A Testaccio la morte del porta a porta. Decine di bidoncini buttati in strada e l'Ama non sanziona da novembre

7 febbraio 2016










La necessità di trovare un focus per i media era impellente soprattutto per coprire le mille cose che non funzionano. Se si parla di affitti, solleticando la pancia del popolino incaxxato per case in luoghi centrali cedute al prezzo di un caffè, si può occupare tetto il campo mediatico evitando che qualcuno - come facciamo noi oggi - parli di come è ridotta la Stazione (lo abbiamo fatto stamani) o come è ridotto uno dei quartieri più simbolici del centro.

La raccolta dei rifiuti a Testaccio non è solo scandalosa per il degrado in cui, da novembre (DA NOVEMBRE!), versano strade e piazze, ma soprattutto dal messaggio che ne deriva: fate come cacchio vi pare, tutto ciò che funziona altrove da noi non va, violate pure le norme ma per voi le multe non scattano. 

Ama, infatti, sta tollerando da mesi e mesi, la prepotenza di decine di condomini che hanno deciso di scaricare il loro disagio su suolo pubblico. Invece di spiegare a questi signori che il metodo dei bidoncini nel androne è il metodo col quale si raccolgono i rifiuti in tutte le città civili d'occidente, da Vienna a Milano, da Parigi a Madrid, si lascia invece impunito il libero arbitrio cafone. Certo Ama è in cattiva fede perché non riesce a garantire uno svuotamento puntuale dei bidoncini e allora non ha, come dire, il potere contrattuale per replicare al coattume imperante. 

Ma il messaggio di fallimento nell'unico quartiere in cui era stato implementato un sistema civile di raccolta dei rifiuti è gravissimo. Ed è gravissimo che Ama lasci correre da mesi e mesi senza ripristinare l'ordine e la legalità. Alle volte sembra che al timone di Ama ci sia ancora il 'cattivo' Franco Panzironi e non il 'buono' Daniele Fortini.
A quando salate multe per i condomini e il ripristino dell'efficienza del sistema porta a porta a Testaccio?

55 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

AMA va smantellata e il servizio assegnato ad altre aziende volenterose. Nel mio quartiere non vedo mai spazzini e quando sono costretti a venire (per pulire il mercato o perchè sollecitati da qualcuno) stanno imboscati a fumare. Se fanno raccolta differenziata con lo stesso entusiasmo, ci credo che i testaccini non vogliono immondizia nei loro androni. Basta un solo ritardo e si crea la puzza, gli scarafaggi, i topi e i gabbiani.

Anonimo ha detto...

Che noia, sembra un manicomio con bambini di 50 anni che oscillano sulle tastiere ripetendo sempre le stesse cose insensate, per cui ricevono sistematicamente le stesse obiezioni.
L'ama è un'azienda che si avvale di cooperative. E' per questo che fa schifo.
Le ditte private vivono di finanziamenti pubblici e costano allo stato dieci volte tanto rispetto al personale pubblico, con efficienza risibile, in quanto si risparmia sulla qualità dei dipendenti e sugli orari di impiego.

Anonimo ha detto...

Quanto ad affittopoli, un paio di giorni fa si è espresso in proposito, e con grande puntualità, Sergio Rizzo su Radio Rai, ricordando che "la casa a Roma è da sempre oggetto di uno scambio clientelare ma qui sta emergendo una rete di connivenze tra imprenditoria e amministrazione che si rivela di una profondità spaventosa".
Mi scuso se riporto a memoria, e quindi non rispettando la bella forma usata dal giornalista.
Affittopoli è uno snodo fondamentale per gli scambi sfacciati che radicano la mafia nella società italiana.
E infatti cercano quasi tutti di minimizzare uno scandalo gigantesco, che traccia un filone di indagine importante: ci sarà un motivo per cui ci sono cittadini a cui il pd regala la casa, e certo il motivo non è l'indigenza, visto che i barboni li buttano sulle brandine dei centri d'accoglienza in mezzo ai romeni.

Anonimo ha detto...

Ho visuuto per quasi 10 anni in un condominio di via Vespucci. La raccolta delle immondizie negli androni non è mai avvenuta im maniera particolarmente inefficace, anzi, almeno per ciò ch riguardava quel condominio. Va tuttavia notato che nei primi mesi del servizio erano stati affissi nell'androne degli oarari che indicavano in quali giorni buttare alcuni tipi di immondizie in maniera da agevolare la raccolta ed evitare il formarsi di cattivi odori. Queste semplici regole in realtà sono state quasi del tutto ignorate dai condomini ed i bidoncini usati come normali cassonetti da strada. Va da se che ben presto i cattivi odori e lamentele si sono resi allo stesso modo insopportabili.

Anonimo ha detto...

Differenziare in discarica è l'unica soluzione razionale e plausibile

Anonimo ha detto...

Le aziende pubbliche vanno bene quando sono amministrate secondo regole di mercato in un regime di concorrenza. Vedi ENI, Finmeccanica, Fincantieri e via dicendo. AMA è una singola azienda locale in monopolio, gestita secondo un sistema clientelare legato alla politica e ai finanziamenti pubblici. Bisogna spezzare questo legame e affidare il servizio a terzi, come nelle realtà più evolute e liberali.

Anonimo ha detto...

Oh, la nostra onesta finmeccanica, in mano a caltagirone e i suoi, in mezzo a impicci e imbrogli d'ogni sorta, nazionali e internazionali, compresi i Marò, i finanziamenti all'isis e mafia capitale, e che in nulla può essere considerata un'azienda pubblica, la tiriamo in ballo come modello produttivo!
E questo fa capire il livello morale e intellettuale di chi invoca a gran voce i privati.
Comunque, di nuovo, l'ama è un'azienda a conduzione privata, con dirigenti nominati dalla politica e srvizi affidati ai privati, che dal pubblico prende (ruba?) solo i soldi.
I privati rubano i soldi al pubblico e forniscono un servizio che è è cento volte meno efficiente del pubblico.

Anonimo ha detto...

Basta vedere che razza di consulenze dispone il cda coi nostri soldi: per il 2015 ha pagato più di venti avvocati, a qual pro è un mistero.
Il presidente del cda è daniele fortini, che per il suo bel lavoro prende 79000 euro l'anno.
Il personale è interamente assunto con concessione in gara a ditte esterne.
Per chi avesse dubbi, è tutto sul sito.
Bisogna tornare allo Stato, ed eliminare i privati parassiti, che inghiottono soldi e sputano compost.

Giovanni ha detto...

I bidoncini in Germania stanno per la strada, non nell'androne a riempire il palazzo di puzza, lerciume e topi. Anche nel Nord Italia sono in strada, chiusi da lucchetti per evitare approfittatori.
Quanto alle multe, il mio condominio ne ha beccate già svariate: il Comune ha trovato un nuovo modo per rubare denaro ai cittadini. Vai a dimostrare, infatti, che davvero sia stata fatta una raccolta sbagliata e chi l'ha fatta. Potrebbero multarci tutti i giorni, e come possiamo dimostrarci innocenti?

Anonimo ha detto...

Ora si scopre che AMA non è azienda pubblica. Fortuna che c'è lo psicopatico a informarci.

Anonimo ha detto...

Stefano Disegni
Pierangelo Buttafuoco
Lorenzo Salvia
Marco Invernizzi
Claudio Scajola
Nicola Zingaretti
Branko!
Luca Barbarossa...
Hanno una cosa in comune.
Indovina cos'è.

Anonimo ha detto...

E' colpa dei politichi, e' colpa deli zingheri

Anonimo ha detto...

E' colpa dei tassinari, e' colpa dei vigili, e' colpa dei gladiatori.

Anonimo ha detto...

Tone', oggi Marino ha parlato. Ha detto na' fracca de cazzate ma tu dovresti postarcele no?

Anonimo ha detto...

Porca madonna ai romani di merda

Anonimo ha detto...

;-) ore 7.23 pm, io lo so.
E monsignor Mogavero non ce lo metti?
E Giulio Galasso?
E er sor Cioppa?
E Paolo Conti?
E secondo me anche 6.39 pm, così, dallo stile.
Ma dovresti saperlo che LA lista è lunga...lunga come la Roma-Orbetello.
Comunque Ama è un'azienda che distribuisce soldi pubblici ai privati: quindi la sorgente è pubblica, quindi è un'azienda pubblica.
Poi che tolga ai poveri (contribuenti) per dare ai ricchi (magnati dell'imprenditoria), è un altro discorso.
La definirei un'azienda PUBICA, ovverosia del *****.


Anonimo ha detto...

ORBETELLO DOCET...

Anonimo ha detto...

Roma è proprio senza speranze. Destinata a vivere nell'inciviltà almeno per altri 50 anni...

Anonimo ha detto...

Giovanni non so in che città del Nord tu sia stato, ma ti posso assicurare che a Milano i bidoni non stanno in strada, ma nei cortili e negli androni. In strada vengono messi per poche ore alla mattina solo i bidoni che devono essere svuotati. Un giorno la carta, un altro la plastica, un altro ancora quelli dell'umido ecc... E se non appena trovano uno scontrino nella carta scatta la multa salatissima!!!!
Se a Roma non lo capite tenetevi pure le discariche per strada, contenti voi...

Anonimo ha detto...

Il vero, grande problema di Roma sono e sono sempre stati i romani; la maggior parte dei romani sono maleducati incivili. Ci sono eccezioni, naturalmente.
L'unica soluzione é fuggire. Tutto il resto non funziona e non funzionerà mai.

ex cittadino in America.

Anonimo ha detto...

E intanto la Roma, approfittando della marea di pareggi degli altri, torna prepotentemente in lotta per il 3o posto.

Anonimo ha detto...

Un'azienda che usa le mie tasse per far lavorare ditte e cooperative e che non ha personale pubblico NON è un'azienda pubblica.
Psicopatico sei tu che sei pagato per dire idiozie su internet mentre il tuo padrone cerca di risucchiare quello che resta dello Stato.
Ma lo arresteranno prima, e voi con lui, perché siete troppo imbecilli.

fabio ha detto...

la cosa assurda è che i romani, ovvero il male di roma, hanno pure il coraggio di lamentarsi... fanno quello che vogliono, vivono nello schifo perchè vogliono vivere nello schifo e si lamentano perchè fa schifo... assurdo

il titolare del bar sotto casa mia era solito rovesciare i posaceneri sul marciapiede davanti alla porta del SUO bar, creando uno schifo immondo... a volte addirittura i cestini rovesciava... ma i residenti della via andavano sempre da lui perchè è come stare in famiglia... e vi lamentate dei bidoni??

grazie a dio me ne sono andato dalla capitale del sud italia... da turista ci tornerò sempre, come torno ad istanbul marrakesh e jakarta... ma da residente mai più. mi piace stare in europa, non nel tero mondo.

sono di bergamo e ho vissuto sette anni a roma... ora vivo a verona.
a bergamo tutte le mattine si portano i bidoncini per strada (lunedì carta etc) e tutte le mattine vengono puliti, poi te li rimeti in casa. non lo fai? prendi la multa. non paghi la multa? ti diffidano il condominio o a volte addirittura rovistano per trovare posta o documenti che attestano di chi è il sacchetto e allora ti trovi la multa dritta insieme alle tasse. altro che l'evasione dilagante di roma...
verona come funziona? semplice. ci sono cassonetti ogni 100 metri con la differenziata, e due o tre volte al giorno li puliscono. provi a parcheggiarci davant iin doppia fila? tempo un ora e passa il vigile a darti la multa se non a portartela via. proprio come a roma... la capitale del sud italia.
ancora mi chiedo perchè l'italia è unita se i cittadini della capitale sono i primi a non voler vivere nella legalità, nel decoro, nella civiltà, nella pulizia, nell'igiene... godetevi roma, i ratti e auguratevi che non si diffonda l'ennesima malattia con lo schifo con cui volete vivere a roma.

ps: a roma abitavo a monteverde in mezzo agli zingari... ma per i romani monteverde è un quartiere tanto chic...

Anonimo ha detto...

Questa paura che avete è buon segno. Ma è tardi.

Anonimo ha detto...

non mi pare che i romani abbiano paura... più ci sono occasioni di evadere, delinquere o semplicemente non rispettare le regole, più se ne approfittano perchè qualcuno che ne trae vantaggio c'è sempre.

e non illudiamoci che cambiando sindaco le cose cambiano... l'obiettivo del sindaco è tenere il culo al caldo sulla sedia, magari guadagnandoci sopra qualcosa, e per farlo non deve dar fastidio ai romani che non vogliono perdere il diritto acquisito di fare quel che vogliono. o li si bastona pesantemente facendogli capire come funziona il mondo (ma nessuno lo farà) o se aspettiamo che i romani si comportino da europei... campa cavallo

Anonimo ha detto...

Ma figurati se il problema è quello di non disturbare "i romani", che sono organici a questo schifo, come dimostra affittopoli.
Il problema è casomai quello di non disturbare i manovratori.
Quindi, in politica ci vogliono i pupazzi e i collusi.
Altri ai vertici non ce li fanno arrivare.
E i cittadini sono i primi maiali, venduti ai manovratori per una casa o per un posto in coop.

Anonimo ha detto...

@fabio
Abitavi a Monteverde in mezzo agli zingari ? Forse eri a spinaceto e non te ne sei accorto ... Non mi risulta che zingari abitino in condomini signorili di via poerio con vista panoramica sul centro storico di Roma oppure a via carini, magari nello stesso condominio con Verdone .... Probabile che fossi al Trullo e che magari, vedendo in lontananza via isacco Newton, millantassi di abitare a Monteverde .... detto questo, il resto del tuo commento è' quasi condivisibile, salvo definire Roma capitale del sud. Roma, come appare ora, non sarebbe degna neanche di essere capitale del sud...

Anonimo ha detto...

A Monteverde in mezzo agli zingari non se po' senti'

fabio ha detto...

quanta ignoranza e quanta arroganza... pur di difendere l'idifendibile la gente le inventa tutte... se non vedete gli zingari che frugano nei cassonetti a monteverde o siete voi gli zingari o siete talmente abituati che nemmeno ci fate più caso. poi ovvio, grazie a dio a monteverde vecchio passano "solo" due o tre volte al giorno a rovistare... a monteverde nuovo passano ogni mezzora, mentre via dei colli portuensi nemmeno la considero italia visto che la quantità di auto in tripla fila è degna di hongkong.

si, abitavo a monteverde vecchio molto vicino alle vie che hai nominato. non in via poerio in quanto non ho ereditato nessun villino fascista dai nonni, non sono ebreo, non sono un politico e faccio una vita onesta, cosa che a roma ti vincola molto la possibilità di acquistare case di quel tipo... ma non mi pare che via cavallotti, via barrili ed altre vie adiacenti(senza nominarle tutte, solo tre a caso) siano molto meno di via carini... senza dimenticarci che molti palazzi di via carini (come i palazzoni di mille piani di piazza rosolino pilo) in altre città d'italia sarebbero considerati edizilia popolare per extracomunitari. non capisco come i romani siano felici di pagare anche 700 o 800 mila euro per un appartamento di cento metri quadri in un palazzo popolare in via carini e potersi vantare di abitare vicino a verdone...

fabio ha detto...

poi ovvio... se per voi "vivere in mezzo agli zingari" vuol dire averli di vicini di pianerottolo... scusatemi ma per me è sufficiente doverli scavalcare per strada mentre rovistano nell'immondizia.
si vede che siete talmente abituati a conviverci per strada che per voi è sufficiente non averli in casa. per me già doverli scavalcare è troppo.

punti di vista ed abitudini. i ratti sono nati con quattro zampe e la coda e non sanno cosa vuol dire, per loro è normale

bat21 ha detto...

Fabio hai ovviamente ragione e te lo dico da romano che ha vissuto a Verona e ora a Milano. A quello che hai detto aggiungo che al romano medio non importa se le società pubbliche come Ama o Atac servono solo per dare posti di lavoro parassitari pagati dalla società e non a rendere servizi. Proprio come avviene in sud Italia appunto.

Anonimo ha detto...

Ma Testaccio non'è il quartiere dell'infallibile (ex)assessore ai rifiuti al secolo Estella Marino quella che nei 2 anni ha saputo abilmente nascondere la sua incapacità grazie grazie allo scandalo Mafia Capitale?!

tua madre ha detto...

Anche qua sotto ogni tanto passano due zingari per rovistare nei cassonetti con i loro uncini, ma questo non vuol dire che "vivo in mezzo agli zingari", a cojone!

Anonimo ha detto...

Altro post scorretto, non è l'unico quartiere di Roma in cui ci sono i bidoncini. Basta fare 4 passi al Vilaggio Olimpico per scoprirlo. Il problema però è di altro livello, i bidoncini vanno tenuti nel condominio, ma se l'area in cui sono ubicati è accessibile a tutti, capita spesso che venga buttata immondizia in maniera errata non per colpa dei condomini, ma spesso, per colpa di vagabondi che scavano nell'immondizia. Più e più volte li ho visti prendere la roba da un bidone e buttarli in quello adiacente, con il risultato che le multe vengono fatte alla scala che "possiede" i bidoni. Sistema civile? o sistema mal ideato? A Milano, ad esempio, ho visto che l'immondizia va portata fuori casa, ogni giorno passano a ritirare un determinato tipo di rifiuti e non ci sono bidoni e bidoncini.

La verità è che la raccolta differenziata a Roma è ridicola, ogni quartiere la fa in modo diverso, non ci si capisce nulla.

Anonimo ha detto...

Vivo la stessa problematica, bidoncini all'aperto per scelta di ama, multe a tutto spiano. Io trovo ridicolo dover tenere i bidoni nel palazzo, per una serie di motivi semplici, sono poco igienici, rovinano il decoro e non tutti i condomini hanno un androne ampio per poterli tenere. A mio parere ama dovrebbe costruire degli alloggi esterni con chiave, ma se ne frega e continuano a multare a tutto spiano.

Anonimo ha detto...

Gli zingari sono i custodi dell'illecito, le nuove vestali della mafia romana, guai a chi ce li tocca.

Anonimo ha detto...

#Fabio febbraio 08, 2016 1:10 AM

Fabio, datte una calmata, come si dice qui a Roma. Sei patetico.
Capisco che trasferirsi da Monteverde Vecchio (sempre che sia vero quello che affermi) alla provincia possa comportare grosse crisi esistenziali, ma qui, purtroppo, solo ben pochi fra noi - immagino - esercitano la professione di psicanalista per poterti prestare l'opportuna assistenza in tempo reale.
L'arroganza e l'ignoranza appartengono solo a chi, come te, si scaglia con così tanta acrimonia -e senza gli opportuni distinguo- contro TUTTI gli abitanti di una città, arrivando a paragonarli ai ratti. D'altra parte, immagino che tu non conosca altri modi di interloquire. Mi dispiace per te....
Detto questo, Zingari rovistatori li trovi un po' ovunque a Roma, anche nelle zone dove non ci sono più i cassonetti su strada (Eur, Testaccio, Trastevere, etc...), visto che minidiscariche abusive con ferraglia varia le trovi sparse in tutta la città.
Cosa proponi di fare ? Mettere dei varchi elettronici, creando apposite ZTL interdette ai ROM ? E' colpa di TUTTI i cittadini romani se quattro gatti si sono arricchiti negli ultimi tempi con l'"affaire" dei campi nomadi ? Li leggi i giornali o ti fermi all'"Eco di Bergamo" ?

P.S. Edilizia popolare i villini di Via Poerio, Via Cavallotti, Via Fratelli Bonnet, o magari quelli delle mura gianicolensi, in prossimità di Porta San Pancrazio ? Lascio a tutti i romani che conoscono la zona le più opportune considerazioni in merito.

Anonimo ha detto...

Quindi io che abito sopra piazza Navona vivo in mezzo agli zingari, visto che qui sono anni che almeno 3 di loro chiedono l'elemosina tutti i giorni.

Anonimo ha detto...

Il problema di Testaccio viene lasciato incancrenire in attesa di non si sa cosa... E cosa dire della raccolta in centro ? Cumuli di immondizia lasciati da cittadini e commercianti in mezzo alla strada, in luoghi di raccolta informali, in attesa che passino i mezzi di raccolta AMA, rendono in certi orari uno schifo uno dei luoghi più belli del mondo. E' proprio vero che anzichè migliorare la periferia si stanno assimilando alla periferia centro e semicentro. In cambio di tasse che continuano ad aumentare.
Viviana

Anonimo ha detto...

i romani che danno del coglione o del patetico a quelli che gli fanno notare come sono ridotti... vabbè, inutile dire ad un sordo che non sente

fabio ha detto...

al fenonimo anonimo che non è in grado di leggere...
ho definito edilizia popolare i casermoni di piazza rosolino pilo.... se per voi sono lussuose dimore con dei caratteristici balconi con i mattoni che cadono sulla strada... per il resto d'italia sono casermoni con i balconi ridotti a calcinacci, e non a caso qualcuno di quei palazzi hanno cominciato a metterlo apposto.
poi mettere in dubbio dove uno ha abitato solo perché fa notare cose evidenti ed alla luce del sole... patetici... è per gente come te che Roma è ridotta così, vantatene mentre il resto d'italia ha vergogna di dire che è come te, e lo dico perché evidentemente ti sta bene vivere nello schifo visto che neghi l'esistenza e neghi l'evidenza.

rileggi i miei post... come ho definito via poerio IO? almeno abbi l'intelligenza di fare il pappagallo ripetendo le parole degli altri se vuoi darti aria alla bocca. molto triste vedere che la tua unica difesa è mettere in bocca alla gente frasi inventate da te per farti grosso

e non è questione di provincia... pure città del messico è una grande capitale, una megalopoli... vai a vivere in una bella favela e vantatene no?

ps: lascio ai romani che conoscono quelle zone definire i villini di via poerio e simili. io li definisco squisiti ed invidiabili. lascio ai romani che conoscono le zone definire i palazzoni con i balconi che stanno crollando (a meno di parziali ristrutturazioni) in piazza rosolino pilo. io li definisco fatiscenti. anche a monteverde vecchio ci sono vie squisite, per quanto sommerse dallo schifo talvolta, e palazzi fatiscenti che andrebbero forse buttati giu.

Anonimo ha detto...

Però se uno è un coglione, rimane un coglione.

Anonimo ha detto...

la prima frase intelligente di questo battibecco...
solo che tanta gente non si rende conto di esserlo prima di dare del coglione agli altri.
ma la roma ha vintoooooo

Anonimo ha detto...

ha ha ha
la metafora del ratto e le zampate ha un che di epico...
ci credo che quel fenomeno si è incazzato mettendosi a straparlare. colpito dritto al cuore e affondato

ormai sono quasi dieci anni che sono via da roma per lavoro... all'inizio mi piangeva il cuore aver lasciato casa... dalla roma dove tutto è permesso a ginevra il passo è quasi traumatico... ora la cosa che mi manca meno sono i romani, ovvero il male di una città che sta affondando su se stessa, e questo sito lo dimostra limpidamente
dai, dite pure a me che sono un frustrato che ha lasciato la grande città per la provincia... ha ha

bat21 ha detto...

Oddio mi sa che rispetto a Ginevra sfigura il 90% di Italia...

Disinfestazione Blatte Roma ha detto...

Per chi avesse problemi in casa con gli scarafaggi, contattateci al numero verde 800 864 528 o visitate la pagina dedicata alla disinfestazione blatte https://disinfestazioni24.it/disinfestazione/scarafaggi

marco ha detto...

Hanno terminato di asfaltare un mese fa ancora non ci sono le righe pedonali, per attraversare via Gioltti i turisti con le valige fanno lo slaloM tra i new jersey di plastica, è vergognoso!!! Roma non si merita di essere trattata così

Disinfestazione Scarafaggi ha detto...

Contattate la ditta di disinfestazione Disinfestazioni 24 - sono bravi.

Anonimo ha detto...

#Fabio

Sei tu che non sei in grado di esprimere dei concetti sensati. Ma sai, l'italiano puoi apprenderlo a scuola; la materia grigia o ce l'hai o non ce l'hai...
Prendere ad esempio le palazzine di Rosolino Pilo per dare una caratterizzazione edilizia a Monteverde Vecchio è quanto di più idiota si possa fare.
Anche ai Parioli esistono palazzine costruite dai ferrovieri negli anni 20/30, che non hanno nulla di signorile, ma questo non signifoca che la tipologia edilizia prevalente del quartiere Parioli sia quella, no ?
Altro punto: hai grossi problemi di attenzione, evidentemente.
Nel mio primo commento ho condiviso alcune riflessioni sul degrado di Roma, arrivando a dire che così come appare non sarebbe degna di essere rappresentata capitale del Sud.
In realtà, dunque, caro invidiosetto, il pappagallo che mette in bocca cose mai scritte non sono io, ma sei tu, con l'aggravante che - e questo non puoi smentirlo - condisci il tutto con parole grevi, con metafore grossolane (come quella dei ratti) che può apprezzare solo qualche altro poveretto e con una rabbia che solo poche anime infelici possono manifestare.
Sostieni infine di non essere romano e di vivere attualmente a verona. Mi chiedo e ti chiedo: sei ridotto così male da "frequentare" assiduamente un blog sul degrado di Roma, invece di goderti sereno le bellezze di verona ? Azzz..... Tanti auguri....
In realtà, Roma è ridotta così male per quelli superficiali come te, che non fanno alcunché per la città, se non ingiurare indistintamente tutti i residenti e non fornire soluzioni o speranze per migliorarla.
Buona permanenza a Verona (o a Spinaceto, al Trullo, fai un po' tu...)

Anonimo ha detto...

invidioso di cosa scusa??

a parte che se io ho problemi con l'italiano tu hai evidenti problemi di comprensione della lingua italiana visto che metti in bocca parole non dette agli altri... ci vuole poco a rileggere le cose prima di rispondere se si hanno questo tipo di problemi.

sul motivo per cui seguo ogni tanto questo blog... che dirti, Roma è anche la mia capitale, per cui vedere come i romani l'hanno ridotta, come spendono i miei soldi pubblici... è un mio diritto no? non si parla poi di "bellezze" ma di degrado, incuria, incivilità, igiene, disonestà... le bellezze sono sotto gli occhi di tutti e se permetti mi rode anche un pò il francesismo nel vedere che quella potrebbe essere la città più bella del mondo è sommersa da un tale livello di degrado da nascondere quello che c'è dietro

si è vero, ordine legalià e decoro me li godevo quando stavo a bergamo o a milano e ora me li godo nel veneto... e mi pare che qua dentro la maggior parte della gente invidi abbastanza questa parte d'italia, sennò non si spiega il senso di esistere di questo blog e la frustrazione della gente che ci scrive

comica poi la tua chiusura... Roma è ridotta male non per l'incuria e la sciatteria media di chi ci vive, non per la disonestà di chi la gestisce con il beneplacito di chi è da loro gestito... ma per chi vive nel resto d'italia che già finanzia con le proprie tasse il sistema romano... ma ti rendi conto?? A Roma ho vissuto per diversi anni per lavoro... cosa dovevo fare, insegnare ai romani che l'immondizia si butta nei cestini e non per strada?? che non si parcheggia sulle strisce pedonali o sui marciapiedi?? dovevo mettermi io a fare le strisce in terra o tappare le buche al posto di quei fannulloni che facevano le strisce girando attorno alle macchine ??

poi vabbè... la tua mancanza di argomentazioni e capacità di discutere si vede sempre dall'ultima battuta... dopo aver messo in bocca parole non dette agli altri ti rifugi nel mettere in dubbio dove uno abbia abitato... offendendo quasi le persone che magari abitano al trullo o a spinaceto. sinceramente non capisco cosa mi dovrebbe venire in tasca a vantarmi di aver vissuto in un quartiere che i romani descrivono come idilliaco ma che il resto d'italia descriverebbe in modo molto diverso (sempre ad esclusione delle solite tre vie nominate e rinominate... monteverde vecchio diciamo che raccoglie decine di migliaia di abitanti in decine di vie... non solo i pochi eletti che abitano nalla via top. per non parlare di monteverde nuovo dove di lussuoso o invidiabile c'è veramente poco. Il tuo è un discorso talmente sterile e generalizzato che non ha senso... quanti abitanti abitano a monteverde e quanto nella via che dici? possiamo dire centinaia di migliaia contro poche centinaia di individui... praticamente in proporzione come dire che Milano è il posto migliore al mondo perchè a Milano c'è via Montenapoleone... geniale)

Anonimo ha detto...

se poi proprio dovevo inventarmi di aver abitato in un posto di pregio avrei detto come qualcuno qua sopra di aver avuto un attico in piazza navona o un attico in piazza di spagna... non di certo un quartiere nulla di che che ogni 3X2 finisce su questo blog a causa dei suoi problemi... un quartiere dove nemmeno esistono i mezzi pubblici a parte un paio di autobus perennemente bloccati dalle auto in doppia fila o il tram di monteverde nuovo che arriva solo a piazza Venezia, perennemente pieno di extracomunitari non paganti e che ogni mese dispari viene bloccato per rifare di nuovo le rotaie...

Anonimo ha detto...

Uno che si permette di dare dei ratti a tutti i romani si preoccupa che qualcuno si possa offendere se viene menzionato il proprio quartiere per la forte presenza di edilizia popolare ? Ma dai !
Ti ricordo che a Monteverde, oltre all'ottimo tram 8 (che passa ogni 5 minuti, caso più unico che raro a Roma), ci sono la stazione Trastevere e la stazione Quattro venti, che ti portano anche dentro l'aeroporto di Fiumicino in 20 minuti e che collegano il quartiere con altre zone semicentrali di Roma (San Giovanni-stazione Tuscolana, Nomentano, Stazione Tiburtina, Stazione Ostiense, etc...), più altre 7-8 linee di superficie, altro che due ! Continui a spararla grossa senza conoscere la realtà.
Fossi un troll ?

aquila ha detto...

qualcuno spiega al fenomeno di via poerio che se lui è ricco di famiglia e ha un bel villino con vista il resto del quartiere è un po' diverso da casa sua?
talmente manco sa di che parla che elogia i 20 minuti che ci vogliono dalla stazione di trastevere fino a fiumicino, peccato che da via poerio per arrivare a quella stazione devi prendere un taxi o farti una bella passeggiata di qualche chilometro... sempre che non stai arrivando da fiumicino, sennò i chilometri sono in salita.... e se volessi andare in via del corso?? fatemi pensare... triangolando con qualche autobus, tram, elicottero ci arriva... a meno di prendere la macchina o di novo un altro taxi (visto che si parla di mezzi pubblici)

e poi scusate, che centra il tram con via poerio? quello passa dalla gianicolense, più vicino alla favela di san giovanni di dio che ai villini della casa del fenomeno... ma forse lui nemmeno ci sarà mai stato da come parla, perché in quella favela la notte i ratti sono così grossi da chiedere loro le monete agli zingari

sto fenomeno ha le idee un po' confuse... o parla di monteverde esplicitando che si limita ai dintorni della zona più isolato dai mezzi ma dove le case sono lussuose, o parla dei tram e treni del quartiere ma allora parla anche delle auto in quadrupla fila, della fila di zingari con il carrellino, della voragine lasciata lì per mesi in via revoltella, della favela di san giovanni di dio che puzza più di una discarica, dei saloni da estetista fatti esplodere una notte e lasciati nello stesso stato a distanza di un anno, delle case popolari di donna olimpia che sono un ottimo supermercato per motorini rubati... devo continuare??? troppo comodo elencare i pregi di un quartiere, mischiarli con i pregi di un altro e fare un fritto misto totalmente slegato dalla realtà...
ma da come parla quello manco sa di che parla... si riempie solo la bocca di cose che manco ha mai usato veramente giusto per difendere la sua amata città

ps: abito proprio in via revoltella... nella via avevamo dato un nome alla voragine, e un po' ci manca, era una di famiglia. era cresciuta con noi

Anonimo ha detto...

e fu così che romafaschifo divenne romafainvidia, esempio di civiltà, lusso e ricchezza per il popolo italiota
tutti in fila per l'assegnazione di una villa con vista a 18 euro

chenlina ha detto...

chenlina20160421
cheap ugg boots
cheap jerseys
kobe 9
ray ban wayfarer
insanity workout
jordan 13
mont blanc pens
tory burch outlet online
louis vuitton handbags
christian louboutin shoes
oakley sunglasses
adidas shoes
cheap nfl jerseys
coach factory outlet
hollister kids
oakley sunglasses outlet
ray ban sunglasses
kevin durant shoes 7
ray bans
toms wedges
juicy couture
michael kors purses
adidas superstars
air jordans
ralph lauren outlet
coach outlet online
pandora outlet
michael kors outlet
michael kors purses
kobe bryant shoes
christian louboutin shoes
louis vuitton outlet
kids lebron shoes
nike air jordan
christian louboutin outlet
coach factorty outlet
celine outlet
nike uk
fitflops
coach factory outlet
as

ShareThis