Video. Il luogo dell'incidente ai Colli Portuensi due giorni dopo

31 maggio 2017
Oggi dopo un paio di giorni siamo tornati sul "luogo del delitto" di Via dei Colli Portuensi. Ovvero nell'esatto punto in cui la Smart di una persona drogata e privata della patente (oltre che con precedenti penali) ha investito cinque persone spedendone all'ospedale alcuni in codice rosso.

Nella parte a monte della strada sono state ripittate in fretta e furia le strisce pedonali. L'ipocrisia romana che cerca di pulirsi la coscienza andando a sistemare la città solo dopo che accade qualche fatto delittuoso.

L'incrocio dove è avvenuto il fatto, tra l'altro, non è stato neppure riqualificato e ancora versa in condizioni di grave pericolo con strisce completamente cancellate. Cancellate come saranno cancellate quelle ridipinte ieri vista la qualità della vernice: durano 10 giorni al massimo perché a Roma (solo a Roma) si usa una specie di vernice spray laddove dovunque in Italia e in Europa si va avanti a strisce in termoplastico.


Abbiamo notato che nulla è cambiato. Quasi ci scappano dei morti, l'incidente è assurto ai disonori delle cronache ma niente. Tutto uguale. Auto che corrono a alta velocità, niente autovelox o sistemi di calming della velocità e del traffico, sosta selvaggia assolutamente criminale addirittura macabramente sopra la zona dei rilievi dell'incidente e pedoni cui non viene data la precedenza sulle strisce. 


Invece di sistemare la città, rendere sicure le strade e gli attraversamenti pedonali (su questo l'amministrazione è riuscita a non fare nulla di nulla in un anno), i consiglieri sono stati tutta la notte, per ben 15 ore, a cercare di approvare il Regolamento che regala definitivamente la città alle lobbies dei bancarellari mettendo la parola fine su ogni speranza futura e remota di riqualificazione delle strade di questa città. Si muore come cani sulle strade (solo l'altro ieri 8 pedoni travolti, stamattina un altro a Testaccio), ma chi amministra pensa a come aggraziarsi i voti delle lobbies, delle mafie, delle cricche. Facendo anche di corsa perché c'è da restituire ai suoi "proprietari" la Fiera della Befana di Piazza Navona che dopo alcuni anni di sacrosanta sospensione a dicembre, grazie ai figuri che ci amministrano, tornerà in mano agli operatori che l'hanno resa vomitevole 

37 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

Cominciamo a separare le questioni e non buttarla tutta in caciara sparando sulla Croce Rossa. I pentastellati romani si stanno scavando politicamente la fossa con provvedimenti a favore delle lobbies dei bancarellari? Benissimo, requiem per loro e un'altra tacca sul calcio del fucile dei loro detrattori. Vedremo. Ma il quartiere nominato e' quello dove vivo da sempre. L'incrocio e' cosi' da sempre, le condizioni delle strade sono cosi' da sempre, i vigili prezzolati un paio di km piu' avanti che consentono la sosta selavaggia che imbottiglia il traffico di fronte a noti locali ci sono da sempre. La marea di merda che ci sovrasta c'e' da molto tempo prima che Raggi&Co conquistassero il Campidoglio. Dipingerli come i responsabili del male di Roma non e' realistico. Sono il nulla? Probabile. Se e' cosi' fra un po' saranno solo un lontano ricordo. I veri responsabili delle condizioni di Roma pero' ce li ricorderemo per sempre.

Anonimo ha detto...

A Roma il Comune non riesce ad eseguire operazioni ultra basilari come tagliare i prati o riverniciare la segnaletica stradale scomparsa: NUN JA FA !!!

Anonimo ha detto...

XII Municipio assente in tutto e per tutto....panchine rotte sui Colli Portuensi, tolte e non sostituite, altalene mancanti a Villa Pamphili, Parco di Piazza Forlanini in stato di abbandono totale (di fronte ad una materna ed una elementare un parco completamente distrutto e senza giochi..solo a Roma certe cose), Parco giochi di Via Tarra abbandonato a se stesso, ovunque striscie pedonali cancellate...
dopo un anno non si è visto neanche il piu' piccolo segnale di cambiamento rispetto al passato, anzi...

Anonimo ha detto...

Anonimo maggio 31, 2017 7:03 PM

Si ma non è che possiamo vivere solo di brutti ricordi. Proprio perché come tu dici vi sono delle situazioni "così da sempre" ci si aspettava la svolta. Che dopo un anno non è arrivata. Questo è il senso dell'articolo.

Anonimo ha detto...

Purtroppo è un problema della politica italiana attuale, veda 12 mesi di nulla di Sala a Milano.

Anonimo ha detto...

Sono di Roma, sinceramente non mi sento di giudicare una città in cui non abito.

Anonimo ha detto...

Tra l'altro le strisce pedonali vengono verniciate con vernice a base nitrocellulosa (a giudicare dal terribile odore che si percepisce, oltre tutto dannoso per la salute) buona cinquanta anni fa. Oggi esistono prodotti a base di acqua con resistenza all'usura molto maggiore...
Qualcuno avvisi Virginia di fare un salto da Leroy Merlin dove troverà vernici che non scoloriscono dopo dieci giorni...

Anonimo ha detto...

Guarda, molto serenamente, per come la vedo io il loro immobilismo e' comunque meno dannoso del presunto "fare" dei soliti noti. A differenza di questi ultimi almeno hanno in parte la giustificazione della scarsa esperienza a governare e forse sono ancora in tempo ad imparare dagli errori commessi. Il problema semmai e' che abbiamo toccato il fondo e loro ne sono la diretta conseguenza, nel bene e nel male. Ci fosse stato uno, dico uno dei vecchi partiti che abbia prodotto un volto nuovo, pulito ed affidabile, capace di trasmettere fiducia e volonta' di cambiamento serio, lontano dalle vecchie logiche e realmente interessato al bene comune non staremmo qui a discutere sulle capacita' di governare dei grillini.

Anonimo ha detto...

Io non capisco quelle persone che si ostinano ad andare a piedi a Roma! Roma non è una città per pedoni. Se fosse per pedoni avrebbe simpatici sentieri pieni di panchine e piantine colorate.

Anonimo ha detto...

8.22 pm vivo da 20 anni a Milano, penso che sono sufficienti per esprimere un parere!

Forza magica Roma ha detto...

Capitano ci mancherai!

Anonimo ha detto...

Sfugge il nesso tra un drogato che va in giro senza patente accoppando pedoni, e la segnaletica. Dici che se era fatta meglio si fermava?
Prenditela piuttosto coi narcotrafficanti, con chi tratta i drogati come pore creature da salvare, e con chi vuole liberalizzare.
E con certi trafficanti che dopo una vita di onorata carriera si trasformano in palazzinari e onnivori imprenditori, aprendo blog e comprando quotidiani.

Anonimo ha detto...

Vi siete tenuti quel rospo di spalletti, e adesso piangete lacrime di coccodrillo.

Anonimo ha detto...

Anonimo maggio 31, 2017 9:35

Ci mancherebbe, non avevo capito che fosse di Milano.

Anonimo ha detto...

Vabbè dai non essere triste, la Lazio farà meglio il prossimo anno. Sono sportivo se vincesse qualcosa l'anno prossimo non mi dispiacerebbe!

Antonio ha detto...

Dalla qualità dei commenti qui sopra, viene da augurarsi che la citta scompaia con questi abitanti quanto prima.
Il limite di velocità in città lo ha stabilito il codice stradale. Non viene rispettato. Basterebbe questo, solo questo, per rendere l'automobile un mezzo NON conveniente per muoversi verso il centro.
Ma il burino medio non lo capisce. Vuole parcheggiare. Dovunque. Vuole sfrecciare, dovunque. Che morisse. Quanto prima.

Anonimo ha detto...

Una persona sotto effetto di stupefacenti può fare danni anche con una bicicletta! Spero che scompaia anche lei re dei luoghi comuni!

Anonimo ha detto...

E adesso questi incapaci faranno il governo con il PD e avremmo lo stesso bordello al livello nazionale... COMMISSARIAMENTO subito e con un commissario vero, con gli attributi

Anonimo ha detto...

Per avere un'immagine emblematica di via dei Colli Portuensi, ma valida per qualsiasi strada romana, bisogna andare nella parte finale, verso viale Newton.
Lì, di fronte a un noto locale-bar, regna la sosta più selvaggia, con ripercussioni sul traffico che nelle ore di punta provocano code di centinaia di metri. Naturalmente non manca il furgone-catorcio del bancarellaro di rito, anche lui in sosta abusiva.
Spesso si aggiungono un paio di bus turistici in doppia fila, ad uso degli ospiti di un istituto di monache di via del casaletto riconvertito in bed and breakfast (senza pagare l'ICI, ca va sans dire).
L'ultima pattuglia di vigili urbani pare sia stata avvistata nel 450 a.C., ma le fonti storiche non sono concordi.
Quello che è certo è che la clientela del famoso bar annovera anche agenti di polizia, come si evince dalle auto di servizio parcheggiate anche loro in sosta abusiva.
Scattare qualche foto e mandarla ad ioSegalo è un metodo sicuro per vincere il contest "azione più inutile del giorno".
Ora scusatemi ma c'è qualcuno che da un po' suona il clacson, devo andare a vedere se devo spostare la machina.

Anonimo ha detto...

pena di morte per lei e lui fascista tutto il suo gruppo fascista per ridere roma ai romani a morte!

Anonimo ha detto...

Un altro GROSSO problema al XII Municipio, è l'edicola di piazza Scotti!!!!
Posizionata in modo CRIMINALE, alla fermata dell'autobus 44 e non permette, occupando TUTTO il marciapiede, il transito dei pedoni e ancora di più carrozzine di bambini e/o disabili.
Mi chiedo come possa esistere!!!!

Anonimo ha detto...

Caro Tonelli, cerchiamo di riportare un pò di logica in questo blog.
E' evidente che una drogata alla guida avrebbe investito i pedoni anche se le strisce fossero state indelebili, retroilluminate e dotate di autovelox e di "calming della velocità" (???).
Per quanto riguarda la giunta Raggi, la si può criticare - a ragione - per moltissimi motivi, ma qui non si capisce cosa c'entri. E' come se un drogato si mettesse a sparare sui passanti, e uno dicesse che è colpa del marciapiede troppo stretto.
Il degrado in cui versa la strada è penoso, come lo è per tutte le strade romane; ma come è stato già scritto, questo è un aspetto che va ben oltre la giunta Raggi. Il cuore del problema è il marciume socio-culturale romano, di cui la giunta Raggi è l'espressione, non la causa. La strada era tale e quale con l'amministrazione precedente, e - temo - sarà tale e quale anche con la prossima.

Anonimo ha detto...

Per me dopo la questione delle case ai rom il M5S ha chiuso

Anonimo ha detto...

Ti capisco e "di pancia" ti do ragione. Sono il primo a dire che prima vanno risolti i problemi di noi italiani e poi, se avanzano le risorse, quelli degli altri. Pero', se si va oltre la condivisibile reazione emotiva, si legge che i fondi destinati alle case dei rom non sono dei contribuenti, ma sono fondi europei previsti per queste situazioni. E che comunque c'e' un "FARE", sbagliato quanto si vuole, nella direzione di aggiustare una situazione che fin'ora ha fatto la spola tra l'immobilismo e la mangistoia per mafie. Tieni presente che poi, se si rispetteranno tutti i criteri previsti, sti nomadi pitrebbero anche essere incanalati in una parvenza di legalita' controllata. Il problema e' che questo non arricchisce le tasche di nessuno, come e' stato fin'ora, e che (molto piu' direttamente, senza tanti giri di parole) i rom dentro le case non ce li costringerai mai, perche' culturalmente e geneticamente non sono predisposti per il rispetto delle regole (altrui, perche' quelle delle loro caste le rispettano eccome).

Anonimo ha detto...

Il problema di fondo è che qui da noi non esiste nessun controllo sulle infrazioni stradali. Vedessi mai una volta una pattuglia che interviene, se qualcuno guida a cazzo. Provateci in alcune nazioni serie a violare il codice della strada: state tranquilli che arriverà immediatamente una pattuglia che vi fermerà. E non si scappa, nemmeno in pieno deserto. Qui, il controllo che loro fanno sono solo quei ridicoli posti di controllo dove chiedono: "Favorisga i dogumendi: badende e libredda", che non servono a un cazzo. Oppure quegli altrettanto ridicoli controlli sui limiti di velocità fatti dalla Municipale, con tanto di altrettanto ridicolo cartello avvisatore.

Anonimo ha detto...

io ribatto lei deve pagare lui anche noto in zona con un cane feroce,mi chiedo ora i fascisti come entrambi sono soo tossicodipendenti? e esponenti politici ? roma ai romani gruppo di tossici.e voi difendete i romani? no difendete le assassine amorte voi !

Anonimo ha detto...

concordo con te due tossici lui noto presso comunità i zona militante politico, fascista io casa o scenddre in piazza con chi lo difende ??? mai mi rano pure simpatci Castellino è un uomo con le paalle ma milita con gente cosi boicottiao roma ai romani

Anonimo ha detto...

io sono dei colli e l ricordo entrambi strafatti in quella maledeta smart

Anonimo ha detto...

roma ai romani non vergognate??? dfendete il ragazzo di un assassina amorte !

Anonimo ha detto...

io non mi firmo sono un amico di quella ragazza a cui ha rotto la clonna e resterà paralizzata a vita fate poco i coatti specialmente questo sione ce rida ai 4 venti di essere esponente politico e sta piu fuori di un balcone. e voi che reputavo un gruppo serio ? permette a questa gente ignobile di rimanere drogati fascisti la mia opioni su voi cambia totalmete ero con voi a magliana mai pu voi sostenete assasisini e fidanzati vari! Castellino lei aveva tutta la mia stima. ora non piu'

Anonimo ha detto...

GIORNALISTA TERRORISTA

"I giornalisti sono sempre più servi del sistema. In questi giorni stanno tirando in ballo Roma ai Romani e Forza Nuova in una tragica vicenda di cronaca nella quale il nostro movimento non c'entra nulla.
Vogliamo dire a questi sciacalli, come Il Messaggero dei palazzinari e altre ignobili testate, che non ci fermeranno con le loro calunnie.
Noi ogni giorno siamo in barricata per difendere il nostro popolo dall'immigrazione e dagli sfratti.
Loro, invece, ogni giorno sono impegnati con le loro infami bugie ad accattivarsi il potente di turno.
Invece di raccontare di come i romani si stiano ribellando, questi infami si prodigano a gettare fango.
Li aspettiamo al varco, verrà il giorno della resa dei conti".

Giuliano Castellino, portavoce di Roma ai Romani e responsabile di Forza Nuova per le politiche abitative

Anonimo ha detto...

io mi aso su ciò ce ho vistouna tossica a volante un ragazo che fa le scoattate dcendo che appartiene a quest e que gruppo agrendendo un ragazzo sotto asa della assassina parlate di imigraziane, Castell' guarda dentro casa tua banda di tossici e voi senza scrupoli ce date potere a questo simone coattello tossico fascistello di borgata.

Anonimo ha detto...

boicatta roMa ai romani e forza nuova ASSASSINI DROGATI COME LEI !DIFENDETE UN ASSASSINA

Anonimo ha detto...

KIRA :Vorrei ribadire il fatto che "Roma ai romani"non ha mai preso le parti a nessuno,piu volte tirata in ballo nei commenti e sul "menzognero"(messaggero)noi madri di famiglie fratelli che combattiamo tutti i giorni x i diritti di tutti i cittadini rispediamo ai mittenti l infame accusa, chi sfrutta una tragedia per attacchi politici non merita rispetto,condanniamo in toto chi ha commesso il fatto (le indagini faranno il loro corso)siamo vicini alle vittime e le loro famiglie....p.s.questo serva a far seccare le lingue di chi tira in ballo persone estranee a questa tragedia

Anonimo ha detto...

Il punto è che non si può consentire alla gente di drogarsi in una società fondata sul diritto. Qui il nemico non è identificabile in altri che nel narcotraffico, sostenuto dai vertici armaioli dei governi e dalla massoneria, che propugna la droga di Stato e perseguita coloro che combattono gli spacciatori.
Il partito radicale deve chiudere i battenti e se una coltiva marjiuana in casa deve essere arrestata come lo sarebbe qualunque altro cittadino, anche se fa il digiuno pietista da colazione a pranzo.

Anonimo ha detto...

Sono madre di quattro creature, che sto allevando con spirito fascista. Spero in un'Italia migliore di questa. Per ora, l'unica cosa da fare é sbracciarsi in saluti romani nell'appoggiare Virginia Raggi, la bella Virginia Raggi.

Romanamente, Barbarella.

Marco Crisciotti ha detto...

Non avrei saputo dirlo meglio.

ShareThis