Tante foto da Arco di Travertino. Dopo 2 anni e mezzo il nuovissimo mega capolinea interamente devastato

19 maggio 2016



























Vi mando una serie di foto, da me scattate il giorno sabato 30 aprile 2016, a testimoniare la miserevole ed apocalittica situazione della fermata Arco di Travertino, della linea A della metro capitolina.
A meno di tre anni da quella che era stata inaugurata come una fermata modello (novembre 2013), ecco quello che ne rimane.
Graffiti ovunque (e ci mancherebbe). Barboni che dormono su materasso matrimoniale, difronte il grande capolinea ATAC! Pavimentazione distrutta. Fioriere con piante secche. Le strutture che avrebbero dovuto ospitare esercizi commerciali, biblioteche e addirittura una Asl, abbandonate e lasciate alla sporcizia e all'incuria. Il parchetto con giochi per bimbi, completamente trascurato e in balia del proliferare delle piante infestanti
La splendida (durante l'inaugurazione) piscinetta a cascata oramai miserabilmente devastata e ridotta a pattumiera, senza più acqua a scorrere.
Mi chiedo: ma cosa abbiamo fatto di male, noi romani, per dover subire tutto ciò? di chi è effettivamente la colpa? di chi non controlla o del cittadino che non rispetta nulla?

Grazie di esistere e continuate la Vostra battaglia.
Cristiano

24 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

bella merda... ma i famosi addetti di stazione, che passano la giornata a grattarsi il c. dentro i gabbiotti, dare una spazzatina, innaffiare le piante, no? Costa fatica? Non gli compete?

Anonimo ha detto...

C'e' gente che lavora a Roma....

Lorik ha detto...

Questa città FA SCHIFO e questo mi rende triste....

Anonimo ha detto...

Dove passano i romani non cresce piu l'erba... Ah no, quelli erano i barbari unni...

Anonimo ha detto...

ma come di chi è la colpa? ma che domande sono queste, ognuno di noi sa che la colpa è di renzie e del pd, partito dei delinquenti.
ma la soluzione a ogni problema è votare grillo e la raggi

Anonimo ha detto...

Vigilanza e manutenzione, nessun contratto dovrebbe essere stipulato dal Comune di Roma senza queste 2 clausole.

Anonimo ha detto...

Ringraziamo chi ha depenalizzato tutto il possibile.
Se anche ci fosse l'intero reggimento Tuscania dei carabinieri li' presente, non potrebbero fare una mazza contro vandali, graffitari, defecatori etc, etc. Gli unici a rischiare di andare in galera sarebbero loro se solo osassero anche alzare la voce.....

Anonimo ha detto...

Il degrado e lo schifo che abbiamo qui non credo abbia eguali nell'Europa occidentale. I parassiti inetti del Comune andrebbero mandati nelle piantagioni d banane con tutto il marciume umano di chi dovrebbe amministrare la citta', pagati decine d migliaia di euro

Anonimo ha detto...

Buona parte della colpa è vostra, di voi romani.

Rom ha detto...

Italia paese di colioni ahahaha, ve fate ruba tuto da noi rom, ma importante pe voi e' anda magna pesce bono de sabato a ristorante co machinone ahahahah

Anonimo ha detto...

mo ce pensano i 5 stelle a sistemare tutto.

Anonimo ha detto...

La colpa è innanzitutto di chi avrebbe dovuto far funzionare la struttura e, in secondo luogo, dei cittadini che si limitano a lamentarsi, ululare e berciare senza prendere in mano la situazione. Occupare e autogestire nell'interesse dei cittadini, ecco una soluzione auspicabile; certo, è più impegnativo della lamentazione.

Anonimo ha detto...

Si vede che ai romani piace cosi'. E' un trattamento sistematico che viene riservato a tutti i beni pubblici, vuol dire che riflette i gusti dei romani e si vede anche che a loro piace vivere cosi', nel degrado.
E poi dove sono i difensori a spada tratta delle GUARDIE GIURATE che non perdono un'occasione di ricordaci cosa non sia di loro competenza. Ebbene, avete piu' volte detto che il loro lavoro e' tutelare i beni mobili e immobili della societa' che li paga, ma mi sembra palese che... neanche questa sia di loro competenza. Oppure non fanno un cazzo dalla mattina alla sera che candy crush e' molto meglio e poi non sai mai rimedi qualcosa su Tinder. Delle due l'una.

Anonimo ha detto...

NERONE WAS RIGHT

Anonimo ha detto...

Tradotto in termini semplici per la maggior parte dei romani:
a) ciò che è pubblico è dello stato
b) lo stato è un nemico oppressore
c) distruggere i beni del nemico è bene
d) il vicino che evade è uno che ha fregato il nemico
e) in definitiva sono la macchina che guido perché non c'è nient'altro di interessante in me, altrimenti non mi farei il suv
f) creò il degrado per avere qualcosa di cui lamentarmi con lo stato perché considero i lamenti la mia arma contro di lui
g) se anche il degrado mi disturba è colpa dei non-romani
h) mi lamento perché chiunque sia al governo non si sistema tutto agitando la bacchetta magica che sicuramente le multinazionali gli impediscono di usare (anche se alla fine basterebbe che tutti tenessero pulito il metro di marciapiede di fronte al proprio portone)

Anonimo ha detto...

Mi fa piacere che "Romafaschifo" abbia pubblicato un pezzo sulla Piazza Coperta di Arco di Travertino. Siccome mi occupo della questione da qualche anno, con un gruppo di cittadini, colgo l'occasione per segnalare che per evitare che la struttura resti abbandonata al degrado, e per far sì che all'interno siano collocate strutture sociali (ad esempio, ambulatori ASL), ho presentato a giugno 2014 una petizione con oltre 500 firme al Gabinetto del Sindaco. Chi è interessato a saperne di più può leggere gli aggiornamenti sul mio sito www.guglielmocalcerano.it oppure contattarmi tramite il mio profilo Facebook. Grazie, Guglielmo Calcerano

Anonimo ha detto...

I am resident president, I'm the fifth element...che vi ricorda?

Anonimo ha detto...

Aho, a Caporaso, bloccame sta cappella.

Anonimo ha detto...

Purtroppo gran parte dei commentatori non capisce che qualsiasi struttura in qualsiasi parte del mondo, se lasciata all'incuria e senza costante manutenzione, diventa così. Non è che in Germania o in Francia le mattonelle non si rompono, le piante non si seccano e non invadono gli angoli delle strade, non ci sono centrisocialari con la bomboletta, non si accumula la sporcizia per strada (specie dove si riuniscono senzatetto a bere tavernello). Non è una prerogativa dei romani. La differenza è che in Germania gli operatori della metro non passano la giornata a chiacchierare e quando una mattonella si rompe, la sostituiscono immediatamente; quando appare una scritta, la cancellano immediatamente; innaffiano le piante e spazzano per terra. Il problema è sempre il solito: il dipendente pubblico romano non vuole faticare.

Anonimo ha detto...

ognuno ha quello che si merita, italiano ladro e menefreghista, mafioso e arrogante, incivile e cafone, imparate dai popoli del nord che hanno più rispetto delle cose altrui!

Anonimo ha detto...

Romani, rumeni, non c'è poi tanta differenza, anche se forse Bucarest è più ordinata.

Anonimo ha detto...

Ma perché qualsiasi cosa che venga costruita in questa città va sempre in malora?

Criss ha detto...

A Bucarest il PIL è 1.8. Forse sono non solo ordinati ma anche puiù intelligenti. Infatti i falliti vengono tutti qui.

Secutor ha detto...

Infatti i candidati BABBEI che straparlano di OLIMPIADI, FUNICULARI, STADI e altre idee MIRABOLANTI.....nessuno vede il vero primo cancro di Roma ....il VANDALISMO diffuso abituale sistematico che colpisce tutto e tutti indisturbato autorizzato incontrastato unito al kaos veicolare delle macchine....NESSUNO ha le PALLE per sradicare il fenomeno dei writers dei vandali che tutti i giorno si occupano a devastare Roma.....insieme a un traffico automobilistico selvaggio e prepotente fatto di parcheggi senza regole senza il minimo rispetto altri.......silenzio assordante dei candidati sindaci che pensano alle ruote panoramiche me non dicono che TUTTO in poco tempo in questa città viene sistematicamente VANDALIZZATO !

ShareThis