Nuvola di Fuksas. Discorsi integrali di Raggi e di Renzi: il videoconfronto

2 novembre 2016
I due video possono essere anche letti e analizzati a prescindere dai contenuti specifici, semplicemente osservando lo stile, l'approccio, la preparazione dei due "contendenti". Virginia Raggi ha parlato di sprechi giustamente irritando la platea che l'ha interrotta ben tre o quattro volte, Matteo Renzi ha preferito parlare di "turismo congressuale"; Virginia Raggi ha preferito parlare di tempi prolungati per la costruzione dell'opera, Matteo Renzi ha accennato ai posti di lavoro e al lustro che può portare a Roma e all'Italia.

Ma i contenuti sono solo una parte del problema. Il resto è preparazione e in casi come questo la preparazione è rispetto. Rispetto non solo del pubblico presente che è venuto per ascoltarti, rispetto non solo per il tema della serata (la Nuvola di Fuksas e le potenzialità, appunto, congressuali della città), ma soprattutto rispetto di chi ti paga lo stipendio: i cittadini. 

A monte di tutto una cosa deve essere detta. Matteo Renzi è un politico di professione, Virginia Raggi era fino a qualche mese fa sostanzialmente una disoccupata (10mila euro di reddito dopo anni e anni di 'carriera' forense la dicono lunga). Questo ovviamente spiega molte cose: Renzi parla a braccio, Renzi non si impappina, Renzi non si emoziona, Renzi ha più esperienza, Renzi non si impiccia con i foglietti da leggere, Renzi è meno ingenuo, meno vero, meno spontaneo. 

Dopodiché, se hai rispetto di chi ti paga lo stipendio, le cose le impari. E il tempo c'è. I corsi per parlare in pubblico non costano molto, sono un ottimo investimento e possono durare anche pochi giorni o qualche ora. Si prende sicurezza, si impara a parlare, si apprendono strategie che sono il minimo indispensabile se si vuole avere un ruolo pubblico senza ricoprire di vergogna non solo te stesso ma anche tutti i cittadini che rappresenti. 



L'imbarazzante discorso di Virginia Raggi, improvvisato, non preparato, non approfondito, è stato scritto da chi? Qualunque sindaco di qualunque città europea ha uno staff che gli dà una collaborazione sulla comunicazione. Gente che imposta i discorsi, gente che li scrive, gente che si impegna a farli "imparare" a chi deve pronunciarli. Quando Renzi tratteggia il suggestivo parallelo tra la "Nuvola" di Fuksas e la "nuvola" intesa come cloud e dunque recente applicazione delle più utili tecnologie per l'uomo questa non è un'idea sua, ma lo spunto venuto a uno dei suoi ghost writer. Ne deriva che lo staff di comunicazione del Primo Ministro viene pagato e lavora, lo staff di comunicazione del Sindaco viene pagato ma non lavora o lavora male. 


I risultati sono disastrosi, imbarazzanti, inquietanti per tutti. E sbaglia chi relega questi siparietti solo a folklore. In base a questo "folklore" che poi è la credibilità e l'autorevolezza di un sistema urbano, le aziende decidono di investire, i capitali decidono di affluire, i talenti decidono di venire o di andarsene per sempre. Questo folklore, magari derubricato a "i problemi so artri" o addirittura a "meglio un politico vero che uno costruito", è ciò che ha maggiore impatto e rilevanza sulla speranza di tuo figlio di avere un impiego che lo realizzo o, invece, avere un futuro di emigrazione o disoccupazione. 

99 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

L'obbiettivo dei 5S è di farci vivere di pastorizia e bancarelle, il resto non gli interessa.

Anonimo ha detto...

Volevano fa' i rivoluzionari e stanno sotto schiaffo ai Tredicine: non se ridere o piangere......

Anonimo ha detto...

Voi non capite un cazzo, voi non andate al LUNEUR, voi non siete lagggente comune, chi vi pakaaaaa!!!!!????

Anonimo ha detto...

Si dimezzano lo stipendio (per modo di dire!) ma non si meritano neanche un quarto di quello che guadagnano. Dilettanti allo sbaraglio; il candidato sindaco della capitale dovrebbe essere uno super rodato non l'ultima arrivata!

Anonimo ha detto...

Ha avuto il coraggio davanti a QUELLA platea di dire la verità. Brava.
I discorsi degli altri sono stati imbarazzanti: ho visto presidenti e amministratori delegati che non sono abituati a parlare in pubblico, che incespicano e che non riescono a nascondere l'accento romano...
Se durante una convention dell'azienda (romana) per cui lavoro io mi esprimessi così sarei giustamente cacciato subito!

Anonimo ha detto...

imbarazzo e vergogna è quello che provo di fronte a un tale sindaco

Anonimo ha detto...

Mi dispiace ma questa volta non sono d'accordo con voi. La Raggi ha detto la verità,è vero, non è stata diplomatica, come molti politici sanno essere,ma certamente ha espresso in modo semplice quello che pensa la gente comune, e per questo è stata apprezzata.Le responsabilità di quanto è accaduto in ben diciotto anni è da attribuire a varie amministrazioni.Spero che almeno per una volta abbiate l'onestà intellettuale di non addossare ossessivamente la colpa al solito Alemanno.

Anonimo ha detto...

Discorso veramente imbarazzante, fuori luogo, sciatto. Tra l'altro, la considerazione che "lo staff di comunicazione del Sindaco viene pagato ma non lavora o lavora male", depone anche molto male nei confronti della società di comunicazione Casaleggio e Associati. Concludo però ricordando che RFS ha sostenuto l'elezione di questa persona, quando non mancavano indizi per capire dove si andava a parare.

Anonimo ha detto...

diciamo che dopo un po' di tempo, svanita l'aurea di novità diventano un po' stucchevoli e petulanti, suscitano una certa insofferenza. La mancanza di flessibilità di fronte alle sfide che si presentano alla lunga provoca fastidio. Non è un problema solo suo ma di tutti i grillini al comando.

Anonimo ha detto...

La ragione è nel mezzo.
Renzi è sicuramente più furbo e preparato nella "chiacchiera", ma qui le chiacchiere stanno a zero, come dicono a Roma.

L'opera è costata troppo, ha praticamente dissanguato un ente creato apposta per la sua realizzazione e ci è costata la vendita di altri importanti edifici che potevano (e dovevano) rimanere nel demanio pubblico.

Possibilità di fare reddito con questa opera? Poche, si ripeterà lo stesso discorso del MAXXI. Queste opere sarebbero in perdita ANCHE in economie più floride della nostra; ma non è colpa di Fuksas, ma di chi ha amministrato l'iter di questo edificio ed ha puntato a fare lo "splendido" con i soldi pubblici, quando si poteva (e doveva) impostare la realizzazione di un edificio più sobrio e che costasse meno, invece di avvitarsi su "nuvole"pindariche che poi si è visto che fine hanno fatto.

La colpa della Raggi non è nel suo discorso, ma nel non saper proporre un'alternativa agli "sprechi" ed alle nuvole di Fuksas trincerandosi dietro un facile "con noi non si sarebbe realizzato" (ma nè questo nè altro, troppo facile così).

Anonimo ha detto...

Articoli come questo forniscono davvero uno squallido quadro dello scollamento tra la peggiore classe politica ed intellettuale dell'Europa occidentale, ivi inclusi molti "divulgatori" sul Web, e le persone che ogni giorno cercano di galleggiare in un paese sull'orlo della bancarotta


Non saprei come altro definire frasi come " 10mila euro di reddito dopo anni e anni di 'carriera' forense la dicono lunga", tra l'altro in una città piena zeppa di giovani (e non) disoccupati.
Sono un chiaro insulto a milioni e milioni di italiani a cui è stato portato via il futuro, tantissimi dei quali sono proprio giovani e validissimi professionisti della capitale che si trovano letteralmente a galleggiare tra compensi vergognosi, proprio grazie a quelli che " loro sì sanno comunicare".

Io vi ho sempre seguito, condividendo anche le critiche costruttive all'operato del sindaco, ma articoli come questo rivelano proprio quello stesso cinismo, quello stesso livore, quell'assenza di empatia che ha gettato nel ridicolo, davanti al mondo intero, questa città.





Anonimo ha detto...

Al Comune di Roma gli rode che non può mettere un camion bar e una paio di bancarelle di mutandari sotto la Nuvola. Unica ragione di vita di questa consiliatura.

marco ha detto...

Imbarazzante, mai visto un sindaco così impreparato, inconcludente, inadeguato, con quest'idea dell'onestà ci hanno riempito i "maroni" poi vanno al potere e sono peggio di tutti.
Io non credo resterà molto in carica questo sindaco, ma non voglia Dio che resti a lungo... oggi Roma è un rudere con una così, presto saranno solo macerie.

Anonimo ha detto...

ma come cazzo parla virginia raggi? sembra la maestrina buona che parla con una classe di bimbetti, ma chi cazzo si crede di essere sta deficiente?

Anonimo ha detto...

novembre 02, 2016 11:29 AM

ma secondo te c'è un responsabile che ha causato la crisi in Italia e nel mondo. C'è qualcuno da crocifiggere perchè tu e qualche milione di italiani stanno male. Se c'era la Raggi non sarebbe successo, se c'era Peppe Grillo a quest'ora quegli italiani stavano bene.
ma con chi te la vuoi prendere se le cose ti vanno male?
solo un bambino potrebbe credere alle teorie dell'antipolitica...vi stanno fottendo il cervello, svegliateve che fate solo danni
se qualcuno ha rubato deve pagare ma smettetela di alzare i polveroni facendo credere che se gli italiani stanno male è colpa della politica e che basta mandare al potere uno scalzacani qualunque per risolvere i problemi

Anonimo ha detto...

Virginia aveva l'auricolare modello Ambra a non è la rai. Almeno spero. Io dico di lasciarla lavorare. Sotto la nuvola ci starebbe proprio bene un bel camionbar. Le bancarelle stanno a EUR fermi a pochi metri. E poi una volta che le recinzioni saranno tolte sai quanti bei cartelloni 6x3 si possono mettere lungo tutto il perimetro del centro congressi??? Avanti così.

Fabio ha detto...

Concordo pienamente non con RFS, che sta esagerando nelle critiche ai 5S (forse per farsi perdonare il pubblico endorsement delle scorse elezioni), ma con il commento delle 11:13: le chiacchiere stanno a zero.

La Raggi, al di là del modo con cui si è espressa (ma non è stata votata per fare bei discorsi in pubblico, altrimenti i romani avrebbero eletto Pippo Baudo), ha detto la pura e semplice verità. Anzi, avrebbe potuto essere più dura e far presente che l’Ente EUR, che ha dovuto tagliare servizi essenziali (ad esempio la manutenzione dei giardini), è al collasso finanziario per colpa di questo “investimento” dissennato: un’opera faraonica, realizzata con i soldi nostri, che non sarà mai in utile.

La Raggi non doveva dire la verità? Avrebbe dovuto fare il solito discorsetto diplomatico sulle mirabolanti opportunità future legate alla Nuvola? A questo ci ha pensato Renzi, è quello che sa fare meglio: riempire di chiacchiere le orecchie dei creduloni.

La contestazione poi, ad opera del solito parterre di boiardi di Stato e miracolati vari, seduti su poltroncine costate quasi 1.000 euro l’una, si commenta da sé.

Anonimo ha detto...

Avevo scritto "voto Raggi perchè bisogna cambiare, tanto peggio di Alemanno e del PD non può fare". Mi sbagliavo. Ora capisco che non c'è limite al peggio. Il prossimo sindaco di Roma probabilmente sarà un tizio alla Jacob Zuma, attuale presidente del Sud Africa. Solo lui forse è un politico più inadeguato della Raggi.

Anonimo ha detto...

Sinceramente non capisco che senso abbia criticare e screditare l'opera ora che è stata terminata.
La Raggi fosse stata sindaco 18 anni fa non l'avrebbe approvata? Chissenefrega! Lei non era sindaco e la "nuvola" ormai c'è.
Invece di criticare al passato un sindaco vero dovrebbe presentare idee fattibili e concrete per il futuro, per evitare sprechi ulteriori e utilizzare in maniera utile i soldi pubblici.
Un vero sindaco dovrebbe impegnarsi a sfruttare la "nuvola" affinchè, nonostante gli sprechi, non rappresenti solo dei soldi buttati.
I politici sono tutti bravi a criticare l'operato degli altri, poi però dopo aver puntato il dito non combinano una beata mazza.
Valeva per i sindaci vecchi come per quelli nuovi, Destra, Sinistra, Centro, Sotto, Sottoterra, Grillini, Complottisti, Neonazisti, Cattocomunisti, una volta che poggiano il culo sulla sedia si sentono arrivati, spengono il cervello e succhiano tutti i soldi che possono senza fare più niente.

Anonimo ha detto...

di imbarazzante nel filmato vedo solo degli stronzetti incravattati che interrompono il discorso di un rappresentante del popolo.
Cosa volevano che dicesse? Che è andato tutto bene? Che di nuvole e cazzate da 300 milioni in 18 anni gliene faremo fare tante altre, coi soldi degli italiani?
Con quei soldi in 6 mesi si rifacevano nuove TUTTE le strade della capitale... TUTTE!

Anonimo ha detto...

Questa è nata nella ex Lavanderia. Ovvero in un edificio occupato abusivamente dai centri sociali che dentro fanno affari d'oro. Parla e "ragiona" come una macchietta dei film di Verdone (i primi film di Verdone, quelli belli) vedere la proposta delle brocche d'acqua al posto del pet, misura che se applicata inquinerebbe causa detersivi molto più delle bottiglie pet riciclate. Vedere i continui richiami alla spegulazione, al profitto brutto e cattivo, alla multinazionali sterco del diavolo, alla utopistica visione di hardware e software libero che a parità di prestazione finirebbero per costare più di quelli forniti dal privato. Vedere i richiami alle colate di cemento (a Roma l'edilizia fattura meno che nella piccola Dublino ed ormai Caltagirone investe nel Nord Europa. Lì rispetta le regola perchè ha di fronte amministrazioni serie) ed altre menate da cannaroli o comunisti Berdiniani.

E le canne, l'avvocato fallito (nel Lazio ci sono più avvocati che nell'intero Regno Unito) se le fa sul serio nonostante abbia quasi 40 anni, vedere video poi cancellato che ha postato su facebook dal conclave grillino. Una capitale di 3 mln di abitanti nelle mani di una sciroccata che ragiona come una liceale quindicenne che occupa la scuola. La differenza è che dopo l'adolescenza la quindicenne capisce come funziona vita, si misura con il lavoro, con la realtà e magari si dimostra utile alla comunità. La Raggi è ancora quella quindicenne ed è sindaco. Pronta a causare fame, distruzione e morte a causa della sua scempiaggine.

Anonimo ha detto...

La mentalità pauperista grillina ha purtroppo pericolosamente trovato fertile a Roma a causa dello strato sociale che forma la grande maggioranza della città; una subcultura popolare in cui un partito come il M5S che fa della decrescita il suo principio fondamentale a Roma ha attecchito benissimo, allo stesso modo in cui, soprattutto grazie all'illusorio fischietto per le allodole del reddito di cittadinanza, ha trovato larga espansione nel meridione. Così accade che quando uno dei suoi massimi rappresentanti per incarico a livello nazionale come il sindaco della capitale crede di trovarsi a fare un polemico comizio elettorale davanti a "ggente de borgata" o militanti grillini come alle kermesse M5S di Palermo e Nettuno, ed invece si trova davanti a tutto altro tipo di pubblico, ne esce fuori con le ossa rotte. Per quanto riguarda la Raggi poi, credo che la sola proclamazione a sindaco (non includendo i danni che causerà o che ha già causato finora in questi mesi di gestione della capitale) di una figura di tale mediocrità resterà per sempre un vulnus nella storia di Roma.

Alessandro Fabiani ha detto...

Scusate ma Fuksas va dicendo che i costi sono stai inferiori e di molto, perchè dalla Gruber diceva che il preventivo era di circa 290 milioni e oggi la spesa a fine lavori sarebbe di circa 240 milioni praticamente il 20% in meno.... ovviamente costi di progettazione esclusi.
Sicuramente c'è voluto troppo tempo per farlo, ma dove sta lo spreco?
Non avremmo dovuto fare allora moltissime altre opere, come: il MAXXI di Zaha Hadid, Parco Auditorium della Musica di R. Piano,il Ponte della musica, la chiesa Dives in misericordia, il museo sull'Ara Pacis di Meyer, La Nuova Stazione Tiburtina, la metro C, Macro, L'ex vetrerie sciarra,Centro Culturale “Elsa Morante” ecc.... ( sicuramente ce ne sono molte altre) tutte opere che valorizzano Roma riqualificando le aree in cui sono state costruite.

Meglio spendere 20 milioni per una Funivia che useranno solo pochi fortunati? oppure una pista ciclabile che useranno in quanti?

Anonimo ha detto...

Guarda che coincidenza, 'sta Virginia Raggi è un'omonima di quella che RfS ha invitato a votare...

Anonimo ha detto...

E pensare che voialtri avete invitato a votare convintamente per la raggi!
La vostra stupidità è seconda solo alla vostra presunzione.

Anonimo ha detto...

Aahahahahah ma voi romani ve la meritate una citta' ridotta cosi', anzi, peggio.
Tutti imprenditori siete.
Opere simili in una citta' mafiosa come roma...e chi ci lavora dentro, gli onesti e disoccupati?
Ripeto, ve la meritate roma, peggio.

Anonimo ha detto...

2.01 Sapessi quanto sei stupido tu, ce li hai fatti a pezzetti, sai cosa?
e finiscila co sta storia, basta, basta.

Anonimo ha detto...

Non c'entra niente ma vedo che qualcuno cita il MaXXI.
Ieri ci sono stato e sì, c'era molta più gente fuori che dentro, è vero. Sembra più una piazza, che però è molto vissuta, soprattutto da bambini. Ecco, tra una ventina d'anni quei bambini saranno adulti, cresciuti davanti a un museo, e l'arte, l'architettura, la cultura gli sembreranno cose naturali. Perciò forse i risultati veri di queste cose si vedranno sul lungo periodo, e in termini diversi da quelli meramente economici.

Anonimo ha detto...

Eh si, la cultura di un popolo dipendeda un museo...poi i riomani figurarsi.
Come stiamo messi...
Poi magari dopo vanno a vedere tottigol con l aifone in mano...e poi si riuniscono a piazza cavour (no, dico, piazza cavour) a fare i padroni del territorio.

Anonimo ha detto...

Renzi dice che quell'opera ha il potenziale per attrarre il turismo congressuale anche internazionale...il tempo è galantuomo...
Lo stile di Renzi è solo fumo..
Raggi dopo aver terminato il discorso esce lentamente, Renzi invece entra corre come un pazzo sopra al palco ed utilizza uno stile istrionico.
La prima cosa che dice è sulla richiesta di un "patto per Roma" avanzata dalla Virginia..mostrando un si di facciata..Poi si scatena: Ringrazia Condotte, ringrazia Walter Veltroni e Francesco Rutelli..ha il tempo per parlare del fatto che a lui piace risolvere i problemi (vedi Salerno Reggio Calabria e tutte le opere eterne incompiute)..
Peccato che oramai i buoi sono scappati!! Il cittadino non si fida più. Ormai Renzi ha un'etichetta di ballista..Timeo Danaos et dona ferentes

Anonimo ha detto...

Anzi no, quelli vanno a vedere la lanzie, perche so de rioma nord, del Flaminio (ohhhhhh) dove sta il maxxi...come stiamo messi...

Anonimo ha detto...

Sono il commentatore delle 11.21 e rispondo: il MAXXI è stato in perdita netta fino al 2012/13, con il rischio commissariamento e probabile chiusura di parte di esso.

Attualmente (2015) ha chiuso il bilancio in pareggio e sta provando a cercare di rialzarsi, ma non è semplice e, personalmente, ha una serie di problematiche croniche che faticano a farlo decollare, in primis la mancanza di una vera collezione da esporre e mostre che non riescono a coinvolgere più di tanto un afflusso di pubblico.

Le persone che periodicamente lo affollano sono per eventi gratuiti che si organizzano all'esterno; normalmente io ci vado spesso (sono architetto) ma non l'ho mai visto pieno.

Anonimo ha detto...

Eh, ma voi fate un museo in una citta' dove e' pieno di gente disoccupata che non ha manco i soldi per mangiare, e poi pretendete pure di stare in attivo...mandateci gli immigrati al maxxi, che loro lavorano.

Anonimo ha detto...

Premesso che non parlo per sentito dire perché io c'ero, le cose non sono andate propri come sono state raccontate. In primis è vero che il discorso della Raggi era troppo lento, con troppe pause, ma si capiva l'emozione, dovuta soprattutto ai fischi e gli urli di Borghini e compari sotto il palco, che avevano chiaramente organizzato la cosa, ma quello che va colto è che ha detto la verità.
Le cifre date da Fuksas contrastano con quelle fornite dal ministero dell'economia, e non parliamo di poco.
Spero che sbaglino, ma a sentire i commenti dei buyers internazionali presenti, l'opera non riuscirà a sostenersi, così come pure l'albergo la lama.

Anonimo ha detto...



Solo tanto imbarazzo, pena e vergogna.



Incredibile che una ignorante come lei sia l'amministratrice della capitale d'Italia.

Anonimo ha detto...

x novembre 02, 2016 2:36 PM
appunto, il tempo è galantuomo!!

Anonimo ha detto...

Ma adesso basta criticare l'opera e i costi. Ci sta e bisogna farla funzionare. Punto. Pensiamo quindi ai futuri congressisti:se avranno sete o volessero un pezzetto di cocco fresco vogliamo assicurarci che ci sia un benedetto camionbar? O se avessero improvvisamente bisogno di un paio di mutande o dei calzini filo di scozia, garantiamo la presenza di un paio di bancarelle. Poi è rinomato che il congressista in trasferta non va mai via prima di avere comprato un paio di cover per il suo smartphone. Adesso rimbocchiamoci le maniche e lavoriamo per il futuro di questa cittá. Uniti ce la possiamo fare.

Anonimo ha detto...

Anonimo delle 3.10. Ci penserà Andrea Coia all'accoglienza dei congressisti. All'insegna dell'efficienza non sprecherà nemmeno le risorse per il catering. Vadano a fare self service come i comuni mortali questi capitalisti sfruttatori del popoli. Tredicine e bancarelle saranno fuori il centro congressi per offrire loro kinder bueno e bottigliette d'acqua.

Anonimo ha detto...

@3:24 PM "Bottigliette???" Ma stiamo scherzando??? Bisogna usare le brocche!

Anonimo ha detto...

la cosa buffa è che non si riesce manco a capire quanto è costata questa Nuvola... Fuffas dice 250 invece di 280, Borghini 360 invece di 390 (ci hanno fatto lo sconto? mentalità bancarellara applicata alle grandi opere), Paola De Micheli, sottosegretario all'economia 470...

vi stanno prendendo per il culo... e anche se dicevano 1500, voi pagavate e zitti sotto...

Anonimo ha detto...

i "politici" alla Renzi mi fanno schifo. Sono solo pupazzi in mano a lobbies e mafiosi. Rubano e continueranno a rubare, perché solo quello sanno fare

Anonimo ha detto...

Buona decrescita a tutti!

Anonimo ha detto...

@ 4:01 PM Dici che Renzi, che avra' mille difetti ma almeno e' un "politico" (come quelli di una volta che lo erano di professione, e non solo come da oltre 20 anni a questa parte solo per interessi personali) e' un "pupazzo in mano a lobby e mafiosi"; allora cosa si dovrebbe dire della Raggi, che e' una marionetta eterodiretta da burattinai al quale deve fedelmente rispondere di ogni sua azione amministrativa ? È facile generalizzare su tutto e su tutti, dire che gli altri "fanno schifo perché rubano e continueranno a rubare" pensando di far parte della schiera dei puri e degli "Honesti", quando la realtà è tuttaltra.

Anonimo ha detto...

La metro no, le olimpiadi no, i tram no, le piste ciclabili no, gli autobus no, il turismo no, la cultura no, la riqualificazione no.

Grazie Virginia Raggi, Grazie pd che gli hai permesso di governare, e grazie romanari che il vostro unico scopo è vivere di elemosina.

I posti civili ti danno la possibilità di avanzare socialmente in base alla tua forza di volontà, qui conta solo la famiglia di origine.

Vittorio Pellegrineschi ha detto...

E' molto semplice per Renzi "sbarare", la sua fortuna sono e continuano a essere discorsi a braccio no? Ma dopo il "Bomba" non porta a compimento: bel discorsetto, non ci crede nessuno. Fuffa.
Molto più difficile è opporsi allo scontato, e La Raggi con una platea di fronte che si in parte l'ha contraddetta, ma molti l'hanno applaudità. Dire le cose come stanno, e non ingannarsi fa parte del suo compito: è andata li perchè ne abbiamo ne scatole piene di chiacchiere "che non dicono mai nulla, suggestioni e poi il nulla".
Riguardo allo stipendio: la democrazia del PD si è vero si basa sullo stipendio non sull'onesta. Spesso però sono tutti super stipendi pubblici eh? Che caso. Detto questo la Raggi con i suoi limiti umani rappresenta la maggioranza, e quello che sia sia. Ha detto cose condivisibili e aspetto (in futuro non si sanno mai) i dati certi. Ma già ora è chiaro che abbia ragione. E se non ti piace come lo dice, beh fatti un problema a monte...


fracatz ha detto...

l'immaginifico bobbolo thajatano si nutre di chiachiere ed è per questo che paga i suoi degni caporioni più di ogni altro popolo al mondo. Di certo chiederà indietro alla raggi parte del suo stipendio

Alessandro Fabiani ha detto...

per l'anonimo novembre 02, 2016 2:16 PM

Si la cultura passa anche per un museo, non solo sui siti gestiti da aziende private che si spacciano per portatrici di pensieri rivoluzionari quando legate da un capitale da dover far crescere in quanto chiuse in una logica capitalistica come tutti gli altri in questo mondo. Il sindaco di Roma si spaccia per una rivoluzionaria portatrice di legalità, quando è la prima che viene da una cultura illegale (occupazione). Siamo arrivati all'idea malsana che il nuovo sia migliore in quanto nuovo, il giovane sia migliore in quanto giovane. Il sistema funziona, le regole ci sono, vanno solo rispettate, basta questo e il primo passo lo devi fare tu (tu generico), non scaricarti le canzoni, non scaricarti film, non passare con il rosso, non cercare di evadere i pagamenti, non cercare le scorciatoie legali/burocratiche. Nel M5S si sono riversati molti gelosi più che rivoltosi, gente che vorrebbe stare li al posto del politico, gente piena di vendetta, e quei pochi che vorrebbero fare qualcosa si ritrovano in un calderone di populisti, fascisti e comunisti ( entrambi nostalgici) estremisti, incompetenti. Sono più di 4 mesi che stanno lì seduti e la rivoluzione neanche si accenna. Noi aspettiamo, ma come dicevo ad inizio campagna elettorale siamo messi molto male con i M5S.

Anonimo Anonimo ha detto...
Buona decrescita a tutti!

novembre 02, 2016 4:16 PM

Purtroppo eccola che arriva....

Anonimo ha detto...

La pateticità di quelli che difendono la Raggi è incommensurabile.
E' seconda solo a quella dei gestori di Roma fa Schifo che l'hanno sostenuta in campagna elettorale e oggi passano le giornate a spalarle merda addosso.

Anonimo ha detto...

Va bene, la Raggi ci fa schifo, Giachetti ci fa schifo, i partiti ci fanno schifo, se non sò ladri sò incompetenti, alla fine della fiera che si fa? Forse abolire il consiglio comunale e la carica di sindaco e dare vita a tanti minicomitati locali di autogestione popolare? O propendete per un dittatore dal pugno di ferro? O ancora, anarchia in stile duro e puro? Certo che voi della capitale siete messi veramente male...

Anonimo ha detto...

@5.49pm, serve semplicemente qualcuno piu competente del popolino, qualcuno che i problemi li risolve anche se serve qualche sacrificio

(come il sacrificio che puo essere tenersi un cantiere un paio di anni per poi avere una linea di metro in piu)

Unknown ha detto...

Porca miseria, che accostamento imbarazzante! Un politico vero, un uomo intelligente anche se discutibile, uno che sa coinvolgere, che sa fare squadra da una parte... E dall'altra l' avvocaticchia che ha riciclato la peggiore destra alemanniana, che fa scadere i protocolli con l'Anac, che fa scadere gli appalti e che non riesce a mettere due parole decenti in fila... Ma magari i fanatici pentastellati la troveranno pure una grande politica e affabulatrice!

Anonimo ha detto...

https://it.wikipedia.org/wiki/Metropolitane_del_mondo

chiunque abbia pensato no alla metro, faccia un passo indietro e si vergogni.

Anonimo ha detto...

@6.09pm, "qualcuno piu competente del popolino" è condizione primaria ma non sufficiente! Oltre che competente, e spero che per "competenza" tu non intenda il politico di professione, deve essere anche efficiente, efficace ed onesto, e a dirtela tutta faccio fatica a trovare competenze del giro sul miserabile "mercato" della politica locale romana, se non addirittura di quella nazionale!

Anonimo ha detto...

Correggo, il messaggio precedente (quello in risposta al "popolino") è per 6.04 pm e non per 6.09pm!

Anonimo ha detto...

Competente è qualcuno che sappia gestire una città, che magari abbia anche avuto esperienza pregressa., proprio per quello che dici tu alla fine ti fanno schifo tutti.
I palazzinari alemmaniani, gli intrallazzoni del pd (gente che riusciva a fare i buffi pure con le sezione) e i complottari nimby dei 5 stelle.

Quale alternativa abbiamo se non la sommossa popolare?

Anonimo ha detto...

città paragonabili a roma, come parigi e madrid hanno ben 16 linee di metro. Realtà piu piccole come valencia ne hanno 5. Per quale motivo noi dobbiamo essere schiavi della "maghina"??

https://it.wikipedia.org/wiki/Metropolitane_del_mondo

Anonimo ha detto...

Negli USA 7 anni per costruire il "One World Trade Center".
In Danimarca e Svezia 5 anni per costruire il ponte sul mare di Øresund (15,9 km).
In Egitto 1 anno per raddoppiare il Canale di Suez (72 km).
A Roma 18 anni per la "Nuvola di Fuksas. Grazie Walter e Francesco!

Quasi 25 milioni di euro già pagati a Fuksas:
Progetto preliminare: 4.800.000,00
Adeguamento progetto definitivo: 1.380.000,00
Progetto esecutivo: 5.000.000,00
Progetto Opere Complementari: 3.900.000,00
Direzione artistica: 4.560.000,00
Progetto variante 8: 150.000,00
Progetto variante 10: 149.000,00 (10 varianti !!!!!!!!!)
Totale: Compenso lordo 24.150.000,00

Ma non bastano! Fuksas reclamerebbe mezzo milioncino e per questo sarebbe in causa con Eur spa.

Per non parlare delle lampade che sarebbero state disegnate dalla moglie dell'architetto e che sarebbero costate quasi 1000 euro l'una.

Alla luce di tutto questo la Raggi (per quanto maldestra e mediocre sia) ha fatto bene a ricordarlo alla platea di invitati (eh si, in platea c'erano solo invitati mica il popolo bue)?

Anonimo ha detto...

io non capisco perchè non fate mai un post dove esponete il dato più grave e paradossale in assoluto,

CIOE':


Sulle addizionali regionali si consuma la vera punizione per i romano/laziali, a causa dell'insipienza amministrativa de noantri.

Aliquota del 3.3% con esenzione sotto i 15k noi.

Aliquota massima del 1.73% per redditi sopra i 75k Loro.



Sono soldi veri eh,

centinaia e centinaia di euro che ogni anno noi paghiamo in più,rispetto all'italiano medio.


Ottimo anche il raffronto fiscale.

Noi paghiamo lo 0.9% di addizionali comunali sull'Irpef, e sono esenti i redditi sotto i 12mila euro.

I meneghini pagano lo 0.8%, e sono esenti i redditi sotto i 21mila euro.

La differenza imponibile esenta a Milano - de facto - le classi medio piccole - operai, impiegati, commessi, la working class vera.

Da noi sono esenti solo pensionati al minimo ed evasori fiscali...pagamo tutti.



PERTANTO O OTTENIAMO SERVIZI ALL'ALTEZZA DI QUANTO SI PAGA, OPPURE CHIUNQUE CI SIA IN CAMPIDOGLIO VA CACCIATO A CALCI NEL CULO!!

Anonimo ha detto...

Con un responsabile della comunicazione del genere, cosa vi aspettate ?

http://www.termometropolitico.it/1207549_movimento-5-stelle-ex-grande-fratello-casalino-il-nuovo-responsabile-della-comunicazione.html

Anonimo ha detto...

Che monotonia anche i commenti

Anonimo ha detto...

Sempre a dire le stesse cose..

Anonimo ha detto...

Il problema grave è se lo fate gratis (e visto il livello io penso seriamente sia così!), sempre qui piantonati notte e giorno a fare gli stessi commenti.

Anonimo ha detto...

Monotono

Anonimo ha detto...

Comportamento ossessivo compulsivo. Non riescono a smettere di ribattere continuamente per avere l'ultima parola, questo fatalmente dopo un certo tempo causa la ripetitività degli argomenti, rendendo difficoltosa ai soggetti "normali" la lettura dei commenti, dovendone dribblare 10-15 compulsivi per trovarne 1 utile.

Anonimo ha detto...

i commenti sono sempre gli stessi, ma anche i problemi non li risolvono mai.

Anonimo ha detto...

A quando il primo congresso dei mutandari,vero volano dell'economia romana? Per l'occasione la nuvola potrebbe assumere la forma di un grande slip con tanto di sgommata artistica. E fuori al Piazzale tutti i furgoni parcheggiati con relativo generatore acceso e bangla con cartoni di banane.sarebbe un bel segnale di integrazione e sviluppo.

Anonimo ha detto...

Questo sito l'ho scoperto relativamente di recente.Ho invece scoperto da molto tempo,che questa città, dal lontano 1946, con il primo sindaco democristiano Rebecchini,fino al sindaco Marino,con una breve parentesi di Alemanno,è stata praticamente governata sempre dal centro sinistra.Ebbene mi sono accorto che non spendete una sola parola di critica verso alcuni di questi sindaci che hanno ridotto la città in questo stato.Non perdete invece l'occasione di mostrarvi ossessionati da Alemanno.Sono anch'io convinto che non ha brillato durante la sua consigliarti.Tuttavia sono dell'avviso che nel vostro caso bisognerebbe essere più obiettivi e non fare distinzione di parte.

Anonimo ha detto...

Il Movimento sta perdendo consensi: ma ad urlare più forte sono i fan del M5S, che, ciechi, seguono mamma oca senza capire dove diavolo stiano andando. Fan-ad-oltranza...manco gli ultras delle due squadre capitoline!

Non è tanto che i romani sono stanchi di ruberie e quant'altro: i romani sono stanchi di essere presi per i fondelli...voglio dire...penso che a nessuno di noi importerebbe così tanto delle ruberie, se avessimo una città funzionante...

La percezione è quella di una città allo sbando, caotica, insicura, che fa schifo, vituperata ed offesa dai "politici ladroni": tuttavia i cittadini, troppo spesso ignoranti (nel senso che, giustamente, ignorano) riguardo le soluzioni reali dei problemi che percepiscono o, peggio, ferocemente opposti a tali soluzioni, hanno scelto la via apparentemente più facile per cambiare le cose, una sorta di infantile "gesto dell'ombrello" alla vecchia politica rubacchiona (che comunque...beh...c'è dai tempi di Giovenale, praticamente!).
Questo, quando? Beh, nel momento sbagliato, ovviamente!

Insomma, i romani speravano di migliorare la città che percepiscono devastata, non sapendo come o non accettando la "medicina", hanno provato (come provano da almeno 8 anni) qualcosa di diverso, senza andare a vedere cosa fosse conveniente.

Punto.

Il cetriolo, in c..o, se lo semo beccati pure peggio: il PD che tanto doveva essere bastonato, che però prometteva (quanto meno) metropolitane, tram e tante altre belle cose, non cambierà ed anzi ne uscirà rafforzato...il M5S che non ha promesso una beneamata, contando SOLO sul maldipancino dei romani, niente, sta a fa' solo danni!

Anonimo ha detto...

@novembre 02, 2016 11:10 PM
"Ho invece scoperto da molto tempo,che questa città, dal lontano 1946, con il primo sindaco democristiano Rebecchini,fino al sindaco Marino,con una breve parentesi di Alemanno,è stata praticamente governata sempre dal centro sinistra."

beh, però non è proprio così...

https://it.wikipedia.org/wiki/Sindaci_di_Roma

In quei 30 anni dal 1946 al 1976, si sono fatte gran parte delle scelte, per esempio urbanistiche, che oggi impediscono di avere una città governabile.

Anonimo ha detto...

Mah, a me questa Virginia non mi ha mai convinto, e più tempo passa, meno mi convince. A parte il partito a cui appartiene, sul quale non esprimo commenti, lei mi dà sempre più la sensazione che è come se volesse assumersi solo gli onori della sua carica e non gli oneri. Mi sembra come se per lei fosse tutto un gioco, non so. Tutte cose che, peraltro, sono comuni a diversi politici nostri attuali, che sembrano vivere in un mondo virtuale, inesistente, quasi fatto di favole. Forse sarà anche perchè vivono nelle loro torri di avorio, non nella realtà di tutti i giorni, la quale ultima, per loro, è secondo me quasi del tutto sconosciuta. Tornando al nostro attuale sindaco (e non "sindaca", povera lingua italiana...), è chiaro che la gente l'ha votata sperando in un cambiamento, ma se continua così farà un fiasco clamoroso, lei e il suo partito (almeno a modesto parer mio).

Anonimo ha detto...

Roma è diventata una delle città più belle del mondo perché in passato gli imperatori e i papi hanno investito cifre pazzesche per renderla più bella.
Ora noi godiamo di quel denaro che fu speso per creare il Colosseo, le basiliche e tutto il resto
Come si fa a fare i conti di quanto rende un'opera pubblica?
Quei soldi investiti duemila anni fa rendono ancora – e quanto – ancora oggi noi ci guadagniamo, ci guadagnano anche i centurioni e i venditori di ombrelli.
E le strade di Roma si rifanno con i soldi che il turismo porta, non privandola di una visione.
Investire anche cifre enormi è indispensabile per mantenere e ampliare la bellezza della città, ne godranno le generazioni future più di noi.

Bisogna spendere bene, non sprecare il denaro in mille rivoli di corruzione, certo, ma NON BLOCCARE TUTTO.

La Raggi poteva evitare di fare quella misera figura. Ha fatto l'ennesimo spot elettorale fuori luogo e tempo massimo.
Poteva anche parlare di trasparenza dei costi, ma riferendosi al futuro, e non a un'opera magnifica che c'è e che ora va solo fatta fruttare.
E doveva farlo con maggiore eleganza.

Che vergogna.

Anonimo ha detto...

"Come si fa a fare i conti di quanto rende un'opera pubblica?
Quei soldi investiti duemila anni fa rendono ancora – e quanto – ancora oggi noi ci guadagniamo, ci guadagnano anche i centurioni e i venditori di ombrelli.
E le strade di Roma si rifanno con i soldi che il turismo porta, non privandola di una visione.
Investire anche cifre enormi è indispensabile per mantenere e ampliare la bellezza della città, ne godranno le generazioni future più di noi."

92 minuti di applausi per te che hai un minimo di cognizione.

Purtroppo il romanaro medio è analfabeta funzionale, magari poi quando si fa il ponte di pasqua a londra o a barcellona si fomenta perche li hanno le infrastrutture, ma qui sia mai, sia mai che fanno "aaaaa golada de ggemendoh" oppure che non possa parcheggiare " 'r suvve "

Anonimo ha detto...

Io non ho capito ancora quale pensavate che fosse l'idea grillina? Stanno per caso comportandosi diversamente da quello che avevano promesso? Avevano promesso investimenti massicci in edilizia privata, commesse pubbliche e grandi opere? A me non mi sembra. Il piano grillino è studiare quello che si ha, spendere poco e redistribuirlo secondo il loro pensiero. Era palese prima delle elezioni e se la gente li ha votati così in massa, si vede che voleva questo. È inutile che vi arrabbiate e vi avvelenate contro le mancate possibilità di rilancio economico privatistico, non è questo il progetto grillino e non lo faranno mai. L'idea m5s è la progressione economica privatistica in funzione dello Stato, dove lo Stato riprende il suo controllo sui mercati e non viceversa. Se avete un'opinione diversa non votateli, non potete votarli e poi incazzarvi perché si comportano come avevano detto di fare. Capisco che siete tutti vedove DS, ma dovete farvene una ragione.

Anonimo ha detto...

Ultime notizie: Grande scoperta di Roma Fa Schifo: parlare in pubblico è più facile se il pubblico stesso non ti interrompe in continuazione urlandoti degli insulti. Congratulazioni dalla comunità scientifica internazionale.

Anonimo ha detto...

La scolaretta Raggi e i 5S: tragica fine per Roma che morirà di populismo sciatto e distruttivo.

Incapaci di un qualsiasi pur banale provvedimento concreto che non sia scontentare un elettorato piagnone e furbetto capace solo di urlare e farsi i cazzi propri.

Alla fine l'amara storia di Roma moderna li ricorderà addirittura peggiori di AleDanno ( e ce ne vuole)

Anonimo ha detto...

Il taglio del nastro è stato tutto quello che il paese ha mostrato di se nei media per decenni. Folle di persone in giacca e cravatta, sempre loro, sempre dello stesso sistema, che si applaudivano a vicenda dopo aver recitato discorsi di circostanza. Intanto tutto franava.
Oggi non c'è bisogno della Raggi per far sapere ad aziende capitali e "talenti" che gli incravattati a Roma hanno fatto il bello e il cattivo tempo riducendo la città a un letamaio, lo sanno benissimo. Ma c'è bisogno di gente come la Raggi per evitare che tarallucci e vino continuino ad essere la cifra stilistica della politica italiana.

Anonimo ha detto...

Matteo Renzi è un politico di professione, Virginia Raggi era fino a qualche mese fa sostanzialmente una disoccupata

Mi risulta che:
a) Renzi a parte la politica non abbia mai fatto nulla nella vita.
b) la Raggi fino a qualche mese fa era consigiera comunale (di opposizione)

L'elogio dei politici di professione mi pare ridicolo in un paese ridotto come l'Italia. Articolo sciatto o improvvisato

Anonimo ha detto...

A parte i discorsi, quale è la sostanza ? una marea di soldi spesi e un tempo interminabile per fare una cosa (sulla cui utilità pure c'è chi obietta)
nessuno ha da insegnare nulla a nessuno in questo contesto così scandaloso.

Anonimo ha detto...

a me non preoccupa cosa la Raggi dice, ma cosa la Raggi NON FA

Anonimo ha detto...

L'Italia è piena di gente che campa di politica e sa fare bellissimi discorsi : gente che ci ha ridotto in mutande. Teneteveli

Anonimo ha detto...

La mancanza di flessibilità di fronte alle sfide che si presentano alla lunga provoca fastidio. Non è un problema solo suo ma di tutti i grillini al comando.

vero

anzi, lo estenderei a qualsiasi governante locale o nazionale. la nostra politica produce queste nullità

Anonimo ha detto...

tanta evidenza data al nulla, un post scritto sul nulla.
gloriarsi della nuvola di fuksas in una città con l'immondizia e le strade ridotte a buche e avvallamenti, coi trasporti indecenti e il decoro a livelli bassissimi, fa veramente ridere

Anonimo ha detto...

i commenti sono sempre gli stessi, ma anche i problemi non li risolvono mai.

giusto : sta diventando una cosa noiosa. meglio applicarsi ai problemi veri, cosa che questo blog ha sempre fatto

Anonimo ha detto...

Viene tristezza nel leggere i commenti di chi coraggiosamente prova nonostante tutto a gettare una ciambella di salvataggio alla Raggi; affermare che anche la Raggi sia una "politica di professione perché già consigliera nella scorsa assemblea (nella quale non si era quasi mai presentata) ed e' quindi sullo stesso livello politico di Renzi, vorrei ricordare che la Raggi e' solo un sindaco che fino a poco tempo faera una avvocatessa (neppure iscritta all'albo) nello studio dei suoi tutor Sammarco e Previti, che sicuramente sono tuttora i suoi padrini, mentre Renzi e' premier ed una scuola politica perlomeno l'ha avuta. Poi chi dice che ci vuole la Raggi, la quale è sciatteria politica e nullita' fatta persona, per evitare tarallucci e vino come cifra di stile della politica in Italia, sicuramente ha seri problemi esistenziali.

Anonimo ha detto...

I problemi esistenziali dell'italiano medio sono frutto delle scuole politiche che dal dopoguerra hanno partorito fini dicitori di discorsi.

Anonimo ha detto...

Vero tutto ma vero pure che la gara per la Nuvola fu una porcata vinta a 200 milioni di euro, e poi costata quasi 400 senza che questo blog dicesse una parola. Ma quando c'è di mezzo la famiglia Astaldi...

Anonimo ha detto...

Tra tanta merda e corruttela, molte cose anche interessanti e utili sono state fatte a Roma negli ultimi anni:

ad esempio le linee metro A B B1 C saranno poche ma utilissime e chissà se non ci fossero state nemmeno quelle...e, ad esempio, i bambocci inconcludenti della Casaleggio Associati Milano SpA non le avrebbero fatte nè ne faranno di nuove

La Caffarella-AppiaAntica è un tesoro archeo-paesaggistico, polmone verde e freno al disgustoso assalto al territorio che diventa squallore invivivibile delinquentogeno di cui sono primi artefici i banditi palazzinari ma anche tanti urlatori piagnoni cazzi propri abusivi elettori a buon rendere della Casaleggio Associati Milano SpA mai capaci di una così meritoria operazione di sottrazione di terreni edificabili alle GRINFIE VATICANE

Hal 70 ha detto...

Chi fa può sbagliare chi non fa' non sbaglia solo che l'immobilismo fa' più danni del fare. Per riparare la tapparella di un nido ci hanno risposto : non c'è chi la ripara, l 'appalto per la manutenzione non è stato rinnovato, e dopo aver scritto al municipio e al sindaco ci hanno risposto..... nessuna risposta quindi nessuno sbaglio...alla fine alla riparazione hanno provveduto i genitori dei bambini a loro spese....grazie m5s di non esistere.

Romamia ha detto...

Notizia fresca fresca di giornata l ennesimo arresto per corruzione per l ennesimo appalto truccato per lavori giubileo al S.Camillo... Roma galleggia sulla merda, e bene ha fatto la Raggi a ricordarlo. Non sarà un'abile oratrice , ma quello che conta ORA è la sostanza, di parole ne abbiamo le tasche piene. Solita fuffa dei soliti politicanti





Anonimo ha detto...

DiBallisti e farfuglianti precarie previtane della Casaleggio Associati Milano SpA

DOVREBBERO- DEVONO - FARE POLITICA,

l'arte di governare la polis...non aizzare il fuoco forcaiolo del populismo furbetto e paraculo dell'immonda plebaglia arricchita connivente che li vota per continuare abusi e cazzipropri

Anonimo ha detto...

Per la dittatura selettiva alla quale siamo sottoposti (dove i latifondisti hanno spazio per qualsiasi ruberia ai danni del resto della popolazioni) in altre epoche la gente sarebbe scesa in piazza armata.

Oggi invece solo occupazioni condonate e apericene con djset.

Anonimo ha detto...

Ad Anonimo novembre 03, 2016 2:21 PM: guarda, la metro C è stata l'opera recente più sbagliata in assoluto per Roma. Intendiamoci, non che non servisse una terza linea di metropolitana, tutt'altro, ma su un percorso diverso prima di tutto, non sovrapposto alla ferrovia Roma-Pantano Borghese, la quale andava mantenuta ed ammodernata, incrementando il patrimonio di infrastrutture su rotaia, anche perchè su quella direttrice non c'è una domanda di trasporto che giustifica una metropolitana pesante; andava bene, appunto, mantenere la ferrovia Roma-Pantano, ex tratta urbana della ferrovia Roma-Fiuggi-Alatri, ovviamente, appunto, ammodernandola radicalmente. Quindi, la C andava casomai mandata a Tor Vergata, dove non c'è nulla su ferro. Poi, avrà ben poca utilità se dovesse terminare a San Giovanni: anzi, sovraccaricherà ulteriormente la metro A di gente diretta a Termini, perchè va ricordato che, almeno da un secolo, la direttrice Casilina gravita su Termini, e non c'entra nulla andare a San Giovanni o al Colosseo, ammesso che ci si possa poi arrivare. Poi, ammesso che si possa andare oltre, non ha molto senso farla attraversare il centro storico senza possibilità di effettuare fermate intermedie importanti, per via dei soliti ruderi che ne ostacolano la costruzione. Infine, la cosa più logica sarebbe stato iniziare i lavori sul tratto più difficile, ossia quello centrale, cosicchè si poteva fare in tempo a bloccare tutto una volta osservata l'effettiva impossibilità di realizzarla.
Le metropolitane, a Roma, sono di difficile realizzazione a causa del difficile sottosuolo, nonchè costosissime. I fondi sono difficili da reperire, e quando ci sono vanno usati bene. E siccome qui a Roma non potrà mai essere un sistema a maglie fitte, come Londra o Parigi, le poche linee realizzabili debbono essere costruite prima di tutto dove servono, e comunque mai in pura sostituzione di ciò che c'è già, perchè se no si sperpera denaro inutilmente per poi avere zero risultati, all'atto pratico.
So che il mio è un off-topic, ma visto che hai citato le metropolitane romane, ho ritenuto opportuno fare questa precisazione, che peraltro non è solo mia, ma deriva da alcuni studi fatti da associazioni di tecnici ed utenti del trasporto pubblico romano.

Anonimo ha detto...

4:47 pm
Che le scelte tecniche e urbanistiche e i relativi costi/benefici come i tracciati delle metropolitane debbano essere affidate a gruppi di lavoro preparati e competenti è fin troppo lapalissiano, lo capirebbe persino la raggi.

Che la linea C sia stata invece pensata e progettata da miseri sciupasoldi in cerca di appalti e sooooldi pubbliciSignoraMia è la solita retorica plebea urlo-piagnona del ciarpame furbetto-cazzipropri che devasta ormai il tessuto sociale della città e di cui la Casaleggio Associati Milano SpA è abile portavoce a fini di potere.

La direttrice Casilina-Montecompatri-bacino Sud di Roma giustifica alla grande la costruzione di una linea metro vista la numerosità e densità della popolazione residente. E indirizzarla a Termini seppur direttrice da decenni privilegiata sarebbe stato un colpevole duplicato della pur intasata linea A.

Certo se si lascerà finire a S. Giovanni sarà il tracollo della A nel tratto S. Giovanni - Termini, ma nessun progettista ha mai pensato un pastrocchio simile, se non la retorica ignorante e forcaiola acchiappavoti pentastellata.

Come minimo dovrà arrivare a PIAZZA VENEZIA (non solo al Colosseo) vero centro di Roma dove esiste ancora una grandissima domanda di trasporto pubblico. Se poi continuasse a Chiesa Nuova-S.Pietro o meglio a Piazza del POPOLO sarebbe di grandissima utilità per migliaia di Romani e turisti.

Che le linee tranviarie protette siano la scelta più idonea per rapporto costi/benefici è evidente in tutta l'Europa Felix ma se accompagnate da feroce repressione dell'abuso della maghina-sguuder cazzi miei dell'elettorato pentastellato.

Il 2 e l'8 (poche ma fatti non schiamazzi e schiuma !) esistono già a dimostrare la bontà delle scelte (CORAGGIOSE allora) ma furono boicottate e derise dalla stragrande maggioranza della stessa plebaglia che adesso se ne fa promotrice: ricordo benissimo gli sfottò in carrozzella del fascistume becero ora travasato e ospitato nel "movimento" perchè gli toglievano spazio alla maghina-sguuuder.

Anonimo ha detto...

Un sidanco che per la prima volta dice le cose come stanno, dopo anni e anni di sottomissioni al perbenismo di poteri che hanno fatto arrivare Roma nelle peggiori classifiche delle peggiori qualità di tutto il mondo occidentale.
Un primo ministro messo li dal più anziano politico del mondo, Giorgio Napolitano, che vuole cambiare la costituzione anche se non si è mai presentato alle elezioni, e che è un veditore numero di pentole nonchè il twitter più veloce d'occidente...e fate pure il confronto? Da una parte c'è il vero cambiamento, dall'altra il ''rottamatore'' gattopardo...

Anonimo ha detto...

Ai collaboratori di astaldi di questo blog non piace un sindaco che non vuole le olimpiadi e che rincara dicendo basta agli sperperi di denaro pubblico...
Niente di sorprendente...in linea con i propri interessi...

Anonimo ha detto...

Un sindachetto nemmeno capace di parlare, figuriamoci di agire razionalmente e con determinazione per fare "fatti" concreti e utili alla città.

Solo becere urla e penosa retorica ignorante e forcaiola acchiappavoti pentastellata.

ASTALDI? Chissenefrega di Tonelli, devastante invece la solita retorica plebea urlo-piagnona del ciarpame furbetto-cazzipropri che devasta ormai il tessuto sociale della città e di cui la Casaleggio Associati Milano SpA è abile portavoce a fini di potere.

Anonimo ha detto...

Basta vedere questo e capire la fuffa. Poi qualcuno metta su un contatore cche parta dai costi della nuvola e scarichi indietro i proventi e vadiamo quanto rilancia un'opera del genere.

https://www.youtube.com/watch?v=dHIiVt5lFVg

Anonimo ha detto...

Aver speso 250 milioni di Euro per la nuvola di Fuksas a Roma è come aver speso 20.000 Euro per farsi il soggiorno bello in una villa zozza e terremotata! Meditate gente, meditate...

Anonimo ha detto...

Ben vengano investimenti e denaro per la continuità della bellezza e vivibilità in un acittà moderna e con speranza di futuro.

Grazie a chi ha avuto il coraggio per non far sprofondare Roma fra MUTANDARI E CARTELLONARI e immondi furbo-piagnoni vari

Quindi un grazie ai coraggiosi che hanno immaginato e realizzato Nuvole, Auditorium, MaXXi ecc ecc pur in un misero contesto di abusivismo becero e pretenzioso cazzipropri

ShareThis