copiare e incollare il link su Facebook (o altri network)
Se non ora quando?
Non per difendere Marino ma per far passare il dibattito su ROMA MAFIA CAPITALE.
E sulle sottotrame romane che non sono conosciute da chi NON VIVE A ROMA, ma legge solo i giornali delle veline dall'alto e non si PUO' informare, nè sentire e leggere i sottotesti.

http://www.romafaschifo.com/2015/10/perche-non-ci-dite-il-perche-la-morte.html
Copiate e incollate il link qui sopra

INcollatelo dove credete opportuno per costringere i MEDIA ad aprire un dibattito sui veri MOVENTI dei partiti locali ROMANI nel cacciare MARINO.
Non permettiamo che ci facciano bere delle falsità.

Cordialità

Anonimo ha detto...

e anche oggi il vaticano scende nell'agone politico capitolino .
Dio solo sa che affari hanno in ballo e che attività devono difendere

Anonimo ha detto...

Speriamo che firmano subito e lo mannano a quel paese ar gran pagliaccio.
Gli altri avranno fatto der male a Roma ma Marino gli sta dando il colpo di grazia.
Firmate subito e mannatelo a ...........

Anonimo ha detto...

Aridatece Alemanno! Gran signore che si è sempre circondato di rispettabilissimi collaboratori. E poi, quando ci stava lui, il PD era docile e mite come una pecora del presepe.

Anonimo ha detto...

Ma dai, ti prego. Sarebbe troppo impegnato a combattere contro le scie chimiche per far cadere qualsiasi cosa.

Anonimo ha detto...

(di Battista intendo)

Anonimo ha detto...

Il COMPORTAMENTO DEL PD RISPETTO A MARNO E' IL PIU' GRANDE ERRORE CHE IL PD POTEVA PERMETTERSI DI FARE A ROMA.
SE NE PENTIRANNO PER ANNI
Approfitto:
SEGNALAZIONE:
Istallato nuovo 1 x 1 dall'aspetto completamente abusivo in Via Aldo Manuzio angolo con Via Beniamino Franklin sul marciapiedi che lambisce l'ex mattatoio.
Mc Daemon

Anonimo ha detto...

concordo al 100%. Se guardo, da spettatore esterno, le giunte passate di cui ho memoria trovo che il marciume è evidente in molte sue forme. Se poi Marchini, la cui famiglia regalò botteghe oscure al PCI (chiedetevi perché si regala un palazzo ad un partito) diviene sindaco ho quasi la certezza che il tram tram dei corrotti e conniventi riparte alla grande per la gioia di tutti i partiti!

Anonimo ha detto...

qualcuno, nella notte del terremoto a l'Aquila, rideva sotto le coperte. Chissà quanti staranno ridendo adesso che Marino se ne è dovuto andare.
Ma quanto è funzionale il PD alle faccende di MAFIA, tanto da aver fatto fuori un SUO sindaco eletto con maggioranza schiacciante, pur di continuare a sminestrare e mangiare sugli appalti dell municipalizzate?

Fabrizio Inquilinobis ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Fabrizio Inquilinobis ha detto...

Attenta psicoanalisi del monumento allo squallore denomimanto “pd romano”.
Al blog, faccio una proposta schiva ma indubbiamente paracula: poiché si presume che al mercato delle vacche, i consiglieri dimissionari (i quali dovranno com’è noto, da norma, zompare una seduta elettorale) si siano venduti assai bene…
…vediamo dove saranno tra uno o due anni, tenendo i riflettori puntati sulle prevedibile svolte e progressioni di carriera che avranno nel prossimo futuro.
Ce ne sarebbe, magari, non solo per sputtanarli come meritano, ma magari per offrire materiale alla procura della repubblica chissà
Un saluto, Fab

Aldo da La Storta ha detto...


Grazie per la lezione di stile e di democrazia, grazie per averci provato , ora tornano le fiere , che dio abbia pietà di noi poveri Cristi .

Ciro del nuovo Salario ha detto...


Raccolgo la frase di Aldo, aggiungendo che ora quello che è stato volutamente guastato per far cadere Marino, miracolosamente prenderà a rifunzionare .

Grazie per la lezione di stile e di democrazia, grazie per averci provato , ora tornano le fiere , che dio abbia pietà di noi poveri Cristi .

Marina di Primavalle ha detto...


Leggo volentieri i commenti non politici o schierati a priori .

Condivido i pensieri di Aldo e Ciro .

Aggiungo a mia volta che ora con la scusa di Marino chideranno lo stato di emergenza e giù soldi e per poi ancora addizzionali , ratei a saldi e acconti .

Grazie per la lezione di stile e di democrazia, grazie per averci provato , ora tornano le fiere , che dio abbia pietà di noi poveri Cristi .

Anonimo ha detto...

Mancano: Lorella de Torbella, Alvaro der Quadraro, Loreto der Pigneto, Amelia dell'Aurelia, Pasquale de Corviale, Oreste de Tor Tre Teste, Luigina della Casilina ecc...

Martino ha detto...


Ciao a tutti sono Martino , leggo il Blog da una stanza in affitto per studenti nel quartiere Trieste, sono un fuori sede ma stando qui vedo con i miei occhi disservizi creati ad ok per contrastare il rinnovamento , togliere privilegi a chi ce li ha e soprattutto che chi doveva sostenere Marino lo ha affondato mentre combatteva e non lo ha difeso dalle calunnie , vengo dal profondo sud e ci rivedo tanto le parti mie .

Grazie per la lezione di stile e di democrazia, grazie per averci provato , ora tornano le fiere , che dio abbia pietà di noi poveri Cristi .

Lorella di Tor Bella Monaca ha ha ha detto...


Ciao sono lorella di Tor Bella , no scherzo sono Luigi , solo che spesso se non dice quello che altri vogliono sentire ti sfottono .

Se non vi sta bene , fatevi un blog di roma fa schifo tutto vostro e ci scrivete solo voi così quelli come noi di borgata non vi disturbano ; non volevo copiaincollare come hanno fatto altri ma visto lo sfottò alloraa lo faccio pure io .

Grazie per la lezione di stile e di democrazia, grazie per averci provato , ora tornano le fiere , che dio abbia pietà di noi poveri Cristi .

Aurelio dalla Pisana ha detto...


Marino , grazie per la lezione di stile e di democrazia, grazie per averci provato , ora tornano le fiere , che dio abbia pietà di noi poveri Cristi , purtroppo stavi nel giusto e dalla parte giusta ma era sbagliata pure quella ; l'alternativa era segare il ramo fradicio su cui eri seduto o scendere e far finta di nulla , invece glielo hai tagliato e invece di premiarti di hanno cacciato perchè dovevi pulire solo lo zerbino come fanno tutti invece hai pulito pure dentro casa . Grandeee !

Grande Marino purtroppo sei unico .

Catechista Cattolico e Romano ha detto...



MARINO ; Purtroppo stavi nel giusto e dalla parte giusta ma era sbagliata pure quella.

L'alternativa era segare il ramo fradicio su cui eri seduto o scendere e far finta di nulla , invece glielo hai tagliato.

Invece di premiarti ti hanno cacciato perchè dovevi pulire solo lo zerbino come fanno tutti e invece hai pulito pure dentro casa .

Sei stato disubbidiente , ce ne vorrebbero altri come te , ma non li meritiamo .

Marco detto Aurelio ha detto...


Giubileo, criticato dal Santo Padre perchè sei dispettoso e non ti sottometti , bigotti quelli che hanno sfruttato le sue parole per salire sulla papa mobile .

La tua bicicletta , vale molto di più e ti vale nostra stima .

Invece di premiarti ti hanno cacciato perchè dovevi pulire solo lo zerbino del appartamento di fronte come fanno tutti e invece hai pulito pure dentro casa .

Studente di Chimica ha detto...


Invece di premiarti ti hanno cacciato perchè dovevi pulire solo lo zerbino dell' appartamento di fronte come fanno tutti e invece hai pulito pure dentro casa .

Peccato che i 5 stelle giovani , istruiti e liberi non l'abbiano capito in tempo ed abbiano sfruttato la scia , una volta tanto che potevano condividere una causa giusta.

Stetta di mano , Sindaco Marino , grazie .

luc mon ha detto...

In un paese dove nessuno si dimette, 26 consiglieri comunali si dimettono. Un PD che decide di far decadere un proprio sindaco, senza un motivo serio apparente, di certo sa già di non poter vincere nuovamente in una eventuale nuova elezione. Quindi é evidente che qui tutti hanno i propri interessi. Partendo dai politici corrotti sino ad arrivare ai mafiosi.
Ma del resto di cosa stiamo parlando?
Siamo in Italia.

Anonimo ha detto...

a rega speriamo che roma la governino i centri sociali, cosi se famo tutte canne co gli zinghi.
faremo la rivoluzione a suon di aperitivi+djset ( e mazzette) .

Anonimo ha detto...

Nun se vedemo più ...nun se vedemo più ! Se salutamo adesso...se salutamo adesso !

Irene da Fidene ha detto...

Se la segreteria nazionale di un partito arriva a costringere i consiglieri locali del medesimo a dimettersi per far cadere un loro stesso sindaco, ha ancora senso parlare di istituzioni democratiche? Di volontà popolare?
Marino, per carità, ne ha fatte quante Carlo-in-Francia, ma aveva vinto le primarie ed era stato votato vincendo a mani basse le elezioni contro Alemanno.
Oggi c'è stata la dimostrazione chiara e lampante che la volontà di centinaia di migliaia di elettori non è mai contata un emerito cazzo. La segreteria Renzi con i voti dei romani-mariniani ci si è pulita il culo. Questo è il Partito Democratico, prendetene atto e comportatevi di conseguenza. e soprattutto NON DIMENTICATE

Lucrezia di Pomezia che lavora a Via La Spezia ha detto...

25 Giuda e un solo mandante

Anonimo ha detto...

tra quelli che ci sono dimessi c'era almeno un cartellonaro...

Anonimo ha detto...

Basta! È uno scandalo che la politica in questo paese controlli la criminalità!!

Mi rivolgo ai malavitosi, ai boss, ai capibanda: perchè farvi comandare a bacchetta dai politici, del PD poi, ma non avete una dignità? Mettetevi in proprio, io dico, emancipatevi dalla politica italiana!

Io sono per una criminalità più libera, emancipata, bella!

Anonimo ha detto...

E vai, godooooooooooooooooooooo

Anonimo ha detto...

Marino, ti dovevi iscrivere a io segnalo e segnalare queste cose per tempo.

Anonimo ha detto...

A Tone', manco Sabella commissario t'hanno fatto. Ammazza che giornataccia che c'hai avuto...ce credo, dopo sto 6-0, 6-0.

Anonimo ha detto...

pizzardoni che festeggiano con ama atac e palazzinari in 3-2-1...

Anonimo ha detto...

Aho, piuttosto, ma quel galantuomo di Improta che fine ha fatto? Sembra sia scappato per evitarsi il gabbio. Una tanto brava persona.

Anonimo ha detto...

Stanotte nun dormi manco co' le benzodiazepine Tone'...ammazza che fine.

Anonimo ha detto...

Vai Ignazio, ormai sei libero. La tua amata Australia ti aspetta, i colori della grande barriera corallina, il fascino di Kangaroo Island ed il misticismo di Uluru. Un consiglio: non provare a candidarti sindaco laggiu', nun so' cojoni come noi, la' te fanno core.

Anonimo ha detto...

i ladri sfiduciano e fanno cadere uno della loro risma...il popolo ora da buone pecore tutti in fila per leggittimizzare altri ladri....le banane se meritamo

Anonimo ha detto...

Tronca ti scongiuro: tu che sei del Nord e che hai altri giri loschi, spazza via quelli di Roma! Resetta Atac, Ama, Polizia Municipale ti prego!
Non hai nulla da perdere e non possono dirti nulla.

Occhio alle cene però, solo pizze e birretta!!!

Anonimo ha detto...

Il Pd che sfiducia Marino, ma chi ce l'aveva messo? Ma come sceglie i candidati il Pd? Sceglie dei fantocci come tutti i partiti, perché gli affari poi si fanno dietro e di nascosto. Non credo più ai partiti!

Unknown ha detto...

Tonelli Non ce la fai proprio a dire che l"unica cedibile alternativa è i m5s

Unknown ha detto...

Tonelli Non ce la fai proprio a dire che l"unica cedibile alternativa è i m5s

Unknown ha detto...

Tonelli Non ce la fai proprio a dire che l"unica cedibile alternativa è i m5s

Gabriella ha detto...

Ho visto la trasmissione citata VIRUS e ho sentito le dichiarazioni di Esposito. La questione dell'ATAC, mi pare abbia detto Esposito, non si riesce a risolverla. Doveva riuscirci Marino? Avevo sentito in passato che non si poteva far fallire l'ATAC perché Roma sarebbe rimasta per qualche tempo senza trasporto pubblico. Ora è colpa di Marino se non l'ha fatto? Perché Marino è stato minacciato (risulta dalle intercettazioni, non l'ha inventato lui) se ora è accusato di aver lasciato tutto come prima e dicono ora che non ha fatto niente per modificare la situazione di Mafia Capitale? Perché queste cose non le dicono davanti a lui, in modo che possa difendersi? Spero che si arrivi presto alla conclusione della questione degli scontrini per sapere, se mai sarà possibile, la verità. Anche Sabella aveva detto che era praticamente impossibile lavorare con gli uffici per la disorganizzazione, anche e soprattutto per le leggi vigenti nella burocrazia. Che hanno fatto i nuovi arrivati in giunta per aiutare Marino? Elenchino punto per punto che cosa hanno fatto, con Marino contrario alle loro proposte. Neanche l'episodio del Papa mi sembra molto chiaro. Va bene che forse Marino voleva incontrarlo, ma mi sembra di aver sentito dall'inizio che Marino abbia dichiarato di essere stato invitato dal sindaco o dall'arcivescovo di Philadelphia, non dal Papa. Ha mostrato persino la lettera con la quale è stato invitato. Perché si continua a parlare di bugie? Ora il PD vuole essere il partito della pulizia e della sana amministrazione, ma come spiega che un indagato è innocente e non può dimettersi dalla sua carica istituzionale e Marino doveva dimettersi subito prima che fosse indagato. L'avviso di garanzia è una condanna? I problemi di Roma si potevano risolvere senza soldi? Marino avrà sicuramente fatto degli errori, dovrebbero essere elencati uno per uno. Lo dicono tutti, ma io che vivo a Roma non ho visto cose peggiori di quelle che c'erano prima. Il PD prima dell'avvento di Marino non sapeva fare opposizione, ora non può tollerare che non sia tutto perfetto? Non so chi esce peggio da questa storia se Marino o il PD. Comunque è molto sospetto il fatto che ci sia una tale unanimità nel condannare Marino, come non c'è mai stata prima per nessuno. A chi ha dato fastidio Marino e a quanti ha dato fastidio Marino. Anche Marino stesso dovrebbe essere più esplicito. Comunque una domanda sorge spontanea: perché Marino avrebbe di sua iniziativa presentato tutti gli scontrini con le giustificazioni delle spese sapendo che erano falsi? Neanche un matto l'avrebbe fatto quando, come dimostrano gli scontrini di Renzi non era necessario giustificare le spese? Ci spieghino perché hanno ritenuto di dover dare la scorta a Marino.

Anonimo ha detto...

Unknown non ce la fai proprio a dire qualche altra cosa? Il M5S è migliore per definizione? Chi ti garantisce che chi non ha mai governato una città come Roma sia il più bravo? Aspetta di vedere chi candideranno e quali garanzie offre

Il Doponauta ha detto...


Un Sindaco

Dimentico del mare,
con l'altrui sospetto,
me ne vò, con rispetto,
ad interpretare cose
che avvengono nel paese.
Chi fu così cortese,
da dire a proprie spese
dov'era il corrotto?
E rotto poi quel muro,
che proteggeva il tutto,
fu pugnalato a morte,
denigrato così forte
e messo alle porte
da tutto l'apparato?
O vittima, o capro espiatorio,
e pur anche un po farsesco,
lo snobbò anche Francesco.
Chi ne parla male
e chi lo difende.
Ma mi offende,
veder in tutta la questione,
malaffare, inganni,
mazzette a profusione.
Certo che un dubbio t'assale:
in tutta questa confusione,
chi è che inzuppa nel minestrone?

Giovanni Minio

ShareThis