Novità all'Esquilino. Dopo le bancarelle dovunque e le siringhe per terra tornano anche le prostitute a Via Cavour. Ecco il video che ci riporta indietro di 20 anni

19 giugno 2014
Fino qualche anno fa non c'erano proprio. Poi ha fatto la sua comparsa la prima, intorno al 2010, ed è rimasta la sola per anni. Negli ultimi mesi ogni notte se ne vedono almeno quattro (ma non di rado anche sei) che battono su e giù il marciapiede di Via Cavour tra Piazza dell'Esquilino e l'incrocio con via Principe Amedeo. In pieno centro storico, già dalle 21 - 22 in poi. A volte si può pure assistere ai controlli da parte dei loro papponi e con un po di fortuna anche ai litigi che per il momento si limitano all'innalzamento del volume della voce. Per ora. Possiamo dire che è un servizio che si è sviluppato in coincidenza con la gestione di Alfano agli Interni. Attendiamo con ansia una "task force" pure qui...

30 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

In coincidenza con la gestione degli Interni da parte di un buonista che ha tradito Silvio permettendo la nascita di un governo del PD di Mare Nostrum e dell'indulto.

Mi sarei meravigliato del contrario...

Anonimo ha detto...

Oppure in coincidenza con il ritorno del PD al governo della città.

I tempi sono gli stessi.

PD e buonisti a livello nazionale + PD a livello locale = CAOS E DEGRADO

Anonimo ha detto...

Ma certo, come no. È un argomento delicato e ci vuole uno specialista. Ridateci Silvio!

Anonimo ha detto...

Ci vuole repressione. Repressione e basta. Botte e manganelli, finché la situazione non cambia e la gente capisce che aria tira.

Anonimo ha detto...

Il caos e il degrado sono insiti in questa città, che c'entra il pd?? se i dipendenti comunali non lavorano, se i vigili e la polizia non lavorano, se vengono distribuite licenze comunali ad ambulanti di ogni genere, se l'ama non raccoglie la monnezza, se l'atac è un accozzaglia di imbucati rubastipendio,
che ancora ci dobbiamo leccare le ferite dei vari aledanni e berlusconi

Anonimo ha detto...

Boh, per chi non abita nel rione, ricordo che le prostitute ci sono sempre state, è una tradizione del quartiere, solo che queste si sono spostate nell'altro lato di Via Cavour e sono più appariscenti delle altre. La Suburra era un quartiere di battone già ai tempi degli antichi romani e ci sono due-tre vie nel Monti con "servizio a domicilio" e le simpatiche (ma veramente, senza ironia) signore talvolta un po' attempate sulla porta. Devo parlare con le signore, un paio abitano la porta accanto a me, per vedere che ne pensano di questa concorrenza che, visto che le nostre amiche servono anche parecchi funzionari degli Interni, sono sicuro presto finirà

Anonimo ha detto...

@9.21 concordo. Parlare di politica non fa altro che alimentare confusione.
Ancora stiamo a parlare di destra e sinistra quando questa città scende sempre più in basso.
Servono persone competenti. Di destra o di sinistra ma che siano competenti!

Anonimo ha detto...

ogni forma di criminalità, illegalità e vandalismo prospera in un territorio senza controllo

qui il problema è strutturale. Ci sono poche forze dell'ordine (i vigili ormai non li considero nemmeno), le leggi sono troppo permissive, le pene troppo lievi e quasi mai inflitte. Ed in più l'afflusso continuo di immigrati ci porta tanta ulteriore illegalità e criminalità.

insomma, servirebbero leggi più severe, pene applicate e meno immigrati

e invece questo governo che fa ? depenalizza, svuota le carceri e fa entrare più immigrati. Insomma, proprio il contrario di ciò che servirebbe

aggiungiamoci poi un sindaco inetto ed un comune inefficiente ed il gioco è fatto

Anonimo ha detto...

Le mignotte a borgo ci sono sempre state, secondo me è un ritorno ai bei tempi che furono.

Anonimo ha detto...

roma è sempre più simile ad un suk africano, caotica come il bangladesh, lercia come un campo nomadi e gestita come una favela sudamericana

benvenuti nella roma multietnica, sventolate pure le bandiere arcobaleno, tirare fuori le canne, ingroppatevi tra uomini, inchinatevi verso la mecca, mangiate topi fritti che fa tanto "etnico" e lasciate pure le porta aperte ai rom, ai sinti e ai caminanti. Insomma, benvenuti nella città delle utopie.

eppure ha dà venì quel giorno...

Anonimo ha detto...

strano paese, strana città... si vota per i catto-comunisti e poi ci si lamenta del degrado...

avete voluto gente come prodi, casini, Berlusconi, monti, letta, alfano, renzi, marino, boldrini ? e allora di che cazzo vi lamentate ? ci potevate pensare prima

in questo paese, in questa città, non vige la regola basilare del "sbagli ? paghi !"

siamo buoni, tolleranti, accoglienti ? e allora teniamoci questo stato e questa città così come sono

Anonimo ha detto...

Davvero strani sti romani, vanno con le mignotte e poi si lamentano che le strade sono piene di troie... Che cavolo c'entra la politica se la gente non si pulisce il sedere, ovvero gli abitanti di questa città hanno il senso civico di un topo pestifero ? Ci sono le bancarelle ? Allora non comprarci le calze a 1 euro la paia. Ci sono le mignotte ? Allora tieniti la patta chiusa ! C'è monnezza ? Allora non sporcare. Fossero gli zingari il problema di sta città, magari. Problema è che tra 3 milioni di abitanti ci saranno almeno 2 milioni di zozzoni. Non contare sulla politica, perché i politici sono solo lo specchio di noialtri

Anonimo ha detto...

avete notato come due tra i principali responsabili di questo scempio (marino e alfano) abbiano sempre un'espressione beota e sorridano sempre ?

cosa avranno da ridere questi due imbecilli ?

sono forse contenti del fatto che in questo paese e in questa città si sia perduta ogni forma di legalità e che sia in atto una vera e propria invasione di marmaglia straniera ?

mi raccomando, continuate a depenalizzare, svuotare carceri, far entrare immigrati a milioni, coccolare e tutelare gli zingari... e a tartassare gli italiani. E non gioite per il 30%, 40%, 50% alle elezioni perché il numero reale di gente che vi vota si è dimezzato rispetto a venti anni fa ed il partito del "non voto" è già arrivato al 50%. A roma marino ha preso il 20% dei voti effettivi. Un romano su cinque !!! E per uno che vota, altri 4 non si sentono rappresentati da questi politici corrotti ed incapaci.

Voi continuate pure a ridere (e ti credo, con gli stipendi e i vitalizi che prendete) ma pure "re sole" rideva prima che la gente si rompesse il cazzo definitivamente e arrivasse con la ghigliottina...

Stefano Arnaldi ha detto...

Condivido. E aggiungo: i romani si lamentano del traffico quando poi prendono la macchina per non fare 200 metri a piedi, si lamentano dei parcheggi per poi opporsi a qualsiasi pup, si lamentano dei ratti per poi gettare i rifiuti organici a terra, si lamentano dei servizi pubblici per poi fare il biglietto una volta ogni morte di papa, si lamentano della criminalità quando poi guardano sempre dall'altra parte, si lamentano del degrado per poi prendere una bomboletta per taggare su un muro, si lamentano degli ubriachi per poi vendere alcolici ai minori. Zingari, lerciume, crimine, degrado e disservizi pubblici vari sono oggettivamente problemi ma sono in buona parte generati o esasperati da un retroterra di civiltà paludosa che funziona come un fertilizzante. La crisi di questa città prima di essere economica è essenzialmente culturale

Anonimo ha detto...

in questi ultimi decenni ogni richiesta o tentativo di tutela dell'ordine pubblico, applicazione della legge, inasprimento delle pene od anche solo rispetto delle regole e del concetto di autorità è stato sistematicamente bollato come reazione, fascismo e quant'altro

la (pseudo)cultura sinistroide che gridava contro la polizia, che inneggiava alle occupazioni, che ha voluto demonizzare i concetti di Dio, patria e famiglia (tre forti fattori di coesione sociale e di regole comportamentali) e che auspicava la caduta dei valori occidentali (prima vendendosi a mosca, poi ai viet-kong e a pol-pot, poi ai palestinesi, adesso al terzo mondo intero) ha prodotto gli effetti che adesso sono sotto gli occhi di tutti

niente regole, buonismo, pseudo-tolleranza, pacifismo unilaterale (sempre dalla parte del nemico ovviamente) e adesso terzomondismo sono alla base di questo decadimento culturale e sociale dal quale sarà difficile uscire

questo è un paese stanco, demotivato, ignorante, incapace di lottare e arreso all'invasione straniera

questo è il risultato di decenni di propaganda comunistoide, aggravato dalla presenza della palla al piede storica (il vaticano) che ci portiamo in questo paese

una vera cultura liberale (e calvinista aggiungerei) non si è mai affermata ed i figli e nipoti di don camillo e peppone hanno pensato bene di arricchirsi all'ombra della croce (Dio li punirà) e delle ideologie, trascinando questo paese in un vortice di corruzione e lassismo

rialzarsi sarà veramente dura ma forse è anche troppo tardi

in questo mondo sei colonizzatore o colonizzato, ma la forza morale di questo paese è svanita ed un popolo senza riferimenti è destinato a soccombere

Anonimo ha detto...

un sindaco che accoglie e tutela un'etnia criminale come gli zingari e che invece non si presenta ad una manifestazione per la liberazione dei nostri marò, è il simbolo vivente della decadenza di valori di questa città

questa è la (pesudo)cultura dominante

e questo schifo è conseguenza di questa pseudo-cultura

marino è il degno sindaco di questa città allo sbando

Anonimo ha detto...

mi raccomando... sabato tutti al campidoglio a festeggiare il sindaco e gli zingari ai quali marino ha promesso altri stanziamenti (dai fondi europei) invece di destinarli ai romani e alla città

avete voluto la bicicletta ? adesso pedalate !

Anonimo ha detto...

PD no! Alemanno no! MM5 ti va' bene RfS?

Anonimo ha detto...

terra di nessuno

Anonimo ha detto...

io giudico le persone per i fatti, non me ne frega nulla del partito di appartenenza

dopo un anno di marino:

1)bancarelle : peggio di prima
2)cartelloni : peggio di prima
3)immondizia : peggio di prima
4)trasporti : peggio di prima
5)traffico : peggio di prima
6)vandalismo : peggio di prima
7)accattonaggio : peggio di prima
8)zingari e immigrati : peggio di prima
9)abusivismo : peggio di prima
10)servizi : peggio di prima
11)vigili : peggio di prima
12)decoro : peggio di prima
13)turismo : peggio di prima
14)commercio : peggio di prima
15)tasse : peggio di prima

forse forse... sarebbe il caso di cacciarlo via o aspettiamo che faccia altri danni fino al termine del mandato ?



Anonimo ha detto...

e cosa volete aggiungere a questo commento?
Anonimo ha detto...

Davvero strani sti romani, vanno con le mignotte e poi si lamentano che le strade sono piene di troie... Che cavolo c'entra la politica se la gente non si pulisce il sedere, ovvero gli abitanti di questa città hanno il senso civico di un topo pestifero ? Ci sono le bancarelle ? Allora non comprarci le calze a 1 euro la paia. Ci sono le mignotte ? Allora tieniti la patta chiusa ! C'è monnezza ? Allora non sporcare. Fossero gli zingari il problema di sta città, magari. Problema è che tra 3 milioni di abitanti ci saranno almeno 2 milioni di zozzoni. Non contare sulla politica, perché i politici sono solo lo specchio di noialtri
giugno 19, 2014 10:10 AM

Anonimo ha detto...

ormai l'unica soluzione sono i droni che ti fanno saltare in aria

passi col rosso ? boooom !!!
tiri su un cartellone ? boooom !!!
metti su una bancarella ? boooom !!!
scrivi sui muri con le bombolette ? boooom !!!
svuoti i cassonetti ? boooom !!!
parcheggi in doppia fila ? booom !!!
fai il vu cumpra? boooom !!!

e così via

ormai non c'è alternativa. Siamo peggio dell'iraq

Anonimo ha detto...

TORNARE AL PASSATO PER AVERE UN FUTURO....quanno ve pare però

Anonimo ha detto...

A forza di tornare indietro, alla fine arriveremo a 70-80 anni fa. Magari...

Anonimo ha detto...

seguo questo blog da molto tempo e tolti alcuni "estremismi" (che spesso sono però frutto di esasperazione) direi che sostanzialmente la gente denuncia nella stragrande maggioranza dei casi e per quasi tutte le situazioni:
1) la mancanza di controllo sul territorio
2) l'inasprimento delle sanzioni e applicazione sistematica delle stesse
3) una riduzione del numero di sbandati e illegali (quasi sempre immigrati) in città

perché le istituzioni invece vanno in direzione contraria su tutti e 3 i punti ?

perché la politica è così lontana dalle esigenze e dalle richiesta della gente ?

sono incapaci ? sono solo presi dai loro interessi ? sono in combutta con le mafie locali ?

a giudicare da quello che fanno direi proprio che la classe politica non è in grado di risolvere i problemi e di gestire il territorio

ma allora chi lo deve fare ?

saremo costretti ad auto-organizzarci ed imporre un minimo di ordine a forza di bastonate sul groppone ?

suggerirei ai politici (ma anche a certi giudici, certi intellettuali e certi giornalisti) che il giorno che la gente decidesse di farsi giustizia da sola (perché costretti) non sarebbero solo i delinquenti a pagare, ma anche chi li ha protetti o comunque lasciati liberi di agire

quindi sarebbe bene che questa classe politica si svegli ed inizi a fare gli interessi della città

capito marino amico degli zingari ?

Anonimo ha detto...

Se gli zingari votano in massa alle primarie del PD, mentre gli italiani al 50% ormai si astengono... secondo te al PD conviene fare gli interessi degli italiani che si lamentano degli zingari che rovistano nei cassonetti, bruciano il rame sprigionando diossina e sono i padroni di Roma Tre... oppure continuare ad tollerare certi comportamenti?

Anonimo ha detto...

fossero le mignotte i mali di roma

Anonimo ha detto...

Task force............da LUNEDÌÌÌ!!!!
( ovviamente un lunedì del 2027!)

Anonimo ha detto...

Roma e' una citta' sempre piu' asiatica. Sindaco riportaci in europa.

Anonimo ha detto...

Risultato della Corruzione a tutti i livelli.

ShareThis