Grazie ai nostri post qualcuno s'è occupato di loro. Ma ora ci vietano di parlare delle clochard Andaloro

19 febbraio 2016

Qualche giorno fa è successa una cosa strana. Ci ha scritto una signora, cortesissima ma ferma, e ci ha chiesto di togliere ogni foto delle Sorelle Andaloro, le famose clochard che la Giunta Marino era riuscita, dopo anni di abbandono in Piazza dei Cinquecento, a condurre in un istituto e che, dopo qualche mese, sono immancabilmente fuoriuscite dall'istituto (d'altro canto le nostre leggi impediscono il ricovero coatto) andando a abitare in altre zone della città.

Da quando sono tornate in giro, come ovvio, molti lettori ci hanno avvisato, sollecitato a parlarne e inviato immagini. Le abbiamo pubblicate perché la pubblicazione delle precedenti erano state proprio il volano che aveva consigliato all'amministrazione di occuparsi del problema. Della serie: guardate cosa ha pubblicato Roma fa Schifo, famo qualcosa. E infatti l'amministrazione, grazie anche alla nostra pressione, qualcosa fece e con qualità (seppur non con efficacia).

Ebbene ora è vietato parlarne. La persona che ha preso in tutela le sorelle ci ha impedito di parlarne. Ha detto che dobbiamo rispettarne la privacy. Poco importa che siano accampate su suolo pubblico. Poco importa che questo significhi di fatto censurare le segnalazioni dei nostri lettori (il diritto alla privacy travalica il diritto di cronaca? Parliamone), poco importa - soprattutto - come spiega perfettamente questo articolo di Metro, che l'esposizione mediatica che oggi si cerca di scongiurare è stata proprio la causa grazie alla quali qualcuno si è finalmente occupato di loro e le ha affidato un'amministratrice di sostegno. 
Si tratta, banalmente, dell'ennesima assurdità tutta romana. Una città che, orgogliosamente e caparbiamente, va al contrario.

24 commenti | dì la tua:

Diego Martorelli ha detto...

privacy di cosa? 2 persone che stanno per strada sono di dominio pubblico ed è bene parlarne, che schifo

Anonimo ha detto...

No, non sono d'accordo, se io defeco per strada o rapino un esercizio commerciale, o buco una gomma a uno, tu RomaFaiSchifo che diritto hai di prendere la mia immagine e esporla al pubblico ludibrio? E se io non lo volevo far sapere in giro?

Anonimo ha detto...

che roba assurda! comunque adesso le due sorelle gravitano tra Piazzale Flaminio, Piazzale Brasile e Piazza Fiume, lasciando una scia di rifiuti ovunque passano

Anonimo ha detto...


Vabbè ... tanto Roma macina tutto e tutto sopporta ...

Anonimo ha detto...

Parlare di decoro urbano quando c'è una evidente questione di grave disagio sociale (o forse psichico?) mi sembra fuori luogo.

silvextro ha detto...

"...e tra i tanti problemi di cui soffre Roma, l’attenzione verso di loro mi sembra un po’ fuori luogo» ha spiegato la dottoressa Guarino" Traduzione: i problemi sono altri.

Anonimo ha detto...

«Si tratta di due donne ...che rivendicano la loro libertà. ....l’attenzione verso di loro mi sembra un po’ fuori luogo» ha spiegato la dottoressa Guarino. Tutti siamo liberi, nei limiti di ciò che ci è concesso. Le 2 donne non sono esonerate dal fatto di essere clochard a rispettare la decenza in luogo pubblico. La libertà non può essere quella di poter cagare a Termini davanti tutti col diritto di non essere fotografati e denunciati.

Anonimo ha detto...

"La persona che ha preso in tutela le sorelle ci ha impedito di parlarne"

se quelle due hanno un tutore che le lascia in quelle condizioni, altro che privacy, potreste semmai essere VOI a denunciare LUI, per una serie di reati.

Comunque non se ne esce, è come con gli accampamenti abusivi... finchè la forza pubblica quando interviene deve per legge chiedergli se preferiscono usufruire dell'assistenza dei servizi sociali, oppure andarsene per la loro strada (e loro ovviamente scelgono la seconda), il problema è destinato a rimanere... finchè nelle condizioni di infinito degrado in cui queste persone vanno a ficcarsi non ci scappa il morto, come la polacca a cui hanno dato fuoco in una baracca l'altro ieri.

Anonimo ha detto...

Rivendico la liberta a tirarmi una bella sega quando passa una bonazza per strada e guai a chimi viene a dire qualcosa: c'e' a praivasi

Stefano ha detto...

Una volta, passando con la macchina a piazza dei cinquecento (cioè a termini!) giro la testa mentre ero fermo al semaforo. Cosa vedo a due metri dalla mia faccia? Una di queste educate signore piegarsi a 90 ^ e comuncia a cagare a spruzzo sul marciapiede e sulle macchine parcheggiate. Beh, scusate ma in quale paese civilizzato ti lasciano fare certe cose? Solo in Italia, perchè altrove scatterebbe l'arresto immediato. Poco importa dei turisti e dei bambini traumatizzati. Meglio la privacy...

Anonimo ha detto...

Il problema non esiste: la libertà di espressione è garantita dalla Costituzione, mentre per quanto riguarda la "privacy" non abbiamo nemmeno una traduzione accurata nella nostra lingua.

Anonimo ha detto...

Scusate signori ma qua urge un AGGIORNAMENTO SCIMMIE DI FACEBOOK!

Questa volta si parla del debito romano, che si aggira intorno ai 13 miliardi (eh sì) dei vostri euro. L'eminente matematico capitolino Paolo Mutri legge che sotto Rutelli l'aumento del debito era di 830000 euro AL GIORNO e ci regala questa perla:

====
Paolo Mutri pero' 830.000 € di aumento giornaliero del debito mi sembra un dato alquanto sballato
====
Paolo Mutri Con questi dati sarebbero 300 milioni di aumento l'anno, l'aumento indicato puo essere annuale, non giornaliero
====

A PAOLE MANNAGGIA LA BONANIMA DE QUELL'ASSENTEISTA DE A MAESTRA TUA DELL'ELEMENTARI! MA QUANTO CAZZO FA 300 MIONI DIVISO 365 GIORNI??? fa esattamente 821917 euri cioè 830mila come riportato sinteticamente da RFS!

MA DOVE CAZZO VOLETE ANNA SE LA GENTE SE COPRE DE RIDICOLO COSI DAVANTI A TUTTI!!! CAZZO PAOLO MUTRI MA UNA CAZZO DI AMICIZIA NON CE L'HAI SU FACEBOOK? MA QUANTO CAZZO TE PONNO PIJA PER CULO DOPO STA STRONZATA CHE HAI DETTO?
E SCIMMIE VOSTRE CONCITTADINE MANCO SANNO LEGGE E DISTINGUE I NUMERI PERDIO! QUESTO HA LETTO 830MILA E HA PENSATO 830 MILIONI!!
Manco che te viene in mente, brutto ignorante, che magari sei te che te sbaji e che hai letto male! NOOOOOO!!! A SCIMMIA DEVE FA LA FIGURA DEMMERDA DAVANTI AL MONDO NFAME NTERO!!

MA NDO CAZZO VOLETE ANNA??

Menzione particolare per quel genio incompreso di Stefano De Prophetis che su una immagine contenente 18 parole di cui 4 sono "Fonte Sole 24 Ore" è stato in grado di scrivere:

=======
Stefano De Prophetis Fonte?
=======


Anonimo ha detto...

"Parlare di decoro urbano quando c'è una evidente questione di grave disagio sociale (o forse psichico?) mi sembra fuori luogo."

Il problema è proprio che nessuno si occupa di alleviare questo disagio psichico in strutture adeguate, scimmia.

Anonimo ha detto...

Ma perché al primo negro che arriva e al primo zingaro raccattato nel cassonetto gli si deve trovare casa o aprire come minimo un'area di sosta, invece due anziane ITALIANE bisognose vanno ricoverate come due matte, o infilate in un residence in mezzo ai delinquenti?
E perché vanno trattate come rifiuti urbani o come fenomeni da baraccone solo perché sono povere e abbandonate?
E perché ai ventenni mafiosi e drogati dei centri sociali li si lascia campare a sbafo in spazi pubblici, mentre due povere anziane sono considerate non meritevoli nemmeno di un minimo di rispetto?
Ma vergognatevi, a fare i giustizieri coi veri poverelli.

Anonimo ha detto...

Indovina?
Perché i ragazzotti dei centri sociali sono al servizio dell'abusivismo legalizzato, che consente agli imprenditori di costruire in nero, di ristrutturare in nero, di percepire affitti in nero, di chiedere condoni a posteriori su terreni edificati in modo abusivo senza ripercussioni legali.
Comunque la Corte dei Conti oggi ha emanato la sentenza su chi ha dato la corrente gratis al Valle. E la nemesi continua.

Anonimo ha detto...

Effettivamente, nessuno ha mai proposto di ricoverare gli immigrati accampati a Colle Oppio. Sebbene molti siano evidentemente pericolosi.
Anch'io penso che due donne anziane ancorché eventualmente disturbate, meritino di vivere in una casa.

Anonimo ha detto...

h. 10.07 la faccenda del Valle che hai citato è molto importante, perché ribadisce il principio di responsabilità.
Le dirigenti condannate a rimborsare le utenze fanno capire che il vero responsabile dell'abuso è alfredo antoniozzi che, va bè, sappiamo chi è: ma a te chi ti ha costretto a firmare una delibera illegale?
La prossima volta ci pensi due volte.

Anonimo ha detto...

ERMINIO AMELIO REGNAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA!
Bonifaci?
PRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRR!!!!!!!!!!!!
Andategli a rigare la macchina, adesso!!!!!
Uah ah ah!
Mitico Ermi!

Anonimo ha detto...

Ritengo di poter affermare con commensurabile spazio di ragione che codesta magistratura e codeste forze dell'ordine non lavorino abbastanza: ne facessero due al giorno di queste retate, che ci fanno brindare a PROSECCHINO :-)
Continuate così, grandissimi.

Lanzo ha detto...

Visto che si prospetta una eliminazione della pensione di riversibilita', immagino che molte vedove anziane ridotte sul lastrico, per avere un alloggio saranno costrette ad imitare l'esempio delle 2 mattacchione...

Anonimo ha detto...

L'importante e' che lo facciano con decoro. Delimitassero la loro area con parapedonali ed un corretto arredo urbano.

Anonimo ha detto...

Per politici, amministratori, istituzioni varie, i problemi sono sempre altri....sopratutto quando sono le questioni di cui si dovrebbero occupare, far modificare, analizzare.

monica ha detto...

Leggere "..ora è vietato parlarne, la persona che ha preso in tutela le sorelle ci ha impedito di parlarne"..mi ha fatto veramente sorridere. Devo ringraziare l'autore dell'articolo per avermi dato questo potere che io fino ad,oggi non ho mai rivendicato ( e di certo non inizierò ora a farlo)!!.E' stata la Giunta Marino a richiedere al GT la nomina di un ADS,tengo a precisare che l'amministratore di sostegno non gode di poteri autonomi,tutto ciò che fa è autorizzato dal GT a cui deve rendere regolarmente conto della sua gestione.Spesso si parla senza sapere le cose come stanno,e questo è il motivo per cui ho scritto al blog:"Cito testualmente"..Chiunque tuttavia,si sentisse offeso,toccato,diffamato,o danneggiato da qualche contenuto,invece di procedere a querelarci,può scrivere a romafaschifo: i contenuti saranno rimossi".Su loro stesse indicazioni ho mandato una e mail in cui chiedevo di rimuovere le foto spiegandone il motivo. Come già detto, è vero che la veicolazione di immagini che le ritraevano ha fatto si che si prendesse in considerazione il caso,ma una volta che ci si è mossi e ci si sta ancora muovendo, per cercare di risolvere la situazione,continuare a diffonderle non porta a risultati diversi da quelli che si sono già ottenuti.In questo modo come detto a Romafaschifo" si ottiene solo di farle essere mercè di offese e denigrazioni a cui loro non possono nemmeno rispondere.E' ovvio che stando per strada davanti agli occhi di tutti lo sono ugualmente, e che comunque le persone sono libere di pensare ciò che vogliono. Tuttavia in quanto loro amministratore ho il dovere di tutelarle quanto più possibile, anche dall'essere oggetto di discussione su internet, senza comunque arrogarmi nessun potere di vietare le informazioni e controllare ciò che viene scritto in rete..Continuo a non comprendere questo interesse spasmodico nei loro confronti, quasi come fossero gli unici due casi di clochard in tutta Roma che "battezzano" le strade

chenlina ha detto...

chenlina20160421cheap jordan shoes
michael kors uk
rolex watches
ray ban sunglasses
giuseppe zanotti
nike trainers men
louis vuitton
coach factory outlet
true religion jeans
ralph lauren
coach outlet store online
louis vuitton handbags
hollister outlet
louis vuitton outlet
christian louboutin shoes
air jordan pas cher
coach factorty outlet online
louis vuitton handbags
lebron shoes
christian louboutin outlet
toms shoes outlet online
coach outlet
louis vuitton outlet
air max 90
nike store
louis vuitton outlet online
michael kors handbags
nike roshe run women
oakley sunglasses outlet
ray ban sunglasses
michael kors handbags
nike sb shoes
michael kors outlet online
louis vuitton outlet
oakley canada
coach outlet
adidas originals
michael kors outlet
christian louboutin outlet
louis vuitton outlet
as

ShareThis