23 minuti di imperdibile documentario da New York per fare tutti i confronti con Roma

15 maggio 2017
Mai ci saremmo aspettati il successo che avete tributato ieri al lunghissimo filmato che raccontava per filo e per segno tutto lo scempio circostante l'area del Colosseo. In realtà neanche tutto perché si poteva perfino andare avanti, ad esempio documentando le condizioni del Colle Oppio o approfondendo cosa succede dentro la stazione e sotto ai binari. 


E visto che i dati di YouTube non possono mentire, abbiamo notato che, sebbene infinito, il documentario vi ha appassionato e lo avete seguito in migliaia. E allora beccatevi un nuovo pezzo dalle grandi lunghezze che richiede attenzione, tempo, dedizione, concentrazione, ma che alla fine vi arricchirà e vi aprirà gli occhi su alcune cosette.


Abbiamo messo insieme una serie di clip girate a New York City di recente e ne abbiamo fatto un lungo docu-film (vabè, si fa per dire: qui siamo all'home made spinto!) a costo zero di ben 22 minuti. Una zozzeria dal punto di vista tecnico, ma un gran documento dal punto di vista civico per chi avrà voglia di studiare e approfondire le differenze siderali che ci separano da una città che non più di 20 o 30 anni fa aveva gli stessi problemi che ha oggi Roma e che invece oggi risulta uno dei luoghi più piacevoli dove vivere, lavorare, fare turismo, addirittura passeggiare. 

Il filmato si occupa di verde pubblico, di tavolini all'aperto, di sosta delle vetture, di trasparenza nel rapporto tra pubblica amministrazione e cittadini, di innovazione e smart city, di bancarelle, di commercio e di sviluppo architettonico e immobiliare. Buona visione in full HD e diteci nei commenti. 

82 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

non fate i confronti con gli stati uniti, obietteranno dicendo che è un paese ricco.

Fateli con spagna/portogallo/balcani/est europa/sud america.

Anche li sono molto piu organizzati...

Anonimo ha detto...

Posto il link ad un video che mi pare molto istruttivo, su come si realizzano le strade in Europa occidentale o in Russia/Ucraina ecc.

https://www.youtube.com/watch?v=avXioGnYimY

Ora pensiamo alla situazione di Roma, e poi riflettiamo sull'idea di essere davvero in occidente....

bat21 ha detto...

Ricordiamoci sempre che il modello dei Grillini e' Caracas mica New York centro della cattivissima plutobancocrazia che gomblodda contro di noi !11!!! Infatti Roma converge velocemente verso Caracas e in futuro l Italia sarà come il Venezuela, il loro paese modello

Anonimo ha detto...

infatti siamo il paese che addossa tutte le colpea all'europa quando non siamo neanche in grado di tracciare 10 metri di ciclabile in croce...

Anonimo ha detto...

Confermo tutto quello che descrive il video, NYC ci sono stato a settembre scorso, passeggiando si ha la netta sensazione di una città che vive, si trasforma, che opera per migliorarsi, non come la nostra povera Roma, a cui giorno per giorno siamo testimoni del suo lento e inesorabile decadimento.

Anonimo ha detto...

Manhattan ha l'estensione di un quartiere di Roma non potete fare paragoni!

ste ha detto...

ho chiuso dopo 10 secondi il video...mi sono bastati....la differenza con Roma faceva troppo male.

Anonimo ha detto...

Roma, così come è amministrata fa letteralmente VOMITARE. Non darò più il mio voto a questa giunta di inetti e incapaci.

Anonimo ha detto...

roma la puoi paragonare solo con calcutta.

bat21 ha detto...

Esatto gridiamo ai gombloddi della europa/germania/euro senza vedere che il male e' dentro di noi. Buona decrescita felice mi raccomando!

Anonimo ha detto...

Una città 5 volte più grande di Roma, e NOI non siamo capaci di tenere una città di 3 milioni di abitanti pulita, ordinata e civile. Abbiamo AMA, Servizi Giardini e Vigili che dovrebbero essere tutti quanti mandati a casa e ricominciare da zero.

Anonimo ha detto...

10:59 AM

Esatto, proprio quel paese governato da Pino Chet, no?

Anonimo ha detto...

12:32 PM

Infatti anche Manhattan è UN QUARTIERE DI NEW YORK, e molto più grande di tutti i quartieri di Roma messi insieme... ti era sfuggito, genio???

Anonimo ha detto...

Il problema vero e' che anche se sono cambiati i partiti negli ultimi anni, prima sinistra poi destra poi X ( non considero Marino nel Pd) e poi 5 stelle (destra) non c'e' politica ne atteggiamento al cambiamento. Basta fare un viaggio (anche in europa) per vedere che Ci sono mille cose a costo zero da fare per poter rivalutare la citta e prima di tutto i suoi cittadini. Ma la politica in italia significa magna magna e posti di lavoro di diritto , e visto che l occasione fa l uomo ladro e' difficile trovare soluzioni. Continuiamo a tappare buche non solo per le strade di Roma ma anche in politica e in tutto gli altri aspetti stratificando anni e anni di malcuranza/lascivismo/ e il famoso "magna,magna". Mi sa che ora di rifare tutto da capo? Che fa la Raggi aspetta gli ultimi mesi a fare qualcosa con la presunzione di essere rieletta? Tappiamo buchi con la speranza che al prossimo sindaco si riaprano? Dimenticava il servizio che in america dove i soldi pubblici rimasti dopo guerre, ricerca e sviluppo sono davvero pochi, sono proprio i privati a finanziare il pubblico molte volte anche di propria iniziativa. ( esempio della high line e dell area circostante) . Io stato di cedo il terreno e le licenze tu privato mi dai parte dei tuoi ricavi per rivalutare l area circostante. E' troppo facile metterci la faccia da pubblico rubare e poi mollare la patata bollente al prossimo partito. La qualita della vita al momento e' sottozero, il malcontento genera solo malcontento!

Anonimo ha detto...

Questo intrepido bimbo prese la mazza e ha sposato Marilina. Se anch’io da bimbo, mami, fossi stato trasferito nel Kansas City…invece so’ stato bloccato dalla scarlattina…do you remember mami quando ho ricevuto la scarlattina? You don’t remember?

Anonimo ha detto...

... e poi 5 stelle (destra)..

Di destra nei cinque stelle neanche l'ombra. Quella dei 5s di destra è una bufala ripetuta dal PD per disorientare gli elettori. La verità è che i cinque stelle si stanno rivelando un movimento più a sinistra di rifondazione comunista.

bat21 ha detto...

maggio 15, 2017 2:23 PM si quel paese che saresse governato da Pinochet il capo della rivoluzzzzione bolivariana, quella che dobbiamo importare in Italia! Hasta la demenza siempre!

Anonimo ha detto...

Nando Mericoni ha detto...
Polizia der Kansas City... orait orait... awanagana... a.

Myollnir ha detto...

Vi seguo da un po' ma è la prima volta che commento.
Bravi, ma il problema non è (solo) politico. Se a Roma una buona parte dei residenti (autoctoni o meno) si comporta così, non so quanto colpe possa avere un sindaco.
Io non paragonerei Roma a New York, piuttosto: siete mai stati a Singapore? Fino agli anni '70 era una fogna paludosa. Io ci sono stato verso la fine degli anni '80, ed era incredibile: sta praticamente all'equatore,e pareva di stare in Svizzera. Pulitissima, ordinata, verde pubblico perfetto... Come hanno fatto? Così: multe salatissime per ogni comportamento anche solo minimamente incivile (minimo 500 $ di Singapore), vietato fumare per strada, vietati i chewing-gum su tutta l'isola (se li mangi li dovrai pur sputare,no?), pene detentive per chi imbratta, addirittura PENE CORPORALI (sì, frustate sulla pubblica piazza), i più maiali fotografati e messi in prima pagina sul quotidiano locale, telecamere dappertutto. E non venitemi a dire che lì gli abitanti erano migliori, perché se hanno speso un sacco di soldi per mettere i sensori per l'urina negli ascensori, è perché molti ci pisciavano dentro!
Basterebbero pochi anni così per far cambiare la mentalità ai Romani, di sangue e di adozione (che sono probabilmente i peggiori).

Anonimo ha detto...

@ Myolinir Concordo su tutto quello che hai scritto, tranne sul riferimento ai maiali, assai migliori degli esseri umani e financo puliti. Multe salatissime? Questa è la giunta della iper tolleranza, ovvero una tolleranza zero applicata al contrario. Ho scritto a molti amministratori di usare la massima severità, ma poi ho capito che era perfettamente inutile. Vedrete come verrà ridotta questa città.

Myollnir ha detto...

E' vero ancora oggi:

https://www.reddit.com/r/todayilearned/comments/3gaubh/til_elevators_in_singapore_are_equipped_with/

Anonimo ha detto...

San Giovanni è stata pulitissima fino a ieri, oggi i cassonetti cominciano a traboccare; le magliette gialle di renzi la spazzatura invece di rimuoverla l'hanno portata, una metafora di tutta la storia della sinistra.

Anonimo ha detto...

New York va vista per intero. Manhattan è ordinata, ma basta andare in quartieri come china town, little Italy o brooklin per vedere delle cose schifose, e facce di residenti che non hanno l'aria di temere controlli.
A china town da non perdere i secchi fuori dai negozi per la vendita delle rigaglie di maiale, nasi compresi, secchi e secchi di nasi di maiale, e maschere inespressive di cinesi che sembrano intenti a fare tutt'altro che i commercianti di alimentari .
A little Italy ci stanno proprio i mafiosi, ma quelli dei tempi di lucky luciano, sembra di stare negli anni'30.
Brooklyn è preda di pericolosissimi sudamericani, che in strada fanno qualunque cosa, falò compresi, e non ho mai visto intervenire un poliziotto.
Dare un giudizio su una città non è dare un giudizio sui suoi parioli.
Poi comunque dopo un po' diventa noiosissima, come tutto ciò che non è Italia.

Anonimo ha detto...

San Giovanni è stata pulitissima fino a ieri, oggi i cassonetti cominciano a traboccare.

Sai perché? Passata la festa gabbato lo santo, dice il proverbio. La strizza di fare la figuraccia di fronte all'iniziativa del demagogo professionista, ha fatto smuovere l'amministrazione il tempo strettamente necessario a contenere i danni. I cittadini verificheranno i prossimi giorni se gli interventi saranno stati una tantum oppure avranno effetti duraturi.

E comunque San Giovanni pulita è vero fino ad un certo punto. Si vada di fianco a Coin dove stazionano gli ambulanti. Un treno di cassonetti sempre pieni e circondati da immondizie di ogni tipo. Ma anche di fronte alle ex scale mobili (via Appia).

Anonimo ha detto...

roma è abitata al 70% da nullità e quindi gestita di conseguenza (gli amministratori sono espressione dell'elettorato)
se volete vedere lavori pubblici fatti bene cambiate aria:

http://www.romafaschifo.com/2013/03/gli-incroci-madrid-sono-cosi-hanno.html

http://www.romafaschifo.com/2013/04/in-un-qualsivoglia-parco-di-madrid.html

http://www.romafaschifo.com/2012/04/valorizzare-una-strada-ci-vorrebbe.html

Anonimo ha detto...

E che siamo sempre meglio noi lo si capisce anche da questi dettagli, che in Italia nemmeno il più sgangherato e corrotto dei commissariati di polizia potrebbe ignorare certi ceffi.
Da noi per imporre il disordine si deve organizzare tutta una strategia comunicativa, una pressione colpevolizzante, una grancassa mediatica condizionante, ecc. ecc. I cinesi devono fare finta di essere mansueti indefessi lavoratori, gli africani pietiscono pseudo miseria, gli spacciatori di san Basilio bene o male cercano di nascondersi.
Lì purché rimangano entro i confini del block di pertinenza li lasciano fare, rispetto a noi gli americani sono sotto ogni punto di vista dei primitivi, per non dire dei primati.
Però è vero che non ci sono bancarelle, vista la rarefazione demografica, non avendo importazione coatta di immigrati non hanno l'emergenza disoccupazione creata da una abnorme sovrappopolazione.

Anonimo ha detto...

E te credo, la sinistra piazza ovunque mercatini e ambulanti, poi arrivano i terzi che devono contenere le emergenze create dalle clientele del pd.
Non fa una piega.
Comunque io fino a ieri non ho visto per Roma - certo non si parla di zone di mercato a fine mercato, sembrate scemi - un cassonetto traboccare.
Il vero mistero degli americani è come facciano a vivere senza cassonetti.

Anonimo ha detto...

Non c'è bisogno di arrivare fino in America. Al Nord Italia (mi riferisco ai paesi, non so le città) si fa la differenziata con raccolta dei vari scarti in giorni prestabiliti. In strada i cassonetti non ci sono.

Anonimo ha detto...

Hai visto new york dieci minuti da turista. E da quello che scrivi non c'hai capito niente, visto che chinatown e little italy sono manhattan, la stessa manhattan è enorme e multiforme e brooklyn si scrive con la y. Taci su porcamadonna.

Anonimo ha detto...

Articolo sgangherato, si compara un'alpha city, probabilmente la città più centrale e importante del mondo con rometta. Non ha senso.

Ps. Povera virgy, diamole il tempo

Anonimo ha detto...

Insomma i cinesi vendono maiale schifoso, cazzo e io pensavo che vendessero gianduiotti e zibibbo. Interessante poi la lettura di uno che è passato e giudica le "facce" traffichine dei cinesi, estrapolando crimini. Scuola Lumbroso.
Sui mafiosi di little italy e Lucky Luciano vogliamo parlare?
E sulla tua frase finale che denota soll tristezza mentale?
Davvero ha ragione il commentatore precedente. Un commento da prenderti a badilate sulle tempie.

Anonimo ha detto...

10:22 Questo è il signore che in ogni post non perde l'occasione di dare delle scimmie a qualcuno, agli africani, ora agli americani. Costui è un fascista della peggior specie, di coloro che dietro un linguaggio apparentemente corretto e abbastanza forbito scrive abnormità, aggiunge letame al dibattito, sapendo di farla franca, vivendo in un paese che non ha ancora fatto i conti con il suo ignobile passato.
Noi anche stavolta lo segnaliamo a Tonelli, confidando nel suo interesse di curare un blog almeno scevro da commenti razzisti, visto che l'idiozia non è emendabile. Almeno questo.

Anonimo ha detto...

l'emergenza disoccupazione creata da una abnorme sovrappopolazione.

Infatti l'Italia è un paese sovrappopolato, la disoccupazione è maggiore al nord dove ci sono più immigrati, estendendo colpisce più duro in paesi come la Germania e l'Inghilterra, e la finisco qua perchè è meglio - questa pochezza che rasenta l'idiozia ti fa capire, anzi ci fa capire quanto sei xenofobo e decerebrato. Gente come te dovrebbe vergognarsi prima di parlare, e mica perchè decerebro, ma proprio perchè xenofobo, alimentatore di paure e di odio. Magari fossi una scimmia.

Paolo NY ha detto...

Senza sminuire i problemi di Roma, il confronto con NewYork non regge. A NY non ci sono cassonetti e la differenziata é moooolto blanda. Risultato: ogni edificio lascia sacchi dell'immondizia sul marciapiede davanti casa 3 volte la settimana. Quando i compattatori tardano, e succede, l'immondizia resta in strada fino al giorno dopo. I ratti ringraziano e ingrassano. E nemmeno mi metto a dire delle condizioni in cui versa la metropolitana.

Anonimo ha detto...

Già mettersi a fare paragoni con New York è impossibile, ma leggere di romani che criticano la metro di New York dalla sella del loro scooterone è la provincialità fatta comedy show.

Anonimo ha detto...

>E che siamo sempre meglio noi

sotto che punto di vista? articola, altimenti rasenti l'infantilismo.

>lo si capisce anche da questi dettagli, che in Italia nemmeno il più sgangherato e >corrotto dei commissariati di polizia potrebbe ignorare certi ceffi.

in italia non si va in galera per un cazzo. in america stanno tutti in galera. ma riformula il pensiero. così non ha senso.

>Da noi per imporre il disordine si deve organizzare tutta una strategia >comunicativa, una pressione colpevolizzante, una grancassa mediatica condizionante, >ecc. ecc.

a cosa ti riferisci? porta dati ed esempi. il termine post-verità è attiguo all'era trump, non gentiloni. esplicita.

>I cinesi devono fare finta di essere mansueti indefessi lavoratori, gli africani >pietiscono pseudo miseria, gli spacciatori di san Basilio bene o male cercano di >nascondersi.

non credo abbia senso questa lista: sono tutti luoghi comuni.

>Lì purché rimangano entro i confini del block di pertinenza li lasciano fare, >rispetto a noi gli americani sono sotto ogni punto di vista dei primitivi, per non >dire dei primati.

chi lascia fare cosa? a quale reati ti riferisci? sembrano parole in libertà, e la conclusione, indegna per un pensante (qualunquista, offensiva, xenofoba oltre che falsa, giacchè gli USA sono il paese tecnicamente più evoluto del pianeta), lascia adito al dubbio che tu sia abituato a un confronto rendicontato

>Però è vero che non ci sono bancarelle, vista la rarefazione demografica, non
>avendo importazione coatta di immigrati non hanno l'emergenza disoccupazione creata
>da una abnorme sovrappopolazione.

non ci sono bancarelle in quasi tutte le città dell'occidente, in particolare in USA, perchè le città americane da questo punto di vista sono ordinate, le licenze costano, il controllo dell'autorità funziona, e non certo per i motivi razzisti e stupidi che stai dicendo. Perché se a rarefazione demografica corrispondessero mutandari il giappone sarebbe il paese dei mutandari, mentre è ordinatissimo, e lo sarebbero anche altre città italiane. tu che dici?
Che vuol dire "importazione coatta"? A chi ti riferisci? Guarda che i migranti PAGANO ORO per venire da noi, non li costringe nessuno, nè tantomeno viene pianificata da noi.
E come fai a dire una cazzata del genere parlando di USA, che è IL paese dell'immigrazione e che continua ad esserlo, visto che addirittura si erigono muri a propria difesa.
E soprattutto, non ultima, dove è la relazione disoccupazione-immigrazione? Parole in libertà!? Ti risulta che in paesi con pià immigrazione della nostra hanno problemi di disoccupazione? Ti risulta che in Germania abbiano pià disoccupati? Ti risulta che in USA l'immigrazione latina porta disoccupazione?
O magari la disoccupazione ha radici più profonde ed altre... partendo dalle delocalizzioni, dalla maggiore competitività di paesi emergenti, dalla perdita di industria, di settori storicamente in perdita, dalle politiche folli, dal costo del lavoro, ecc.

Ma la pianti di infestare sto blog con le tue stronzate?

Anonimo ha detto...

Ma volete andare contro la volontà degli elettori? I romani hanno votato decrescita. Felice pensano loro.

Anonimo ha detto...

Guardate metro di New York 1987 e indovinate a quale metro del 2017 assomiglia......

https://www.youtube.com/watch?v=JN4ATDfCYmo

Master Evo ha detto...

Intanto cominciamo a mettere in campo dei dati: Il bilancio di NY si aggira intorno agli 80 miliardi di dollari, quello di Roma suppongo non arrivi a 5 miliardi di euro. La popolazione di NY si attesta poco sotto i 9 milioni di abitanti, quella di Roma poco sotto i 3 milioni. La domanda è: come fanno ad avere risorse in proporzione 5\6 volte quelle di Roma? Il debito supera i 50 miliardi di dollari, ma se li accolla tutti la città che credo emetta direttamente obbligazioni sul mercato(ma invero non lo so). Roma in proporzione dovrebbe avere un debito di 3 miliardi e invece ne ha uno di 15 miliardi, che però è gestito fuori bilancio per il grosso. Questo vuol dire comunque che Roma non avrà mai risorse finanziarie per fare nulla se si affida solo alle entrate fiscali e al bilanciamento dei trasferimenti. O inizia un circolo virtuoso, ma necessariamente speculativo, di investimenti immobiliari e commerciali o annamo tutti pe' cicoria. Purtroppo l'abbrutimento della città sta si facendo crollare i valori immobiliari, ma non abbastanza perché a qualcuno venga voglia di investire...e indovinate il perché. Tolto il rischio paese, Roma non ha un interfaccia politica e dirigenziale con cui gli investitori si possano confrontare e di cui si possano soprattutto fidare. L'esempio dello stadio e' emblematico ma il problema non e' solo nell'attuale amministrazione, e' intrinseco al sistema, che qui da anni (se mai...)non esprime ne una classe industriale, ne una classe dirigente degna di questo nome. L'infrastruttura amministrativa dello stato, che qui risiede, non è più capace di foraggiare iniziativa economica perché nun ce so' più li sordi, e se non viene sostituita da qualcos'altro la caduta sarà brutale e dagli esiti non prevedibili.
Quindi, cari 5s, decidete quale tipo di "speculazione" volete ma decidetelo in fretta, oppure il prossimo sindaco di cognome farà Khan non però come l'ottimo amministratore di Londra ma come il noto Gengis del XIII secolo.

Anonimo ha detto...

1.50am
che poveraccio sei, tu si che hai capito tutto, eh?
i migranti pagano oro...
rimani con le tue convinzioni, che fai bene!

Anonimo ha detto...

...gli USA sono il paese tecnicamente più evoluto del pianeta

un paese con milioni di disoccupati, e gli altri stanno in galera!
bella evoluzione, si

Master Evo ha detto...

E veniamo all'immigrazione. Qui tanti sciocchini anziché guardare quello che non funziona prendono la palla al balzo per sciorinare le solite stupidaggini sugli immigrati in quanto tali. Ebbene, il momento in cui davvero Roma smetterà di essere meta di immigrazione quello sarà il momento del botto. Questo vuol dire che l'immigrazione non crea anche problemi? Certo che li crea, ma i problemi diventano mortiferi se nessuno li gestisce e si lascia la piazza agli avventurieri. Anzi, vanno bene anche gli avventurieri se li si obbliga entro dei paletti definiti in base alle necessità economiche, e anche di decoro cristo santo, della città. E' interesse di tutti preservare, ma diciamo pure recuperare, la risorsa del turismo. Ora dite quello che volete (e anche a ragione per molti versi) ma Veltroni qualche idea ce l'aveva. La mostra del cinema era un modo come un altro per far puntare i riflettori addosso alla città:ma guai supportare un iniziativa fatta dalla parte politica avversa, ma che scherziamo! Non volete la città della scienza e il parco tecno artistico al flaminio. Vabbè, inventatevi qualcos'altro:chessò, una roba in stile cileno sulle sturtup teconoligiche o regalate un pezzo di città a google per istallare un campus permanente sulle tecologie per la smartcity, o quel cazzo che vi pare, ma per diana fate qualcosa di concreto, fate qualcosa cazzo!

Anonimo ha detto...

Ma è così difficile capire che Roma è stata in mano alle mafie?
C'è un processo in atto che ha come titolo "Mafia Capitale".
Il comune di Roma è stato sciolto un anno fa proprio per mafia e non perchè Marino fosse antipatico al PD.
E tutta la città organizzativa di Roma deve essere ricostruita perchè distrutta da ladri e delinquenti.

Forse New York o altre capitali del mondo hanno mai subito una situazione del genere????

Anonimo ha detto...

...Roma è stata in mano alle mafie

è stata? e ora?

prova a trovare lavoro se non conosci, prova

Unknown ha detto...

Little Italy è oramai ridotta a una via soltanto...mulberry street....puoi dire che è commerciale, ma che ricalchi la new York degli anni 30 é risibile...e fa parte comunque di Manhattan...Brooklyn sta diventando un quartiere molto trendy e stile hipster....davvero bella...quindi Rima impari da questi esempi di riqualificazione ....anche se ci vorranno decenni a concretizzare risultati simili...cominciando a lavorare oggi pero'

Anonimo ha detto...

master evo, dedica il tuo tempo ad altro, GRAZIE, con i tuoi commenti intelligenti perdi tempo tu e lo fai perdere a chi ti legge.

MARK 74 ha detto...

Roma deve cominciare a lavorare oggi e forse tra due decenni si avvicina alla riqualificazione stile Brooklyn....forse....impariamo da altri esempi ...non limitiamoci a dileggiare sempre...

Master Evo ha detto...

maggio 16, 2017 11:47 AM

Senza contare il tempo che hai pure perso a rispondere.

Anonimo ha detto...

A New York però Alberto Sordi se lo sognano!

bat21 ha detto...

Il tuo appunto è ottimo bravo.
Una unica nota il m5s e' decrescezionista non ragionerà mai "quale tipo di "speculazione" " vogliono. Se invece di Gengis Khan venisse a governarci/commissariarci un emissario crucco magari il disastro cinque stelle avrebbe un suo perchè :)

Anonimo ha detto...

e dai con questi paragoni, qui a roma i pentedeficienti hanno rinunciato alle olimpiadi nel 2024 per poter organizzare l'ordinaria amministrazione. Siamo ancora nel 2017 diamogli tempo diamine...8 anni per organizzare lo svuotamento dei buzzichi della monnezza, la potatura dei giardini, ripristinare qualche corsia protetta per il trasporto pubblico, ridipingere le strisce pedonali, attappare le buche ecc. ecc. oh mica è poco, otto annetti ce li vogliono tutti cari romanari

Anonimo ha detto...

maggio 16, 2017 11:25 AM

poveraccio lo dici a quella gobba di tua sorella, credo. taci su.

Anonimo ha detto...

Forse non ci sei mai stato, il confronto regge benissimo ed è impietoso.

Riccardo ha detto...

Aoooo ma Gniu Yorche c'ha la metà daa metà daa metà degli abbidandi de Roma ah commmmunisti!

Ah no, aspetta...

Master Evo ha detto...

In attesa che arrivino i TETESCHI(cit.) :-), tanto per capire le differenze anche culturali tra l'amministrazione di una città come NY e una come Roma, queste sono le pagine web da cui estrapolare i dati di bilancio nei due casi
Roma:https://www.comune.roma.it/pcr/it/ragio_gen_bilanc.page
New York: http://council.nyc.gov/budget/how-nycs-budget-works/
In tre anni almeno il sito web lo riusciamo a rifare?

Master Evo ha detto...

Basta mi rimangio tutto:
http://openbilanci.comune.roma.it/?year=2015&type=consuntivo&cas_com_type=cassa

Anonimo ha detto...

Fermo restando che Roma è ridotta nelle condizioni che sappiamo, le immagini si riferiscono ad una parte di Manhattan.
Forse molti non lo sanno ma anche Harlem fa parte di Manhattan... Fatevi un giro per la 121ma e poi ne parliamo, altro che rilancio del quartiere!
Per non parlare del Queen's, 2.500.000 di abitanti, popoloso quasi come tutta Roma, con zone allucinanti con palazzoni che in confronto il Corviale è un centro residenziale, coi topi per strada e la spazzatura ovunque.
Brooklyn, quasi 3 milioni di abitanti, immenso, sporchissimo, dove ci si mette paura a camminare in pieno giorno tranne pochissime zone gestite bene.
La metropolitana non ne parliamo... tanto efficiente come orari e linee quanto zozza, piena di topi e pericolosa, dove ti può capitare mentre aspetti il treno di metterti a contare i ratti che passeggiano tra la spazzatura tra i binari.
Il video è giudicabile solo se uno è stato a NYC, l'ha vissuta, l'ha girata tutta, Staten Island compresa, altrimenti è solo una strumentalizzazione per colpire emotivamente la gente.

Master Evo ha detto...

Premesso che non parliamo certo di utopia town, ma:
https://www.google.it/maps/@40.8056632,-73.9483978,3a,75y,105.67h,85.8t/data=!3m6!1e1!3m4!1skiGB2KshdTq2Vm2CVuox2Q!2e0!7i13312!8i6656

Il Queens dove?
https://www.google.it/maps/@40.7304251,-73.7937504,3a,75y,162.15h,90t/data=!3m6!1e1!3m4!1s0lmo9erXHL4FGfA9aWuYqA!2e0!7i13312!8i6656!6m1!1e1

You see a rat, but i see an hard-working dad just trying to feed his four teenaged turtles:
https://www.youtube.com/watch?v=UPXUG8q4jKU

Anonimo ha detto...

NON CIRCOLA UNA MACCHINAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA ECCO CHE SI VEDE A NYC

Anonimo ha detto...

caro tonelli, qui l'unico post che devi fare, per smuovere la mente e magari anche il culo flaccido dei romani è quello sul confronto fiscale.

Non si capisce perchè non fate mai un post dove esponete il dato più grave e paradossal e in assoluto,

CIOE':


Sulle addizionali regionali si consuma la vera punizione per i romano/laziali, a causa dell'insipienza amministrativa de noantri.

Aliquota del 3.3% con esenzione sotto i 15k noi.

Aliquota massima del 1.73% per redditi sopra i 75k Loro.



Sono soldi veri eh,

centinaia e centinaia di euro che ogni anno noi paghiamo in più,rispetto all'italiano medio.


Ottimo anche il raffronto fiscale.

Noi paghiamo lo 0.9% di addizionali comunali sull'Irpef, e sono esenti i redditi sotto i 12mila euro.

I meneghini pagano lo 0.8%, e sono esenti i redditi sotto i 21mila euro.

La differenza imponibile esenta a Milano - de facto - le classi medio piccole - operai, impiegati, commessi, la working class vera.

Da noi sono esenti solo pensionati al minimo ed evasori fiscali...pagamo tutti.



PERTANTO O OTTENIAMO SERVIZI ALL'ALTEZZA DI QUANTO SI PAGA, OPPURE CHIUNQUE CI SIA IN CAMPIDOGLIO VA CACCIATO A CALCI NEL CULO!!

Anonimo ha detto...

Chi paragona new York , neocitta dal 1900 a Roma, metropoli da 2000 anni solo che un ebete può essere. Roma neanche con Parigi può essere paragonata per il semplice motivo che gran parte della città fu rasa al suolo ( il marais e una Delle uniche parti che ne è sfuggita) e ricostruita. Paragoniamo Roma a Dubai già che ci siamo no? Stolti.

Anonimo ha detto...

A New York non si fa un processo per mafia perché hanno un sistema giudiziario che rispetto al nostro è patetico. L'Fbi non vale la caserma dei Carabinieri di Zagarolo. Così come in Francia o in Russia non si fanno processi per mafia semplicemente perché neanche hanno capito, o fanno finta di non capire, cosa sia la mafia. Non hanno bisogno di sviluppare mafie amministrative come le nostre perché la mafia di strada non sente la pressione giudiziaria che c'è qua, ma anche per altri motivi che non è qui caso di sviluppare.
In un certo senso la corruzione è ancora più endemica.

Per la differenziata a giorni alterni basta arrivare a Tivoli.

Sul resto, New York nemmeno sapete come è fatta. Brooklin è un postaccio. Che in mezzo ai banditi messicani tu infili qua e là un loft di architetto è solo una presa in giro.

A little Italy la via degli spaghettari che dà il nome al quartiere è inserita in un reticolato di strade con insediamenti criminali espansi per chilometri. Che tu ti metta a fare disquisizioni topografiche è ininfluente, viene contestato l'assunto che New York sia meglio di Roma, non lo è affatto. Ci sono servizi efficienti, e una superficiale efficienza che copre profondissimi insediamenti criminali.

China town è una immonda lordura. A Roma vi lamentate per i cartelloni abusivi, mentre sarebbe segno di civiltà e legalità l'esposizione di carne suina in strada nei secchi per lavare i pavimenti, in negozi luridi che sono solo una copertura per altri smerci (del resto come a Roma, ma con un approccio meno apertamente losco).
La cina è un paese ricchissimo, l'unico motivo che hanno i cinesi per emigrare come degli sfollati è sviluppare attività di riciclaggio, spaccio e spionaggio all'estero, altri non ce ne sono.

Il resto sono isterismi alla boldrini.

L'Italia era un paese magnifico, che una cricca di falliti sta riempiendo di scimmie, per garantirsi la carriera, perché banche e industria - che stanno colonizzando lo Stato e garantiscono posti di lavoro - sono gestite da pochi monopolisti che vogliono creare sovrappopolazione e meticciato.
E lo zoo americano è l'esempio di come vogliono farci finire.


Anonimo ha detto...

h. 1.50, di tutte le tue stupidaggini emendo solo ciò che è già stato rilevato in commissione parlamentare: gli immigrati potrebbero prendere un aereo low cost per arrivare ovunque, e invece spendono migliaia di euro - presi chissà dove - per salire su un gommone bucato.
Potrebbero raggiungere i ricchi paesi sudafricani, e invece vogliono venire in Italia a fare i lavavetri.
L'Italia è migliore in tutto e non è più corrotta di altri paesi, semplicemente la corruzione italiana viene manipolata e quindi potenziata dalle grandi cricche globali. In Italia ci sono forze che lavorano per far tracollare la Nazione.
Se a New York un brasiliano si mette a fare il lavavetri, e un poliziotto lo trascina in carcere per i capelli, non c'è nessuna boldrini isterica che grida al razzismo (anche se all'uopo si era proposta la clinton).
Quanto al sistema giudiziario americano ci sarebbe molto da dire, basti osservare che le grandi operazioni contro il traffico di stupefacenti non vengono mai dagli USA.
Ne fa più Gratteri della cia.
E infine, l'America ha stipendi altissimi, un costo della vita bassissimo, e una monetazione autonoma, con cui gestisce virtuosamente il proprio -enorme - debito pubblico. Mentre noi siamo stati consegnati dalla sinistra traditrice ed eversiva dei prodi e dei visco alle banche tedesche.

Anonimo ha detto...

Angry tenants, mostly people of color, came from three of New York City’s five boroughs for a funeral march Sept. 22 in Brooklyn to mourn the death of affordable housing. The event was part of the National Renters’ Day of Action, which took place in nearly 50 cities across the country. Coming from East New York, Bushwick, the Bronx, East Harlem and other working-class communities, people gathered at Brooklyn’s famous sports and entertainment arena called the Barclay Center. This site was specifically chosen because locating the mega-bucks project there caused the displacement of thousands of low- and middle-income tenants and signaled the beginning of gentrification in Brooklyn. Tenants representing at least 12 housing and community organizations were led by Families United for Racial and Economic Equality, the Brooklyn group that organizes public housing and New York City Housing Authority tenants.
At the rally speaker after speaker talked about unfair, racist landlords who subject tenants to high rents and displacement. Rosa, a Latina from Casa, declared, “We’re part of humanity!” A Black man from East New York spoke about people who pay for housing with Section 8 vouchers in unregulated buildings. Landlords are purposefully refusing to do repairs so their apartments will fail inspections and tenants will have to look for other housing. “The truth is that we are poor. And under the city’s rezoning, people are being forced out.” Brooklyn Anti-Gentrification Network organizer Imani Henry announced a protest against developers in Brooklyn on Sept. 28 and noted that the nationwide housing movement plans to coordinate more actions throughout the fall. These will take place to protest skyrocketing rents and rampant displacement. After the rally, protesters marched downtown to picket Housing Court where people face evictions. There they chanted, “Come out and face us, don’t displace us!” Chanting “No housing, no peace,” they marched to Wyckoff Gardens, a public housing neighborhood where tenants are fighting privatization. There the working-class fighters sang the famous civil rights song, with some slight wording changes, but with the same strength and militant determination: “We shall NOT be moved!”

Anonimo ha detto...

"Abbiamo AMA, Servizi Giardini e Vigili che dovrebbero essere tutti quanti mandati a casa e ricominciare da zero."
nel video quanti spazzini e police officers del NYPD hai visto?

Anonimo ha detto...

LAVORI AMPLIAMENTO TIBURTINA FERMI DA ANNI !!! DI COSA VOGLIAMO PARLARE ???

Anonimo ha detto...

Beh, in quei frangenti non vi saranno stati giardinieri né agenti, ma tutto mi è sembrato ordinato ed impeccabile. Splendidi i giardini.

Anonimo ha detto...

Da noi invece abbiamo migliaia di spazzini e migliaia di vigili ma è come se non ci fossero.

Anonimo ha detto...

Scenario impossibile qui a Scimmialand, peccato

Anonimo ha detto...

È stato bello sognare

Anonimo ha detto...

bel documento, pur nella sua semplicità: si capisce che le buone pratiche non sono difficili da importare, quello che conta è il consenso politico e ancora più a monte la consapevolezza dei cittadini di quanto spetta e spetta fare alla collettività e quanto ai privati... con benefici per entrambe le parti

Anonimo ha detto...

Passato adesso per Piazza Re di Roma. Stato di totale abbandono, tutti i secchi straripanti immondizia, cartacce e bottiglie vuote ovunque. Roma fa davvero schifo.

Anonimo ha detto...

Dio mio... ma cosa cazzo continui a blaterare su ogni post sempre con la tiritera delle scimmie e degli immigrati. Testa di cazzo, ma secondo te uno se può prendere un volo low cost (in africa? Perchè ce lo fanno venire un africano senza una lira e senza garanzie economiche nello spazio schengen?) parte con mezzi di fortuna dai paesi subsahariani e rischia la vita su un gommone? Hai un minimo di rispetto per questi esseri umani, che fino a ieri eravamo noi a essere messi in quarantena ad ellis island? Io dico ma si deve essere degli stronzi veri per continuare a gettare tutta la merda che getti. Quale commissione parlamente, idiota, ma lo sai che i costi di rimpatrio sono altissimi e che non puoi fare come dici tu un cargo aereo perchè servono 2 poliziotti ogni rimpatriato? Ma la pianti di dire cazzate? E basta!

Anonimo ha detto...

Credo che i diecimila euro utilizzati per pagare gli scafisti siano sufficienti anche per un volo sulla british airways.

Anonimo ha detto...

Io ti capisco, vi selezionano proprio perché siete bavosi e senza dignità, e nel vostro siete ben selezionati, ma è un'operazione veramente acrobatica paragonare la dignità, l'utilità, le regole, la condizione degli emigranti italiani che hanno dovuto popolare una terra semivuota, creata dagli italiani, come l'America, con schiere di scimmie che stanno lavorando per far tracollare la nostra Patria.
E a proposito di scimmie, è stato appena assegnato il premio non so che a emma bonino (!) per la sua coerenza (!!!).
Effettivamente è sempre stata coerentemente una serva della massoneria bancaria, mai una defezione, mai un tentennamento, mai un momento di vergogna.
A chi interessa l'addestramento delle scimmie consiglio di ascoltare il ridicolo modo di parlare di laura harth, un altro esemplare da circo dei radicali.
Gente che si piega a parlare come un burattino deficiente, è gente psicotica e pericolosa.

Anonimo ha detto...

9.39pm, incredibile la tua stupidità, davvero. Magari sei pure laureato. eh si, vi selezionano.

Anonimo ha detto...

...rischia la vita su un gommone...

ma se li vanno a prendere con le navi a poche centinaia di metri dalle coste!

Consiglio: guarda meno tv

Anonimo ha detto...

Ma fottiti. Nazista.

Anonimo ha detto...

Nazista! Come ti permetti dire la verità!
Non c'è più religione.
Non lo sai che le "ongchesalvanolevite" (è tutta una dicitura) fanno parte di un sistema che salva le vite?
Solo che salva le vite di tanti falliti, più che quelle degli immigrati.

Anonimo ha detto...

A New York non c'è la Mafia? Non c'è criminalità? Non c'è sporcizia? Ao ma girate un po al di fuori del GRA!

Anonimo ha detto...

Anche nel lazio si fa la raccolta differenziata in molti comuni da molti anni!

Anonimo ha detto...

In Germania e resto d'Europa li mantengono in larga parte con i sussidi visto che molti non lavorano ma in compenso popolano le prigioni (in Francia il 90% della popolazione carceraria); in Germania la percentuale di disoccupati é inoltre artificialmente mascherata nelle statistiche dai mini-jobs svolti da milioni di individui per mantenere il diritto al sussidio che li fa peró sparire dalle liste di disoccupazione. Il Nord-Italia ha meno disoccupazione del Sud perché a differenza di questo ha un economia privata sviluppata: questo non cambia il fatto che vi sia un problema occupazionale anche al Nord e che in assenza di immigrati, le aziende settentrionali sarebbero costrette ad assumere tra i milioni di disoccupati italiani (in gran parte senza qualifiche come gli immigrati), se necessario offrendo salari piú alti. L'immigrazione nel frattempo ha anche reso il Nord Italia la parte del paese con i tassi di criminalità predatoria piú elevati, mentre fino agli Anni 90 questo primato apparteneva tradizionalmente al sud.
Quanto agli USA le loro città hanno tassi di criminalità, soprattutto criminalità violenta, molto piú elevati delle città italiane che diventano enormemente piú elevati nelle città maggiormente popolate dalle locali "risorse".

ShareThis