La differenza tra Roma è Berlino è di circa 25 centimetri. Se leggete vi spieghiamo eh

22 aprile 2013

Ciao, vivo a Berlino da 3 anni, e ieri ho scattato questa foto. Direi che le immagini parlano da sole. Questione di circa 25cm di differenza.
Complimenti per il blog
Filippo

*Il famoso velo d'asfalto romano. Lasciate perdere le due foto (a mero titolo esemplificativo), ma il velo è ormai famosissimo nel mondo. E non è che a Roma non sappiano come diavolo si fanno le strade. Lo sanno alla perfezione, ma non le fanno come si deve per scelta. In modo tale che una singola strada, che dovrebbe richiedere manutenzione una volta ogni 4 anni, ne richiede una volta ogni 4 mesi, lasciando i cittadini nel costante pericolo causa buche e crepacci e il Comune in enorme difficoltà per le spese. Sono le ditte che con la complicità non tanto della politica (anche, anche!) quanto dei funzionari e dei dirigenti comunali, si spolpano la città. Lo fanno da anni e continueranno a farlo per anni indipendentemente dal colore politico della maggioranza in Campidoglio. Lo fanno in combutta con i dipendenti comunali. Lo faranno fintanto che non la politica, bensì la magistratura (attenzione: non la politica, ma la magistratura!) deciderà che tutta questa corruzione dovrà terminare. Quando accadrà?
-Roma fa Schifo

10 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

Non è un caso che a Berlino Roma si scrive Rom, nomen omen.

Anonimo ha detto...

25 Centimetri di corteccia celebrale e relativa materia grigia che loro hanno e a noi è venuta meno con il tempo!

diego ha detto...

Mi sono sempre chiesto: ma se siamo in Europa, se i nostri politici si riempiono la bocca di Europa a colazione pranzo e cena non si potrebbe affidare l'appalto del rifacimento stradale a ditte estere? Costa di più? Sicuramente costa di più rifare le strade ogni 4 mesi. Naturalmente previo il commissariamento governativo dell'Urbe...altrimenti la ditta estera che si trapianta a Roma si impantana nel marciume locale.

Massimiliano Tonelli ha detto...

Un passo in questo senso era stato fatto dall'ultimo Veltroni. Ci raccontarono che fare un appalto integrato (dove non si puo' mangiare o si puo' mangiare una volta sola almeno) era scandaloso. Chiusero tutto, pagarono penali pazzesche e passarono tutto quanto al sottobosco criminale delle ditte romane.

Francesca Maggi ha detto...

Per non parlare delle strisce pedonali...eternamente in via di ripristino

FMaggi,Author
Burnt by the Tuscan Sun

Anonimo ha detto...

Viale Aventino lato opposto FAO : marciapiedi appena rifatti in lastre di basalto (inaugurazione mese scorso) e gia' rotti e divelti in tre punti (per ora) per sostituzione cavi elettrici. INCREDIBILE, SOLO A ROMA!!

Mc Daemon

Stefano ha detto...

E non dimentichiamo il secondo "vantaggio" che deriva da un asfalto trasandato.

Le buche rovinano le macchine. Le automobili a Roma durano di meno che nel resto del mondo (Italia compresa).

Durata della vita dell'automobile più breve = si comprano più automobili.

Questa cosa fa comodo a molti.

Anonimo ha detto...

Fucilazione per questa gente e chi li protegge!

Anonimo ha detto...

E pensare che gli antichi romani hanno realizzato 100.000 km di strade in tutta Europa.
Abbiamo insegnato agli altri a costruire strade, a costruire ponti, e adesso....

Anonimo ha detto...

ricordatevi chedai rifacimenti di strade non ci mangiano solo le ditte ma anche gli operai che si spaccano per portare la paga a casa. l'italia è cresciuta così

ShareThis