Devastano la città di affissioni, ma l'assessore Berdini li elogia e aderisce al loro invito

21 luglio 2016

Tra gli ormai fin troppi inganni che questa, pur giovane, amministrazione ha somministrato ai propri cittadini e ai propri affezionati elettori c'è la sequela di bugie su nomine e giunta, c'è il racconto di una autonomia che non è purtroppo nei fatti (il sindaco non ha il potere neppure di nominarsi il capo di gabinetto che vuole, addirittura non può nominarsi il portavoce che vuole), c'è la trascuratezza con cui si è proceduto alla selezione della classe dirigente specie nei Municipi e nei territori, una trasandatezza che oggi presenta il conto con presidenti sovente inetti, con giunte imbarazzanti, con programmi risibili o al meglio scolastici e con situazioni al limite di ogni decenza e dignità come quelle, di cui molto abbiamo parlato, occorse nel XIV Municipio. 
Ma non è finita. Il raggiro più sottile è squisitamente politico. Una frode elettorale, così la abbiamo chiamata, bella e buona che prende i voti dei cittadini, carpisce la loro buona fede e porta quei suffragi altrove. Batti il tuo nemico e poi governi assieme a lui, come lui, regalandogli i voti che hai preso da chi non lo voleva al potere. Non su tutto, ma su molto questo sta succedendo: l'andazzo zapatista, antagonista, smaccatamente comunista suffragato da un consenso che invece ha votato per mandare a ramengo tutte queste porcherie di cento anni fa. 

L'esempio spudorato e inaccettabile, su questo, è Paolo Berdini. Il raggiro è personificato nell'assessore all'urbanistica. Comunista, orgoglioso di esserlo, amico dei movimenti antagonisti, rappresentante di una fetta di città tragicamente minoritaria, nemico di facciata dei palazzinari ma in realtà ostile alla trasformazione di Roma in una città contemporanea (come la vedeva il suo precedessore, Giovanni Caudo) cosa che - più di ogni altra - metterebbe i palazzinari in difficoltà, incapace di affrontare qualsiasi tema senza inzupparlo nella più retriva ideologia morta e sepolta quarant'anni fa. Ne abbiamo parlato tante volte e oggi ne riparliamo perché Berdini ha deciso di presenziare alla ennesima manifestazione\assemblea dei movimenti, tenutasi ieri in una piazza di San Lorenzo.


La cosa di per se sarebbe insignificante, insignificante anche nonostante la presenza dell'assessore. Le solite 100 persone (e siamo buoni), i soliti ridicoli discorsi contro il profitto, contro il privato, contro le "guardie" che sono "disgustose", contro il merito, contro la rendita (qui hanno abbastanza ragione, ma solo qui), contro la gentrificazione, contro il debito (che non va pagato), contro il "neoliberismo" (???), contro la proprietà (sul serio!), contro l'Ikea (davvero!!!), che peraltro oscurano anche il lavoro serio che alcune realtà cercano di fare. Minacce, istigazioni a delinquere, violenze belle e buone ("dobbiamo smettere di sopportare", "non appena ci sgombreranno daremo fuoco alle barricate") da parte di chi considera un sopruso lo sgombro verso chi non paga l'affitto. I soliti inni a Carlo Giuliani, quindici anni dopo.

Si tratta, in maniera molto sintetica, di un gruppo di centri sociali, siti web, spazi occupati, pagine Facebook, occupazioni a scopo abitativo il cui seguito reale, sommato assieme, non supera le poche centina di persone. Puro folklore in grado, tuttavia, di alzare la voce. In grado, tuttavia, di maneggiare denaro, di gestire finanze e risorse e di azionare i giusti contatti, di gestire le corrette amicizie.
Sono questi gruppi ad aver orchestrato un annetto e mezzo fa la incredibile macchina di diffamazione che raccontò questo blog come se fosse l'ufficio stampa segreto del Consorzio Metro C (!!!), ancora oggi quell'articolo meschino viene postato e linkato ogni qual volta qualcuno vuole tentare di screditare il nostro lavoro; sono questi gruppi ad aver organizzato una campagna di affissioni in cui si simulava truffaldinamente la discesa in campo di uno dei fondatori di questo blog. Si tratta di persone dotate di mezzi per colpire chiunque nemico, di figure che puntano al personale azionando meccanismi propri, in altre regioni, della criminalità organizzata. Noi, qui, siamo gli unici (non lo fa nessun partito politico - anche se in privato sono tutti d'accordo con noi -, non lo fa nessun giornale) a dire ciò che tutto pensano su questi personaggi. E ne paghiamo amare conseguenze: onestamente ogni giorno aspettiamo il prossimo scherzo che lorsignori vorranno predisporci. Se osi metterti contro di loro, la rappresaglia è sicura: è solo questione di tempo e di come decidono di modulare il loro squadrismo.

Dice: in piazza c'erano quattro gatti, ma almeno lo streaming avrà avuto migliaia di visualizzazioni? Ehm...

Pur non avendo assolutamente voti, pur non riuscendo a mobilitare che poche centinaia di persone, pur non avendo alcun seguito e alcun consenso, queste persone vogliono "decidere". Il loro slogan è "decide Roma", ma vogliono dire (e negli interventi durante l'assemblea lo ribadiscono ossessivamente) "decidiamo noi". Lo dicono chiaro: "non deve decidere l'amministrazione". Vogliono decidere pur non contando alcunché, a spregio di qualsiasi concetto di democrazia. Noi continuiamo a pensare che per quanto riguarda i beni comuni e per tutto il resto, decide chi vince le elezioni, non chi rappresenta gli interessi di potere, di ruolo, di posizionamento, economici di poche centinaia di persone incarognite. Viceversa è fascismo, un sguardo sul mondo che piace molto a queste realtà solo nominalmente di sinistra ma profondamente autoritarie. 

Intendiamoci, quando queste persone si sentono nel diritto di appropriarsi di un bene comune allorché questo è abbandonato una parte di ragione ce l'hanno. La battaglia, a livello concettuale, non è sbagliata di per se. Ma la battaglia non può essere attuata per tutelare chi è arrivato per primo, chi è stato più dritto e più veloce e ha occupato, la battaglia deve essere quella di spingere le amministrazioni in prima battuta a valorizzare quegli spazi e in seconda battuta, non potendolo, ad assegnare gli spazi abbandonati previo bando, oppure a valorizzarli in modo tale che con le risorse derivanti si possa poi investire. Magari proprio sul sociale. 


La recrudescenza di questi personaggi (che fino a qualche anno fa, quando Mafia Capitale spadroneggiava, stavano zitti zitti godendo di privilegi assurdi e di pelosa tolleranza totale assicurati loro dalle giunte Alemanno, Rutelli e Veltroni), è dovuta ancora una volta ai due anni del sindaco Ignazio Marino. Anche in questa pozzanghera di spazi comunali occupati, ceduti da anni a affitto zero, vittima di morosità vergognose e ingiustificabili, scaduti e mai rinnovati, mai valorizzati come meriterebbero Marino ha saputo mettere un prima e un dopo, impostando una politica radicalmente diversa rispetto al passato: il patrimonio pubblico deve generare risorse e valore, non può essere regalato a chi autocertifica di dare servizi o di fare cultura. Questo non basta più. Con due fondamentali delibere, Marino faceva passare (con modi anche spicci e decisamente migliorabili, questo senza dubbio) una visione politica che prima di lui nessuno aveva mai avuto. Provate a segiurci: se io ho un immobile di grande pregio che vale 1000 lire al mese e lo sto cedendo a 10 lire al mese ad un'associazione che sta lì morosa o proroga o illegalmente, non faccio un servizio pubblico (pubblico!) migliore se io questa associazione la mando via, affitto quell'immobile a 1000 invece che a 10 o a zero e con quell'affitto ci sostengo le attività di 10, 20 o 50 associazioni magari inclusa quella che ho cacciato? Magari anche garantendogli, visto che ho ottimizzato e fatto rendere i miei asset, un contributo maggiore?
A questa logica, che è una logica internazionale, di buon senso, che fa parte del buon governo di tutte le città occidentali e che solo Marino è stato in grado di portare a Roma, i movimenti si oppongono con tutta la loro forza. Perché si oppongono? Semplicissimo: perché in questo nuovo quadro l'associazione che occupa illegalmente uno stabile di proprietà del Comune (attenzione: è il caso di fior di centri sociali in questa città) per ottenere poi dei contributi deve dimostrare realmente e concretamente l'efficacia della propria azione. Deve render conto. Si entra nel merito e soprattutto nella meritocrazia e a quel punto la palestra popolare e la ciclofficina devono dimostrare realmente di avere un impatto sociale, di avere una efficacia pubblica, comune, condivisa. Devono convincere davvero il decisore pubblico che meritano le risorse che i contribuenti con sacrificio versano all'erario pubblico. Solo dopo questo passaggio arrivano i contributi. Funziona così quando i contributi vengono dati e non vengono, come accade oggi rubando immobili, presi con la forza. Ovviamente se ristabilisci la legalità e il merito, il mondo folkloristico e improbabile in cui queste poche centinaia di signori campano  immersi da anni salta tutto per aria. Quando sentono parlare di "bando di gara" (che è lo strumento se ben gestito più straordinario per mettere tutti, a vantaggio dei deboli, sullo stesso livello di partenza valorizzando al massimo il concetto di bene comune) gli va il sangue al cervello perché loro sullo stesso livello degli altri non ci vogliono stare. Chiaro ora? Capito perché ripetono "Roma non si vende"? Perché se Roma si vende o finalmente si mette a reddito, allora le risorse che ne derivano a quel punto sono di tutti, da condividere con gli altri, da dare ai migliori, ai più meritevoli, ai più bravi. Non banalmente ai più prepotenti come accade oggi. Se invece Roma non si vende, le risorse rimangono nelle loro disponibilità, nelle disponibilità di chi se n'è appropriato illecitamente. Nelle mani di chi - proprio così - le ha privatizzate.

Se questi individui pensano di essere così bravi, di erogare servizi così indispensabili, di assolvere ad un ruolo così cruciale per i territori perché non chiedono bandi per farsi assegnare in maniera finalmente legale gli immobili in disuso. Bandi. Pubblici. Trasparenti. Aperti a tutti non solo a chi ha il pelo sullo stomaco e i santi in paradiso per occupare e stare nell'illegalità non pagandone mai le conseguenze. 

Dicevamo che la cosa poteva pure essere tutt'altro che interessante e trascurabile. Peccato che non possiamo esimerci dal sottolineare dove sia andato a presenziare Berdini. Berdini, sapendolo perfettamente, è intervenuto in un edificio occupato illegalmente (uno stabile di proprietà privata, il Nuovo Cinema Palazzo, occupato con la prepotenza, il fascismo e la violenza che abbiamo cercato di spiegarvi sopra: l'aggressività di chi vuole decidere lui anche degli spazi di proprietà altrui), è intervenuto soprattutto ad una manifestazione che nei giorni precedenti, per promuoversi sempre all'insegna della sopraffazione e del fascismo, ha riempito la città di manifesti abusivi cambiando volto ad interi quartieri. In virtù della loro disponibilità economica, i Movimenti hanno ricoperto mezza città di affissioni illegali coprendo muri, case, piazze, palazzi storici, asili nido, mercati, archeologie industriali e oscurando pubblicità che erano invece regolarmente pagate. Un comportamento che il Movimento 5 Stelle, specie ora che è al governo, dovrebbe ostracizzare con tutta la forza possibile visto quanto è radicale la posizione dei pentastellati contro chi affigge abusivamente. E invece quando ci sono di mezzo i Movimenti tutto è perdonato: il faro della legalità si spegne, la battaglia contro le affissioni abusive si attenua e si accettano gli inviti perfino di una realtà che fin dalla sua abusivissima e cafonissima nascita (vi ricordate la goffa occupazione dell'ex Circolo degli Artisti?) scimmiotta illegalmente il logo del Comune tanto da essere bannata più volte dai social per questo preciso motivo.
Perché l'assessore all'urbanistica di una giunta che punta sulla legalità e sul ripristino finalmente delle regole presenzia con toni più che amichevoli (qui la sequela di dichiarazioni forsennate, dal minuto 20:00 in poi, che come al solito oscurano i passaggi pure interessanti che Berdini è in grado di mettere sul tappeto) a manifestazioni che non rappresentano che poche centinaia di persone, a manifestazioni ospitate in spazi occupati abusivamente, a manifestazioni che nascondono l'anarchia aggressiva e infinitamente prepotente dietro a parole belle tipo "autogoverno", a manifestazioni che all'epoca di Facebook e di Twitter si promuovono con decine di migliaia di affissioni abusive che umiliano la città fingendo di volersene occupare? Perché l'assessore all'urbanistica avalla un contesto culturale marginale, residuale, superato, ideologizzato, vittima di un atteggiamento retrivo che tanto male ha fatto alla città che andrebbe aiutato a cambiare e non legittimato laddove legittimazione non ha sotto ogni punto di vista? Perché l'amministrazione porta i propri rappresentanti da chi fingendo di sostenere i beni comuni in realtà umilia e schiaccia l'associazionismo vero, schiaccia il volontariato vero, schiaccia l'impegno vero? Perché i più alti rappresentanti del Comune sostengono chi sta contribuendo a provocare la fuga dei talenti e dei cervelli da questa città verso luoghi dove la qualità di chi occupa il cervello conta di più della prepotenza di chi occupa un immobile? Perché la nuova Giunta si affianca a chi camuffa la gestione del potere e la propaganda politica in concetti nobili come la partecipazione tentando di ingannare cittadini e amministratori? Perché l'assessore all'urbanistica fa finta di non rendersi conto che è proprio famigliarizzando con questa gente che alimenta i loro interessi privati e umilia gli interessi realmente collettivi? Perché Berdini invece di pensare (non che non ci si debba pensare, intendiamoci) a misure assistenziali per chi non ha reddito non si applica a trovare il mondo di dare reddito, opportunità e lavoro a chi non ce l'ha indicando linee di sviluppo e non solo di declino, per la città?

Con quale abisso di cattiva fede uno degli assessori più importanti della capitale d'Italia fa finta di confondere uno dei problemi del sistema narrandolo come se fosse una soluzione? 

Quello che fa rabbia è che tutte queste energie, spesso giovani, sporcate e vanificate da un tasso inedito in altri paesi del mondo di idiozia, ideologia e spirito di vendetta, andrebbero canalizzate, direzionate, orientate. Non certo alimentate soffiando sul fuoco della prepotenza e dell'aggressività incivile. Questo dovrebbe fare una amministrazione che avesse a cuore davvero il bene comune e non la mera propaganda.




Noi non vogliamo risposte a queste domande perché le risposte già le sappiamo, noi vogliamo che l'amministrazione Raggi si doti di un assessore all'urbanistica degno di questo nome. Subito, il prima possibile, al primo rimpasto che non tarderà ad arrivare. Consapevoli tuttavia che senza una linea politica chiara e una visione culturale e intellettuale lucida, qualsiasi assessore all'urbanistica potrà essere vittima di inciampi, deviazioni, sviste e errori. Inciampi, deviazioni, sviste ed errori non ce li possiamo più permettere però.

62 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

Ci abbiamo messo il migliore ottimismo, ma l'avevamo detto.
Montanari, & co., e la ns cara Virgi, rappresentano una fazione all'interno di un potere complessivamente concorde.
Il lancio del pizzino è un indizio infallibile (eh virgi...), le sponde offerte da bisignani ai grillini non ne parliamo, l'assunzione di gente che lavora per de benedetti e supporta la mafia delle occupazioni, la prova principe.
"C'è il ladro che apre la porta e chi tiene la porta aperta al ladro che entra..."
Peccato, potevano fare la storia.
Comunque ci sta pensando la Magistratura.

Anonimo ha detto...


LE MIRABOLANTI IMPRESE DI JENNY, IL NS EROE, CAPO DI PIZZINOLANDIA:

APPROFONDIMENTO IN MERITO AL VIDEO SUI RIFIUTI IN CAMPANIA:

ancora una volta i soliti nomi... De Gennaro e Napolitano...

Trattativa Stato-camorra.... l'esperienza di Ganapini che si è trovato senza saperlo a ostacolare questi piani.... l'incontro con Gianni De Gennaro, le minacce e le aggressioni.... coinvolti i più alti vertici delle istituzioni.

I protagonisti... sempre gli stessi... ah, no, COME TUTTI DICONO... De Gennaro non c'entra nulla con la trattativa del '92-'93, scusate.... e ovviamente nemmeno con questa.

Walter Ganapini:Sai, quando il CAPO dei SEGRETI SEGRETI, due volte ti dice: "HAI CAPITOOOO o no che è intervenuta la PRESIDENZA DELLA REPUBBLICA???", io, come dire, o gli do dell'ubriaco a lui o ragiono! Io non ne sto... non ne... non ne vengo a capo, perché io posso capire - ho lavorato molto in Sicilia - io capisco che in questo paese esistono le NEGOZIAZIONI STATO CONTRO STATO, ma... io capisco il voto di scambio; io capisco... vorrei conoscere Isidoro Perrotta, il tecnico di Casal di Principe, che rilasciò il famoso parere a Pansa che nel 2005 gli consentì di cancellare la discarica.

Il presidente della Repubblica (siamo nei primi mesi del 2008) era GIORGIO NAPOLITANO. Presidente del Consiglio Romano Prodi, che aveva nominato Gianni De Gennaro commissario all'emergenza rifiuti.



12/02/2013 - UDIENZA TRATTATIVA STATO/MAFIA: Dopo la scandalosa deposizione di ieri all'udienza preliminare del processo sulla trattativa Stato-mafia del sottosegretario con delega ai servizi GIANNI DE GENNARO, all'epoca ai vertici della DIA, sei ore di "non ricordo", "verosimilmente può darsi ma non ricordo", "non lo so", etc, spero che finalmente TUTTI comincino a farsi almeno qualche domanda sul VERO RUOLO che ebbe all'epoca della trattativa l'intoccabile De Gennaro, sul suo vero volto. Mentre Giovanni FALCONE è stato ammazzato, DE GENNARO ha fatto una luminosa carriera, nominato direttore della DIA da Nicola MANCINO nell'aprile '93, messo a capo della polizia prima da NAPOLITANO (vice capo vicario) poi dal governo AMATO, messo a capo dei servizi da BERLUSCONI e poi ora sottosegretario. TUTTI quelli che hanno detto impossibile che dietro il sig FRANCO ci fosse lui, accusare De Gennaro è come accusare Falcone, spero che finalmente comincino a fare DUE PIU' DUE. E a non farsi prendere in giro dall'arroganza del potere impersonificata ieri dal prefetto.

2014: siccome FINMECCANICA è al centro di indagini per tangenti sugli appalti esteri... De Gennaro prima ...affiancato da Moretti ex FFSS successivamente sono PREMIATI da Letta e Renzi alla guida della multinazionale... forse proprio per la loro ormai storica fama di depistaggio e mistificazione della realtà?!

Anonimo ha detto...

TRA TUTTI I GATTI DEL COLOSSEO S'E' SALVATO SOLO ROMEO

L'INTOCCABILE GIANNI DE GENNARO: IL PESCE CHE PUZZA DALLA TESTA!
22 marzo 2012 alle ore 8:19

Gianni De Gennaro viene sempre ricordato come l’ex collaboratore di Giovanni Falcone, ma perchè mai nessuno ricorda le circa 9 mila pagine (fogli A4) di sbobinamenti di conversazioni intercorse tra Gianni De Gennaro (l’allora dirigente della Criminalpol) e il mafioso Totuccio Contorno. Contorno fu arrestato, armato fino ai denti, il 26 maggio 1989 nella masseria dei Grado. Si venne così a sapere che dal novembre del 1988, eludendo la sorveglianza prevista per i pentiti in America, Totuccio si era imbarcato per la Sicilia.

E qui, con la connivenza delle istituzioni, aveva ricominciato a mafiare, nel senso che in quel lasso di tempo si erano verificati ben 17 omicidi di cui poi lo stesso Contorno fu accusato... al processo non vennero accettate alcune lettere che in sostanza dicevano che Contorno era in Italia con licenza di stanare e uccidere tutti i corleonesi previo accordo con alcune persone dentro la Criminalpol. ..

Anonimo ha detto...

Orfanelli dell'89 riciclati con il M5S

Anonimo ha detto...

Le occupazioni abusive sono uno degli strumenti per imporre la conversione etnica dell'Italia, quindi la realizzazione degli accordi occulti stretti coi paesi arabi.
La mediazione è costituita dalle nostre balde aziendone, che ormai si credono un governo ombra, con tanto di servizi segreti e strategie opposte al bene dello Stato.
Se andate in via Tiburtina tra la tangenziale e l'università, vedrete un altro tratto di Roma trasformato in una kashba, con le nostre forze dell'ordine costrette a fungere da presidio invece che a effettuare lo sgombero, bloccato dopo l'intervento della mafia del pd.
Chiunque lavori contro questo sistema, che è portato avanti dall'allegra brigata (eni-finmec, de gennaro, napolitano, renzi, bisignani, travagli vari, nastasi, letta, anemone, balducci, monsignor paglia, vatican spa, ecc. insomma, la truppa dei coglioni di stato) viene epurato, grazie alle mistificazioni e allo spionaggio organizzato da de gennaro e i suoi.
Virgì, torna allo studio previti e da panzironi va. Era un po' troppo strano.

Anonimo ha detto...

".......Intendiamoci, quando queste persone si sentono nel diritto di appropriarsi di un bene comune allorché questo è abbandonato una parte di ragione ce l'hanno....."

Il bene comune e' di tutti non di 4 fascistelli mafiosetti che si arricchiscono usando la violenza e slogan ridicoli che avrebbero fatto arrossire anche Mao.

RfS che cazzo dici ?

Anonimo ha detto...

Raggi sparisci

Anonimo ha detto...

Questo blog, e i suoi autori, ha mostrato una formidabile ignoranza politica.
Ha sostenuto "battaglie" ai limiti del ridicolo, considerata la realtà di Roma (cordoli, arredo urbano, piste ciclabili ecc.), ma che comunque appartengono idealmente ad una visione liberale, civica e progressista.
Poi ha sostenuto con tutte la forze la vittoria del M5S, credendo che una forza politica siffatta, con esponenti letteralmente "estratti a sorte" dalla sterminata platea di sconfitti sociali e economici che pascola a Roma, potesse incarnare e sostenere quella visione liberale, civica e progressista.
Era ridicolo crederci, ma la protervia con cui il blog l'ha sostenuto è stata inarrestabile.
Ora ci si sveglia, e ci si accorge che una Roma che sbrodola colle periferie da Bracciano a Pomezia, con due terzi di elettori che (soprav)vivono in periferie degradate, non può affatto esprimere a larghissima maggioranza una classe politica liberale, civica e progressista.
Altro che cordoli!
Questi vogliono il posto fisso, possibilmente in una partecipata. Non ce l'hanno perché altri, altrettanto disperati, gli sono passati avanti con le giunte precedenti. E ora chiedono la rivincita; chiedono una fetta della torta.
Questa è Roma "capitale", e questa è la base elettorale dei cinquestelle.
Fatela finita con lo stupore di vedere un amico degli okkupanti come Assessore.
E' la sua collocazione naturalissima, e il blog, checché ne dica, ha favorito tutto questo.

Anonimo ha detto...

..."Questi vogliono il posto fisso, possibilmente in una partecipata. Non ce l'hanno perché altri, altrettanto disperati, gli sono passati avanti con le giunte precedenti. E ora chiedono la rivincita; chiedono una fetta della torta..."

Sintesi PERFETTA

Anonimo ha detto...

stanno lavorando per prendersi il governo del paese AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHHAHHAHAHHHAHAH!!!!

Lorenzo Romani ha detto...

L'anonimo delle 12.16 ha detto tutto. Bravo.

Lorenzo Romani ha detto...

E aggiungo che il torto più grande di RFS è quello di aver messo la sete di vendetta nei confronti del PD davanti alla Ragion di Stato, che chiede una classe dirigente all'altezza della situazione. Cosa che Giachetti avrebbe garantito. In ogni caso RFS non può certo muovere voti decisivi.

Anonimo ha detto...

Anche io concordo pienamente con l'Anonimo delle 12:16 PM. Perfetta visione.

Alessandro ha detto...

E' un post molto bello. Forse eccessivamente prolisso, si vede che è stato scritto di getto e poteva essere limato di qui e di là per migliorarne lo stile e renderlo molto più efficace. Ma resta molto bello. Complimenti

Anonimo ha detto...

12.16, esatto.
Come dicono quelli, as simple as that.

Anonimo ha detto...

vabbe', ma voi cosa vi aspettate da gente che è contro l'alta velocità, contro i vaccini, e adesso anche contro il wifi...?

http://torino.repubblica.it/cronaca/2016/07/21/news/torino_la_appendino_taglia_il_wi-fi_abbiamo_a_cuore_la_salute_poi_corregge_su_twitter-144558360/?ref=HREC1-11

Anonimo ha detto...

http://roma.repubblica.it/cronaca/2016/07/21/news/roma_emergenza_rifiuti_il_patto_segreto_dei_cinquestelle_con_ama_e_cerroni-144542428/

Quindi spiegatemi bene: questi qua, senza avere alcun incarico istituzionale, incontrano in privato la gente di Ama e Malagrotta, in uno studio privato?

Anonimo ha detto...

http://roma.repubblica.it/cronaca/2016/07/21/news/roma_sgomberato_lo_studentato_point_break_al_pigneto-144563406/

Lo sgombero avviene all’indomani della grandissima assemblea del percorso Decide Roma che si è svolta a Piazza dei Sanniti con la partecipazione dell’Assessore all’Urbanistica e Infrastrutture Paolo Berdini, delegato per l’occasione dalla Giunta Raggi appena insediata. Un’assemblea straordinaria, frutto del percorso che si è opposto alla svendita del patrimonio pubblico e allo sgombero violento delle centinaia di realtà sociale e associative di questa città. L’assemblea che si è svolta ieri, è stata un grande esercizio di democrazia dal basso e partecipazione cittadina nel quale si è avviato un confronto con la nuova Amministrazione verso il riconoscimento dei Beni Comuni Urbani.

Che belle parole troviamo sui media...
Dai ragazzi..abbiamo sbagliato tutto....... e ora tocca correre ai ripari

Anonimo ha detto...

Io sono totalmente contro i vaccini e l'alta velocità non mi fa impazzire. Quale sarebbe il problema?

bat21 ha detto...

12:16 am condivido pienamente la tua analisi. Vorrei aggiungere che in questo momento si sta facendo un parallelismo tra l'inesistente Raggi e la attiva Appendino. Ma vogliamo vedere cosa sta combinando la Appendino? Promozione della giornata vegana (!?!?!?) in una Torino dalla spettacolare tradizione culinaria basata sulla carne e l abolizione del wifi. I grillini ci distruggeranno definitivamente ormai e' chiaro

Anonimo ha detto...

2.08,

che i vaccini si fanno per legge, perché ne va anche della salute degli altri, e un parlamentare non può permettersi di indicare il contrario, senza avere peraltro alcuna competenza scientifica.

Anonimo ha detto...

In questo articolo noto che ci sono proposte, a volte anche sensate, tra una opinione e l'altra. Opinioni tra l'altro personalissime e disinformatissime!!! ok ok è un sitarello nato per postare foto indignate ed appunto...opinioni, ma credo che ci si stia un po troppo facendo prendere la mano, mescolando un po di vero con molto falso. Dare dei fascisti, ad esempio, per enfatizzare la violenza con la quale queste persone si sono "riappropriate degli spazi fatiscenti ed abbandonati" o "occupato abusivamente" secondo il punto di vista, è uno strumento di odio. dal momento che l'odio genera odio, cosa nota da 2500 anni, non posso vederci buona fede. La verità, non l'opinione, è che quelle persone hanno abbandonato corsi universitari senza sbocchi per dedicarsi al sociale, a ripristinare una situazione dove i beni comuni potessero diventare anche servizi, aggregazione. Solo chi non conosce San Lorenzo può mettere in dubbio l'effettività delle iniziative come palestra popolare, ciclofficine, cinema palazzo. In quest'ultimo fatiscente edificio cui destinazione sarebbe dovuta essere un casinò, ragazzi hanno abbandonato la loro vita al calduccio del domestico focolare con mamma e papà, per andare a resistere a sgombri e raid veramente fascisti, senza corrente elettrica acqua e riscaldamento, trasformandolo in uno spazio di aggregazione senza uguali a roma, con pochi esempi simili in europa. Nessuna violenza è stata messa in atto, anzi, vi si sono sperimentate pratiche di rivolta non violenta alle autorità che, sian buone o cattive, non hanno avuto scrupolo ad usare violenza. Ok il tuo articolo è lungo e mal strutturato, si tirano in ballo Carlo Giuliani e gli ufo, mi sembri andare in confusione. Io posso solo consigliarti: continua a postare foto dei disastri di roma, ma lascia perdere le opinioni, non ne hai presa una ed è chiaro che non sai di cosa stai parlando. non da ultimo, smetti di fomentare l'odio. è una storia vecchia e fascista. non mi dilungo oltre. cordialmente.

Anonimo ha detto...

2.11,

d'accordo, questa storia della Appendino che è più brava mi sembra una balla. Sta infilando un'assurdità dietro l'altra.

Anonimo ha detto...

nemmeno a me fa impazzire l'alta velocità, certo. molto meglio l'espresso che ci metteva 8 ore a fare roma-milano.

Anonimo ha detto...

ma sì, dai. lasciamo spazi occupati a cazzo, stacchiamo i router (c'è un sindaco del M5S che lo ha fatto davvero), aboliamo la carne. mi sembrano evidenti priorità...

Anonimo ha detto...

Minenna intanto parla di 70 milioni di spese fantasma (oggi, su tutti i quotidiani): ottimo, recuperiamole.
Però non pensate di poterci prendere per il culo: la Raggi ha promesso in campagna elettorale il recupero di 1,2 miliardi l'anno di sprechi già individuati. Mille e duecento milioni l'anno: quello ha promesso, e quello deve tirare fuori, altro che 70 milioni.

Anonimo ha detto...

Vero. Però in compenso ora la città è proprio pulita....

Anonimo ha detto...

"Ci pensa la magistratura" dice l'anonimo delle 11:16. La magistratura di De Magistris, il quale è la fotocopia dei Cinque Stelle? Ma ancora non l'avete capito che quei dipendenti pubblici detti magistrati sono in larga parte ex comunisti? Ci dice niente Magistratura Democratica? Sentire parlare Davigo e Grillo è la stessa cosa. La questione morale è roba da comunisti, mettetevelo in testa. Alla destra quello che importa è il MERITO, altro che l'onestà della casalinga di Voghera.

Anonimo ha detto...

..porca pupazza!!!! nulla di peggio che litigare con una donna grillina vegana e con il ciclo....

Anonimo ha detto...

2.16/2.20 che i vaccini vadano fatti per preservare la salute degli altri è una balla colossale, pertanto mi opporrò sempre a questa pratica da creduloni. Si, mi piace viaggiare piano e godermi il paesaggio. La Appendino (rispondo al terzo) sta lavorando molto bene. Bravissima sul fronte dell'alimentazione vegetariana e vegana. Chapeau

Anonimo ha detto...

che i vaccini vadano fatti per preservare la salute degli altri è una balla colossale, pertanto mi opporrò sempre a questa pratica da creduloni.

tipico ragionamento a 5 stelle: facile complottismo, rifiuto delle competenze e dello specialismo, eccetera. che miseria.

Anonimo ha detto...

Non hai capito: rifiuto dei vaccini, quanto ai "competenti" in cose sbagliate non ho alcun dubbio. L'etichetta non me la mette nessuno, tanto meno un analfabeta come te.

Anonimo ha detto...

In effetti, nei paesi in cui c'è la vaccinazione obbligatoria la mortalità infantile è notoriamente più alta che in quelli in cui non esiste. E di certo i paesi in cui non esistono l'alta velocità e il wireless sono quelli in cui le persone prosperano e si arricchiscono, anche questo è confermato.

Anonimo ha detto...

Ma dovevamo proprio cadere in disgrazia a gente come la Raggi, Berdini e tutto il resto della sua giunta di evasi dai manicomi ? Dovevamo proprio lasciare la citta' in mano ai grillini a prescindere da tutto e ogni cosa ? Giachetti e la squadra di governo che aveva preparato per Roma (vedi Baroncelli che avremmo avuto all'urbanistica al posto di Berdini che ci siamo ritrovati) facevano poi cosi' tanto schifo ? Il problema era il PD che era il partito di Giachetti e va bene, ma il M5S a livello locale e anche nazionale e' poi tanto meglio, tanto diverso ? Pensateci un po'.

Anonimo ha detto...

è ammirevole l'incessante impegno di RFS a celebrare (postumo) il sindaco ignazio marino, appena vinte le elezioni dal candidato che RFS ha tanto sponsorizzato. ma mi convince poco questo voler separare il vecchio sindaco dalla vecchia amministrazione. se secondo voi marino ha impresso un cambio di direzione come prima non si era mai visto, se ha fatto provvedimenti rivoluzionari come la pedonalizzazione dei fori o le ordinanze contro camion bar e abusivi vari, e altre cose, lo ha fatto con la maggioranza PIDDINA che lo sosteneva. su questo non ci possono essere dubbi.
quindi per RFS c'era una sola persona per bene che era il sindaco marino che produceva provvedimenti rivoluzionari e poi c'era il partito dei delinquenti che pur votando i provvedimenti rivoluzionari del grande marino, stavano lì tutti a flirtare con la mafia.
ma non vi sembra una lurida buffonata?
non vi sentire presi per il culo?

Anonimo ha detto...

@Anonimo 3:21 PM

E' normale. E' il solito discorso dell'elettore di centrosinistra. Se esalti l'uomo (Marino, o Bersani all'epoca delle ultime elezioni nazionali...) e critichi il partito di cui fa parte puoi farti andare giù tutte le porcate che fanno facendo finta che l'uomo di facciata di turno non c'entri nulla e che tu abbia fatto la scelta giusta.
E contemporaneamente continuare a demonizzare il M5S.

Anonimo ha detto...

proprio di oggi la notizia che l'abusivo che noleggiava lettini e ombrelloni abusivamente a Ostia, ha riavuto indietro con tante scuse tutta l'attrezzatura sequestratagli dai vigili urbani in precedenza. Il giudice ha scritto che la contestazione doveva essere amministrativa, e non penale. Che la sua presenza sul suolo demaniale non era permanente ma temporanea (e grazie ar cazzo: che doveva affittare gli ombrelloni pure di notte?) e l'attrezzatura facilmente rimovibile (e certo doveva fa' un chiosco de cemento armato per essere sanzionato....). Eh già, dovevano fargli solo una multa che visto che risulterà nullatenente non pagherà mai...... boh. Questo è l'andazzo del Paese: una amministrazione fa il bando per concedere (a 2 soldi) gli arenili, i candidati partecipano, presentano certificazioni antimafia, regolarità contributive, lazzi e mazzi, poi arriva fresco-fresco il pluripregiudicato de turno e la mette ar culo a tutti .....Sempre più spesso viene da augurarsi una purga alla Erdogan......

Anonimo ha detto...

" Domani il sindaco V. Raaggi interverrà alla cerimonia di inaugurazione del
Colosseo, opera fortemente voluta e realizzata da questa amminisrazione M5S "

Ufficio Stampa della signora Sindaco SPQR

Anonimo ha detto...

Noto con amarezza che la disinformazione non riguarda solo la stampa nazionale...

Anonimo ha detto...

L'analfabeta è spesso complessato, invidioso e rancoroso. Per questo sputa sulle conquiste scientifiche come i VACCINI che hanno fatto il bene dell'umanità, di tutti ,anche il suo, purtroppo. Chissà se adesso zoppicava per la Polio...
A Oriente tali plumbei personaggi si rifugiano nell'estremismo assassino jiadista, qui da noi si sparpagliano tra animalisti d'assalto e pentastellati DOC, in fondo ci è andata bene, almeno per ora

Anonimo ha detto...

Metro C, costi lievitati: la Corte dei Conti chiama in causa Marino e Alemanno
Come riporta Il Tempo i giudici contabili hanno mandato un 'invito a dedurre' a 32 persone tra cui anche i due ex sindaci. Nel mirino gli extra-costi sostenuti per far fronte alle varianti apportate all'opera per la sua realizzazione


http://www.romatoday.it/politica/metro-c-marino-alemanno.html

Anonimo ha detto...

@3.12 PM
Nei paesi in qui c'è la vaccinazione obbligatoria (cui io legittimamente mi oppongo), dunque Italia compresa, la mortalità infantile è più bassa NON grazie ai vaccini. Nei paesi più arretrati in cui la mortalità infantile è maggiore, ciò non dipende dalla mancanza di vaccinazioni ma da: scarsa igiene, mancanza di acqua pulita, mancanza di pronto soccorso adeguati e medicinali di emergenza, cibo scarso e/o di cattiva qualità e molti altri fattori. Ma non voglio per forza convincere nessuno, basta che si rispettino le posizioni di tutti. Non sono contro l'alta velocità perché talvolta può rivelarsi utile come lo è per me quando vado di fretta, ma non disdegno (tempo permettendo) un viaggio comodo ma non necessariamente super veloce. Faccio notare che l'eccessiva attenzione verso i treni super veloci (spesso una vagonata di carrozze vuote) è andata a scapito di quelli per pendolari. E i risultati purtroppo li conosciamo bene.

Anonimo ha detto...

aver messo la sete di vendetta nei confronti del PD davanti alla Ragion di Stato, che chiede una classe dirigente all'altezza della situazione. Cosa che Giachetti avrebbe garantito.

QUESTO "RAGIONAMENTO" STA ALLA PARI CON QUELLO DEL TIZIO CHE SI OPPONE AI VACCINI. CHIACCHIERE A RUOTA LIBERA, MENTRE GLI OKKUPANTI OKKUPANO E FREGANO GLI ONESTI

Anonimo ha detto...

ragazzi hanno abbandonato la loro vita al calduccio del domestico focolare con mamma e papà, per andare a resistere a sgombri e raid veramente fascisti


fanno tenerezza, lasciare il calduccio di casa per compiere cose illecite...
e resistere agli "sgombri", si .. e poi resistere a orate, dentici e mazzancolle

Anonimo ha detto...

@4.23 PM: Ti sei qualificato perfettamente. Lo sai che sei simpatico? Restituisco gli auguri a te e a tutta la tua famiglia.

Anonimo ha detto...

@Anonimo 4:23 PM

Mò i grillini sono passati da fascisti a JIHADISTI!

AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH

Anonimo ha detto...

Certo che suggerire ai cittadini romani di votare per il candidato di un movimento , il M5S , che ha delle forti connotazioni stataliste , assistenzialiste e che sponsorizza un ecologismo talebano da centri sociali per poi stupirsi della presenza di uno come Berdini all' interno della giunta ,e' francamente ridicolo .

Anonimo ha detto...

Ohibò, in cosa consiste l'ecologismo talebano da centri sociali?

Riccardo_C ha detto...

Romafaschifo, anche se condivido due o tre battaglie che portate avanti, devo dirvi che voi non avreste la minima capacità di gestire una città come Roma, o di gestire una qualsiasi realtà urbana. Siete poco credibili quando continuate a fare critiche su aspetti che non esistono. Continuate a prendervela con Berdini che non è mai stato assessore a Roma. Come si fa a criticare una persona che ancora deve cominciare il suo lavoro? Posso capire avere delle riserve, ma le vostre non sono riserve, sono vere è crocifissioni. E poi su quali basi? Su il fatto che ha accettato un invito per aprire un dibattito con quelli del cinema palazzo? E perché non avrebbe dovuto accettare una discussione aperta? In democrazia si dovrebbe sempre discutere cara Roma fa schifo...quelli del cinema palazzo hanno evitato che quel cinema storico diventasse una nuova las vegas per la camorra dei giochi d'azzardo. Ma non è che voi avreste preferito la camorra? E allora perché non aprire un dibattito con chi ha evitato il peggio? Cara Romafaschico, ecco perché ribadisco che con il vostro approccio sbruffone e arrogante non proteste neppure gestire un condominio. E se non siete all'altezza di gestire un condominio, come fate a prendervi la briga di sentirvi i paladini della critica per la gestione del bene pubblico?
Siete ridocoli ed è un peccato. Questo sito sarebbe potuto essere molto più costruttivo, invece siete solo diventati una volvola di sfogo per chi vive con la pancia e non con il cervello. Ma forse a voi interessano più i like su facebook che le discussioni costruttive, dall'altronde è proprio questo che criticate a Berdini.

Anonimo ha detto...

A me a forza di insultarlo (Berdini) lo hanno fatto diventare simpatico.

Buon Giorno ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Anonimo ha detto...

Cosa c'entra il fascismo con le occupazioni illegali di immobili pubblici/privati se durante il ventennio queste occupazioni sarebbero state inconcepibili?

Anonimo ha detto...

Semplicemente a quei tipi di soggetto non piace sentirsi dare del fascista in quanto lo intendono con connotazione di forma di stato repressiva e autoritaria. Insomma RFS sta semplicemente dicendo che se la vogliono cantare e suonare da soli.

Anonimo ha detto...

Amici di Roma fa schifo, se siete fascisti sappiate che è la vostra ideologia ad essere morta da cent'anni.
Se non lo siete, non vedo perché parlate come se lo foste.
Lasciate perdere i vostri commenti intrisi di ideologia senza riscontro alcuno con la realtà dei fatti.
Noi di Decide Roma / Roma non si vende difendiamo i cittadini, gli strati più deboli della popolazione, la possibilità di essere liberi e di autodeterminarsi.
Questo è il futuro.
Io fossi in voi cercherei di entrarci.

Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Anonimo ha detto...

Per il centrosocialaro esistono solo fascismo e comunismo, che non sono altro due forme diverse dello stesso socialismo totalitario. Poi dice agli altri di entrare nel futuro...

Anonimo ha detto...

Adesso RFS è anche contro il confronto democratico? Cioè chi vi sta antipatico non ha neanche il diritto di essere ascoltato?

Anonimo ha detto...

Certo però non si può incolpare il blog RFS del fatto che a Roma non ci sia una cultura liberale aperta veramente al mercato e che quindi un movimento nato dal basso sia ancora più pericoloso di un partito "corrotto".
Non so a voi, ma a me l'immagine di Grillo che discuteva al Campidoglio con la Raggi non mi è piaciuta per niente, sembrava un piccolo spaccato di vita della peggiore repubblica sudamericana in cui le istituzioni sono trattate come dei luoghi privati. Poveri noi.

Anonimo ha detto...

Non ho capito il primo periodo del commento fino a "corrotto". Per il resto no, non ho avuto per niente la tua sensazione. Mi sfugge del tutto il parallelo col paese sudamericano. Io al contrario ne ho tratto un'immagine innocente quanto rassicurante, in una parola normale.

Anonimo ha detto...

che Grillo incontri la Raggi non mi pare disdicevole. Rientra perfettamente nella logica del M5S, per cui l'anziano fondatore e garante ha il diritto, anzi il dovere di supervisionare l'operato dei portavoce, specie quelli come la Raggi che rivestono incarichi importanti senza avere esperienza e credenziali rassicuranti. La formazione della giunta dopo una sequela di si/no/forse e continui ripensamenti la dice lunga: Raggi non è Appendino, per intenderci, e Roma non è Torino, bensì il luogo in cui si gioca una volta per tutte il futuro del M5S, ed in cui pertanto non è consentito di sbagliare. Che poi l'intervento di Grillo sia sufficientemente illuminato quanto efficace, è tutto da vedere. Il rischio che la condotta dei neoeletti romani prenda brutte pieghe e sfugga da ogni controllo sia del garante che della stessa base, è troppo elevato, quando si ha a che fare con un esercito di centinaia di carneadi il cui profilo morale ed intellettivo è tutto da scoprire. Molti neoeletti (grazie ad una manciata di voti), consapevoli di non essere all'altezza hanno pensato bene di delegare almeno ufficiosamente a soggetti di più alta caratura e competenza il proprio compito, determinando una sorta di "governo ombra".
Speriamo che questo serva almeno ad evitare il ripetersi di figuracce ridicole ed imbarazzanti. E non è detto che questa strategia di ripiego non possa spiazzare le nefaste aspettative di chi ha votato il M5S per poterlo poi umiliare e cancellarlo dalla storia proprio ora che il sogno di governare l'Italia sembrava prossimo a a realizzarsi.
DAD

archimed ha detto...

E' giusto che al governo della città vada anche chi non ha i numeri sul piano tecnico, e per questo ci sono gli assessori. Il consigliere deve avere un minimo di acume e tanta onestà intellettuale da consentirgli di valutare l'operato della giunta e se necessario l'umiltà di farsi aiutare da chiunque possa supportarlo sul piano tecnico, nessuno escluso, salvo che il "consigliere ombra" abbia in animo ideali e proposte compatibili con programma e spirito rivoluzionario del M5S. Insomma , il portavoce M5S non è necessario che sia un genio, né un fuoriclasse, purché sappia dare l'anima e fare il gioco di squadra, un po' come ha fatto la nostra modestissima nazionale di calcio agli europei.

Anonimo ha detto...

Vi apprezzo moltissimo, però io non mi aspettavo nulla di diverso da questi personaggi a cui tutto sommato avete dato il vostro endorsement. Per carità tutti sbagliano, però tutto quello che gravitava attorno alla raggi era ovvio .... e poi l'occasione era troppo ghiotta, mettere le mani su Roma .... mentre a farne la guardia erano quattro sprovveduti.

ShareThis