Alberta Parissi. Una "bancarellara" come assessore al commercio di Virginia Raggi?

21 giugno 2016

Cambiamo tutto, dicono i 5 Stelle a Roma. Poi ti accorgi via via che passano le ore, che l'approccio innovativo vale per questo partito dovunque meno che a Roma. Delle tendenze consociative, alemanniane, di grande attenzione alle cricche e alle lobbies abbiamo detto, così come abbiamo detto di un voto che viene venduto dalla facile narrazione dei giornali come "di protesta" e che in realtà appare (a Roma, a Torino non è così) come un inquietante voto di restaurazione. Dei patti assurdi - che speriamo non vengano mantenuti - con le parti peggiori della città per annullare tutti i passi in avanti fatti durante la Giunta Marino abbiamo detto pure.
Certo mai ci saremmo aspettati che pure questa novella classe dirigente, esattamente come la precedente, si divertisse a prendere per i fondelli i cittadini. Sulla Giunta e i nomi che la comporranno si sta raggiungendo l'apice dell'apice: la presento, non la presento, ne presento un po', lo faccio domani, dopodomani, ieri, non lo faccio più. Poi la summa delle prese per il chiulo: "ho tutta la giunta ma per riservatezza la dico dopo il voto". Sul passaggio dalla "trasparenza" alla "riservatezza" speriamo che qualcuno si applicherà a scrivere libri, perché merita.
Ad ogni modo anche questa era una bugia, l'ennesima. La giunta è evidentemente ancora da ultimare, le correnti del movimento non si accordano, la Taverna vuole qualcuno, Dibba qualcun altro, la Lombardi qualcun altro ancora. Manuale Cencelli puro e, come in questi casi accade in Italia da oltre 40 anni, spesso in nome del potere va a farsi benedire la qualità e la competenza. Il caso Lo Cicero è emblematico.

Certo sarebbe surreale se nel posto forse più strategico della Giunta, quello dell'assessorato al commercio e alle attività produttive, andasse la figura di cui si paventa da giorni. Anche qui vorrebbe dire che il tiramolla tra le varie anime del movimento ha partorito un compromesso al ribasso che la metà basta.

 

Alberta Parissi è raccontata molto bene in questo video. Una signora, ormai anziana, del Tufello. Una signora che si occupa di commercio, dapprincipio di commercio ambulante (per questo l'abbiamo simpaticamente definita bancarellara), fin dagli anni Settanta, che fa attività di sindacalista da oltre 40 anni, che fa politica prima con il PCI e poi con il PD fin dagli anni Ottanta. Dopo Berdini (e ci è andata malissimo) e Bergamo (e ci è andata benissimo), l'ennesima azione di riciclaggio del Movimento 5 Stelle romano. Altro che Rifiuti Zero, qui siamo alla differenziata spinta, al recycling center che manco a San Francisco...
Ma torniamo alla Parissi e, mentre vi guardate questo "gradevole" filmato in cui tra un viaggio in auto senza cintura e un parcheggio creativo fuori dal mercato ("ma non sono stati fatti i parcheggi...") in cui si fa campagna elettorale per tentare la fortuna nella Lista Civica di Zingaretti distribuendo "santini" a profusione, cerchiamo di capire chi è l'assessore che Virginia Raggi vuole alle attività produttive. In più che ottimi rapporti con Valter Giammaria e Lorenzo Tagliavanti, inseritissima in ambienti camerali, piccola negoziante del Tufello ma adesso anche a Casal Palocco, ovviamente contraria ai Centri Commerciali, da sempre portatrice di voti ai candidati del PD (recentemente a Palumbo o a Piccolo a dar credito agli abitanti della sua zona che votano come dice lei). Al di là della figura molto romana e folkloristica, ma non priva di rilevanza e peso (chiedetevi come mai l'amministrazione Zingaretti ha riformato tutto ma non ha approvato e mai approverà la Legge Quadro sul Commercio...), la cosa da chiedersi è: quali sono i compiti che oggi a Roma ha un assessore al commercio? E sono dolori.

La riforma dei cartelloni
Di cui la nostra poco o nulla sa e sembra non avere il temperamento per fronteggiare quella autentica criminalità organizzata che sono le 300 ditte della micidiale cartellopoli capitolina.

La riforma delle occupazioni di suolo pubblico
Di cui la nostra poco o nulla sa perché si è sempre occupata di abbigliamento. Mappoi una commerciante assessore al commercio è proprio una cosa sensata e totalmente priva di conflitti di interesse? Immaginatevi a Parigi o a New York un negoziante che ha una boutique di vestiti che diventa assessore...

Il nuovo regolamento del commercio su area pubblica

Praticamente, secondo Virginia Raggi, dovremmo farci scrivere il regolamento che deve salvarci dal tumore maligno delle bancarelle, da chi aveva licenze di commercio su area pubblica e da chi faceva sindacalismo a favore di quel settore. Probabilmente saremo l'unica città europea a non applicare e a non sfruttare le potenzialità della Bolkestein? Altro che innovazione, tutto rimane nel medioevo di sempre e tanti saluti al 2017, anno strategico per questa battaglia.

La riforma dei mercati rionali
E qui magari, pur essendo esperta la nostra Parissi, ci vorrebbe una persona più fresca, che ha girato il mondo, che sa dove vanno i mercati rionali nel resto dell'occidente: chi sta oggi dentro ai mercati (peggio chi ci è stato in passato) è, come vediamo ogni giorno e da ogni feedback, sinonimo di conservazione e poco spirito di cambiamento. Ma non si doveva cambiar tutto?

Il seguimento delle attività produttive più innovative e delle start-up
Un settore in crescita in città (si pensi a Startupbootcamp food tech, che ha appena aperto in zona San Giovanni) che nella visione innovativa e finalmente post ideologica dei Cinque Stelle dovrebbe essere gestito da una negoziante di abbigliamento già comunista, sindacalista d'altri tempi, che alla fine del mandato avrà pressoché ottant'anni. Sicuramente ci sarà la fila di fondi e investitori per portare incubatori qui da noi. Sicuramente i ragazzi se la pianteranno di andare a Berlino o a Londra a sviluppare e ad implementare le loro idee e torneranno a Roma in massa con questo genere di interlocutori istituzionali.


Insomma signori, anche in questo comparto (assieme alla mobilità il più strategico e cruciale per cambiare faccia in meglio alla nostra città) addio competenze di ampio respiro, addio qualità, addio innovazione, addio facce nuove, addio largo ai giovani, addio assessori magari stranieri o con solide esperienze internazionali e studi adeguati. Solo riciclaggio di rispettabilissimi relitti della politica, dell'associazionismo, del sindacato a fine carriera che a questa città hanno già ampiamente dato con i risultati che ogni giorno vediamo con i nostri occhi. Passiamo da un'assessore giovane, preparato, innovativo, coraggioso, europeo come Marta Leonori a personaggi di questo profilo? Noi ci rifiutiamo di crederci finché non sarà ufficiale.
Ovviamente, come i nostri lettori sanno, questi articoli non servono a criticare e basta, bensì - visto che ancora siamo in tempo - a disturbare nomine inadeguate favorendone altre di adeguate. Ci auguriamo, dunque, che queste nostre piccole spallate (in assenza di una stampa che faccia gli interessi della città) servano a correggere la rotta prima di fare nomine inadeguate. 

93 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

Ho votato raggi con estremo dolore. Sperando in un segnale forte per gli altri.

Me ne pento ogni minuto

bat21 ha detto...

E voi avete fatto l endorsement per questi...che granchio enorme! Però il commissario che subentrerà alla Raggi azzerando pubblico e municipalizzate sarà l atto di cui potremo ringraziare sentitamente questi signori (dico senza ironia). Non vedo l ora! (ps a Torino sono meglio ma pessimi uguali)

Anonimo ha detto...

Santo cielo....

Anonimo ha detto...

Non ho capito. Li avete voluti con tutte le vostre forze e cominciate a lamentarvi prima ancora che comincino a lavorare?
La prossima volta prima di dare consigli di voto pensateci bene.
Credo che si possa cominciare a dire che RFS fa schifo!

Anonimo ha detto...

C'avrei mia zia, la Sora Nannetta, anni 73, che vorrebbe fare l'assessore al bilancio. A fa' i conti - quando va a fare la spesa - è bravissima.

Anonimo ha detto...

Non è mica detto che debba essere per forza lei ad essere scelta. Magari è solo una ipotesi. Magari stanno pensando ad una figura più qualificata, competente, moderna, magari ...

Anonimo ha detto...

è in linea con la maggior parte dei nuovi consiglieri, mai andati a vedere i loro video curriculum sul blog? un'esperienza da fare almeno una volta nella vita.

Anonimo ha detto...

Dai RFS stai scherzando. In confronto Bordoni è Churchill.

Domenico Patania ha detto...

Da mo che se sapeva, a RFS son tutti rosiconi di prima categoria.

Anonimo ha detto...

Cavolo ma aspettate prima di sentenziare assurdità.

Anonimo ha detto...

POllaio in mano alla faina: ma aspettate prima di dire che si pappera le galline!

Anonimo ha detto...

Qualcuno puo calcolare l'eta media della giunta a inizio mandato e nel 2021 (sempre che ci arrivino)?

Anonimo ha detto...

Condivido con la persona che dice che ROMA FA SCHIFO sono loro stessi che FANNO SCHIFO

Anonimo ha detto...

Una curiosità°: ma che vi ha fatto Berdini che ce l'avete tanto con lui?
Ad ogni thread sulla giunta Raggi, ne approfittate per dargli giù. Potranno essere discutibili alcune sue posizioni, ma è comunque un urbanista esperto che conosce bene la città.
E poi, se si vuole criticare c'è sempre la possibilità e qualsiasi scelta può non andare bene: se è vecchio è rincoglionito, se è giovane è inesperto ...
Pure questa faccenda della Parissi, definita nel titolo bancarellara, che uno quando legge pensa faccia parte della famiglia Tredicine, puzza un po'.
C'è forse dietro una manovra per tirare la volata a qualche altro candidato?
Scusate ma sono molto malfidato, non sono un ragazzino e conosco bene gli interessi che ci sono A Roma dietro ogni cosa.
Insomma non mi fido di nessuno e la macchina del fango è ottima per screditare chiunque, lasciando nelle teste delle persone il dubbio, che alla fine taglia fuori chiunque.

Anonimo ha detto...

Oooooo, finalmente una persona giovane, piena di idee innovative e voglia di fare!

Anonimo ha detto...

"E un mercato che sta un po' SOFFRENDO per questo motivo" (mancanza parcheggi), non dice "stupendo" come mal riportato nelle scritte in sovraimpressione. Perché fate i cazzari?

Anonimo ha detto...

Avete letto l'intervista del neoassessore all'Urbanistica Paolo Berdini pubblicata dagli organi di stampa questa mattina in cui afferma che vuole far bloccare la Metro C a S.Giovanni per poi "ridisegnare il percorso verso ovest" perche', secondo le sue innovative e lungimiranti idee "continuare a spendere soldi per una metropolitana verso il centro non ha senso e poi si sono ritrovati ulteriori reperti archeologici ad Amba Aradam che impediscono l'ulteriore prosecuzione dei lavori" e che per lui la soluzione dei trasporti a Roma sta nel "realizzare una serie di tram" (senza menzionare poi le sue condermate avversioni per lo stadio a Tor di Valle e per la zona olimpica di Tor di Valle ?) Complimenti a tutti quelli che hanno votato per il "cambiamento" del M5S (non io, e ne sono fiero).

Anonimo ha detto...

"E un mercato che sta un po' SOFFRENDO per questo motivo" (mancanza parcheggi), non dice "stupendo" come mal riportato nelle scritte in sovraimpressione. Perché fate i cazzari?

Devono essere un po' duri d'orecchio come me. Io l'ho dovuto ascoltare quattro volte per sentire "soffrendo". E si potresti aver ragione.

Metrixlab Italy ha detto...

Dicono anche che vogliono nominare Tosti (ex AD di ATAC all'epoca di Alemanno) assessore ai trasporti o AD di ATAC.

Anonimo ha detto...

Si fa fatica a fare la giunta perche' pochi professionisti seri hanno voglia di imbarcarsi con un sindaco controllato da un direttorio a sua volta controllato dalla Casaleggio & C! Pronti s demolirli sul web appena provino ad azzardare un'opinione contraria!

Roberto Sermoneta ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Roberto Sermoneta ha detto...

A parte che non è stata ancora ufficializzata, quindi parliamo ancora di fumo. Comunque, un assessore al commercio che fa la commerciante per me non è affatto un male, anzi. Lo dico da ODIATORE dei grillisti che infestano il web. Da un certo punto di vista, è una persona che vive il commercio di Roma dal suo interno, che sa quali sono le problematiche dei cittadini comuni e che quindi in teoria sa dove andare a parare. Che un assessore al commercio debba penalizzare i piccoli commercianti (è contraria ai centri commerciali? BENISSIMO!!!) e debba seguire le direttive per un bene astratto di Roma (dettato da chi?) non sta scritto proprio da nessuna parte. La Raggi ha fatto tutta la campagna elettorale dicendo che finalmente il popolo avrebbe ripreso il controllo di Roma: se mette gente del popolo come i "bancarellari" (mestiere nobile) come assessori mi sembra coerente con quanto promesso! O no? Magari darà un colpo di grazia agli abusivi (il vero problema degli ambulanti regolari), non è questo un bene?

Ma poi caro Tonelli, di cosa ti stupisci? Hai fatto tanta propaganda per il movimento 5 stelle, volevi tanto che desse una lezione al PD, hai ottenuto quello che volevi. Ora che vuoi? Il m5s è dichiaratamente e notoriamente ANTIEUROPEISTA, nel parlamento europeo è in coalizione con Farage, lo stesso Farage che sta lottando in Gran Bretagna per la Brexit: e ti stupisci che il m5s sia contrario alla direttiva Bolkenstein? Caro Tonelli, mi sa tanto che tu hai fatto i conti senza l'oste.

Roberto Sermoneta ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Anonimo ha detto...

Mah, mi sembra si voglia costruire il mostro prima del tempo. A me pare una persona perbene, probabilmente sulla carta NON all'altezza del compito che l'attende. Si dicevano però le stesse cose riguardo ai neo eletti 5S in parlamento. Io aspetterei prima di giudicare.

Roberto Sermoneta ha detto...

D'accordissimo con te!

Anonimo ha detto...

Al mio commento delle 09:58 AM leggasi "...le confermate avversioni di Paolo Berdini per lo stadio di Tor di Valle e per la zona Olimpica di Tor Vergata". Poi vorrei sapere se ai trasporti verra' confermato il nome che circola insistentemente da un paio di giorni, ossia la torinese Cristina Pronello (di cui non circolano molte informazioni a riguardo sul web, tranne che anche lei sembri sia ,in pieno stile grillino, un'ambientalista di ferro, e se per prima cosa nelle municipalizzate faranno fuori dall'ATAC Rettighieri, uno che come Direttore Generale stava finalmente provando a mettere un po d'ordine nel caos dell'azienda dei trasporti peggiore d'Europa. Ribadisco comunque i miei personali complimenti a tutti quelli che hanno votato il "cambiamento" del M5S (non io e ne vado fiero).

Davide ha detto...

Wow, dopo meno di 48 ore dalle elezioni, prima ancora che sia stata scelta la squadra, già una giunta fallita. Un po' prestino per giudicare direi :)

Anonimo ha detto...

io ho sentito voci che abbia segnato Zoff di testa su calcio d'angolo...

Anonimo ha detto...

Ma ancora a scrivere fiumi di assurdità su ipotesi non comprovate? Aspettare un pò prima di sparare sentenze no? State cadendo sempre più in basso...

Anonimo ha detto...

Una signora simpatica, certamente buona compagnia per una serata in pizzeria….ma assessore al commercio??? AGGHIACCIANTE.

A modo suo la Raggi e’ la stessa cosa eh, una persona per bene (speriamo) ma al massimo e’ un amministratore di condominio.

Ne vedremo sempre di piu’ di queste cose, con la mentalita’ M5S di diffidare degli esperti, non copiare le citta’ che funzionano perche’ cattive e capitaliste, e mettere la ggente direttamente al comando.

Anonimo ha detto...

Fra 3/5 anni, il M5S sarà considerato da tutti come quello che è già adesso: un partito politico, tale e quale a tutti gli altri, con i suoi pregi e difetti, con persone più o meno capaci e rispettabili. Finito l'effetto novità rimarrà uno zoccolo duro di elettori che continuerà a pensare in eterno che i 5 stelle sono l'unica soluzione a tutti i mali del mondo, esattamente come quei 4 gatti che, ancora oggi, compongono l'elettorato di Berlusconi (il cui partito altro non è che il progenitore del M5S, per nascita, entusiasmo e sviluppo).

Anonimo ha detto...

11:04 assolutamente d’accordo, tranne sulla tempistica.

20 anni ci abbiamo messo a liberarci di Berlusconi, temo ce ne vorranno altrettanti per Grillo – a meno che non arrivi prima un altro capopopolo. Uno che magari invece dei “politici” se la prenda con gli “immigrati”, per dire.

Gli italiani abboccherebbero a chiunque pur di non guardarsi allo specchio, studiare le esperienze che hanno funzionato altrove,, ripartire rimboccandosi le maniche e dandosi una ripulita nei comportamenti.

Anonimo ha detto...

Scusate, qualcuno saprebbe dirmi chi sarebbe stato l'Assessore al Commercio di Giachetti?

Anonimo ha detto...

Cioè avete fatto la grancassaai 5 stelle e ora frignate ????? Tanto valeva tenersi uno come Giachetti

Anonimo ha detto...

Beh, commerciante x commerciante era meglio Battistoni.

Anonimo ha detto...

La prima funzionaria pubblica condannata

Quattro ordinanze di custodia cautelare in carcere, due ai domiciliari più una misura interdittiva. È il risultato di una inchiesta su un giro di «mazzette» al Comune di Roma che chiama in causa alcuni imprenditori legati alle cooperative e dipendenti del Dipartimento delle Politiche Sociali e della Salute. L’indagine, per i reati di corruzione, falso in atto pubblico e turbativa d’asta nell’ambito della gestione di diversi campi nomadi, ha sullo sfondo la figura di Emanuela Salvatori (indagata e perquisita martedì nell’ambito di questo nuovo filone), la prima funzionaria pubblica condannata lo scorso novembre a 4 anni di reclusione, in abbreviato, per i suoi affari con il «ras» delle cooperative Salvatore Buzzi.

Imprenditori e vigili urbani

Il gip Flavia Costantini, accogliendo le richieste dei pm Maria Letizia Golfieri, Carlo Lasperanza, Edoardo De Santis e Luca Tescaroli, coordinati dall’aggiunto Paolo Ielo, ha disposto il carcere per Roberto Chierici e Massimo Colangelo, rappresentanti di fatto di alcune cooperative, per Loris Talone, imprenditore nonché assessore all’Agricoltura al Comune di Artena e per Salvatore Di Maggio, presidente del Consorzio `Alberto Bastiani Onlus´. Ai domiciliari sono finiti Eliseo De Luca, vigile urbano dipendente del Dipartimento e Alessandra Morgillo, altra dipendente comunale. La misura interdittiva è stata applicata a carico di Vito Fulco, funzionario del Comune legato alla Salvatori.

L’inchiesta, portata avanti dai carabinieri della compagnia di Roma Eur, ha come arco temporale il periodo che va dalla fine del 2013 alla fine del 2014, quasi in coincidenza con la prima tranche di arresti di «Mafia Capitale».

Anonimo ha detto...

Elezioni comunali 2016, i municipi
Roccaforti Pd del centro e dei Parioli:
«In trincea, ma Raggi collaborerà»
Alfonsi (I Municipio) e Del Bello (II): Virginia ha detto che è sindaco di tutti e Roma ha bisogno di ricostruire una comunità perché ognuno faccia il proprio dovere

Anonimo ha detto...

La trahedia di Ciampino
«Morto in moto contro un palo
Due anni di carcere ai vigili urbani»
Gli agenti avevano installato il cartello stradale contro il quale un quindicenne si era schiantato il 30 agosto di sette anni fa. Solo dopo l’oggetto venne segnalato

Anonimo ha detto...

Ma come vi è venuto in mente di votare M5S! Dopo una lunga tradizione di ottime amministrazioni irreprensibili, avete affidato Roma a questa gente. Un urbanista all'urbanistica, uno sportivo allo sport, una commerciante al commercio! Sono scelte fuori dal mondo!
Sono stati eletti da 2 giorni, non si sono ancora insediati, non hanno ancora nominato ufficialmente la giunta e già criticate? Il prossimo passo qual è? Fra una settimana chiedere le dimissioni?
Io sono d'accordissimo ad esprimere critiche, ma sull'operato, non su ciò che si suppone possano fare!
Piuttosto, da blog di denuncia, per il momento, limitatevi a segnalare ciò che non va e ciò che, secondo voi, dovrebbero essere gli ambiti e le modalità di aggressione dei problemi e le possibili soluzioni!
Poi, se tra qualche tempo, un tempo adeguato, questi non fanno niente per migliorare la città, allora, rompetegli il c..o!

Anonimo ha detto...

La prima cosa da fare sarà recuperare i soldi. La prima. Il resto verrà da sé.

"Nella prima intervista di Raggi dopo il voto, alla tv Euronews il neo sindaco ribadisce «il tema, immenso, della rinegoziazione del debito tra i 13 e i 16 miliardi. Dobbiamo fare un audit, capire esattamente cosa è confluito all'interno di quella gestione commissariale, e poi rinegoziare anche i tassi d'interesse». Per recuperare risorse tagli agli sprechi: «inizieremo ad aggredire il tesoretto degli sprechi, che ammonta ad oggi, da quello che siamo riusciti a vedere in 2 anni e mezzo di funzionamento della Commissione revisione della spesa, a un miliardo e 200 milioni di euro l'anno, e quindi dobbiamo andare a recuperare questi sprechi e convertirli in servizi»." (Sole24Ore)

Anonimo ha detto...

... Ovviamente, come i nostri lettori sanno, questi articoli non servono a criticare e basta, bensì - visto che ancora siamo in tempo - a disturbare nomine inadeguate favorendone altre di adeguate. Ci auguriamo, dunque, che queste nostre piccole spallate (in assenza di una stampa che faccia gli interessi della città) servano a correggere la rotta prima di fare nomine inadeguate. ...

Condivido!

Anonimo ha detto...

Partecipate in fibrillazione: il cda Ama
pronto a dimettersi. Cnn intervista a Raggi
Tronca si congratula con la nuova sindaca, forse giovedì il passaggio di consegne
Verso un passo indietro anche vertici Atac

Anonimo ha detto...

Sotto la poltrona della neo-sindaca di Roma giace infatti una mina pronta a innescare un'esplosione a catena: nell'arco di una settimana le principali aziende controllate dal Campidoglio, alcune delle quali in condizioni finanziarie a dir poco precarie, rischiano di restare senza guida. E non certo per volontà espressa dell'avvocata a 5 stelle.

È l'effetto domino scatenato dalle dichiarazioni elettorali, prima; dal trionfo del Movimento, poi. In attesa dell'individuazione dell'assessore che dovrà riorganizzare le partecipate, come annunciato anche nel corso dei duelli tv, ieri il titolo della società di piazzale Ostiense ha lasciato sul terreno il 4,79%, nuovo minimo dell'anno, ma si trattava del giorno dello stacco delle cedole. Dopo quello di Iren, la "sorella" di Torino, il peggior risultato registrato sul mercato delle utilities, in fibrillazione per le posizioni critiche sulla gestione privatistica del settore idrico e i timori di ribaltoni al vertice promessi dalle due candidate del M5S.

Altissima la tensione nel palazzone con vista Piramide. Dove la presidente Catia Tomasetti, l'avvocata 50enne che l'ex sindaco Marino ha sempre considerato un fiore all'occhiello, ha spiegato allo staff di essere pronta a fare un passo indietro. Riflessione maturata in ragione del fatto che nel frattempo - ha spiegato Tomasetti - il suo impegno come presidente della Banca di Cesena è diventato più pressante.

Più difficile invece capire cosa farà l'ad Alberto Irace, che è anche direttore generale di Acea, messo esplicitamente nel mirino di Raggi. Da quanto trapela, lui avrebbe deciso di restare alla finestra, in attesa delle mosse della neosindaca. Per poi reagire a seconda che il principale azionista della società voglia agire di forza, convocando un'assemblea straordinaria dei soci per sostituire l'intero cda, come fece Marino, oppure ingaggiare una guerra di logoramento fino alla scadenza dell'incarico, che si concluderà nell'aprile del 2017.

Chi ha invece deciso di rimettere subito il suo mandato di presidente e ad di Ama è Daniele Fortini. Già nel cda in programma oggi, lui e la funzionaria del Comune Carolina Cirillo - gli unici due componenti rimasti nel board dopo l'addio dell'avvocato Murra avvenuto a marzo - si presenteranno dimissionari, portando all'attenzione del consiglio un report sia degli obbiettivi raggiunti, sia di quelli indicati nel piano industriale. Starà poi a Virginia Raggi decidere se accettarle o meno. Un passo che per la verità Fortini aveva messo in cantiere prima delle elezioni. E che avrebbe comunque compiuto anche se avesse vinto Giachetti.

La stessa linea scelta dal dg di Atac Marco Rettighieri:
il manager amato da Renzi già in tempi non sospetti aveva detto che si sarebbe dimesso non appena il nuovo sindaco si fosse insediato. E così farà, ma nelle mani - prevede la procedura - dell'amministratore unico Armando Brandolese, nominato sei mesi fa dal prefetto Tronca a titolo gratuito per un anno.
Una scelta che, a stretto giro, potrebbero seguire tutti i manager delle altre partecipate comunali. Innescando un effetto domino davvero difficile da gestire.

Anonimo ha detto...

Il M5S lo aspettiamo alla prova dei fatti. Adesso sono solo pippe e chiacchiere.
E qui di pippe ne abbiamo in abbondanza...

Anonimo ha detto...

Questo stillicidio di post iper-critici verso la nuova squadra di governo capitolina è al tempo stesso ridicolo e truffaldino.
L'Autore si è espresso chiaramente, convintamente, ripetutamente a favore della Raggi, e non può ri-acquisire una sua verginità iniziando a criticarne la squadra, prima ancora che questa cominci a lavorare.
Ha sostenuto la Raggi per farla eleggere, ed ora deve coerentemente assumersene pro-quota la responsabilità di come governerà; ed è una quota non banale, se vanta così tanti lettori e tanta influenza sull'elettorato.

Il M5S ha vinto in questo modo perché "Roma capitale" è una città povera, piena di cittadini poveri, mediamente ignoranti (in termini sia di scolarità, sia di conoscenza) e, per forza di cose, incapaci di guardare oltre l'orizzonte della prossima rata del mutuo o del prestito.
Ha vinto perché Roma è ormai una sterminata distesa di periferie degradate, popolate da gente a basso o bassissimo reddito. E' popolata da impiegatucci, piccoli commercianti in concorrenza coi bancarellari, e tantissimi figli e nipoti che vivono colla pensione della nonna.
E' una città del secondo mondo, dominata dai problemi tipici delle città del secondo mondo.

Altro che rivoluzione borghese! Altro che "best practices" internazionali!
Volete davvero credere che una città come questa si preoccupi dei veicoli elettrici, delle start-up, dell'innovazione?
Roma ha quello che si merita, perché questo è il reale tessuto sociale che la caratterizza.

Anonimo ha detto...

Ma perché rompete il cazzo co' sti copia incolla invece di postare un commento?

Anonimo ha detto...

11:11 non ho detto che fra 3/5 anni ci saremo liberati di Grillo, solo che sarà chiaro a tutti che i 5 stelle sino un partito come tutti gli altri e non dei vergini angeli scesi dal cielo. In 20 anni non ci siamo ancora liberati del tutto di Berlusconi o della Lega, non potrei mai pensare che bastino pochi anni per farlo con questi populisti allo sbaraglio.

Anonimo ha detto...

ma voi siete proprio sicuri che se il m5s farà "male" il proprio lavoro verrà commissariato? il m5s farà da solo quello che anche il PD voleva attuare perchè dovrebbero scomodarsi a commissariare la città anzitempo? Tra l'altro senza neanche vedersi affibiata la colpa del declino e resuscitando alle prossime elezioni con lo slogan "Te l'avevo detto io".

argo

Anonimo ha detto...

Da quello che leggo qui sembra che già rimpiangete i rampolli del PD. Già avete dimenticato la merda che ci hanno lasciato i balordi precedenti?
Abbiamo scelto il nuovo ed ora dobbiamo dargli fiducia altrimenti è tutto inutile.
Aspettiamo prima di giudicare altrimenti vi meritate la Roma di merda che abbiamo!

Anonimo ha detto...

Altolà chiaccheroni!!!
Questo Berdini vuole fermare il "progresso" e la "civiltà"....vuole attentare al diritto di proprietà....sentite, sentite, sentite che dice:
<>




Anonimo ha detto...

I 5 Stelle vincono grazie ai giovani

Demopolis ha analizzato gli spostamenti del consenso a Roma, Milano e Torino tra primo turno e ballottaggio delle amministrative. Sia a Roma che a Torino, molti elettori di centro destra hanno premiato Raggi e Appendino nel confronto finale. E un dato emerge su tutti: nella Capitale, l'80 per cento degli under 45 ha scelto i pentastellati

CAMBIO GENERAZIONALE A ROMA!
I PRECARI, GLI ASSISTENTI, GLI STAGISTI FINO A 40 ANNI, COCOPRO, FALSE PARITE IVA, SCHIAVI DEI CALL CENTER, GLI ESCUSI E INSULTATI IN UNA SOCIETA' DI VECCHI TROMBONI ROMANI COME ROMA E' HA DATO UN CALCIO NEL .... A UNA SOCIETA' DI VECCHI GOVERNATA DA VECCHI "CON IL PELO SULLO STOMACO", DI "ESPERIENZA (A RUBARE..) ETC ETC..

ECCO COME LEGGERE L'INSODDISFAZIONE-
I VECCHI "ESPERTONI" HANNO FALLITO E CREATO UNA ROMA DI M... CHE APPUNTO FA SCHIFO...

ADESSO SI vuole CAMBIARE.

Anonimo ha detto...

ah pelato guarda che qua stai perdendo il lume della ragione...dopo aver scritto dei sermoni per giorni e giorni su chi votare e sul perche, facendo delle analisi assolutamente opinabili , hai consigliato dall'alto della tua carriera (???) e della tua integrità morale (???) di votare per la raggi al primo turno affinche potesse andare al ballottaggio con quell'altro inetto de giachetti...
mo che fai ti metti a dare consiglio su cosa fare, perche fare, e come fare alla raggi?...sei veramente quanto di piu vile e meschino ci sia...se solo un radical chic che si sente intellettualmente superiore agli altri...
peccato perche questo blog quando partì era realmente interessante parlava di problemi sociali e non della nostra città, e perlomeno provavi a celare l'aspetto politico delle questioni...adesso è solo spazzatura, una cloaca dove spari sentenze su tutto e tutti sentendoti intellettualmente superiore.. le mie visite al blog avvengono sempre piu di rado proprio perche non ci vedo piu nulla di interessante senno un teatrino messo su da questo pagliaccio...eppure ogni volta mi viene vomito.
ma d'altronde da uno che ha sempre sostenuto e continua sostenere l'operato di marino cosa vuoi aspettarti? fai veramente ride... e anche un po schifo

Anonimo ha detto...

alzamo la SERANDA...

menio male, è una che lavoria, a rioma, e conosche li riomani ...

la maghina la lascia n'attiminio messa male perchè nun ze trovia posto

RFS grazie di esistere

mi sa che faremo un botto con questi che ce lo ricorderemo a vita

Anonimo ha detto...

aho lasciateli lavorarie.

stavolta so riomani, conoscheno a città

Li dovevate prendere in austria, alto adige, svizzera gli assessori ma, posso capirlo, alla richiesta di venire ad abitare a rioma, hanno rinunciato tutti, come avrei fatto anche io, specie per incompatibilità ambientale/caratteriale coi riomani.
E che metti una pista ciclabile con parco al posto DER PARCHEGGIONE sulla tuscolana?

Li si che ci sarebbero proteste. E la maghina ndo la mettemio?

Anonimo ha detto...

Avendo votato Giachetti, sono stato sommerso dalle idiozie di chi mi diceva che così "stai con mafia capitale". Con cui né Giachetti, né i nomi della sua giunta, c'entrano nulla (mentre la giunta della Raggi ancora non c'è: cominciamo ad abituarci alla differenza tra quello che dice e quello che fa, vedi Civitavecchia).

Bene: voi state con i sidacalisti ATAC, la Quintavalle, i tassisti, e anche i bancarellari. Contenti? O adesso inizierà la litania di quelli che si pentono, che si dichiarano delusi, che non se lo sarebbero mai aspettato? Ma come potete pensare che un voto del 67% delle persone sia un voto contro? E' evidente che dentro ci sono tanti di quelli che vogliono conservare le cose, è poco più che matematica, o buonsenso.

Anonimo ha detto...

1.27pm, siete talmente disabituati al vero giornalismo, che non capite...se c'è un'elezione, in una città come roma, dove non esiste stampa che bada ai fatti, è normale che un blog come questo metta in risalto, GIUSTAMENTE, qualsiasi idea che ha il sindaco eletto, compresi i candidati assessori,è giusto soprattutto criticare, ed è nel pieno diritto di qualsiasi cittadino. Per me fa benissimo rfs, sbaglia a volte, ma visto che parla di tutto, è difficile essere d'accordo su tutto.

Anonimo ha detto...

adesso con la RAGGIratrice ci faremo delle crasse risate..

sta ancora scegliendo gli assessori ed è già stata eletta, a chi la voleva votare e a cui ho fatto notare che questa situazione era un'incongruenza, la risposta è semrpe stata "il pd ruba ecc ecc" (sempre il PD poi, mai una parola su AleDanno)..

la gente vuole avere speranze e tifare per qualcuno, a prescindere poi dalle capacità.. il giorno in cui non gioca l'Italia gioca la raggi contro la kahstah

non resta che sperare che torni presto il commissariamento..

Anonimo ha detto...

1.48pm in un certo senso hai ragione.
Io mi chiedo come abbia fatto il m5s a farsi votare sia da chi vuole un cambiamento radicale, sia da chi vuole che le cose rimangano così...
Quando ho visto il display degli autobus con scritto benvenuto m5s, ho avuto il primo dubbio.
In una città come roma, se vuoi un cambiamento, dovresti assolutamente metterti contro lo stile di vita e, soprattutto, la gente che la abita ma, paradossalmente, a quel punto il m5s avrebbe preso il 15% che, guardacaso, è la percentuale dei romani civili, ma credo sia anche più bassa.

Mettiamola così, per vincere il m5s ha dovuto, per forza di cose, fare conoscenza con romani incivili che hanno portato voti attorno al 50%, convinti in cuor loro, che la macchina in doppia fila la continueranno a lasciare senza conseguenze, convinti che il posto da raccomandati nessuno glielo toglierà...insomma, cambiare tutto per non cambiare niente.

Invece, quel misero 15% di romani civili, che ha votato il m5s, convinto che ci sarà un cambiamento radicale, ha portato anch'esso voti al m5s!!

Invece a Torino, ecco perchè le cose sembra debbano andare meglio, perchè li la base dell' elettorato è esattamente il contrario di quella romana, con 10% di incivili e 50% di persone civili, e Torino, rispetto a roma, sembra una città austriaca.

Anonimo ha detto...

Anonimo 1:27, è la prima volta che sono d'accordo al 100% con un post scritto su questo blog.

Anonimo ha detto...

E nella giornata degli ennesimi arresti per la gestione delle baraccopoli del Comune arriva l'ennesimo post di critiche sui sentito dire per la neoeletta Raggi. Vivissimi complimenti al "blog di denuncia" (di quello che gli fa comodo)...

Anonimo ha detto...

meglio una bancarellara che uno che sta gia in politica dico a tutti quelli che leggono roma fa schifo ma non lo sapete che questo sito e pro renzi pro pd non lo avete ancora capito

Anonimo ha detto...

Tredicine a questa je spiccia casa!!! La Zarina dei bancarellari, al peggio non c'è mai fine a roma.....

Anonimo ha detto...

2.11pm, sempre a fare ragionamenti da squadra calcistica, o tifi roma o tifi lazio, ma non l'avete capito che qui non si tifa nessuno?

Sempre con la bandiera in mano, ma non lo sapete che non tutti seguono il calcio? Anche se vi pare strano.

Ma come potrebbe rfs negare gli eventuali miglioramenti per roma? Ma non ci arrivate?

Ma chiunque, me compreso, se la città sarà più pulita, lo confermerà, a prescindere da quello che dirà rfs, ed io sono convinto che rfs lo dirà se ci saranno miglioramenti, voi sempre a ragionare sei da rioma daa lazio daa juve...

In una città dove praticamente fa schifo tutto, compreso il clima, ma cosa ci vuole a notare un cambiamento, sia che raccolgano almeno i mozziconi di sigarette...

Io non ci credo che ci sarà un miglioramento, ma te li immagini i romani se non gli fai mettere n'attimino a maghina in doppia fila?

Ogni giorno li vedo in giro, io sono un alieno in questa città, i romani sono unici in senso negativo, a nord del lazio in nessuna città si vedono scenette dementi e tristi come a roma.
Il problema è che in tutte le città ci sono incivili, ma a roma è incredibile la percentuale.
Basta che guardi come guidano e parcheggiano, fanno schifo.

Quindi, che ci vuole a notare cambiamenti?

Io sarò uno di quelli che li farà notare a rfs, ma penso che se le premesse sono queste, rimarremo così, anzi peggioreremo.

Anonimo ha detto...

In tutte le vostre analisi di chi e perché ha votato M5S dimenticate le migliaia di antirenziani a prescindere, cioè i nostalgici della sinistra dei duri e puri, i nostalgici dei D'Alema e dei Bersani, ovverosia gli incapaci perdenti che hanno fatto nascere e segnare per 20 anni questo paese a Berlusconi. Fra il meno della metà dei romani che ha votato, una grande percentuale del 60 e passa percento non ha realmente votato i grillini, ma ha votato, su indicazione di falliti come D'Alema e Fassina, contro Renzi, ovverosia contro il leader che il centrosinistra ha invocato negli ultimi 20 anni, un leader mediatico in grado di battere Berlusconi (che da quando c'è Renzi è, di fatto, al minimo storico e ormai quasi ininfluente politicamente), salvo poi trasformarlo in Renzusconi quando si sono accorti che non avrebbero avuto più voce in capitolo. E una grande parte dei militanti PD (i militanti più idioti del mondo, secondi solo a quelli di FI) ha, come al solito, obbedito alla vecchia ed incapace classe dirigente.

Anonimo ha detto...

che poi, considerando come guidano i tassisti a roma, una cosa indecente, corrono e quasi mai si fermano sulle strisce, anzi ti prendono a a parolacce e e gestacci se li riprendi, pensa che furbizia, lo fanno al centro della città, dove potresti essere un loro cliente!

Ecco, se i tassisti hanno votato m5s, era già una buona motivazione per NON votare m5s.

esnaider ha detto...

chi ha scritto l'articolo non sa niente di commercio. dovrebbe sapere che la bancarellara di occupazione di suolo pubblico può essere docente visto che paga la tassa. chi vuole l'articolista al commercio? un filosofo? uno psicologo? un fisico nucleare? nel suo piccolo la signora in questione è certamente competente. certo è poco glamour. probabilmente non piacerà ai grandi supermercati, ma mi sembra un beme.

Anonimo ha detto...

A me RFS stupisce sempre di più. Crede che i cinquestelle siano così decrescezionisti e benekomunisti solo a Roma, poi ignora completamente che i grillini e la direttiva Bolkenstein sono come il diavolo e l'acqua santa. Ovunque!

Anonimo ha detto...

Vedete perche’ abbiamo una stampa di merda in italia?

Nel mondo civile appena un partito vince le elezioni i giornali - specie quelli della stessa area - cominciano a criticarlo. Anche e soprattutto per evitargli figuracce dopo.

Invece qui no, i ragionamenti e le critiche infastidiscono, chi se ne frega se magari aiutano a correggere il tiro. Invece vogliamo il Virginia Raggi fan club, in cui si festeggi la scelta di personaggi improbabili. E se ci viene qualche dubiio mi raccomando tutti ziti eh se no si rovina la festa. Fino al disastro e al prossimo cambio di tifoseria.

Anonimo ha detto...

...La giunta è evidentemente ancora da ultimare, le correnti del movimento non si accordano, la Taverna vuole qualcuno, Dibba qualcun altro, la Lombardi qualcun altro ancora. Manuale Cencelli puro e, come in questi casi accade in Italia da oltre 40 anni, spesso in nome del potere va a farsi benedire la qualità e la competenza...

No, la verità è che tutti bravi a parole ma poi nessuno che si impegni a fare l'assessore a Roma, soprattutto in questa situazione; meglio tenersi liberi per dopo.

Anonimo ha detto...

2.53pm perfettamente d'accordo.
Sarà pure romana e commerciante, ma per me già non va bene mettere questa signora all'assessorato.

Guardate che le critiche si fanno prima, sperando che si corregga qualcosa, o le fate dopo a danno fatto?

I problemi di roma li conoscono tutti, è perfettamente inutile che andate in giro tra la gente a chiedere pareri, anzi è deleterio, soprattutto a roma: che andate a chiedere ai bancarellari? Che danno fastidio a chi vorrebbe camminare sul marciapiede ma è costretto a camminare sulla strada?

Non si può giungere a compromessi, anzi, come dice bene rfs, FATEVI NEMICI I ROMANI INCIVILI, vedrete che l'altro 15% vi sarà grato a vita, e vedrete che in 5 anni di ottimo governo riuscirete a recuperare almeno il 20% di romani incivili,

è l'unica strada.

Non vi fate amici tra la gente del mercato, non serve a nulla, adesso.

Anonimo ha detto...

poi, l'altro problema fondamentale, è che qui a roma c'è gente che non è mai uscita dal raccordo, o al massimo si fa un mese a santa marinella o al paesello in ciociaria, ma se per caso vanno all'estero, mica vedono come funzionano le città, no , pensano al mare de ostia o a o sole mio, e li piove sempre, e la è una città griggia, e li se magna male, nun cianno a mozzarella e a porchetta. Il romano è così, provinciale al massimo, ma non li avete visti quelli che vanno in giro con quelle schifo di magliette "orgoglio romano" o che c...o c'è scritto, comunque qualcosa che esalta questo stile, questa romanità che poteva andare ancora bene negli anni 70, e solo relegata nei film di Tomas Milian er monnezza, ma quelli appunto erano film. Qui c'è una massa di gente che crede fermamente nell'orgoglio romano, tottigol, quello schifo di murales che fanno solo qui a roma (come il sorcio di testaccio o quello nuovo al capolinea della B1).

Ma in quale città europea ci sono questi murales orrendi?

Eh ve lo dico io:

NESSUNA

tanto meno in capolinea della metro.

Se romani, c'è poco e niente da essere orgogliosi, anzi.

Anonimo ha detto...

ahahhaha
Il nuovo che avanza nella città di Virginia Raggi...


https://youtu.be/kMuS80tyVA8

Anonimo ha detto...

D’accordo sul provincialismo ma il murale di Testaccio e’ l’esempio sbagliato. A te non piacera’, ma per rispondere alla tua domanda, lo stesso artista a Londra ne ha fatti parecchi:
https://inspiringcity.com/2013/06/08/where-to-find-roa-street-art-in-london/

Anonimo ha detto...

beh, per il mio standard minimo di vivibilità, che è l'Austria e tutte le sue città, io non ne ho mai visto uno, da nessuna parte, in Austria. E mi pare che vivono benissimo lo stesso.

Anonimo ha detto...

vista la moda dei murales, ne hanno fatto uno all'ingresso AR TUFELLO, c'è scritto tipo benvenuti al tufello, quartiere libero...ma dove le vedi ste scene? Poi quell'altro a rebibbia, per me è orrendo, come pure il sorcio, magari a Londra avranno fatto murales intonati con Londra, non credo un sorcio.

Anonimo ha detto...

Oh Siete voi che avete detto votate la Raggi e il M5S, mica io o altri che non ci siamo fatti prendere per i fondelli da questi bugiardi patologici

Ics

Anonimo ha detto...

a roma fa schifo... ma vaffanculo va

Anonimo ha detto...

rosicare vi fa male....

Anonimo ha detto...

Perche’ in fondo e’ tutto li’. Voi avete vinto, anzi guarda hai vinto TU personalmente, ale’-oo’, e te la stai a gode mo’ sta vittoria. E se un altro che ha sostenuto M5S critica la possibile nomina della sora Cecia e’ un rosicone. Che altro motivo potrebbe avere?

Adesso la Raggi bisogna “lasciarla lavorare” (dove l’ho gia’ sentita questa?)

Anonimo ha detto...

a roma, giorni fa, un ragazzotto al supermercato, se ne esce dicendo ad una signora che chiedeva che giorno era, dicendo che era un giorno di lutto perchè la rioma aveva perso la coppa TRENT'ANNI FA, roba da malati di mente, infatti aveva la faccia da demente, me lo sono guardato schifato, ma quanti ce ne sono così a roma?

Tutto è ridotto ad una eterna partita di calcio, tu sei daa roma io da lanzie daa juve, tu vinci tu perdi, tutto peggio dell'analfabetismo, è qualcosa di peggio, è l'impossibilità di fare un ragionamento minimamente obiettivo, è il romano che critica milano per la nebbia, il nord perchè è griggio, è uno schifo immane. E' il romano che comunque lavora, perchè conosce qualcuno da qualche parte, mentre magari il romano che ragiona e che ha un minimo di cultura se ne sta disoccupato perchè non conosce nessun mafioso o camorrista.

Ma qui puoi votare chi vuoi, sempre romani rimangono.

Guardate che qui neonati appena nati, vengono vestiti dal padre con roba giallorossa, c'è gente che ha il terrore del celeste della lazio lanzie....

ma dove andiamo?

Questa non è una città, è orrore puro, col sole che scotta però.

Altro che il griggio e la pioggia del nord, vero?

Anonimo ha detto...

vedi quello delle 4.21, dice che rosichiamo (ma poi chi rosica?) perchè pensa che rfs sia del PD perchè questo post sembra contro la raggi, e per lui quindi è uno dell'opposta fazione, o con noi o contro di noi, qui non c'è l'intelligenza di capire che forse vogliamo che le cose vadano per il meglio e dare consigli, tra l'altro sacrosanti, specie per il m5s, no, qui tutto è ridotto ai giallorossi, ai biancazzurri, ai bianconeri.

Ma c'è da capirli, SO ROMANI, e della peggior specie.

Ma di cosa andate orgogliosi, di cosa?

Siete una massa di tifosi di calcio, lo sport da paese povero, uno degli sport più coatti che esiste, infatti fa successo a roma.

Si stamo a rosica, contento?

Massa di scimmie analfabete.

Anonimo ha detto...

Voi mandate i vostri figli futuri tottigol a giocare nei parchi pieni di m e r d , vi si tolgono dalle scatole (per non dire altro) con due euro per una palla, hai capito perchè sport da paese povero?
Strillano come matti nei parchi, totti trezegè ronaldo fallo rigore punizione i futuri tottigol...

La prima cosa che vedono è aa partita.

A Parigi E' VIETATO GIOCARE A PALLA NEI PARCHI , giustamente.
E pure portare a spasso i cani che voi romani fate c....re dovunque.

A Parigi e in Austria.

Voi pensate di salvarvi votando raggi, si si

Anonimo ha detto...

La parte prima del delirio sul calcio era buona e assolutamente condivisibile, peccato per le stronzate che hai scritto dopo.

Anonimo ha detto...

5.36 guarda che io ricordo benissimo nei parchi parigini e austriaci il cartello di divieto del gioco della palla e il simbolo dei cani con la barra, e comunque a parigi ho visto pochissimi cani. Tanti bambini e pochi cani.

Anonimo ha detto...

Che pena questo articolo.
Tanto per essere chiari, provo un sentimento di odio viscerale per il m5s - ma che dico: di orrore - e non mi dilungo sulle troppo facili motivazioni, e mi aspetto che questa banda di cialtroni ignoranti qualunquisti velleitari riesca fare molto, ma molto, peggio di quanto io riesca solo a immaginare.
Mi sfugge però cosa sia cambiato nelle ultime 48 ore, cosa non fosse prevedibile, a parte il fatto che sempre solo 48 ore sono passate.
Insomma, mi sfugge un motivo per sostenere sciaguratamente il m5s fino al giorno delle elezioni e passare all'attacco il giorno dopo, che non sia quello di alimentare i contatti alla pagina.

Anonimo ha detto...

Il "seguimento" ????? E che parola é? Tonelli ma rileggi quello che scrivi??

Anonimo ha detto...

Ancora?

Questo articolo “sostiene” il M5S esattamente come quelli prima delle elezioni. Ma lo sostiene consigliandogli (sconguirandolo) di scaricare questa poraccia.

“Sostenere” vuol dire mettere la persona/il partito in condizioni di fare un buon lavoro. Non vuol dire fare la cassa di risonanza di ogni proposta anche quando e’ sbagliata.

Anonimo ha detto...

5:43 Delirio e stronzate non era perché è falso quello che hai scritto, ma perché è incredibilmente stupido.

Anonimo ha detto...

sogni, speranze , promesse, ideologie, ma i fatti sono altri.

Basta guardare le statistiche: https://data.oecd.org/chart/4z6i

qui sono riportati i dati sulla disoccupazione.

Buona visione.

Anonimo ha detto...

Ottima risposta. Rfs che ne pensi della bolkestein? Almeno sai di che si parla?

Anonimo ha detto...

Io il popcorn lo avevo già comprato, prima che aumentassero i prezzi per la grande richiesta dovuta allo spettacolo dei 5 stelle a Roma, insomma, adesso godo doppio.

Alessandro Pintucci ha detto...

Secondo me sul nome non c'è nulla da dire, mentre ci sarebbe da dire sulle forze che l'hanno portata là e sul patto, evidentemente manco troppo segreto, tra pezzi di PD e M5s per fare lo sgambetto a Giachetti e Renzi...Vecchia politica insomma, direi andreottiana...

Anonimo ha detto...

Concordo pienamente Roberto.
Sicuramente meglio una "bancarellara" assessore al commercio che una ministra della salute che confonde batteri con virus... sulla Boschi stendo un velo pietoso ci pensa da sola ad essere ridicola.

ShareThis