Magie&follie della Lista Marchini: ecco come puoi votare anche un candidato che non si candida

30 maggio 2016

A qualcuno, e in primis ai responsabili della Lista Marchini che se la sono presa più del dovuto, il nostro potrebbe apparire accanimento. Ma così non è. Non può essere insomma colpa nostra se l'ex candidato civico libero dai partiti ad un certo punto ha deciso di imbarcare tutto e il contrario di tutto pur di raggranellare qualche voto in più. Non è colpa di Roma fa Schifo se alleandosi con Forza Italia e La Destra, Alfio abbia così legato il suo nome al peggio del peggio della immondizia politica della città (non che il PD, SEL e quant'altri siano da meglio intendiamoci...). Non è neppure colpa nostra se, come raccontiamo ancora oggi, perfino nelle liste che portano il suo nome si trovino cadute di stile che è eufemistico definire tali.

E se accanimento c'è, è semmai quello dei nostri lettori che continuano imperterriti a segnalarci anomalie su anomalie che, per una schiacciante percentuale, riguardano la candidatura di Marchini. 

L'ultima storia non sappiamo ancora se collocarla nella colonna delle cose comiche o delle cose drammatiche. Sembra un remake del film "Fascisti su Marte" o meglio "Fascisti su Montemario" visto che ci troviamo in vetta al Municipio 14.
Fabio Felice Molinaro, già consigliere municipale, titolare di licenze per la vendita ambulante, la cui famiglia è vicinissima alla famiglia Tredicine ("i Tredicine del futuro" secondo Repubblica), ha dato il suo nome al giovane Stefano Oddo. Sì proprio così, se sulla scheda elettorale rosa nel XIV Municipio scrivete Molinaro, il voto per alias andrà a Stefano Oddo! 
Si usa sostanzialmente lo stratagemma del soprannome, previsto per legge, per inserire una denominazione che soprannome non è, ma che è invece il cognome di tutt'altra persona. Persona che per vari motivi non si candida. In parallelo è quello che ha fatto Tredicine nel VII Municipio: ne lui ne sua sorella hanno avuto la possibilità di candidarsi, ma non dandosi per vinti hanno riempito il quartiere di manifesti in cui indicavano chi votare. Molinaro ha fatto di più, è l'unico candidato che gli elettori possono votare pur non essendo in lista: sorge il dubbio, tutto ciò è regolare? Si può forzare fino a questo punto la norma che consente di indicare un alias?

Molinaro e Oddo

Stefano Oddo è un consigliere municipale uscente, nel suo profilo Facebook oltre all'infaticabile impegno sul territorio, sono frequenti e non nascosti i riferimenti ad un certo neofascismo, a Montemario è il "podestà" indiscusso della sede storica di via Assarotti del vecchio Movimento Sociale. Il mondo di potere che gira attorno, tra gli altri, ai Tredicine improvvisamente decide di puntare su di lui e diventa "alias Molinaro": il tutto sotto l'egida e la regia di Andrea Augello, vera testa d'uovo del consenso a Roma che vuole provare con Marchini il blitz che gli riuscì (le conseguenze le stiamo ancora pagando) con Gianni Alemanno. Un king maker di razza che è tra i responsabili dell'arrivo in pancia alla Lista Marchini di personalità di così alto lignaggio (un altro responsabile è Luciano Ciocchetti, altro portatore di soggetti di altissima qualità nelle liste del povero Marchini...).

Intanto il profilo Facebook di Fabio Felice Molinaro è quasi commovente, aiuta due giovinetti nella tremenda campagna elettorale, li supporta negli sforzi, poi però comunque dice: "Tranquilli c'è Molinaro".

Quanti voti riuscirà a prendere Oddo? Supererà le circa 800 preferenze della volta scorsa? Il trucchetto per sommare i voti di due candidati funzionerà? Verrà ancora una volta eletto? Quanti consiglieri riuscirà ad eleggere la Lista Marchini, alleatasi con questi personaggi, nel Municipio XIV? Quanto peso specifico questo sottobosco riuscirà a conferire, nel mondo che gira attorno a Marchini (ancor di più ad un Marchini eventualmente sindaco), a Andrea Augello? Risposte tra una settimana, brividi già fin da oggi.

33 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

Marchini grande delusione. Aveva illuso nella proposizione di qualcosa di nuovo ed invece...

Anonimo ha detto...

Mutande e coratella per tutti.......

Anonimo ha detto...

In pratica con Marchini renderanno edificabile anche l'area del foro romano.

Anonimo ha detto...

Atac, svelata la truffa delle gomme: forature contate (e pagate) più volte
Il funzionario Alviti e i vertici della Gommeur indagati a Teramo: gli stessi pneumatici da sostituire venivano fatti risultare in diversi depositi gonfiando le necessità di sostituirli

Come nel gioco delle tre carte, i pneumatici scoppiati fatti girare da un deposito all’altro. E così giustificavano ripetute fatture di sostituzione. Il mistero delle 10mila gomme cambiate senza spiegazioni ai bus dell’Atac trova una soluzione inattesa a Teramo.

Nei giorni del dossier portato dal nuovo dg Marco Rettighieri in procura, altri magistrati, per vie separate, arrivavano alla conclusione sulla quale si sono avviati i colleghi capitolini aprendo un’inchiesta per truffa aggravata.

Succede che la Gommeur srl, oltre al contratto di fornitura con Atac, ne ha uno analogo con Arpa - Autolinee regionali pubbliche abruzzesi. Indagando su quest’ultimo, la Guardia di Finanza di Giulianova e il pm teramano Stefano Giovagnoni hanno portato alla luce il meccanismo di truffa a danno delle due aziende di trasporti. Lo stesso lotto di gomme danneggiate risultava in più depositi. A vantaggio della Gommeur e a scapito dell’Atac o dell’Arpa. I dati della azienda romana segnano una differenza di quasi diecimila pneumatici tra quelli sostituti e quelli che il data base interno segnalava come non più utilizzabili nel triennio 2013-2015.

Anonimo ha detto...

l’Inchiesta
Confcommercio, 9 anni di corsi finti
Manager indagati per falso e truffa
Compensi per docenze fantasma e rimborsi spesa per esigenze «professionali»: in realtà gite in famiglia. Conflitti di interesse a pioggia, sperperi e conflitti d’interesse

Compensi per la docenza di corsi fantasma. Rimborsi spesa per esigenze teoricamente professionali: in realtà gite in famiglia. Conflitti di interesse a pioggia.


Dalla contabilità della neo-commissariata Confcommercio romana sta uscendo fuori di tutto un pò. E quello che esce impensierisce (o dovrebbe) il governatore del Lazio, Nicola Zingaretti che, da una prima scoperta investigativa, sarebbe la vittima numero uno di una truffa che va avanti dal 2007. Soldi stanziati per seminari e tutoring a giovani imprenditori, mai effettivamente formati. Protocolli d’intesa istituzionali piegati a esigenze personali. Fondi europei serviti a gratificare lo stesso giro di soliti noti.

Come si legge nel decreto di perquisizione, gli indagati, grazie alla posizione ricoperta, «avrebbero formato falsamente la documentazione attestante spese sostenute per attività di docenza e tutoraggio in tutto o in parte fittizie».

Anonimo ha detto...

Prigioniero dei mutannari.

Anonimo ha detto...

Mai come questa volta sarà importante vigilare su questi personaggi se dovessero essere eletti.

Ogni minima irregolarità dovrà essere denunciata fino a rispedirli a casa.

Anonimo ha detto...

Praticamente con Marchini sta tornando tutta l'armata che girava intorno alla giunta Alemanno, armata che in caso di ballottaggio della Meloni si sposterà in massa da quella parte. Cosa è cambiato da Mafia Capitale? siamo peggio della Sicilia dei corleonesi.

Anonimo ha detto...

Questo paese non si salva

Anonimo ha detto...

Disgustoso, raccapricciante, vomitevole, penoso, incivile, criminogeno....


Vabbè, sulla Treccani ci sarà pure qualcosaltro,
il concetto è chiaro,

ma non fate PUBBLICITA' a 'sto LAIDUME

Anonimo ha detto...

Volevo votare per Marchini, poi quando ho scoperto che anche lui ti risponde su twitter.....o meglio risponde alle persone , compresi manager, che stanno dietro al blog...ho deciso di votare altrove!

Anonimo ha detto...

Meglio non votarlo, farebbe la fine di Alemanno: tenuto per los cojones dai bancarellari.

Anonimo ha detto...

Che vuol dire la frase che si legge in questo blog "Non è colpa nostra(...)se Alfio alleandosi con Forza Italia e con La Destra abbia così legato il suo nome al peggio del peggio dell'immondizia politica della città (non che il Pd, Sel e quant'altri siano da meglio intendiamoci..."? Peggio, che ormai sta per peggiore, vorrebbe significare che i Marchini's boys arrivano primi nella gara dell'immondizia, punto e basta. Ma nel vostro linguaggio allusivo si aggiunge per inciso che anche gli altri competitori fanno schifo alla pari,quindi quelli della Lista Marchini non sono peggiori ma come gli altri. Il gioco di parole però serve per lasciare intendere che è tutta feccia, Centrodestra e Cenrosinistra pari sono, meno quelli dell'antipolitica, i dipendenti dell'azienda lombarda Casaleggio Associati. Così Rfs sta rincoglionendo i suoi seguaci con la faccenda di bancarellari e parcheggianti, addestrandoli al linguaggio malavitoso dei medesimi bancarellari (turpiloquio e minacce che qui abbondano sulla bocca degli 'onesti')per tirare la volata alla ragazzetta dello Studio Previti (tutti si immaginano che il volpino Previti abbia scelto una tirocinante per puro caso, giusto perché nessuno voleva lavorare nello studio di Via Cicerone, accontentandosi di quello che sfornava quell'anno l'università di Roma, ah ah ah!). Allora quando la ragazzetta dello Studio Previti, quella della scenetta comica "aoh, ce so' i viggili che stanno a fa' le multe"), sarà sindaco di Roma, altro che bancarelle e porchetta, se ne verrà giù la città per spaventosa insipienza, ma magari si potrà girare comodamente in bicicletta tra le macerie di una metropoli. Rancorosi di Roma unitevi per fare questa bella frittata!

Anonimo ha detto...

Pd e mafia rassegnatevi, i tentativi di ostacolare il cambiamento tipo quest'articolo sono gli ultimi fuochi di un'era che sta per finire, Alfio sbrigati e libera Roma dall'incuria e dal malaffare

Anonimo ha detto...

AHAHAHAHAHAAH!!!!!! si sarà proprio Arfio a liberare Roma dal malaffare...proprio come doveva fare Alemanno nel 2007...AHAHAHAHAHAH...si come no??!!!! AHAHAHAHAHAHAHA.........

Anonimo ha detto...

Anonimo delle 10:41 guarda che non è un mistero che RFS faccia il tifo per Virginia Raggi... non è che hai dovuto interpretare un messaggio sibillino nascosto tra le righe... RFS grida ai quattro venti da tempo che nell'attuale panorama elettorale romano l'unico vero punto di rottura con le vecchie cricche è il voto al M5S e non può non trovare d'accordo centinaia di migliaia di cittadini esasperati dalle ruberie venute alla luce da poco ma conosciute da sempre! davvero pensi che la favola dello studio previti o quella della scenetta comica "aoh, ce so' i viggili che stanno a fa' le multe" come dici tu possa scalfire l'ormai granitica convinzione di tutti coloro che desiderano vivere in una città diversa che il 5 giugno bisogna fare una grande croce su Raggi? Sarò felice di muovermi in bicicletta tra le macerie della metropoli che, così per ricordarti la verità, le hanno lasciate gli attori della politica romana attivi fino ad oggi.

Anonimo ha detto...

le persone dietro al blog tifano un pò per tutti e per nessuno. Usano un lingiaggio astuto tipico della prima repubblica a cui aggingono, non di rado, definizioni da querela. Marchino può andar bene ma se fa allenze con questa gente diventa merda...come dire prendine le distanze e ti faccio votare dai polli che mi seguono .

Va detto che il blog tiene soprattutto per Giachetti, facile da controllare e manovrare. La Raggi sarebbe un problema soprattutto per i poteri partitici dei vertici. Anche Marchini come dicevo potrebbe andar bene. Mentre il vero problema sarebbe la Meloni, indipendente e senza paura. In questo caso l'imbarazzante blog comincerebbe con post demenziali ripresi dalla peggior stampa romana. Vedrete se vincerà la Meloni i progetti di alcuni andranno in fumo!

Anonimo ha detto...

12:59
Se vince la Meloni!!!!???

AAAArrrrgh...!!!
Ma non era dello stesso partito di AleDanno?

Al Sistina è pronto il nuovo (tragi)MUSICAL.

"Aggiungi un posto all'ATAC...
C'è un camerata in più"

Anonimo ha detto...

Sono pienamente d’accordo con l’anonimo delle 12,27. Non se ne può più di questa storia dello studio Previti e della Raggi. La cricca dei politici s’attacca proprio a tutto: Previti è un avvocato famosissimo, chiacchierato ma bravo (non come ‘sti politici che sono una massa di fannulloni), condannato a un bel po’ di anni di galera ma intelligente (non come ‘sti politici che sono scemi e si fanno mesi di carcere preventivo ma non arrivano mai a una sentenza), magari non sarà uno stinco di santo (e chi è onesto a questo mondo, solo i santi), e magari la faccenda di quando era stato nominato tutore di una ragazza minorenne erede della villa di Arcore e lui fece far l’affare a Berlusconi dandogliela per poche lire alla faccia della ragazza da tutelare non è proprio esemplare (ma vuoi mettere con quei delinquenti che parcheggiano in doppia fila), insomma stiamo a parlare di un avvocato furbissimo, che mosse i primi passi nella natia Calabria e arrivò a Roma divenendone il re dei legali (e forse della legalità). E allora, dov’è il problema? Sicuramente in questo studio legale di primissimo piano quando cercano un giovane laureato come praticante fanno le cose in regola, niente raccomandati, nessuno della loro cricca, degli amici degli amici, niente, crepassero di rabbia gli aspiranti avvocati pronti a far le carte false per ottenere un posticino in quello studio, qui si guarda al voto di laurea, alle graduatorie e soprattutto all’onestà. E’ il motto dello studio: “onestà, onestà, onestà!”. Per cui quando si è presentata la candida Virginia Raggi, bussando alla tana del lupo, ci immaginiamo che anche il vecchio Cesare Previti si sia commosso e abbia esclamato: è lei la ragazza che fa per noi. Ecco, facciamo nostro lo stesso grido. Che ci importa se una che esce da quell’ambientino non promette niente di buono, che ci frega se l’onestà sbandierata puzza di truffa, che ci importa delle scenette dei pizzardoni che mettono in fuga i suoi elettori, noi siamo esasperati, non campiamo più con le bancarelle, quelli che vendono le mutande proprio no, non parliamo di quelli che vendono i gelati con i pulmini di cattivo gusto, altro che sindaci preparati, competenti, ce ne strafottiamo noi plebe di Roma della competenza (parolone della cricca dei politici), dateci Raggi & Previti, dateceli subito.

Anonimo ha detto...

Ammazza che panza Molinaro!

Anonimo ha detto...

Ma allora se la Raggi era così ammanicata con Previti tanti tanti anni fa, perchè non ha continuato la carriera in quello studio?

Anonimo ha detto...

Acuto l'anonimo delle 2,21! "Se la Raggi era così ammanicata con Previti perché non ha continuato la carriera in quello studio?", questa la domanda folgorante. E' vero, ecco la prova che la povera Virginia è passata lì per caso. Tanto è vero che poi lo ha pure taciuto ai suoi elettori.I quali, poveretti, onesti come sono, anche con se stessi, adesso si tormentano la coscienza con interrogativi sulla carriera interrotta della giovane signora. Già, perché non è rimasta in quello studio? Certamente avrebbe fatto meno danni. Ma magari, non era granché neanche come avvocato, l'hanno provata: simpatica, di buona volontà, qualcosa le hanno insegnato, buona fortuna. E noi ce la dovremmo prendere per sindaco?

Lanzo ha detto...

La Raggi (non sono grillesco) mi pare che abbia qualche idea - La Meloni (che amo a pelle) che propone ?
In effetti sono indeciso tra ste due arpie.
Giachetti - con la faccia da paraculo finto proletario mai avra' il mio voto

Anonimo ha detto...

Aoh, a spiritoso dell'1,39, ma chi voi cojonà? Tu sei una scimmia di trolly, un servo della casta, un lucidatore della Ferrari di Marchini, un procacciatore di felpe per Salvini che è il mandante della Meloni, sei un lacché di Casa Pound, uno sguattero di Casa Céline, la vajassa di mezzo mondo, ma ce lo sai perché Virginia entrò nello studio Previti, eh, ce lo sai brutto infame perché? Lo fece per studià quel mondo losco, lei si mimetizzò da avvocato del suo giro ma dentro era pura, lo fece per la causa. Tu sei troppo corrotto, non puoi capire certe cose sublimi, tu non puoi neppure sentire la poesia di Roma che si prepara ad avere come sindaco una ragazza che ha attraversato il mondo dei peggiori senza lasciarsi lordare neppure un pochettino. Questa è una santa vergine, io l'ho intuito subito, Virginia appunto, e ho detto tutto.

Anonimo ha detto...

Ma come li vedreste 20 anni di commissariamento di Roma ad amministratori pubblici svizzeri ???
Guardate le strade in Kanton Tessin:

https://www.youtube.com/watch?v=SjeZ9KYZdes

Il 5 giugno non votate nessuno e chiedete il commissariamento agli svizzeri.

Anonimo ha detto...

@ coglione anonimo delle 10:41:
Basta con questa storia dello studio previti, io ho lavorato 12 anni per cerroni (malagrotta, ti dice qualcosa?) eppure nello stesso lasso di tempo avrò preso al massimo un paio di multe. ha fatto il praticantato lì, e allora? è rimasta infettata?
la madre dei deficienti è perennemente incinta.

Anonimo ha detto...

Masticazzi di Previti! Il problema è che la Raggi e la sua squadra sono di un'ignoranza sconvolgente. Sarebbe come far governare Roma da gente presa a caso dalla strada. Onesti (almeno sulla carta), ma senza una preparazione degna di una capitale del G7.

Anonimo ha detto...

per coglionissimo anonimo delle 4,27
Io ho lavorato vent'anni per Al Capone e non mi hanno fatto neppure una multa una.
Il problema della Banda degli onesti a cinque stelle (chi ha lavorato per Previti, chi per Cerroni, chi per Caltagirone)è che loro dovevano pur conquistarsi un posto al sole, che per fare il praticantato non si guarda in faccia nessuno, che si prende la palla al balzo senza tante storie, che insomma c'avevano famiglia e dovevano farsela, ovvero proprio le stesse argomentazioni dei bancarellari e degli abusivi che a parole tutti i frequentatori di questo blog disprezzano con veemenza. Ma allora sapete che vi dico: meglio, molto meglio i figli di puttana senza troppe ipocrisie, che sanno almeno come muoversi nel mondo, piuttosto che i loro assistenti con i toni insopportabili di santarelline, ignoranti come cocuzze, senza un filo di esperienza, capaci solo di riempirsi la bocca della parola onestà.

Anonimo ha detto...

Ahah invece gli altri hanno una cultura e un'esperienza....ma per favore va

Anonimo ha detto...

E allora tenetevi i figli di puttana e che v'inculino a sangue definitivamente a voi e ai vostri figli nei secoli dei secoli Amen!

Anonimo ha detto...

Poro Marchini, ridottosi a fare da scudo umano ai mutandari.

Anonimo ha detto...

Questo commentatore non si assume la responsabilità di ciò che ha inserito nel commentario.

Anonimo ha detto...

Signor CLAUDIO TRANI

Ciao a tutti

Lasciate che mi presenti onorevole CLAUDIO TRANI, speciali dotate di un certo fondo per la soddisfazione delle esigenze della popolazione italiana, spagnolo o Portoghese ecc... e questo a causa del mio fegato buono, quindi non grave non la briga di leggere me. Sono visti purtroppo che negato crediti dalle banche per varie cause. Tu sei speciale, onesta e di buon carattere. Si avere un reddito che può permettere di verificarsi presso i pagamenti mensili. Altre preoccupazioni sono un individuo con un capitale di circa 300.000 euro che voglio mettere a vostra disposizione sotto forma di prestiti rimborsabili per un periodo massimo di 20 anni ad un tasso che varia da 2% a seconda della quantità richiesta e la durata del rimborso. Verrà chiesto di fornire alcune parti.
Propongo senza alcun impegno da parte vostra, la vostra situazione.
State cercando un prestito: immobiliare, lavoro, consumo, riscatto dei crediti.
Perché non farlo con un professionista che ha condizioni preferenziali.
Studiare insieme la vostra situazione e vedere cosa possiamo fare.
Siamo anche interessati ad investire nelle seguenti aree
* Agro-industria
* Edificio (industriale, commerciale, residenziale)
* Turismo e Ristorazione
* Mine e sfruttamento di olio
* Piccole e medie industrie
* Trasporto (stradale, marittimo e aereo)
* Prestito a finanziamento a breve, medio e lungo termine.

Ci sono tecnici in tutte le aree, nonché pronto ad per essere investite risorse finanziarie.
Quindi tentare la fortuna scrivendo a me.
Grazie per la vostra comprensione e buona volontà contattatemi su e-mail: claudio.trani27@gmail.com se sei davvero bisogno. Per precisione posso confermare con certezza che non hai nulla da pagare prima di ricevere il contratto di prestito firmato.

Grazie ancora... claudio.trani27@gmail.com

Saluti. CLAUDIO TRANI.

ShareThis