Riflessioni su Piazza della Cancelleria. Davvero il problema sono i tavolini sui posti disabili?

31 marzo 2017
Qualche settimana fa non si parlava d'altro. Lo scandalo micidiale dei tavolini del ristorante sistematicamente piazzati, a Piazza della Cancelleria, sui posti per disabili. Ah che scempio, ah che oltraggio, in una piazza così straordinariamente tenuta, così ben manutenuta, così ordinata, pulita, piena di legalità e impeccabile come si può tollerare, come può essere concepibile una faccenda simile?
In questo video abbiamo dimostrato che così non è. Anzi abbiamo dimostrato che l'odiosissimo atto del ristoratore è in realtà perfettamente coerente con il contesto, assolutamente in linea con tutto il resto che avviene in un luogo che dovunque sarebbe un salotto straordinario da lasciare a bocca aperta e che invece solo a Roma appare come un fastidioso, illegale, prepotente, maleodorante letamaio.
Una riflessione che ovviamente vale per mille altri luoghi della nostra città, anche perfino più importanti artisticamente, architettonicamente, paesaggisticamente e storicamente della pur importantissima Piazza della Cancelleria

46 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

La situazione è e rimarrà così perchè semplicemente nessun romano riesce a concepire uno spostamento superiore ai 500 metri senza la macchina.
Fra poco i prossimi bambini che nasceranno a Roma avranno le ruote al posto dei piedi.
Se nessuno muove il culo (primi fra tutti quelli dell'amministrazione) a chi importa il parcheggio e la sosta selvaggia?
Proprio ieri leggevo alcuni commenti alla prossima maratona di roma e all'elenco delle strade chiuse al traffico per l'occasione ... tutte lamentele!! Non è che se una domenica lasciate la macchina in garage morite, eh? Poi tutti bravi a fare l'oretta di spinning ... che pena!!
Nessuno passeggia più per ammirare le bellezze storico architettoniche della città. Se a metà dei romani chiedi cos'è e dov'è palazzo della Cancelleria non ti sanno proprio rispondere. Una città abitata da gente così non può cambiare a meno che nell'amministrazione, per puro miracolo, arrivino delle teste illuminate.

Anonimo ha detto...

Se Roma ha solo due linee metro e mezza, con gli autobus che passano ogni 40-50 minuti, non ci si può stupire per l'alto numero di auto. In Germania il rapporto auto/abitante è uno degli indici per valutare il successo di un'amministrazione.

Anonimo ha detto...

PERLE AI PORCI TRUCIDI E IGNORANTI su sguderone e smart alla ricerca deeer pooosto maghina...

Fu il PRIMO PALAZZO A ROMA ad essere costruito ex novo in stile rinascimentale ed è pertanto considerato a buon titolo UNO DEI PALAZZI PIU’BELLI dell'Urbe. La lunga facciata, con il suo ritmo di lesene disposte ad interassi alternati, tra cui sono poste finestre sormontate da archi, è di concezione fiorentina, paragonabile a Palazzo Rucellai di Alberti. Il grande portone fu aggiunto nel XVI secolo da Domenico Fontana su ordine del cardinale Alessandro Farnese.
Il travertino color rosso fu preso dalle vicine rovine del Teatro di Pompeo. La stessa provenienza hanno le grandi colonne porpora di origine egizia, usate da Donato Bramante nel cortile interno per la realizzazione del porticato che è considerato dalla storia dell'arte UNO DEI PIU’ELEGANTI mai costruiti. Altri materiali utilizzati nella costruzione dell'edificio si vuole siano stai prelevati dal Colosseo e da un arco di Gordiano
Nel centrale cortile rettangolare i due piani inferiori sono rappresentati da logge aperte. L'opinione sull'identità dell'architetto è divisa fra Bramante e Andrea Bregno, ma il cortile è attribuito generalmente a Bramante di cui si è certi del progetto. Sopra la loggia nella facciata sulla strada è ripetuto il tema che sembra quasi un trompe l'oeil
Nel palazzo, al piano nobile, nel Salone d'Onore è un ampio affresco che Giorgio Vasari ha compiuto in solo 100 giorni, rispettando così pienamente la richiesta del committente che aveva previsto di usare il salone per un imminente matrimonio. Secondo la tradizione, il Vasari si vantò della velocità con cui aveva eseguito l'opera con Michelangelo Buonarroti, che gli rispose secco "si vede!"

Il palazzo della Cancelleria fu costruito per il Cardinale Riario, che era Camerlengo di suo zio Papa Sisto IV. Nel 1517 divenne però sede della Cancelleria Apostolica. Si diffuse infatti la voce che i fondi per la costruzione vennero dalle vincite di una singola notte di gioco ad opera dello stesso Raffaele Riario e pertanto il Palazzo venne CONFISCATO dallo Stato. Da allora, ininterrottamente, restò la sede di tutti i cardinali vice Cancellieri.
nel 1513 il palazzo, appena completato, fu sequestrato dal primo Papa della famiglia Medici, Leone X, che non aveva dimenticato la compiacenza di Sisto ai tempi della sanguinaria congiura dei Pazzi organizzata per sostituire i Medici a Firenze con il regime dei Della Rovere.
Vi vennero dunque trasferiti gli uffici della Cancelleria Apostolica, in precedenza collocati nel vicino Palazzo detto Cancelleria Vecchia ubicato sulla strada dei Banchi oggi via dei Banchi Vecchi, di proprietà del cardinale Rodrigo Borgia, futuro papa Alessandro VI, dopo che acquistò dallo zio Callisto III le rovine della vecchia Zecca[1] che per un breve periodo fu in quell'edificio, ospitandovi il cardinale cancelliere Ascanio Sforza, alla cui famiglia il palazzo ancora oggi appartiene.
Durante la Seconda Repubblica Romana del 1849, per un breve periodo si riunì qui il Parlamento romano.
Da aprile 2014, insieme ad altri undici immobili, ha ottenuto il privilegio di extraterritorialità e pertanto l'esenzione da espropriazioni e da tributi. La giurisdizione all'interno del Palazzo spetta solo al Vaticano che, quando necessita, provvede ad un distaccamento del Corpo della Gendarmeria.

Anonimo ha detto...

che città di cerebrolesi , non sanno manco valorizzare una piazza storica

Anonimo ha detto...

E sinnò ndooo aa metto aaaa smarte? E sinnò de notte 'ndo me possso sballà? Ahooo, mbè...

Piazza Cancelleria
come Piazza Campitelli, S.Agostino, 5scole, Farnese, Mattei-Tartarughe, Massimo alle Colonne eccc SCRIGNI DI BELLEZZA UNICI AL MONDO sviliti a OSCENI AMMASSI DI LAMIERE per culipesanti ameboidi lamentosi gonfi di ignoranza tracotante.

Dopo le grandi conquiste civili e la riappropriazione di alcune delle meravigliose piazze barocche (Navona, Popolo, S.Ignazio, Pantheon, Montecitorio, Spagna, Campidoglio...) delle vecchie giunte di "sinistra", negli ultimi 10 anni hanno interrotto la nobile progressiva chiusura del Centro pedonalizzando solo piazza S.Silvestro, a dir poco bruttina, ma forse solo per creare ulteriori disagi togliendo lo strategico capolinea a chi si ostina a usare civilmente i bus.

Anonimo ha detto...

roma è veramente un cacatoio!

Anonimo ha detto...

il centro - che resta un luogo bello e per certi versi privilegiato - è all'abbandono. il I MUNICIPIO è governato così...

Anonimo ha detto...

roma è veramente un cacatoio!

che razza di commento... ma che vuol dire ?

Anonimo ha detto...

la soluzione è solo una : arredi urbani per impedire fisicamente alle automobili di impossessarsi delle piazze rinascimentali, medievali e barocche. Divieto totale di sosta e fermata. E Roma tornerà ad essere lo splendore che è sempre stata prima dell'incuria recente

Anonimo ha detto...

adesso basta : tollerare ancora le macchine in piazze e piazzette del centro è insopportabile. Ma Enrico Stefàno non aveva promesso pedonalizzazioni ? a che punto stiamo ?

Anonimo ha detto...

andate a vedere in che condizioni è l'immondizia al pantheon con quello schifo di cestini trasparenti e in che condizioni è piazza farnese con le fonane circondate da automobili o il sottopassaggio tra portico d'ottavia e via tribuna campitelli, discarica e pisciatoio tra restauri infiniti e celebri ristoranti. i muraglioni e le scalinate che scendono al tevere sono sempre piene di sozzura. i TAVOLINI SONO IL PROBLEMA MINORE ! il centro è un gioiello mondiale in mano ai vandali... che pena. cambiano i sindaci ma la sciatteria e la disattenzione è la stessa. una miniera d'oro lasciata a se stessa e alle consorterie che si avvicendano nelle proprietà dei locali e nei cambi vorticosi delle licenze commerciali

Anonimo ha detto...

@ marzo 31, 2017 1:05 PM
Quando mai Roma è stata uno splendore???? Prima c'erano solo meno auto che oltretutto potevano parcheggiare davvero ovunque

Anonimo ha detto...

Pedonalizzazione totale del centro storico.Punto.

Castel ha detto...

Tutto il centro storico nelle stesse condizioni. In questa città, sono convinto, si puo morire di disperazione. Che si debba segnalare un tale disastro ai cosiddetti amministratori, per me rimane il vero dramma di questa città così abbandonata, offesa e sputtanata.
Un anno che "governano" i cinquestalli e NON sono riusciti neanche loro a fare NULLA!!

Anonimo ha detto...

Dal luglio 2016 ad oggi non una delibera della Giunta comunale pentafessa ha riguardato le reali emergenze cittadine: il commercio ambulante, il decoro, i trasporti e la riforma della pubblicità pur coraggiosamente approvata da MARINO-LEONORI tra mille boicottaggi dei cartellonari e lor parenti, oggi sempre più ringalluzziti.

Una amministrazione ferma come mai si era visto nella storia di Roma. 5Stalli

5Strilli

5i
-Incapaci
-Inutili
-Ideologizzati
-Ipocriti
-Invidiosi

Anonimo ha detto...

Quando mai Roma è stata uno splendore????

il centro di roma è uno splendore persino adesso, dopo una ventina di anni di incuria.
Roma è e resta meravigliosa, pensare quanto sarebbe splendida in mano ad amministratori capaci ed entusiasti mi fa sperare tutto sommato nel futuro.
la periferia invece è spesso mal concepita e andrebbe risistemata con un mega intervento urbanistico, ma solo i privati potrebbero farcela, nonb le istituzioni pubbliche

Anonimo ha detto...

Pedonalizzazione totale del centro storico.Punto.

condivido, le chiacchiere stanno a zero e prima o poi ci si arriverà perchè è inevitabile.
ma contemporaneamente bisogna far partire un programma straordinario di trasporto pubblico e su questo si stanno perdendo anni e anni e anni

Theresa williams ha detto...

Ciao, io sono Theresa Williams Dopo essere stato in rapporto con Anderson per anni, ha rotto con me, ho fatto tutto il possibile per riportarlo indietro, ma tutto è stato vano, lo volevo indietro tanto per l'amore che ho per lui, lo pregai con tutto, ho fatto promesse, ma ha rifiutato. Ho spiegato il mio problema al mio amico e ha suggerito che dovrei piuttosto contattare un mago che potrebbe aiutarmi a un incantesimo per riportarlo indietro, ma io sono il tipo che non ha mai creduto nel periodo, non avevo altra scelta che tentare, io mail il mago, e lui mi ha detto che non c'era problema che tutto andrà bene prima di tre giorni, che il mio ex tornerà a me prima di tre giorni, ha gettato l'incantesimo e sorprendentemente nel secondo giorno, era circa 4:00. Il mio ex mi ha chiamato, ero così sorpreso, ho risposto alla chiamata e tutto quello che disse era che lui era così dispiaciuto per tutto quello che è successo che voleva me di tornare a lui, che mi ama così tanto. Ero così felice e sono andato a lui che era così che abbiamo iniziato a vivere insieme felicemente di nuovo. Da allora, ho fatto promessa che nessuno che conosco che hanno un problema di rapporto, vorrei essere di aiuto a tale persona da lui o lei riferendosi al l'unico mago reale e potente che mi ha aiutato con il mio problema. e-mail: drogunduspellcaster@gmail.com lui si può e-mail se avete bisogno il suo aiuto nel vostro rapporto o di altri casi.

1) incantesimi d'amore
2) Incantesimi amore perduto
3) Incantesimi Divorzio
4) Incantesimi di matrimonio
5) incantesimo.
6) Magie Breakup
7) Bandire un amante passato
8.) Si vuole essere promosso nel vostro ufficio / incantesimo lotteria
9) vogliono soddisfare il vostro amante
Contatta questo grande uomo, se si hanno alcun problema per una soluzione duratura
attraverso drogunduspellcaster@gmail.com

Anonimo ha detto...

il problema mi pare pure il livello del I Municipio, che ha in mano tante di quelle ricchezze storico-artistico-archeologiche che basterebbero per una nazione intera e ancora non ha idea di che farsene... Tra comune e muncipio stiamo tra la padella e la brace

Anonimo ha detto...

Che si debba segnalare un tale disastro ai cosiddetti amministratori, per me rimane il vero dramma


ma hai ragione ! non ce li hanno gli occhi ? basta vedere la confusione di Piazza Venezia, sotto a consiglio comunale e uffici del sindaco. Il disordine e il caos.Ma questo sia chiaro vale pure per i predecessori di questi incapaci

Anonimo ha detto...

a due passi da piazza della cancelleria c'è lo scempio di piazza farnese dove in barba ai cartelli e alla sicurezza si parcheggia !!!!
c'è quello stradone fonte di rumore ed inquinamento che è corso vittorio, che se fosse stato situato all'estero sarebbe una meravigliosa strada di collegamento verso il Vaticano, percorsa da tram silenziosi e veicoli elettrici e bici e pedoni
dall'altra parte del fiume c'è Trastevere che si annuncia con una opera d'arte come Ponte Sisto dove si spaccia, si beve, si fuma e da una certa ora in poi

Anonimo ha detto...

nelle zone dove ci sono la metro e gli autobus la sosta dovrebbe essere vietata, e consentita solo in parcheggi sotterranei o multipiano. la città cambierebbe volto.
a Piazza Mazzini si parcheggia regolarmente in mezzo alla carreggiata !
tutti i giorni, ma gli interventi dei vigili sono solo sporadici. solo quando qualcuno col suv ingrana la marcia indietro per errore e sale sulle altre macchine si accorgono che li la sosta è vietata

Anonimo ha detto...

Roma è diventata un parcheggio per i furgoncini bianchi degli ambulanti. Ci siamo abituati, non ci si fa più caso ma sono ovunque, eccoli per esempio a Piazza Farnese http://bit.do/dkcNr e a Piazza della Cancelleria appunto http://bit.do/dkcNR. In divieto, ovviamente. Sindaca? Polizia Municipale? Niente.

Anonimo ha detto...

Regá madonna che bella ragazza é la Raggi. Complimenti a mamma e papá!

Anonimo ha detto...

>Roma è e resta meravigliosa

Certo, finché resti in centro. Le periferie romane (intendendo per periferia giá quartieri abbastanza centrali come San Giovanni, Portuense, Prenestino) fanno davvero cagare e non li sanerai mai. Distese di palazzoni di 5-8 piani senza piano regolatore.

Inguardabili, invivibili, brutti. No no, la Roma che la gente vive quotidianamente é nammerda.

Anonimo ha detto...

> Ponte Sisto dove si spaccia, si beve, si fuma e da una certa ora in poi

quando hai una cittá povera che non offre nulla non ti resta che farti, ovvio.

Anonimo ha detto...

> SCRIGNI DI BELLEZZA UNICI AL MONDO sviliti a OSCENI AMMASSI DI LAMIERE

é dagli anni 70 che roma é cosí. sono passati 50 anni. tranquillo, ne passeranno altri 50. abituati all'idea.

ps. stoccolma? barcellona? c'hai pensato? la vita é una.

Anonimo ha detto...

> é dagli anni 70 che roma é cosí...

ma...
appunto

dopo metà anni '70

cominciò la consapevolezza di riapproprarsi di alcune delle meravigliose piazze barocche (Navona, Popolo, S.Ignazio, Pantheon, Montecitorio, Spagna, Campidoglio...) da parte delle prime gloriose vecchie giunte di "sinistra",

negli ultimi 10 anni si è interrotta la nobile IRRINVIABILE progressiva chiusura del Centro pedonalizzando solo piazza S.Silvestro, a dir poco bruttina....

BARCELLONA, STOCCOLMA (e mille altre cittadine europee ormai) belle, pulite, godibili, vivibili , ma pur sempre robetta rispetto al potenziale fascino di Roma se fosse amministrata seriamente cominciando a colpire ferocemente culipesanti ameboidi lamentosi gonfi di ignoranza tracotante (a costo zero e risanamento del bilancio in tre mesi)

Anonimo ha detto...

Gli amministratori sono in gran parte una banda di cialtroni, i tecnici comunali non ne parliamo, la municipale carente e inefficiente, i "cittadini" romani per la maggioranza rozzi e ignoranti...cos'altro ti puoi aspettare da una città abitata da gente così se non mondezza e bruttura?

Anonimo ha detto...

Pedonalizzazione totale e subito senza aspettare piani straordinari per il trasporto pubblico.Linee atac ce ne sono in abbondanza in centro. Prima pedonalizziamo e poi pensiamo a ripristinare il tram Termini - via nazionale-corso vittorio- s. pietro.

Anonimo ha detto...

Purtroppo il declino e' ormai irreparabile. Nel giro di un anno e mezzo il baratro si e' allargato sotto i nostri piedi. Quando c'era Marino, e io lo ricordo bene, l'Atac funzionava ed era puntuale, tutti pagavano il biglietto. Le ladre in metro non c'erano. I Vigili facevano fantastiliardi di contravvenzioni al giorno. L'Ama lavorava in maniera indefessa e la citta' era pulita. Sopratutto, quando avevamo Marino come sindaco, alla Ravaioli piaceva il pisello, Hiro era magro, Mariola non faceva il paninaro e Igles Corelli si faceva pagare da Tonelli

Anonimo ha detto...

Da almeno tre anni il palazzo della cancelleria è imbustato da inutili (per la città) ponteggi, descritti come struttura di sondaggio. In realtà i ponteggi che deturpano il palazzo quattrocentesco servono solo come sostegno per costantemente mutevoli annunci pubblicitari. Il palazzo è territorio vaticano. Quindi il lupo integralista travestito da pecora del politicamente corretto fa bei soldi grazie alla Cancelleria. Il tutto nell'indulgente silenzio dei media.

Anonimo ha detto...

povera virgy dategli tempo, quella piazza sta cosi da vent'anni mica basta una giornata per riportarla in ordine.

Anonimo ha detto...

Una cosa - già bieca - è non rispettare le regole riducendo la città a una discarica.
Altra cosa - rivoltante - è occupare indebitamente i posti dei disabili.
Ci corre la differenza che c'è tra scippare una borsa e dare una mazzata in fronte all'anziana a cui la rubi.
Non si capisce poi cosa dovrebbe fare la raggi, percorrere ogni giorno tutte le strade di Roma con un manganello?
Ci sono sanzioni salate per certe infrazioni. Chiedetevi se vengano comminate, ed eventualmente pagate.
Visto che ci stanno spiegando che i circuiti di tangenti dei negozianti del centro sono millanterie, sicuramente c'è qualche ottima spiegazione per la generale impunità.

Anonimo ha detto...

Città agricola mentalita' contadina con tutto il rispetto per i contadini, quelli veri. Non avete un'economia decente. Città noiosa di una pesantezza unica un carrozzone infinito al centro dell'italia e del nulla. Ricovero di ladri che siedono in parlamento. Solo a Roma potevate votare i 5s che cazzo di capitale ridicola.

Anonimo ha detto...

Un ristorante che non rispetta il posto disabili andrebbe chiuso x 6 mesi e non semplicemente sanzionato. All'inizio del filmato si nota una bancarella che vende souvenir scadenti che occupa quasi metà carreggiata oscurando la visuale in caso di attraversamento pedonale. Fa rabbia pensare che se i vigili si dessero da fare il bilancio di Roma Capitale con le multe potrebbe essere risanato in un anno.

Anonimo ha detto...

Non è città agricola, è città di pecorari, lo è sempre stata e sempre lo sarà.

Dario ha detto...

pure il palazzo della Cancelleria, da mesi in restauro col cartellone pubblicitario da il suo contributo....
I preti ci guadagnano (anche all'ingresso di via della Conciliazione)....

Anonimo ha detto...

A proposito di preti, di corsa a vedere la mostra delirio allestita nelle cappelle di Santa Maria della Consolazione. Si intitola Chiesa Wow: un poveretto che dovrebbe essere l'artista ha posizionato una serie di pupazzi deformi a rappresentare (diciamo parodiare) i temi degli affreschi originali.
Una cosa a dir poco imbarazzante.
Più discreti, ma sempre da neurodeliri, i tre serci contemporanei piazzati in una cappella laterale di Sant'Andrea della Valle.
E' la chiesa del pappa francesco.

Giovanna ha detto...

Passo ogni giorno a Piazza Rondanini, dietro il Pantheon.
Ci sono due ristorantini con qualche tavolino che risultano INVISIBILI: tutta la piazzetta è sepolta sotto le macchine. Una piazzetta deliziosa, un amore!!! Sacrificata per appena una decina di macchine (è molto piccola)!!
Cosa costerebbe al Comune mettere un rialzo centrale con due panchine e due alberelli, e impedire alle auto di parcheggiare? Si potrebbe fare uno sconto ai ristoratori sul (costosissimo) suolo pubblico in cambio della pulizia dell'area centrale!

Per tacere dell'ALLUCINANTE situazione di Piazza San Pantaleo, lo slargo tra Piazza Navona e Corso Vittorio. Una piazzetta dove passano tipo 4 milioni di turisti l'anno. E' adornata da: un parcheggio TAXI; due bancarelle grandi e almeno tre o quattro vu cumprà abusivi; ma soprattutto TRE negozi di cianfrusaglie e souvenir cinesi uno in fila all'altro. Io non capisco come stiano spuntando ovunque questi negozi che vendono immondizia di plastica, mentre i negozi storici vengono fatti chiudere sepolti da tasse e balzelli! I turisti che vanno da Piazza Navona a Campo De Fiori passano TUTTI per questo sconcio di piazza, che sembra di stare a Nairobi!!

Il Comune di Roma non sta facendo una mazza per il centro. Ma è vero anche che il centro è gestito da una giunta PD, e quindi probabilmente il degrado è VOLUTO per mantenere lo scontento. Noi cittadini siamo vittime di queste cazzo di beghe partitiche dalle quali, ovviamente, non abbiamo nulla da guadagnare.

Anonimo ha detto...

Piazza San Pantaleo. Marito e moglie stendono la mercanzia davanti alle scale della chiesa. Chiedo loro di levarsi da là. Entro in chiesa. Inizia la Messa. La donna arriva durante la Messa e si mette a urlare che mi aspettano fuori. Non per giocare a rubamazzo, suppongo. Il prete non fa una piega. Presente un pubblico ufficiale con signora, che non fanno una piega.
Chiamo il 113 e arriva la volante. Come spesso accade, uno dei due poliziotti è un cialtrone e l'altro un soldato; il primo fa muro intimidatorio alle mie richieste di aiuto, l'altro compensa la corruzione del collega e chiama i vigili urbani per sanzionare i due abusivi.
Incredibilmente compare un ufficiale dei vigili bravissimo, quasi marziale, che fa piazza pulita della merce sulla piazza, tra gli insulti e le minacce dei venditori, i quali evocano misteriosi aiuti in alto loco.
Da questo episodio saranno passati almeno 3 anni, e sulla piazza nulla è cambiato.
La coppia di banditi domina ancora indisturbata, e impunita malgrado le minacce aggravate e la resistenza a pubblico ufficiale.
Come la chiami tu una cosa del genere?

Anonimo ha detto...



SOTTOSCRIVETE SU CHANGE.ORG LA PETIZIONE PER RITORNARE SUBITO AL VECCHIO PROGETTO DI TOR DI VALLE, che ancora è salvabile.

LA VERSIONE "PONTE DI NONA 2" DELLA RAGGI E' UN ABOMINEVOLE TRAPOOLA PER TOPI SENZA INFRASTRUTTURE E CON 18 (DICIOTTO ) PALAZZINE!!!

Anonimo ha detto...

Con mezzi pubblici che fanno pena la situazione non poteva che essere questa. Adesso come si farà a far togliere il sedere dalle macchine dopo che hanno abituato a non poterne fare a meno?

Anonimo ha detto...

Un caro saluto a Massimiliano Tonelli e ai ragazzi di Grande Oriente Democratico.

Anonimo ha detto...

E poi "qualcuno" ha asserito che due grattacieli a Tor di Valle avrebbero rovinato lo sky line di Roma, e potrebbe anche avere ragione,
Ma le autovetture e gli scooter parcheggiati in tutta la città non sono devastanti per tutto quello che li circonda?

Danielo ha detto...

Aoh ma una manifestazione di piazza, un corteo, un sit-in, azioni concrete, no, niente: noi tutti qui davanti al computer. Se questo blog ha davvero decine di migliaia di utenti potrebbe pure passare ai fatti ogni tanto organizzandoci.

ShareThis