La pagella della Giunta Raggi. I voti ai (pochi) assessori anticipati

18 giugno 2016

Il primo voto di questa pagella, e sarebbe una larga insufficienza, dovrebbe essere dato all'organizzazione, se così vogliamo chiamarla, che sta dietro a Virginia Raggi. Vabbene che la candidata pentastellata vincerà come e comunque, però non è giusto approfittarsene per di più insultando l'intelligenza e la pazienza di cittadini ed elettori comportandosi come e peggio della vecchia politica. Dico la giunta, non dico la giunta, non contano i nomi, mi hanno chiesto riservatezza, la dico prima del ballottaggio, la dico prima del primo turno, la dico dopo il secondo turno, la dico mercoledì su Facebook, la dico giovedì, la dico venerdì in piazza, dico solo 6 nomi su 10. 
Tutto è perdonato alla candidata necessariamente vincente, ma - ripetiamolo - non è elegante approfittarsene. Alla fine sono usciti 4 nomi soltanto. Non abbiamo idea di chi sarà l'assessore al commercio e alle attività produttive (che avrà in mano le partite più decisive), non sappiamo chi sarà l'assessore al bilancio e nemmeno chi sarà l'assessore alla mobilità. 

Alla faccia della trasparenza che è uno dei tre punti capisaldo dell'azione di governo a Cinque Stelle, come da richiesta dei cittadini. La trasparenza, tuttavia, vale solo per gli altri. Per se stessi si può aspettare e così i cittadini dovranno andare a votare al buio, senza sapere se poi gli assessori che scaturiranno da questo voto saranno persone in gamba o persone impresentabili come alcune che già fanno capolino in questo piccolo aperitivo di giunta del venerdì sera. A proposito delle tre priorità, la prima era la mobiltà, ma appunto l'assessore ai trasporti non è dato sapersi. Sarà uno di quelli  che hanno chiesto "riservatezza". Onestamente un passaggio imbarazzante e inquietante, uno dei tanti di questa campagna elettorale che speriamo si possa riscattare in un'azione di governo efficace e entusiasmante. Una azione di governo che auspichiamo poiché, come sanno i nostri lettori, la nostra indicazione di voto è convintamente Virginia Raggi.

Se, infatti, Virginia Raggi governerà bene, la città potrà risorgere e le vecchie classi dirigenti avranno cinque anni per cambiare radicalmente; se invece Virginia Raggi governerà male la sua esperienza non durerà che 12 e 24 mesi e la città a quel punto sarà commissariata per un commissariamento straordinario che speriamo straordinario davvero e lungo. Anche frutto di un decreto ad hoc che permetta alla città di essere salvata con un intervento diretto del Governo e prescindendo da nuove elezioni. Insomma in ogni caso, con Virginia Raggi, andrà bene: se sarà capace Roma migliorerà, se sarà incapace Roma diventerà per davvero un grande problema nazionale con la p e con la n maiuscole e finalmente si sospenderà la democrazia per un periodo congruo che in una città di clientele e voti sporchi (tassinari, bancarellari, balneari, occupatori di case e altri immobili, atac, ama, impiegati comunali. E il M5S ne sa qualcosa visto che ha fatto tutta la campagna elettorale cercando di blandire questi atroci serbatoi di voti...) è il primo vulnus verso un ritorno alla normalità. Uno scenario simile non è prefigurabile con una vittoria del PD: il PD riuscirà bene o male a governicchiare, come ha sempre fatto, difficilmente il governo sarà interessato a affossarne l'azione e, anche se quest'ultima si affossasse da sola (viste le condizioni di sperate della città e l'atmosfera da pre-guerra civile non è da escludersi) di certo non si procederebbe ad un commissariamento pesante che noi riteniamo l'unito passaggio plausibile per tentare (non necessariamente riuscire) a portare la città un minimo in carreggiata. 

Ma dopo questa digressione utile a spiegare le nostre analisi ai tanti che abbiamo confuso in queste settimane (per le letture più semplificate potete comunque rivolgervi alla stampa locale o alla tv...), veniamo a quello che doveva essere - come fatto per Giachetti - un pagellone della Giunta Raggi e che invece non è che è un pagellino.


LUCA BERGAMO - assessorato alla cultura \ 6,5
Rutelliano, veltroniano, negli anni d'oro della Veltronomics (quando c'erano bei soldi) fece buone cose con Enzimi e con Zone Attive riuscendo anche a mettere insieme una buona squadra. Poi andò all'estero indignato. Dato in predicato tante volte come assessore alla cultura in passato, finalmente centra l'obbiettivo coi 5 Stelle pur avendo fatto campagna elettorale da tutt'altra parte, in uno pseudo angolino un po' civatiano, un po' mariniano con tanto di fior di indicazioni di voto per i candidati nei municipi. Come si concilia il suo essere assessore designato per Raggi con i post sul suo profilo Facebook dove si invita a votare per i candidati avversari al Movimento 5 Stelle nei Municipi poco si capisce; come è poco accettabile il fatto che al nostro tweet in cui ci complimentavamo per la scelta sia arrivata una repentina, volgare, inelegante risposta di Christian Raimo che faceva notare come il nome di Bergamo fosse stato caldeggiato da lui e da Tomaso Montanari. Come dire: "cari Roma fa Schifo, non esultate troppo che lui è un nostro uomo". Se Raggi si deve far eterodirigere, come dice Raimo, dalle peggiori scorie tossiche della vecchia politica è molto meglio a sto punto che si faccia comandare a bacchetta da Casaleggio jr: farebbe in ogni caso meno danni.
In ogni caso Bergamo è uno che ha girato il mondo, sa come funziona (ecco perché non potrà mai e poi mai pensarla come Raimo o come Montanari su almeno l'80% delle loro scempiaggini), ha visione, conosce la macchina e ha capacità. Non avrà soldi, ma non sarà colpa sua. E forse saprà trovarli. Voto ampiamente sufficiente, pronto a diventare un'insufficienza grave se davvero si farà muovere dagli atroci burattinai alla amatriciana di cui sopra.


ANDREA LO CICERO - assessore alla qualità della vita, accessibilità, sport e politiche giovanili \ 4
Una serie di deleghe fondamentali date in mano ad un signore che ha questo curriculum e questa biografia. Questioni di importanza cruciale che impattano sulla vita dei cittadini messe in mano ad un giocatore di rugby: questo signore deve decidere le strategie su come rendere la città usabile dai disabili e dagli anziani, come liberare le fermate dell'Atac dalla sosta selvaggia per consentire la salita a chi è in sedia a rotelle, come rendere accessibile la metro ai portatori di handicap o ai non vedenti. Auguri! Un insulto al buon senso. Ma non si era detto che gli assessori si sceglievano in base al curriculum? L'accessibilità e le politiche per i giovani meritano una nomina così cialtronesca o forse sono i problemi basilari e cruciali di questa città che necessitano di una visione? Speriamo di sbagliarci e che questo signore, allevatore di somari, si riveli una sorpresa. Per ora è uno scandalo e una ennesima forzatura totalmente inutile: si parla di assessorato allo sport (che comunque è importantissimo), ma in realtà le deleghe di questo assessorato sono ben altre e sono in mano ad un personaggio che sulla carta non appare minimamente all'altezza. 


PAOLA MURARO  -  assessore alla sostenibilità \ 7
Confessiamo una preparazione approssimativa sul soggetto e di aver avuto poco tempo per approfondire, ma ad una prima lettura e a seguito delle prime indagini si tratta di una figura di alto profilo. Una figura, soprattutto, lontana dal grillismo più fanatico, becero, patetico. Non una persona che passa la giornata a pensare alle scie chimiche insomma; non una persona che ha imparato la lezioncina stando ai banchetti di Legambiente o del WWF. Una persona che sa di cosa si parla quando si parla di rifiuti.
Da verificare se avrà anche la delega al verde, delega che consideriamo strategica viste le condizioni attuali di parchi e giardini e visto quanto sviluppo potrebbe generare una loro gestione seria, in quel caso ci sarà da capire cosa c'azzeccherà una esperta di rifiuti solidi urbani con la gestione e lo sviluppo anche come motori economici delle ville storiche, del verde non di pregio, delle riserve e quant'altro. (Oddio, in effetti son piene di rifiuti anche loro in effetti). Nel frattempo il voto è piuttosto alto perché abbiamo la sensazione che, a differenza di altri comparti, quello dei rifiuti sia preso sul serio dai grillini, con volontà di risolvere il problema e non di fare squallida ideologia. 


PAOLO BERDINI - assessorato all'urbanistica e ai lavori pubblici \ 3
Lo abbiamo ripetuto mille volte, lo abbiamo spiegato con pacatezza, con passione, facendovi pure un disegnino. Questo signore (ma non è un problema suo personale, anzi si tratta di un grande studioso e di un esimio professore, piuttosto della mentalità che rappresenta) personifica un modo di pensare che si è fatto da decenni spacciare come opposto al disastro palazzinaro romano, ma che invece nella realtà dei fatti ne è stato complementare, ne è stato altra faccia di una stessa identica lurida medaglia di cemento. I palazzinari a Roma esistono perché non c'è concorrenza, non c'è competizione, non ci sono investimenti immobiliari internazionali che sono poi gli investimenti che costituiscono l'architrave economica di Vienna, di Londra, di New York, di Berlino. Senza questa concorrenza hanno prosperato i Caltagirone, i Parnasi, i Toti, gli Scarpellini, i Pulcini, i Bonifaci, i Marchini giusto per non fare nomi ma solo cognomi. Il motivo per cui non sono arrivati gli investimenti: burocrazia, comitati, la retorica del "tutto è uno scempio", l'idiozia nel mettere sullo stesso piano le costruzioni buone e quelle non buone, la follia nel definire "colata di cemento" perfino il Maxxi o l'Auditorium. Insomma la mentalità berdiniana. La cosa più vecchia, superata, trita, bocciata dalla storia e dannosa per l'economia di questa città. Una scelta scellerata che genererà povertà, disperazione, disoccupazione, tristezza, bruttezza, fuga ulteriore di capitali e quindi di cervelli. Con somma gioia dei palazzinari che potranno continuare a vivacchiare sulle macerie sicuri che in una città amministrata da chi chiama "scempio" la trasformazione urbana che c'è stata a Milano nessuno verrà a investire, a competere, a sottrarre loro lo scettro. Ovviamente anche qui speriamo tanto di poter scrivere un bel post in cui annunciamo di esserci completamente sbagliati. 

87 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

Tranne Lo Cicero, la direzione è quella di affidarsi a gente che conosce quello che va ad amministrare.... Luca Bergamo e Berdini avete detto ma anche la Muraro è stata per 10 anni dentro AMA, dal 2004 al 2014.

I 5 stelle non hanno militanti preparati, era chiaro che si sarebbero rivolti a persone come queste.

Anonimo ha detto...

Se all'ultima riunione di condominio avessi chiesto dei nomi per gli assessori a Roma sarebbero usciti più o meno gli stessi. Il M5S è la peggior accozzaglia del peggio che c'è in città, perfino le classiche destra e sinistra sarebbero state meglio, almeno sapresti con chi e per cosa prendertela in caso di inevitabile disastro

bat21 ha detto...

Uhm ora inizio a capire il senso dell endorsement. Visto che i pentagrilli ridurranno la città ad un ammasso di macerie il governo sarà costretto ad un commissariamento serio e inflessibile facendo mangiare licenziamenti di massa nel pubblico romano e privatizzazioni. Bhe la cosa alla fine mi stuzzica. Oltretutto con il disastro di Roma i grilli si sputtaneranno a livello nazionale autoeliminandosi. Sapete che mi stuzzica molto la cosa? :)

Anonimo ha detto...

I Presidenti ed i dirigenti dei Municipi dovrebbero essere valutati. Volutamente oscuri, gestiscono e spartiscono risorse e servizi con i risultati che tutti vediamo.

Anonimo ha detto...

Ma un avvocato che ha campato coi soldi della asl di Civitavecchia prima di darsi alla politica?

Anonimo ha detto...

Beh non è automatico. Il PD il disastro a Roma e a livello nazionale l'ha fatto, si è strasputtanato ma come vedi ancora c'è qualche furbone che lo vota... vogliamo parlare poi della dx?

Anonimo ha detto...

che vogliamo dire della Raggi che, al confronto tv con Giachetti, ha dichiarato che gli appalti per la manutenzione delle strade di Roma devono essere assegnati a quante più piccole ditte possibile?
Sostiene che in questo modo si sosterrebbero le piccole e medie imprese locali anziché una unica grande impresa.
Agghiacciante. Sa tanto di Alemanno.
Ci ricaschiamo a continuare a dare questi appalti alle ditte padre-figlio che girano col camioncino e il secchio pieno di catrame da spargere sulle buche per poi tentare di compattarlo saltandoci sopra a piè pari?
perché questo era il comportamento classico che di frequente si vedeva fare in giro da queste dittucole.

Anonimo ha detto...

Se "Roma fa schifo" il rimedio non è certo la strategia del blog omonimo. La paura di Paolo Berdini evidenzia l'asservimento ai palazzinari di certi presunti Savonarola.

Geraldina Fiorani ha detto...

Non lasciarti tentare, distruggiamoli noi con il voto questi grillini! Giachetti è una grande opportunità per Roma, non facciamocela sfuggire!!

Anonimo ha detto...

Qui nessuno ha paura di Berdini.
Io, almeno, penso che Roma avrebbe bisogno di interventi pesanti di rigenerazione urbana.
Leggete le idee di Baroncelli, che avremmo (avremmo avuto) con Giachetti.
http://www.glistatigenerali.com/roma/lorenza-baroncelli-stimo-caudo-ma-roma-non-si-governa-solo-con-gli-slogan/.

Sulle singole cose si può essere d'accordo o meno, ma questa è la visione moderna di una metropoli: riallacciare con le infrastrutture le zone isolate, guardare ai modelli internazionali, riqualificare le aree verdi, puntare su progetti di qualità, innovazione e e capitali privati, terminare le opere incompiute, buttare giù e ricostruire dove serve.

Poi c'è Berdini, che, come scritto qua, ha definito scempio il nuovo skyline di Milano. E che non avrebbe voluto l'alta velocità Roma-Milano:
"Quando negli anni ’90 si decise la realizzazione del Tav tra Firenze e Bologna i sindaci del Mugello – in prevalenza contrari alla grande opera – furono piegati sulla base dello slogan «da Roma si arriverà in tre ore a Milano. L’economia ripartirà: chi è contro si oppone al progresso». Il professor Monti nella sua conferenza stampa di venerdì scorso non ha dunque inventato nulla quando si chiede retoricamente se c’è qualche primitivo (i valsusini, ovvio) che vuole impedire di arrivare da Torino a Parigi in quattro ore. Purtroppo per lui, i vent’anni trascorsi hanno reso esplicito l’imbroglio perpetrato ai danni delle popolazioni del Mugello e del paese.
È infatti vero che oggi si impiegano tre ore per collegare le due maggiori città italiane, ma con tre gravissime conseguenze. La prima riguarda il fiume di soldi speso per raggiungere l’obiettivo: oltre 50 miliardi di euro che hanno tolto risorse preziose al resto della rete ferroviaria nazionale e allo stesso sistema del welfare".

Oggi, già che ci siamo, è contro il nuovo aeroporto e anche contro la Roma-Latina, perché evidentemente è giusto che noi siamo condannati a vita a quella merda di via Pontina: "E, del resto, continua la folle macchina delle grandi opere inutili: ampliamento dell’aeroporto di Fiumicino; porti di Ostia e Fiumicino; Autostrada Roma Latina; secondo Gra."

Ci mettete in mano a questo, lo sapete?







Anonimo ha detto...

Cioè, fatemi capire: assessore Lo Cicero? Quello di giardini da incubo?
Per favore, voi del M5S che siete per il nuovo, me lo spiegate come se fossi un bambino di sei anni?

Anonimo ha detto...

Cari amici romani, da lunedì sono cazzi vostri!

-2 alle comiche.

bat21 ha detto...

Non e' vero il disastro della seconda repubblica fatta da Berlusconi e Pd-ds e' finita con il "commissario" Monti. Che poi questo sia assolutamente stato troppo morbido facendo solo la pur sacrosanta riforma Fornero e' un altro discorso...a Roma non andrebbe cosi bene con un commissariamento, verrebbe rivoltata come un calzino

Anonimo ha detto...

Anonimo 10.47,

aggiungo che hai perso qualche capitolo della storia. Questo avrebbe bloccato anche l'Auditorium di Piano, fosse stato per lui. E il M5S non solo ci costerà 1,5 miliardi persi per Tor di Valle (più quelli che dovremo pagare alla Roma, una volta persa giustamente la causa) e la mancata riqualificazione dell'area. E non solo le Olimpiadi (ci può stare), ma anche l'autostrada per Latina e l'aeroporto, magari. Questi in consiglio comunale hanno votato contro la Città della Scienza e sono contrari ai lavori Tim per le torri dell'EUR. Evidentemente andavano bene come erano, vuote e cadenti.

Anonimo ha detto...

ma lo cicero è confermato?

Anonimo ha detto...

Non so dove prendete rumors e informazioni, ma potete verificare se la storia di Tosti ai trasporti è fondata?

La voce gira, e il fatto che non sia stato annunciato l'assessore è sospetto. Adesso va bene tutto, ma ritrovarsi assessore uno di quelli che Alemanno ha piazzato all'ATAC sarebbe troppo....

Anonimo ha detto...

no, credo sia una bufala

Anonimo ha detto...

La domanda non può essere come eliminare i pochi costruttori in città, ammesso che sia vero che siano stati favoriti.
Il punto centrale è piuttosto come attirarne altri.
Per attirare nuovi attori economici è necessario riattivare il mercato immobiliare intervenendo sulla città costruita e incentivando la demolizione e ricostruzione, l’efficientamento energetico, i cambi di destinazione d’uso, le ristrutturazioni, l’implementazione di infrastrutture e servizi.


(Baroncelli).

Anonimo ha detto...

Cari amici romani, da lunedì sono cazzi vostri!


In effetti, dopo cinque anni di Alemanno, due di guerra di tutti contro Marino, poi un commissario con pieni poteri che non risolve nulla e un clima da tutti contro tutti; ecco, oggi ci mancava giusto una bella giunta del M5S. Poi l'espiazione è finita, spero.

Anonimo ha detto...

Ma che stiamo a di'?

Ma scusate, abbiamo giustamente preso per il culo Giachetti quando disse che sullo sport avrebbe chiesto consiglio a Totti (ma per favore), e qui ci troviamo un rugbista come assessore? Oltretutto pure una mezza sega, nemmeno un campione di dimensioni internazionali, che almeno potrebbe servire per ragioni di immagine....

Giorgio Franceschetti ha detto...

Li vedremo all'opera, sono curioso su Berdini, che sembra essere un relitto anni 70, vedremo oltre ai "no" (quello contro la megatruffa di TdV è sacrosanto) quali saranno le proposte effettive che farà per la città.
Sono pronto a lodarlo come a fucilarlo in piazza.
Onestamente, però, vista la situazione, i ruoli cardine sono quelli che gestiranno rifiuti, trasporti e decoro urbano, comprese le licenze e i controlli ai suk bancarellari, qui si parrà la nobiltate (o la nullità) di Raggi & co.
Riuscire a fare peggio di oggi sarebbe criminale oltre che quasi impossibile, vedremo.

Anonimo ha detto...

Quello che qui chiamate megatruffa è quello che nelle altre metropoli è un progetto di rigenerazione urbana. Ma insisto, vai a vedere come è ridotta Tor di Valle, e tieni presente che rimarrà così.




Anonimo ha detto...

Mi pare che della Muraro nessuno sappia niente, me compresa. Certo che dopo aver parlato di cambiamento e di assessori esperti chiamati dall'estero, abbiamo una persona che è stata dieci anni in AMA.

Anonimo ha detto...

Parcheggia pure in divieto di sosta:
http://www.sanremonews.it/2015/05/22/leggi-notizia/argomenti/altre-notizie/articolo/sanremo-auto-rimossa-per-il-barone-andrea-lo-cicero-lex-campione-di-rugby-a-sanremo-per-una-reg.html.

Come era la storia che dite voi? Questi sono gli incivili, liberiamo la città dalle macchine, le scimmie eccetera eccetera? E se lo fa il futuro assessore (pace all'anima nostra)?

Per carità, nulla, in confronto a quello che ha fatto la Raggi. Vabbè', tanto poi se lo dimentica la mattina dopo...

Anonimo ha detto...

Guardare che Grillo era contro la metro blu di Milano, per capirsi.
Con Grillo e Berdini (esatto: non mi sembra di avere dimenticato nessuno di rilevante) restiamo nel Medio Evo.

Anonimo ha detto...

E' finita. Amen.

Anonimo ha detto...

Berdini no. Pietà...........

Anonimo ha detto...

Ma dai. Ma come si fa a votare Raggi? Ma vi rendete conto della pochezza?

Anonimo ha detto...

Ahahah, licenziamenti di massa nel pubblico impiego. Ma quando? Sopratutto...perche'? Te c'hai un tarlo che ti divora lentamente, giorno dopo giorno.

Anonimo ha detto...

Per fortuna ho una casetta al mare (a proposito: da vittima abituale della pontina, complimenti sinceri all'assessore che è contro l'autostrada Roma-Latina; gli auguro mille ingorghi dalle parti di Pomezia, e spero che abbia la decenza di andare a Milano con l'intercity, viste le assurdità che sostiene). Insomma, ci vediamo tra qualche anno....

Anonimo ha detto...

io mi auguro anche abiti in zona stadio olimpico, come me. e che sia condannato a vita al traffico di queste partite di merda, perché non sia mai che facciamo uno stadio con la metro...

bat21 ha detto...

Perché? Forse perché la pa e' solo un immenso ammortizzatore sociale che danneggia la competitività del sistema Italia in modo mortale. C'è un tarlo vero, e' quello che divora dall'interno il sistema economico imponendo inefficienze mostruose. Quando? Il prima possibile.

Anonimo ha detto...

Il sindaco non può certo fare una riforma della PA, di che stiamo parlando?

Anonimo ha detto...

Il sindaco non può certo fare una riforma della PA, di che stiamo parlando?

Fino ad ora.
Con i super-cinque stelle, la giunta comunale farà la riforma della PA, risana il debito pubblico, trova il vaccino contro l'HIV, e fa vincere gli europei alla nazionale.

Anonimo ha detto...

Che cagata di giunta. Tra l'altro immagino che questi siano i nomi meno impresentabili, mi immagino quelli tenuti nascosti fino al voto.

Anonimo ha detto...

Tranquillo, peggio di Lo Cicero non ci può essere...

Anonimo ha detto...

"mi immagino quelli tenuti nascosti fino al voto".


E sì, il nostro nuovo sindaco ha un certo talento, nel tenere nascoste le cose...

bat21 ha detto...

No ma un commissario imposto alla città in rovina grazie ai 5 stelle può fare licenziamenti a destra e manca e privatizzare atac e ama e chiudere le farmacap e tutte le altre partecipazioni. Mi solletica non poco l'idea in effetti :)

Anonimo ha detto...

KIVI

Anonimo ha detto...

PAKAAAAAAAAA!!!!1!!1!!

Anonimo ha detto...

Si come no, prioprio un'opportunitá.Più tosto che i soliti noto sarebbe il caso di estrarli a sorte fra la popolazione italiana.Ma vi rendete conto di come è ridotta Roma, ancora non vi basta!!!

Anonimo ha detto...

Ma dalla finita, rompo sempre i coglioni coi soldi che il governo centrale versa a Rona ma non hai mai scritto che, in Europa, e' quella che prende di meno rispetto alle altre capitali. Dai bat, sei trito e ritrito.

Anonimo ha detto...

Hai perso un capitolo della saga: Roma l'ha ridotta così Alemanno, non certo Giachetti.

bat21 ha detto...

No non la faccio finita. Le principali città europee hanno un residuo fiscale positivo e a volte molto positivo (caso di Madrid). Roma e' un peso per la nazione. Contano i trasferimenti globali al netto della macchina pubblica, Roma campa di pubblico Madrid Londra o Parigi no.

Anonimo ha detto...

In Catalogna e nei Paesi Baschi dicono ben altre cose, di Madrid...

Anonimo ha detto...

Solita retorica spicciola a cinque stelle: è tutto un magna magna, prendiamo uno qualsiasi e amministra meglio dei politici.
Invece non è tutto uguale, invece, e bisogna saper fare il proprio mestiere. Oppure così, a occhio, vi sfuggono le differenze tra il Giubileo del 2000 e quello del 2015?

bat21 ha detto...

Quello che dicono non me ne frega nulla più 11% sul pil di Madrid meglio del nostro Piemonte e ai livelli del Veneto.

Anonimo ha detto...

è ridicolo vedere la vostra supponenza nel marchiare qualsiasi persona sia dalla parte opposta del PD come se già ne conosceste carattere e intenzioni.Vi spiego una cosa: il carattere(che in ogni caso non conoscete) può cambiare, le intenzioni hanno valore solo se messe in pratica. Ed è l'analisi di ciò che è ,non di ciò che sarà,che porta Raggi a essere l'unico voto valido in mezzo al mare di fango che è la casta politica di oggi. Voi ne siete asserviti. Probabile che sia direttamente un addetto alla campagna del PD a scrivere gli articoli e che questa pagina scomparirà al più presto dopo questa elezione. Lo spero proprio, perchè in ogn caso se non siete schiavi siete solo degli idioti patentati.

Anonimo ha detto...

Cosa c'entra? Ripeto: rompi sempre i coglioni che Roma campa di soldi statali (e ci mancherebbe aggiungo io, visto che vengono tutti a rompere i coglioni qua), ma non dici mai che, rispetto alle tue amate capitali europee, e' quella che riceve di meno dal governo centrale. Meno di Amsterdam che rappresenta, per estensione e numero di abitanti un quartiere di Roma. A marchicia', come te metti?

Anonimo ha detto...

Ed è l'analisi di ciò che è ,non di ciò che sarà,che porta Raggi a essere l'unico voto valido in mezzo al mare di fango che è la casta politica di oggi. Voi ne siete asserviti


Ancora con la casta? Che analisi approfondita, complimenti.

Anonimo ha detto...

ma poi fatemi capire, dopo quanto si diventa casta politica? la raggi ha fatto tre anni in consiglio comunale, peraltro senza andarci praticamente mai, come risulta dagli atti. E' casta anche lei, allora? Chi lo decide? Che miseria di argomentazioni.

Anonimo ha detto...

Lo decide lo studio Casaleggio, che domande. Lo stesso che da lunedì ha in mano le decisioni sul futuro di Roma, e vai sapere chi c'è veramente dietro, vista la formidabile trasparenza del M5S.

Anonimo ha detto...

E perché Giachetti sarebbe parte del "fango" della casta politica? Quando è stato capo di gabinetto a Roma, le cose andavano assi meglio. In 35 anni di politica non ha mai avuto problemi, scandali, avvisi di garanzia, eccetera. Perché è un politico che fa politica? Quindi? Vogliamo fare un movimento contro i professori che insegnano, i panettieri che fanno il pane, e i meccanici che riparano le automobili?

Anonimo ha detto...

Sì certo, ancora la casta. Facciamo così: quanti arresti, processi, scandali, ci sono state nelle giunte che hanno amministrato Roma tra il 1993 e il 2008? E quante dal 2008 al 2015? Il sospetto che forse non sia sempre tutto uguale, non vi viene?
E tanto, chi cadrà per prima, tra i due, è la Raggi (già ci siamo).

bat21 ha detto...

Aridaje te la faccio breve Roma campa di pubblico le altre città europee NO perché i soldi che rientrano come trasferimenti erano già andati in misura maggiore allo stato. Ora e' chiaro?

Anonimo ha detto...

Caro romafaschifo.
Ti seguo da tempo, condivido tutto quello che da sempre pubblicate.
Ogni critica mossa alle poche proposte della raggi è sacrosanta.
Ma votarla è impossibile dopo quello che ha presentato.
Non ha la più pallida idea di quello che va fatto o di come farlo!
Sembra la copia di alemanno. Che si presentò al comune senza pensare di vincere e che poi ha dato il colpo di grazia alla città.
Se il pd ha fatto molto male , alemanno ha ucciso questa città.
Pertanto votare la raggi per punire il pd significa sostenere qualcosa che produrrà lo stesso effetto di alemanno. Il caos in cui chi può rubare e non far nulla ci sguazza allegramente.
È un suicidio.
Meglio votare giachetti tanto l opposizione m5s con i numeri che ha potrà bloccare iniziative illecite.
Il m5s si è dimostrato capace a supervisionare.
Speravamo tutti anche a governare.
Ma la prestazione della raggi ( che ammicca alla sinistra comunista radicale per motivi di opportunità politica, populismo e antirenzismo) ad oggi ha profondamente deluso per assenza di idee e persone.
Per quale motivo da domani dovrebbe cambiare una volta sindaco?
Alla fine la precedente gestione pd, grazie a marino, ha fatto cose che a roma non si immaginavano nemmeno: pedonalizzazioni, tridente,rinnovo dei vigili,.....
Romafaschifo ma come puoi sostenere la raggi! Non c e una sola cosa che ha detto di fare che si avvicina anche solo di poco a quelle che voi giustamente proponete da anni.
AI

Anonimo ha detto...

Ma votarla è impossibile dopo quello che ha presentato.
Non ha la più pallida idea di quello che va fatto o di come farlo!


Quoto, concordo. Con la Raggi è finita.

Anonimo ha detto...

i nomi proposti di Giachetti, in parte presenti nelle amministrazioni di marino, veltroni e rutelli invece sono da invidiare! Sopratutto Livia Turco!A me interessa chi amministrerà ed il modo con cui lo farà, e ho visto come é stato fatto fino ad ora! Ricordate che de esistete (se esiste romafaschifo) é perché questa città é stata ridotta allo schifo da tutte le varie amministrazioni che si sono succedute! E ora il M5S sarebbe il problema? Ma chi siete x sparare giudizi sulla base del nulla? Non é assolutamente detto che la Raggi ce la faccia, e voi sembra che spingiate proprio perché perda é ovvio. Le critiche si fanno sulla base dei fatti! Potevano gestire meglio certe cose? sicuramente, ma tutta questa critica eccessiva mi puzza...

Sabrina

Anonimo ha detto...

pare che l'ultimo capitolo del pianeta delle scimmie sarà girato interamente a Roma. il plot prevede che le scimmie evolute hanno finalmente il diritto di voto e seguendo un loro concetto primordiale di democrazia decidono di farsi guidare dal loro piu alto rappresentante bat21 che peró con i suoi discorsi di pil , avanzo primario e privatizzazioni non sará compreso dalle masse e finirà appeso per le palle dai suoi stessi seguaci. ne segue una lotta fratricida che rimette in discussione tutta la societá scimmiesca. saranno gli adoratori della "ruspa" alla fine a guidare le scimmie verso una nuova alba evolutiva.

dimostra di non essere una scimmia:

scegli tutte le immagini con i parcheggi interrati

Anonimo ha detto...

Lo Cicero è la pietra tombale.

Anonimo ha detto...

Aridaje te lo dico io marchicia'. Posta le cifre di cui parli e poi ne discutiamo. Scrivi solo commenti dettati dal sentirsi inferiori e che, in questo blog,trovano terreno ferrtile. Perche' non ti palesi e smetti di rosicare e sputare veleno? Dai bat, fate belle scarpe belle marche...ma poi...

Anonimo ha detto...

La situazione mi ricorda i giorni che seguirono l'elezione di Bergoglio a papa.
Di congetture se ne fecero tante, così come oggi si fa con la Raggi e la sua giunta fantasma.
Per mal giudicare certe scelte, occorrerebbe essersi data una risposta alla domanda:
quali potevano essere i nomi più qualificati, benaccetti e buoni per tutto il variegato mondo elettorale a 5 stelle? Come dire: chi si voleva papa al posto di Bergoglio? o magari: chi si voleva CT azzurro al posto di Conte? In certi casi ha più senso azzardare prosaiche scommesse in denaro, piuttosto che indulgere a congetture gratuite, prive di cervello e di fegato .
Non resta che attendere e giudicare sui fatti, ovvero sull'operato della nuova giunta al termine del primo semestre. Poi cominceremo a tirare le somme.
DAD

Anonimo ha detto...

Una cosa la sappiamo, ed è risolutiva.
Giachetti è membro del pd.
Partito con le seguenti credenziali:
- Nomina a capo della GdF di persona con gravi compromissioni familiari
- Responsabile del crack di tre banche, con risvolti omicidiari
- Fautore delle occupazioni abusive
- Fautore della sostituzione etnica
- Fautore della smilitarizzazione e della cessione di sovranità
- Responsabile della depenalizzazione del 75 % del codice penale
- Distrutto la Costituzione
- Partito con più inquisiti per reati di corruzione e associazione mafiosa d'Italia
- Partito responsabile della svendita del patrimonio culturale.
per citare fior da fiore.
Non è sufficiente per mirare a levarseli dalle balle?
Tanto, qualunque schifezza fatta da un sindaco mafiofilo, verrà taciuta dai media, qualunque impaccio di un bravo sindaco onesto verrà bollata come incapacità.
Non vi dico votate raggi: vi dico ELIMINIAMO IL PD-SEL.

Anonimo ha detto...

Quanto a Bergoglio, la saetta che ha colpito il cupolone e la colomba scannata dal corvo in occasione della elezione, hanno un vago sentor di aruspicina celeste.

Anonimo ha detto...

Prima la Raggi era il nulla, adesso rischia di diventare veramente dannosa per una città già ridotta ai minimi termini.

Anonimo ha detto...

Ricordatevi che nessuno ha diritto di smarcarsi del partito a cui sceglie di appartenere, e giachetti fa parte non solo del pd, ma anche di questo sciagurato governo. Che vuole mettere le mani su Roma, semplicemente perché Roma vuol dire centrale di smistamento di denari e di opere pubbliche. Tramite giachetti o tramite pinco pallino è uguale.
Giachetti non può far parte del pd e del governo renzi da verginella smarrita che rinnega l'amante, da cui tuttora viene mantenuta.
Il vero zoccolo duro della mafia ce l'abbiamo a Roma, proprio perché sta dove si decide la destinazione dei soldi, ossia dentro i ministeri, due -tre in particolare.
I 5 stelle sono ex comunisti, d'accordo, ma votarli è un modo per cominciare a eliminare il grosso del malaffare, ossia il pd e le sue propaggini.
Poi si vedrà.

Anonimo ha detto...

Giachetti sta alle Olimpiadi come renzi sta al ponte sullo stretto di messina.
C'è altro da dire?
Sì. Basta soldi alla mafia.

Anonimo ha detto...

Molti reati sul patrimonio regolarmente perseguiti nel sud Italia, a Roma vengono messi a tacere perché di mezzo ci stanno le cricche ministeriali.
Il caso scatenato a Caserta per gli affitti risibili dei vani della Reggia, negli edifici monumentali di Roma è una regola, ma qui viene messo a tacere, perché sono cessioni che regolano clientelismi con pezzi grossi della politica.
Gli incendi per i quali è assai difficile ottenere un pronto intervento, li hanno inventati a Roma, magari meno vistosi e più mirati.
E poi, sostenere le occupazioni abusive, gestite dalla camorra, non è fiancheggiamento mafioso?
La vera Sicilia sta qui.

bat21 ha detto...

Sentirsi inferiori? Bho. Per i dati delle città estere cerca su google per Roma ti rimando al sacco del nord.

Anonimo ha detto...

Il Viminale definisce il connotato sociale di casa pound in quanto difenderebbe le fasce deboli attraverso "l'occupazione di immobili in disuso"...Come sopra.
Al Viminale per esempio ci vorrebbe la derattizzazione.

Giorgio Bernardi ha detto...

Lo Cicero ha avuto una richiesta di risarcimento danni dal Tolosa Rugby suo datore di lavoro dell'epoca, si era messo in malattia ed invece l'hanno visto in tv a giocare con la nazionale italiana.

Anonimo ha detto...

MoVimento 5 merde, senz'altro.

Anonimo ha detto...


RAGGI= COLPO DI GRAZIA A ROMA;
5 STALLE = MORTE DI ROMA.

Domani vado a votare- a qualunque costo ed in qualunque condizione- Giachetti.

BISOGNA SALVARE QUESTA POVERA CITTA' DA UNA DISGRAZIA CHE SAREBBE IRRECUPERABILE!

Alessandro Fabiani ha detto...

Ma quindi è tutto un inganno?

Il PD non va votato perchè vabbè è il male assoluto adesso, quindi RFS dice di votare la Raggi per il cambiamento, poi la Raggi non ci vuole dire la sua giunta, poi RFS dice di votarla anche se così non va bene, poi la Raggi presenta solo 4 personaggio discutibilissimi e diciamolo poco innovativi anzi, una che per 10 anni è stata dentro AMA e guarda ora che cos'è, poi RFS se ne esce dicendo di votare cmq Raggi così tanto cadono e Roma viene commissariata.

Quindi era tutto in inganno, RFS ha cercato di ingannare i sui lettori per indurli a far commissariare Roma?
L'idea poi che meglio meno democrazia cosi si sistemano le cose mi da tanto di ventennio, che poi tanto le cose non le ha sistemate. Un uomo al comando da solo ha sempre fatto male, sempre.

Anonimo ha detto...

Tone', famo un flescmob pe' mette te sindaco, ericostefa'no che nun sa fa' un cazzo ma e' volenteroso come assessore de quarche cazzo e bat al personale. DAJEEEEEE...

Anonimo ha detto...

Fra 1 anno la Raggi e la sua giunta porteranno i libri in tribunale, Roma verrà commissariata e fra 2 anni tutti a votare.

Anonimo ha detto...

È gente impreparata, non hanno esperienza come i professionisti di Giachetti!
Questi se rubano pure una caramella se ne accorgono subito tutti!!
Siamo sicuri di voler dare in mano Roma a questi dilettanti? Io forse mi sentirei più tranquillo con politici professionisti, che almeno sanno come si ruba!

Anonimo ha detto...

Da lunedì a Roma, signore e signori, le comiche!

Vi aspettiamo.

bat21 ha detto...

E se in un anno di commissario si faranno riforme lacrime e sangue il tempo non sarà passato invano. Magari tra due anni avremo atac e ama e Acea gestite da società tedesche e mezzo comune licenziato ;)

Anonimo ha detto...

Alemanno? Siate onesti con voi stessi Roma è ridotta così con Marino sindaco totalmente incapace..

Anonimo ha detto...

Roma è ridotta così perchè per decenni si è lasciato andare tutto in malora, dal debito alle aziende municipali. E la colpa è di tutti quesi "professionisti" della politica, tanto esperti e preparati, che vengono tanto lodati da certa gente.

Anonimo ha detto...

Malfagio Tonellen, ticci tuo pianen per conquistare mondo!

Anonimo ha detto...

Eppure è così semplice, basta vedere come sono ridotti tutti i comuni con sindaco grullino. Io non pensavo che Roma potesse andare ancora più a fondo dopo fenomeni del calibro di Alemanno e Marino, ma da domani inizia la discesa, altro che comiche.

bat21 ha detto...

Discesa? Si passa dalla caduta su un pendio alla caduta libera da una rupe...

ehis ha detto...

avete bisogno di un prestito urgente da un creditore privato affidabile che concedere il prestito, senza stress? Se sì, allora siete nel posto giusto. Ottenere il prestito entro 5 ore. io sono un noto uomo d'affari e anche un creditore privato. Io do prestiti a tasso di interesse del 2%. Le persone interessate devono contattare via ehism94@gmail.com

Anonimo ha detto...

Anonimo ha scritto:
> Beh non è automatico. Il PD il disastro a Roma e a livello nazionale l'ha fatto,
> si è strasputtanato ma come vedi ancora c'è qualche furbone che lo vota...
> vogliamo parlare poi della dx?
Quei partiti sono sostenuti da gruppi di interesse, e dunque resteranno sempre in piedi, qualsiasi cosa facciano. I Cinque Stelle sono stati votati nella speranza di un cambiamento radicale, per cui qualora non ci dovessero riuscire, nessuno li crederebbe più. Hanno lasciato vincere la Raggi proprio per questo.

maria ha detto...

Temos um capital que será usado em particular a curto e longo prazo da EURO 2000 de 95.000.000 EURO para qualquer pessoa séria querendo este empréstimos de empréstimo. 2% de juros no ano, de acordo com a quantidade de pronto porque sendo específico eu não estou violando a lei de usura. Você pode pagar no máximos dependendo da quantidade de pronto de 3 a 25 anos. É para você ver para pagamentos mensais. Pergunto-me como um reconhecimento de dívida certificada manuscrita e também alguns documentos para fornecer.
Email:maria.bertoni01@gmail.com

ShareThis