Il punto su Piazza Augusto Imperatore e sul Mausoleo di Augusto

31 maggio 2013



Passando come molte altre volte nei pressi del Mausoleo di Augusto, il sito degli eterni lavori in corso, centralissimo ma mai valorizzato, ho rubato alcuni scatti col cellulare.  Oltre la deprimente vista fatta di reti e impalcature cadenti, tra le quali si sono accumulate erbacce e immondizia, due elementi mi hanno colpito: qualcuno ha lasciato lungo la recinzione due sedie, mentre una solitaria bottiglia d'aranciata penzola tra le maglie di metallo.
Chissà, magari uno spirito romantico ha pensato di offrire una seduta a qualche turista che, incuriosito da quelle inaccessibili rovine senza nome, voglia riposarsi e bere qualcosa di fresco.
Purtroppo è così, a Roma immaginazione e realtà si fondono, o forse non è rimasto che immaginare che certi "spettacoli" abbiano un senso. 
Buon lavoro e grazie della consueta attenzione.
GioDa

4 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

MERDE

Anonimo ha detto...

Questa la descrizione del Mausoleo di Strabone:

« Il più notevole [tra i monumenti] è il cosiddetto Mausoleo, grande tumulo che sorge su un'alta base di marmo bianco nei pressi del fiume [Tevere], coperto ovunque, dalla sommità, di alberi sempreverdi. Sulla sommità si trova una statua in bronzo di Cesare Augusto, mentre sotto il tutmulo ci sono le tombe dello stesso imperatore, dei suoi parenti e degli amici più intimi. Dietro c'è un grande bosco sacro che offre splendide passeggiate. Nel mezzo del campo c'è un recinto, sempre di marmo bianco, costruito intorno al crematorio di Augusto, che ha una balaustra circolare in ferro ed all'interno ci sono dei pioppi. »
(Strabone, Geografia, V, 3,8.)

Vederlo nello stato attuale e vergognarsi di vivere a Roma!

Anonimo ha detto...

Posso assicurare che a quasi 15.000 km di distanza vedere queste immagini fa anhe più male che sul posto. Povera Roma mia come ti stanno trattando.
Che sia stramaledetto il sindachetto e tutta la sua banda di tredicini e bordoni. Che possano tornare presto nelle fogne da cui sono usciti. Augh!

Anonimo ha detto...

L'immane degrado che circonda o monumenti di Roma è sempre più incalzante ed invadente...dopo 2000 anni di storia vederli ridotti così è da delinquenti della peggior feccia!

ShareThis