Marco Terranova. Il Consigliere M5S chiede ai cittadini di aiutarlo nel suo lavoro privato

24 maggio 2017

Ne capita una al giorno quando va bene, alcuni giorni ne capitano anche svariate. Stiamo parlando degli sfondoni assolutamente inaccettabili che i rappresentanti amministrativi a 5 Stelle ci regalano ogni dì invece di concentrarsi ad amministrare la città.
Sfondoni, gaffes, irritualità, mancanza totale di rispetto delle istituzioni. Ieri, per dire, il capogruppo pentastellato in Campidoglio se n'è uscito con un post su Facebook (poi modificato, ma Facebook conserva impietoso la cronologia delle modifiche) in cui strumentalizzava a squallidi fini politici la memoria di Giovanni Falcone. Non felice la sindaca Virginia Raggi ha proseguito blaterando di San Francesco e di come il Movimento politico cui appartiene (ma lei ha scritto MoVimento, la V maiuscola, la V di Vaffanc...) si riferisca al santo di Assisi come stella polare per le proprie azioni. Falcone, San Francesco... Poi vai ad indagare e trovi un gruppo di affaristi che da mesi si muovono a Roma con l'unico scopo di accumulare potere e consenso occupando militarmente la città nell'ambito di una fratricida lotta tra fazioni avverse. Il tutto utilizzando come scorciatoia la assoluta tutela delle lobbies, delle mafiette, dei piccoli e dei grandi racket che hanno spolpato la città negli ultimi trent'anni: cartellonari, dipendenti pubblici, tassinari, vigili urbani, balneari, ambulanti e bancarellari sono solo degli esempi soft.

In tutto questo teatro continuo, in questa ininterrotta performance dell'assurdo e della mancanza di dignità, in questa pozzanghera di mal governo in cui le azioni dei pochi pentastellati in gamba vengono inquinate e vanificate, si rischia di "perdersi" le chicce più di nicchia. 



Ieri ne abbiamo trovata una niente male. Riguarda il buon Marco Terranova, da qualcuno soprannominato "me lo magno" per i modi volitivi con cui si rivolge al prossimo quando si arrabbia (la conversazione in cui parlava di Marcello De Vito è solo un esempio).



Rappresentante di quella genìe pentastellata del XIV Municipio di cui abbiamo parlato diffusamente in questo anno per tutto quello che di raccapricciante è successo nel territorio dove è nata e cresciuta politicamente la nostra Sindaca.


Ebbene in perfetta coerenza e addirittura con le stesse frasi e la stessa impostazione riportate nelle migliaia di manifesti abusivi - ovviamente contro "il PD"... - che hanno incartato la città in questi giorni, il presidente della Commissione Bilancio del Campidoglio (sic.) ha deciso di utilizzare il suo ruolo per aizzare i cittadini contro una riforma (giusta o sbagliata non sappiamo e poco ci interessa in questa sede) promossa dal Governo. Ma perché lo ha fatto? Perché crede che la cosa riguardi Roma? Perché è un tema di interesse collettivo? Perché è un tema coerente con il suo complicatissimo ruolo di Consigliere Comunale? 
Niente di tutto questo: lo ha fatto perché l'Aci Informatica, presunta vittima della riforma del PRA che il Governo sta portando avanti, rischia di trasformarsi o di chiudere e lui... lavora ad Aci Informatica.

Un livello di ineleganza e inopportunità amministrativa che, a parti inverse, avrebbe fatto gridare come aquile e scendere in piazza qualsiasi grillino che si rispetti. Ma ora che al potere ci sono loro, nelle piccole e nelle grandi cose, si comportano molto ma molto peggio di come facevano quelli prima. Utilizzare un ruolo pubblico e istituzionale per coinvolgere l'attenzione dei cittadini su battaglie assolutamente private se non addirittura personali. Grande squallore.

Ma in realtà la cosa che ci interesserebbe di più è capire cosa ne pensa il buon Terranova delle migliaia e migliaia di manifesti abusivi e anonimi (anzi, firmati dai "lavoratori e lavoratrici di Aci Informatica", ovvero i suoi colleghi) che umiliano la città in questi giorni, che invadono stazioni della metro, mura monumentali, che coprono pubblicità regolarmente acquistate, che stuprano pareti storiche e che - su questo Terranova in qualità di Capo della Commissione Bilancio dovrebbe dire qualcosa - comportano spese su spese per le defissioni al Comune...

55 commenti | dì la tua:

Pask 900 ha detto...

Fanno veramente schifo. Interesse privato nella funzione pubblica!

Alessandro Grammaroli Grammaroli marmi ha detto...

i figuri della gleba votante sottoculturata e poco scolarizzata vivono in un continuo presente finalizzato al proprio piccolo quotidiano peraltro miserrimo e meschino .. puoi far loro ogni nefandezza e la cosa sembra nemmeno riguardarli tutti preoccupati , gli uomini , del addio al calcio di francesco totti , e dei chili in piu' le donne , prossime al costume da spiaggia ( torvajanica , s ' intende )

Anonimo ha detto...

Dispiace per chi lavora in ACI informatica, ma che ACI non servisse è noto a tutti da decenni. Parlare di colpe nello staccare la spina è ridicolo.

Anonimo ha detto...

Io ho votato per Virginia, perché ha uno spacco di cosce stellare, diciamocelo molto francamente ragazzi. Il resto sono dicerie che non mi interessano. Patata!

Franesco T. ha detto...

Che politica squallida. Non ci sono davvero più speranze, è arrivato il momento di emigrare da questa stupenda città ridotta a cloaca.

Anonimo ha detto...

Quindi sto tizio pensa che dovremmo avere a cuore le sue misere sorti....si sente figo....se queste persone sono al timone ora capisco perche' ovunque io guardi in giro x questa miserevole citta', noto solo sudicie, sopraffazione e grettezza....fortunatamente non voto...siamo al disastro

Anonimo ha detto...

manifesti abusivi, notizie farlocche e insulti al piddi...oramai fanno le stesse cose di casa pound

Anonimo ha detto...

Ogni giorno ne esce una nuova.
E ogni giorno dovresti prenderti a pizze in faccia per averli voluti al governo della città
IDIOTA!
Con il tuo blog i grillini ci si spazzano il culo. Dei tuoi post non gliene frega un cazzo.

Sono dell'idea che a te interessi solo riempire le pagine di questo patetico blog. Della città non te ne frega poi tanto.
Te dovresti solo che sotterrà.

Anonimo ha detto...

Non approvo i toni del commento subito sopra questo, ma non riesco neppure a dargli torto sul principio.

Voi di RFS avevate dato la vostra indicazione di voto un anno fa:
http://www.romafaschifo.com/2016/06/le-nostre-indicazioni-di-voto-ecco-chi.html

Mesi dopo siete tornati a difendere con forza la cosa:
http://www.romafaschifo.com/2017/01/indicammo-di-votare-raggi-ecco-perche.html

E ora, soprattutto all'indomani del nuovo regolamento su bancarelle e camion-bar, avete il coraggio di ribadirlo un'altra volta? L'idea di essere in futuro neutrali ma critici, senza prendere parti o suggerire indicazioni di voto, proprio non vi sfiora? Perché altrimenti diventa anche difficile difendervi da chi vi accusa di essere interessati a vedere il degrado proseguire, per il solo bene di questo blog.

Anonimo ha detto...

La scoperta dell'acqua calda. Tutti ad invocare il "taglio della spesa pubblica" dimenticando che la spesa pubblica da' da mangiare a un sacco di gente. "Razionalizzare" vuol dire licenziare. Eliminare il doppione ACI-PRA vuol dire licenziare. Peccato che nel caso dei grullini nessuno si sia mai preoccupato, chesso', di che fine dovessero fare gli autisti delle auto blu. Ovvero chi quelle auto le costruiva, vendeva, ne garantiva manutenzione, rifornimento, assicurazione, etc. Tutti posti di lavoro che NON servivano. Secondo loro. Peccato che prima o poi trovi sempre qualcuno piu' puro di te che epura. E chiude l'Aci

Anonimo ha detto...

la spesa pubblica specialmente quella inefficiente (partecipate, enti ed entucci inutili), va tagliata con la motosega.

Si fa sempre un gran parlare di crisi a roma, ma a roma c'è solo la disorganizzazione più totale.

Mancano le infrastrutture, mancano le strategie ma soprattutto manca la visione.

Tanti settori a roma non decollano per colpa dell'immobilismo, L'esempio su tutti il turismo (che condivide il 90% dei problemi con gli abitanti stessi).

Anonimo ha detto...

Marco "me lo magno" Terranova.... chiedere a De Vito o Frongia sui motivi del nomignolo....

Anonimo ha detto...

Ancora una volta ci si permette di ricordare che Romafaschifo ha caldamente raccomnadato di votare per il moVimento. Quache smaliziato suppone che l'indicazione di voto fosse dettata dalla speranza di ragrannelare qualche consulenza. Illusi: la giunta non era e non è ancora pronta, ma le consulenze ed i finanziamenti erano già consolidati prima del ballottaggio. Carissimi di Romafaschifo, é preferibile un sindaco apparentemente onesto, ma certamente incapace (e quindi dannoso per Roma), o un sindaco attento ai propri interessi, ma in grado di contenere la propria avidità e di usare in maniera costruttiva le risorse residue per il bene della città.

Anonimo ha detto...

Quarto mondo. Agghiacciante.

Anonimo ha detto...

Più che irrituale appare provvidenziale.
Le infami manovre del pd vengono tenute accuratamente sotto silenzio, ed è una fortuna che tra i politici ci sia ancora che può riportare informazioni di prima mano sulle ipotesi di occulta svendita degli istituti pubblici.
Nella massima ritualità del resto il pd ci sta portando al terzo mondo e il terzo mondo.
Del resto Terranova lavora, i vari renzi, giachetti e gentiloni non hanno di questi problemi.
E' comprensibile che "ritualmente" e pubblicamente reggiate il manto scarlatto ai vostri padroni, ma siccome l'esito di questa devastazione dei diritti e dello Stato ricadrà anche su tutti, almeno nella clandestinità di un internet point siate onesti.
Quando avranno stabilito che il datore di lavoro vi può pagare a mesi alterni e licenziare da un giorno all'altro senza motivo, tutta la vostra servitù a cosa vi sarà servita? Quando l'Italia sarà ridotta come la Grecia o come la Libia, terra di conquista, non avrete alcun salvacondotto, a differenza dei maggiordomi di vertice come la boschi.
Adesso vi sentite i lacchè privilegiati, domani sarete poveracci senza garanzie insieme col resto della cittadinanza che avete contribuito a boicottare.
Naturalmente la colpa o la complicità è in seconda battuta anche degli altri partiti, perché in Parlamento pur di tenersi la poltrona stanno facendo passare al pd provvedimenti inaccettabili.

Anonimo ha detto...

...la kasta....

Anonimo ha detto...

Ricordate che la forza di ogni grande impero è sempre la burocrazia, ovvero un sistema di controllo statuale a distanza e decentrato.
La spesa pubblica è stata la grande rivoluzione dello stato moderno, ossia il reimpiego delle risorse per garantire servizi, qualità della vita e quindi competitività internazionale.
La forza dei paesi più ricchi d'Europa, ma direi del mondo, è il servizio pubblico.
In Australia ci sono i bagni nel deserto, con la carta igienica che viene cambiata ogni giorno a spese dello stato.
La Francia, che ci sta rapinando di tutta l'industria, le aziende pubbliche se le tiene ben strette.
Se un istituto è un gravame invece che una ricchezza, perché ci dovrebbe essere la fila per incamerarlo?

Anonimo ha detto...

La kasta non è che la mafia parvenue, ossia la P2.

Anonimo ha detto...

Ossia Pupazzi al quadrato.

Anonimo ha detto...

Personaggio raccapricciante, 422 voti raccattati in tutta Roma, ripescato per l'abdicazione di Frongia, maturità scientifica, poltronato alla presidenza della commissione Bilancio, la più delicata ed importante... il merito, il curriculum, la trasparenza....

Anonimo ha detto...

Non tutti possono avere i titoli di gentiloni e della ministra per la pubblica istruzione.
Non tutti possono essere stati cacciati a calci nel culo dagli Usa per false fatturazioni come marino.
Non tutti possono fare i sottosegretari al mibact con la laurea in medicina come l'attuale.
Non tutti possono avere la brillante intelligenza di renzi.
Non tutti possono avere la faccia da pirla e l'ignoranza di rutelli e veltroni.
Non tutti possono avere un posto fisso strapagato al ministero senza aver mai superato un concorso e senza altro merito che dire sempre sì a progetti mafiosi come nastasi.
Non tutti possono essere servi del regime, tanto più protetti dai media quanto più sono contro la legalità.
Terranova non è nel novero dei coglioni con protezione in alte sfere.

Anonimo ha detto...

Lui è del partito dell' honestàh.... Honestàh.... Honestàh....
La kasta... Le scie kimike...
Lasciamoli lavorá.... di' ragaxxi

Anonimo ha detto...

ormai non ci sorprendiamo più di niente. Il M5S come la pensa sui manifesti abusivi che infestano la città ?

Anonimo ha detto...

A fare il bene della città sono delle pippe incredibili, ma a farsi i fatti loro sono i numeri uno!

Anonimo ha detto...

ah, e questi del M5S erano quelli che non mettevano manifesti abusivi? Si, all'inizio...
Lo schifo dello schifo, altrochè

Theresa williams ha detto...

Ciao, sono Theresa Williams. Dopo anni di collaborazione con Anderson, mi ha interrotto, ho fatto tutto il possibile per riportarlo indietro, ma tutto era inutile, lo volevo tornare così a causa dell'amore che ho per lui, Gli ho pregato con tutto, ho fatto promesse ma lui ha rifiutato. Ho spiegato il mio problema al mio amico e lei ha suggerito che dovrei piuttosto contattare un incantesimo che potrebbe aiutarmi a lanciare un incantesimo per riportarlo indietro, ma io sono il tipo che non credo mai in magia, non avevo altra scelta che provarlo, io Inviò il coclea di incantesimi e mi disse che non c'era nessun problema che tutto andrà bene prima di tre giorni, che il mio ex tornerà da me prima di tre giorni, lancia l'incantesimo e, sorprendentemente, nel secondo giorno, era alle 16.00. Il mio ex mi ha chiamato, sono stato così sorpreso, ho risposto alla chiamata e tutto quello che ha detto era che lui era così dispiaciuto per tutto quello che è accaduto che voleva che me ne tornassi, che mi ama tanto. Sono stato così felice e sono andato a lui che è stato come abbiamo iniziato a vivere insieme felicemente di nuovo. Da allora, ho promesso che chiunque conosco che abbia un problema di relazione, sarei d'aiuto a tale persona facendogli riferimento all'unico vero e potente cronometro che mi ha aiutato con il mio problema. Email: drogunduspellcaster@gmail.com potrai inviarlo via email se hai bisogno della sua assistenza nel tuo rapporto o in qualsiasi altro caso.

1) Incantesimi d'amore
2) Incantesimi di amore persi
3) Divorzio Incantesimi
4) Incantesimi di matrimonio
5) Incantesimo legante.
6) Incantesimi di rottura
7) Sfilare un Amore passato
8.) Vuoi essere promosso nel tuo ufficio / Lottery incantesimo
9) vogliono soddisfare il tuo amante
Contattare questo grande uomo se hai problemi per una soluzione duratura
Tramite drogunduspellcaster@gmail.com

Anonimo ha detto...

Dimettiti Ignazio Marino
Pè colpa tua s’attappa il tombino”
Gridava il pentafesso
come n’ ossesso
avido di potere senza freno a offese
teleguidato dal Casaleggio milanese.
Almeno col marziano eran temporali forti
ieri pe ddu gocce pe poco nun semo morti
e allora mò strillo puro io, basta co’ li torti
“Tojetemela da la vista ‘sta virginea raggi
Daje abbasta, fora da’sti paraggi
Nun vojo passà altri maggi
A scanzà monnezza e scarafaggi
Il mite e ricco turista smetterà i su’ viaggi
E nell’Urbe lurida non farà più passaggi.
I 5Strilli se son litigati già ‘ na dozzina d’assessori “saggi”
ma alle lerce strade nostre manco n‘par de lavaggi.
“Dimettiti bamboccio d’un grillino
Pe’inerzia tua s’attappa ancor di più il tombino

Anonimo ha detto...

Si, nun so nisuno, ma mo' che me so trovato 'sto trapuntino de potere, de "anch'io mo' so quarcheduno", che nun me lasci pure ammé un po' de minestra ad ammenestrà?

Anonimo ha detto...

Hai rotto il cazzo

Anonimo ha detto...

Dopo gli amabili scambi di convenevoli, magari occupatevi del fatto che ci stanno per togliere anche l'Aci.

Anonimo ha detto...

ACI fa solo il 97% delle pratiche automobilistiche, gli altri il 3%....chi è che non servirebbe?
Ancora date retta a sti 4 fasci amici di un palazzinaro represso?

Anonimo ha detto...

http://www.corriere.it/economia/13_novembre_24/tassa-chiamata-aci-191-milioni-ogni-anno-un-registro-inutile-cbbb27e8-54d9-11e3-97ba-85563d0298f0.shtml?refresh_ce-cp

Anonimo ha detto...

La tassa utile o inutile se la levi da qua la rimetti da un'altra parte. Tanto è vero che l'aci non viene tolta per eliminare la tassa, ma privatizzata.
Cerchiamo di non essere sempre diversivi.
L'aci è fondamentale in ogni caso per la gestione di tutte le pratiche automobilistiche, e funziona anche discretamente.
Basta con la svendita del patrimonio pubblico e delle garanzie del lavoro.

Anonimo ha detto...

http://www.corriere.it/economia/13_novembre_24/tassa-chiamata-aci-191-milioni-ogni-anno-un-registro-inutile-cbbb27e8-54d9-11e3-97ba-85563d0298f0.shtml?refresh_ce-cp

Anonimo ha detto...

@ Anonimo maggio 26, 2017 9:38 AM

MASTIGRANCAZZI!

Anonimo ha detto...

Quando ti aumentano le tasse per pagare le nuove clientele del servizio privatizzato, che costa di norma dieci volte tanto quello pubblico, vedrai che ti interessa.

Anonimo ha detto...

Non avete idea di cosa state parlando. Chiudendo l'Aci che di fatto non costa nulla allo Stato, andrà tutto in mano al privato. Vedrete poi quanto vi costerà una pratica... Informatevi per favore, andate a fondo alle cose.

Anonimo ha detto...

Vi stanno per togliere da sotto il naso un'altra realtà di lavoratori che funziona e non costa niente allo Stato... possibile che non ci arrivate? Secondo voi una pratica, quando andrà al privato, vi costerà meno o di più? Basta populismo.

Anonimo ha detto...

Aci Informatica e una società privata, che funziona molto bene, e si autofinanzia. Chiuderla per dare le pratiche auto dalla Motorizzazione significa darla in appalto a veri privati... vedrai poi quanto pagherai per le tue pratiche. E una vera follia.

Anonimo ha detto...

Ma che articolo é??? Prima di tutto non ci vedo nulla di strano a difendere il proprio posto di lavoro con un post su Facebook, ma di che stiamo parlando? Per di più se le ragioni per cui vogliono toglertelo non stanno ne in cielo ne in terra. Seconda cosa i manifesti non sono anonimi ma firmati dai lavoratori e lavoratrici di Aci Informatica. Terza cosa il decreto toglie occupazione a vantaggio di chi? Andatevelo a leggere prima di parlare di cose che non conoscete. Il qualunquismo ed il populismo di certo non aiutano questo Paese.

Anonimo ha detto...

Con Mario Monti il Pubblico registro automobilistico si è addirittura rafforzato grazie a un provvidenziale aumento delle tariffe concesso dal governo e imposto agli automobilisti italiani, un incremento che nel 2014 è stato pari a circa 56 milioni di euro assicurando all’Aci un utile di oltre 33 milioni.

In totale il Pra costa agli italiani la bellezza di 230 milioni l’anno che sono il risultato di 27 euro sborsati da circa 8 milioni di automobilisti. A cui vanno aggiunti altri 48 euro di imposte di bollo sulla vendita di ogni auto e per il certificato di proprietà.

Considerando che le stesse funzioni le svolge la Motorizzazione che è pubblica, ovvio che il buon senso suggerisca il superamento del Pra.

Fonte:
https://www.google.it/amp/www.ilfattoquotidiano.it/2015/06/29/aci-delrio-vuol-chiudere-il-pra-doppione-della-motorizzazione-lotti-no/1821408/amp/

Anonimo ha detto...

E tu pensi davvero che la Motorizzazione sarà in grado di fare tutto da sola, o pensi che daranno l'incarico all'esterno a un privato? Pensi che costerà meno di 27euro a pratica? Altro che 230 milioni l'anno... Aggiungi pure qualche zero, disoccupazione, e meno servizi per i cittadini. Ragazzi svegliamoci....

Anonimo ha detto...

Secondo te perché vanno quasi tutti all'Aci a fare le pratiche invece che alla Motorizzazione? Tu che dici? Si parla del 97% delle pratiche gestite dall'Aci contro solo il 3% dalla Motorizzazione. Secondo te poi come faranno?

Anonimo ha detto...

ACI, un carrozzone da abolire.

E’ uno degli enti pubblici più inutili del paese. 3.500 dipendenti con stipendi superiori alla media, 106 sedi provinciali, 13 direzioni regionali e una costellazioni di società controllate che perdono soldi senza fine.

Mirco Galbusera
11 Luglio 2012, ore 10:51

Se le province sono considerate da più parti enti inutili, che dire dell’ACI? L’automobile Club d’Italia, che gestisce principalmente il pubblico registro automobilistico (PRA) è forse l’ente più inutile del paese. E non da oggi. E’ un carrozzone, vecchio di 80 anni, su cui hanno messo abilmente le mani partiti, lobbies e sindacati, che non serve a nulla e grava come un macigno sui conti pubblici della nazione, cioè sulle tasche di ciascuno di noi. Più analiticamente, l’ACI non rappresenta altro che l’interesse di un gruppo di “privilegiati”, i responsabili dei vari automobile club provinciali, che sotto la parvenza di rappresentare i “soci” dell’ACI sono una lobby, nei fatti senza una vera legittimazione dei soci, di pressione anche sugli enti locali, grazie alle risorse derivanti dai finanziamenti relative alle funzioni svolte impropriamente per conto dello stato e delle regioni. In passato i vari governi hanno provato a smantellare l’ACI come ente pubblico non economico tentando di privatizzarlo, ma non ci sono mai riusciti per la forte opposizione di uomini e forze partitiche e sindacali che col tempo hanno messo radici profonde nell’Associazione diventandone a tutti gli effetti dei padroni. Come il potentissimo segretario Ascanio Rozera, in ACI da 40 anni, al vertice dell’Ente da cinque mandati consecutivi e che guadagna più di 300 mila all’anno per avere il controllo quasi assoluto della macchina dirigenziale. Dietro di lui, poi, si sono susseguiti presidenti e vice presidente con stipendi da favola, oltre a doppi e tripli incarichi in varie altre aziende che nulla hanno a che vedere con la gestione del PRA o delle attività dell’Associazione più in generale.

Fonte:
https://www.investireoggi.it/lifestyle/aci-un-carrozzone-da-abolire/

Anonimo ha detto...

Il post su Facebook parla di ACI Informatica, non di ACI. Chi scrive i post dovrebbe informarsi meglio piuttosto che fare l'inutile solito qualunquismo animati dal solito spirito "rottamatorio" che finora ci ha fatto stare solo peggio di prima.
Il mio consiglio é di leggere meglio tra le righe , aprite gli occhi, non vi fate condizionare dal solito buttiamo via tutto perché come si è già visto il rischio è di buttare anche quello che c'è di buono e che funziona bene.

Anonimo ha detto...

Rispondo alla citazione precedente articolo di Galbusera: Aci non grava affatto sui conti pubblici, perché è un ente non economico, quindi non grava sulla spesa pubblica.
Ragá informatevi meglio prima di parlare.

Anonimo ha detto...

A quanto ne so la Motorizzazione già ora esternalizza a terzi per svariati milioni, per fare quel 7% di pratiche... chiediamoci domani che non ci sarà Aci Informatica e dovrà fare il restante 93% quanto costerà sulla spesa pubblica? Fatevi due conti...

Anonimo ha detto...

Ma che devono pensà? Dormono non fanno nulla, stanno distruggendo Roma.

Bat21 ha detto...

Forza Milano

Vico ha detto...

Hai sbagliato pagina!

Anonimo ha detto...

Fottetevi parassiti dell'ACI.

In tutto il resto d'europa basta una struttura, non cene vogliono due e con i costi astronomici che si pagano in italia.

Sticazzi che la motorizzazione non sara in grado di fare un cazzo.

Se non sono in grado, diamo direttamente tutto ai privati.

Secondo la vostra "logica" uno deve tenersi due enti inefficienti perche altrimenti uno sarebbe ugualmente inefficiente?

Sparatevi

Anonimo ha detto...

Peccato che i due enti non sono affatto inefficenti.

Anonimo ha detto...

Per sua informazione c'é gia Aci Informatica, privata, che se ne occupa e lo fa anche molto bene.

Anonimo ha detto...

Ma Marco "me lo magno" Terranova ha mai vinto un concorso pubblico per lavorare in ACI informatica? Se oggi chiudono che vuole....?!?!?!?

Forza magica Roma ha detto...

Capitano ci mancherai!

ShareThis