Via del Banco di Santo Spirito. Ecco come è ridotta la prima isola pedonale pensata da Tronca

5 febbraio 2016

Ci sono i cartelli, ci sono le centinaia di migliaia di euro spesi per "riqualificare" l'area, c'è la vista su Castel Sant'Angelo. C'è tutto nella nuovissima area pedonale pensata e inaugurata qualche giorno fa da Franchino Tronca. Eccola qua nella nostra foto ma soprattutto nel nostro video qui sotto. E la situazione era particolarmente buona perché ieri sera, quando il filmato è stato girato e la foto scattata, era tutto pieno di Polizia Municipale (sic) per il passaggio di Padre Pio mummificato (ari sic).
Anche questa volta, come accade a Roma da alcuni decenni, le isole pedonali sono pensate con uno scopo ben preciso: provvedere alla amplissima domanda di sosta gratuita su suolo pubblico al di fuori di ztl, stisce blu e quant'altro. Roma è insomma l'unica città occidentale ove le aree pedonali aumentano i posti auto disponibili invece di diminuirli. Una città geniale.

29 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

Tronca ti dovrebbe prendere un colpo. Buono a nulla, non scelto dai romani, restauratore pure su quelle poche cose che aveva fatto Marino. Lo schifo fattosi amministrazione. MA che ti aspetti da un protege di Alfano?

Anonimo ha detto...

Ma che c'entra Tronca, che l'ha fatto lui il progetto?

Anonimo ha detto...

Per tutto c'entrava Marino, ora Tronca non c'entra.
Tronca fa ordinanze ridicole su camion bar e traffico.
Tronca inaugura i cantieri giubilari.
Tronca la potra fare qualche domanda? Potra prendere qualche posizione?
Oppure l'unica posizione che si addice a Tronca e' quella a 90 gradi col Vaticano?

Diego ha detto...

l'ultima...

francesco schietroma ha detto...

se ci fosse stato Marino le cose non sarebbero andate diversamente? mi pare che è il campidoglio stesso a non esercitare+alcuna autorità: non si riesce a rendere esecutiva la benchè minima disposizione! ci si aspetta che un cartello induca gente incivile, ma anche esasperata e rancorosa, a cambiare abitudini.. roba da dilettanti allo sbaraglio! le auto in sosta vengono sanzionate forse? no. rimosse? men che meno! ci si limita a impartire degli ordini in modo già rassegnato al conseguente menefreghismo, senza curarsene minimamente, senza predisporre i dovuti controlli ecc. finchè fermezza farà rima con clemenza, serietà con lassimo, giustizia con mollezza, ovvero finchè avremo questa classe politica qui, così restia al+elementare buon senso (sarebbe bastato applicare un blando arredo urbano per evitare questo ennesimo scempio) che sia tronca, marino o chi per loro, non andremo da nessuna parte. occorre andare a votare e occorre, urgentemente, che il tema 'degrado' cessi di essere vano chiacchiericcio e assurga finalmente a discriminante per la scelta e l'elezione di un sindaco. perchè è ora di farla finita colla logica del 'i problemi sò artri': dobbiamo imparare a pensare che i problemi sono risolvibili, anzichè rassegnarci a credere che ci si debba solo convivere pacificamente.

Anonimo ha detto...

Francesco,
forse piu che classe politica (i chi per loro che cambiano), quello che deve cambiare e' l'amministrazione (i funzionari che non cambiano mai con chiunque sia il sindaco o il politico di turno).
Fermo restando che Marino, con tutti i suoi limiti, qualcosa ha provato a farlo: blocco del salario accessorio (Tronca a 90), guerra ai VVUU con comandante esterno, rotazione anticorruzione, visite fiscali per l'assenteismo (Tronca non pervenuto), dirigenti di alcune municipalizzate sostituiti, governance di Acea cambiata. Avrebbe dobvuto fare di piu? Certo! Ci voleva l'accetta, non il bisturi.
QUalcuno aveva fatto di piu prima di lui? No. Tronca sembra voler fare di piu? No.

Anonimo ha detto...


Tronca è uomo di Renzi: disastro su tutta la linea - i fatti stanno a zero!

Giachetti è uomo di Renzi: disastro su tutta la linea - i fatti stanno a zero!

Le chiacchere invece, vanno alla grande!

Anonimo ha detto...


PD-ue ovverosia: Partito DemoNcratico

Anonimo ha detto...

Grandi! Adesso storpiate i nomi come fa Grillo e, prima di lui, Emilio Fede. Daje!

Anonimo ha detto...

Questo blog dovrebbe finalmente decidere cosa vuole essere da grande, se un sito dove versare ogni genere polemica oppure uno strumento di informazione e di crescita civile della cittadinanza e, poi, della città.
E' palese che non si possa ricondurre la responsabilità del mancato intervento delle forze dell'ordine, per far rispettare una disposizione del Commissario e la segnaletica stradale, al Commissario stesso.
Tronca, e prima di lui Marino, e persino Alemanno ecc. ecc., non potevano andare in giro a fare le multe.
Ma ciò che più conta, non potevano neppure rimuovere un Vigile urbano, o farlo trasferire.
Potrebbe farlo, in teoria, il Comandante del Corpo, ma con grandissimi limiti, come dimostrato proprio dalla sentenza che ha riconosciuta come illegittima la decisione di far ruotare i Vigili nelle differenti circoscrizioni.
In teoria, ma solo in teoria, si potrebbe controllare che i Vigili non siano palesemente assenteisti, o che non prendano mazzette. Ma in pratica ciò è complicato, e richiede enormi sforzi investigativi. Con quelle risorse, tanto varrebbe mandare gli "ispettori" direttamente a fare le multe.
Quello che sta accadendo, platealmente, è che l'intera "pubblica amministrazione" dipendente dal Comune è totalmente anarchica; ha assunto (da tempo) una posizione frontalmente ostile al vertice politico (o commissariale), e non se ne uscirà mai da questa situazione, a meno di misure che sono molto oltre qualsiasi potere in mano al Sindaco o al Prefetto, o al Commissario.

Anonimo ha detto...

4,51

tutto giusto, ma solo un paio di dubbi:
1) la conclusione e' che Marino e Alemanno si sono comportati nello stesso modo?
2) E quindi che suggerisci si debba fare? E' vero che sto blog deve decidere cosa fare da grande, ma viste le tue premesse, quali sarebbero le conclusioni?

Anonimo ha detto...

Flaminia Leggeri andrebbe denunciata per stalking da parte dei vigili.

Anonimo ha detto...

Grazie Tronca, per aver messo mano allo scandalo di affittopoli, in cui la sostanziale connivenza dei sindaci pd è sempre stata evidente.
A fronte delle liste di rutelli e delle inutili letterine di sollecito di marino, specchietti per le allodole, Tronca sta intervenendo davvero.
E questo gli aizza contro tutti i famigli criminali del pd.
Quelli che per avere 100 metri quadrati davanti al Colosseo, A 5 CENTESIMI al mese, e un lavoro da scicquapiatti al corto circuito, millantano un'indigenza trigenerazionale e sono pronti a prendere a bottigliate pure il Papa.

Anonimo ha detto...

Grazie a Tronca e a tutte le Regnicole Corti che stanno indagando sugli affitti scandalo, perché le case vengono concesse a personaggi che infestano i quartieri di malaffare.
Per esempio a Tor di Nona, zona storica e pregiatissima, non si può camminare da decenni.
Tra Via di Tor di Nona e Vicolo degli Amatriciani ci stanno i pregiudicati.
In vicolo degli Amatriciani, uno su tutti, ci sta un ciccione che va in giro in equilibrio precario su uno scooter e una pistola che sbuca dalla tasca dei pantaloni; fatto di cocaina come un maiale ne ha combinate di tutti i colori; tra l'altro, si narra, riducendo sul filo di lana il povero barista di Via di Tor di Nona.
Chi gliel'ha data la casa?
Questi sono gli elettori del pd.
E se Tronca interviene su questo scempio, malgrado sia stato scelto dal pd medesimo, tanto di cappello.

Anonimo ha detto...

Quello di cui vi dovete preoccupare è che siano riusciti a innescare un meccanismo per cui l'Italia è in mano ai commissari, ai governi tecnici e alle nomine, che devono stabilizzare ad aeternum lo status quo.
Tronca, che non dispone di una pianificazione da sindaco, non può essere responsabile di scelte urbanistiche o del mancato intervento dei vigili in ogni metro quadrato di Roma: ciò che incarna invece deve destare inquietudine, perché si troverà a veicolare la sostanziale conclusione della svendita del patrimonio comunale ai privati, anche in forma di servizi.
Stanno esautorando lo stato italiano, indebolendolo economicamente e politicamente, al fine di renderlo colonia di fatto, senza più alcun potere "contrattuale".
Basti pensare che il maggior potere italiano, quello identificabile neelle riserve auree della banca d'Italia, è stato ceduto a costo zero a banchee straniere.
Rizzate le antenne perché Tronca è un emissario di un governo di non eletti braccio esecutivo dell'Euromafia. Non per un operato emergenziale che di per sé non ha pecche.

Anonimo ha detto...

E, a proposito di pregiudicati, ricordatevi che per uccidere un malato di cuore titolare di un locale che fa gola, non serve nemmeno il medico compiacente, basta qualche bello spavento.
Queste sono le pore creature benificiate dall'assistenza del pd.

Anonimo ha detto...

E grazie anche alla Polizia di Stato, che oltre a dover tollerare le "trattative" coi cessi degli occupanti abusivi, supportate pure dai sacerdoti, si deve beccare le solite bottigliate senza reagire, e quel che è peggio le concioni di alzetta.
Per chi non fosse convinto delle complicità tra occupanti e proprietari di stabili occupati, legga le dichiarazioni di andrea catarci:
«In città si continua a scambiare una grande questione sociale come quella dell’abitare per una di ordine pubblico, per demerito conclamato di una gestione commissariale, Tronca e Vaccaro in primis, incapace di rapportarsi con la complessità delle sofferenze cittadine» attacca Andrea Catarci, che è un PRESIDENTE DI MUNICIPIO: «Dopo le cariche ingiustificate il Municipio ha convocato la proprietà dello stabile di via Ostiense disponibile a verificare la possibilità di un utilizzo dello stabile per l’emergenza abitativa».
CARICHE INGIUSTIFICATE. Decide lui cosa si fa, non la Legge.
«Sconcerta, poi, la notizia appresa che nessuna richiesta ufficiale di sgombero è partita dalla proprietà dello stabile, ma che si è trattato di un intervento autonomo delle forze dell’ordine, nel silenzio-assenso dei prefetti al governo della città». (Coletti sul Tempo)
Capito cosa lo "sconcerta"? Che le forze dell'ordine si permettano di fare ciò a cui sono obbligate dalla Legge, che i prefetti siano in "silenzio-assenso" di fronte all'ordinaria attività delle forze dell'ordine (incredibbbile!), e, tò, che la proprietà dello stabile invece, chissà, pare proprio che secondo catarci non avesse intenzione di fare una piega.

Anonimo ha detto...

"Padre Pio mummificato"?
Padre Pio è un gran santo. Ed è stato perseguitato dai soliti noti.
Che tutto un meccanismo desacralizzante abbia cercato di trasformare un uomo di Dio in un'icona pop di un imbarazzante merchandising, è appurato.
Ma la sua salma è incolpevole di tutto questo Carnevale, e merita devozione.

Anonimo ha detto...

MA CHE CAZZO VI ASPETTATE , SE FAI UN AREA PEDONALE E POI LA LASCI VUOTA, SENZA PANCHINE , SENZA FIORIERE O ALBERI , SENZA DUSSUASORI O UN BARLUME DI ARREDO URBANO, 1° CHE CAZZO LA FAI A FARE L'AREA PEDONALE, 2° ASPETTATI PURE CHE CI PARCHEGGINO GLI STRONZI

Anonimo ha detto...

Giusto principe, si ricordi che la aspettiamo domani per il brunch delle 17.

Anonimo ha detto...

In questo schifo di citta' puoi parcheggiare a c..o dove vuoi e quando vuoi. Le strade non sono controllate, le multe si fanno molto raramente, quelle poche che si fanno non sono pagate o vengono cancellate....
Non c'e' mai nessuno che si prende delle responsabilità...non e' mai colpa di nessuno...
Non ci sono regole....
Ho perso da tempo la speranza di vedere un minimo di decoro e di civiltà in questa mer..sa citta

Anonimo ha detto...

Tronca ci ha portato Padre Pio in città, senza di lui ora saremmo senza reliquie, puffo barbino! Un po' di rispetto per il Tronca, signori!

Anonimo ha detto...


Blitz degli agenti della polizia municipale in via di Decima nell'ufficio Condono edilizio del Campidoglio dove lavorano i dipendenti di Risorse per Roma e del Comune. I vigili hanno chiuso gli uffici durante le perquisizioni vietando l'accesso ai dipendenti.

Blitz dei vigili all'ufficio Condono di Roma: sequestrati documenti e pc

Operazione scattata su mandato della procura. Gli accertamenti disposti dalla vicenda di una villa abusiva sorta su un terreno agricolo abitata da una famiglia rom


Anonimo ha detto...

Pratica sospetta all’istituto di suore
Un altro giallo all’Ufficio condoniNelle carte sequestrate dalla procura centinaia di iter autorizzativi in odore di tangenti. Dopo quello della villa dei nomadi, il caso della sede delle religiose all’Aurelio

Anonimo ha detto...

E' impossibile. Sono un corpo di corrotti nullafacenti che non multano chi viene segnalato da noi integerrimi cittadini.

Anonimo ha detto...

FInte demolizioni e tangenti a pioggia Il dossier sul XIV municipioIl presidente Barletta pubblica la lista degli appalti pubblici, molti dei quali finiti sotto inchiesta. Venerdì le prime sentenze sulle mazzette negli uffici dell’ex XIX circoscrizione

Anonimo ha detto...

Anche il grande chef Moreno Cedroni e' d'accordo con Flaminia Leggeri.

Anonimo ha detto...

Le isole pedonali creano posti di lavoro. Quelli dei parcheggiatori abusivi. È il cafone campa.

Anonimo ha detto...

I parcheggiatori abusivi sono attivi, attivissimi, su tutto il Lungotevere. Chiunque li può vedere, dalla Sinagoga fino a Corso Vittorio e - sul lato opposto - da via della Lungara fino all'isola Tiberina. Tutte le sere, specialmente venerdì, sabato e domenica.
Non mi pare che nessuno se ne curi particolarmente, nonostante questo sopruso (si vendono posti pubblici, cha appartengono a tutti i cittadini, come se fosse roba loro) avvenga in pieno centro.
I parcheggiatori abusivi stanno tuttora a Piazzale Clodio, in piena zona Tribunale.
Capita di venderne in Piazza della Cancelleria, a Piazza Vidoni, alla Bocca della Verità. Figurarsi se si fanno sfuggire le isole pedonali mal concepite, perchè comunque accessibili in auto.
Colpa però anche di quelli che accettano l'estorsione...

ShareThis