Una nuova passeggiata di Davide. Scene di ordinario schifo a cui molti, grazie a noi, stanno smettendo di essere abituati

9 dicembre 2011
















22 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

Da una città con un sindaco così inetto, cosa aspettarsi?

Anonimo ha detto...

Premesso che non ho nessuna simpatia per questo sindaco ma se i romani sono dei zoticoni ma con chi volete prendervela???

Anonimo ha detto...

"Premesso che non ho nessuna simpatia per questo sindaco ma se i romani sono dei zoticoni ma con chi volete prendervela???"

Ma col sindaco no???? Qui è sport nazionale!

Anonimo ha detto...

"Ma col sindaco no???? Qui è sport nazionale!"

"I Romani fanno schifo" nome del blog più appropriato!!!

Anonimo ha detto...

"I Romani fanno schifo" nome del blog più appropriato!!!

Esatto! E fanno pure come cazzo je pare! (modo prettamente italiano comunque).

Sul fatto che il "capo" di un'amministrazione è sempre responsabile siamo d'accordo, ma se ci sono migliaia di incivili che non fanno altro che rendere questa città, questo paese, uno schifo, non è certo colpa di Alemanno. Ma qui sembra che non lo capiscano.

manuele mariani (degradovarese) ha detto...

anche i MILANESI fanno schifo, state trnaquilli.. la città ha un'apparenza di ordine e rispetto delle regole, ma è un'illusione, è imbrattata e conciata tanto quanto Roma ! anzi è pure peggio,perché a MILANO non c'è nessuno come voi che organizza passeggiate anti degrado, o un'amministrazione che crea le SQUADRE dei PICS o del Decoro Urbano.

Anonimo ha detto...

@manuele mariani (degradovarese)

Tranquillo, sicuro qui pensano che sia colpa di Alemanno anche per il degrado di Milano! Ci puoi giurare!

Anonimo ha detto...

Alemanno comunque sia ha sempre torto!!! I romani fanno il resto!!!!

Anonimo ha detto...

Alla fine abbiamo ciò che ci meritiamo!!!

Anonimo ha detto...

Alemanno comunque sia ha sempre torto!!! I romani fanno il resto!!!!

Ecco, intendevo proprio questa gente: "contro Alemanno a prescindere" è il loro scopo di vita.

Anonimo ha detto...

Noto con piacere che l'ufficio stampa di alemanno si sta dando da fare sul blog, forse i suoi seguaci che imbrattano tutti i muri come casa pound e similare...

Complimenti, sì, teniamoci questo "sindaco", sì tanto che ce frega, c'è bordoni dietro, con tutto lo schifo che si vede in giro...

Alemanno sindaco per altri 15 anni, vai così...

Tristezza.

Anonimo ha detto...

molto interessante notare come l'intensitá dei raid degli analfabeti informatici di questo schifo di sindaco e di questo schifo di amministrazione siano direttamente proporzionali al livello di degrado in cui versa Roma.
chi amministra è responsabile. É sto giro tocca al sindaco bordoni e al suo fantoccetto. Niente di peraonale.

Ciao tirapiedi

Anonimo ha detto...

BORDONI E ALEMANNO HANNO CONSEGNATO ROMA ALLA MAFIA DEI CARTELLONI. E' SOTTO GLI OCCHI DI TUTTI.LA CITTA' E' AL COLLASSO.

Il RESTO SONO CHIACCHIERE

Anonimo ha detto...

Anche il candidato per "Movimento per Roma" Michele Baldi, a cui sta tanto a cuore la città, ha tappezzato un muro su Via Anastasio II.
E meno male che è Movimento per Roma.

Qui la mail x dirgli qcosa, io l'ho già fatto:

info@michelebaldi.it

Massimiliano Tonelli ha detto...

In realtà ha tappezzato tutta Roma.

Davide ha detto...

A vedere la foto di quel SH, sembrerebbe che si trova lì dall'amministrazione di Rutelli.
Ovviamente è una battuta, ma è tanto per dire che Roma ha questi problemi da molti e molti anni. Cerchiamo di fare la nostra parte nelle lotta al degrado, anche se sappiamo che è come combattere contro i mulini a vento.
Mettendoci sempre in contrapposizione tra noi, si fa solo il gioco dei politici.

http://noiroma.blogspot.com/

Anonimo ha detto...

Caro Davide, è FUOR DI LUOGO contestare il fatto che con alemanno il degrado è CENTUPLICATO a Roma.

L'immonda indegna invasione di cartelloni, tanto per scriverne una delle tante, ti dice qualcosa? Sai cosa c'è dietro, sì?

Benvenuto "sindaco" alemanno, ti vogliamo per altri 20 anni.

Davide ha detto...

SI forse hai ragione, ma il mio pensiero è improntato a lasciare da parte le contrapposizioni per il bene di Roma....

Anonimo ha detto...

ALEMANNO E BORDONI, CO STI CARTELLONI, CI AVETE ROTTO LI COJONI.

Anonimo ha detto...

QUELLO CHE MOLTI NON SANNO:
I CARTELLONI ABUSIVI NON NASCONO CON LA GIUNTA ALEMANNO, anzi molti se non tutti i cartellonari sono nati cresciuti e proliferati durante le giunte rutelli e veltroni e quasi tutti hanno contribuito alle loro camagne elettorali gratis .
è vero alemanno non è riuscito a stroncare il loro strapotere anche perchè questi resistono bene in attesa che tornino gli amici . sono migliaia i contenziosi che hanno aperto verso l'amministrazione da quando alemanno ci ha provato a mettere qualche pezza . Scusate amici anti cartellonari ma dove cazzo eravate quando hanno cominciato ad ammazzare roma agli inizi degli anni 2000. meditate gente meditate oppure siete in malafede cosa che credo . p.s. non sono un addetto stampa del sindaco ma questa storia la conosco molto bene!!!

Massimiliano Tonelli ha detto...

Eh si vede che la conosci bene. Infatti mistifichi. E' vero che l'abusivismo è nato molto tempo fa (molto prima di Rutelli, il quale dovette fare una sorta di megasanatoria per capirci qualcosa), ma è falso tutto il resto.

Le cause legali erano decine di migliaia contro Veltroni, contro Alemanno, amico dei cartellonari mafiosi (credo che tu ne conosca qualcuno), si sono ridotte del 90%.

Veltroni non è riuscito a stroncarli, ma ci ha provato tanto che cercarono di ucciderlo (anche loro, forse, li conosci).

Alemanno, beh, lasciamo perdere. Basti dire che i cartelloni sono passati da 35mila circa, a 200mila in città.

Anonimo ha detto...

bravo tonelli : si stava meglio quando si stava peggio finalmente ti sei scoperto .....le cose andavano meglio con Veltroni è? ma se tutte le società sono legate alla vecchia amministrazione ....ma che dici ? documentati , vai a vedere chi c'è dentro e dietro per favore , la tua campagna è degna,apprezzabile , civile ma devi dire la verità tutta altrimenti non sei credibile .
non te la prendere e consentici di avere idee diverse dalle tue anche per combattere la stessa causa .

ShareThis