Il regolamento sui bancarellari e la triste sensazione d'essere amministrati da una setta

19 maggio 2017

A coronamento di un anno allucinante declinato tra clamorose incapacità, tra nomine opache, tra lotte intestine tra fazioni, clan e correnti senza esclusioni di colpi, tra provvedimenti tutti volti a ripagare le cambiali elettorali (ai Vigili, alle municipalizzate, ai cartellonari, ai dipendenti comunali) e nessuno volto a rimettere in sesto la città, l'amministrazione di Virginia Raggi ha fatto approvare (per ora solo in Commissione, ma il passaggio in Aula è solo questione di tempo) un imbarazzante regolamento per il commercio su area pubblica.

Si tratta di un danno per la città infinito e profondo: con questo regolamento si certifica che nessuna delle postazioni che oggi distruggono Roma e la rendono un posto osceno saranno eliminate. Nessuna. Dalle bancarelle a Viale Cola di Rienzo o a Viale Trastevere che stanno massacrando il commercio regolare ai camion bar di fronte ai Musei Vaticani; dalle bancarelle di fronte al Pantheon a quelle di Fontana di Trevi passando per la situazione emergenziale che si trova all'Eur, attorno a Piazza Bologna e su tutte quante le consolari (su Appia e Tuscolana no si riesce proprio più a camminare).

Tutto questo rimarrà così. Non cambierà nulla. Con una perdita economica per la città allucinante, soldi che i cittadini metteranno al posto degli operatori miracolati. Gli unici interventi del regolamento puntano a trovare ogni stratagemma possibile per confermare i monopolisti attuali (famiglie di pastori o zingari abruzzesi che si sono prese Roma, avendola trovata indifesa e ben disposta a svendersi per tre denari) scendendo fino al ridicolo di mettere per iscritto, in un articolo del regolamento, i colori e perfino le decorazioni adesive dei furgoni loro appartenenti. Poi ci sono le multe che calano, poi c'è la Fiera di Piazza Navona (per fortuna bloccata da anni) che torna in mano ai soliti e infine c'è il concetto di "anzianità" (lascito di Storace in Regione) che per la prima volta viene sposato dal Comune.

Un insulto ai giovani tra l'altro: in tutto il mondo l'universo dei food truck è il luogo dove chef emergenti e ristoratori rampanti si confrontano per poi crescere e esordire nel mercato più strutturato. Qui tutto questo è e sarà per sempre impossibile. Da regolamento.


Non ci addentriamo però nel merito del provvedimento perché ne abbiamo parlato e straparlato in passato. Quello che volevamo notare oggi è altro e attiene alla reazione che questo scandalo amministrativo e politico ha provocato: la reazione è nulla. Zero. Piatta.

Un consigliere decide di portare la città su posizione assurde, tradendo totalmente il mandato elettorale (lo dimostrano le centinaia e centinaia di commenti che Andrea Coia sta collezionando sulla sua pagina), approvando provvedimenti che se fossero stati approvati da altri avrebbero visto tutti i grillini scendere in piazza. Eppure nessuno tace. Escono articoli su tutti i giornali che condannano la cosa, ci sono migliaia di elettori (ex) grillini che si dicono indignati e nessuno parla.

Provi a sentire le persone singolarmente, off records, e le cose cambiano: senti i singoli consiglieri pentastellati, senti le persone più in vista di quel partito, senti i componenti della giunta, gli staff degli assessori. Tutti ti dicono la stessa cosa: "ma tanto non andrà mai in aula", "non siamo minimamente d'accordo con questa impostazione", "non sappiamo cosa pensare", "non facciamo altro che litigare con Coia", "stiamo lavorando nella direzione inversa". Già, però sottotraccia e senza dirlo alla città.

Ci fosse mezza presa di posizione pubblica. Ci fosse qualcuno che pone un dubbio. Ci fosse uno, uno solo, tra le decine di consiglieri indignati contro Coia che ha il coraggio di dirlo apertamente come succederebbe in un caso del genere in ogni altro partito politico. Si preferisce tenersi l'onta di essere correi ad un fatto così grave piuttosto che avanzare una semplice critica, una semplice opinione difforme. Non si parla. Semmai si aspetta che parli il guru. E così viene anche il dubbio che la mossa di Coia - favorire le micidiali lobbies degli ambulanti - non sia in realtà una scelta personale ma in realtà sia una mossa condivisa e pianificata. Ma nessuno rilascia dichiarazioni in un senso o nell'altro.

Questo è il modello con cui si autoregolano le sette però, non i partiti politici che si dovrebbero basare sulla libera opinione e sulla democrazia interna. Solo le sette si modulano sulla fedeltà al capo, sulla paura, sulla repressione preventiva. Come è possibile che esca un pezzo di questa durezza sul Fatto Quotidiano (peraltro l'organo di stampa di riferimento della galassia pentastellata) e nessuno - nessuno! - replichi in alcun modo? Come è possibile che i militanti sul territorio inondino di critiche il partito per una scelta forsennata e nessuno risponda?

Delle due l'una. Siamo di fronte ad una setta o siamo di fronte ad un partito che passa sopra a tutto e a tutti pur di portare avanti i suoi propositi affaristici, criminali e vetero clientelari. In ogni caso è una pessima notizia.  

118 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

sti pupazzi che ci comandano....hanno solo in mente i propri stipendi.
tutte le caste impunite: gladiatori, palazzinari, taxisti, bancarellari, acchiappini di turisti, ama, atac, dipendenti comunali, guidatori di carrozze con cavalli....è il caos....sta città è morta

Anonimo ha detto...

Per il concetto di clientela ti rinvio alla buonuscita ricevuta da mauro moretti, a spese nostre, di NOVE MILIONI DI EURO, premio per la strage provocata a viareggio. La buonuscita milionaria è la conferma della protezione di cui godono i "managge" che compiono schifezze a nome del pd, allorquando le suddette schifezze portano danni e morte ai cittadini. Vedi anche banche.
Queste sono CLIENTELE.
Se diventerai sindaco tu, poi ci spiegherai cosa ne farai dei bancarellari disoccupati fatti sloggiare dalle postazioni più o meno legittime.
Quanto ai "commenti", neanche all'asilo giudicano il valore di una persona o di un atto sulla base dei "like" che prende su internet, che spesso sono solo un modo stalkizzante per spingere un politico a fare certi interessi.

Anonimo ha detto...

In questo sciagura c'è almeno una cosa buona: che stavolta hanno capito tutti. Ci sarebbero mille altre cose da imputare a questa amministrazione, ma finora ha retto il gioco della negazione di evidenza. Questa è troppo grossa, e qui il M5S di Roma è finito.

Anonimo ha detto...

4.10,

va bene, ci penso, a cosa fare dei "bancarellari disoccupati fatti sloggiare" (anche se vorrei sapere quanti sono lavoratori regolari: ce li abbiamo gli occhi, no?). Intanto tu spiegami cosa fare dei negozianti che devono chiudere perché perdono clienti, dei tanti imprenditori che vorrebbero aprire attività a Roma ma sono tagliati fuori dalla gestione delle licenze, e dei cittadini a cui mancano servizi perché gli ambulanti pagando due lire di concessione per occupare strade frequentatissime.

Anonimo ha detto...

Questi fino a ieri facevano la fila da manpower per un contratto di 3 giorni ed ora hanno un lavoro sicuro e ben pagato; secondo te possono dissentire dal datore di lavoro (che tra l'altro si è dimostrato ben propenso a cacciare la gente che lo contraddice)?

Anonimo ha detto...

Tosto fa i rivoluzionari contro i Tredicine & Co, eh?
Che buffoni !!!!
Almeno con PD e FI sai che hai a che fare con delinquenti. Meglio loro di finti giustizieri della notte !!!

Anonimo ha detto...

E infatti poi col Tredicine Giordano, il Di Maio ci si è fatto la foto in piazza.

Anonimo ha detto...

Allora, te lo rispiego, visto che va di moda fare finta di capire fischi per fiaschi.
Certamente le bancarelle sono un abnormità.
Altrettanto certamente sono il risultato delle ventennali attività corruttive del pd, sia in campo locale che in campo internazionale.
Se io fossi l'imperatore d'Italia e subentrassi alla mafia del pd, potrei fare sloggiare i bancarellari abusivi o con licenza truffaldina, rispedire gli africani e i cinesi nelle rispettive dimore, fare arrestare i clientes che a seguito della rimozione tentassero di creare disordine sociale per ricattare il mio regno.
Invece siamo in una cosiddetta democrazia, il sindaco non ha giurisdizione sulla polizia e la polizia non ha giurisdizione su se stessa perché obbedisce, come ogni cosa, alla politica, e la politica a sua volta risponde alle cricche criminali. Coff coff, ahm ahm.
Il risultato è che nessuno può rimuovere le clientele calcificate del pd tutte insieme, senza ritrovarsi le manifestazioni di piazza, i piagnistei sindacali e le molotov.
Delle quali voi del pd dareste la colpa ai 5 stelle.
Ora è più chiaro l'argomento?
Da cui segue: tu come faresti?
Chi potrà sistemare la cosa saranno le medesime cricche internazionali, che tramite la politica e la criminalità possono intimidire ed eventualmente riposizionare, in modo del tutto mafioso, i vari ambulanti.

Anonimo ha detto...

Se fossi nelle apette che pubblicizzi spesso non pagherei più l' occupazione di suolo pubblico ..... Ah giusto già non la pagano ;-)

Anonimo ha detto...

Ma guarda che non devi rispiegare niente. Vogliono far passare un regolamento che non regolamenterà nulla se non confermare il disastro attuale. E trovo INCREDIBILE che si paventino le molotov. Se i cinque stelle hanno paura delle bombe e si piegano ai violenti siamo messi molto male. Voi del PD? Ma che cazzo dici?

Anonimo ha detto...

@ 5:13 insomma io ho votato cinque stelle pensando che avrebbero fatto la rivoluzione e invece per cambiare sto cesso di città devo aspettare che te diventi imperatore. Vabbé

Anonimo ha detto...

Mi pare evidente che ci sia un clima intimidatorio.

Anonimo ha detto...

anonimo 5:13

come stava facendo Marino e come si farebbe in qualsiasi paese evoluto e civile: si fanno i bandi e si mette a gara così c'è possibilità per tutti e si alza la qualità dell'offerta. Per i sindacati e i ricorsi? si fa come ha fatto Marino aspettando le sentenze a favore della magistratura. Per le manifestazioni? con la polizia antisommossa come si fa nei paesi C-I-V-I-L-I

avete rotto il cazzo con le scuse delle manifestazioni, dei sindacati, dei disoccupati. a-v-e-t-e- r-o-t-t-o i-l c-a-z-z-o

Anonimo ha detto...

Non c'è peggior sordo di chi non vuol sentire. E l'immortale partito della multinazionale quando si tratta di argomenti non convenienti si rivolge alle pratiche asiatiche e fa l'indiano.
In questo periodo comunque è il caso di seguire con attenzione i sottotesti di romafaschifo.
"Delle due l'una. Siamo di fronte ad una setta o siamo di fronte ad un partito che passa sopra a tutto e a tutti pur di portare avanti i suoi propositi affaristici, criminali e vetero clientelari". Però non dei 5 stelle.
Effettivamente c'è una spedizione punitiva multipla in corso e lungamente covata, da parte dei bavosi di criccopoli, come al solito contro un innocente a cui non son degni di pulire il water.
Il prossimo post sui medesimi risvolti sarà intitolato "Mors tua vita mea", o anche "L'albero di giuda" o meglio "Dignità va cercando ch'è sì cara".

Anonimo ha detto...

Marino ha riempito di africani i marciapiedi di termini e voleva che i negozianti di piazza di Spagna stringessero accordi bilaterali con gli abusivi davanti ai propri negozi.
I bandi che riempiono Roma di banchi schifosi e he sono elaborati per favorire i prediletti, sono abusivismo ratificato, secondo le modalità tipiche del pd.

Anonimo ha detto...

Ah me la ricordo la Roma di marino...che bellezza...senza buzzi, senza vu cumbrà, senza abusivi, senza bancarelle assurde sui parciapiedi, eheeeh, bei tempi.

Anonimo ha detto...

Comunque Atac è fiore all'occhiello di Roma, i camion bar sono utili e i Tredicine sono diventati bravi. I cinque stelle non saranno criminali, ma almeno ruffiani sicuramente.

Anonimo ha detto...

ma quanto je piace la famigghia storica ar grillino!
ma quanto odia i cittadini er grillino!
ma quanto je piace la bancarella sullo scivolo pedonale ar grillino!
ma quanto odia il bando pubblico er grillino!
chi ammnistra, amminestra!
Nevvé grillì?

Anonimo ha detto...

Onestàh! Onestàh!

Anonimo ha detto...

Bolkestein chi?

Anonimo ha detto...

@ 6:12 Quindi secondo te RFS che ha invitato a votare cinque stelle, in realtà è la testa d'ariete del PD.

Anonimo ha detto...

Ma dove vogliamo andare in una città dove i nazisti dll'Illinois (leggi fogna nuova) contrastano con successo le forze dell'ordine a difesa di bancarellari abusivi? Il risultato è stato nazisti e bancarellari 1 polizia 0. La polizia è scappata a gambe levate e ha restituito tutto agli abusivi.
http://www.ilgiornale.it/news/cronache/roma-forza-nuova-blocca-operazione-anti-abusivismo-1398281.html

Anonimo ha detto...

Patetici, di questo passo dovreste sperare nelle staminali perché coi trapianti di fegato per altri tre anni state messi bene.

Anonimo ha detto...

beh, mi pare evidente...
http://www.ecoaltomolise.net/wp-content/uploads/2016/10/dimaio.jpg

Anonimo ha detto...

AHAHHA e qui volevano il decoro !!!!
http://www.beppegrillo.it/listeciviche/liste/roma/2016/02/quer-pasticciaccio-brutto-de-via-tuscolana.html
BUFFONI !!!!

Anonimo ha detto...

Patetici semmai i cinque stelle. Dovevano cambiare il mondo e invece il mondo li ha conformati a proprio uso e piacimento. E patetico chi continua a difenderli anche quando dimostrano di essere come e peggio di quelli che contestavano con virulenza. Il movimento sta collassando su se stesso.

Anonimo ha detto...

Che schifo. E meno male che avrebbe dovuto essere i paladini della legalità, della giustizia, del decoro, dei diritti dei più deboli... La città andava bonificata dalle bancarelle, andava avviato un piano integrale del decoro, della pedonabilita, della tutela dei monumenti. E, invece, guarda un po'... e meno male che hanno la stampa dalla loro parte perché questa è una scandalo incredibile!

Anonimo ha detto...

Magari si rivedrà la festa della befana, che se pur ripetitiva ma almeno si faceva.

Anonimo ha detto...

avete rotto le palle dai la maggioranza vuole le bancarelle, vuole i mercatini!!! a prescindere da chi li gestisca, ci stanno e ci resteranno mettevi l anima in pace che fate ridere i polli!!!!

Anonimo ha detto...

tra l altro voi parlate sempre dell estero ma cazzo siete usciti mai dall italia, o anche solo da roma??!?!?! in tt le capitali d europa ci sono bancarelle e mercatini, il resto attorno funziona bene si e vero...concentratevi sul resto che circonda il discorso e smettetela con questa battaglia contro i mulini a vento, tutta fatica persa, fate altro di + costruttivo!!!!

Anonimo ha detto...

10:10+10:16 - Quando qualcuno scrive a quel modo, mi sembra piuttosto molto nervoso sull'argomento, come se volesse imporre ad altri di chiuderlo perché non lo vuole affrontare, e gli fa scomodo e fastidio che altri ne parlino se non nei termini che piacciono a lui.

Prima di tutto per la "maggioranza", che sia vera o meno, ci parlate solo te e la tua arroganza. Poi, che bancarelle e mercatini ci siano altrove è uno degli argomenti più ridicoli e, francamente, deficienti (perché chi li usa, deve credersi un genio mentre fa solo la figura del fesso) che chi difende la situazione a Roma possa usare. Certo che ci sono, che scoperta, non fosse che in tante altre capitali si tratta di cose molto più regolamentate e decorose della roba selvaggia che Coia e coioni associati hanno deciso, invece di contrastare, di addirittura regolarizzare formalmente.

Ma per te va bene perché sei uno di quelli avvantaggiati dal regolamento, magari?

Anonimo ha detto...

ci faremo due risate quando alle politiche, i 3 milioni di romani che hanno conosciuto da vicino i 5stelle, gli daranno un sonoro calcio nel culo. 5stelle mafiosi peggio di Buzzi

Anonimo ha detto...

Se siamo mai usciti dall'Italia?? Ma penso che non sei mai uscito tu dal GRA. Una situazione così merdosa, mafiosa, corporativa, disordinata, indecorosa, indecente, prepotente e cialtronesca IN NESSUN'ALTRA CITTÀ DEL MONDO.

Anonimo ha detto...

ma io non vivo neanche a roma ci vengo di tanto in tanto ed ebbene siii mi avvantaggio comprando la roba ahahah e visto che questi ruberanno e imbroglieranno si ma la gente e taaanta gente sia italiana che straniera compra la roba e giusto che ci siano STOP...poi possiamo parlare di regolamentare ma che spariscano come dite voi non accade adesso e non accadrá mai ripeto...mettetevi l anima in pace una volta per tutte!!!
ot
sto discorso che all estero é tt fico e a roma no é una mega stronzata...paese che vai usanze che trovi!!ogni posto ha la sua merda e i suoi punti di forza, siete voi ridicoli a fare paragoni con l estero solo su quello che vi fa comodo...in ogni caso io continueró quando vengo a roma ad andare a mercarini, bancarelle, grattacheccari vari divertendomi e voi continuete a mangiarvi il fegato e quello che lo circonda SFIGATELLI FRUSTATI :D

Anonimo ha detto...

ma solo perché conoscete un pó la vostra cittá pensate di avere il primato di imbrogli e inciuci, ogni paese del mondo ha i suoi...dove sono le bancarelle e dove possono essere altre cose voi nn le conoscete non vivendo altrove tutto qui!! smettetela dai fate ridereeeeee io giro costantemente x tutta europa e anche fuori vivendoli i posti e in ogni dove ci sono storie che scorrono sotto, squallide e criminali che neanche immaginate!!!

Anonimo ha detto...

Sai a me cosa fa ridere? Chi usa i termini Agghiacciante, terribile, sciattown, terzo mondo etc per Delle cazzate insulse. E mi fate ridere voi che vi arrabbiate per cose onestamente del tutto comuni che certamente non fanno Roma come Zurigo, ma che la rendono quella che è rispetto a Zurigo. Perché i moralisti qui sopra sono sicuro che se Roma fosse Zurigo griderebero al fascismo per la rigidità Delle regole. Allora state in pace, finché Roma è Roma tanto vale starci, quando diventerà fredda come Vienna ... Beh allora si va via senza ripensamenti.
Ad essere sincero seguo il blog solo per farmi due risate di come questi si rodono perché veramente è una cosa che rasenta il ridicolo. Voglio vedere quando gli fanno la multa con la autovelox perché va a 52 o perché stava un secondo fermo dove non si può sostare ma viene beccato dallo street view, oppure quendo va a comprare una bottiglia dai Bangladesh perché è tardi e i supermarket sono chiusi o quando comprai due caldarroste alla figlia-o a Natale. Ah già , tutto ciò non è possibile perché non hanno vita. Ciao .

Anonimo ha detto...

Se non sei di Roma che cazzo parli. Scrivi pure Roma con la r minuscola tanto sei ignorante. Guarda che c'è anche il Tevere, se ti ci butti nun fai na lira de danno. Guarda che il peggio non è per noi, ma per chi amministra questa città, la figura di merda planetaria la fa il sindaco che è già finito sulle pagine dei giornali per la storia della mondezza.

Anonimo ha detto...

anonino delle 11:04 PM quoto tutto quello che hai detto!! grande ridiamo alla faccia di questi avvelenati eheheh

Anonimo ha detto...

Fidati che le figure di merda sono ben altre rispetto a foto di spighe e la classica frase chi si serve dei mezzi pubblici deve essere umiliato. Le figure di merda sono la vela abbandonata costata miliardi, tor vergata costruita in una landa desolata senza un collegamento, interi quartieri dormitorio degli anni 70-80-90 e che si continuano a costruire come parco Leonardo o Bufalotta. Non certo il non aver fatto costruire degli obrobri ( e vi prego guardatelo il progetto che fanno cagare) su dove deve esserci un già inutilissimo secondo stadio.

Massimo ha detto...

Mamma mia che commenti PATETICI da parte di chi si ostina a voler difendere l'indifendibile. Questi stanno riuscendo ad essere persino peggiori di Alemanno (ve lo dice uno che li ha votati), però voi continuate a parlare di Marino, di PD, addirittura di molotov!!!!! Non ho parole.
Almeno Marino ci ha provato da subito ed è per questo che fu fatto fuori. Magari si ricandidasse avrebbe di nuovo il mio voto e quelli di molti altri. Virginia Raggi e tutto il M5S a Roma sta fallendo miseramente ed ora si attaccano ad una ridicola funivia pur di poter dire di aver fatto qualcosa. Io abito fuori Casalotti e vi garantisco che è "la più grossa stronzata da quanno l'omo 'nventò er cavallo".
Volete una soluzione per i bancarellari?!? Nulla di più semplice: che venga loro assegnato un banco regolare dentro uno dei tanti mercati rionali che stanno morendo. I Centurioni davanti al Colosseo ci stanno anche bene, basta che siano regolati e controllati, così come le carrozze a cavalli in giro lungo percorso dedicati e con motorini elettrici in modo che il cavallo vada semplicemente a spasso.
Chiudo con una considerazione: tutti, M5S e grillini vari stanno sempre a dare addosso al Pd come se fosse il male assoluto, come se L'Italia tutta e sopratutto Roma non pagassero cari 20 lunghi anni di Forza Italia e sopratutto Lega Lombarda al Governo, infatti dall'insediamento di Raggi sono letteralmente sparite le opposizioni (che fine hanno fatto Salvini, a parte qualche comparsata davanti a qualche telecamera, la Meloni e tutti gli altri?), mutismo assoluto. Meditate gente, meditate.

Anonimo ha detto...

Per carità, non parliamo di capacità progettuali-gestionali di questa giunta che mi si accappona la pelle al solo pensarci. L'attuale amministrazione non riesce a far funzionare nulla, la città ha toccato il fondo sotto ogni punto di vista. Non so se te ne rendi conto, stiamo parlando di ROMA. L'aspetto esteriore, il decoro, la cura dei dettagli, la pulizia, l'efficienza dei servizi, sono aspetti fondamentali. Le opere inutili e costose fatte da altri non sono un paravento dietro cui giustificarsi e nascondere i propri limiti. Sindaco, il mondo ci guarda, svegliati!!

Anonimo ha detto...

caro coglioncino delle 11:05 PM io a roma ci sono nato e ho anche casa, il lavoro mi porta in giro e ci sto poco, resta il fatto che rosicate e continuerete a rosicare perfettini del cazzo!!incazzatevi ancora che noi ce la ridiamo ancora di + ;) quando torno a roma x certe cose si mi piange il cuore ma sono argomenti che qui non si trattano proprio....poi sempre voi massa di amebe senza cervello avete spinto x la raggi e magari l avete pure votata...avete spinto x cacciare marino e ora lo rimpiangete...quindi....fate pippa e basta sfigati

Anonimo ha detto...

Vogliono far precipitare il prezzo delle mutande per poi farne incetta e rivenderle quando il prezzo sarà triplicato, li conosco io questi speculatori!!

Anonimo ha detto...

Forse non ti è chiara la cosa, il potere non si fa dal basso, non si fa dallo strillone che dar blogghe ciarla, quella è l'oclocrazia, lo stato della democrazia in cui alla massa inutile viene permesso di sindacare su cose che sono più grandi di loro. Il potere si detiene e si controlla facendo accordi con chi ha le golden share, i commercianti, gli affaristi, il secondo stato, i militari e i tuoi dipendenti pubblici. Per controllare ed esercitare il potere devi scendere a patti con chi lavora per te e chi manda avanti il corpo dello Stato ( la borghesia) e la sua mente ( la chiesa ). Tutte le rivoluzioni occorse sono state causate da uno scollamento tra borghesia e potere. Gli M5S che secondo loro vorrebbero fare una nuova rivoluzione si stanno accordando con chi detiene queste golden share. Mi dispiace Toné, ma a te che non conti un cazzo non t'hanno proprio calcolato, te rode er culo perché pensavi ti contattassero per poter entrare tra gli eletti e comincià a magnà per davero e invece te tocca continuà a scrive cazzate qua e al gambero rosso.

Anonimo ha detto...

..quando torno a roma x certe cose si mi piange il cuore ma sono argomenti che qui non si trattano proprio..

Ah qui non è il posto giusto per criticare chi ci amministra? E quale sarebbe il posto giusto casa tua, l'Onu, o dovremmo riunirci sulla luna o di nascosto come i carbonari? Ti piange il cuore, ma noi siamo perfettini, la Raggi no, Marino era meglio, incazzatevi che noi ridiamo.

Fai pace col cervello, rilassati, non dare del coglione agli altri se poi non sai nemmeno esprimere un pensiero coerente. Ridi, rudi pure, peccato ci sia ben poco da ridere soprattutto per il sindaco. Abitate tutti fuori Roma e vi affannate a spiegarci che va tutto bene e quelli strani siamo noi. Vuol dire che chi rosica qui è qualcun altro. Raggi sveglia, il mondo ci guarda!!

Anonimo ha detto...

e adesso la lista delle scuse che questo blog deve fare per aver dato indicazione di votare la Raggi nel giugno scorso, si allunga:
prima il blocco della riforma sui cartelloni;
ora il regolamento sugli ambulanti.

Anonimo ha detto...

MADONNA MIA SIGNORE LIBERACI!!! ANCORA STAMO CO' QUELLI CHE "SE ROMA DIVENTA GRIGGGGIA COME VIENNA...."

Anonimo ha detto...

ragazzi andatevi a leggere i commenti sotto il nuovo post di Coia

Anonimo ha detto...

Comunque , tornando a un anno fa, non c'era alternativa ai 5 stelle. Si poteva non votare, ma non la considero un'alternativa. I 5stelle almeno c'era la speranza che non te lo buttassero al culo (per PD e destre c'era la certezza matematica che lo facessero). In realtà abbiamo scoperto che anche i 5stelle te lo buttano al culto ma in una posizione diversa!

Anonimo ha detto...

A Roma, a parte la retorica der pallone, daa carbonara e der Colosseo, ognuno fa quello che gli pare e c'è poca affezione verso il quartiere del vicino, non parliamo poi di quartieri un po' più lontani. La città è allo sbando e le amministrazioni politiche non hanno avuto finora né il carisma né lo spessore culturale per tenere alto l'onore cittadino.
Ci si abitua velocemente a vivere nello schifo. Quando fai notare alcune cose che non vanno e proponi possibili migliorie, i romani spesso storcono il naso, dicono che non se po fa, che é difficile, che ce vorrebbe questo e quest'altro. A volte hanno ragione perché per molti interventi servono opere pubbliche notevoli; a volte sono solo, inconsapevolmente, allineati allo schifo.

I paragoni con altre città, anche grandi, sono del tutto ovvi, soprattutto per chi viaggia. Nessuno pretende che Roma diventi Vienna, non sarebbe possibile e nemmeno forse desiderabile, ma a me dispiace anche che Roma assomigli al Cairo o peggio, a Dakar. Di Vienna vorrei che avesse la pulizia, gli spazi e il sistema dei trasporti. È chiedere troppo? Madrid sarebbe più accettabile? Oppure Stoccolma? Non sto dicendo che Roma debba diventare una fotocopia di queste metropoli, ma conformarsi alla loro cifra comune. Per quanto mi riguarda la cifra comune di una metropoli è data dalla rete di trasporti pubblici, dalla capacità di far muovere i cittadini creando un tessuto connettivo e, si sa, su questo noi non ci siamo affatto.

Le bancarelle sono oggettivamente un elemento di degrado. Uno dei problemi più evidenti è l'occupazione del suolo a scapito del cittadino che cammina o del bus che ingombra la carreggiata. I marciapiedi in alcune zone sono ridotti a striscioline, dove i pedoni sono ammassati in fila indiana.Se hai una valigia fai prima ad andare per strada. A via Gioberti ci sono delle bancarelle davanti alla Upim (da decenni) che si mangiano tutto il marciapiede, tra l,altro di fronte a una splendida basilica. È evidente che non dovrebbero occupare tanto spazio ed è criminale che un paese che rappresenta il patrimonio artistico mondiale, autorizzi uno stupro simile.
Sappiate che nelle città del cosiddetto terzo mondo le bancarelle sono una forma comunissima di vendita, ma almeno sono localizzate in luoghi ben precisi, souk o medine. A Roma sono posizionate in modo completamente sbagliato.

Roma accusa tutti i segni del tempo, ma non del tempo antico (che le conferiscono eleganza e fascino), ma del tempo contemporaneo, degli ultimi cinquant'anni. Ora, una persona malmessa, provata, ha due scelte: o rimane senza trucco e dignitosamente porta su di sè la sua malattia, oppure si trucca, ma bene. Se si impastrocchia il viso, il risultato sarà orribile. Ecco la città mi sembra abbia proprio commesso questo misfatto. Le bancarelle coprono la bellezza antica, la forma delle piazze, le vie, i palazzi storici e aumentano il senso di bruttezza e disagio e sofferenza dato dal vecchiume, dallo scrostamento degli intonaci, dalle buche e dagli avvallamenti del manto stradale, dalle infinite macchine, un oceano di lamiera.

Io sono romano, ma da alcuni anni vivo in una città italiana in cui bancarelle e mercatini sono un importante risorsa turistica ed economica. Ma si tratta di bancarelle belle da vedere e concentrate TUTTE in certi spazi. Vi assicuro che la sensazione è molto diversa. Alcune sono permanenti, altre arrivano il sabato a una certa ora e dopo un po' se ne vanno e quel pezzo di città non rimane ostaggio di casupole che hanno esaurito la loro funzione giornaliera. Quindi, ovvio, che le bancarelle siano diffuse anche nel resto di Europa, ma la gestione è completamente diversa e se qualcuno si azzarda a mettere una bancarella di scarpe di fronte a un monumento o in una piazza storica lo cacciano a calci (e se è stato autorizzato cacciano pure chi l'ha autorizzato).Ma questo semplicemente non succede.

Anonimo ha detto...

Mi fai un sunto per favore?

Anonimo ha detto...

Ci provo io, non ho scritto il post (da incorniciare per stile e contenuti) sperando che il titolare non si offenda.

Togliere dalle palle tutte le bancarelle dislocate a Roma come non accade da nessuna altra parte.

Se non hai ancora capito servirà un disegno suppongo.

Anonimo ha detto...

L'abusivismo che c'è a Roma è legato alla politica migratoria del governo, ed è il prodotto degli accordi criminali del pd e di parte della destra coi grandi monopolisti del petrolio e delle banche.
Per agevolare il reinserimento di masse extracomunitarie e di clientele della camorra, vennero già negli anni'70 aperti mercati "regolari" come Via Sannio (tanto regolare che è uno schifo che grida vergogna, sotto le Mura Aureliane).
Le bancarelle negli altri paesi sono pochissime e gestibili in modo civile perché la popolazione è stazionaria, da noi sono uno degli sfogatoi dell'immigrazione; se non si ferma l'endoterrorismo di sinistra, le bancarelle continueranno a espandersi in luoghi sempre meno appropriati.
Il pd ha aperto all'invasione extracomunitaria per consentire la progressiva devastazione del nostro Paese, che nel frattempo viene svenduto ad arabi, cinesi, francesi e tedeschi, che intendono appropriarsene di fatto se non di forma. Chi asseconda il piano occulto ottiene:
1) carriera
2) supporto mediatico
3) clientele, perché l'immigrazione genera un perverso indotto, e vedi il caso di alfano al cara di mineo.

I 5 stelle hanno assecondato questa politica autodistruttiva votando lo jus soli, e la raggi fa probabilmente parte di questi giri, ma non hanno alcuna responsabilità diretta per quello che si vede a Roma, frutto di decenni di sinistra malavitosa.

Anonimo ha detto...

Ma infatti dai cinque stelle ci si aspettava una rottura col passato. Rivoluzione, legalità, trasparenza. Sono loro che hanno fatto simili promesse.

Anonimo ha detto...

Non e' un problema di comprendonio, io amo il solo della sintesi. Tutto qua. La retorica non serve a un cazzo. Grazie comunque.

Anonimo ha detto...

Esemplare in questo senso quanto accaduto ieri.
I servi della setta hanno organizzato una manifestazione pro immigrati. Sic.
Necessaria ai propri fini invero, perché di fronte allo sfascio di cui si sono resi responsabile, l'unica metodica difensiva di cui dispongano è quella pubblicitaria: bombardamento di imput menzogneri che non consenta l'organizzazione razionale e argomentativa della dialettica politica, disarmando l'avversario.
Ieri però poliziotti e militari vengono feriti da un extracomunitario impazzito.
Qual è la reazione della setta?
Prima scemenza: "E' italianissimo! E' nato in Italia e la mamma è italiana!" Aldo Fabrizi praticamente.
Seconda scemenza: "Non si può fare di tutta l'erba un fascio!"
Naturalmente non c'è bisogno di un episodio del genere per dare un giudizio sulla mafia migratoria. Però le reazioni istericamente minimizzatrici di una politica che vive di episodi emotivamente manipolabili e di retorica strumentale, fa capire quale frenesia ci sia dietro la volontà di portare a compimento certi piani, quale completa mancanza di ritegno, in vista del "premio".
La sinistra sta distruggendo il nostro Paese dall'interno, secondo le più viete tecniche dello spionaggio e del boicottaggio; se non vi prefissate come obiettivo la distruzione dei partiti di sinistra e la discovery giudiziaria di questi eversori mascherati da politici, non avete alcuna possibilità di vedere ritrarsi l'espansione bancarellara.

Anonimo ha detto...

La fuga di notizie dal fascicolo con l'interrogatorio di Scafarto e con le sue intercettazioni telefoniche, quella è perfettamente legittima e cade a cecio per dare il colpo di grazia all'incolpevole Pm Woodcock.
La fuga di notizie dal fascicolo con le intercettazioni di renzi, quella è un'ignobile manovra politica meritevole di pubblica gogna e trasferimento del Pm.
Una contraddizione marchiana ignorata sia dai giornaloni pseudo indignati sia dall'ineffabile csm.
Già questo vi dovrebbe far capire che lordo comitato d'affari protegga il pd renziano, e come le fughe di notizie non siano né responsabilità dei Pm né della Pg ma dei servizi segreti che parano il culo al governo, e ottengono i brogliacci dalle ditte che detengono gli appalti per la trascrizione delle intercettazioni - un affidamento criminogeno escogitato dal pd.
Brogliacci che poi vengono passati in modo selezionato ai giornalisti delinquenti.
Dagli schieramenti pro e contro Woodcock si vedrà con chiarezza chi sono i piduisti in Italia.

Anonimo ha detto...

premetto che non sono di roma.
l'ho visitata la prima volta una quarantina di anni fa, ricordo ancora il mio amico (romano) orgoglioso di mostrarmi la citta`, mi decantava con enfasi gli esperimenti sull'onda verde che, giuro, funzionava, si lamentava di qualche strada ancora con il pave` che l'amministrazione non aveva ancora asfaltato, non ho ricordi di immondizia a mucchi o di grossi disservizi.
ci sono tornato a inizio settimana, la percezione dello sfacelo totale e` stata immediata e martedi dopo 24 ore ho ripreso il treno rinunciando alla settimana di vacanza programmata, con discussione finale con l'albergatore che voleva essere pagato per tutta la settimana.
ora domando ai romani che frequentano questo forum
pensate che continuando a lamentarvi serva a qualche cosa?
ma perche` non passate all'azione?
sicuramente non potete buttar loro addosso un autobus che non funziona, ma un sacco di spazzatura non riuscite a lanciarlo?
non sono romano, ma sono italiano e per colpa di quattro incapaci al governo della citta non posso visitare un posto con una storia unica e questo mi fa incazzare!

Anonimo ha detto...

Siamo invasi dagli africani, finché restano qua e continuano ad aumentare oltretutto, se li togli dalle bancarelle te li ritrovi a rapinare le vecchiette.
Ma è così difficile da capire che i problemi sono intercomunicanti?
Le Marche erano un Paese ordinatissimo, con l'immigrazione i borghi si sono rimepiti di vu cumbrà e zingari.
A Firenze da matteo renzi sindaco in poi,i marciapiedi sono un'infilata di venditori senegalesi di borse false.
E' un problema di tutta Italia.

Anonimo ha detto...

per anonimo delle 12:30

Il post di cui hai chiesto un sunto non è nè retorico nè prolisso. Se non ti va di leggerlo perché fai fatica a leggere testi più complessi di un messaggio whatsapp, beh allora non attaccarti alla banalità del "io amo la sintesi".
Tu probabilmente ami la semplificazione, non la sintesi.

Un po' di impegno testuale, suvvia.

Anonimo ha detto...

Ma tu ci sei mai stato fuori? Hai mai visitato l europa,? E l America? E il sud America? Capra. Vai a scuola, non scrivere in romanaccio e fatte due pizze in faccia da parte miA.

Anonimo ha detto...

Prossime elezioni nel comune di Roma il movimento 5☆ non supererà il 5%, ma la cosa più triste è che all'orizzonte stavolta c'è il nulla

Anonimo ha detto...

Articolo DA MANUALE, vero giornalismo, analisi, spietata, della vomitevole situazione a Roma. Votai, turandomi il naso, i 5 stelle: MAI più e farò di tutto per NON far votare i miei familiari e amici in tal senso.

Uno schifo, un vomito, una città ridotta a una CLOACA. E non sto qui a enunciare ogni disagio provocato da costoro (per buttarne giù una, avete mai visto uno scontrino emesso?), ma proprio l'insieme di estremo degrado che queste sporche, arrabattate bancarelle producono. Per non parlare poi dei furgoni Iveco scassati che occupano doppie e triple file, in curva, sui marciapiedi, su strisce blu mai pagate, fermate autobus, etc etc.

Povera Roma. Da Romano sono indignato che si sia giunti, per voti raccolti da questo deprecabile folto gruppo di votanti, a ridurre e confermare nel vomito la mia città. VERGOGNATEVI.

sconosciuto ha detto...

Quindi i 5 star sono degli incapaci , per giunta pure cacasotto? Meglio i criminali PD-L? Boh nessuno che fa l'interesse del vivere civile. ...città prossima al dichiarare fallimento, sarebbe la scelta migliore

Anonimo ha detto...

Il food strutturato? Il food strutturato sarebbe quella roba colorata dal sapore di polistirolo che ormai si mangia quasi ovunque?
Prima dell'avvento della UE a Roma era impossibile mangiare male, i pizzettai costituivano un vero e proprio Rinascimento gastronomico, uno meglio dell'altro e ciascuno col proprio stile.
E la pizza bianca del fornaio col sale grosso sopra? Con la mortadella, che prima era mortadella?
Adesso la pasta della pizza è romena e congelata, il cibo lo devono "strutturare" perché le materie prime fanno schifo, e hanno inventato schifezze come le uova precotte, col guscio colorato ad acrilico

Anonimo ha detto...

Ora basta!! Io voglio le MUTANDE DI CITTADINANZA!!!!!

Anonimo ha detto...

Lo ripeto, a chi ovviamente non fa parte di questi giri.
La faccenda di Woodcock è di una gravità estrema, ed è la prova ormai annosa dell'esistenza di un regime, e di un regime assassino.
Di questo regime i 5 stelle non fanno parte. Al loro interno c'è di tutto, ma come movimento non sono parte del problema.
Se voi volete vivere in un paese in cui un panzone di rignano sull'arno diventa presidente del consiglio senza elezioni, prende provvedimenti a nome delle banche contro il vostro benessere, scalza tutte le inchieste giudiziarie grazie a una rete di potere occulto, riesce a oscurare mediaticamente le enormità giudiziarie proprie, di parenti, amici e colleghi di partito, innescando campagne mediatiche e sanzionatorie contro gli inquirenti che indagano contro di lui e contro la sua cricca (indimenticata la rimozione del Col. De Caprio dopo aver scoperto le trame di renzi con la guardia di finanza), bene, votatelo alle prossime elezioni.
Ma se siete persone per bene che non sopportano le ingiustizie e le mistificazioni a mezzo stampa, ricordate che la cricca renziana è criminalità organizzata, al punto che riesce non solo a dirigere cassazione e csm a provvedimenti clamorosamente insensati, ma anche a distogliere l'attenzione generale da quanto è certamente emerso su lotti e del sette e su suo padre e sui suoi giri di informazione illecita, per dirottarla su magagne formali delle indagini di cui neppure si dovrebbe avere contezza pubblica.
renzi è un ometto pericoloso, e va espunto dalla vita politica.

Anonimo ha detto...

E notate bene, le indagini napoletane sono condotte da almeno tre Pm, ma l'unico messo alla gogna è stato Woodcock.

Anonimo ha detto...

;) vero

Anonimo ha detto...

pensate che, qui da me, in ben 11 mesi non hanno fatto NULLA DI NULLA, anzi, sono riusciti a peggiorare cose che difficilmente si poteva peggiorare! Ad esempio, fino all'anno scorso, gli autobus passavano ogni 12-15 minuti, adesso minimo 20, fino ad arrivare anche ad un'ora di attesa. Rifiuti inutile parlarne, infatti è pieno di zingari che rovistano e buttano tutto fuori. Spesso, di notte, accendono roghi tossici, in un territorio interno al GRA, e si respira diossina come nella terra dei fuochi in campania, costringendo anche bambini appena nati a respirare questo schifo, e nessuno fa niente, pur essendoci una pattuglia della municipale fuori dal campo. Hanno aperto un mercatino del rubato, l'unica novità del quartiere! Se cammini per le vie del quartiere, spesso ti imbatti in zingari che ti guardano storto, e gli stessi salgono sugli autobus senza mai e dico mai fare il biglietto, ma questo ormai lo diamo per scontato. Schifo e schifo totale, manco una cicca raccolta, sono riusciti a fare peggio! E ce ne voleva.
PS da notare che, in zona Cassia La Storta invece, i rifiuti vengono raccolti regolarmente, ed i cassonetti sono puliti intorno, e il sindaco proviene da quella zona, un caso?

Anonimo ha detto...

Impossibile iscriversi ad IO SEGNALO accampando vizi di forma

Anonimo ha detto...

@ 3:06 PM finalmente un commento chiaro, nudo e crudo ma che ci regala un po' di ossigeno. Ho commesso anch'io il tuo stesso errore riponendo fiducia in questi personaggi. Bisogna far loro terra bruciata.

Anonimo ha detto...

Quarto mondo!!!! Marinosturailtombino! Agghiacciante!!!
Marinodimettiti!
Che degrado!
Movimento5ragli
E il PDF keffa ? Kaffe?
..........eccoteli i commenti memorabili che ti meriti 11:44pm te e tutti gli stupidi che seguite sto blog di mentecatti

Anonimo ha detto...

h. 3.31
;-) verissimo.
E visto che te ne intendi: https://www.radioradicale.it/#
e.salvatori in collegamento con m. giustino da istanbul
16 aprile 2017 / seconda parte
Invece delle fughe di notizie dalla Procure, sarebbe il caso di monitorare le pre-fughe di notizie dalla cassazione.

Anonimo ha detto...

Raggi dimettiti.

Anonimo ha detto...

Ho letto le motivazioni del redattore di questo orrido regolamento: e la norma nazionale, e la delibera della regione, e il decreto del '76.... insomma meglio non si poteva fare perché si sono dovuti rispettare vincoli e contro vincoli. Curioso che i 5S, così aggressivi e critici su ogni fronte, su questo, si sono mostrati docili, ligi e silenziosi e hanno accettato tutte le schifezze del passato.

Anonimo ha detto...

Da quello che si legge nel post, tutti dicono che questa norma è una schifezza e che non passerà il vaglio dell'assemblea capitolina. Ma allora questo spreco di risorse e soldi dei contribuenti cui prodest?

Anonimo ha detto...

risposta a 10:02
at amministrators quinque stellae

Anonimo ha detto...

per 10,02
segui la traccia della "pecunia" e scoprirai una pentastellata distribuzione sotto forma di principesche retribuzioni, quasi sempre a gente che era a reddito zero oppure passate da 1000 euro a oltre 10000 al mese (raggi)
e sai le capacita` che possiedono?

Anonimo ha detto...

C'è un giornale di quartiere che si chiama il Cielo sopra l'Esquilino, e che esempla insieme il nodo del problema e la modalità della propaganda per l'espansione e il mantenimento del problema.
Il degrado è "allegria, arte, umanità", e via con la retorica arcobaleno.
L'Esquilino grazie alla scempiata Piazza Vittorio sarebbe "il meglio di Roma", l'attrazione internazionale, il vero centro storico, il catalizzatore intellettuale.
L'artista newyorkese non ha niente di meglio da fare che venire a Roma per installarsi proprio a Piazza Vittorio.
Il giornaletto inserisce numerosi articoli storico-artistici sull'area di San Giovanni-Santa Croce in Gerusalemme, tra un pezzo di marmo che cade dai portici della piazza sulla testa di un turista, alla serata di cucina "interculturale", per tentare di uniformare nella testa del lettore il disastro migratorio di Piazza Vittorio a un'idea positiva di città.
Il numero di maggio/ giugno riporta una surreale lettera di tale "ofelia", che è un manifesto della bancarellocrazia: una lamentela contro l'ideale Roma del futuro senza bivacchi e infrazioni, comprensiva del timore che Roma a forza di lamentele contro il degrado diventi veramente troppo pulita.
Non è uno scherzo.
Se questa è la premessa civica, almeno quella convenientemente rappresentata, capite bene che quella politica segue.

Anonimo ha detto...

Sono associazioni pubblicitarie, leve emotive di una presunta psicologia collettiva. All'indegna manifestazione di ieri per l'immigrazione lo slogan imperante era il medesimo: "Mai vista una manifestazione così allegra!".
Però, che sottile disquisizione geo-politica.
Se era allegra era giusta, no? Se lo spot per lo yogurt ai frutti di bosco ti fa sorridere lo yogurt è sicuramente da comprare, no?

Anonimo ha detto...

h. 11.26
Quanto ha ragione, signora mia. Ah, i bei tempi di rutelli, veltroni, alemanno e marino, gente per bene, competente, senza emolumenti di legge, ah! Gente che gli extra li prende dalle tangenti, mica dalle retribuzioni previste dalla legge.

Anonimo ha detto...

Eh, il pd sì, altro che...

http://www.corriere.it/cronache/17_maggio_21/tangenti-trapani-nell-inchiesta-spunta-nome-de-vincenti-7c873ec8-3dba-11e7-a425-2bf1a959c761.shtm

Anonimo ha detto...

@ 11:37 PM Terrificante. Bella la prosa, tragica ma divertente nello stesso tempo. Neanche io mi ero reso conto CHI andavo a votare. Ho aperto gli occhi quando il poeta dei writers tale Pierfranceschi, Assessore al DECORO al VII, ha dedicato soavi parole ad uno sgorbio realizzato su parete pubblica. E li mi son detto: ma chi cazzo hai votato?? Sarà un caso ma le scritte su tutti i muri di Roma stanno aumentando in modo esponenziale. Comunque dai, errare è umano..eccetera.

Anonimo ha detto...

Ah, il cielo sopra l'Esquilino è un giornale dei 5 stelle? Mi sa che ti sbagli.
A p. 13 decantano un orrendo e blasfemo agnello gigante e benedicente spuntato in Via Giolitti, chiamandolo "un'altra opera di Street art". Sic.
E' proprio un supporto alla violenza tramite il linguaggio.

Anonimo ha detto...

Scusa se lo decantano lo lodano. Esattamente come ha fatto Pierfranceschi (Assessore 5 stelle) in altra circostanza.

turista ha detto...

per 11,45
dio mio anonimo,fatti una camomilla no?

Anonimo ha detto...

Sono appena tornato da Milano. Che delusione. Tonelli ne parla sempre bene. I giornali pure. Mah dopo una settimana da turista non ci metterò più piede. Sono arrivato a Milano centrale, che era già notte. Mi sono spaventato, degrado, disagiati che chiedono soldi, giacigli di fortuna, spaccio, prostitute, poi dite Termini! I prezzi anche per prendere un caffè allucinanti. Tranne alcune strade, l'ho trovata molto sporca. Hanno ridotto le linee bus notturne ho dovuto prendere spesso un taxi. Credo che batta Roma per i muri imbrattati. Il traffico e l'inquinamento sono a livelli assurdi e per dirlo io che vivo a Roma! Mah sinceramente se Milano è un modello stiamo freschi. Mi sono detto che provinciali il blog Roma fa schifo. Per farvi un idea di quello che dico potete vedere la pag. Facebook: Expo & City - Milano fa schifo oppure la pagina segnalazioni di Milano Today. (Paolo Manzi)

Anonimo ha detto...

Poco da dire e scrivere: la realtà è che Roma è attualmente un MERDAIO. Anche e in particolare per queste immonde bancarelle.
Intanto noi paghiamo, paghiamo e paghiamo.

Anonimo ha detto...

Sfacelo totale? Ma che città ha visitato? Ah il solito troll! Ci sono dèi problemi come in tutte le città, COME DEL RESTO A MILANO. Questo blog ha l'unico scopo di trovare solo le cose che non vanno, vedi se a Milano con tutti i problemi che hanno ne parlano sui blog, tutti i giornali ne parlano bene nascondendo quello che non va, non dico di fare così ma almeno evitiamo cattiva pubblicità!

Anonimo ha detto...

Io penso che rispetto per esempio al 1527 sono stati fatti molti progressi, non vediamo solo il negativo e non strumentalizziamo please!

Anonimo ha detto...

Raggi se ci sei batti un colpo.

Anonimo ha detto...

Milano fa schifo e i milanesi si sono scelti un sindaco pluriindagato e con la dialettica di Pluto.

Anonimo ha detto...

Il problema di questa città è che è vittima dell'accordo trasversale, segreto poi manco tanto, tra Grillo/Casaleggio e Renzi, ovvero quello di distruggerla definitivamente, a vantaggio di un altra città, ovvero Milano, con l'aiuto di giornali tipo Corriere della sera. Infatti i grillini non stanno facendo nulla con la complicità delle opposizioni. In altre nazioni la capitale è un biglietto da visita e il Governo elargisce fondi straordinari per farla rimanere tale. Purtroppo anche questo blog presta il fianco a questo scopo, non sono rari gli elogi a Milano, che poi io ci ho vissuto per anni e non è tutto questo splendore, ci sono tanti problemi come Roma, ma nessuno ne parla. Ho ancora tanti amici a Milano, che non hanno bisogno di una capitale, tanto sono più oneri che onori e pensano di risolvere i loro di problemi. Spero che questi chiacchieroni 5 stelle se ne vadano presto e che arrivi qualcuno che veramente rappresenti il cambiamento.

Anonimo ha detto...


per 8,23
i punti di vista sono spesso soggettivi, una pantegana si trova indubbiamente a proprio agio a roma e vede vantaggi molto diversi dagli esseri civili

Anonimo ha detto...

piccolo lapsus
la risposta era per 8,33 e non per 8,23

Anonimo ha detto...

Anche a Milano una pantegana si trova bene ha da scegliere molti posti, per esempio via Padova o la stazione centrale, aggiunga lei...

Anonimo ha detto...

Buonanotte, allora un sindaco come beppe sala che è?
Ma lo hai visto in faccia? Lo hai sentito parlare? Hai letto cosa diavolo ha combinato con expo? Hai contezza delle accuse che pendono sul suo capo?
Sbirulino avrebbe più autorevolezza.

Anonimo ha detto...

Effettivamente sono punti di vista. Un sindaco che butta centinaia di milioni di euro dei milanesi per favorire aziende della ndrangheta, e che davanti a una piazza piena di africani e cinesi dichiara: "Questa è la Milano del futuro", rende in sintesi il programma elettorale del pd, tangenti e sostituzione etnica.
Chi vuole un'Italia terzomondizzata e tangentara, non ha che da votare pd.

Anonimo ha detto...

qualche uovo contro questi incapaci no?
usciranno pure allo scoperto ogni tanto.
pensate se quella protesta fatta da casapoud fosse stata fatta da qualcuno piu credibile

Anonimo ha detto...

io sono d'accordo con marco lillo. Se fosse lui ad aver passato le notizie a tiziano renzi, le avrebbe sicuramente passate con gli sms e gli emoticon, e che diamine. anzi, probabilmente ci sarebbe un post su facebook.
deve averla studiata di notte babbo renzi, questa "calunnia" in conversazione privata ai danni dell'onesto lillo, che con le fughe di notizie a vantaggio dei renzi non ha mai avuto niente a che fare.
le Procure ce l'hanno tutte con lui perché è piccolo e nero

Anonimo ha detto...

L'Italia del pd sono politici deficienti con le facce da deficienti (rutelli, veltroni, marino, sala, renzi, ecc. ecc.) prestanome tangentizi delle multinazionali, per i quali viene svenduta l'Italia con tutti gli italiani, per farla diventare un'appendice del Ghana.

Anonimo ha detto...

aggiungo che i punti di vista vanno anche rispettati
pertanto voi restate nel vs elemento, io resto a milano
come potete notare un accordo si trova sempre

Anonimo ha detto...

Lei è una persona di buon senso, che resta a Milano, l'avessero fatto anche tanti politici milanesi che qui rubano lo stipendio. Per fortuna Sky e Tg5, tornano a Milano, meno notizie false su Roma

Anonimo ha detto...

per 11,10
c'e` chi si sceglie il posto migliore per vivere bene e chi sceglie di vivere nella m.... per poter urlare
e` comunque una scelta di vita
personalmente mi sono appena trasferito da roma in brianza e mi trovo molto bene.

Anonimo ha detto...

Beh confrontare la Brianza con Milano. Vuoi mettere la capitale morale, una città che è un gioiello, la più visitata d'Europa dai turisti.

Anonimo ha detto...

La prima è Londra, Roma è terza e Milano quinta. Solo per dovere di cronaca.

Anonimo ha detto...

mia nonna terza, valentino rossi out alla terzultima curva

Anonimo ha detto...

... anzi, quarta
niente podio per lei

Anonimo ha detto...

See Milano quinta!Ah ah

Anonimo ha detto...

Tu primo a pari merito con Tonelli

Anonimo ha detto...

Ma la sindaca non era di quelli che portano il cambiamento?
Dov'è sto cambiamento?
Si sentono solo slogan e fregnacce varie,piagnistei continui e fango (meritato)sulle giunte precedenti,e allora bella?
Da un anno che stai qui che cazzo hai fatto?
Monnezza inciuci e bancarelle,brava la sora Virginia e la setta dei pentafulminati!

Anonimo ha detto...

Purtroppo per noi oltre a non fare nulla, ha fatto di peggio è stata artefice della restaurazione in continuità con Aledanno: super premi ai dirigenti che hanno portato alla bancarotta Atac, salario accessorio, rimesso al loro posto dirigenti incapaci in Ama e Atac, bloccato tutti i progetti pronti per partire, vedi torri Ligini, fatto un favore a Pallotta con il nuovo Stadio della Roma, solo speculazione senza infrastrutture. Loro dovevano essere il cambiamento invece sono come tutti gli altri.

Anonimo ha detto...

maggio 19, 2017 6:09 PM
Le lacrime ti commozione mi sono venute. Bravissimo.

Anonimo ha detto...

“Dimettiti Ignazio Marino
Pè colpa tua s’attappa il tombino”
Gridava il pentafesso
come n’ ossesso
avido di potere senza freno a offese
teleguidato dal Casaleggio milanese.
Almeno col marziano eran temporali forti
ieri pe ddu gocce pe poco nun semo morti
e allora mò strillo puro io, basta co’ li torti
“Tojetemela da la vista ‘sta virginea raggi
Daje abbasta, fora da’sti paraggi
Nun vojo passà altri maggi
A scanzà monnezza e scarafaggi
Il mite e ricco turista smetterà i su’ viaggi
E nell’Urbe lurida non farà più passaggi.
I 5Strilli se son litigati già ‘ na dozzina d’assessori “saggi”
ma alle lerce strade nostre manco n‘par de lavaggi.
“Dimettiti bamboccio d’un grillino
Pe’inerzia tua s’attappa ancor di più il tombino”

Anonimo ha detto...

Grande ottimo. Basta col sindaco Raggi eterodiretto da Milano.

Anonimo ha detto...

maggio 22, 2017 4:24 PM
Bellissima poetica,GRAZIE!

Anonimo ha detto...

Voglio la funivia ar Colosseo. Dai Virgi che ce la fai

ShareThis