Era sciopero ma la ZTL è rimasta chiusa. Giusto così, giornata storica!

16 novembre 2016
Una delle nostre battaglie storiche ieri, come per qualche miracolo silenzioso e improvviso, si è trasformata in realtà applicata e operativa alla città. Eppure oggi siamo ancora tutti vivi segno che la cosa si sarebbe potuta attuare anche prima senza chissà qualche tragica conseguenza.

Per la prima volta da che ci ricordiamo, a fronte di uno sciopero più o meno reale dell'Atac, non si è optato per aprire i varchi della ZTL. Per la prima volta l'amministrazione comunale ha deciso che sacrificare la zona a traffico limitato del centro storico era una cosa senza senso. Per la prima volta chi sovrintende alle politiche della mobilità di Roma - vale a dire Enrico Stefàno e Linda Meleo - ha scelto di non fare-come-si-è-sempre-fatto e si è posto il problema.

E se ti poni il problema magari scopri che come-si-è-sempre-fatto è una scemenza priva del benché minimo senso. "Cosa ti faccio entrare a fare in auto in centro storico durante lo sciopero se poi per andare da Piazza della Repubblica a Piazza Venezia ci impieghi mezz'ora ovvero di più di quanto ci metteresti a piedi e facendolo mi blocchi taxi, car sharing e quei pochi bus che passano?" spiega il presidente della Commissione Mobilità Enrico Stefàno nella sua ultima diretta su Facebook. E ha proprio ragione. 

Se la ZTL è una risorsa durante i giorni "normali" lo è ancora di più nei giorni di maggiore pressione. Assurdo trasformarla in un tappeto di lamiere utile soltanto ad attirare auto, magari facendo venir voglia di mettersi in macchina anche a chi magari non lo farebbe. Inoltre dentro la ZTL non c'è una offerta di posti auto: che senso ha aprire la zona riservata se poi si sa perfettamente che ogni auto entrata è automaticamente un'auto posteggiata in divieto di sosta, in zone pericolose, d'intralcio al resto del traffico? E' insomma del tutto evidente che la scelta di aprire la ZTL ad ogni lieve cenno di sciopero era una scelta decisamente infelice che si è corretta.

Ma ieri si è fatto addirittura di più. Oltre alla ZLT chiusa si è attenuata anche la storica pietas dei vigili urbani che già solitamente non multano considerando la sosta selvaggia una specie di male necessario e ineluttabile, e che quasi sempre durante gli scioperi chiudono non due ma duecento occhi. Pure qui ieri qualcosa è cambiato e le tante persone che sentendosi legittimate dallo sciopero hanno deciso di posteggiare fuori posto sono state finalmente castigate. Bene, bene, bene...

In mezzo a mille cose che vanno avanti uguale a prima o addirittura molto peggio di prima (pensiamo a cosa sta succedendo su cartelloni, bancarelle e quant'altro), per lo meno nel comparto della mobilità si cerca di muoversi in maniera diversa e non di rado si azzeccano mosse interessanti.

Speriamo ora che Meleo e Stefàno - che hanno dimostrato rispetto per la ZTL e per il suo ruolo - si applichino ad accendere le telecamere della ZTL dei bus turistici, che stanno iniziando ad arrugginirsi, e che lavorino per modificare gli orari della ZTL centrale: per quanto riguarda la sera gli orari sono ancora quelli, assurdi, di Alemanno mentre è vergognoso che la ZTL resti aperta a cani e soprattutto a porci (visto poi come parcheggiano) il sabato e la domenica. Forse il nostro patrimonio storico, le nostre piazze, i nostri vicoli hanno meno bisogno di tutela e attenzione il sabato e la domenica? Speriamo inoltre che lavorino per allargare il perimetro, oggi troppo stretto, della ZTL, che vadano avanti sulla congestion charge (entra solo chi paga) contenuta nel PGTU vigente in città e che provvedano a sistemare lo scandalo delle entrate contromano nei varchi. Mentre voi leggete questo articolo, infatti, vi sono centinaia di cittadni che impunemente entrano in ZTL passando contro mano dai varchi, vanificando così i benefici della zona a traffico limitato, pigliando per idioti i residenti che pagano per poter star dentro, insultando i cittadini che sbagliando prendono la multa e mettendo a rischio della vita chi magari in quel momento sta regolarmente uscendo. Uno scandalo che dura da anni e che, per ora, nessuno ha voluto affrontare. Chissà che non sia la volta buona.


Quella di ieri per noi è stata una giornata storica perché ha significato un cambio netto di prospettiva, speriamo che non sia l'ultima e che si vada avanti con scelte distante dal triste andazzo degli ultimi decenni che ha portato  Roma ad essere la città-incubo che si ritrova ad essere oggi. 


47 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

In questa citta' c'e' stata gente che e' andata a combattere dall'altra parte d'Europa barbari alti 2 metri e sanguinari e gli attuali "Cesari" non hanno le palle di fronteggiare 4 mafiosetti che prendono in ostaggio Roma con i loro sindacati famigliari...mah
Speriamo che questo sia un primo segno di cambiamento.....

Alessandro Grammaroli Grammaroli marmi ha detto...

come dire : ti faccio la sciopero dei mezzi e devi soffrire benche tu , utente , non hai nessuna colpa .. ti obbligo cosi a prendere la macchina e poi ti rendo impossibile arrivarci sul luogo di lavoro .
ma amdata a fare in culo !!

Anonimo ha detto...

Enrico Stefano è talmente preparato sui trasporti che all'ultimo secondo lo hanno trombato da Assessore e l'hanno nominato vice presidente dell'Aula e presidente di commissione.
Il doppio incarico per lui va bene.
Per gli altri è uno scandalo...

Anonimo ha detto...

Stefano infatti ottima eccezione che conferma l'evidente regola della nullità pentastellata

Anonimo ha detto...

... E perché non spendere due parole - visto che siamo in argomento ATAC - anche sui quattro milioni e mezzo di euro annui che vengono di nuovo erogati (Rettighieri, l'AD licenziato dalla sindaca honesta, aveva revocato permessi sindacali impropri chiedendo e ottenendo risarcimenti per le assenze ingiustificate da parte dei sindacati, ritirato dalle mani sindacali la gestione del dopolavoro e delle mense, denunciato l'opacità del tutto alla Procura di Roma) senza alcun titolo ai sindacati per la gestione delle mense interne (date appunto alle organizzazioni sindacali senza contratti né gare di appalto, diciamo a titolo marchettaro...)? Se questo è il nuovo...
http://www.nextquotidiano.it/atac-la-restaurazione-virginia-raggi/

Anonimo ha detto...

Sicuro che Stefàno sia la splendida eccezione???

Anonimo ha detto...

Si cui che qualcuno non si sia dimenticato di disattivare i varchi?
Vista la professionalità degli "onesti", mi sembra l'ipotesi più plausibile.

white ha detto...

La ZTL è chiusa durante gli scioperi sin dai tempi di Marino. Lo so perché io abito in periferia e lavoro in centro e rimasi fregato la prima volta.
Apprezzo sempre Stefàno ma in questo caso ha torto. Prima quando c'era sciopero io usavo la macchina per andare a lavoro perché ho un parcheggio interno. Ora quando c'è sciopero sono costretto a restare a casa, prendo un giorno di permesso. E come me quasi tutti i colleghi. Io però lavoro in un museo e questo vuol dire che i visitatori, quasi sempre i turisti stranieri, troveranno le sale quasi completamente chiuse per colpa dello sciopero dei mezzi. Davvero una gran bella figura per la città...
PS: non mi parlate di car2go, perché sono iscritto, ma dove abito la più vicina è a 6km (e abito dentro il raccordo).

Anonimo ha detto...

Questa volta non condivido quanto sostenuto da RFS. Quella di Stefano non mi sembra una bella trovata, come dimostra quanto scritto da "white". Occorre un piano generale dei trasporti pubblici che faccia funzionare il trasporto pubblico, lo integri con una rete diffusa di parcheggi interrati, chiuda totalmente al traffico alcune vie di Roma, faccia elevare contravvenzioni agli indisciplinati, chiuda l'anello ferroviario, intervenga risolutamente sui sindacatini, e incrementi la rete tranviaria e underground (questo in un prossimo futuro, ma sempre all'interno di un piano generale e razionale). Poi, si potrà anche abolire la ztl. In alcune grandi città europee (vedi Parigi) questa non esiste e secondo e si giustifica solo per ridurre l'inquinamento atmosferico, non per sopperire a lacune vistose del sistema trasporti-parcheggi di Roma.

Pask 900 ha detto...

si è stato giusto non aprire la ZTL

Anonimo ha detto...

Hanno semplicemente dimenticato di aprire i varchi ! Poi sono dovuto arrampicarsi sugli specchi ! Ma comunque era meglio che siano rimasti chiusi...

Anonimo ha detto...

Questo articolo è un faro abbagliante acceso contro i nostri occhi, per accecarci e non farci vedere cosa stia realmente dicendo e facendo il "Supereroe" Stéfano.

Come qualunque lettore appena informato può constatare leggendo altre testate, l'ATAC da molto tempo non restituisce la quota di introiti che percepisce sui biglietti alla Cotral e alla FS. Così facendo, ha accumulato 100 milioni di debiti con queste aziende.

Ora i nodi sono al pettine e le Ferrovie hanno deciso di separarsi da Metrebus. Questo vuol dire, in soldoni, che non si potrà più fare un solo biglietto per viaggiare indifferentemente su bus ATAC, metro e treni locali delle FS.
Il danno per i cittadini è evidente e molto grave, perché si va a distruggere una delle poche "reti" esistenti a Roma.

Ebbene, cosa fa il Supereroe Stéfano?
Annuncia di non essere minimamente preoccupato per quanto sta avvenendo, perché così il biglietto ATAC potrà costare di meno!

Questo è assurdo, in primo luogo perché ATAC ha un deficit pazzesco e pensare di abbassare le tariffe (introiti), invece che abbassare i costi (stipendi, burocrazia, tangenti ecc.) è folle.
Secondo, perché troncando l'accordo con FS si danneggia quell'"effetto rete" che fa aumentare la propensione ad usare i mezzi pubblici a favore di quelli privati. Se i cittadini dovranno fare due abbonamenti diversi, invece che uno solo, magari opteranno per l'auto o lo scooter.

A fronte di tutto questo, che sta accadendo proprio in questi giorni, questo Blog parla dei varchi invece che dello sciopero di ATAC!
Ma Stéfano e la Meleo su questo scempio, fatto da un'Azienda del Comune ai danni dei Cittadini dello stesso Comune non hanno niente da dire?

Anonimo ha detto...

l'anello ferroviario seppur monco è di grande aiuto al traffico romano.
Di fatto una 4° importantissima metropolitana
togliere FS da metrebus una vera ZOZZERIA.

Ma cmq anche non spengere i varchi ZTL è una cosa buona, mille volte meno importante della zozzata metrebus, ma pur sempre importante.

perchè mai mischiare le cose per andare contro qlcn?

Stèfano è uno serio e bravo, una vera ECCEZIONE tra la nullità dei pentastellati guru associati Milano Spa

una lodevole eccezione anche tra i tanti IGNAVI che annichiliscono questa martoriata città, forse peggiori dei ladroni che l'hanno spolpata

Anonimo ha detto...

Non poteva mancare la consueta nota su Alemanno,siete solo ossessionati e privi di onestà intellettuale. A quando qualche nota per Veltroni e Rutelli?
Naturalmente nessun cenno per Marino,perché è stato il miglior Sindaco dal dopoguerra ad oggi,a vostro dire.

Anonimo ha detto...

Giusto così un par de palle! Ma per voi, tutto ciò che è contro "e maghine", è cosa buona e giusta.
Aprire le ztl è un provvedimento con il quale si cercava di alleggerire un po' i disagi alla circolazione causati dallo sciopero.
Capisco, per un giorno il centro sarà un caos, pazienza, ma quando c'è sciopero è così.
La cosa sbagliata, a mio giudizio, non è aprire le ztl. La cosa sbagliata è fare sciopero.
Non è giusto che, per far valere i pur sacrosanti diritti di alcuni lavoratori, debba pagare l'intera città.

Anonimo ha detto...

AleDanno il peggiore della Storia, peggio di Alarico da cui forse il non casuale nomen omen.

Rassegnati, evidenze contabili della Storia (recente)

Anonimo ha detto...

Cioè, dite pure che hanno fatto bene a multare dopo che la gente è stata COSTRETTA a prendere la macchina causa sciopero. Già è impossibile parcheggiare di solito! la gente dove cazzo la mette la macchina?!
Siete dei bastardi senza alcun rispetto del prossimo. Vi odio!!

Anonimo ha detto...

Non hanno multato nessuno, fidati. Le telecamere della Sala Sistema ieri sono state messe in modalita' stand by.

Gigikkk ha detto...

Suggerisco a tutti di leggersi questo articolo (questo si interessante) su quello che sta facendo questa amministrazione per arruffianarsi i vertici di Atac e i sindacati , un vero schifo

http://www.nextquotidiano.it/atac-la-restaurazione-virginia-raggi/

Anonimo ha detto...

"Già è impossibile parcheggiare di solito! "

Eccciai raggione!!!

E penzà a quella piazza del poppolo così capiente e vuota pè ffà contenti 'sti 4 radicalscicche!

(ma anche sotto piazza de Spagna e a pizza Navona , ma che ne parlamo affàà

NOI PAKAMO ER BOOOOOLLOOO mbè

Anonimo ha detto...

"Giornata storica" per questa stronzata? Certo che vi accontentate di poco, beati voi.

LuisPis ha detto...

Segnalo anche che ultimamente gruppi di vigili urbani fanno i raid (zona largo preneste, largo telese, viale della venezia giulia) e sanzionano senza pietà le macchine parcheggiate a spina di pesce, ma con le ruote anteriori sopra il marciapiede, risultato: sosta permanente su marciapiede 59€. Nessuno, ora, parcheggia sopra i marciapiede. Forse han ricevuto qualche direttiva in tal senso.

Anonimo ha detto...

Tonelli, basta fare infiniti post. Fai svegliare i romani!.

Basta un semplice post dove confronti quanto pagano i romani di imposte e addizionali (sottolineando le esenzioni che si hanno in altre regioni e comuni).

Rendi pubblico il fatto che paghiamo piu di tutti per usufruire solo di degrado e disservizi!

Rendi pubblico il fatto che abbiamo una pressione fiscale norvegese per avere un degrado centrafricano!

Anonimo ha detto...

"Anonimo ha detto...
Tonelli, basta fare infiniti post. Fai svegliare i romani!.
Basta un semplice post dove confronti quanto pagano i romani di imposte e addizionali (sottolineando le esenzioni che si hanno in altre regioni e comuni).
Rendi pubblico il fatto che paghiamo piu di tutti per usufruire solo di degrado e disservizi!
Rendi pubblico il fatto che abbiamo una pressione fiscale norvegese per avere un degrado centrafricano!
novembre 16, 2016 4:26 PM"

E secondo te i romani che hanno dato un calcio in culo al PD alle ultime amministrative votando M5S perché lo hanno fatto ? Non per i motivi che hai appena elencato ?
Se poi hai altri suggerimenti da dare "ai romani" che non siano quelli di mandare a casa i cialtroni, rendicelo noto, siamo pronti ad ascoltare. Cosa proponi, un assalto ai palazzi stile 14 luglio 1789 ?

Anonimo ha detto...

4.09
"Segnalo anche che ultimamente gruppi di vigili urbani fanno i raid (zona largo preneste, largo telese, viale della venezia giulia) e sanzionano senza pietà le macchine parcheggiate a spina di pesce, ma con le ruote anteriori sopra il marciapiede, risultato: sosta permanente su marciapiede 59€. Nessuno, ora, parcheggia sopra i marciapiede."

Magari fosse vero, ma lo hai sognato, dì la verità. O forse è finalmente l'atteso INCUBO per la plebaglia arricchita incivile, panzona, piagnona e arrogante ???

purtroppo nun è vero....

Anonimo ha detto...

caro 4.38,

Innanzitutto non tutti i romani conoscono la situazione fiscale italiana.

Per esempio non tutti sanno che rispetto al resto d'italia abbiamo
l' aliquota del 3.3% con esenzione sotto i 15k, mentre loro hanno Aliquota massima del 1.73% per redditi sopra i 75k. Centinaia di euro che noi paghiamo in piu rispetto all'italiano medio.

Non tutti che sanno che, per esempio rispetto a milano Noi paghiamo lo 0.9% di addizionali comunali sull'Irpef, e sono esenti i redditi sotto i 12mila euro mentre i meneghini pagano lo 0.8%, e sono esenti i redditi sotto i 21mila euro.
Pertanto non sanno che a milano la classe lavoratrice è esente da addizionale irpef mentre da noi pagano tutti tranne gli evasori.

I consigli per i romani sono tanti,e forse qualche "assalto" ai palazzi non è da escludere.

Innanzitutto pretendere CON FORZA i servizi per cui si paga caro.
Tu hai mai visto una folla incazzata che blocca l'atac, l'ama o che occupa il campidoglio? io mai.
Hai mai visto una folla che contesta i vigili urbani? mai successo.
A manifestare se non sono i sindacati (parte del problema) ci sono i centri sociali (altra parte del problema).

In secondo luogo educare se stessi e i propri figli a rispettare la cosa pubblica, perchè ciò che serve a me è pagato anche da altri e deve servire anche altri.

La democrazia è questo.

Anonimo ha detto...

Non so d'accordo con RFS.
Non sono un maghinaro e per cui non soffro alcun conflitto di interessi.
Credo però, semplicemente, che una città disastrata, da dopo bomba, in continuo stato emergenziale, odiata dai sindacalisti delle municipalizzate che farebbero di tutto per raderla al suolo, più di quanto non lo sia già, sono necessarie misure estreme.
L'apertura del centro storico è una di queste.

Anonimo ha detto...

Dai su non scherziamo, il posto per la macchina c'è, basta vedere piazza San Silvestro, è un parcheggio largo, capiente, io la metto sempre lì

Anonimo ha detto...

è vergognoso che la ZTL resti aperta a cani e soprattutto a porci (visto poi come parcheggiano) il sabato e la domenica

I VERI PORCI E CANI SONO I NON RESIDENTI E NON DISABILI CON PERMESSO, VALE A DIRE LE CATEGORIE, A COMINCIARE DAI POLITICANTI, ASSURDAMENTE PRIVILEGIATE CHE POTREBBERO INVECE ANDARE IN GIRO COME I COMUNI MORTALI.

Anonimo ha detto...

non condivido quanto sostenuto da RFS nel post. Chi esercita un servizio pubblico essenziale in monopolio non deve scioperare, non può. Un servizio minimo va sempre garantito. Solo in quel caso è possibile e ragionevole accendere i varchi d'accesso e mantenere il divieto.

Anonimo ha detto...

questo post è un insulto alle persone che non godono del permesso ZTL, definite cani e porci. ma come vi permettete ?

Anonimo ha detto...

lo sciopero è legittimo se si lascia al cittadino possisbilità di scelta : qui invece non c'era. il servizio va liberalizzato, vedremo poi se l'Atac continuerà a trattare così i romani, che voi volete pure multare nel giorno stesso in cui sono colpiti da un disservizio ulteriore. vergogna !

Anonimo ha detto...

il servizio di trasporto pubblico pressochè nullo in orario serale è uno dei motivi della miseria di questa città.

Anonimo ha detto...

discorso sensato per chi va in giro a fare shopping, non è anziano o malato, non deve andare a lavorare. ma per chi invece deve lavorare o deve andare dal medico in centro, o semlicemente non è in condizione fisica di farsela a piedi, lo sciopero con divieto di accesso attivo significa obbligo di taxi. Una vera ingiustizia

fracatz ha detto...

qui tutti parlano ma pochi prendono i mezzi pubblici sui quali si vedono solo donne, studenti e pensionati
Chi deve mantené 'na famiglia da tempo si è fatta la moto e la usa anche se a rischio della propria vita

Anonimo ha detto...

Il permesso ZTL è per i VERI residenti e i VERI disabili.

Chi ne ABUSA degradando col suo fetido feticcio la vivibilità e bellezza forse non è solo un cane e un porco, ma sicuramente una gonade semovente che continua a farsi i meschini casi propri solo perchè certo dell'impunità

Anonimo ha detto...

A fracatz
da velletri? a bè allora co a bici 'gna poi fa)

sinnò se abiti entro il GRA fatte 'na bici, viè co'noi che i 7colli sò uno dei tanti alibi dei culipesanti piagnoni che aruinano 'sta pora città

Anonimo ha detto...

Fracatz, a te sembra giusto che paghi tasse degne della svizzera per andarti a sfrangere in moto?

Perchè prim'o poi, o la buca, o le foglie bagnate misto guano sui sampietrini o il rumeno ubriaco, o la burina col suv contromano ti capitano e quando ti capitano cadi, e quando cadi sono altri soldi della collettività buttati.

Anonimo ha detto...

anzi aggiungo pure, oltre che pagare un casino di tasse l'agenzia del trasporto pubblico genera anche debiti per miliardi.

Anonimo ha detto...

A proposito dello sciopero di ieri: ma non era per caso (ma solo per puro caso...) da mettersi (sempre per caso, eh) in relazione...alla partita Italia-Germania? Nooo, direbbe il primo cittadino romano, ma sarà stato un caso...ehhh!!!

Anonimo ha detto...

A novembre 16, 2016 1:51 PM

Se il sistema METREBUS si scioglie per Roma e il Lazio è una tragedia apocalittica senza precedenti dalla quale non ci riprenderemo mai; ma almeno possiamo sperare in Zingaretti, non Montalbano l'altro, che magari non è sempre condivisibile, ma ha detto chiaramente che lotterà con le parti affinché il sistema integrato rimanga (perché lui ci tiene a fare bella figura coi pendolari elettori).

Anonimo ha detto...

Sì, questo è vero, ma che c'entra con lo sciopero? Non mi pare scioperassero per questo.

Anonimo ha detto...

E' già la seconda volta, nel giro di un anno, che Trenitalia rompe i coglioni con il suo voler uscire dal Metrebus. In realtà, probabilmente quello che vuole è la sua parte (e dal suo punto di vista, magari non avrebbe manco torto), visto che l'efficientissima ATAC, nelle cui mani è affidato il Consorzio, non paga la parte spettante, appunto, all'altrettanto (si fa per dire) efficientissima Trenitalia-Trasporto Regionale Lazio. Purtroppo, ormai, ATAC è l'acronimo di Attaccatevi Tutti Al Cazzo, ma Trenitalia al cazzo si è stufata di dovercisi attaccare...insomma, in culo va sempre all'ortolano, alias cittadino contribuente.

Anonimo ha detto...

E vogliamo parlare dei cinquanta posti di blocco della polizia municipale? Una vera e propria"retata" a cercare i delinquenti che sono andati a lavoro con i propri mezzi ...magari con scooter e moto che non sono Euro 3.
Con la crisi economica chi si può ricomprare il proprio mezzo??

Anonimo ha detto...

Sarebbe ora di "retate" di incivili che con l'isteria arrogante del "c'è traffico" devastano la vivibilità della città e provocano decine di feriti al giorno.
Purtroppo non è vero, magari lo fosse, le multe sono lo 0.000000000000001% dei reati e infrazioni commessi

Anonimo ha detto...

Esatto, verissimo quest'ultimo commento.

Anonimo ha detto...

Non ho capito se l'articolo principale era sarcastico o veritiero. Se voleva essere sarcastico tok; in caso contrario mi sa che quelli di RFS devono farsi visitare perché sono fuori di testa.

ShareThis