Le incredibili storie di "divieto fisso". Guardate cosa succede su un'aiuola di Largo Tommasini

5 agosto 2013







Ogni giorno, quasi tutto il giorno, a Largo Tommasini c'è questa Peugeot 5008 che usa l'aiuola dello spartitraffico come se fosse il suo parcheggio.
Oltre a distruggere il prato (in una delle foto si può notare come la zona di verde distrutta coincida precisa precisa con la dimensione dell'auto), questo parcheggio criminale ostruisce completamente la visuale delle auto che arrivano, molto spesso a grande velocità (questo è uno degli ingressi della Tangenziale Est), da sinistra.
Dalle foto potrete notare che sono in tanti ad usare questa piazzola verde come un'autorimessa, ma il proprietario di questa Peugeot è quello più devoto e fedele, mai che parcheggi in un posto regolare, neanche ci prova...e secondo voi avrà mai visto una multa sul suo lunotto?

Lettera firmata

20 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

O ma voi lo sapete che da quelle parti nun se trova mai un posto che uno? Viva l'aiula allora! Fa bene a parcheggiarci, se nessuno gli rompe i finestrini della macchina.

Antonio Privitera ha detto...

Quindi fammi capire, finché uno non si incazza e sfascia la macchina uno può parcheggiare ndo je pare?

No, dico ma ti rendi conto di che cacchio scrivi?

Anonimo ha detto...

Si dovrebbero rompere le ossa a quel pezzo di merda che parcheggia così altro che i finestrini!

Anonimo ha detto...

Antonio, credo (e spero) che nel primo commento ci fosse un pizzico di ironia.

All'anonimo che suggerisce una cura ortopedica (mi affascina, lo confesso) chiedo: ma secondo te, se, tornato da una bella giornata di lavoro, questo testicolo, non trovasse la macchina e fosse costretto ad andarla a "ritirare" nel punto più distante da li e peggio collegato al prezzo di un paio di centinaia di Euro, che dici, il vizio lo perderebbe? (senza gravare sul SSN, per altro)

Anonimo ha detto...

Meno male che l'ultimo anonimo se n'è accorto... dell'ironia...
Siamo tutti dalla stessa parte e tutti vorremmo una città diversa ma se non stemperiamo ogni tanto, questo sito rischia di diventare una fonte di incazzatura quotidiana.

- L'anonimo del primo commento

Anonimo ha detto...

nell'illegalità diffusa, nella assenza di qualsiasi regola di educazione civica, spadroneggia incontrastato il coatto.
è proprio il suo habitat e in mezzo alla m.rda lui riesce ad emergere per doti sue naturali.
perciò questa città è stata ridotta in latrina...per far emergere i coatti cialtroni tamarri buzzurri e chi più ne ha ne metta

Anonimo ha detto...

Complimenti avete una vita veramente molto triste siete dei falliti!!! Pensate al parcheggio di questo povero Cristo che EVIDENTEMENTE puo parcheggiare solo li non fa male a nessuno non rompete i coglioni!!! Delle scritte antisemite contro i romanisti dei laziali comparse in Prati come mai non ne parlate? Quanno ve pare!
Laziale parto anale

Anonimo ha detto...

e l'ultimo commento del tifoso di turno dipinge perfettamente il quadro sociale di Roma e italiota.

Fulvius ha detto...

Ho guardato le immagini di Largo Tommasini su Google Street View e trovo che dipingano in maniera ancora più esatta la situazione, poichè risultano parcheggiate sul marciapiede e sull'aiuola in questione ben cinque auto, con in più una parcheggiata in maniera irregolare sul tratto rettilineo. Che dire? Non conosco esattamente la situazione parcheggi della zona perché non ci abito, ma a giudicare dal numero di auto parcheggiate irregolarmente, mi verrebbe da dire che il problema è proprio la mancanza di spazi di parcheggio.
Il punto è che in attesa di una soluzione "nordica", ovvero una rete di trasporti efficiente e una molto, molto più alta consapevolezza sociale ed ambientale della cittadinanza e di chi governa la città, 'ste benedette macchine da qualche parte si devono pure mettere. Detto questo, propenderei per una soluzione temporanea di tolleranza, ma con sanzioni per chi parcheggia in maniera decisamente sbagliata, poi se e quando la soluzione nordica arriva, si parte con le mazzate.

Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Anonimo ha detto...

Parlate tanto di inciviltà di male di Roma che fa schifo e poi leggo di gente che vuole sfregiare fiancate o distruggere finestrini ma io mi chiedo ma chi cazzo vi credete i paladini della giustizia???? Mamma mia che coglioni

Anonimo ha detto...

Da qualche parte le auto (anche la seconda e la terza) bisogna metterle... Si io propenderei per infilarle nel deretano del maggghinaro di turno...

beninteso in attesa di una soluzione nordica

Anonimo ha detto...

Ahahahahah quanto te rode avere solo un motorino e girare in metro! Noi abbiamo 4 macchine e non ti nego che una ogni tanto si è costretti a lasciarla anche sulle strisce ma non intralcia il traffico e il pedone pesaculo puo anche fare un metro in piu

Anonimo ha detto...

pesaculo ed hai 4 macchine...saranno contenti i benzinai e l'aci, non certo noi, occhio che poi ti fanno qualche regalino sulla fiancata a lasciarle male

Anonimo ha detto...

Boh. A me, per associazione di idee, vengono in mente quei pezzenti che si recano al teatro, o all'opera , e mi scaraventano la macchina sul marciapiede davanti al portone. "Guardi che a pochi metri ci sono un paio di garage". "Eh, il garage costa". Pezzenti. Appunto.

Anonimo ha detto...

tra l'altro dalle foto si nota pure che non è una piccola utilitaria quella ma un orrendo carrozzone altrimenti detto SUV super inquinante super ingombrante super brutto e pericoloso in caso di incidente.
li dovrebbero far pagare solo per circolare sti tamarri del c..zo

Anonimo ha detto...

Basta spargere chiodi a 4 punte, se vuoi parcheggiare prima devi toglierli tutti...
(ovviamente scherzo, penso anche al povero anziano che ci si infilzerebbe poi il piede sopra)

Anonimo ha detto...

Il coatto recidivo che ha sto orrendo e costoso carrozzone potrebbe prendersi un taxi invece di occupare spazio verde pubblico contraendo in più maniere al c.s.

Stefano ha detto...

Ma io mi chiedo: chi è questa gente che parcheggia dove vuole senza prendere multe? Perché le persone che conosco io (parenti, amici) quelle poche volte che si sono trovati a parcheggiare con mezza ruota sulle strisce pedonali o blu, o in curva o alla fermata del bus per 2 minuti e mezzo, si sono subito trovati la multa sul cruscotto.
Però forse è perché la gente che conosco io non ha amici fra i vigili urbani.

Antonio Privitera ha detto...

Mi scuso con il primo anonimo (anche se proprio non capisco perché non si possa firmare un commento con il proprio nome).

Troppa ironia per il 5 agosto!

Vabbè poco male...

ShareThis