La storia incredibile del Parco della Resistenza. La villa che viene pulita una volta l'anno

20 marzo 2017







Tra le mille altre follie, a Roma abbiamo anche l'unico caso occidentale di grande parco pubblico che viene pulito e manutenuto seriamente solo una volta all'anno. La dannazione sta nel nome: il parco si chiama "della Resistenza dell'8 settembre" e viene sistemato solo l'8 settembre, di ogni anno, in occasione delle celebrazioni. Per il resto le condizioni sono quelle che vedete nelle foto, nel filmato, e pure peggio di così. Ogni albero è ricovero di sbandati, perdigiorno, ubriaconi. La spazzatura invade i vialetti, la frequentazione non esiste più salvo qualche sparuto cittadino che viene a correre e qualcuno a far cagare i cani. Fine. Zero turisti, zero bambini nell'area giochi, zero nonni coi nipotini o mamme col passeggino. E' tutto infrequentabile e fetente. Ormai le inquietanti persone che hanno requisito questa splendida area verde tra Porta San Paolo e Piazza Albania hanno costruito nel parco le loro casupole in cartone:  una autentica favela.
E pensare che l'area è strategica: serve tanti residenti, è sulle assi turistiche che collegano Testaccio ad Aventino ed è di fronte ai tanti nuovi appartamenti che si stanno realizzando nell'ex complesso di BNL. I nuovi residenti dell'area - dopo aver comperato le loro case di lusso - avranno una amara sorpresa: il verde sotto casa loro risulterà inservibile e abbatterà il valore delle loro case. 


E pensare che basterebbe davvero pochissimo. Come risolvere queste faccende lo abbiamo specificato mille volte, ma lo ripetiamo. Occorre innescare un conflitto di interessi sano tra chi ha interesse a stare nel degrado e a utilizzare in maniera anomala spazi pubblici e chi invece grazie alla perfetta manutenzione di questi spazi fa business. In parco e grande e c'è potenzialità per installarci almeno due chioschi: bar, piccoli ristoranti, street food, sale da te. Una per la verità già esiste, anche se ha l'ingresso da fuori, ma non ha alcun obbligo di manutenzione: può occupare un pezzetto di parco semplicemente pagando un irrisorio affitto. 

Quel che si dovrebbe fare invece è concedere delle piccole porzioni di spazio a giovani, capaci e seri imprenditori. I quali, dopo aver vinto un bando, avranno l'obbligo se vogliono continuare a svolgere la loro attività a pulire, manutenere, segnalare anomalie, aprire e chiudere il parco alle ore prestabilite. E avranno tutto l'interesse per farlo: più il parco sarà sicuro, impeccabile e pulito e maggiore sarà il loro business all'interno. Il Servizio Giardino dovrebbe a quel punto limitarsi soltanto a controllare che tutto vada per il meglio, raccogliere le eventuali lamentele dei cittadini e seguire la manutenzione straordinaria e le grandi potature. Fine. 

Così vincono tutti: i cittadini hanno aree verdi controllate e pulite, si creano nuovi posti di lavoro, i turisti hanno servizi all'altezza di una capitale europea, il Comune incassa soldi dell'affitto e si libera dalla necessità di manutenere un suo bene trasformando un problema in un'opportunità. Ma tutto questo non si farà mai, a maggior ragione con questa amministarzione: nei problemi sguazzano i pescecani e le mafie che portano voti con le orecchie, nelle opportunità emergono solo le persone di qualità e per bene. 

45 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

Sono decenni che si fanno bandi, e i giovani imprenditori capaci al momento sono alla sbarra per associazione mafiosa.
Ma ci fai o ci sei?
Se ne deve occupare il Comune.

Anonimo ha detto...

E ringraziamo il cielo che avvenga una volta l'anno.....

Anonimo ha detto...

Gli imprenditori non rispettano mai "gli obblighi" contrattuali, basta vedere il caso di metro C. Si concorre sempre con la prospettiva di fottere il Comune.
Come li vincoli eventualmente a svolgere il servizio di pulizia e controllo?
Certe clausole sarebbero coercitive solo se lo Stato funzionasse. Ma se lo Stato funzionasse, i parchi li gestirebbe il personale pubblico.
L'unica coercizione ancora efficace è quella giudiziaria, che arriva però a posteriori, quando ormai il privato ha devastato sia la cassa pubblica, che il servizio che avrebbe dovuto rendere.

Anonimo ha detto...

Parco di Madrid, Capitale di Paese latino e mediterraneo, abitato da gente piu' bassa e scura di noi, con disoccupazione al 20%. Tanti auguri.....

https://www.google.co.nz/url?sa=i&rct=j&q=&esrc=s&source=images&cd=&cad=rja&uact=8&ved=0ahUKEwjXvsSs5uTSAhUJWrwKHa7HCDYQjRwIBw&url=https%3A%2F%2Fwww.dreamstime.com%2Fstock-photo-buen-retiro-park-madrid-flower-beds-spain-image45822386&psig=AFQjCNFuh_kcweFs07PoDHiSDPTgrLsBVQ&ust=1490089529454635

Anonimo ha detto...

Quel che si dovrebbe fare invece è concedere delle piccole porzioni di spazio a giovani, capaci e seri imprenditori. I quali, dopo aver vinto un bando, avranno l'obbligo se vogliono continuare a svolgere la loro attività a pulire, manutenere, segnalare anomalie, aprire e chiudere il parco alle ore prestabilite. E avranno tutto l'interesse per farlo: più il parco sarà sicuro, impeccabile e pulito e maggiore sarà il loro business all'interno. Il Servizio Giardino dovrebbe a quel punto limitarsi soltanto a controllare che tutto vada per il meglio, raccogliere le eventuali lamentele dei cittadini e seguire la manutenzione straordinaria e le grandi potature. Fine.

AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH

Anonimo ha detto...

Fammi capire, uno apre un chiosco in mezzo al lerciume per vendere formaggio ai ratti? Se apri un attivita` del genere e` primariamente tuo interesse tenere pulito e rendere attraente il parco o no?

Cristina dell'Amore ha detto...

Blogmaster, che tipo di problema hai? Ricordi come è finita la storia dei punti di eccellenza?

Anonimo ha detto...

Si, capirai, posti di lavoro per bangladesh ed immigrati, altro che per romani disoccupati.
Ancora con la storia dei privati?

I privati, da Viterbo in giù, vogliono dire MAFIA.

Neanche immaginate con quale agilità dirottano i soldi delle tasse verso i loro affari, basta un aggancio al Comune o in qualche Ministero, senza dare nulla in cambio, figuriamoci per un misero parco pubblico, si mangiano tutto.
Ancora credete alle favole, mica vi bastano gli innumerevoli esempi di ruberie, proprio di privati.
Poi, come dice bene qualcuno, sono ormai quasi tutti indagati!
Già è tanto che non ci mettono le prostitute, in questo parco.

Anonimo ha detto...

"...Se apri un attivita` del genere e` primariamente tuo interesse tenere pulito e rendere attraente il parco o no? "

Si, come no. Sai che gli frega.
Tra un pò servirà il gettone mafioso da un euro per entrare nei parchi.

Roba da pazzi.

Anonimo ha detto...

Ma col privato nun se po fa: c'è a sbegulazione , a colada de cemendo. Meglio che gestisce il comune che ce stanno un sacco de cognati e di parenti da sistemare

Anonimo ha detto...

" Meglio che gestisce il comune che ce stanno un sacco de cognati e di parenti da sistemare"

ahahahhhhhhhahahahahahahahahahahahahahahaahahhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhh

Nooo, invece il privato, specie a Rioma, chissà come assume e chi assume, sempre che siano romani, perchè ormai c'è da sistemare il rumeno e il bangladesh.

Nooo, il privato assume tramite annuncio...aahhahahaahahhahahaahhahahahahahahahaha

Pensate che, tempo fa, andai in un istituto di vigilanza PRIVATO, RIPETO, PRVATO, e sopra ad ogni curriculum c'era scritto SEGNALATO DA....,

eccolo il vostro privato onesto.

beata ingenuità, vostra.

Anonimo ha detto...

Articolo da ENCOMIARE. Lucidissima analisi, bravi. Continuate così.

Anonimo ha detto...

Articolo DA CANCELLARE, stupido ed inutile, analisi ingenua e non adatta ad una città mafiosa come roma, spesso sbagliate anche voi.

Anonimo ha detto...

Come si fa a dire che se ne deve occupare il Comune, cioè l'AMA o chi per loro? Non vi siete accorti che ai dipendenti pubblici piace passare la giornata senza far nulla perché tanto sono illicenziabili? Aspetta e spera...

Anonimo ha detto...

Perdonate l'OT - ma non trovo purtroppo un articolo adatto ad elogiare la bellezza fisica di Virginia Raggi, di cui (ve lo confesso) mi sono innamorato. Ebbene sí, innamorato... innamorato dei suoi capelli lunghi, delle sue gentili mani affusolate, dello sguardo di ragazzina ingenua e dolce eppure strabiliante di freschezza e di intelligenza. Come dice Neruda, vorrei dedicarti il sole e la terra e i vulcani e il mare e il sale marino e i pesci che saltano nel piccolo oceano azzurro, per quanto bella tu sei... e perdonami se questo sentimento ingenuo attirerá l'ira dei miei consanguinei... ma insomma non esistono solo i problemi di questa cittá, esiste anche (dio mio!) la bellezza, e cosí vi prego di perdonarmi, non disturberó piú. Sei bellissima e spero che tu possa essere sindaco ben a lungo. Sei un raggio di sole sul Campidoglio. Tuo - MC

Anonimo ha detto...

il problema è che anche affidando la manutenzione ai privati in cambio della possibilità di gestire attività economiche all'interno del parco, ci sarebbe sempre la necessità di un'azione di controllo verifica e sanzione da parte del pubblico circa il rispetto degli oneri da parte dei privati.
e secondo voi quelli del comune di roma sono in grado di fare questi controlli????
ve lo dico io, tempo un anno e se svilupperà na mafia per cui io chiudo un occhio, tu me dai la stecca, il parco ritorna a esse na discarica, i romanari so contenti de avecce la latrina a cielo aperto pe i cani, i dipendenti del comune se ingrassano e i privati tirano a campare.

Anonimo ha detto...

Anonimo 2:48 "e secondo voi quelli del comune di roma sono in grado di fare questi controlli????
ve lo dico io, tempo un anno e se svilupperà na mafia per cui io chiudo un occhio, tu me dai la stecca, il parco ritorna a esse na discarica, i romanari so contenti de avecce la latrina a cielo aperto pe i cani, i dipendenti del comune se ingrassano e i privati tirano a campare."

E vabbé allora possiamo anche tirare definitivamente la catena sulla cittá di Roma, visto che ogni cosa finisce cosí. Cmq é incredibile il pessimismo che si respira in questa cittá. Leggetevi i commenti - "eh se te pare" - "se vabbé" - "vabbé se" - "ciao core", "ah illuso", "se tanto che no sai", "eh vabbé ma tanto i privati che no sai"

Cristo dio, orripilante il cinismo e la disillusione.

Anonimo ha detto...

Quel parco e' una merda...la domenica ucraini e polacchi si azzuffano e bevono come carrette...sta citta' e' immonda

Anonimo ha detto...

Lo so io che cura ci vorrebbe per la cittá di Roma - castrazione chimica per i romani, olio di ricino, botte in faccia (steccate), chiodate sulle mani, riforma dei corpi municipali con la scure, buffetti con la tirapugni ai cittadini, pistolettate con le scacciacani... e un bel ventennio di terrore pubblico, in cui il Romano lo rimettiamo in riga (rapiamolo a zero, facciamolo mangiare meno, togliamogli il footbal, il calcetto, la biciclettatina sulla ciclabile della domenica) - lasciamo solo le corse campestri, organizzate cosí: partenza 100 metri dal tevere, te do foco - se corri e te butti al fiume in tempo ti salvi

Sono forse soluzioni che appajono radicali, forse estreme e un po' di destra - ma questa sarebbe la cosa piú soft che immagino di fronte alla mentalitá del Romano

Anonimo ha detto...

E vabbé allora possiamo anche tirare definitivamente la catena sulla cittá di Roma

...infatti, altrimenti si chiamerebbe Bolzano o Trento, li ancora possono salvarsi, e la mafia non ha attecchito come qui, ma stanno facendo i primi passi, e lo capisce CHI HA OCCHI PER CAPIRE.
Qui la situazione di certo è compromessa, ma mica da oggi, sono almeno 15-20 anni.
Omertà diffusa, menefreghismo, pessimisto, egoismo...qui il lavoro è solo scambio di favori:
no favore? No lavoro. Come nel profondo sud.
Hai voglia a fare finta di niente, come fate voi.
Hai voglia a cercare il privato, e chi, quello che conosce il camorrista o quello che conosce il mafioso?
Basta vedere che lavorano solo gli immigrati, e che se non conosci stai a casa ANNI, o per sempre, più mafia di così cosa c'è?
Manco a Palermo stanno ridotti così.

Anonimo ha detto...

Voi romani, quando guidate di m e r d a come solo da qui in giù sapete fare, o quando parcheggiate in doppia, o quando annate ao stadio a strillare, sappiate che state facendo un favore a chi vuole che le cose vadano così, della serie "me faccio li stracaz z i miei e degli altri me ne fotto".
Ecco, la mafia prospera su questo stato di cose.

Anonimo ha detto...

Quindi insomma la funzione di questo blog e di questi commenti, se capisco bene, é di piangersi addosso e di chiudere il sipario su Roma?
Ma poi "visto che lavorano solo gli immigrati" < in che senso? Gli immigrati fanno tutti quei bei lavori che non facciamo piú noi, badanti, fruttaroli, pizzettari...

Roma é divorata dalla Mafia: bene. Detto questo? L'immigrazione é una risorsa a basso costo per la Mafia, o vogliamo colpevolizzare sti poracci che vengono a lavorare?

Guardi io non so lei, ma ringrazi il cielo che esistano le filippine a pulire il culo ai vecchi malati e dementi, visto che il sistema di assistenza istituzionale é insufficiente. Ringrazi che fanno i figli che non vogliamo piú fare. Bisognerebbe davvero iniziare a guardare in faccia la realtá, dividere il bianco da tutte le sfumature di grigio prima di dire "é nero".

Sappiamo che in Italia ci sono molti meno immigrati che negli altri paesi occidentali? É un problema di immigrazione o di uno stato che non sa gestirla?

Trento e Bolzano: sti cazzi. Se uno é di Roma pensasse a Roma.
Io non verró mai piú su questo sito. É un coacervo di nulla e di rancore spacciato per denuncia, un posto adatto solo a blaterarsi in faccia.

Anonimo ha detto...

"Ma poi "visto che lavorano solo gli immigrati" < in che senso? Gli immigrati fanno tutti quei bei lavori che non facciamo piú noi, badanti, fruttaroli, pizzettari..."

...consiglio: guarda meno televisione, perchè stai solo dicendo quello che vogliono loro.

"Io non verró mai piú su questo sito"

...che perdita! Basta leggere quello che scrivi, anzi, che ti hanno indottrinato a scrivere.

Brutta bestia, l'ignoranza, ma si sa, beata l'ignoranza, se sta bene de mente de core e de panza.

Anonimo ha detto...

Trento e Bolzano: sti cazzi. Se uno é di Roma pensasse a Roma.

ma manco per niente, perchè in quelle città ancora c'è un briciolo di civiltà, e sono da prendere urgentemente come esempio. Pensare a roma, tempo sprecato, qui il cittadino vale meno di zero.

Tu continua a pensare a roma, che fai bene.
Tu manco sai dove sta il problema, qui.

Anonimo ha detto...

Guardi io non so lei, ma ringrazi il cielo che esistano le filippine a pulire il culo ai vecchi malati e dementi, visto che il sistema di assistenza istituzionale é insufficiente. Ringrazi che fanno i figli che non vogliamo piú fare. Bisognerebbe davvero iniziare a guardare in faccia la realtá, dividere il bianco da tutte le sfumature di grigio prima di dire "é nero".

Non ci posso credere, ma veramente c'è gente che la pensa ANCORA così? Ma Lei veramente crede di essere informato? Ma chi gliele dice queste cose, il TG1 o il TG5 o qualche trasmissione?

Da rabbrividire, ma cosa ci fa Lei qui su questo blog, ecco, vada via che è solo tempo sprecato parlare con Lei.

"Ringrazi che fanno i figli che non vogliamo piú fare"

MA COME SI FA, COME?

Anonimo ha detto...

"I privati"... eccoteli i privati:


Porta di Roma, inadempienze e opere fantasma: "Costruttori aprano al dialogo"
L'Associazione per la Tutela del Parco delle Sabine dopo aver concorso all'avvio della procedura per l'escussione delle fideiussioni si appella alla società costruttrice: "Stop scontro, riprenda manutenzione e completamento parco"



Potrebbe interessarti: http://montesacro.romatoday.it/fidene-serpentara/porta-di-roma-appello-costruttori-associazione-tutela-parco-sabine.html
Seguici su Facebook: http://www.facebook.com/pages/RomaToday/41916963809

Anonimo ha detto...

poi stai a tirà in ballo bolzano e trento.....molto più vicino devi andare, basta farsi un giro per firenze e si capisce l'abisso in cui siamo prepipitati

Anonimo ha detto...

vale la stessa cosa delle bidonville lungo il tevere (anche lungo la ciclabile nord, da saxa rubra in poi, non solo a Testaccio/San Paolo): chi dovrebbe pulire non lo fa, ma prende lo stipendio. Andrebbero semplicemente licenziati

Diego ha detto...

Visto che nel post si parla di servizi degli di una capitale "europea" (anche se la parola "europea" usata in senso positivo suona sempre più stonata....), ricordiamoci che nella stragrande maggioranza delle città "europee" e in generale in tutte quelle dell'occidente sviluppato, esiste un servizio giardini degno di questo nome.
Per quale strana maledizione questo non dovrebbe essere possibile a Roma?? Ancora una volta invito tutti quanti a cercarsi i video di come erano i parchi e i giardini di Roma fino a 40 anni fa...cosa è successo da allora? Chi ci ha dichiarato guerra? Quali interessi mafiosi hanno portato allo smantellamento di un servizio pubblico per dare tutto in appalto a privati con relativi aumenti dei costi e crollo della qualità del servizio (tralascio le probabili corruttele e circolazioni di mazzette)?
Cito solo un dato: Nel 1980 (quando in teoria eravamo più poveri di oggi) il Servizio giardini di Roma vantava oltre 1.800 addetti, una apprezzata scuola giardinieri ed era considerato un fiore all'occhiello dell'amministrazione capitolina per competenza e professionalità. Dopo, a partire dagli anni 80, una continua sfilza di tagli... e oggi, nel 2017, il personale è ridotto a 250 lavoratori operativi! La situazione catastrofica degli spazi verdi a Roma non ha nulla di misterioso ed è uno degli emblemi più evidenti del fallimento del modello liberista di privatizzazione dei servizi che ha portato solo aumento dei costi e dei debiti, malaffare e disservizi. Mafia Capitale non è altro che questo.

Anonimo ha detto...

4:17 bene, dica quindi lei quindi come farebbero molti italiani (imprese, privati cittadini) a fare a meno domani degli immigrati che oggi fanno i lavori che fanno.

Anonimo ha detto...

4:10, 4:13, 4:17 (che poi è lo stesso utente) - illumini lei, coraggio. Quotare solo per aggredire serve a pochino.

Anonimo ha detto...

Massí ma te ce scaldi pure... sto sito è infestato di grillini e di fascisti. Appena aprono bocca, daje contro all'immigrato, poi colf filippina a casa e spesa de carta dal cinese. Ipocriti senza coscienza politica che fino a ieri stavano a gioca colla play o magari votavano pure alemanno e berlusconi. So' pezzenti. Lascia fa'. Roma ha le spalle larghe, passerà pure sta nottata.

Anonimo ha detto...

Ma ve li vedete voi questi romani che fanno i commenti sui privati "tutti mafiosi" e "ci lavorano solo gli immigrati", ve li vedete a lavorare in un parco cosi'? a spazzare le foglie, svuotare i cestini, aprire i cancelli alle 7? COL CAVOLO!!!

ce le immaginiamo benissimo le rappresaglie gaglioffe contro i datori di lavoro, l'imitazione appena girano le spalle, "ecche stamo in caserma?", la presa per il culo contro il collega che lavora.

Roma da sempre e' piena di personaggi cosi', che preferiscono fare i gradassi nella zella e nella miseria pur di non scomodarsi, e distribuiscono colpe a tutti tranne che a loro stessi. E soprattutto demoliscono col cinismo incattivito chi dimostra che anche tra le diffcolta' qualcosa si puo' combinare (tipo i settentrionali). Il problema siete voi, altro che i bangladeshi.

Anonimo ha detto...

ma chi e' che sporca? I servizi della Rai, di Mediaset, ormai non fanno vedere altro. Purtroppo sono i Romani (abtanti di Roma) a sporcare. E' l'educazione civica che manca!

Diego ha detto...

Il discorso che non è necessario che qualcuno pulisca se nessuno sporca puo' andare bene per i paesini...per le grandi città no. Nelle grandi città è necessario che ci sia un servizio municipale adeguato, è' molto semplice.
Qui vedo gente che fa complesse "riflessioni" sulle caratteristiche filosofico esistenziali dei romani...ma le cose sono molto più semplici e terra terra: se non c'è nessuno che pulisce, la città rimane sporca! Lo so è banale...ma è cosi', come 2+2 fa 4 o la terra che gira intorno al sole diciamo.

Anonimo ha detto...

Non avendo avuto risposta ai tre messaggi offensivi del signore di sopra, sono comunque sollevato dalla vicinanza di alcuni commentatori a venire. È davvero penoso fare il punto delle idee che circolano in molti commenti, sia per qualità che per quantità. Pare che l'Italia si sia avvitata su se stessa sui dei refrain, ritornelli ripetuti meccanicamente, la demonizzazione dell'immigrato (che però pulisce spesso il culo ai vostri anziani), l'addossarsi contro gli zingari (prima di dire che chi profitta della loro situazione è un racket impastato con la politica nostrana), le facili scorciatoie del pensiero (marino merda raggi perfetta o viceversa) - come se realtà potesse cambiarsi anzichè con l'intelligenza con il rutto e il revanchismo del frustrato da poltrona. Perdonate ma è ridicolo.
Rispetto alla situazione dei parchi ha detto tutto il commentatore delle 18:36, non mi pare ci sia molto da aggiungere, parlano i numeri e le evidenze. Chiaro che la situazione può essere migliorata riportando al centro il servizio, pubblico sarebbe meglio (concordo con l'analisi) ad ogni modo il cambiamento passa sempre da un'azione politica chiara e ben orientata. Chiaro che il servizio è proporzionale all'investimento, senza risorse non pulisci. Ci sarebbe molto da discutere, coinvolgendo ad esempio tecnici, fare il quadro in modo rendicontato. Ma come dicevo, passa la voglia.

Anonimo ha detto...

Diego cmq è 50%, lo spazzino deve passare, l'incivile non deve metterci del suo. Vivo a Bruxelles, il servizio di pulizia è omogeneo eppure i quartieri più poveri (leggi teoria delle finestre rotte o anche semplicemente più ignoranza/depressione/incuria/sfiducia) sono notevolmente più sporchi. Da sinistra dico che esiste anche un problema di inciviltà e quello lo risolvi risollevando tout court - socialmente - i quartieri.

Diego ha detto...

Io sul fenomeno dell'immigrazione ho grossi dubbi, soprattutto nell'attuale congiuntura economica alimenta la deflazione salariale facendo gli interessi (miopi) di pochi a danno dell'economia generale.
Tuttavia una cosa è sicura: non si puo' dare la colpa agli immigrati se Roma è sporca! E' un atteggiamento semplificatorio, è vero che molti immigrati sporcano, ma è ingiusto generalizzare e soprattutto ci sono città come Vienna, Berlino, Londra, piene zeppe di immigrati, più di Roma, ma che sono molto più pulite della nostra città! E allora la colpa è degli immigrati? Forse gli immigrati se vedono una città sporca senza regole e senza controlli allora la sporcano ancora di più!...Ma se la vedono pulita, controllata e ordinata, la lasciano pulita. Tutto qua.

Anonimo ha detto...

Per come la vedo, deflazione o meno l'immigrazione è un fenomeno che non non può essere affrontato in modo puramente utilitaristico. Se noi siamo nel niger con le piattaforme, in senegal con le tonniere, in siria con le bombe, facciamo fuori gheddafi e altri dittatori che tengono cmq in equilibrio polveriere tribali foraggiandone per interessi altri ben più corrotti e sanguinari, se destabilizziamo le loro vite in patria... questo succede. Lo dico da nipote di emigrati e io per primo emigrato per le politiche del nord e lo sfascio del sud. Caro diego purtroppo questo succede. Cordialmente

Unknown ha detto...

jianbin0321
coach factory outlet
louis vuitton
michael kors outlet online
oakley sunglasses sale
polo ralph lauren
coach factory outlet
oakley sunglasses
ferragamo shoes
ray ban sunglasses
fitflops

Anonimo ha detto...

In altre parole è proprio quello che sto cercando di affermare molto laicamente, che ci piaccia o meno, gli immigrati sono un settore dell'economia reale. Chi parla di ruspe auspica soluzioni facciata. Per cambiare la sostanza bisogna cambiare profondamente l'economia. E benvenuti nel tavolo dei grandi e degli adulti. Cordialmente

Anonimo ha detto...

roma moderna è una città fatta di immigrati : gli immigrati da toscana e piemonte dopo l'unità nazionale, gli immigrati da marche e romagna durante il fascismo, gli immigrati dal meridione nel dopoguerra, gli immigrati stranieri dal 1990 in poi (albanesi e rumeni, poi da africa e asia etc..) Tutrte comunità diverse, con livelli di integrazione diversi. questa è la realtà di tutte le città del mondo. c'è chi subisce le ondate a forza di sanatorie e chi cerca di regolare i flussi in base alle esigenze. non ci sono rimedi ne' con le ruspe ne' con i muri (tranne quello che circonda il vaticano), ma solo il buon senso e lo studio delle esperienze estere (quelle di successo)

Anonimo ha detto...

Che città desolante.

Anonimo ha detto...

roma moderna è una città fatta di immigrati

verissimo ! e comunque il problema di chi non pulisce un giardino e lo manda in malora c'entra più con la nullafacenza degli addetti (a pulire e a multare gli zozzoni) che con la provenienza geografica dei frequentatori

Theresa williams ha detto...

Ciao sono Theresa Williams Dopo essere stato in rapporto con Anderson per anni, ha rotto con me, ho fatto tutto il possibile per riportarlo indietro, ma tutto è stato vano, lo volevo tornare tanto per l'amore che ho per lui, lo pregai con tutto, ho fatto promesse, ma ha rifiutato. Ho spiegato il mio problema al mio amico e ha suggerito che dovrei piuttosto contattare un mago che potrebbe aiutare me un incantesimo per riportarlo indietro, ma io sono il tipo che non ha mai creduto in magia, non avevo altra scelta che tentare, io mail il mago, e mi ha detto che c'era un problema che tutto andrà bene prima di tre giorni, che il mio ex tornerà a me prima di tre giorni, ha gettato l'incantesimo e sorprendentemente nel secondo giorno, era intorno 16:00. Il mio ex mi ha chiamato, ero così sorpreso, ho risposto alla chiamata e tutto quello che disse era che lui era così dispiaciuto per tutto quello che è successo che voleva me tornare a lui, che mi ama così tanto. Ero così felice e sono andato a lui che era così che abbiamo iniziato a vivere insieme felicemente di nuovo. Da allora, ho fatto promessa che qualcuno so che hanno un problema di rapporto, mi sarebbe di aiuto a tale persona da lui o lei si riferisce all'unico mago reale e potente che mi ha aiutato con il mio problema. e-mail: drogunduspellcaster@gmail.com lo si può e-mail se avete bisogno la sua assistenza nel vostro rapporto o di altri casi.

1) incantesimi d'amore
2) Incantesimi amore perduto
3) Incantesimi Divorzio
4) Incantesimi di matrimonio
5) incantesimo.
6) Incantesimi Breakup
7) Bandire un amante passato
8.) Si vuole essere promosso nel vostro ufficio / incantesimo lotteria
9) vogliono soddisfare il vostro amante
Contatta questo grande uomo, se si hanno alcun problema per una soluzione duratura
attraverso drogunduspellcaster@gmail.com

ShareThis