Due libri da leggere tassativamente prima di andare a votare per il nuovo sindaco

16 maggio 2016

Già siete profondamente ignoranti su quello che è successo e succede in città; già evitate con cura di leggere il giornale ogni santa mattina e già, colpevolmente, non leggete neppure con la dovuta attenzione internet. 
Insomma la vostra città vi prospetta delle scelte decisive per i prossimi cinque anni, la vostra città deve scegliere i propri amministratori che potranno salvarla dal baratro o ucciderla definitivamente e voi, come di consueto, non vi siete preparati neppure un po'. 

Noi vi proponiamo oggi un corso accelerato. Con poche ore e pochi euro potrete presentarvi alle urne, tra una ventina di giorni, decisamente più preparati, consci, consapevoli. Con un piccolo investimento di soldi e tempo potrete capire cosa è successo e cosa sta succedendo. Vi bastano due libri.

Il primo lo ha scritto Alfonso Sabella ed è una cassetta degli attrezzi fondamentale per capire la città dall'interno, i suoi nodi che mai vengono al pettine, l'atteggiamento dei suoi dirigenti, le emergenze clamorose del Lido e della mafia che lo gestisce. 
Il secondo libro lo ha scritto Ignazio Marino, si tratta di un volume che è stato molto atteso e che poi, subito dopo l'uscita, è stato prontamente dimenticato. Ebbene dimenticarlo è stato un errore enorme. La stampa si aspettava una sfilza di nomi, di dettagli peccaminosi, di reati, di raccomandazioni. Marino ha lasciato invece tutto questo sullo sfondo concentrandosi sulle attività fatte nei 28 mesi di governo, ma soprattutto sul senso etico, culturale, politico che queste scelte avevano. 
Dobbiamo ammettere che il libro ci ha sorpreso molto favorevolmente, non è chiaro chi lo abbia scritto in realtà a livello di ghost writing, ma abbiamo buona ragione di credere che le idee siano tutte dell'ex Sindaco. E sono idee, approcci e visioni che tutti i futuri sindaci dovrebbero avere. Il livello di profilo civile di questo libro è sorprendentemente alto, la qualità delle conclusioni quasi sempre impeccabili. E lo è in tutti i capitoli, in tutti gli argomenti, dai cartelloni alla cultura, dal mare alle municipalizzate. Con delle ossessioni (la velocità nel fare le cose, il ritorno economico di ogni decisione) che sono anche le nostre ossessioni. Leggendo il libro abbiamo capito perché ci siamo sentiti (specie nei mesi in cui era sotto attacco), così affini a Ignazio Marino. Ne emerge il profilo del miglior sindaco che la città abbia di gran lunga mai avuto dal dopoguerra, andando indietro fino ad Ernesto Nathan. Vi sembrerà un'esagerazione, non lo è.

Poi chiaramente il tutto condito da problemi enorme, specie di comunicazione e di strategia. Altrimenti non staremo qui a piangere sul latte versato. Tutta visione e zero tattica, zero comunicazione, zero condivisione, zero staff, zero squadra. Così, come è stato evidente, non si va da nessuna parte. 

Pur non avendolo mai incontrato direttamente ne avendoci mai parlato neppure per una telefonata, molti continueranno a dire che "difendiamo Marino" per chissà quale secondo fine. In realtà abbiamo semplicemente letto un libro importante che consigliamo a tutti prima di decidere come votare. D'altronde lo diciamo "contro" al nostro interesse: se tutti i politici avessero lo stesso approccio di Marino, blog come il nostro non avrebbero motivo di esistere. Non ve ne pentirete. 

56 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

"quanto v'ha pagato Marino?"

tra 3...2...1....

bat21 ha detto...

Ma quale Marino. Saltate al minuto 27 e 10 secondi di questa trasmissione http://www.radio24.ilsole24ore.com/programma/conti-belva/puntate

Anonimo ha detto...

Pur non avendolo mai incontrato direttamente ne avendoci mai parlato neppure per una telefonata, molti continueranno a dire che "difendiamo Marino"


Scusa ma cosa racconti ? all'incontro con i blogger hai anche parlato ocn Marino e in chiusura vi ha pure ringraziato per il sostegno...

Anonimo ha detto...

https://www.youtube.com/watch?v=VWp8-06DwFU

minuto 11 .....ahahahahahahahaahhaahaahah

Anonimo ha detto...

Per me gli ignoranti invece siete voi che ancora fate pubblicità e date spazio a questo "individuo"

stefano ha detto...

ma leggetelo tu il libro de sto tonto de Marino ma vergognatevi ancora a fare pubblicita a questo inetto

stefano ha detto...

che figura de merda!!!

Anonimo ha detto...

Il marziano Marino, l'uomo prestato alla politica, il medico che vuole fare il sindaco, il migliore 'pentastellato' che si possa immaginare (prometteva pure, una settimana prima del ballottaggio, il reddito minimo, secondo prassi grillina, pur sapendo che non c'era un euro nel bilancio comunale). Io il libro non l'ho letto, solo sfogliato in libreria (divertente), ma per gli scordarelli vorrei riaccendere la memoria sul luglio dello scorso anno, quando mi capitava di arrivare alla stazione Ostiense e i treni per Ostia non partivano. Il sindaco sceriffo giocava coi macchinisti, aveva pure qualche ragione ma l'arte del politico serve per risolvere le questioni difficili senza spargimento di sangue. Invece i dilettanti allo sbaraglio fanno casino e basta. I macchinisti continuarono a fare i loro comodi, ma gli inferociti utenti non trovavarono più i treni o dopo due fermate ci si arrestava in mezzo alla campagna. Ce ne siamo dimenticati tutti? Vogliamo dopo aver letto i libri consigliati votare qualche altro onesto che possiede soltanto buona volontà? Diceva un filosofo: se devo farmi un'operazione mi rivolgo al migliore chirurgo, senza guardare alla sua dichiarazione dei redditi, non al medico onesto ma che non è buono ad operare. Men che mai, diremmo oggi, a quello che non è medico e che si improvvisa chirurgo. Mamammamia, quanti improvvisatori sindaci si vedono intorno!

Anonimo ha detto...

Marino è un medico? allora il suo operato si può sintetizzare cosi l^ OPERAZIONE È ANDATA BENE MA IL MALATO È MORTO.

Anonimo ha detto...

Come sempre bisogna evitare eccessive personalizzazioni nella valutazione dell’operato politico delle istituzioni. Quando la questione scivola sul piano della valutazione meramente personale il rischio è di ignorare i processi politici, e di ridurre tutto ad una sorta di tifoseria che santifica o demonizza, ma non di fare bilancio obiettivo sul dato politico. Purtroppo anche a sinistra è invalsa da tempo questa tendenza funesta, che riduce tutto alle singole figure e che alla progettualità politica e alla connotazione ideale di un partito, sostituisce l’empatia verso singoli individui. Un percorso fuorviante che fa perdere di vista la realtà più complessa delle cose. Non ho condiviso le linee di indirizzo politico della giunta di centrosinistra guidata da Ignazio Marino. Una giunta che ha affrontato l’amministrazione della città nel piano delle compatibilità imposte dal patto di stabilità e dai piani di rientro sul debito pubblico cittadino, prestando la sua opera all’azione imposta dalle istituzioni internazionali e nazionali, di tagli sui settori sociali e compressione dei diritti dei lavoratori. Sono responsabilità personali di Ignazio Marino? No. Sono responsabilità politiche di chi (qualsiasi esponente del PD, Marino compreso) ha accettato di essere in un partito, che ha questa linea politica, che oggi di fatto esprime gli interessi delle banche, dei grandi monopoli industriali, che attua le politiche di compressione dei diritti e delle condizioni di vita delle classi popolari. Sono responsabilità politiche di quella sinistra che ha appoggiato nelle istituzioni locali il Partito Democratico, convinta della presenza di margini per incidere negli indirizzi politici locali che non sono presenti nella realtà, se si accetta un sistema generale che impone scelte opposte. Gran parte delle misure che oggi il commissario Tronca sta mettendo in atto traggono origine da delibere effettuate dalla giunta di centrosinistra di Marino e Nieri (Sel-Si). La compressione dei diritti e delle condizioni salariali dei lavoratori (contratto decentrato, salario accessorio), la mancata stabilizzazione del personale precario (tra cui migliaia di educatrici che oggi rischiano il posto di lavoro), il ricorso alle esternalizzazioni dei servizi comunali: questi sono indirizzi politici di governo, propri del PD e delle forze che lo hanno sostenuto, a cui la giunta Marino si è conformata, rendendosi corresponsabile di quanto accaduto. Io penso che una forza che si dica di sinistra, e che affermi di stare dalla parte dei lavoratori debba operare coerentemente in tutt’altra direzione. Questo vale anche per la gestione del patrimonio comunale (si veda la delibera 140/15), per l’emergenza casa e per altri aspetti legati alle politiche sociali, per le privatizzazioni dei servizi. E’ alla luce di questi fatti che il giudizio sulla giunta Marino, come espressione delle politiche del Partito Democratico e della sinistra che lo ha sostenuto, non può che essere negativo. Diverso è il giudizio sulle vicende che hanno portato alla gestione commissariale e alla fine della giunta. Marino ha avuto il merito (non senza contraddizioni) di porre una serie di questioni sul sistema di potere di Roma, che hanno evidentemente infastidito il vertice nazionale e locale del PD. Mi riferisco al sistema di mafia capitale, ad una dipendenza delle linee politiche del PD agli interessi dei palazzinari romani, giudicata dallo stesso Marino evidentemente eccessiva, specialmente per quanto concerne le Olimpiadi (non dimentichiamo però che la candidatura di Roma era stata sottoscritta e presentata dallo stesso Marino, insieme ai rappresentanti del comitato organizzatore nel settembre 2015). La vicenda di Marino ha dimostrato ulteriormente che non esistono margini per migliorare questo sistema dall’interno, che non è possibile attraverso l’azione individuale modificare gli indirizzi dominanti di un partito e di uno schieramento (centrosinistra) e che quando si prova a farlo si viene messi alla porta, con metodi politicamente discutibili.

Anonimo ha detto...

(segue) Ricordo che a giugno si presenterà anche il Partito Comunista, con il giovane candidato sindaco Alessandro Mustillo: il PC intende portare avanti, attraverso le elezioni, la sua azione di opposizione al Partito Democratico. Opposizione che non si limita solo alle questioni morali e amministrative, ma che coinvolge anche e soprattutto le questioni politiche, gli indirizzi economici che sono alla base della linea politica del PD e del centrosinistra, indirizzi da cui è determinata, in ultima istanza, anche la questione morale. La stagione della partecipazione della sinistra alla gestione amministrativa in condizione di subalternità e marginalità deve essere archiviata completamente, e con essa ogni illusione sulla riformabilità di un sistema di potere marcio che può essere abbattuto solo dall’esterno. Dall’azione politica dei lavoratori e delle classi popolari che si organizzano, che fanno sentire la propria voce e che lottano. Il voto al PC è l’unico voto utile per consentire la presenza nelle istituzioni comunali di una forza politica di sinistra, coerente, dalla parte dei lavoratori e della classi popolari, che lotta per il rinnovamento della città e della sua amministrazione, per la rottura del sistema di potere fondato sulla speculazione e sulla rendita immobiliare, che ha distrutto la nostra città. Un voto a un partito che non scende a patti, che ha nelle sue liste metà di candidati al di sotto dei 30 anni, segnale di un rinnovamento effettivo che si realizza nell’azione politica quotidiana in questa città.

Anonimo ha detto...

Grande Sabella, uno degli artefici della caduta dell'indifendibile Marino. Te ne saremo sempre grati.

Anonimo ha detto...

Però il libro è utile, anche perché non lo ha scritto lui.

Anonimo ha detto...

Signori ecco un nuovo SUCCOSISSIMO appuntamento di

==================================
AGGIORNAMENTO SCIMMIE DA FACEBOOK
==================================

Vi dico subito che in questa puntata siamo al top. RFS parla di un cartellone pubblicitario composto da due lastre accrocchiate alla bell'e meglio su un cartello molto più piccolo. Chiaramente è una affissione abusiva perché sfora lo spazio concesso, non parlando nemmeno della pericolosità di quel coso se dovesse cadere in testa a qualcuno o sopra una maghina o uno sgude in corsa.

Il cartello è una pubblicità elettorale di FRANCESCO ANTONELLI, candidato per la Lega Nord. Cioè è il manifesto di uno che CHIEDE IL TUO VOTO PER PRENDERE DECISIONI AL POSTO TUO. Da uno così ci si aspetterebbe almeno onestà e correttezza, giusto? Una risposta corretta e onesta sarebbe stata:

"Ho incaricato la ditta XYZ per le affissioni, non sapevo fossero state fatte in questo modo. Chiederò delucidazioni e vi aggiornerò, grazie per la segnalazione"

Avrà risposto in questo modo il nostro ANTONELLI? CEEEEEEEEEERRRRRRRRRTOOOOOOOOOOOOO!!!
Leggete un po' qua:

Francesco Antonelli VERGOGNATI IL CARTELLO L'HO PAGATO REGOLARMENTE A FABIANO PUBBLICITÀ' TELEFONA E FATTI DARE I PERMESSI
Francesco Antonelli IL CARTELLO E' STATO REGOLARMENTE PAGATO A FABIANO PUBBLICITA' DI ROMA TEL:0652310353 POTETE CONTROLLARE.

Tralasciamo il caps lock e concentriamoci sul messaggio. Il concetto è che siccome lui ha pagato la prestigiosa ditta internazionale FABIANO PUBBLICITA, allora il manifesto NON è abusivo. Un po' come dire: "io ho pagato il killer che ha fatto fuori tuo figlio, quindi è tutto in regola". Quindi già cominciamo con l'analfabetismo funzionale di uno che, ricordiamo, SI CANDIDA A PRENDERE DECISIONI POLITICHE NELLA CAPITALE D'ITALIA. Ovviamente il nostro non è arrivato da solo. Ha chiamato i rinforzi. Vediamo la qualità dei rinforzi.

Flavia Domitilla Scalinci Ci tengo a precisare che questi non sono abusivi. 😉😉😉😉
Fernando Balzerani Peccato che ti sbagli
Flavia Domitilla Scalinci Peccato che non mi sbaglio affatto, perché conosco Francesco ed ha pagato regolarmente!!

Partiamo con una conoscente del nostro che ribadisce lo stesso concetto: SICCOME HO PAGATO ALLORA NON E' ABUSIVO. Il tutto condito da emoticon ammiccanti che dovrebbero far trasparire una certa superiorità, come quando si spiegano le cose ai bambini. Il livello è questo eh?

Consuelo Polimeno Sig.Balzerani.... se è così preoccupato,vada ai Vigili e denunci il "presunto Abuso"...o teme di perdere tempo?😊
Consuelo Polimeno Scusate. ..ma se a qualcuno rode il culo...e pensa ci sia un cartello di Noi con Salvini abusivo..basta andare ai Vigili e denunciare....Gianluca, prepari una terapia per il suo fegato...da médico ,da Leghista e da Calabrese...le auguro di non ammalarsi😂😂😂😂😂😂😂

Continuiamo con Consuelo Polimeno, che dal nome tradisce la sua militanza leghista di 7 generazioni. Il caro Consuelo (conoscevo una meretrice con lo stesso nome!) fa un invito che farebbe lacrimare di orgoglio Totò Riina. Uno dei pilastri del romanaresimo coatto e mafioso: "AHO! SI C'HAI E PROVE FAI A DENUNSCIA A LI VIGGILI (AHR AHR AHR) ARTRIMENTI TE DEVI DA STA ZITTO ANAGABIDO?". Inoltre da medico (che non sa però usare i puntini di sospensione) augura velatamente la malattia a un altro utente. Grazie Ippocrate.

[CONTINUA]

Anonimo ha detto...

[SEGUE]

Rita Nosdeo La lega a roma c è e ci sara.....
sempre....
....e c mq. ...prima di sparare sentenze ......xche non vi informate? ?
.....non ci fate una bella figura ....
...possiamo comq. ...aiutarvi a capire. ....dove non "capite"😂😂

La cara Rita l'ho aggiunta per cercare qualcuno che mi aiutasse col codice Morse a decifrare che cosa cazzo abbia scritto. Chiare solo le faccine deridenti. Il messaggio in ogni caso è un altro CULT romanaro: "AHO; SI UN ZAI E COSE TE DEVI DA STA ZITTO ANAGABIDO???". Ho il sentore che la rivelazione sia sempre "siccome ho pagato allora ecc. ecc." ma non me la sento di chiedere ulteriori delucidazioni.

A questo punto RFS si rompe il cazzo e risponde ribattendo, con un ovvio esempio, alla tesi del "ho pagato, sono in regola":

Roma fa schifo E' come dire che se vado a 180 all'ora sul raccordo nessuno mi puo' dire niente perché la macchina l'ho pagata. Ma cosa dice?

E qui abbiamo il TOP DEL TOP dell'analfabetismo funzionale. Arriva una sgherra di Antonelli e ci produce questo:

Jessica Novelli Premesso che a 180 all'ora, si può andare solo su circuito autorizzato, quindi non è molto intelligente l'esempio del raccordo
[in realtà è proprio questo che lo rende pertinente, il fatto che ono si possa andare a 180 pur avendo pagato la maghina]
vorrei far presente che quello è un manifesto pubblicitario autorizzato, a tutti gli effetti
[ma autorizzato da chi, visto che è un accrocchio gigante e pericoloso appeso su un cartello grande la metà?]
è che non direste tutte queste idiozie, se ci fosse affissa la pubblicità di un marchio di pasta o qualsiasi altro tipo di slogan.
[certo, tutti sappiamo che RFS non ha MAI attaccato i cartelloni abusivi, è un gombloddo contro la Lega...]
Direi quindi che assimilare questo manifesto a quelli che avete pubblicato, di ovvia affissione selvaggia, rende scadente e poco credibile la pagina intera di fb. Insomma, diciamo faziosa...
[Cioè assimilare questo manifesto abusivo agli altri abusivi rende RFS faziosa? Cioè è faziosa perché tratta tutti allo stesso modo? Se avesse difeso solo la Lega sarebbe stata imparziale? Signori mano ai dizionari: c'è da ridefinire il concetto di "analfabetismo funzionale"]

Chiudiamo con una perla:

Daniele De Felice Roma fa schifo...Io penserei ai vostri cartelloni a San Giovanni attaccati ovunque... Siete penosi. Siete voi lo schifo di Roma.
Daniele De Felice Candidato sindaco.... Ma ovviamente rmf non ne sa nulla...

Cioè questo NON SOLO si è bevuto i manifesti fake di casapanda, ma abbrevia "Roma Fa Schifo" con "rmf".
CIOE QUESTO NON SA FARE UN ACRONIMO DI 3 LETTERE E PRETENDE DI CAPIRE CHI VOTARE???

RENDITI CONTO CHE QUESTE SCIMMIE DECIDONO IL TUO FUTURO NELLA TUA CITTA! IL VOTO NON CAMBIERA NULLA PERCHE CI SONO TROPPI ACCOLITI IGNORANTI E MAFIOSI CHE HANNO UN INTERESSE PERSONALE FORTISSIMO A MANDARE AL POTERE DEI MAFIOSI PEGGIO DI LORO!

NON VOTARE! FUGGI!

Anonimo ha detto...

Questa svolta erudita di rfs è encomiabile.
Vogliamo contribuire all'evoluzione della redazione, citando parole d'oro, che spiegano come mai tonelli preferisca una rotaia dell'ansaldi a una colonna corinzia: "La classe operaia, ormai influenzata non solo da vecchi poteri, ma dal nuovo potere industriale transnazionale-che sta accantonando i poteri poltici nazionali - non "sente" in alcun modo il problema della sacralità del passato. Anche se comunisti, gli operai, hanno, rispetto ai monumenti e al paesaggio, lo stesso atteggiamento di un tecnico neocapitalista, che, operosa formica, si dà da fare, innocente e stupido, a ricostruire daccapo il mondo". Anno Domini 1969

Anonimo ha detto...

Pugnettini, che ne pensa Gian Michelais De Stocatsis su Il Giornale?

Anonimo ha detto...

"Sarebbe stupendo che si accendesse una lotta - 'estremistica' intendo dire - in difesa di un vecchio muretto borbonico, che uno sprezzante proprietario di aree sta per far abbattere per costruirvi una zona residenziale. ma ciò non si verificherà mai. Perché puritanesimo rivoluzionario e puritanesimo industriale si identificano, e l'amore per la bellezza viene considerato peccato".
Non è mera svendita al miglior offerente. E' plagio...!

Anonimo ha detto...

La Fallaci starà sbattendo i pugnettini sulla tastiera di Sheldon!

Anonimo ha detto...

Ansaldini, che ne pensa l'ispettore della postale dell'attività parallela?
Basta il signor Rotaia d'oro come parafulmine?

Anonimo ha detto...

Ansardiastardicucciametroccìtonelligamberorossodinamopresso!

Anonimo ha detto...

Ma rino è indifendibile perchè la gestione quotidiana della capitale è andata a rotoli sotto la sua sindacatura. Il che non vuol dire che non sia stato vittima di un sistema che ha provato a scardinare. Ma un buon sindaco deve avere cura che la città sia pulita, i mezzi pubblici transitino, il decoro sia mantenuto, gli immobili comunali correttamente gestiti. Nulla di tutto questo. Onesto ma pessimo amministratore

Anonimo ha detto...

Vi comprendo. L'ultimo libro letto da rotaia d'oro è il catalogo delle polacche in cerca di marito...l'aziendalismo di questi tempi è un must.

Anonimo ha detto...

"polacche in cerca di marito"

Siii così mi piaci Pugny, razzista e indietro di 30 anni. Se fossi omosessuale come te ti sposerei! Coi soldi che mi dà Tonelli (quelli che prende da ansardiastardi) vivremmo una vita di agi!

Anonimo ha detto...

"Marino è un medico? allora il suo operato si può sintetizzare cosi: l' OPERAZIONE È ANDATA BENE MA IL MALATO È MORTO."

Mi pare la miglior sintesi possibiel della giunta Marino.

Anonimo ha detto...

"Come sempre bisogna evitare eccessive personalizzazioni nella valutazione dell’operato politico delle istituzioni. "

E' eccessivo dire che è stato un incapace ?

Anonimo ha detto...

"Marino ha avuto il merito (non senza contraddizioni) di porre una serie di questioni"

Ma è stato eletto per "porre questioni" o per amministrare ?

Anonimo ha detto...

Lo so, la cernita della moglie da catalogo è un trend che astaldoansardicementir sta cercando di imporre, per valorizzare le scelte del proprio condottiero.
Non bisogna essere snob, in fondo è quasi come trovarsi una donna in modo normale, senza dover garantire mantenimento e permesso di soggiorno.

Anonimo ha detto...

Ma si può credere a Medjugorie quando il principale sostenitore della veridicità delle apparizioni è un sacerdote di 70 anni col lifting, e una collaboratrice di 50 altrettanto liftata?
Un libro viene rappresentato anche dalla credibilità del suo autore.
Eppure il libro di marino è pieno di notizie utili, anche se lui è istituzionalmente squalificato.

Anonimo ha detto...

Meglio leggere i libri di Marino ora che non è più sindaco che svegliarsi la mattina e sapere che in Campidoglio c'era lui...

Anonimo ha detto...

"il libro di marino è pieno di notizie utili, anche se lui è istituzionalmente squalificato"

credo sia un ottimo riassunto. Direi finale.

Anonimo ha detto...

Ottimo combattere la mafia a Ostia. Ma la mafia campana e calabrese che controlla i locali del centro di Roma ? Le licenze e il giro vorticoso dei cambi di intestatari il primo municipio li controlla o no ?

Anonimo ha detto...

Passi pure Sabella, ma Marino no ! Abbiamo già dato, come cittadini

Anonimo ha detto...

La Mafia acquista regolarmente licenze false, tutto pagato, è tutto in regola.
E amministra anche con molta perizia e zelo, senza porre questioni inutili come faceva Marino!

Villa Norma ha detto...

Love, love, love! Grazie! peccato che ci sia gente che non lo capisce neppure se glielo avete spiegato chiaramente.

Anonimo ha detto...

Che ci vuoi fare, non siamo tutti intelligenti come te, Villa Norma. Mi dispiace.

Anonimo ha detto...

Stasera se brinda
al linciaggio de Marino
schiumante, sciampagna e tanto vino
doppo ddù anni d’astinenza
ritornamo come ‘na pestilenza
e riprennemo la nostra attività
magnà, rubbà e tanto imbrojà.
E sicuro er cecato nero ce sarà
e te pare ch’anche er ’su Compagno nun verrà ?
E tutti li preti grassi nun mancheranno
a fà compagnia a Giorgiona, nipote d’AleDanno
loro nostri prossimi Sindechi saranno !
E cor palazzinaro piacione senz’affanno
l’agro in un sol boccone spolperanno.
Previsti pure giornalisti de rango
de quella Repubblica der Fango
creatori de Bufale Renziane sempre bbone
pè ‘nfinocchià er popolo cojone.
E ricominceremo Cartelloni a piantà
che tutta la dovemo a da coprì ‘sta città
‘ncarogniti dar digiuno nun potemo più aspettà.
E nun mancheranno pizzette e tartine
che ce portano l’amichi 13ine
mentre pe’ li mejo manicaretti
aspettamo l’oste dai ricordi provetti
che li scontrini antichi arivede perfetti.
E‘na puntata faremo puro ar mare
p’aricoprì de cemento quelle sabbie amare
ma in metropolitana nun faremo er viaggio
dovessero continuà er boicottaggio
tutti quei nostri parenti
fatti diventà dirigenti
ma pur sempre incompetenti.
Dalla Panda Rossa all’invito Vaticano
ogni BUFALA nun è stata vana
Tutti alla bisca de la Magliana

Anonimo ha detto...

Ho letto il libro di Marino: mi son vergognato di aver votato per quel PD.
Grande marziano, GRAZIE!

Dopo averlo letto, ho comprato anche copie per i miei amici: un vero spaccato dell'assalto alla città, della CRAXIZZAZIONE del ex glorioso PCI di Petroselli.

Con grande malinconia questa volta non voterò e so per certo che tanti amici non lo faranno. Roma ormai è senza speranza.

Anonimo ha detto...

Ennesimo spot pro Marino...

E mi raccomando...VOTATE GIACHETTI!

Che tristezza...

Anonimo ha detto...

Giachetti lo ha mandato Renzi che ha fatto linciare Marino: caccaz c'entrano le due cose accostate?
paranoici sspp

Anonimo ha detto...

Ignoranti lo dite agli amici vostri.
Il libro di Marino veramente ha incuriosito anche me che l'ho sempre criticato ed ho voluto le sue dimissioni.
Mi chiedo, se davvero Marino ha scritto un libro con un'analisi tanto approfondita dei problemi della città, perché quando era sindaco non ha saputo risolvere nulla, anzi, ha fatto crollare ancor di più la situazione di degrado e criminalità?
Se conosce i problemi così bene è ancor più grave il fatto che non li abbia risolti.
Poi credo che sostenete tanto Marino solo perché su alcune cose ha mostrato una mentalità più simile alla vostra. forse solo perché ha aumentato i prezzi dei parcheggi.

Anonimo ha detto...

Tanto per non scordare:
i FATTI di Marino, finalmente qualcosa di positivo e PULITO per la nostra Roma: prima di tutto interrotta la criminale spartizione di risorse pubbliche (reale motivo del linciaggio), poi un doppio DECALOGO di SINTESI:

1) Chiusura immensa immonda Malagrotta
2) Spinta importante differenziata che si porta faticosam. a percentuali civili (> 40%)
3) Cacciati dirigenti AMA. Poi condannati dalla magistratura per parentopoli
4) Cancellate 160 proposte devastazione nel superstite agroromano
5) 1° comune italiano approva Bilancio previsione
6) Nuove regole appalti in coordinam. Autorità anticorruzione
7) Bilancio Teatro Opera attivo
8) 21 stazioni metro C dopo anni paralisi e ricatti per rialzi costi
9) Nuovo PTGU e finanz spettacolare bici GRAB
10) Nuovo capo vigili non "interno" e turnazione dirigenti comunali
11)Prima vera operaz. pulizia patrimonio
12) Coinvolgimento guardia finanza
13) Pedonalizzate Fori e p.za Spagna e malgrado lagne false parz anche Babuino
14) Via bancarelle Navona
15) Via 13 piccoli camion Bar Colosseo e Fori dopo anni di indignazzzione parolaia e inconcludente
16) Dimezzati Cartelloni vergogna di AleDanno unica al mondo
17) ripristinata legalità arenili demaniali; demoliti orrori alla spiaggia di C.Porziano
18) ATAC nessun caso di personale andato dietro una scrivania. Nessun parente o cubista dirigente, né megatruffe di biglietterie parallele
19) 743 abusivi cacciati dagli alloggi popolari comunali
20) ) i conti del Campidoglio secondo ag Fitch “migliorato outlook con un salto positivo di 2 gradini grazie anche al basso indebitamento diretto

Se qualche pentastellato dello Studio Guru Associato riuscisse a fare 1 di queste cose, sul blogghhe si griderebbe ” miracolo!!”

Anonimo ha detto...

Ridicolo...

Anonimo ha detto...

Marino è stato un sindaco ideologico e non amministrativo. Il chirurgo prestato alla politica ha dato maggiore rilevanza a battaglie a costo zero per lui ed ha tralasciato volgari questioni amministrative quali viabilità in zone diverse da Via dei Fori Imperiali e raccolta dei rifiuti, riuscendo nell'impresa di peggiorare la già delirante raccolta porta a porta di marca alemanna in alcuni sciagurati quartieri di Roma. Tanto per dire: noi in condominio ci siamo organizzati per portare i nostri ritiuti in quartieri rimasti civilmente serviti da cassonetti, vista la quasi totale latitanza dei furgoni dell'AMA, che meriterebbero un'intera serie di "chi l"ha visto?". A volte viene da pensare che Marino abbia voluto fare cosa gradita alla Cirinnà e creare le condizioni favorevoli alla proliferazione dei topi in città.
Marino ha considerato Roma un diorama ed i romani de soldatini di piombo da maltrattare per divertimento. Paragonarlo a Natan è una bestemmia anti storica.
Almeno non mi risulta che mentre dei romani e delle romane manifestavano per salvare il posto di lavoro (Multiservizi) Natan sfilasse sorridente e con fascia tricolore insieme a ballerini con glutei al vento.

Anonimo ha detto...

Marino è stato un fenomeno, specie quando, a spese dei contribuenti, ha fatto cambiare da ogni singolo registro e documento ufficiale, cartaceo e non, del comune, il termine "zingaro" con "rom". Sono proprio queste le battaglie di cui si sentiva il bisogno.

Anonimo ha detto...

Quando alcuni anni fa' da poco a Roma ho iniziato a leggere RFS ho pensato: ma allora Roma migliorerà sicuramente....e invece è proprio come Report che dice le cose e il giorno dopo è come se non fossero mai state dette...tutto va avanti come prima....
Appena arrivata a Roma ricordo ancora lo stupore quando ho visto gli autobus arrivare con il numero scritto a pennarello su un foglio di carta A4 appiccicato con lo scotch al parabrezza....o l'incredulità quando ho visto tutti questi enormi bruttissimi cassonetti che invadono la città togliendo un sacco di parcheggi e che pure non rispettano la differenziata....per la cronaca in tantissime città, la maggioranza da Roma in su, i cassonetti non esistono più da 2 decenni, dagli anni '90 la racconta si fa nei condomini rigorosamente differenziata e la gente viene multata per non mettere l'umido nel sacchetto biodegradabile e si i vigili controllano personalmente i sacchetti della spazzatura.... A Roma invece c'avete i vigili che dovrebbero essere i tutori del rispetto della legge per quanto riguarda le cose della vita quotidiana (rom, abusivi, parcheggi) e invece sono i primi ad essere indagati per gli assenteisti di capodanno..... Ma Roma non cambierà mai basta guardare i candidati una volta fatto fuori il marziano: quello che dice che venderà il ferrari per rispetto dei suoi elettori e che stima il corpo dei vigili e che per carità i romani spendono troppo per la raccolta dei rifiuti (sul far funzionare l'Ama neanche una parola).....insomma una volta venivo su questo blog con una speranza per questa bellissima città, in fin dei conti dicevo tutte le città conoscono dei cicli di alti e bassi, oggi ci vengo solo per farmi due risate con i troll che scrivono romano con quell'arroganza mista a prepotenza e ignoranza propria di taluni figli della lupa....dico solo che molti politici e molti cittadini una città così straordinariamente bella non se la meritano proprio.....ps bella la poesia :)

Anonimo ha detto...

Da quale paese straniero sei arrivata? Dev'essere uno molto lontano per scrivere "fa" con l'apostrofo, immagino. Sui punti di sospensione usati in massa e fuori luogo stendiamo un velo pietoso, tanto vanno così di moda ormai. Sul contenuto di ovvietà posso anche concordare, per quanto inutile.

Anonimo ha detto...

UNA BLANDA SCHIZOFRENIA E NIENTE PIU'
I fatti sono che marino ha strafinanziatozingari e movimenti per la casa, ossia l'illegalità.
E che i venditori abusivi con marino hanno invaso anche le aree fino a lui franche. E che azzurra Caltagirone e il trivellatore mascherato hanno occupato gli ultimi scranni disponibili nei cda comunali grazie a lui. E che ha fatto il buffone "sposando" gay, come NON prevede la legge.
Poi ci sono le chiacchiere: ossia un libro scritto colla forma standard degli editor, in cui l'avatar di marino se la prende con Caltagirone, con l'illegalità e col mancato rispetto delle regole da parte dei suoi colleghi di partito.

Anonimo ha detto...

Incredibile! Un utente pensante! Non credevo esistessero, non qui, non sull'argomento Sant'Ignazio da Marino.

Anonimo ha detto...

Qualcuno ha scritto le 20 cose che ha fatto Marino. Basta farsi un giro per Roma per vedere i risultati infimi della sua opera.
Chiuderei per sempre il capitolo Ignazio e mi concentrerei sui successori, stando loro alle calcagna sin da ora per spronarli a dovere.

Anonimo ha detto...

"Qualcuno ha scritto le 20 cose che ha fatto Marino..."
ecco rispondi nel merito su quelle COSE non su generici slogan paraculi, frettolosi, populisti e deresponsabilizzanti (troppo facile buttalla in caciara...)

Anonimo ha detto...

Ma se la metà non le ha neanche fatte lui, ma per favore...

Anonimo ha detto...

Concordo..

Anonimo ha detto...

"Qualcuno ha scritto le 20 cose che ha fatto Marino..."
ecco rispondi nel merito su quelle COSE non su generici slogan paraculi, frettolosi, populisti e deresponsabilizzanti (troppo facile buttalla in caciara...)
1) Chiusura immensa immonda Malagrotta
Non è stato Marino è la stata la UE: con le sanzioni comminate costava di più lasciarla aperta che chiuderla. Da palazzo Chigi hanno telefonato ricordando i fiumi di euro convogliati su Roma Capitale...e la discarica è stata formalmente chiusa.
2) Spinta importante differenziata che si porta faticosam. a percentuali civili (> 40%)
Ma dove vivi? Nel mio palazzo l'AMA lascia un sacco per l'organico ogni dieci giorni. Quando si ricordano. Per fortuna esistono i cestini sulle pubbliche vie, prima in ghisa ora in plastica trasparente; oppure i quartieri con i cassonetti. A proposito: sono due mesi che nessuno viene a ritirare il vetro. Non è che l'amico tuo potrebbe dire una buona parola?
3) Cacciati dirigenti AMA. Poi condannati dalla magistratura per parentopoli
Il condannato è stato uno solo (Panzironi). 60 dipendenti -e non dirigenti- sono stati cacciati con licenziamenti di dubbia legittimità su cui sta deliberando il tribunale di Roma. A proposito: cacciare tutti gli assunti per raccomandazione sindacale no?
4) Cancellate 160 proposte devastazione nel superstite agroromano
Ossia migliaia di posti di lavoro in meno nel comune agricolo più grande di Europa. Ma al chirurgo di Pittsbrugh che cosa importa della gente?
5) 1° comune italiano approva Bilancio previsione
"Bilancio di previsione", senza vincolo di pareggio. Sono buoni tutti. Quasi quasi mi gioco i numeri al lotto sulla ruota di Roma.
6) Nuove regole appalti in coordinam. Autorità anticorruzione
Strano. Cantone non se ne è accorto, come da lui stesso dichiarato e stigmatizzato.
7) Bilancio Teatro Opera attivo
Se licenzi quasi tutti ed esternalizzi alla solita coop creata ad hoc, trasferisci le passività alla coop.
8) 21 stazioni metro C dopo anni paralisi e ricatti per rialzi costi
Le ha costruite Marino? No si è limitato a tagliare un nastro.
9) Nuovo PTGU e finanz spettacolare bici GRAB
Gli acronimi USA style servono a nascondere l'aria fritta. Un conto e disegnare sulla piantina una pista ciclabile, un conto e costruirla e mantenerla. Da apprezzare la comicità involontaria: to grab in inglese significa "afferrare". Ossia la tipica attività di chi -mantenuto dal comune- afferra le bici verdi del programma di bike sharing, le porta nel proprio campo, le smonta e rivende i pezzi. Proprio un bel bici GRAB.
10) Nuovo capo vigili non "interno" e turnazione dirigenti comunali
Il problema non è il capo: è tutto il resto. La turnazione è solo di facciata.
11)Prima vera operaz. pulizia patrimonio
Ossia ? Proclami, proclami soltanto proclami, proclami da morir dal ridere.

Anonimo ha detto...

12) Coinvolgimento guardia finanza
La Guardia di Finanza si coinvolge da sola. Non ha bisogno di aspettare il permesso. Se così fosse, staremmo messi ancora peggio
13) Pedonalizzate Fori e p.za Spagna e malgrado lagne false parz anche Babuino
Come hanno scritto altri: Roma non è un diorama, ossia un plastico su cui giocare al piccolo urbanista. Se chiudi una strada devi aprirne o costruirne altre. Altrimenti provochi solo disagi. In ogni caso una strada dove passano bus, pulman, taxi e mezzi di servizio non è pedonalizzata. Ricordo che la chiusura dei Fori, se le inventata -male- Alemanno non Marino.
14) Via bancarelle Navona
Qui Marino non ci azzecca proprio nulla: la competenza era del I municipio, costretto a muoversi grazie anche a questo sito
15) Via 13 piccoli camion Bar Colosseo e Fori dopo anni di indignazzzione parolaia e inconcludente
Certo. Quando sapeva di essere spacciato e di non poter contare sull'appoggio esterno dei Tedicine, ha fatto il bel gesto. Perchè non lo ha fatto in concomitanza con la pedonalizzazione farlocca?
16) Dimezzati Cartelloni vergogna di AleDanno unica al mondo
Dove? Ad Anagni ? Proclami, proclami ecc.
17) ripristinata legalità arenili demaniali; demoliti orrori alla spiaggia di C.Porziano
Ovvero impedeire ai Romani l'accesso alle spiagge.
18) ATAC nessun caso di personale andato dietro una scrivania. Nessun parente o cubista dirigente, né megatruffe di biglietterie parallele
Cioè? Ha cacciato i sindacati dall'ATAC? Strano perchè i bus continuano a passare quando a loro pare. Tranne quelli delle 32 linee soppresse durante la sindacatura di Marino, che non passano proprio più. Cosa erano? Linee cubiste?
19) 743 abusivi cacciati dagli alloggi popolari comunali
Qualcuno li ha avvertiti? Tarzan che dice dopo essere stato usato per portare i voti degli occupanti abusivi a Marino e poi fatto fuori senza complimenti?
20) ) i conti del Campidoglio secondo ag Fitch “migliorato outlook con un salto positivo di 2 gradini grazie anche al basso indebitamento diretto
Ahh le ineffabili società di rating a un tanto al chilo. Le stesse di Salomon Brothers con tripla A sino al giorno del fallimento? Ma mi faccia il piacere!
Indebitamento "diretto". Il diavolo è nei dettagli: che mi dici dell'indiretto (ATAC, AMA ACEA e sancti benedicti?).
Aspetto altri 20 punti. Troooppo divertente.

stefano ha detto...

http://www.ilgiornale.it/news/politica/marino-ecco-perch-non-mi-sono-dimesso-mafia-capitale-1259465.html ahahahahhaahhahahahahahahaahhahahahahahahahahahahahahahhahahahahahaha

ShareThis