Quel senso di scoramento, umiliazione e impotenza che ti prende tutto quando hai bisogno di giustizia e la chiedi ad un Vigile Urbano

14 novembre 2013
Ore 11.30 circa dell'11 novembre scorso, sto percorrendo via Ostiense a bordo della mia auto. Sono fermo all’altezza del cavalcavia ferroviario incolonnato in mezzo al traffico, quando un giovane basso a piedi mi si accosta alla portiera lato passeggero indicando qualcosa sul sedile di dietro. Un attimo dopo apre e s’infila nell’abitacolo per metà, agitandosi e blaterando qualcosa con accento dell’est europeo. 
Io mi faccio cogliere di sorpresa. 
Passano pochi istanti prima che lo riesca a spingere fuori e a ripartire con la portiera ancora aperta, pochi secondi fatali per rendermi conto che sul cruscotto non c’è più il mio telefono. Vedo lo stronzo allontanarsi a piedi con calma. Nel frattempo il semaforo è diventato verde, le auto dietro me sono ferme, avanzo venti metri per potere accostare in doppia fila. Sono passati meno di dieci secondi, ho il sangue alle tempie scendo infuriato proprio davanti a un gabbiotto della polizia municipale dove ci sono ben quattro agenti. Brevemente in modo concitato gli spiego che mi hanno appena rubato il telefonino 20 metri più in là e indico il sottopasso da cui il tizio si sta allontanando, a un centinaio di metri. Lo indico e invito qualcuno degli agenti a metterglisi dietro, “oppure vi lascio qui l’auto e ci vado io a inseguirlo, magari mi dà la divisa”. Si guardano tra di loro e mi guardano stupiti forse anche in imbarazzo, nessuno po’ o vuole rispondermi, nessuno pensa lontanamente a intervenire. Credo di essere capitato a cavallo del turno perché un paio dei quattro agenti, probabilmente il cambio un po’ in anticipo, si defilano. Gli altri due, un uomo e una donna, ci manca solo che spalanchino le braccia. Mi dicono che loro non possono raccogliere la denuncia, ma io vorrei che loro facessero le guardie, non che potessero raccogliere la denuncia. Intanto mi invitano a spostare l’auto, così che il traffico continui a scorrere lentamente. “Se proprio vuole una passeggiata dopo ce la possiamo fare”. Troppo buoni.
Marco F.

34 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

prendere matricola dei vigili e fare rapporto in centrale
poi inseguire il ladro e farsi giustizia da soli

Anonimo ha detto...

Sssshhh, che se dici di farsi giustizia da soli arrivano quelli che ti dicono razzista, bestia e fascista e che c'è di peggio in Italia quindi inutile prendersela con un povero disgraziato che dovrà pure sopravvivere in qualche modo, no?

Anonimo ha detto...

Comprendo tutto il tuo scoramento. Ma c'è ben poco da fare, se non ricordarsi sempre di osservare una delle regole fondamentali da seguire nel traffico romano: chiudere le sicure alle porte quando si è nel traffico. Almeno fino a quando non cominceranno a fracassare i vetri.

Anonimo ha detto...

Viviamo in una città da schifo. I vigili non ne sono gli unici responsabili ma vi contribuiscono. E non poco.

Anonimo ha detto...

una volta io davo degli spiccioli ai mendicanti,
sapete cosa mi ha cambiato?sono troppi, sono veramente TROPPI!, alla fine da buono che ero sono diventano nervoso, in zona EUR negli uffici se ne vedono uno ogni 10 metri.
assolutamente non me ne vanto, ma è capitato piu di qualche volta che uno di loro si arrabbiava con me, e stavo li per dargli qualche calcio,ovviamente subito intervenuta la signora dall'animo buono, ma si che vadano a rubare a casa sua

Anonimo ha detto...

Vigili Who?....vigili.......what?, .....vigili where ?, ....vigili why?........sono marziani!

Anonimo ha detto...

Purtroppo, se i fatti sono andati come descritto, temo che il solo pretendere la matricola degli agenti possa diventare fonte di guai infiniti: basta alterarsi un minimo, alzare la voce, dire una parola sbagliata per vedersi contestare una sfilza di reati che possono andare dall'ingiuria alla resistenza a pubblico ufficiale e chissà che altro. In genere, specie quando sono in torto palese, certi soggetti diventano aggressivi, arroganti e provocano in modo da farti passare dalla parte del torto; in questo caso, sottolineare che l'auto intralcia il traffico ed invitarti a spostarla rapidamente, puzza già di velato avvertimento. Per di più, pare di capire che in questo caso la vittima del furto era sola, quindi nessuno potrebbe testimoniare in suo favore e, a questo punto, ottenere giustizia e vedere sanzionato il mancato intervento degli agenti è semplicemente impensabile. Inseguire il ladro e farsi giustizia da soli, poi, è matematicamente sicuro che porta a conseguenze legali catastrofiche.

Anonimo ha detto...

Paese fallito!

Anonimo ha detto...

ormai viviamo in balia di tanti troppi delinquenti sia quelli tesi che quelli mascherati da vigili poliziotti ecc ecc... ormai resta solo la giustizia privata e chi può fa bene a farsela!

Anonimo ha detto...

Articolo 52 del Codice Penale: Legittima difesa.
Non è punibile chi ha commesso il fatto per esservi stato costretto dalle necessità di difendere un diritto proprio o altrui contro il pericolo attuale di un’offesa ingiusta, sempre che la difesa sia proporzionata all’offesa.

Comunque ce ne sono alcuni così strafottenti e sicuri dell'impunità che agiscono sempre negli stessi posti, può darsi che se passi nuovamente lì lo ritrovi.
Intanto denuncia il furto.

pizzardone ha detto...

DENUNCIA TUTTO A quel cazzaro del sindaco, ai giornali, nei blog.
- I viGGili sanno fare di molto peggio a chi osa chiedere l'intervento, tipo Violazione di domicilio; se poi la famiglia viene minacciata IN PRESENZA dei vigili questi commettono Omissione di atti d'ufficio da parte di pubblico ufficiale. Non ci credi ? ascolta qui
http://alemannovigiliurbani.wordpress.com/registrazione-nascostavoci-di-vigili-spedizione-punitiva-in-casa-altrui-senza-permesso-del-magistrato-2/

pizzardone ha detto...

- questa è la trascrizione http://alemannovigiliurbani.wordpress.com/irruzione-vigili-urbanitrascrizione/
- questi sono i MAFIOSI che stanno coprendo i viGGili, si va dall'ultimo viGGile alla "umana" Cancellieri (ministro interno) a un certo Giorgio N. (mai sentito?) http://alemannovigiliurbani.wordpress.com/me-ne-frego-alla-vaccinara/giorgio-xxxxxxxxxx/

Anonimo ha detto...

comunque io non voglio più pagare tasse per mantenere tutti questi impiegati che non vogliono o non sono messi in condizione di svolgere il proprio lavoro. Sindaco, Ministro e compagnia bella che facciamo?

Anonimo ha detto...

parassiti, i vigili per primi che incassano senza fare un cazzo, i ladri poi che almeno loro si danno da fare

Anonimo ha detto...

mmmhh, signorino con accento dell'est...
chissa' se questa risorsa comunitaria non fosse mai venuto a Roma , il nostro malcapitato signore a quest'ora avrebbe ancora il suo cellulare ed un mal di testa in meno dal nervoso.

Bat21 ha detto...

Vigili urbani indifendibili spero che qualche vigile urbano legga quanto avvenuto e provi vergogna.
Penso comunque che quando farà la denuncia anche senza il numero di matricola di questi signori si possa arrivare ai responsabili del non soccorso, descriva con dovizia di particolari questo aspetto ai carabinieri/PS!

CNNL ha detto...

GUARDIE GIURATE DELLA METROPOLITANA GIA IN CASSA INTEGRAZIONE; SENZA QUATTORDICESIMA E CON MEZZO STIPENDIO DI OTTOBRE , IL COMMITTENTE NON PAGA .

Anonimo ha detto...

.. Basta semplicemente tornare alle ronde urbane nelle zone dove bivaccano questi parassiti e fargli quello che i loro poliziotti compatrioti fanno ...

Alle signore benpensanti di sinistra radical chic con appartamenti ereditati senza mutuo e rendite da dirigenti statali ed ai loro mariti .. Dico solo ..

Tenetevela voi questa Italia Senza Dio senza Patria e Senza Famiglia

Caterpillar ha detto...

Si guardano bene dall'intervenire perchè i vigili urbani non hanno l'indennità per danni fisici in servizio. Tipo quel vigile cui han staccato a morsi una falange: si dovrà pagare le cure da solo.
Per la loro mancata testimonianza o per la mancata emissione di un verbale avresti dovuto denunciarli per omissione d'atti d'ufficio.

Anonimo ha detto...

che schifo!...e pensare che lo stipendio glielo diamo con le nostre INNUMEREVOLI tasse......Vergogna!!!!!!

Anonimo ha detto...

il problema è semplice:i vigili non hanno armi per difendersi

all'estero, vanno in giro a dir poco armati di:

bomboletta spray

bastone

a volte pistola

Anonimo ha detto...

Vero, piuttosto qualcuno sa come è andata a finire un'altra idea di Aledanno: la pistola ai VVUU? Perchè sapevo che l'addestramento lo hanno fatto e le indennità sono state pagate. Ma poi?

Anonimo ha detto...

non vi preoccupate. Adesso Marino risolve tutto.
I primi provvedimenti riguarderanno le case popolari ai rom e i matrimoni gay.
Visto ? I problemi di Roma sono risolti.

Anonimo ha detto...

il 90% di questo tipo di reati è commesso da immigrati

i costi legati all'immigrazione ammontano al 2% del pil, ma questo non ve lo dirà nessun telegiornale

e continuano ad arrivare

bastardi gli immigrati e chi li fa entrare in italia

Anonimo ha detto...

Sempre la solita storia, ci dobbiamo difendere da soli, qualche tempo fa ho visto il film "ladri di biciclette", il disgraziato fa denuncia di furto e gli viene risposto:"noi più di questo non possiamo fare" ovvero non ci mettiamo di certo alla ricerca della sua bicicletta, ed era il '48. Chi commette questi furtarelli ne è TOTALMENTE consapevole che qui può farlo senza che gli accada nulla. per questo torno a dire che ci dobbiamo difendere DA SOLI, nascondare telefono e portafoglio ANCHE in auto, chiuderla anche se ci allontaniamo per 5 secondi, chiudere la porta di casa anche se andiamo a comprare il latte, e altre piccole noie.
comunque il "drive lock" sulle auto è stato inventato porprio per questo

Anonimo ha detto...

E' inutile girarci intorno. Il giorno che troveranno tutte le portiere bloccate cominceranno a spaccare i vetri anche con te dentro, finirà inevitabilmente così.
Quando poi qualcuno gli sparerà in faccia cominceranno le urla di dolore dei difensori dei diritti umani (degli altri). Perlomeno dopo anni di ridicole cantilene si è fatto un passo avanti per la propria difesa dentro casa, si arriverà anche alla difesa dentro la macchina. Visto che chi dovrebbe difenderci non può fare altro.

Anonimo ha detto...

va introdotto il diritto di autodifesa. Se uno ti ruba il cellulare gli puoi sparare. Non vedo altre soluzioni.

qui ormai lo stato di diritto è ad uso e consumo di criminali, tossici, vandali e immigrati

e alla gente onesta chi ci pensa ?

siamo stufi di parassiti buonisti come la boldrini e la kienge che ci riempiono di feccia e che si scandalizzano soltanto contro gli italiani vittime ed esasperati

Anonimo ha detto...

questo link è dedicato a chi ha fatto riferimento alle pistole in dotazione ai vigili urbani...

http://roma.repubblica.it/cronaca/2013/09/25/news/vigili_400_in_pensione_entro_l_anno_ospol_mille_agenti_pronti_a_consegnare_la_pistola-67263247/

Anonimo ha detto...

A tutti gli ispettericallagandenoantri che straparlano di pistole (evidentemente senza neppure rendersi conto di cosa comporti quanto a sicurezza propria e dei propri famigliari detenere un'arma), chiedo se vogliono fare la fine degli USA, dove la criminalità è comunque alta quanto in Italia, con in più il problema di ragazzini, esaltati e matti vari che ogni tre per due fanno una strage. Ma ve l'immaginate Roma piena di deficienti (e la loro percentuale sulla popolazione è enorme, come testimonia questo stesso sito) armati? Pensate al burinazzo medio che oltre al suvve ci ha pure 'a smitteuesson: sai che sparatorie... Le armi, di per sé, non risolvono niente, anzi... In Sudafrica il problema delle rapine al semaforo era diventato insostenibile e i cittadini hanno cominciato a girare armati: risultato? I rapinatori sparavano per primi... Anche se molti faticano a far funzionare il cervello, a problemi complessi non si possono dare risposte semplicistiche.

Anonimo ha detto...

La legge prevede già la difesa proporzionale all'offesa per cui nulla vieta a chi possiede un'arma di sparare all'assalitore se questo è armato e lo minaccia. Questo non significa che ogni deficiente di Roma può avere un'arma perché in Italia non si comprano al supermercato come in America.

Anonimo ha detto...

Dimenticavo: l'uso delle armi da parte di privati è rigidamente regolamentato, non è che si può dar vita a sparatorie stile far west per strada o al bar.
Nel 2006 invece è stato ammesso l'uso in casa propria o in altri luoghi previsti dalla legge, sempre tenendo conto che la difesa deve essere proporzionale all'offesa. Il che non mette al riparo comunque perché se uno si trova i ladri in casa e gli spara finirà comunque indagato anche se ha rispettato le norme alla lettera, e queste sono cose che si sa come iniziano ma non si sa come finiscono.
Non mi pare ci siano stati massacri da allora.

Anonimo ha detto...

Ma chiudersi dentro quando si è in macchina no?!
Io lo faccio da ANNI ormai!!
La città fa schifo, la sicurezza è peggiorata etc.. e siamo tutti d'accordo su questo, e una persona non dovrebbe essere costretta a chiudersi dentro, ma visto che siamo a livelli da terzo mondo, fatevi un minimo furbi scusate!

Anonimo ha detto...

To' tassista insegue ladro e lo fa arrestare.

Esquilino, tassista derubato si scontra con il ladro e recupera il cellulare
http://www.romatoday.it/cronaca/furto-tassista-via-giolitti.html

Un georgiano. Negli ultimi mesi ne hanno arrestati un sacco. Vorrei tanto sapere se anche negli altri paesi c'è una simile concentrazione di ladri georgiani o se vengono in Italia perché sanno che qui è l'eldorado dei delinquenti.

Anonimo ha detto...

pistole subito!!!

ShareThis