L'inchiesta de L'Espresso su Marra che sta facendo tremare tutto

3 novembre 2016
Non si fa. Non si fa di pubblicare un contenuto uscito su un giornale che è ancora in edicola. Lo sappiamo. Ma non crediamo davvero di danneggiare L'Espresso in questo modo. Anche se chiediamo scusa in anticipo. Chi doveva comprarlo l'ha comprato. Chi doveva leggerlo l'ha letto. E' uscito domenica, abbiamo aspettato giovedì. Il punto è, semmai: quanta gente compra L'Espresso a Roma, quanta gente lo sfoglia, quanta gente ha letto questa bella inchiesta di Emiliano Fittipaldi che potrebbe anche non finire qui?

E allora eccoci. Intendiamoci: non siamo gravi e profondi come Fittipaldi. Analizzando ogni giorno la città sappiamo alla perfezione che seppure nella storiaccia di Marra (che comunque ha annunciato che è tutto falso e che vuole querelare) ci sono delle opacità tutte da verificare, seppure vediamo noi per primi quanto sia inquietante tutto questo, siamo ben consci che i veri danni - per il momento - si stanno facendo altrove. In particolare, come avevamo previsto con fiumi di articoli su Paolo Berdini ancor prima delle elezioni, sull'urbanistica. Le decisioni sulla ex Fiera di Roma, sullo Stadio della Roma, sulle Olimpiadi, sulle Torri di Ligini all'Eur e su mille altre cose più piccole e che non assurgono agli onori delle cronache locali la città in pochissime settimane ha dilapidato miliardi, ha perduto migliaia di posti di lavoro e di opportunità. Per noi è difficile, di fronte ad uno scenario simile, parlare di Raffaele Marra. E' difficile farlo quando la maggioranza a Cinque Stelle si coalizza in aula con la destra per favorire i racket dei bancarellari. Ed è difficile parlare di cose grandi - è giusto che lo faccia la stampa nazionale, non un blog di quartiere - quando poi nel piccolo succedono cose invereconde, quando il livello di trasparenza è decaduto ai tempi della Giunta Giubilo o di quella Carraro, quando non esiste interlocuzione alcuna tra eletti o elettori, quando lo scollamento tra la realtà della città e il palazzo non è stato mai così ampio e quando la spocchia ha raggiunto livelli mai visti prima neppure - ed è tutto dire - sotto Marino. 
Tuttavia invitiamo tutti a leggere l'inchiesta (che parte dalla copertina) de L'Espresso di questa settimana sperando che non sia l'ultima. 







41 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

ge sdanno eee foto deee pubbligidahh!!,,

KIVVIPAKAAAAA!!!! GOMBLODDOH!!!

Anonimo ha detto...

Ma pensa te!
E pensare che voialtri avete invitato a votare per questa banda di cialtroni.
Come dicevate? "Al primo turno bisogna votare per Giachetti, così la Meloni non arriva al ballottaggio. Ma al secondo turno bisogna votare per la Raggi. La sua vittoria deve essere netta e schiacciante".

E grazie alla sua vittoria netta e schiacciante ci ritroviamo tutto l'entourage di Alemanno.

Siete dei geni visionari. Talmente geniali da risultare stupidi agli occhi di noi poveri mortali che non vediamo al di là del nostro naso.
Deve essere quello. Non siete dei poveri idioti presuntuosi. siete dei geni eccentrici....

Anonimo ha detto...

" ... quando la spocchia ha raggiunto livelli mai visti prima neppure - ed è tutto dire - sotto Marino ..."

Sinceramente tutta questa spocchia in Marino non l'ho mai riscontrata.
Diciamo che nella sua travagliata (e malamente interrotta dal PD) gestione, si è cercato di farlo passare per un imbecille, o per lo meno uno strano, che proponeva cose dell'altro mondo, tant'è che lui, forse un po' per smorzare la tensione, si definì marziano.
Adesso sento un sacco di gente che dice "però, Marino, tutto sommato ..."

Anonimo ha detto...

E nel frattempo... bye bye a "Roma Metropolitane"! E pensare che l'assessore alle Partecipate (Colomban) aveva esordito dicendo che non ci sarebbe stato alcun licenziamento...

Anonimo ha detto...

...quando la maggioranza a Cinque Stelle si coalizza in aula con la destra per favorire i racket dei bancarellari
(da fonte askanews)
L'Assemblea capitolina ha approvato, con 31 voti favorevoli su 38 presenti e 7 contrari, la mozione 28/2016 presentata dalla maggioranza che interviene sugli effetti della direttiva Bolkestein.

La mozione impegna la sindaca "ad attivarsi presso il governo per ottenere una proroga delle concessioni commerciali sui posteggi su aree pubbliche fino al 2020, compresi fiorai e edicole". Si chiede anche alla sindaca "che utilizzi tutti i gli strumenti idonei alla modifica relativa al commercio su aree pubbliche della direttiva".

"Oggi il Consiglio comunale di Roma ha dato un importante segnale in difesa di commercio e lavoro romani". Lo dichiara l'ex sindaco di Roma Gianni Alemanno (Azione Nazionale). "Nonostante la testarda opposizione del Pd e una campagna stampa demonizzante, la maggioranza dei consiglieri comunali, unendo i voti del M5S a quelli del centrodestra, ha scelto di difendere gli ambulanti romani dalla folle applicazione della direttiva Bolkestein alle postazioni fisse del commercio ambulante. Non è una 'delibera Tredicine' come scritto da alcuni giornali, ma la difesa di 16mila posti di lavoro che rischiano di essere cancellati e consegnati a nuovi venuti extracomunitari e multinazionali, o peggio ancora di lasciare ulteriore spazio ad abusivi e irregolari di ogni genere".

Cari sostenitori 5S, sarebbe questa la discontinuità con il passato che vi aspettavate?

cittadino residente ha detto...

Alle prossime politiche il simbolo "M5S" non sara' piu' presente sulla scheda elettorale.

Anonimo ha detto...

Altro che Carraro e Giubilo; sembra di essere ritornati alla tetra epoca Darida degli anni '70. Una amministrazione commissariata de facto da due nuclei di potere : un entita' come lo studio Previti-Sammarco che e' da sempre un centro di affari oscuri legato alla massoneria, e la Casaleggio Associati (societa' che in fatto di legami con poteri occulti non è certo da meno), che hanno fatto un accordo pre-elettorale per spartirsi Roma, con il blocco romano che ha imposto a quello milanese la candidatura della Raggi, ed e' sicuramente in posizione di forza maggiore rispetto al secondo. Ritorno in grande stile degli spettri e delle trame della Mafia Capitale del periodo di Alemanno, di cui Marra, Romeo e Muraro sono i rappresentanti in giunta e degli interessi dei quei poteri forti romani che hanno preparato tutto accuratamente per bene, iniziando col rovesciamento di Marino, per tornare in sella. Tutto sulle spalle di una città che sta sprofondando sempre più nel baratro, ma solo pochi romani riescono a capire la situazione ed hanno il coraggio di iniziare a far sentire la propria voce incazzata di brutto contro questa maledetta epoca-Raggi.

Anonimo ha detto...

ohibò, sul settimanale del partito di opposizione appare un articolo che parla male del partito di maggioranza... sarà sicuramente schietto e sincero come l'oro colato! :-)

La verità è che a Roma si gioca tutt'altra partita... se i 5 stelle riescono a governare Roma, dalle prossime politiche governeranno l'Italia... è per questo che cercano di impedirglielo con ogni mezzo lecito e illecito.
Pur avendoli votati mi sono sempre stati un po' sul cazzo, ma se questo è l'andazzo dei piddini, diventerò un fedelissimo.

Anonimo ha detto...

@5:58 PM Ecco, bravo! L'articolo del partito di opposizione non sarà certo schietto e sincero come l'oro colato, invece scommetto che sul "Verbo illuminato" di Grillo & Co. ci metteresti sempre la mano sul fuoco! Vai, continua così, fedelissimo "Muzio Scevola de noantri"!

Anonimo ha detto...

Cara RfS, siete sempre convinti di quanto avete scritto in questo vostro articolo?

http://www.romafaschifo.com/2016/09/sul-perche-lo-spostamento-di-raffaele.html

Anonimo ha detto...

Hanno coperto i marciapiedi di Roma di fetide baracche.Uno sfregio alla citta per l'arricchimento di pochi .Fanno schifo quelli che hanno permesso un simile sconcio e questi pezzenti che gli reggono bordone.Ma alle politiche col caxxo che mi fregate

Pier ha detto...

la quantita' di commenti a questo post fa capire quanto stia tremando il M5S...

Anonimo ha detto...

Se riescono a risolvere problema dei mutandari, strade a livello africano, mondezza ovunque, evasione mezzi pubblici, graffiti, macchine in seconda e terza fila, parchi pubblici ed aree verdi abbandonati, cartelloni abusivi, mafiette locali, possono anche farsi affittare il Quirinale per 200 euro e regalare all'amichetto imprenditore il Colosseo.

Purtroppo sta gente oltre ad essere disonesta e'soprattutto incapace e tra 5 anni Roma tutto sara' esattamente come oggi o forse peggio.

Anonimo ha detto...

Pier

Perché Roma fa Schifo non conta un cazzo e non sposta un voto.
La gente segue questo blog solo per lamentarsi di tutto e tutti.
E segue la pagina FB solo per insultare stranieri e zingari.

Il vengo qui solo per ricordare loro che hanno invitato a votare la Raggi ed oggi, forse per farcelo dimenticare, la attaccano. Il problema è che non hanno riconosciuto l'errore ed abbassato le penne. Anzi! Sono ancora più presuntuosi di prima. In più sono riusciti ad inimicarsi sia i grillini, sia gli anti grillini.
Dei vetri geni, insomma.

Anonimo ha detto...

Scusate, come mai i primi due/tre commenti a ogno post di questo blog sono monotematici ("avete fatto votare la Raggi ecc", "chi vi paka?")

Anonimo ha detto...

All'"ingenuo" autore del post: l'Espresso a chi fa capo? Secondo te perché non lo legge più nessuno? Su! su! vadi a lavorare

Anonimo ha detto...

Marino se avesse potuto lavorare sarebbe stato un sindaco più che discreto! Io che voto m5s l'ho sempre pensato! Purtroppo era nel PD: l'unica cosa positiva di questo è che ha aiutato a scoperchiare mafiacapitale e che grazie a ciò a Roma il Pd non metterà più piede! Solo per questo lo amo, ma preferisco votare gente senza nessun con le mani completamente libere

Anonimo ha detto...

Piuttosto Roma sarà governata direttamente da palazzo Chigi, senza il voto, allo stesso modo in cui nessuna legittimazione è stata data agli ultimi tre governi nazionali. Il fatto che adesso tentino di commissariare è il segno evidente delle loro intenzioni, a mio avviso ;) ormai il loro gioco diventa pericoloso per noi o per loro: ma forse pagheranno loro stavolta, i romani sono tanti e incazzati neri e meno stupidi di quello che credono

Anonimo ha detto...

Quando la gente non ha più niente da perdere può solo vincere. Non vedo l'ora di vedere questa gente ritirarsi al suo triste esilio e sffrire come Tonelli senza più un lavoro

Anonimo ha detto...

Mi raccomando soprattutto il " vadi a lavorate " il congiuntivo questo sconosciuto.

Anonimo ha detto...

Ma è possibile che il PD per i 5stelle sia come l'aglio per i vampiri?
Non si può e non si deve MAI DEMONIZZARE L'AVVERSARIO POLITICO, ma rispettarlo e combatterlo con lealtà.

Se non ricominciamo tutti da questo banale assunto non andremo avanti di un millimetro.
Basta con il tifo da stadio.

Anonimo ha detto...

Ora ci tocca difendere Onorato, il capogruppo della lista Marchini che ha chiesto maggiore trasparenza rispetto a quali lavoratori tutelare a proposito della direttiva Bolkestein.
La giunta Raggi, lenta e inefficiente per tutto, è stata miracolosamente velocissima nella difesa della cricca degli ambulanti.
Quando vogliono, sanno correre

Anonimo ha detto...

Gli ambulanti e i mutandari sono casta o gente? Sono gente, quindi è ovvio che i 5 Stelle li difendano. Come anche quelli che parcheggiano in seconda fila o nelle isole pedonali, quelli che non pagano il biglietto in autobus o metro, quelli che hanno la casa del comune in affitto a un euro ecc. Le decisioni della Raggi sono perfettamente in linea con la filosofia lazzarona e peronista dei 5 Stelle.

Anonimo ha detto...

vedrete che bancarellari, tassinari, balneari e zingari resteranno intoccabili come sempre.

Per i poveri contribuenti invece solo palate di merda in faccia.

In altre epoche per un sopruso del genere la gente sarebbe scesa in strada armata, adesso solo selfie, aperitivi con djset e occupazioni condonate.

Anonimo ha detto...

Chiamate le cose con il loro nome.

Ditelo apertamente che il M5s non serve a nulla se non a mantenere lo status quo fascio-bottegaio-palazzinaro della borghesia italiana.

Anonimo ha detto...

RFS, ti faccio i miei complimenti perché sei capace di ripensamenti importanti come è questo su Marra. Tra l'altro un soggetto non privo di una qualche capacità monitoria.
Ricordo bene, e mi colpì molto, l'apertura di credito quasi incondizionata verso questo dipendente pubblico di non molti giorni or sono, qualche settimana.
ci voleva l'espresso e allora ben venga l'espresso.

Unknown ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Anonimo ha detto...

Certo che il M5s prenderà questa piega tipo la difesa dei mutandari sarà spazzato via.Purtoppo questo mal costume a Roma si protrae da moltissimi anni.Adesso,per completare l'opera si sono aggiunti le attività di vendita di orto frutta gestiti da egiziani con alle spalle organizzazioni criminali.Questi signori occupano aree pubbliche e private,e per esperienza personale non si riesce a fare nulla.Ne scaturisce un forte degrado.Su questo tema spero che ve ne occupiate, così come in passato hanno fatto i quotidiani:il Tempo e Repubblica,con l'ottima De Angeli.

Tiziano Azzara ha detto...

Una vergogna assoluta. Incompetenti e complici.

Anonimo ha detto...

Certo che se il M5s prenderà questa piega tipo la difesa dei mutandari sarà spazzato via.Purtoppo questo mal costume a Roma si protrae da moltissimi anni.Adesso,per completare l'opera si sono aggiunti le attività di vendita di orto frutta gestiti da Egiziani con alle spalle organizzazioni criminali.Questi signori occupano aree pubbliche e private,e per esperienza personale nonostante le reiterate denunce al Municipio, non si riesce ad ottenere nulla.Ne scaturisce un forte degrado.Su questo tema spero che ve ne occupiate, così come in passato hanno fatto i quotidiani:il Tempo e Repubblica,con l'ottima De Angeli.Purtroppo anche queste inchieste non hanno avuto un seguito.

Anonimo ha detto...

E' evidente che il cancro dei bancarellari ovunque sta devastando la citta'. Ad aggiungerci la sporcizia ovunque e i cartelloni ogni presenti, continuando cosi' diverra' presto una citta' stile india/Pakistan...il caos, lo zozzume

Anonimo ha detto...

bancarelle e cartelloni. da alemanno in poi trionfano in questo schifo di città. auguro ai 5stelle che questa storia venga divulgata a tutti. auguro ai 5stelle di finire tutti a spasso. di politici come voi, l'italia non ha bisogno. il nuovo che avanza. ahahahahah

Anonimo ha detto...

Alemanno è indifendibile,tuttavia è scorretto o quantomeno non è intellettualmente onesto affermare che da Alemanno in poi..Bisogna avere la memoria corta per sostenere tale tesi.Ricordo bene da quando questa città è caduta nel peggiore degrado e assicuro che viene da molto lontano.I governi di centro sinistra hanno sempre tollerato tutto,compreso i lor loschi affari con centri sociali e Coop. Rosse

Anonimo ha detto...

Virginia è una tragedia di Vittorio Alfieri...ma a quante pare ce ne sono due, di tragedie con quel nome...

monnezza ha detto...

ecco nantro cazzaro che va appresso ai cazzari de stò giornaletto PD!!

Anonimo ha detto...

Su Fantocci adesso si stii zitto!

Anonimo ha detto...

Infatti sei uno dei 4 gatti che stanno sempre qui a scrivere la stesse cose da quando hanno eletto quelle sante persone, perché così bisogna chiamarle. Contento tu!

Anonimo ha detto...

Qua non si tratta di una competizione personale, qui ci sono di mezzo ruberie, mafia e persone depredate! Cosa vuoi rispettare??! Un cadavere in putrefazione provoca solo repellenza, e il massimo che si può fare è turarsi il naso e cercare di incenerirlo

Anonimo ha detto...

Per bonificare una metropoli non si inizia dalla coda ma dalla testa. Altrimenti si ha come risultato molto più degrado (servono interventi strutturali seri, e non un nuovo Alemanno che sgombera i campi rom che si spostano il giorno dopo a 100 metri)

Anonimo ha detto...

Alemanno ha dato il deciso colpo finale, e quale ottimo esempio della leva politica berlusconiana ha saputo fare tutto il meglio che poteva nella maniera migliore possibile! Il PD dal secondi Rutelli ha iniziato a staccarsi dai cittadini per giocare insieme a Berlusconi e spartire con lui gli affari, ma facendolo senza farsene accorgere, Alemanno lo ha fatto apertamente, senza ritegno e velocemente perché sapeva di avere la fortuna e la certezza di una sola amministrazione ottenuta grazie ad anziani rincoglioniti

Anonimo ha detto...

FUORI MARRA DAL COMUNE DI ROMA E SI PORTI DIETRO LA VENDUTA SINDACA, GLI APRIAMO A SPESE DEI CITTADINI UNA BANCARELLA DOVE VUOLE LEI!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! VERGOGNA NON ANDRO' PIU' A VOTARE SE TROVO IL NOME DELLA SINDACA.
CARO GRILLO CON QUESTO PERSONAGGIO HAI PERSO MILIONI DI VOTI.

ShareThis