25 aprile? Beh ma tutti a Villa Borghese per una corroborante passeggiata no!?

25 aprile 2013








Una deliziosa passeggiata primaverile si trasforma in un'ennesima incazzatura.. 
Purtroppo non sono riuscito a fotografare due bancarellari della peggiore specie davanti l'uscita dei tornelli sotto la Metro Faminio... e ripeto sotto, nel tunnel...
Uscito dal parco ho pensato di dare una controllatina a Via Veneto... auto parcheggiate sul marciapiede, sulle orecchie degli incroci ormai si posteggia a spina... marciapiedi (di conseguenza) mezzi distrutti...   auto ferme a bordo strada in divieto di sosta... scivoli occupati...
Pena.
Antonio T.

5 commenti | dì la tua:

Andrea ha detto...

L'intera città allo sbando. Che tristezza vivere a Roma. Finito l'orgoglio di viverla, benvenuto al degrade totale.

Mara Stamigna ha detto...

Il problema non sono solo le istituzioni inesistente. Il problema sono le persone che credono di esser totalmente slegate dal contesto. Se vedono sporco, se vedono incivili, pensano che non le riguardi e controbatono - Mica ho sporcato io!! - ma chi ama una città si da da fare e, anche se non è direttamente responsabile dello scempio, si rende quanto meno meritevole della soluzione al disastro, autoregolandosi e rendendosi disponibile al sacrificio di non gettare in terra, se i servizi sono insufficienti e di portare con sé la spazzatura fin dove è possibile smaltirla. Invece, qui, si fa letteralemente schifo! Con la scusa che mancano i servizi; ma la reale domanda è: "Riusciremmo ad essere civili se avessimo le stesse condizioni delle capitali europee?". Io vedo gente che sporca senza nemmeno cercare di capire dove sono i servizi.

Antonio Tesla ha detto...

Mara, straquotone epico..

diego ha detto...

Cara Mara hai ragione, l'ho sempre pensato anche io, in fondo ogni popolo ha il governo che si merita e questa è un'amarissima verità. Dunque è persino superfluo chiedersi se Roma possa avere livelli di amministrazione degni delle altre capitali europee se non possiede una cittadinanza educata al rispetto dei doveri civici come nelle altre Capitali appunto...detto questo però se non vogliamo scivolare in una sorta di pianto autodenigratorio un pò sterile dobbiamo constatare che negli ultimi 5 anni di Alemanno la situazione è oggettivamente precipitata, io non sono un uomo di sinistra e non ho mai votato per la sinistra, dunque non sono afflitto da partigianeria acritica ma faccio solo una constatazione oggettiva e obiettiva. Il dovere civico che abbiamo oraè quello di sbarazzarci quanto prima di questa destra romana cialtrona, espressione della parte più incolta rozza provinciale e cafona della città di Roma, so di generalizzare ma la tendenza dell'elettorato alemanniano è questa.

Franco XVIII° ha detto...

Standing ovation per Diego e Mara!
Mandiamo a casa questi cialtroni.
E' una questione di civiltà.

ShareThis