Via Teano\Via Telese. Sequestrano l'area, ma il campo abusivo cresce ancora

21 marzo 2017
























Si fa un gran parlare del nuovo campo ufficiale previsto a Roma nord, ma si trascura troppo la presenza di decine e decine di campi abusivi che stanno riempiendo ogni spazio possibile in città. E' un'altra conseguenza di una città abbandonata, condannata a non svilupparsi, con enormi aree lasciate alla sciatteria al proprio interno. Una città che in virtù della retorica della "colata di cemento" preferisce lasciare brani di urbanità vuoti, perfetti per chi vuole occuparli illecitamente. Una città che ha fatto passare la voglia a proprietari e investitori di sviluppare e che quindi ha generato enormi spazi privati ma lasciati a se stessi. Non accade da nessuna altra parte del mondo. Ecco la lettera.

Scrivo per fornire alcuni aggiornamenti riguardo una situazione, di cui vi ho già informato in precedenza, che sta giungendo sempre più al limite, nonostante le autorità abbiano operato il sequestro dell'area e l'apposizione di sigilli che non hanno impedito la reiterazione dei vari reati ivi commessi e che stanno compromettendo la vita nel quartiere arrecando disagi e pericoli agli abitanti dei fabbricati limitrofi all'area in oggetto.

In data 17/01/2017 ho consegnato, al protocollo degli uffici competenti del V Municipio, un esposto riguardante le varie problematiche derivanti dalla occupazione abusiva di un'area verde dismessa e non attrezzata delimitata dalle vie: Prenestina, Teano, Maddaloni e Telese. Gli occupanti hanno edificato baracche e trasportano all'interno dell'area rifiuti di ogni natura producendo sistematicamente dei roghi degli stessi. 

In data 16/03/2017 la Polizia Locale ha effettuato l'apposizione dei sigilli sugli accessi abusivi all'area, apponendo anche un cartello riguardo il sequestro della stessa, nonostante tutto nei pochissimi giorni successivi all'apposizione dei sigilli, l'attività di discarica è proseguita e si sono aggiunte altre baracche a quelle già costruite.

Ho pertanto redatto un nuovo esposto (che troverete in allegato), dato che la situazione sembra paradossalmente aggravarsi di giorno in giorno.

In questo periodo io ed altri residenti abbiamo avuto modo di confrontarci con la PA riguardo la questione ed è apparso chiaro che questa è largamente sottovalutata, anche se il giorno 8 marzo scorso è stata pubblicata da alcuni quotidiani questa notizia.


Sulla base di una condanna per il reato di stupro da parte di un occupante abusivo (un reato avvenuto nella stessa area nel primo periodo di occupazione durante l'estate 2016),  la giudice ha ordinato lo sgombero, nonostante tutto non si è proceduto con quanto ordinato, ovvero con l'abbattimento delle baracche e la bonifica dell'area, ma con il sequestro e l'apposizione di sigilli che non hanno assolutamente impedito che si trasportino all'interno rifiuti, oltre alla costruzione di nuove baracche.

Ci tengo a sottolineare che si comprende perfettamente che il degrado nasce da una situazione di marginalità e di esclusione sociale, la mancata inclusione di queste persone all'interno della società ed il mancato intervento dei servizi sociali non fanno che favorire situazioni del genere, nell'area ci sono anche bambini ed alcuni anche molto piccoli ed il fatto che non sia garantito che ogni bambino possa vivere in condizioni sanitari accettabili è del tutto ingiusto. Questa situazione non fa altro che generare degrado sia per i residenti sia per le persone che occupano l'area, eliminando la dignità di tutti.

I miei esposti, così come quelli di molti residenti della zona, sono necessari per far luce su una situazione che deve essere curata prima del collasso sociale che si sta prefigurando, prima che sopravvengano politiche "di pancia" promosse da gentaglia che è solita agitare un manganello cavalcando discorsi di natura razziale che nemmeno sfiorano le reali esigenze sociali che vi sono dietro questa situazione. Quello che si vorrebbe chiedere è che sia presa in considerazione la dignità di tutti, nessuno escluso.
Mario

67 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

Non sarebbe piu' semplice e meno ipocrita emendare la Costituzione modificando l'articolo:
"La Legge e' uguale per tutti" in "La Legge e' uguale per tutti tranne che per gli zingari" ??

Anonimo ha detto...

Zingari non integrati = campi nomadi, degrado, furti e stupri, roghi tossici....
Zingari integrati = Casamonica.

L'unica soluzione sono le ruspe di Salvini, il resto sono solo chiacchiere da salotti radical chic di quattro borghesi che votano a sinistra perché fa tendenza, e hanno gli attici ai Parioli (dove i zingari manco l'ombra)

Alessandro

Anonimo ha detto...

Gli zingari godono di protezioni molto in alto, per questo sono intoccabili:
vedete i nomi dei finanziatori dell'associazione 21 luglio:

http://www.21luglio.org/21luglio/partner/

Spicca la open society di Soros, colui che ha stanziato 500 milioni di euro a beneficio di ONG varie per far giungere in Europa centinai di migliaia di africani.

La loro impunità fa parte di un progetto di distruzione e schiavizzazione ben preciso, non gli è stata concessa per caso.

Anonimo ha detto...

Se sono entrati in Italia e' grazie all'UE, la sola speranza per l'Italia secondo Prodi. Ormai questi hanno tutti la cittadinanza italiana. Ergo, so cazzi nostri....

Anonimo ha detto...

Alessandro é un fine intellettuale.
Anonimo 11.03 - no, sono secoli che sono in Italia. Altro fine intellettuale.
Il Presidente dell'associazione 21 Luglio é stata minacciata di morte dai mafiosi.

Il prossimo dirá che cristo é morto di freddo?

Sconcerto e pessimismo.

Anonimo ha detto...

Siamo alla lotta tra poveri coglioni, poveri fascisti, poveri leghisti, poveri depensanti e poveri zingari schiavizzati dalle Mafie e da se stessi.

Un bel quadretto RFS

Anonimo ha detto...

@ 11:16 am

Gli zingari che vedi in foto sono di recente importazione dai Balcani e Paesi dell'Est. Quelli che sono da secoli in Italia hanno cognomi italiani, vengono soprattutto dll'Abruzzo e si chiamano Casamonica, Spada etc, etc.
Si, in confronto a te sono un fine intellettuale.

Anonimo ha detto...

>L'unica soluzione sono le ruspe di Salvini, il resto sono solo chiacchiere da salotti >radical chic di quattro borghesi che votano a sinistra perché fa tendenza, e hanno >gli attici ai Parioli (dove i zingari manco l'ombra)

Camadonna fai cagare. Davvero curate, c'hai la luogo comunite.

Anonimo ha detto...

Forse consentendo l'istallazione di un bel chiosco bar in cambio della manutenzione...

Anonimo ha detto...

>Gli zingari che vedi in foto sono di recente importazione dai Balcani e Paesi dell'Est

Clap clap, grazie per la lezione, peccato che Romano Prodi e l'Europa non c'entrino nulla, perché i balcanici a Roma girano da decenni, i rom romeni fino a ieri non potevano circolare non essendo Schenghen, la situazione é variegata, esistono rom apolidi, rom italiani e anche quelli di recente importazione CHE VANNO ANCHE IN PAESI NON SCHENGEN, VISTO CHE LA REALTÁ É UN TANTINELLO VARIEGATA E NON LI BLOCCHI CON I MURI PORCAMADONNA

Dico, ma gente come te perché esiste? Perché parla? Non dico per cattiveria ma proprio perché non ha gli strumenti logici e di pensiero. Davvero eh.

Anonimo ha detto...

grottesco il dibattito anti-zingari. basterebbe chiedere legalità, decoro, rispetto. chiederlo ed esigerlo da tutti, siano zingari, non zingari, romani, milanesi, islandesi, eschimesi o marziani. buttandola sul razzismo si finisce col non parlare più del contenuto del post, oltre a fare una cosa molto brutta

Anonimo ha detto...

ma grottesco sí. poi dice che uno si incazza. mi va il sangue alla testa. ogni volta zingaro vs ruspe. ma che palle. pare una gara di rutti. sto sito non é mai stato altro che un'accolita di idioti, ma ultimamente é scaduto in una scoreggia continua

Anonimo ha detto...

@ 11:44

Caro genio, sai che nel 1991, quindi recentemente in termini storici, la Jugoslavia si disgrego' e "il ce lo chiede l'Europa" rese possibile per queste risorse installarsi nel nostro Paese, Schengen o non Schengen. Poi, "Il ce lo chiede l'Europa" della libera circolazione tra Stati e del crollo del muro di Berlino determino' l'arrivo d'altre risorse camminanti. Somma i due flussi ed avrai il 90% delle persone che determinano situazioni come da foto.
Prova a costruirti una baracchetta in riva allo Sprea a Berlino o ad organizzarti il mercatino del rubato a 200 metri dal Bundestag, e vedi come la Polizia tedesca ti risolverebbe in 25 secondi la situazione variegata.....

Anonimo ha detto...

Allora - cerchiamo di fare uno piú uno - in Francia e Germania che sono paesi EU ci sono meno rom che in Italia? No.
La libera circolazione tra Stati ha permesso l'arrivo di camminanti vari? Anche, certo, ma come sa i rom sono in Italia da PRIMA che Schengen fosse applicato ad alcuni paesi di provenienza dei balcani.
Schengen e l'Europa, Romano Prodi e tutti quelli che citiamo ha CAUSATO questa situazione? No, appunto perché la differenza tra Roma e la citata Berlino (che ha MOLTI piú immigrati di Roma) la fa appunto l'ordine e la regolamentazione statale che é carente in Italia.

Dico: questo é davvero un ragionamento semplice, che questa situazione dipende da un NOSTRO problema che non facciamo rispettare le leggi italiane e non é certo né la ruspa né il rom in sé da invocare, altrimenti ci rendiamo conto che usiamo capri espiatori chiamati appunto cosí per espiare ALTRE (le nostre) colpe?

Ora perdonate la bestemmia, ma é allucinante ragionare a questo livello. É misero, ce ne rendiamo conto? Buona giornata

Anonimo ha detto...

Grazie mille di aver pubblicato questo post, questo campo è proprio davanti casa nostra. Abbiamo chiamato varie volte i vigili perchè la notte usavano un generatore che creava parecchio rumore (inquinamento) etc.
COme si fa? E la sera che bruciano chissà quale roba tossica?
E tutte le sere passano certi esseri che ti mettono na paura

Anonimo ha detto...

"Dico: questo é davvero un ragionamento semplice, che questa situazione dipende da un NOSTRO problema"

non sono d'accordo... sai quanti zingari ci sono a Roma? Circa 8.000. Ovvero uno sputo, paragonati al resto della popolazione. Se lo volessero, potrebbero integrarsi perfettamente domani... e invece non vogliono perchè rifiutano le regole di base della nostra società, a cominciare dal lavoro, dall'obbligo scolastico e dalla nostra stessa lingua italiana, che si rifiutano ostinatamente di imparare. Tra di loro ci chiamano spregiativamente "gagè", ci prendono per il culo perchè rispetto a loro siamo più tristi e nervosi perchè, diversamente da loro, per vivere dobbiamo lavorare, mentre loro si considerano furbi, liberi e felici.

Stando così le cose, permettimi: il problema è tutto LORO, ed è ora che la finiamo coi sensi di colpa.

Anonimo ha detto...

Se fossi sicuro che riuscisse a cambiare le cose voterei per Salvini, ma so che purtroppo non gli farebbero combinare niente

Anonimo ha detto...

> Tra di loro ci chiamano spregiativamente "gagè"

Guarda, a giudicare dalle tonnellate di odio che si respirano in questo blog, dall'invocare le ruspe, dallo stesso modo in cui i commenti sopra li dipingono generalmente come ladri e stupratori, insomma tutto ció che a casa mia e che ogni dizionario riporta alla voce Razzismo e Xenofobia direi che é perlomeno pari e patta.

Poi: se vogliamo criticare la societá Rom, io sono il primo. Leggetevi il libro di Antonio Moresco "Zingari di merda", mi pare faccia molto bene il quadro della situazione. É chiaro come il sole che esiste un grave problema di convivenza e che la situazione, per colpa delle nostre istituzioni fuori controllo, porta a un deterioramento delle relazioni, a un inasprimento dei difetti di entrambi. É una questione di regole chiare e di convivenza: non é un problema di facile risoluzione.

Chi continua a invocare un coglione come Salvini non ha un briciolo di rispetto delle intelligenze e nessuna idea politica - questo é evidente, é un populista che non solo non tirerá fuori un ragno dal buco, ma prenderá pure na bella sberla alle prossime elezioni.

Anonimo ha detto...

A Bruxelles, dove vivo, i Rom come vivono? Vivono in case di cemento, si arrabattano come hanno sempre fatto, questuando, suonando musica, qualcuno é talmente regrotrado che ancora non ha capito l'importanza di mandare i figli a scuola: ma non so voi, ma il mio bisnonno vietava ai figli di salutare la mastra perché gli servivano con la zappa in mano. É storia comune all'umanitá, basta aprire un minimo gli occhi, si chiama storia dell'ignoranza, che sia italiana o rom fa poca differenza.
Vogliamo vietargli la questua? Vogliamo normalizzarli nel nostro sistema visto che vivono in Italia? Bene, apriamo il dibattito. Ma che sia dibattito appunto, non cagate leghiste... giusto?

Anonimo ha detto...

Premesso che non giustifico quanto avviene oggi su questo tema, bisogna avere l'onestà intellettuale di ammettere che la situazione dell'abusivismo si protrae da decenni senza che nessuno abbia mai mosso un dito.

Anonimo ha detto...

Certo che gli zingari sono anche ladri e razzisti, ma questa e’ casa nostra: forze dell’ordine, magistratura, servizio giardini, servizi sociali, vigilanza ATAC, sindaco, assessori, consiglio comunale, i cittadini che lo eleggono, sono tutti italiani. E dobbiamo chiederci perche’ non sanno gestire fenomeni che in altri paesi sono sotto controllo.

Gia’ mi aspetto la risposta, queste persone sono tutte intelligenti e capaci e vorrebbero lavorare tanto, ma la Boldrini, cattiva, glielo impedisce.

Anonimo ha detto...

ALLA BASE DI TUTTO QUESTO È LA IMPUNITÀ TOTALE, E LORO LO SANNO BENISSIMO, TANTO CHE NON FANNO NULLA PER NON ESSERE INDIVIDUATI,ANZI FANNO IL CONTRARIO. SE FATE CASO, NON TENGONO PULITA L'AREA SU CUI COSTRUISCONO LE CAPANNE, CREANO CUMULI DI IMMONDIZIA ATTORNO E FANNO FUOCHI, QUINDI FACILMENTE RICONOSCIBILI.

Anonimo ha detto...

Anonimo marzo 21, 2017 11:16 AM

Non dubito che Lei, esimio Professore, nonché estimatore della cultura ROM e Sinti, non avrebbe nulla in contrario se nel giardino sotto casa sua sorgesse un accampamento di famiglie di questi esemplari, da secoli fregiati della nostra cittadinanza. Immagino che non perderebbe occasione, qualora questo evento si verificasse, di farsi onore di conceder loro ospitalità nella Sua dimora! A casa mia si dice: tutti bravi fa' li froci cor culo dell'arti...

Alessandro

Anonimo ha detto...

Da elettore a sinistra del PD non nasconderei neppure la tendenza buonista e antropologica di questa parte, che si riempie la bocca di parole tanto belle e che poi chiude un occhio su questo degrado. Penso che una sintesi di rigore e di antirazzismo sia la chiave: ma evidentemente abbiamo cervelli binari, o aspichi la ruspa e le castrazioni chimiche come quel nazista oppure i canti popolari e le gioje della cultura orale bla bla

Anonimo ha detto...

>Non dubito che Lei, esimio Professore, nonché estimatore della cultura ROM e Sinti, >non avrebbe nulla in contrario se nel giardino sotto casa sua sorgesse un >accampamento >di famiglie di questi esemplari

ecco, e t'ha detto proprio tanta sfiga ragazzo mio, perché prima di trasferirmi Bruxelles ho vissuto 5 anni a Via Salvatore Talamo e dovevo chiudere le finestre quando si alzavano i roghi. Il resto (ospitalitá a casa mia, cose senza senso cosí) le lascio cadere dai

Anonimo ha detto...

peró sai, la differenza tra una persona normodotata e un rotweiler filonazista, a pari livello di sdegno e incazzatura, é che il primo cerca di razionalizzare, l'altro gli monta la bava alla bocca, poi spreme e scoreggia

tu come la vedi

Anonimo ha detto...

Vorrei porre una domanda:
a chi appartiene quell'area?

Il post suggerisce che sia privata, ma abbandonata perché non si può "sviluppare" (leggi: costruire).
E' davvero così?
In tal caso, credo che ci sia comunque una responsabilità della proprietà nella mancanza di vigilanza, o nel non contrasto attivo (anche con continue denunce alle autorità competenti) alla commissione di reati. Fra l'altro, lo sversamento abusivo di rifiuti è una cosa molto grave che, da sola, comprometterebbe seriamente gli interessi della proprietà.

Oppure si tratta di area pubblica?
Perché in tal caso, chiunque sia a commettere i reati, Rom o Italiani, terrestri o marziani, esiste una chiara responsabilità dell'Ente (Comune?) che ha la responsabilità dell'area, e che ha tutti gli obblighi che gravano sui privati, più ovviamente la responsabilità politica.
E siccome, oltre agli "eletti", negli enti pubblici ci sono anche dirigenti responsabili per il patrimonio, in caso di inerzia nel mettere in sicurezza l'area si configurano anche responsabilità dirigenziali, con relativi danni all'erario.

I Signori che hanno scritto il post e effettuato gli esposti, avendone a mio avviso tutto il diritto, potrebbero anche accertare l'effettiva proprietà dell'area e, se pubblica, procedere con accesso agli atti per verificare se e quali provvedimenti siano stati adottati dai dirigenti.
Se invece risultasse area privata, possono anche procedere per danni contro i proprietari, subendo un danno ingiusto per l'inerzia di questi.

Anonimo ha detto...

Ti amo

Ti amo Virginia
dalla sera alla mattina
festivi inclusi

amo la tua leggerezza
la tua intelligenza

ti amo e ti amo come mai
ti amo peccato
che non lo sai

vedi
a chi ti dice oca
e io con questa mano
lo accopperei

e porterollo in salvo
oltre questa siepe
verso la grande regione
dell'amore fecondo.

(Nando)

Anonimo ha detto...

Ciao Nando, forse dovevi scrivere: porterorno (riferito all'uomo che accoppi)
Bella poesia cmq, bravo

Anonimo ha detto...

"É chiaro come il sole che esiste un grave problema di convivenza e che la situazione, per colpa delle nostre istituzioni fuori controllo, porta a un deterioramento delle relazioni"

il problema c'è in tutta Europa, scordiamoci che sia solo italiano.
E c'è una grossa falla nel tuo ragionamento: ossia che si tratti di un semplice "problema di convivenza". Rendiamoci conto che qui c'è un piccolo gruppo di persone che pensa di avere il diritto di campare derubando e sfruttando gli altri: con questi nessuna convivenza è possibile. Una simile subcultura è semplicemente da estirpare, esattamente come deve essere fatto con la cultura mafiosa o camorristica. O vogliamo dire che è pure quello un problema di convivenza causato dalla carenza delle istituzioni?

Anonimo ha detto...

>O vogliamo dire che è pure quello un problema di convivenza causato dalla carenza >delle istituzioni?

No quello é un problema di ordine e di legalitá - punto
Non mi sognerei mai di dire che bisogna convivere con l'illegalitá, va da sé neppure con le mafie.

La convivenza era un discorso generale, antirazzistico.

Spero di essermi chiarito.

Anonimo ha detto...

"brani di urbanità vuoti, perfetti per chi vuole occuparli illecitamente"

Tonelli (perché sei tu, vero?) da un bel po' sei così preso dalla tua visione urbanistica del millennio scorso, perché ormai chi ha densificato ha capito l'errore che ha fatto costruendo in ogni "brano di urbanità vuoto" che cerca di tornare indietro, da dimenticare un piccolissimo particolare: la gente che occupa illecitamente.
Perché se in quel "brano di urbanità" ci piazziamo il chioschetto disegnato dall'archistar, che vende prodotti di qualità con la gestione assegnata in cambio di manutenzione e sicurezza non è che il chioschettaro la mattina parte alla carica e col phaser di Star Trek vaporizza gli occupanti. Quella gente se la cacci da lì da qualche altra parte andrà e potrai cacciarla da cento posti ma occuperà il centounesimo. Perché esiste e da qualche parte deve andare.
Il problema non è il "brano di urbanità" inedificato ma migliaia di persone che vivono in quelle condizioni.

Anonimo ha detto...

Quella gente se la cacci da lì da qualche altra parte andrà e potrai cacciarla da cento posti ma occuperà il centounesimo. Perché esiste e da qualche parte deve andare.
Il problema non è il "brano di urbanità" inedificato ma migliaia di persone che vivono in quelle condizioni.

Monumento. A volte basta poco. Grazie.

Anonimo ha detto...

Minchia, ma se il problema sono i brani di urbanità vuoti, che si spiani tutto con gittate di cemento a 360°, così saranno perfette come fondamenta per le baracche e gli accampamenti abusivi!

Anonimo ha detto...

Certo che tutto si risolve nello spostare le persone, se poi
-i vigilanti nella metro continuano a chattare sul cellulare invece di fare da ostacolo alle bande di ragazzine
-i servizi sociali non tolgono i bambini alle famiglie che li mandano a rubare
-la finanza non fa qualche accertamento per capire come si comprano le Mercedes
Ci vuole un sistema intorno per gestire queste situazioni (come tante altre 100% italiane) e noi non siamo stati capaci di costruirlo – e si’ che di soldi ne abbiamo spesi, col debito al 120% del PIL da 30 anni.

Anonimo ha detto...

"Il problema non è il "brano di urbanità" inedificato ma migliaia di persone che vivono in quelle condizioni"

dimentichi un dettaglio: non vivono in quelle condizioni perchè sono costretti dai capitalisti cattivi, ma perchè VOGLIONO vivere così, proprio come le due barbone anziane che girano per il centro.
Ad ogni sgombero, i vigili propongono ai vagabondi l'assistenza delle politiche sociali del comune, ma loro rifiutano e se ne vanno da un'altra parte, perchè la legge gli consente di farlo. Se la vuoi, l'assistenza sociale di comune, caritas e parrocchie c'è e ti permette di sopravvivere senza rompere i coglioni a nessuno. Ma loro preferiscono rubare e sentirsi più furbi e liberi di noi, come gli ha insegnato il paparino... e nel frattempo noi ci incartiamo sul "razzismo" (che non c'entra una fava, visto che gli zingari sono della nostra stessa identica razza), e restiamo a guardare e a subire come dei babbei.

Anonimo ha detto...

i campi rom abusivi sono eco-friendly perché tutto il resto è sbegulazzione & cemendifigazzione s.p.a.

Anonimo ha detto...

Ciao volevo dire che quel campo lo conosco da vicino e la situazione non è delle migliori. Purtroppo i ragazzi e le famiglie si trovano in condizioni disagiate. Stiamo cercando di risolvere la questione dei roghi, al momento però l'unico mezzo che molti hanno (mi riferisco agli ingombranti) è appunto la combustione. Dobbiamo pazientare tutti: mi rendo conto che la situazione non è rosea e abbiamo già avuto alcune accese discussioni con gli abitanti. Io credo che dei miglioramenti potranno già avvenire tra la fine dell'anno e il 2018, ma questo richiede molta organizzazione. Nel frattempo la priorità uno è la messa in sicurezza delle famiglie del campo.

Anonimo ha detto...

5:48 ti prego di non parlare per sentito dire e di conoscere la realtà da vicino e di non aumentare la lista di preconcetti e di teorie sociologiche strampalate che non aiutano la comprensione del fenomeno. I campi esistono solo in alcuni paesi (l'Italia è regolarmente multata dall'EU proprio per i campi), e sono ovviamente superabili anche nell'alveo della cultura di partenza. Ti inviterei ad approfondire con letture informative o meglio di venire a lavorare come volontario.

Anonimo ha detto...

Meglio l'abusivismo rom della cementificazione selvaggia.
Un militante m5s

Anonimo ha detto...

Errore, Roma prende 65 milioni di euro l'anno dall'UE per tenerseli. Non credo che li manderanno mai via.

Anonimo ha detto...

"per tenerseli" < niente, non c'è cazzo da fa'. Non si riesce a fare un ragionamento uno. Preconcetti, odio, frasi buttate là.

http://ec.europa.eu/justice/discrimination/roma-integration/italy/national-strategy/national_it.htm

e

fonte: http://www.formez.it/sites/default/files/scheda_rom.pdf

"Per l’Opera Nomadi infatti il dato realistico è intorno alle 170.000 presenze, il che equivale ad una percentuale dello 0,2%, una delle più basse d’Europa ( in Grecia tale percentuale è del 2%, in Spagna dell’1,6%, in Francia dello
0,5%). Circa la metà dei Rom e Sinti residenti in Italia hanno cittadinanza italiana mentre l'altra metà proviene principalmente dalla Romania ma
questa situazione è in rapida evoluzione e probabilmente questo equilibrio non è più tale"


Anonimo ha detto...

<< Ciao volevo dire che quel campo lo conosco da vicino e la situazione non è delle migliori. Purtroppo i ragazzi e le famiglie si trovano in condizioni disagiate. Stiamo cercando di risolvere la questione dei roghi, al momento però l'unico mezzo che molti hanno (mi riferisco agli ingombranti) è appunto la combustione. Dobbiamo pazientare tutti: mi rendo conto che la situazione non è rosea e abbiamo già avuto alcune accese discussioni con gli abitanti. Io credo che dei miglioramenti potranno già avvenire tra la fine dell'anno e il 2018, ma questo richiede molta organizzazione. Nel frattempo la priorità uno è la messa in sicurezza delle famiglie del campo.

marzo 21, 2017 7:33 PM>>

immagino che siete associazioni tipo Opera Nomadi o roba del genere, bene, non c'avete capito un cazzo: la priorità è bonificare l'area, la situazione è insostenibile e non è possibile accettare che accumulare rifiuti e bruciare immondizia sia l'unica cosa che gli abusivi possano fare perché è un reato e stop, il resto sono cazzate.
avete seriamente rotto, ora basta.


Anonimo ha detto...

Sono solo un cittadino impegnato, non afferisco a nessuna cooperativa. I roghi vero sono illegali e non li approvo. Dico solo che non credo che le cose cambieranno alla svelta. Fino ad allora, finestre chiuse (la diossina è cancerogena) e speriamo che la situazione possa trovare un punto di svolta, in primis per la vita degli occupanti. Buonasera

Theresa williams ha detto...

Ciao sono Theresa Williams Dopo essere stato in rapporto con Anderson per anni, ha rotto con me, ho fatto tutto il possibile per riportarlo indietro, ma tutto è stato vano, lo volevo tornare tanto per l'amore che ho per lui, lo pregai con tutto, ho fatto promesse, ma ha rifiutato. Ho spiegato il mio problema al mio amico e ha suggerito che dovrei piuttosto contattare un mago che potrebbe aiutare me un incantesimo per riportarlo indietro, ma io sono il tipo che non ha mai creduto in magia, non avevo altra scelta che tentare, io mail il mago, e mi ha detto che c'era un problema che tutto andrà bene prima di tre giorni, che il mio ex tornerà a me prima di tre giorni, ha gettato l'incantesimo e sorprendentemente nel secondo giorno, era intorno 16:00. Il mio ex mi ha chiamato, ero così sorpreso, ho risposto alla chiamata e tutto quello che disse era che lui era così dispiaciuto per tutto quello che è successo che voleva me tornare a lui, che mi ama così tanto. Ero così felice e sono andato a lui che era così che abbiamo iniziato a vivere insieme felicemente di nuovo. Da allora, ho fatto promessa che qualcuno so che hanno un problema di rapporto, mi sarebbe di aiuto a tale persona da lui o lei si riferisce all'unico mago reale e potente che mi ha aiutato con il mio problema. e-mail: drogunduspellcaster@gmail.com lo si può e-mail se avete bisogno la sua assistenza nel vostro rapporto o di altri casi.

1) incantesimi d'amore
2) Incantesimi amore perduto
3) Incantesimi Divorzio
4) Incantesimi di matrimonio
5) incantesimo.
6) Incantesimi Breakup
7) Bandire un amante passato
8.) Si vuole essere promosso nel vostro ufficio / incantesimo lotteria
9) vogliono soddisfare il vostro amante
Contatta questo grande uomo, se si hanno alcun problema per una soluzione duratura
attraverso drogunduspellcaster@gmail.com

Anonimo ha detto...

Non possiamo lamentarci sempre di tutto. Pensate all'Ilva alla Terra dei Fuochi. Roma é una cittá tutto sommato PULITA e qualche rogo é MARGINALE e TRASCURABILE. Bisogna essere flessibili e avere RISPETTO per le persone, TUTTE. A che vi serve lo spazio in Via Teano? Bella campagna romana, che Pasolini decantava... vorreste trasformarlo in un parcheggio, magari un drug store. Scordatevelo. Finché ci saremo NOI questo non succederá. Solidarietá alle ragazze delle cooperative, attaccati ignobilmente dagli ABUSIVI UMANI.

Uno vale uno.

Credito Locali ha detto...

Piccola Offerta di credito in particolare, in Italia, serio e onesto: credito.locali.veloce@gmail.com

Ciao la popolazione dell'italia e altrove, ha la vostra attenzione i miei fratelli e sorelle in italiano, un'opportunità per essere in grado di contenere il sorriso, anche se tutto va storto. Per una ricerca di credito urgenti per divertire il bambino o sollevare il nuovo anno, si prega di contattare il l'agenzia di Credito Locali Veloce (C.L.V), per un prestito di 500 a 50.000 euro in 24 ore a 2%, senza alcun protocollo. Per qualsiasi consiglio, si prega di contattare l'indirizzo e-mail: credito.locali.veloce@gmail.com

Anonimo ha detto...

ho vissuto per 6 anni in quella zona, quando andavo all'università dal 2000 al 2006, venendo da un piccolo paese del sud quando mi sono trasferito là non mi sembrava vero: un quartiere vivo, in fermento culturale ed in evidente ascesa dal punto di vista della qualità della vita, c'era una signora che viveva nell'appartamento di fronte che diceva che era molto contenta che dopo anni di abbandono il Prenestino stava vivendo una riqualificazione.

A distanza di 10 anni non posso che constatare che la tendenza di quegli anni si è del tutto invertita e per caso nel mese di dicembre ho trascorso alcuni giorni a casa di amici che vivono ancora in quella zona e non mi sembrava vero:
1) il Pigneto è diventato solo un quartiere di spaccio e movida selvaggia
2) la zona di Malatesta è sporca e l'immondizia si trova ad ogni angolo di strada
3) Ci sono centinaia di rom che trasportano immondizia nei passeggini e sembra quasi normale, la gente è ormai assuefatta

l'appartamento dei miei amici, acquistato a caro prezzo 15 anni fa, si trova a ridosso dell'area di via Teano, una bella palazzina in un complesso tranquillo che a suo tempo mi sembrava signorile, a dicembre dal terrazzo di casa loro si vedevano le baracche addirittura con le luci di natale, cumuli di immondizia e la sera roghi continui, i miei amici disperati perché era inutile tenere le finestre chiuse e le tapparelle abbassate, l'odore di plastica bruciata arrivava fin dentro tanto che era appestante.

Come si faccia dire che è una cosa accettabile una situazione del genere non so, ho letto che il comitato di quartiere del Pigneto lotta contro la speculazione edilizia ed è contrario al fatto che lì si costruisca un centro sportivo (credo) il dubbio è che il comitato sia mosso dai fili di chi nella situazione attuale ci sguazza, è vergognoso.

Ho visto un quartiere imbruttito, sporco, pericoloso, ai limiti della abitabilità, i miei amici mi hanno detto che hanno venduto casa proprio pochi giorni fa e compreranno una casa fuori Roma in un piccolo comune dove la vivibilità è migliore, la loro casa era bellissima ed è un peccato che questa situazione stia spingendo le persone ad andare via, il quartiere rischia di diventare un ghetto.
mi piange il cuore.

Anonimo ha detto...

> l'appartamento dei miei amici, acquistato a caro prezzo 15 anni fa,

comprare casa a roma prima della crisi. bella cazzata. e ora tutti a acilia, e ogni giorno pendolariamo a roma cor maghenone

chapeau.

Rachele ha detto...

Direi in primis per i cittadini del quartiere, forse, eh? Sono loro le vere vittime.
In un posto normale gli zingari verrebbero incriminati per disastro ambientale, mentre qui trovano persino solidarietà e per i residenti onesti che devono vivere murati in casa loro nessuno piange una lacrima.

Anonimo ha detto...

Chi ha votato come me Movimento non puó che essere solidale con chi presidia un pezzo di campagna romana, per quanto degradato, dall'inevitabile processo di cementificazione che sta massacrando Roma. Solidarietá quindi alle associazioni, ai volontari, ai comitati di quartiere.

Perdona, non é cattiveria, ma se uno compra casa a fior di quattrini un minuto prima dell'esplosione della bolla (che anche lui ha contribuito a creare votando a sx per tutti questi anni) non sará colpa dei Rom giusto?

Detto questo ora l'amico vive fuori Roma, benissimo. Proprio c'avete il pallino della cubatura selvaggia.

Anonimo ha detto...

Mannatece Theresa Williams: tempo 20 minuti e scappano tutti a gambe levate...
Problema risolto.
Poi, tempo pochi giorni, se ne crea un altro: Theresa Williams il terrore del Prenestino.
Qualcuno potrebbe rimpiangere la diossina, alla lunga...
Come fai, sbaji...

Anonimo ha detto...

questi che stanno fingendosi elettori del M5S dicendo che sono meglio i rom rispetto allo sviluppo dell'area sono dei troll!

Sono attivista del M5S del V municipio e non esiste! quella situazione deve essere fermata, il prima possibile e con ogni mezzo.

Anonimo ha detto...

fino a che ci saranno i 5stelle al municipio la situazione non cambierà, non raccontiamoci fregnacce! con Palmieri (che non era certo il mio preferito) il degrado di quell'area è stato limitato, non eliminato ma contenuto in certi limiti.

via i 5stelle insieme ai rom!

Anonimo ha detto...

Lo sapete a che servono queste acampadas. Servono a sollecitare il prossimo intervento di somma urgenza, e il pronto e milionario intervento di qualche cooperativa.
Non so se i 5 stelle agevolino certe ignobili prassi tangentizie, ma sull'unità di intenti dei loro predecessori non ci sono dubbi.
Correva l'anno 2013, si approssimava il ballottaggio marino-alemanno; mi trovavo a un social convivio con un prete e 5 manichini di forza nuova. Davo per scontato che votassero alemanno e invece alla sola idea facevano muro, con allusioni indecifrabili. Si guardavano come se non potessero parlare chiaramente e ripetevano, "marino e alemanno è uguale, è uguale" e alle mie obiezioni infine riferirono di generici "accordi" non meglio specificati.
Posso solo supporre che gli unici accordi che possono legare due partiti formalmente opposti, siano quelli spartitori. E siccome forza nuova è comunque un partito, e certe cose le conosce, quando perde la possibilità di sedersi al tavolo, nemmeno va a votare.

Anonimo ha detto...

h. 11.16, non dire cretinate. Gli zingari di una volta, che stavano tre giorni fuor di porta a fare i saltimbanchi e poi ripartivano, e che se diventavano stanziali lo facevano lavorando e non disturbando nessuno, non hanno niente a che vedere con questi ricaschi dell'Europa dell'est.
Forse più che accordi tra i partiti sono accordi tra i partiti, le cooperative e le banche.
D'altro canto questo martellamento ininterrotto pro europa unita e pro melting pot massonide, ha una sola spiegazione: pazzia e avidità. Non altro.

Anonimo ha detto...

Io ho provato per anni a denunciare abusi e reati di zingari ed extracomunitari, e le forze dell'ordine di zona me ne hanno fatte di tutti i colori, mani addosso comprese.
Che dietro zingari e immigrazione ci sia un enorme giro mazzettaro è l'ipotesi minima garantita, ma sicuramente dietro c'è anche molto altro.

Anonimo ha detto...

Ah questo è sicuro. Intanto ci sarà probabilmente un ordine a monte, a livello di governo, dato alle forze dell'ordine, di non intervenire su questi feneomeni.
Le forze dell'ordine italiane, poi, di fatto servono solo a: 1) dare un posto ad un rraccomandato; 2) per i comodi di loro stesse; 3) per scortare i politici. Poi, sono formate da gente assunta male, mal selezionata e peggio formatata, per cui che volgiamo pretendere?
Qui ci vorrebbe una decina d'anni di Polizei tedesca, allora si che qualcosa cambierebbe. La polizia nostra, invece, andrebbe mandata in Germania, dove verrebbe messa in riga a partire dai cittadini tedeschi stessi.
Comunque, se fossi in te, non esiterei a denunciare le forze dell'ordine che ti hanno trattato male, per abuso di potere e di ufficio. Inoltre, potrebbero anche commettere reato di omissione d'atti d'ufficio, se non intervengono. Ma devi farti assistere da un bravo avvocato, che però costa.

Anonimo ha detto...

Gli zingari esistono anche in altre nazioni europee, questo è vero. La differenza sostanziale, però, è che là rigano dritti, perchè le leggi intanto vengono fatte rispettare, e poi sono uguali per tutti, ed a nessuno sono permessi certi comportamenti.
Però, se vengono classificati nomadi, non dovrebbero essere stanziali, nel senso che il nomade, per natura, dovrebbe continuamente spostarsi, se no nomade non è. Qui, invece, trovano la cuccagna, perchè sanno che godono di certe impunità, e di conseguenza non vanno via. Non "nomadano", insomma.

Anonimo ha detto...

Infatti, in Francia ho visto campi nomadi, ma sembrano normali campeggi, puliti e ben tenuti dagli stessi abitanti nomadi, perchè là non esiste che fai il porco del comodo tuo solo perchè sei nomade, zingaro o affine. Questo è il discorso. Non gli viene permesso.
In Francia, però, non dimetichiamoci che nel 1789 il popolo fece una rivoluzione dura per comnbattere certe storture da parte di chi li governava, e per creare il motto "Libertè, egalitè, fraternitè". E non dico altro.

Anonimo ha detto...

Non è vero che le forze dell'ordine sono tutte così, anzi, abbiamo dei corpi di polizia che sono spettacolari, ma è vero che laddove esista un nucleo esteso di corruzione - per essere eufemistici - come in Italia, i migliori si trovano sovrastati dalle infiltrazioni di feccia.
La dettagliata relazione su quanto subito dopo aver tentato di denunciare, è stata agilmente imboscata dal legale consultato, il quale per un anno ha dichiarato di averla presentata, l'anno successivo di averla solo riportata informalmente in Procura, e poi si è scoperto che non ha mai né consegnato né riferito proprio niente. Nel contempo ha ottenuto una serie di rapporti fiduciari per le gare d'appalto nei comuni laziali, probabile compenso per la "prestazione" di imboscamento.
Questa è la mafia romana, ossia la mafia tout cour, avvocati, pubblici ufficiali e politici, altroché storie.

Anonimo ha detto...

In Francia ho vissuto per quasi un anno e non ho visto un campo nomadi, né uno zingaro, tranne una volta una, questuante, sotto la torre Eiffel.
Se ci sono campi nomadi evidentemente non sono entro la cinta urbana, né nelle banlieu, ma fuori. E sono campi di transito.
Sulla polizei tedesca, soprassediamo.
Qui il problema non è di competenze, che in Italia non si superano. Anche i più corrotti fra gli agenti hanno un bagaglio di preparazione che non ha pari nel mondo, non parliamo poi dell'Arma dei Carabinieri che è un gioiello di contegno e dignità militare che tutti ci invidiano, qui il problema è di infiltrazioni mafiose.

Anonimo ha detto...

Mi dispisce ma non concordo. Le altre polizie di nazioni più evolute hanno una preparazione ed una efficienza maggiore della nostra, sotto vari aspetti, sia organizzativi che operativi. E questo perchè le stesse polizie sono, di fatto, l'espressione della popolazione.
Laddove la qualità della vita è maggiore, tutto funziona meglio, polizie comprese.
Tanto per fare un esempio, all'estero non ho mai visto pattuglie passare col rosso a lampeggiatore e sirena spenti, perchè "tanto lo possono fare". Là sono le prime che rispettano la legge, e non le prime che se ne infischiano perchè hanno il potere.
Inoltre, da noi c'è una percentuale di forze dell'ordine notevole in rapporto al numero degli abitanti...e non si vedono mai. In diverse nazioni europee, le polizie svolgono gli stessi compiti con maggiore efficienza e con minor impiego di gente.
In Germania o in Francia, ad esempio, se chiami la polizia viene subito, e non dopo ore, tanto per fare un banalissimo esempio. Quindi non è come dite voi.
Leggete questo link, prima di parlare:

http://scialoja.blogautore.espresso.repubblica.it/2014/03/23/in-italia-forze-dellordine-con-organici-piu-numerosi-degli-altri-paesi-europei/

Anonimo ha detto...

Sì, è vero questo. Ed aggiungo anche un'altra cosa: nelle nazioni evolute, come provi a fare un'infrazione stradale, subito si materializza dal nulla una pattuglia che interviene. Qui non è mai così, tanto per fare un'esempio.
A Monaco di Baviera ho potuto visitare alcuni impianti ferroviari e metropoltani, dove ho trovato treni puliti e ben tenuti. Mi hanno raccontato che anche là qualche vandalo entra la notte per deturpare i treni, ma tre volte su quattro la polizia prontamente interviene e li becca. E i danni li pagano e come.
Aggiungo che Monaco è una delle venti città col la qualità della vita più alta nel mondo.
Qui a Roma non vedete come sono ridotti i treni? Quindi vuol dire che, la notte, nessuno controlla e nessuno interviene.
Già questo la dice lunga.

Anonimo ha detto...

Non è così. Voi fate riferimento al decoro, che presuppone non tanto forze di polizia efficienti quanto un sistema che converga sul mantenimento dell'ordine.
Da noi fin dagli anni'60 è stato innescato un meccanismo di induzione al disordine, creato con strumenti di deculturazione, corruzione e meccanismi terroristici.
Ciò si traduce anche nei meccanismi inibitori dell'azione delle forze di polizia e della stessa magistratura.
In Inghilterra se passi col rosso rischi di essere preso a manganellate da un vigile, senza che nessuno intervenga in tua difesa.
In Italia c'è un nucleo di politici, giornalisti, avvocati e anche magistrati, che studia il modo di amnistiare gli ergastolani "redenti", depenalizzare i reati e a inquisire agenti e giudici efficienti.
Non è che la polizia possa passare il tempo a pattugliare le metro o i campi incolti. I trasgressori delle regole andrebbero semplicemente arrestati. Ma in parlamento abbiamo gente che vuole eliminare il concetto stesso di reato. E l'attuale capo della polizia è quello che d8ifende l'invasione migratoria e le occupazioni abusive. De resto gli imprenditori di mafia capitale usavano come intermediario un vertice della polizia come odevaine.
Il problema in Italia è che la politica mangia sugli appalti, e si compra i rappresentanti delle istituzioni coi posti di lavoro resi disponibili dall'imprenditoria. Quindi se tu vai a denunciare lo zingaro o la nigeriana incappi in pubblici ufficiali inseriti in questa piramide di poteri e favori, disposti a fare QUALUNQUE COSA pur di non farti contribuire a boicottare il sistema che gravita attorno agli appalti.
Chiaro che così si è creato un sistema darwiniano di selezione dei mafiosi, che consente la sopravvivenza degli sgarrupati e mette a dura prova gli altri, che vengono trasferiti, indagati e calunniati a mezzo stampa.
Caso ormai monumentale, quello del capitano De Caprio, e più recente, l'infame trasferimento del pm Pier Paolo Bruni.
Quando si parla di ufficiali VERI, di divisa e di spirito, la nostra tradizione è senza pari.
Te lo dimostra anche la complessità e la raffinatezza delle indagini che conduce la nostra polizia giudiziaria.
Roba che in confronto nel resto d'Europa, ma anche negli USA, sono a livello investigativo dei Fleenstone.
Poi però se toccano uno zingaro, sono guai.
Tutto qua.


Visentin Paola ha detto...


I veri esseri umani sono coloro che sanno venire in aiuto ai loro simili quando soffrono. Quest'uomo mi ha fatto un prestito di 85.000€ senza il tutto complicarmi la macchia al livello dei documenti che chiedono le banche in occasione delle domande di prestito. Ho deciso oggi di testimoniare nel suo favore voi potete contattarlo per e-mail: e-mail: muscolinogiovanni61@gmail.com

Theresa williams ha detto...

Ciao, io sono Theresa Williams Dopo essere stato in rapporto con Anderson per anni, ha rotto con me, ho fatto tutto il possibile per riportarlo indietro, ma tutto è stato vano, lo volevo indietro tanto per l'amore che ho per lui, lo pregai con tutto, ho fatto promesse, ma ha rifiutato. Ho spiegato il mio problema al mio amico e ha suggerito che dovrei piuttosto contattare un mago che potrebbe aiutarmi a un incantesimo per riportarlo indietro, ma io sono il tipo che non ha mai creduto nel periodo, non avevo altra scelta che tentare, io mail il mago, e lui mi ha detto che non c'era problema che tutto andrà bene prima di tre giorni, che il mio ex tornerà a me prima di tre giorni, ha gettato l'incantesimo e sorprendentemente nel secondo giorno, era circa 4:00. Il mio ex mi ha chiamato, ero così sorpreso, ho risposto alla chiamata e tutto quello che disse era che lui era così dispiaciuto per tutto quello che è successo che voleva me di tornare a lui, che mi ama così tanto. Ero così felice e sono andato a lui che era così che abbiamo iniziato a vivere insieme felicemente di nuovo. Da allora, ho fatto promessa che nessuno che conosco che hanno un problema di rapporto, vorrei essere di aiuto a tale persona da lui o lei riferendosi al l'unico mago reale e potente che mi ha aiutato con il mio problema. e-mail: drogunduspellcaster@gmail.com lui si può e-mail se avete bisogno il suo aiuto nel vostro rapporto o di altri casi.

1) incantesimi d'amore
2) Incantesimi amore perduto
3) Incantesimi Divorzio
4) Incantesimi di matrimonio
5) incantesimo.
6) Magie Breakup
7) Bandire un amante passato
8.) Si vuole essere promosso nel vostro ufficio / incantesimo lotteria
9) vogliono soddisfare il vostro amante
Contatta questo grande uomo, se si hanno alcun problema per una soluzione duratura
attraverso drogunduspellcaster@gmail.com

ShareThis