Il più importante percorso giubilare di Roma nell'Anno Santo. Ecco in che condizioni è Carlo Felice

23 maggio 2016

















Potrebbe essere un posto ideale per passare un po' di tempo all'aria aperta, per far giocare i  bambini, per rilassarsi. Ma la situazione attuale rende impossibile anche solo fare due passi in Via Carlo Felice, la strada che collega le basiliche di San Giovanni e di Santa Croce in Gerusalemme, senza provare una profonda indignazione per il degrado. 
Il fatto è che questa via sembra esercitare una attrazione invincibile per tutti coloro che vivono di espedienti, rubacchiando e trafugando oggetti dai cassonetti dell'immondizia. E che poi questi oggetti cercano di smerciare in mercatini immondi, che nascono all'improvviso e durano un paio d'ore, sempre pronti a smobilitare al primo passaggio di una "volante". Non c'è niente da fare: appelli, mobilitazioni, querele, manifestazioni. Sono decenni che va avanti questo tira-e-molla. Che funziona così: i mercatini immondi prosperano e si moltiplicano; ad un certo punto i  cittadini non ne possono più e (ri)cominciano a protestare; le autorità cittadine e di pubblica sicurezza non possono ignorare gli appelli e allora appaiono finalmente le pattuglie di Polizia, Carabinieri o Vigili Urbani. Così, per un po' di tempo, i mercatini immondi scompaiono. Poi però, cessato l'allarme e tornata la normalità, dopo qualche settimana si ricomincia da capo, con l'ignobile parata. La mattina presto, la sera tardi, nel pomeriggio; tutti i momenti sono buoni.  Magari, persino la domenica. Sarebbe  interessante scoprire dove (e come) nascono certi "passaparola". 
Le foto sono state scattate tra le 11 e le 13 di domenica 22 maggio, appunto nei giardini di Viale Carlo Felice, e mostrano i "resti" dell'immondo mercatino. Che, ovviamente, si aggiungono al "normale" degrado del piccolo spazio verde, con le sue buste e bottiglie di plastica gettate sul prato, lattine, bottigliette etc. Con le aiuole che non vengono curate mai da personale attento, premuroso, competente, intenzionato a fare un buon lavoro. E' davvero una bruttissima figura quella che facciamo tutti i giorni, con le migliaia di turisti e pellegrini del Giubileo che percorrono Viale Carlo Felice, magari provenienti da una di quelle città europee dove gli spazi verdi sono mantenuti e puliti con grandissima cura, rispettati e apprezzati dai cittadini.
Marco

21 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

Questa è la fotografia non solo di via Carlo felice ma di tante altre zone anche centrali di Roma.il perché francamente non lo capisco più...spazzini assenti e fannulloni,zingari,romani sporcaccioni....tanto sta che ormai non se ne può più. È diventata una città assurda!!!!

Anonimo ha detto...

Leggo sul loro sito che Virginia Raggi vuole incentivare i mercatini dell'usato. Sperando che poi puliscano, visto che l'obiettivo è rifiuti zero.
Nello stesso la proposta sui pannolini lavabili.
Non so cosa propongano gli altri candati sulla pulizia della città, ma se questo è tutto non c'è da stare troppo allegri...

http://www.beppegrillo.it/2016/05/romaversorifiutizero_con_virginia_raggi_sindaco.html

Anonimo ha detto...


Quanti sono i dipendenti AMA ?
Quanto si spende in personale AMA ?
Quante strade sono pulite e lavate quitidianamente ?
Quante contravvenzioni sono elevate a chi sporca ?

Anonimo ha detto...

Il centro di Roma è una pattumiera. Il servizio non funziona. Come vogliono farlo funzionare i candidati ?
Ho letto il link ma la Raggi mi pare dire nulla su questo punto.

Anonimo ha detto...

Incivile è chi sporca.
Ma se la sporcizia resta giorni incivile è anche chi - pagato per pulire - non pulisce.

Anonimo ha detto...

La Raggi mette molta attenzione sul ciclo dei rifiuti (riciclo, riuso etc..) ma poca sulla pulizia delle strade. Deve migliorare. Giachetti non so perchè ancora non ha un programma.

Anonimo ha detto...


Che senso ha prendersela con gli stranieri ? E allora i commercianti italianissimi che riempiono le vie del centro di immondizia, la quale staziona molto tempo prima che passino i mezzi AMA ?
I cittadini italianissimi di Testaccio che hanno messo in mezzo alla pubblica via i cassonetti dei loro cortili privati perchè dissentono cone le modalità della differenziata porta a porta ?
Mi pare che la gara di inciviltà sia vinta a pari merito...

Anonimo ha detto...

Con l'arrivo dell'estate la spazzatura in strada farà un bello sfondo per le foto dei turisti, altro che rifiuti zero. Qui di zero c'è solo la voglia di lavorare

Anonimo ha detto...

Si, giusta la denuncia ma poi bisogna andare oltre. esiste un municipio ? quale dirigente è preposto in Ama a quel settore della città ? Bisogna comonicare a fare queste domande, dopo la sacrosanta denuncia.

Anonimo ha detto...

ci vorrebbero i manganelli della Rendorseg di Orban..............

Anonimo ha detto...


C'è di peggio. Ad esempio i marciapiedi a Prati imbrattati con cerchi colorati per indicare un percorso giubilare dalla metro Lepanto (ribattezzata assurdamente Vaticano) e il Vaticano stesso. Kilometri di vernice pagati da noi.

Anonimo ha detto...

Servivano i percorsi giubilari a scoprire che Roma è una grande discarica ?
Dice il tg3 : "il tuo quartiere non è una discarica". Esatto, l'intera città lo è .

Anonimo ha detto...

Qualcuno ha notizia degli ottomila dipendenti ama e delle ditte che svolgono attività esternalizzate ?

Anonimo ha detto...

Sono tutti ansioni di mettere le mani su questi carrozzoni, anzichè chiuderli e mettere tutto a gara.

Anonimo ha detto...

è evidente sono i mercatini del piddì

Anonimo ha detto...

Vivo a san lorenzo che , da quando è iniziato il porta a porta ed hanno tolto i cassonetti, è 24/7 una discarica a cielo aperto ......ma guarda caso l'unico marciapiede sempre pulito , adesso come prima, è quello a via degli apuli davanti all'esercito della salvezza il cui personale ogni mattina non solo lo pulisce ma anche lo LAVA.
Il perchè ? loro hanno avuto la riforma ,noi la controriforma ;loro hanno avuto Lutero e Calvino noi abbiamo bruciato vivo Giordano Bruno.
Buonanotte!!!!

Anonimo ha detto...

Su a Roma una bottiglia di plastica viene gettata in un marciapiede il tempo di recupero e di qualche mese, se la stessa finice nel praticello a 20 cm dal marciapiede tempo di recupero qualche anno, il tutto facendo previsioni ottimistiche.....

Anonimo ha detto...

Giubileo della Misericordia = 0 turisti a Roma. Ogni comunità lo celebra a casa propria.
Se roma fa schifo è colpa dei romani che sporcano e dei romani pagati per pulire che non lo fanno.
S.P.Q.R. sono patetici questi romani

Anonimo ha detto...

Che fine orrenda sta facendo questa città e chi si candida a fare il sindaco non ha nessuna preparazione per poter ribaltare questa miseria in cui siamo finiti!

Anonimo ha detto...


Finanziamento rapido e serio

Ciao signore e signora
offro di prestito tra privato molto serio e molto rapido per regolarizzare la vostra vita, avete necessità di denaro, siete schedati, non accesso al credito di banca, o non avete il favore di una banca, avete bisogno di finanziamento per la vostra costruzione, progetto t immobiliare, creazione della vostra impresa, risalire la vostra attività personale, avete desideri a realizzare e necessità di fondo, una cattiva cartella di credito o necessità di denaro per pagare
fatture, o debiti, formiamo un gruppo di socio ed accordiamo qualsiasi somma, e la mia durata di rimborso
si studia. Contatta per ampio d'informazione: davila.delcaprio@outlook.fr

Anonimo ha detto...

Questa è la nazione del pd, questa è l'Italia che vuole l'Europa, questa è la nuova cultura che propugna la Chiesa.
Vota contro il pd, qualunque cosa, vota no al referendum.

ShareThis