Raffaele Clemente prima vittima della restaurazione. 5 motivi per cui è folle averlo cacciato

25 giugno 2016

Qui di seguito la lettera con cui Raffaele Clemente rassegna le sue dimissioni, non respinte dal sindaco Raggi che anzi ha nominato ad interim il vicecomandante, dal Corpo della Polizia Locale di Roma. Dopo le sue parole le nostre riflessioni sintetizzate in 5 punti. 5 punti che vogliono riflettere sul perché questa sia una scelta sbagliata da parte dell'amministrazione. 

Con la proclamazione del Sindaco eletto termina il mio incarico di Comandante Generale della Polizia Locale di Roma Capitale.È stato un ciclo professionale impegnativo ed affascinante che ha coinciso con un profondo cambiamento nella vita civile ed istituzionale di Roma.L'emergere di un esteso sistema corruttivo ha costretto tutti, istituzioni, forze politiche e semplici cittadini, a fare uno sforzo importante, a reagire.Se quindi la questione morale si apriva, si imponeva alle istituzioni, a tutte, e quindi anche alla Polizia Locale, di "fare qualcosa"; come diceva Giovanni Falcone.Per questo motivo l'amministrazione ha scelto di dotarsi di un piano anticorruzione che prevedesse un piano di rotazione territoriale.Queste misure sono state fortemente dibattute, contestate, discusse in giudizio davanti all'Autorità Nazionale Anticorruzione ed in sede di confronto sindacale, ma oggi sono parte integrante delle opzioni che Roma Capitale o altre amministrazioni, volendo,  potranno praticare in maniera più o meno decisa.Durante questo periodo ho imparato a conoscere l'impegno, la preparazione e l'entusiasmo di tantissimi vigili, poliziotti locali, formidabilmente preparati e la rassegnazione, la passività o peggio di pochi altri.Ho apprezzato la costanza, spesso lo spirito di sacrificio ed a volte il fisico coraggio di tantissimi vigili ed ho passato con loro per strada ore che non dimenticherò mai.Per questo li abbraccio tutti.Ho avviato un dialogo anche diretto con la cittadinanza cercando di riavviare un rapporto che a volte sembra bloccato ed a tratti pregiudizialmente ostile.Per questo motivo la Polizia Locale ha cercato ostinatamente il dialogo con la cittadinanza, scegliendo di aprirsi ai Social Media ed avviando un nuovo sistema di segnalazione digitale che puntasse al massimo grado di trasparenza ed efficacia. Nella stessa direzione va la scelta  di innovare tecnologicamente l'operatività della Polizia Locale.Se oggi ogni vigile su strada può utilizzare un palmare o una telecamera digitale e non un novecentesco blocchetto cartaceo è perché il team informatico e logistico ha reso concreta questa mia indicazione .  È ovvio che molte sono le difficoltà che incontra e che incontrerà questo Corpo di polizia ma proprio per questo da poliziotto mi sento di ricordare ancora le parole di Giovanni Falcone:" Possiamo sempre fare qualcosa: massima che andrebbe scolpita sullo scranno di ogni magistrato e di ogni poliziotto".
Raffaele Clemente
1. TEMPISTICHE
E' semplicemente folle aprire un fronte come questo nel momento in cui il sindaco e il suo staff hanno dimostrato, in mesi e mesi, di non riuscire a mettere neppure insieme i nomi della Giunta che rischia di essere una accozzaglia di personaggi altamente dannosi per la città. Forse, pur volendo sostituire Clemente, lo si poteva prorogare per sei mesi o per un anno e poi, superati gli scogli più complicati attualmente all'orizzonta, procedere ad una scelta oculata. E invece la si butta in caciara a quattro giorni dal voto. 

2. CLIENTELE
La nomina interna è un errore. Un errore verso il quale si sta tendendo. Un errore che è frutto di imbarazzanti accordi pre-elettorali con la parte più squallida del corpo che ora passano all'incasso. Le mani di chi vuole che tutto torni come prima e che l'esperienza per certi versi 'marziana' di Clemente. Il corpo dei Vigili Urbani di Roma è una istituzione molto particolare che, in questa fase, richiede una guida esterna alle dinamiche del corpo stesso, una persona che viva alcune assurdità come assurdità e non come normalità. Una persona che punti pian piano a modificare, non a giustificare, il corpo di polizia urbana più inefficace e corrotto d'Europa. Una persona che non debba favori a nessuno, che non sia ricattabile da nessuno. Ecco perché nel 2013 facemmo tanti articoli e tanta attività sui social per chiedere che il comandante fosse assolutamente esterno al corpo. Alla fine Marino si convinse e operò in quel modo. Un modo innovativo e in netta discontinuità col passato: ora la restaurazione.

3. CONTRADDIZIONI
Le azioni che hanno caratterizzato la gestione di Raffaele Clemente sono le stesse azioni che, nel loro programma, i Cinque Stelle dichiarano di voler perseguire e rinforzare. In particolare IoSegnalo e Street Control, ma ancora prima, nel dicembre del 2013, con la mitica apertura del profilo Twitter che cambiò completamente le carte in tavola. Speriamo che lo facciano davvero, ma cacciare in maniera brutale l'inventore di queste autentiche rivoluzioni che dopo decenni di umiliazione ci hanno messo al passo con le altre grandi città occidentali è una contraddizione in termini. Raffaele Clemente ha perseguito onestà, lotta alla corruzione e soprattutto trasparenza. Sono i temi del movimento grillino. E infatti è stato fatto fuori. Lui per primo. In piena contraddizione. Vediamo se il prossimo comandante sarà più "grillino" di quanto non lo sia stato Clemente, ma abbiamo i nostri dubbi. La contraddizione tuttavia resta enorme: cosa ti aspetteresti da un governo grillino? Innovazione, cambio di passo, prassi totalmente diverse dal solito. Per scegliere un capo dei vigili ti aspetteresti una grande call, magari internazionale, per individuare delle figure davvero nuove, dirompenti, spiazzanti. E invece no, invece in questo Movimento 5 Stelle alla romana si rimesta nel torbido, si contentano i sindacati, si fanno bracci di ferro tra le correnti, ci si muove come in una giunta Carraro qualsiasi spernacchiando gli elettori che hanno chiesto di fare la rivoluzione. Tutti si possono sostituire intendiamoci, persino Clemente, ma devi fare molto meglio di chi c'era prima, non fare peggio e tornare indietro. E contano moltissimo le modalità con cui lo fai. Perché questa storia fa da precedente a tutte le prossime nomine. 

4. RESTAURAZIONE
Ora le grinfie della parte peggiore del corpo, specie quella parte afferente ai sindacati maggiori, saranno particolarmente affilate. Sperando di sbagliare affermiamo che ci si prospetta una lunga restaurazione di stampo alemanniano: volemose bene, potere totale ai peggio sindacati non importa se di destra, di centro o di sinistra purché non si indispettiscano i cittadini (molto infastiditi dai nuovi strumenti tecnologici). E guai a fare le rotazioni così come chieste da Raffaele Cantone mica da Roma fa Schifo, sia mai che si combatta per una volta davvero la corruzione. Poi rischi di perdere voti...

5. POPULISMO
Non è ovviamente una mossa in favore della città. E' una mossa per mantenere il consenso e per accrescerlo innestandosi in tutti i gangli di potere della città in modo tale da assicurare, a ottobre, che centinaia di migliaia di cittadini romani siano tranquillizzati e contenti e votino compatti NO al referendum sulle riforme. Non si fanno scelte per il bene della città e per salvarla dal baratro, si fanno scelte per spianare il più possibile la strada alla premiership di Luigi Di Maio. Questo sarà il leit motiv e - se non si interromperà - lo smaschereremo giorno dopo giorno e ne sottolineeremo con scrupolo i danni che comporterà alla vita di tutti noi. 

76 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

Ennesimo articolo Fuffa.
non è degno di nominare Falcone

Anonimo ha detto...

>> Con la proclamazione del Sindaco eletto termina il mio incarico di Comandante Generale della Polizia Locale di Roma Capitale

mi pare di capire che è un automatismo, non è stato cacciato.
Questa è manipolazione delle informazioni.

ciaone.

Anonimo ha detto...

Ma la cassazione quando c'e'?

Anonimo ha detto...

Clemente non è stato cacciato, Clemente ha rassegnato le dimissioni. E' vero, si poteva prorogare l'incarico, ma si può anche fare una nuova nomina degna entro breve tempo (speriamo).

Marco ha detto...

Non ha rassegnato le dimissioni, in vista della scadenza della proroga di 1 anno dell'incarico data da Tronca si è incontrato con la Raggi che gli ha detto che non sarebbe stato riconfermato.

E' stato cacciato sì. Ed è la Raggi stessa che ha confermato che il prossimo comandante sarà uno interno al corpo.

Anonimo ha detto...

Sto cercando di scappare in Canada qualcuno se vuole compra casa mia?

Anonimo ha detto...

Lacrime di coccodrillo

Anonimo ha detto...

Ammetto di avere annullato la scheda al ballottaggio. Ma se avessi immaginato tutto cio' avrei votato a spron battuto la Raggi.

Anonimo ha detto...

Repetita juvant:

La cura Marino/Clemente: +30% di agenti in ufficio, -20% di agenti impegnati di notte e seminotte, -15% di agenti la domenica. Per un anno 40 pattuglie al giorno sono state distolte dalle periferie e indirizzate al centro. Street control che ha trasformato il cittadino in un bancomat. Trasferimenti annullati e, quei pochi confermati, hanno portato ad un serio e tangibile impoverimento dei reparti. #sosteniamolo

Anonimo ha detto...

Ammazza come porti sfiga Tone'. Appena hai parlato l'hanno segato. Ahahah.

Alvaro ha detto...

Pero' il discorso non fa una porta. Clemente costava 170.000 euro l'anno, un comandante interno ne costa 60.000, ci sta facendo risparmiare. Oppure vi piace risparmiare solo quello che volete voi?

Master Evo ha detto...

E' vero, Clemente e' costato di piu' di Buttarelli che di euro ne prendeva 120000, ma in proporzione ne prendeva di meno del comandante del XV gruppo che ne prendeva 132000.

http://roma.repubblica.it/cronaca/2014/02/26/news/vigili_ecco_la_hit_degli_stipendi_i_dodici_comandanti_super_pagati-79643560/

La verità e' che tenere Clemente voleva dire mettersi contro gran parte del corpo (quale parte lo lascio giudicare a voi) e la Raggi sa di non potersi permettere il boicottaggio da parte dei dipendenti dell'amministrazione se vuole arrivare alle elezioni nazionali con un qualche risultato d faccata a Roma...

Master Evo ha detto...

Intanto che ci sono faccio uno spoiler al prossimo articolo di RFS:Berdini dice no allo stadio della Roma perché, testuali parole, "in questa città FALLITA è una spesa inutile".
Berdini rileva che la città è fallita, bene, quindi qual'è la sua ricetta per risanarla? Lasciarla così com'è...geniale.

ciao ciao

Anonimo ha detto...

Clemente e' stato condannato in primo e secondo grado. Si sta aspettando la Cassazione. Pero' questo pregiudicato andava bene a RFS.

Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Anonimo ha detto...

Un pregiudicato che nomina Falcone...c'e' da vergognarsi di brutto. Purtroppo per questo blog la vergogna e' una bandiera, va dove tira il vento.

Dario D'Angelo ha detto...

Respirare, pensare, contare fino a 20, poi parlare o scrivere in questo caso.
Senza entrare nel caso specifico perché il post sarebbe enormemente lungo, io non capisco come già dal secondo giorno per delle dimissioni accettate si proclamino i complotti! Roma fa schifo se solamente voi avete un modus operandi per gestire Roma(quasi impossibile per chiunque visto tutti i personaggi che nel buio o alla luce del sole fanno i propri interessi), allora, dovevate candidarvi ed "aggiustare" Roma, sono d'accordo alle polemiche costruttive, non distruttive!
Siete cittadini anche voi, dicono di voler cambiare in modo onesto le cose, sinceramente è quasi impossibile, aiutiamoli come cittadini, poi se ci prendono in giro anche loro, non ci resta più nulla da fare, a meno che di una rivolta popolare!
Poi, potete continuare a far così, solamente polemica distruttiva e complottistica, apprezzo tanto il vostro lavoro, solamente più fatti e meno immaginazione alcune volte, anche se una brava persona, con buone intenzioni, mi sembrano tanti soldi di stipendio e non credo che ci siano stati grandi miglioramenti, ma solamente tante parole, oltretutto inutile fare servizi tecnologici se poi non possono essere usati efficientemente per tanti motivi.

Dario D'Angelo ha detto...

Respirare, pensare, contare fino a 20, poi parlare o scrivere in questo caso.
Senza entrare nel caso specifico perché il post sarebbe enormemente lungo, io non capisco come già dal secondo giorno per delle dimissioni accettate si proclamino i complotti! Roma fa schifo se solamente voi avete un modus operandi per gestire Roma(quasi impossibile per chiunque visto tutti i personaggi che nel buio o alla luce del sole fanno i propri interessi), allora, dovevate candidarvi ed "aggiustare" Roma, sono d'accordo alle polemiche costruttive, non distruttive!
Siete cittadini anche voi, dicono di voler cambiare in modo onesto le cose, sinceramente è quasi impossibile, aiutiamoli come cittadini, poi se ci prendono in giro anche loro, non ci resta più nulla da fare, a meno che di una rivolta popolare!
Poi, potete continuare a far così, solamente polemica distruttiva e complottistica, apprezzo tanto il vostro lavoro, solamente più fatti e meno immaginazione alcune volte, anche se una brava persona, con buone intenzioni, mi sembrano tanti soldi di stipendio e non credo che ci siano stati grandi miglioramenti, ma solamente tante parole, oltretutto inutile fare servizi tecnologici se poi non possono essere usati efficientemente per tanti motivi.

Luciano Crimi ha detto...

Dopo tutte quelle merdate che avete pubblicato sui vigili urbani di roma (giustissimo) ora ve ne uscite con...meglio che tutto stia come prima e confermare il comandante? Non ci capisco più nulla

Anonimo ha detto...

a Tonè... e basta ....te la soni e te la canti da solo .... e trova pace torna alla tua..... "Cuccia ".......

Anonimo ha detto...

Aho, ma Andrea del pigneto e' stato eletto o ha fatto la fine de Clemente. Ahahah, ciao Tone', fatte un bidet per il bruciore de culo.

Anonimo ha detto...

Ogni 3 anni il piano triennale anticorruzione prevede la rotazione dei dirigenti.
Quello richiamato e rilanciato dallo stesso Clemente ma firmati, ricordiamolo, da Walter Italo Politano già coinvolto in Mafia capitale.
Quindi, al massimo, sarebbe arrivato ad ottobre per poi, nel caso, andare al mercato dei fiori come consulente esterno.
Se permettete, sono 170000€ che restano a Roma.
Ah, dalla questura non si è sentito il boato di gioia ieri sera. Strano...

Anonimo ha detto...

Mi chiedo quanto andrà avanti questo stillicidio da parte di RFS, ogni giorno un articolo su Raggi, perché ha fatto questo perché non ha fatto quest'altro, e che palle!

Anonimo ha detto...

io ricordo un biennio di scioperi selvaggi dei vigili perchè a differenza del passato li faceva lavorare.
già solo questo mi basta per ritenere i 170.000 euri di clemente spesi bene.
ora ne spenderanno di meno per un comandante interno ma con quali risultati? non ci vuole molto a capire che sto fatto del risparmio sugli stipendi è uno specchietto per le allodole
purtroppo siamo in mano a una maggioranza di analfabeti funzionali

Anonimo ha detto...

Se i dipendenti comunali hanno votato Raggi il motivo è "culturale", nel solco della tradizione romana: "a noi ce piace da magna' e beve, e nun ce piace da lavora'". Forza Virginia, che siam tantissimi!

Carlo Peparello ha detto...

È assurdo che gente cone voi ancora scriva opinioni così ridicole. Roma fa schifo perché c'è gente che scrive queste boiate di articoli

Carlo Peparello ha detto...

È assurdo che gente cone voi ancora scriva opinioni così ridicole. Roma fa schifo perché c'è gente che scrive queste boiate di articoli

Luca Dresda ha detto...

sì, certo ci sono tante considerazioni su cui riflettere. ma la giunta non si à ancora installata.
Ieri i gruppi antiviolenza a rischio di sfrastto sono andati a chiedere protezione e sostegno totale. Che doveva dire un sindaco ancora senza una giunta? Che valuterà caso per caso. (che è esattamente quello promesso in campagna elettorale... )
Clemente non sarà mica l'unica possibilità, no? Ecco, se lui si dimette prima di dialogare con la giunta, è lui l'irresponsabile. Lascia un sindaco ancora privo di poteri effettivi senza parole e ovviamente con l'obbligo di trovare una soluzione temporanea. Quindi, non ribaltiamo. Fossi stato in virginia mi sarei incazzato molto per questo fuggi fuggi. Ma anche no. Perché chi si dimette così rapidamente vuol dire che o non ha voglia di collaborare o ha qualcosa da nascondere.

Staremo a vedere.

L

Federico ha detto...

Ma chi sei? Fatti avanti anonimo

Federico ha detto...

Ma chi sei? Fatti avanti anonimo

Federico ha detto...

Tutti anonimi, ci mettete solo è le dita e non citate le fonti. Eddai

Federico ha detto...

Non è possibile lasciare che si possa commentare in modo anonimo. Vanno bene pure i troll, ma devo i almeno fare la fatica di fare una registrazione falsa. E dai!

Federico ha detto...

Non è possibile lasciare che si possa commentare in modo anonimo. Vanno bene pure i troll, ma devo i almeno fare la fatica di fare una registrazione falsa. E dai!

Allegra Mer ha detto...

Meno male che non c'è più! Poi non nominasse Falcone per favore!

Anonimo ha detto...

Questo individuo ha perso solo l'occasione di migliorare ne organizzare un corpo con enormi potenzialità.Non lo ricorderà nessuno,anzi ,chi se lo vedrà tornare non lo ama ne lo stima.Gli unici ad avergli leccato il deretano siete sempre voi di rfs.Anche il ministero dell'interno non sa cosa farsene,e vedrete che verrà relegato in qualche questura minore a non far danno.71,purtroppo ha un caratteraccio,non è un mitigatore,non è uno che sappia organizzare,e questo lo si è visto negli ultimi tre anni per chi prima non lo sapesse gia.Bene ha fatto il nuovo sindaco ad allontanarlo.

Anonimo ha detto...

La frase su Falcone detta da questo personaggio è semplicemente vergognosa.Non si deve permettere di nominare uno dei più onesti magistrati conosciuto in tutto il mondo.Te Clemente cosa hai a che vedere con lui?vergognati !!!!!!

Anonimo ha detto...

1) forse era tutto previsto, lui lodava gli agenti per le operazioni effettuate sempre la domenica. Questa settimana ha lodato il suo "cerchio magico" mercoledi, come se sapesse che a domenica non ci sarebbe arrivato.
2)Se non c'è nessuno interno disponibile si faccia un concorso e si assuma il migliore. Ma che resti poi a disposizione del comune.
3)non ha scoperto nessuno che si sia macchiato di disonestà e corruzione. Quelli coinvolti sono stati sorpresi sempre da altri. Che tipo di controllo ha fatto sul suo personale? Nessuno. HA lasciato innamorare molti del servizio di iosegnalo per lasciarli poi senza informazioni e risposte sui malfunzionamenti. Avete provato a contattarlo su twitter? Al massimo bannava alla prima domanda scomoda
4)al centro storico hanno arrestato uno per corruzione trasferito di gruppo molte volte. questo è il miracolo delle rotazioni? Ideato tra l'altro da Politano impantanato in mafia capitale.
5)ricostruzione tipica del modo di pensare PD, molto vicino, checcè se ne dica, al RFS pensiero...

Anonimo ha detto...

Bene! RFS comincia la campagna per il sì al referendum di ottobre... Con la sfiga che porta, magari il Paese si salva...

Anonimo ha detto...

Uhmm non mi sento di contraddire quanto esposto nell'articolo: Clemente ha effettivamente portato i semi di una "rivoluzione" all'interno di quello che è il peggior corpo di polizia municipale europeo (basta leggere delle INNUMEREVOLI notizie di corrutele etc succedutesi nel tempo). Quindi BENE ha fatto e STRABENE si è fatto nell'averlo sostenuto e nel continuare quanto da quest'uomo portato innanzi. Che dire, vedremo chi sarà messo al suo posto. CERTO SARA' attentamente monitorato, per vedere se effettivamente si ingrana un'altra marcia, quella DELL'ONESTA'. Altrimenti, il prossimo voto mio quelli del M5S SE LO SCORDANO.

Datevi da fare, fate pulizia, severità, organizzazione, tutela del cittadino e applicazione delle norme nel rispetto di tutti. Specialmente di NOI che PAGHIAMO LE TASSE. Compreso tu che leggi.

Anonimo ha detto...

Sei proprio un coglione Tonelli

Mi pare che una volta ti sei pure presentato alle elezioni municipali e hai preso una mazzata storica, giusto?

ORA FAMMI IL PIACERE, STATTI ZITTO E NON ROMPERE IL CAZZO

Anonimo ha detto...

come per ama e per atac, lo stato di efficienza ed efficacia della polizia municipale è sotto gli occhi tutti.
ma non si può non concordare : era d'obbligo una proroga, se tecnicamente possibile

Anonimo ha detto...

Anche io la penso come te!
Non si sanno i motivi delle sue dimissioni

Anonimo ha detto...

Aspetto con ansia l'articolo in cui si ammetterà di aver sostenuto il peggior partito presente su piazza, quello che per statuto corre dietro alle voglie e ai vizi del popolino, prima di dare nuovamente credibilità a RFS.

Anonimo ha detto...

Per definizione se un servizio non funziona e' (anche) "colpa" del dirigente.
Delle due o la polizia locale di Roma Capitale e' come l'FBI o qualcuno andava cacciato

Anonimo ha detto...

Altro Articolo pilotato... che schifo. Vergognatevi!!!!

Anonimo ha detto...

State a rosicà. Signor Clemente...buone vacanze

Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Anonimo ha detto...

@Anonimo 6:52 PM
Il servizio che offrono i vigili urbani è inefficiente e non funziona da diversi decenni, mica dall'altro ieri. Se negli ultimi tempi si è provato a cambiare, facendo un piccolo passo verso la civiltà, lo si deve proprio a Raffaele Clemente. Speriamo solo che non sia stato tutto vano.

Anonimo ha detto...

Tecnicamente è pregiudicato anche uno condannato per aver piantato un ombrellone dove non si poteva, magari non scriviamo cazzate alla chioggi, che paragona il suo parterre di tangentari e p4isti ai ladri di polli.
Clemente è un grande, uno dei ruoli che non andava toccato. Però i giudizi su una giunta si debbano dare alla fine della fiera, quando le scelte si raccordano e se ne ricava un disegno sensato.
In positivo si può dire che per ora non viene voglia di parlare della raggi, il che per un sindaco è un ottimo segno.
In negativo...bè, vedremo se i 5 stelle riescono a nascondere quel po' di polvere di api-eni- fiat-finmeccanica-von furstemberg sotto il tappeto, nel qual caso gli si perdona pure il supporto dei soliti massoni.
Ci aiuterà sicuramente la brexit, che taglia via tutti i malcelati piani di negrolandia, messi in campo dai 5 stelle.

Anonimo ha detto...

Api, 105, elkan e borromeo, indipendenza? Uah-ah! Marameo.
Che lingua lunga che hai...oltre al naso.

Anonimo ha detto...

La verità è .... Quanta arroganza, presunzione e superficialità nelle parole dei commentatori e della "redazione". Quanti hanno davvero cognizione di causa in merito? Come se chiunque parlasse della struttura dei carabinieri, della polizia di stato, della guardia di finanza solo per sentito dire, senza conoscerle a fondo, ma sparando a zero con giudizi spesso basati solo sul pregiudizio o sui titoli di giornali. Caro tonelli, mi piacerebbe sapere su cosa si basa la sua affermazione "peggior corpo d'europa" oltre alla malafede. Vada a vedersi i tempi di intervento e li confronti con gli altri corpi. E' tutto scritto. Quelli di Milano ci sono rimasti davvero male in quanto sono superiori, e di molto, a quelli di Roma. Vada a dirlo agli agenti dislocati in procura, presso le pg dei pubblici ministeri, a quelli dislocati nei campi nomadi, a quanti compiono sequestri di polizia amministrativa andando ogni giorno alla colluttazione con extracomunitari sempre più arroganti. Gliela faccio io una domanda: quanto ha investito lo stato (o gli enti locali) sulla Polizia Locale? Si risponda .... anzi guardi la aiuto: ZERO, anzi ... meno 300!(si ricordi come il vostro caro marino ha tolto 300 euro dalla busta paga già misera dei dipendenti capitolini).
Quanto alla scelta di Clemente poi ...
Arrivederci.

Anonimo ha detto...

Avete voluto consegnare la città ai populisti più beceri mai visti, adesso arrangiatevi.

Anonimo ha detto...

Se questo blog lecca il culo ad un tale poliziotto mi fa pensare male

topoligio ha detto...

ma perché prima di sputare sentenze non vi documentate? non crederete davvero che su 5900 vigili che restano a Roma (e la maggior parte sarebbero già in pensione se solo fossero equiparati alle forze dell'ordine) c'è un gran numero di lavativi e nullafacenti che se ne sta in ufficio invece che sulla strada? avete idea di quante qualifiche ha e quante incombenze queste portano ad un funzionario di p.l. in una città come Roma? e non possono essere svolte da un comune impiegato! meditate gente,meditate!

Anonimo ha detto...

Veramente anche e soprattutto quelli che stanno in strada sono lavativo e nullafacenti che sanno solo passeggiare e chiacchierare. Risultati rispetto a Milano lo confermano.

Anonimo ha detto...

quelli che stanno in strada sono nullafacenti sino a che non ti regalano una bella triangolazione con un caposaldo sul tuo cervello ossia il famoso punto zero

Anonimo ha detto...

"Abbraccio tutti i vigili..." ma nun t'azzarda' a toccamme, me devo lava' coll'amuchina dopo.

Anonimo ha detto...

Polizia edilizia, polizia amministrativa, polizia giudiziaria, polizia ambientale, tutela degli animali, tutela degli emarginati, codice della strada, incidenti mortali,
disciplina traffico e segnaletica, controllo proprietà comunali, regolamenti comunali,ordinanze comunali, notifica atti giudiziari, sorveglianza plessi istituzionale del comune, campi rom, assistenza fisica alla guardia medica ossia il medico delle ex legge 180, distaccamenti presso la procura a disposizione dei procuratori della repubblica,commercio in sede fissa ed ambulante, controllo di tutte le nuove residenze inoltrate al comune di roma e sicuramente dimentico qualcosa. Ognuna di queste attività è un mondo che i sapientoni che scrivono manco ca° che cosa sono. Ai vigili fateje fa solo codice della strada e poi ste cose fatele fa a polizia e carabinieri. Cor ca° che ce cascano

Unknown ha detto...

Non capisco se siete masochisti o cosa. Avete sostenuto la Raggi e il M5S e ora vi lamentate che si torna al Medioevo? Si sapeva da mesi che sarebbe stato così. Buona Quintavalle a tutti...

Anonimo ha detto...

Non ho visto tutto questo cambiamento nella cura Clemente. Se passo davanti da Pompi la situazione è sempre la stessa con le macchine che ostacolano il passaggio verso via Domodossola. Se passo la sera a Largo Spartaco vedo le macchine parcheggiate sulle striscie tutte le sere dopo le 22.30 e non mi sembra di aver mai visto qualcuno che facesse smettere l'andazzo. Se utilizzi Io Segnalo ti viene fatto il terzo grado per sapere se devono o meno intervenire. Il problema è che il corpo è sempre più distante dalle necessità dei cittadini. Troppe sono le infrazioni da sanzionare e troppe sono quelle ormai diventate normalità: parcheggi sui marciapiedi, davanti agli scivoli e sempre sottomesse alle necessità commerciali di questa città. Ben venga qualcun altro. Non mi sembra di aver visto grandi rivoluzioni se non quelle che comunque sono frutto delle mutate tecnologie informatiche e che arrivano naturalmente ma sempre in ritardo rispetto agli altri Paesi civili. Insomma non mi trovate d'accordo

Anonimo ha detto...

Il vostro stimato"comandante"non lascerà traccia,e sapete perché? perché lui stesso ha perso l'occasione unica di trascinare e conquistare 6000 persone.Da cittadino ho parlato spesso coi vigili e da loro emerge un quadro di questa persona pessimo,gli stessi poliziotti di stato interpellati non nutrono alcuna stima.E i motivi più o meno son sempre gli stessi:trasferimenti senza senso,punizioni date per nulla,mancanza totale di empatia verso il personale.In effetti non ho mai letto a parte la letterina pubblicata sui quotidiani una presa di posizione nei confronti dei vigili di Roma da parte di questa persona,anzi!!un comandante che si rispetti credo che all'esterno debba sempre tutelare i suoi subalterni,poi se sbagliano è giusto anche punire ma mai esteriorizzando,sopratutto sui giornali.Anche il suo concetto di spostamenti,di riorganizzazione lascia di molto a desiderare.Spostare chi è disonesto non ha senso ,ha senso licenziare,riorganizzare significa farlo con intelligenza,motivando anche le persone ,non avendo come un despota.Per questo il paragone fatto con Falcone non ha senso,Falcone era amato da chi stava con lui,tanto è vero ci han rimesso la vita anche loro.Voltiamo pagina ora,e speriamo arrivi qualcuno più in gamba,per come la vedo io non sarà difficile.

Anonimo ha detto...

Ma chi ha scritto l'articolo ha una laurea in giurisprudenza oppure conosce le leggi e i normali automatismi per casi analoghi? Qua si cita pure Falcone... Dunque, io cito Umberto Eco: "Sii avaro di citazioni. Diceva giustamente Emerson: odio le citazioni. Dimmi solo quello che sai tu". Bisogna avere strumenti consolidati per riuscire a parlare bene di certi argomenti. Comunque, i pensieri estremisti e le facili astuzie oratorie sono passati di moda da parecchio.

Anonimo ha detto...

ma poi quello è Schettino mica Clemente.

Anonimo ha detto...

Cpyone i vigili urbani sono quasi tutti laureati. Lo sciopero si faceva perché Marino mentre mangiava a sbafo...co ha levato 300 euro dallo stipendio

Tom ha detto...

Alla fine il mito di Clemente non reggeva; non riusciva neanche a togliere le auto in divieto di sosta fuori l'ufficio suo. Se Raggi nomina un'altro/a comandante basta che fanno il lavoro necessario di applicare la legge per tutti, cosa che Clemente non ha fatto. A una settimana delle elezioni non mi piace per niente vedere i Vigili che ancora stanno a leggere i messaggini mentre le auto passano con il rosso in Via della Greca.

Anonimo ha detto...

Ma l'opzione che forse il comandante clemente sia inadeguato nessuno la prende in considerazione??? Ho parlato con Decine di poliziotti e il giudizio è stato unanime ovunque...provate pure voi...i vigili sono quello che sono...ma forse le lamentele che additavano non erano tutte inondate.... Chiedete alla polizia di stato cosa pensano del dirigente clemente..

Anonimo ha detto...


«Regalami vestiti
e non ti multo»
Vigile condannato a 4 anni e mezzo

di Giulio De Santis
Sentenza esemplare contro un funzionario di polizia urbana: per mesi portò amiche e amici a «servirsi» sulla bancarella di un ambulante bengalese


Senti ste merde di corrotti

Anonimo ha detto...

Articolo pregiudiziale e fallace:
1) tempistiche
Le tempistiche sono quelle volute da Tronca. E comunque Clemente sa che il suo status di pregiudicato e di dirigente superpagato non è compatibile (e sono d'accordo) con l'etica dei 5*. Uscirsene così elegantemente conviene principalmente a lui
2) clientele
Se in tutto questo tempo Clemente non si è preoccupato di scegliersi i vice più adatti e di scremare la gentaglia all'interno del corpo, sarebbe giusto cacciarlo. Se invece ci è riuscito, non c'è da temere per le clientele né per la sua sostituzione con chi procederà sicuramente in continuità (e costando meno soldi)
3) contraddizioni
Una giunta, che condivide molti punti cardine della gestione Clemente, deve poter fare bene anche senza superpoliziotti o supereroi. Se il metodo Clemente è stato impostato correttamente può funzionare anche senza di lui. Se invece la continuazione del metodo non funziona senza di lui... beh, vedi il punto 2
4) restaurazione
Vedi punti 2 e 3
5) populismo
Sì, il m5s è populista. Non lo scopriamo oggi e nn è affatto una cosa positiva. Ma è comunque un populismo anomalo dal carattere "civico" e nn so quanto i Di Maio è i Dibba possano guadagnare dal prossimo casino (perché sarà un casino, non ci sono dubbi) romano.

In conclusione, se devi difendere l'uomo forte.. che ti devo dire: il fascismo è sempre una tentazione comoda...

Anonimo ha detto...

Adesso è chiaro perché avete dato indicazioni di voto per la Raggi...così potete scrivere articoli di denuncia a iosa! Anche senza senso! E il blog volaaaaaaaaaaaaaa!

Anonimo ha detto...

Clemente come Marino: sopravvissute persone PERBENE.

Quindi incompatibili con URBS FOGNAE

Anonimo ha detto...

Caro Tom... non sei al passo coi tempi.
Quei vigili nn leggono messaggini a via della greca, ma segnano i rossi sui nuovi dispositivi smartphone in dotazione.... povero mentecatto

Anonimo ha detto...

A Roma non c'è un sacchetto di asfalto per tappare una buca ma i soldi per gli smartphone e per le telecamere degli street-control si trovano . LA DOMANDA SORGE SPONTANEA I SOLDI DI QUESTE MULTE VANNO TUTTI AL COMUNE?????????????? BOH!

Anonimo ha detto...

Clemente, ovvero "la vigliaccheria al potere"! C'è la sua mano dietro lo street control e i palmari, ovvero gli strumenti che hanno abolito il preavviso di accertamento, l'interazione tra operatore e automobilista, e infine il concetto di "prevenzione". L'ordine è' perentorio: multare solo per fare cassa. Il preavviso di accertamento (la classica "pecetta") sulla macchina , consentiva all'utente di risparmiarsi le spese di notifica del verbale vero e proprio, con un risparmio di 14,00€, che sulla sanzione minima di 28,70€ rappresentano il 50%; ma questa ormai e' preistoria. Allo street control i cittadini ci hanno fatto il callo, alle multe fatte con gli smartphone di servizio (altro che messaggini, gonzi!) ancora no. Qualcuno ha fatto i soldi con queste forniture ma, stranamente (?), chi ha elaborato questi appalti non dovrà sottostare alle rotazioni anti corruzione, una cosa che farebbe ridere se non fosse drammaticamente vera: dove girano i soldi, non girano le persone. Al Commissariato Tuscolano e alla Centrale Operativa del113 hanno stappato lo champagne quando se n'è andato: finalmente anche al Comune di Roma si potrà' brindare! Buona strada, 71: che ti porti lontanissimo

Alvaro ha detto...

Ti amo. Io voglio proprio vederlo carcerato dopo la cassazione. Poi ci spieghera' quanti soldi prendono Tim e Samsung per street control e smartphones. Arrivera' tutto, stai sereno.

Anonimo ha detto...

Un incapace a 170.000 euro all'anno. In modo vigliacco ha ordinato di far cassa con lo street control, andando a multare auto che da decenni parcheggiano ad es. sugli spartitraffico di via Tor de'Schiavi. Invece di proporre delle protezioni (parapedonali) per le zone pedonali, si va a pugnalare alle spalle l'inerme cittadino, che invece andrebbe davvero sanzionato quando parcheggia sulle strisce pedonali o sugli scivoli invalidi, o fa un uso criminoso del permesso handicap..................

Sandra Kensington ha detto...

il mio nome è Sandra e non riesco più a mantenere la mia felicità per me. Il mio amante usato per essere una persona meravigliosa fino a quando ha iniziato a cambiare nel suo comportamento. ogni volta che torna a casa urla verso di me e anche nella misura in cui mi picchia. Alex non lo fa prima, ma non sapevo che cosa è venuto su di lui e che mi ha fatto confuso e stanco perché non volevo lasciarlo perché io lo amo così tanto. Ho detto a un collega che cosa stava succedendo e mi ha presentato a DR EHIS. Questo mago controllato e scoperto che un'altra donna lo ha incantato con un incantesimo demoniaco che è il motivo per cui ha cambiato. Mi ha detto cosa fare e l'ho fatto e oggi il mio amante viene ripristinato e ora si prende cura di me più di una volta. Sarò sempre grato a DR EHIS causato mi ha dato ancora una volta una nuova vita. per ottenere il suo aiuto, contattarlo tramite thebrotherhoodtemple@gmail.com

ShareThis