Bancarelle, ma perché i commercianti non scendo in piazza e spaccano tutto? Saranno mica collusi?

5 dicembre 2011
L'altro ieri in Via Cola di Rienzo ho notato, nello schifo vario di bancarelle, borse false e quant'altro, una bancarella di intimo proprio di fronte al negozio di una famosa marca di intimo... e poi ho visto due congolesi o giù di lì uscire con i loro bustoni azzurri proprio da un negozio, ma non ho fatto bene caso quale fosse...

Ora, se io avessi un negozio di intimo e uno col suo ciarpame si mettesse a vendere mutande di fronte al mio negozio, come minimo gli darei fuoco... così non accade e quindi credo che si possa tranquillamente affermare come il commercio "regolare" sia un tutt'uno con quello "ambulante".
Aver visto poi quei due clandestini uscire da un altro negozio è la prova inconfutabile che questo non è un fenomeno isolato...

p.s. Oggi in quello schifo di Via Candia ho notato un paio di commercianti che uscivano dai loro negozi e salutavano un vigile (di quelli che neanche lo voglio descrivere) con un "buonasera" che neanche fosse un mammasantissima… non che ci sia dell'illecito nel salutare un vigile (che peraltro neanche rispondeva ai saluti), ma la cosa mi è parsa alquanto strana…
Tutto normale???

Simone B.

9 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

Sì, tutto normale, siamo a merdopoli, la nostra città governata da alemanno. Problemi? Naaa... Tutto regolare.

Davide ha detto...

Purtroppo di normale a Roma ma direi anche in Italia non c' è rimasto più niente. Sbagliamo se ancora ce la prendiamo con Alemanno o chi c' era prima di lui, tanto alla fine tutti vogliono solo una cosa.

Anonimo ha detto...

Sì, ma questo è un blog di contestatori di Alemanno a prescindere, non l'hai capito?

Infatti non fa nemmeno più effetto leggere frasi come "roma fa schifo allora è colpa di Alemanno". Ormai sanno dire solo questo. Ma di costruttivo scrivono ben poco.

Anonimo ha detto...

Fino a prova contraria, oggi il sindaco di Roma è Alemanno, quindi se Roma fa schifo la colpa è sua.

Anonimo ha detto...

questo blog non è contro alemanno, questo blog è contro coloro i quali hanno trasformato la più bella città del mondo in un posto deprimente, anche per i turisti. quindi il blog se la prende con alemanno ma anche con le passate amministrazioni, che poi sono la causa scatenante dell'oggetto del post in questione. sotto rutelli e veltroni bancarellopoli ha spopolato e, qualcuno mi corregga, tutti quelli che hanno a cuore le sorti di roma si aspettavano dei provvedimenti risolutivi da parte di alemanno. che purtroppo però non ci sono stati. è chiaro che se le amministrazioni di centro sinistra e di centrodestra alimentano un fenomeno piucchedegradante per la città la risposta dei cittadini deve essere più che critica. io sono dell'idea che una raccolta di firme contro l'occupazione del suolo pubblico da parte di bancarelle e ambulanti vada lanciata perché non si può continuare così. purtroppo non sono esperto di giurisprudenza e non saprei come formularla ma spero che gli amministratori del blog possano farsi portavoce di tale impellente necessità.

Anonimo ha detto...

In un paese in cui ti aumentano l'IVA e tutte le altre tasse, in cui devi lottare per arrivare a fine mese, pagando tasse e contributi, non è accettabile che un commerciante abusivo, che non paga tasse e contributi, che vende merce contraffatta e illegale, sia tranquillamente lasciato li a fare gli affari suoi. Anche per questo la Mafia sta prendendo il posto delle persone oneste in questa città. Io sono di destra ed ho votato Alemanno, sperando che ripulisse la città da quello che la sinistra ha da sempre tollerato. Purtroppo non ho mai visto Roma in condizioni peggiori di come è ridotta ora, e le mafie, gli abusivi ed i delinquenti stanno prendendosi la nostra città, con una certa tolleranza da parte di questa giunta.

Anonimo ha detto...

"una certa tolleranza da parte di questa giunta"?????

Ma se con questa immonda giunta il bancarellame ha SPOPOLATO, anche grazie alla presenza di un tale tredicine in seno a questa banda di ciarpame politico.

Ecco i risultati, ecco in che condizioni si trova Roma.

Anonimo ha detto...

Questa giunta ha distrutto Roma regalandola alla mafia dei cartelloni:
oggi il settore e' ormai ingestibile e i danni fatti sono irrecuperabili, non si salva più un angolo della Città.
i responsabili hanno 2 nomi: Bordoni; Alemanno!

Mc Daemon

Anonimo ha detto...

Alemanno é il sindaco, lui é l'amministratore della cittá.
Lui é responsabile. non ci sono cazzi da appendere.
Alemanno e Bordoni con le loro decisioni e non decisioni hanno portato Roma a questo punto. Troppo facile dire tanto è così, tanto é colpa dei romani.
Se allora é così che ce lo abbiamo a fare un sindaco.
Roma é oggi un posto più brutto, più sporco, più violento, più anarchico, più pericoloso di quanto fosse tre anni fa e questo è, aumento un fatto. Mi sarei aspettato da un sindaco di destra, e stupidamente cii avevo
sperato, che la situazione invece migliorasse.
Risultano poi patetici gli scomposti tentativi di ergersi tramite ridicole partecipazioni con comitati antidegrado creati ad hoc, a paladini antidegrado. se tutti i nostri soldi che butta in consulenze per rifarsi il look li usasse per combattere il degrado, potrebbe far parlare i risultati invece che i cartelloni (abusivi) o suo minisercito di analfabeti informatici.

ShareThis