Di chi sono colpa queste orecchie nel II Municipio? Più dannose che altro...

29 settembre 2011


Ho fatto le due foto qualche domenica fa (domenica!!!), passeggiando per le vie del mio quartiere. E' l'incrocio tra via Gadames e via Lago Tana, nel quartiere Africano, a pochi passi dalla sede del II Municipio.
L'incrocio è stato riqualificato di recente, con l'uso di ottimi materiali per la pavimentazione, i paletti e gli scivoli per i disabili.
Peccato che le misure delle orecchie siano del tutto errate, tant'è che -come si vede dalle foto- permettono la sosta selvaggia di non una, ma di due auto contemporanemente, nel bel mezzo delle strisce pedonali.
Insomma, soldi (nostri) spesi bene.
Claudio Cartia

*Claudio, indagando e parlando sempre più ci rendiamo conto che questi autentici capolavori dell'urbanistica vengono posti in essere per delle assurde e cervellotiche prescrizioni dei vigili urbani che reclamano "angoli di curvatura" più ampi di quelli che una orecchia fatta bene lascia. Con il risultato che si segano 50 cm di orecchia e si "guadagna" un metro e mezzo di auto in sosta selvaggia. Uno scempio totale che pregiudica, tra l'altro, in maniera letale, la sicurezza e la visibilità. Alle persone che parcheggiano così occorrerebbe togliere la patente e sequestrare il veicolo. A chi progetta o a chi modifica i progetti in questo modo, occorrerebbe comminare pene dententive, altroché! Le orecchie, che sia detto una volta per tutte, devono finire a filo (a filo!) con la striscia che delimita la sosta.
Ad ogni modo i tanti Vigili Urbani che ci seguono, potranno smentire...
-Roma fa schifo

4 commenti | dì la tua:

Stefano ha detto...

In questo caso mi sento di spezzare una lancia in favore di chi ha fatto i lavori. Secondo me sono tecnicamente regolari ed esteticamente ben eseguiti.
Il vero problema di fondo rimane che parcheggiare sulle strisce è da criminali veri.

Anonimo ha detto...

quando ti ricapita fai una bella foto alla targa e segnala con foto al comando dei vigili. Magari tra una passeggiata ed un caffè, un verbalino riescono a farlo.

@ Stefano. I lavori fatti cosi' non servono. Infatti guarda li le auto in doppia fila. Il concetto è semplice. Se una strada è ad una carreggiata è inutile lasciare spazio per una seconda scomoda. questo chiama soltanto doppia fila ("perchè tanto eee maghine ce passeno lo stesso"). in questo particolare caso guarda un po cosa è successo dove è stato lasciato uno spazio superiore...tac lo stronzo in divieto. Se la strada è progettata bene, i vigili neanche servono, ci pensa il cric del furgone del furgone stai bloccando ad essere un deterrente.

Fabrizio

Anonimo ha detto...

ma i vigili urbani perchè richiedo curvature di questo tipo? per parcheggiare loro sulle strisce quanndo si vanno a prendere un caffè, non ci sono altre motivazioni possibili!

Alessandro ha detto...

Nel IX municipio è pieno di orecchie mal progettate come queste...

ShareThis