Marciapiedi, piante, edicole. Tutto lo schifo attorno a Piazza della Repubblica. E gli alberi sono ad oggi un pericolo pubblico notevolissimo

27 agosto 2013









Vi segnalo la situazione di degrado di via Vittorio Emanuele Orlando (tra Piazza della Repubblica e Largo Santa Susanna) dovuta all'attività dell'edicola, di aree non ripulite, la presenza di parcheggiatori abusivi, taxi che parcheggiano sul marciapiede della Fontana del Mosè, alberi tagliati usati come cestini, lavori del marciapiede che hanno rovinato il selciato di sanpietrini, lavori per le cabine telefoniche mal eseguiti, ecc.
In particolare i grossi alberi di quercia presenti nell'area sono fortemente attaccati da insetti del legno (Coleotteri Cerambicidi) e ormai deperienti. Le piante sono quasi secche e, come è già accaduto qualche mese fa (vedi foto), cadranno al suolo (le numerose larve scavano gallerie all'interno del legno che rendono instabile l'intera pianta). Sarebbe urgente un'intervento di riqualificazione dell'area con sostituzione delle piante. Anche le piante lungo tutta la via che porta alla Stazione Termini sono attaccate, io consiglierei di non camminarci sotto in giornate ventose...
Carlo

2 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

Dobbiamo aspettare qualche danno perchè qualcuno intervenga!

Anonimo ha detto...

da aggiungere al già segnalato degrado urbano anche il cartellone pubblicitario 3x2, di epoca alemanniana, installato a pochi metri dalla basilica di s. Maria degli Angeli.
un piccolo grande record della città di Roma: un cartellone pubblicitario a piazza della Repubblica!!!
si può essere praticamente certi di dire che è l'unica città del mondo ad avere un cartellone pubblicitario di grandi dimensioni (e di proprietà di una multinazionale) in un posto del genere.
Roma caput mundi!

ShareThis