I taxi scioperano per il diritto di continuare a evadere. Servizio de Le Iene spiega tutto

23 marzo 2017

Durante l'ennesima giornata di scioperi del servizio (pubblico!) dei taxi è molto utile prendere spunto dai disagi per approfondire, capire, entrare dentro al problema.
La vulgata - in cui sta cadendo anche il Governo, ma d'altronde la capacità di questa categoria di spostare voti e clientele politiche è emblematica - vuole i poveri tassisti sotto attacco delle "multinazionali" colpevoli di opporre concorrenza sleale e evasione fiscale. 

Nulla di più assurdo. Uber e le altre "piattaforme tecnologiche" rispetto alle quali i tassisti sono terrorizzati portano più lavoro, non meno lavoro, al settore. Dunque non c'è rischio di lavorare meno, anzi più sono presenti piattaforme tecnologiche (Uber, car sharing) meno la gente si serve della loro vettura privata e più diventerà anche cliente dei taxi.

Ma l'obbiettivo dei taxi non è lavorare di più, l'obbiettivo dei taxi è continuare ad evadere. Continuare ciò a garantirsi due cose: la prima è il valore della licenza - una cosa completamente illegale: prendi una licenza a costo zero dal Comune e la trasformi in un patrimonio in virtù del monopolio in cui operi -, la seconda è una provvista di incassi al nero spaventosa che ogni anno doppia il dichiarato. Ovviamente ci sono anche dei tassisti onesti, ma il racconto impeccabile che Le Iene hanno fatto sul settore spiega in maniera clamorosamente chiara quale è la partita in gioco.

Le "piattaforme tecnologiche", infatti, rendono tracciabile al millimetro un lavoro che oggi è oscuro e aleatorio e che permette ai titolari delle licenze di dichiarare quanto vogliono. La retorica del tassinaro che guadagna 1200 euro al mese è cancellata dal costo delle licenze: nessuno si comprerebbe un lavoro sborsando fino a 200mila euro per poi guadagnare, faticando anche sodo, 1200 o anche 1500 euro al mese. 

La verità è altrove e Le Iene la spiegano alla perfezione. Chiediamo ai lettori di prendersi 20 minuti per vedere il filmato. Chiediamo ai tanti tassisti che ci seguono (molti anche amici e utili sentinelle sul territorio per chi come noi pubblica segnalazioni) di smentire quanto detto. Ci riusciranno? 

Intanto evviva Uber (qui le modalità per iscriversi con lo sconto-Romafaschifo per non pagare le prime corse) e evviva tutte le altre piattaforme che interpretano il futuro della mobilità in maniera innovativa, tracciabile e tecnologica combattendo contro le lobbies medievali che non sono soltanto monopolio, ma anche immenso grumo di evasione fiscale: ovvero di furto a tutti noi. Con in beneplacito del quasi-ricostituito Partito Nazionale Fascista, ovvero la compagine politica di maggioranza nel paese, ovviamente dalla parte delle peggiori corporazioni. Tutto e il contrario di tutto purché porti voti e porti consenso.

73 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

Il privato non e' il male. C'e' un privato buono, che innova, migliora i servizi, aumenta l'occupazione, disintegra privilegi di corporazioni medievali e mafiose.

Purtroppo i coglioni che ci governano pensano che ogni volta che si parla di privatizzare un servizio significhi appoggiare multinazionali che ammazzano gli indios e distruggono la foresta amazzonica. Qualcuno li svegli !!!

Uber Uber Alle !!

Anonimo ha detto...

da ricordare sempre il sindaco fantoccio che sfilava in solidarietà ai lavoratori tassisti colpiti dalle vessazioni del governo renzi.....
tra braccia tese, tirapugni e insulti alla casta...
il nuovo che avanza

Anonimo ha detto...

Altro articolo da leggere: https://www.wired.it/lifestyle/mobilita/2014/05/22/tutte-bugie-su-uber/

Anonimo ha detto...

Tutte stupidagini per fare gli interessi delle multinazionali

Anonimo ha detto...

L'origine del male è la "trasmissibilità" delle licenze. Non dovrebbe essere permessa la cessione della licenza da una persona ad un'altra. il titolare, quando cessa la sua attività, dovrebbe riconsegnare al comune la sua licenza, ed il comune la potrebbere concedere al primo della lista dei richiedenti. In questo modo si eliminerebbe la deformazione.

Anonimo ha detto...

domanda : ma le compravendite delle licenze,in anni anni e anni di questa prassi, sono state autorizzate da qualche notaio ? se è illegale, questi notai lo hanno rilevato ? bisogna capire, altrimenti mancano pezzi essenziali di informazione...

Anonimo ha detto...

si confonde privatizzazione e liberalizzazione, ma io vorrei dire una cosa : con lo schifo del trasporto pubblico che ci ritroviamo (l'indecenza della rete bus e metro monopolio pubblico è acclarata dalla vita quotidiana di ciascuno di noi) stiamo ad accapigliarci da mesi sul settore taxi e su uber. invece Atac continua imperterrita senza alcuna concorrenza e con i conti sballati da decenni che ripianiamo noi contribuenti, sia quelli che il bus lo prendono sia quelli che non lo prendono. ma non saremo noi i coglioni a seguire questi falsi dibattiti ?

Anonimo ha detto...

l'evasione fiscale di molti tassisti (non dei tassisti in generale) mi pare evidente e dipende anche (non solo) dall'abitudine dei clienti di non chiedere ricevute oltre che dai metodi bizantini del fisco italiano che consente a certe categorie di fare come gli pare (più o meno, a seconda del grado di onestà del singolo).
Però vorrei ricordare che alla Camera si sta discutendo una legge (del PD) sulla trasparenza fiscale della sharing economy che valuta in quasi mezzo miliardo di euro l'anno l'evasione o l'elusione fiscale delle piattaforme digitali (a desempio chi "affitta" tramite airbnb). E' lo stesso settore di Uber. Quindi non è vero che per questi settori più tecnologici l'evasione sia impossibile, anzi sfrutta la mancanza di regole, trattandosi di fenomeni nuovi (ormai mica tanto...) Faremmo i liberisti col portafoglio degli altri, se la lotta all'evasione non è contro tutti.


Anonimo ha detto...

Roma è indietro su tutto proprio perchè abbiamo troopo poche multinazionali. Proporrei a Uber di rilevare pure Atac col trasporto collettivo, tipo mini-van, e chiudere quel baraccone, oltre alla farsa delle licenze taxi

Anonimo ha detto...

Tonelli marchettaro!giornalista terrorista

Anonimo ha detto...

Intanto quei coglioni al governo che tanto hanno a cuore i tassisti, hanno levato i voucher e io miritrovo senza lavoro, brutte merde

Anonimo ha detto...

Comunque basta demonizzare i tassisti, certo alcuni sono proprio brutti a vedersi ma è perchè stanno seduti tutto il giorno, non è una loro colpa!

Anonimo ha detto...

Articolo che non fa una piega, così come il servizio delle Iene. Tassisti? Tutti muti, eh?

Anonimo ha detto...

mi pare proprio che affrontare un tema complesso come il trasporto pubblico locale richieda uno sforzo maggiore. il fatto è che per decenni certe categorie lo hanno rinviato e ora sta deflagrando. Ma come le ragioni anche il torto non sta mai da una parte sola. In tutto questo il comune di Roma pare latitante, stanno pensando seriamente a rilanciare la funivia !

Anonimo ha detto...

Uber come descritto nell'ultima sentenza che dichiara il servizio "popp illegale, grazie ad un sistema di scatole cinesi non paga tasse in Italia o ne paga davvero poche.
Quindi chi è evasore?
Se davvero il tassista guadagna così tanto, perché non vi comprate anche voi una licenza ed intraprendete questa bella attività?
Mica sarete scemi che vi lasciate sfuggire una simile occasione per diventare ricchi???

Andrea D'Intino ha detto...

Amici di Romafaschifo, vi consiglio di cuore di evitare che si possa portare commenti da anonimi sul blog. Basta tigri da tastiera e chi posta abbia un nome e cognome (come dice anche Mentana). Se non sapete come si fa tecnicamente, fatemi un fischio e ci guardo volentieri io.

Andrea D'Intino ha detto...

Amici di Romafaschifo, vi consiglio di cuore di evitare che si possa postare commenti da anonimi sul blog. Basta tigri da tastiera e chi posta abbia un nome e cognome (come dice anche Mentana). Se non sapete come si fa tecnicamente, fatemi un fischio e ci guardo volentieri io.

Anonimo ha detto...

Va bè, hai detto la tua.
Alla quinta riga quando si dice che uber porta più clientela ai tassisti, già si capisce che il seguito sarà sullo stesso livello di indimostrate petizioni di principio, che culminano con la definizione inedita delle licenze a costo zero.
A parte il fatto che uber altro non è che l'escamotage degli ncc per coordinare chiamate che non potrebbero prendere, ma ti sfugge un punto essenziale: il taxi non è un servizio "di mercato", ma un servizio pubblico, soggetto a tariffario predeterminato.
Poiché si tratta di un servizio pubblico offerto a responsabilità del privato, è ovvio che il vincolo tariffario e di prestazione d'opera debba essere compensato da tutele protezionistiche.
Diversamente, i taxi debbono essere lasciati liberi di offrire prestazioni di mercato. Il che ovviamente porterebbe al decollo dei prezzi - come quelli di uber - e quindi al nocumento per la clientela.
Basta fare due più due, e non dire che fa sei.

Diego ha detto...

Sta di fatto che pero' i 200000 li hanno sborsati...questo giacobinismo a oltranza non mi piace, va sempre bene fino a che tocca agli altri ma quando tocca a noi allora gli ultra liberisti, i paladini della libera concorrenza, gli spietati tacheriani alla matriciana, diventano statalisti dei diritti acquisiti.....

Anonimo ha detto...

Da leggere da capo a fondo, a proposito dei benefici effetti sociali delle multinazionali:

http://milano.repubblica.it/cronaca/2017/03/23/news/tangenti_nella_sanita_arrestato_medico_del_pini-161192802/?refresh_ce

Anonimo ha detto...

L'evasione fiscale è uno sport nazionale, mica è solo prerogativa dei tassisti, in più quanto a elusione / evasione fiscale neanche Uber ci scherza (vedi articolo linkato Uber e le tasse dei "tassisti per caso"), quindi associare la diffusione di Uber a una minor evasione fiscale da parte dei tassisti è una vera idiozia!
http://www.giustiziafiscale.com/index.php?option=com_content&view=article&id=769:uber-e-le-tasse-dei-qtassisti-per-casoq&catid=27:economia-diritto-e-tributi&Itemid=71&jjj=1490287109739

Anonimo ha detto...

Le licenze nn dovrebbero essere oggetto d compra vendita. Ne dovrebbero emettere d nuove. Il tassista deve emettere regolare ricevuta x ogni corsa. Nulla d cio' accade xke' siamo succubi d una massa d capre

Anonimo ha detto...

ok, tutto vero: tassisti evasori, tassisti monopolisti, tassisti traffichini, tassisti quello che vi pare ma, nonostante tutto, sapendo che multinazionali & affini sono altrettanto evasori, monopolisti e traffichini ma fanno arricchire pochissime persone che si pappano tutto sulla pelle di chi sgobba, se permettete preferisco che a fare quattro soldi sia un tassinaro brutto, sporco e cattivo.

Anonimo ha detto...

L'Italia spende 4 miliardi di euro all'anno per mantenere gli extracomunitari, dei quali solo 100000 euro vengono rimborsati dalla ue.
Avete capito bene.
Questo grazie al solito pd.
Che da qualche parte questi soldi per mantenere gli extracomunitari, ovvero le cooperative e i privati che se ne occupano, li deve prelevare.
E li preleva sulla pelle dei lavoratori e dei pensionati italiani.
Da qui le ridicole campagne a tambur battente contro selezionate categorie di professionisti, che durano anni.
Tra tutte emblematica della malafede a monte di queste denigrazioni programmatiche, è stata quella contro i botticellari, per la salvaguardia del cavallo da tiro.
Naturalmente allo scopo di diffondere in alternativa le carriole condotte dai pregiudicati delle cooperative.

Anonimo ha detto...

Non si capisce bene perché il taxista Uber-NCC NON dovrebbe evadere come i "colleghi" tradizionali. Non parliamo poi degli Uber "dilettanti".
Dulcis in fundo, da che mondo e' mondo le multinazionali, da Apple a Google a Ryanair lavorano in Italia e pagano le tasse in nazioni fiscalmente piu' "amiche".
Di che parliamo ?

Anonimo ha detto...

Di che parliamo? Parliamo di un sevizio "Taxi" che a Roma FA VOMITARE. Ecco di cosa parliamo. E parliamo degli alti prezzi richiesti. E della SACROSANTA concorrenza. Con i dovuti bilanciamenti. E basta con questo corporativismo da vomito.

Anonimo ha detto...

Codice SCADUTO, inutile pubblicizzarlo nell'ultimo articolo

Anonimo ha detto...

Il passaggio delle licenze si fa senza notaio. Si comunica all'agenzia delle entrate tramite scrittura privata. La licenza non può essere venduta semplicemente perché se ne è titolari e non proprietari. Il proprietario è sempre il comune. È per questo che il notaio non serve

Anonimo ha detto...

Le licenze negli anni 60 stavano in mano agli industriali ed all'epoca esisteva il cumulo, loro le affittavano e tu ci lavoravi. Poi quando fiutarono che il comune volava fare retromarcia, ovvero togliere il cumulo e un tassista=una licenza, gli industriali/imprenditori chiamateli come vi pare, cominciarono a vederle agli stessi a cui le davano in affitto e da li cominciò il commercio. Non favorirono i tassisti, ma proprio questi imprenditori.
Oggi le licenze vengono vendute tranquillamente, si porta il contratto all'agenzia delle entrate e si registra il contratto, l'acquirente paga un 3% mentre il venditore paga il 23%.
Come falsamente detto nel servizio, o forse quella era solo la realtà di Milano, il trasferimento della licenza si fa negli uffici comunali, si mette una prima firma, venditore e acquirente, il comune si prende 30 giorni per verificare che l'acquirante abbia tutti i requisiti tra cui fedina penale, carichi pendenti, mentre il venditore deve stare in regola con tasse, contributi e non avere multe in sospeso. Dopo le verifiche vengono entrambi chiamati per apporre la seconda firma. Tutto questo si fa in libertà e senza nessun che garantisce o che prende la stecca. Poi se vuoi c'è chi ti aiuta a fare tutto ciò, ma questo lo trovi anche negli uffici della motorizzazione specie quando devi fare cose complesse, oppure i salta fila a cui poi dai una mancia.
Dovete ricordare che ad esempio gli ncc non hanno un rinnovo di licenza ogni cinque anni, cosa obbligatoria per i tassisti tant'è che una loro dimenticanza posta ad avere multe agli ingressi ztl perchè vengono riconosciuti come auto private, per cui se in questo periodo non hanno pagato tasse, inps ecc ecc non gli possono bloccare la licenza.
VOrrei domandare quanti di voi che chiamano un operaio a casa poi si fanno mettere sul conto un +22% dell'iva oppure dicono " non volgio la fattura". Quindi fare il frocio con il culo degli altri e comodo per tutti, se lo stato mi fa pagare oltre il 50% in tasse del mio lavoro è normale che qualcosa sono costretto a limare, il mio sudore non lo devolvo per pagare a loro i vitalizi.
Esistono gli studi di settore a cui i tassisti devono rendere conto, 30/35.000 euro è la soglia minima. non mi sembra poco.
Sconti su acquisto auto, falso, si paga la macchina come tutti glia ltri, anzi, di più visto che poi deve fare un collaudo da privata a pubblica che costa 230 euro e l'allestimento a taxi che in media sono dalle 300 alle 500 euro +iva
Parlate di legalità e qui osannate che opera con una multinazionale che paga le tasse, poche in Olanda, prende il lavora dal nostro paese e città e arricchisce gli altri paesi. Una volta Roma dominava il mondo ora invece ci facciamo invadere da tutti e solo per invidia del prossimo.

Anonimo ha detto...

Ci sarebbe anche da dire che, particolarmente a Roma, buona parte delle corse (e delle conseguenti ricevute/foglietto) non sono a carico di chi usufruisce del servizio ma degli enti ed istituzioni pubbliche e private che offrono il rimborso ai loro addetti per poi scaricarne il costo e farlo pagare alla comunità.

A Roma le corse pagate da Ministeri ed Organi Costituzionali la fanno da padrone ed i tassisti ne ricavano anche laute mance in quanto chi la concede la fa pagare a noi...
In cambio di questo le varie cooperative si preoccupano di fornire centralini e numeri dedicati alle varie istituzioni nonchè, in occasione di alcune festività, piccoli omaggi (agende, vini etc) a coloro che materialmente li chiamano come usceri segreterie etc.

Anonimo ha detto...

marzo 24, 2017 8:30 AM
"Parlate di legalità e qui osannate che opera con una multinazionale che paga le tasse, poche in Olanda, prende il lavora dal nostro paese e città e arricchisce gli altri paesi"

Beh, potreste andare a fare il vostro lavoro direttamente in Olanda dove le tasse sono si inferiori ma si pagano...

Che poi le macchine acquistate dalle cooperative costino uguale a quelle che compro io mi sembra, pur non conoscendo a fondo la questione, assai strano.

Anonimo ha detto...

Peccato che anche gli esercizi pubblici (licenza comunale ) facciano lo stesso!
Come la mettiamo?

Anonimo ha detto...

Certamente il servizio taxi non lo utilizzano i familiari dei tassisti, che anche una ventina di € su entrate di 1500 a fine mese si fanno sentire!

Non lo utilizzano certamente neppure quei turisti "mordi e fuggi" che purtroppo oggi sono la maggioranza in quanto spenderebbero più per 4 corse in città che per un volo di 10000 km.

Anonimo ha detto...

Assolutamente no !!!!!! La licenza ha un doppi passaggio. ...atto notarile e con esso vidimazione in COMUNE del cambio titolarità della licenza! Quindi il comune è cosciente e consapevole e firma la cessione !!!!! Dirò di più dopo ogni cessione l'agenzia delle entrate controlla se la compravendita è stata fatta adeguandosi al valore di mercato da LORO stabilita!!!! Più controllati di così. ..ul resto sono chicchiere da bar fatte da ignoranti in materia , in questo caso le iene!

Anonimo ha detto...

Assolutamente no !!!!!! La licenza ha un doppi passaggio. ...atto notarile e con esso vidimazione in COMUNE del cambio titolarità della licenza! Quindi il comune è cosciente e consapevole e firma la cessione !!!!! Dirò di più dopo ogni cessione l'agenzia delle entrate controlla se la compravendita è stata fatta adeguandosi al valore di mercato da LORO stabilita!!!! Più controllati di così. ..ul resto sono chicchiere da bar fatte da ignoranti in materia , in questo caso le iene!

Anonimo ha detto...

marzo 24, 2017 9:06 AM

"Come la mettiamo?"

Con queste premesse non si va da nessuna parte.
Se la licenza è di proprietà pubblica non può venderla nessuno e basta.
Al massimo si potrebbe consentire il passaggio ereditario entro il secondo grado (naturalmente anche con l'intestatario in vita) snza alcun pagamento.

La "liquidazione" del tassista deve essere erogata da premi assicurativi non dalla vendita di ciò che non gli appartiene..

Anonimo ha detto...

marzo 24, 2017 9:06 AM

"l'agenzia delle entrate controlla se la compravendita è stata fatta adeguandosi al valore di mercato da LORO stabilita!!!!"

E no - qui sono competente - l'Agenzia non controlla proprio nulla su quello che non può esistere come reddito lecito ma semplicemente esamina la congruità di un movimento di denaro anomalo che è assai probabilmente frutto di nero se non di reato.

Anonimo ha detto...

Ecco qui vedete la famosa scena che ben esplicita questo traffico di licenze

https://www.youtube.com/watch?v=KJCBDYZPFFs

e come va a finire lo sapete tutti!

Fracatz ha detto...

NOI del partito degli under 70.000 risolviamo i problemi alla radice e nel nostro programma abbiamo per i taxi la seguente soluzione, che qualsiasi cittadino dalla fedina penale pulita e proprietario di un'autovettura con certe caratteristiche può installare a bordo la macchinetta taxametro che però nel nostro caso emette lo scontrino fiscale e mettere sul tettino la scritta taxi per effettuare il servizio come crede e nelle ore che meglio crede

Anonimo ha detto...

Perfetto, così il cliente è in balia del primo matto che passa, e nessuno può rintracciare l'eventuale assassino con tassametro a bordo.
Mancava uber pop all'amatriciana.

Anonimo ha detto...

Esaurite le soprastanti stupidaggini - rilevo in particolare la sottolineatura delle mance ai tassisti a spese del pubblico, a Roma c'è la politica, anche il parrucchiere di casini è a spese del pubblico, vedi di cominciare una caccia alle streghe contro i coiffers, vi invito a disertare il centro storico in questo fine settimana.
Come previsto lo pseudo attentato di Londra è diventato il pretesto di minniti & co per inneggiare all'intelligence unita tra i colpi di tosse: ma poiché il pretesto era troppo imbecille (l'emissario della ue era noto ai servizi inglesi, nessuno può prevedere che uno faccia uno slalom con l'auto in mezzo alla folla, tanto più se la cosa è organizzata dagli stessi servizi segreti, gli pseudo attentati sono iniziative condizionanti che derivano proprio dalla ue e che spariranno con la ue, ecc. ecc.) è indubbio che questo fine settimana romano servirà a rincarare la dose.
Servendosi, come sempre dal 1960 in poi, del lurido servame della sinistra manifestante.
Lasciateli a farsi esplodere da soli.

Anonimo ha detto...

L'ultima ingiunzione del pd è la fiscalità unita: il che vuol dire, deposta la monetazione e le frontiere, e nelle loro intenzioni la giurisprudenza e la difesa nazionale, che anche i vostri soldi vanno in mano a junker, quindi lo stato italiano resta completamente in balìa della mafia europea.
Fuori dall'Europa, subito.
E la Lega faccia Lega coi 5 Stelle, per uscire da questa fogna in forma di Associazione a delinquere di banche e di servizi segreti frustrati.

Anonimo ha detto...

ma esclusivamente transita la richiesta.
Perché sono stati cancellati parecchi commenti....qui sopra
non capisco

Danielo ha detto...

Il filmato delle Iene è pubblicità pagata da Uber, non ve ne siete accorti?

Anonimo ha detto...

Personalmente non usufruivo di Uber. Dall'ultimo sciopero, violento e minaccioso, che ha messo Roma in ginocchio, ho scaricato l'applicazione ed ho usufruito già di alcune corse con Uber.

D'altra parte l'NCC di riferimento mi portava da e per l'aeorporto, sempre puntuale, macchina pulita, caramelle, giornali e gran cortesia, per cifre lievemente inferiori a quelle dei taxi romani. Di questi ultimi, spesso auto sfasciate, puzzolenti, radioforzalazzio o forzaroma a palla, tablet e/o telefono attaccati all'orecchio, guida da uscire dall'auto verdi...

E poi, la sindaca è con loro... no, dico...

Anonimo ha detto...

Io ho rilevato un impresa NCC non solo una licenza,autovetture e pacchetto clienti e poi anche le licenze, ovvio tutto questo l ho pagato e non ci vedo niente di strano come non ci vedo strano che quando smetterò di lavorare la mia impresa la vorrò rivendere.

Anonimo ha detto...

Allora perché non ti metti anche tu a fare l ncc ,butti la multipla bianca tiri fuori 70000 euro ti compri un mercedes e una serie di cravatte e sei felice pure tu.
Ma per favore" uber l escamotage degli ncc " ma finitela di dire stupidaggini

Anonimo ha detto...

Bravo, poi quello con la terza media si mette a fare il medico,il tubista va a guidare gli aerei io vendo caffe col termos davanti alla vetrina di un bar di un altro ecc ecc
Ma non lo sai che il commercio è e deve essere regolamentato ci vogliono titoli e permessi per esercitare.

Anonimo ha detto...

Si anche dagli alieni.

Anonimo ha detto...

Occhio che per uber sono pochissimi gli ncc che ci lavorano, 90 % sono privati abusivi. L ncc non lavora ai prezzi di uber e poi ancora lasciando la commissione ad uber totale la metà di quanto può guadagnare a farsi le sue di corse

Anonimo ha detto...



SOTTOSCRIVETE SU CHANGE.ORG LA PETIZIONE PER RITORNARE AL PROGETTO ORIGINARIO DI TOR DI VALLE E DELLO STADIO DELLA ROMA

La VERSIONE DI RAGGI E ACCOLITI E' UNA PRESA IN GIRO, SENZA INFRASTRUTTURE, CON 18 (DICIOTTO!!!) PALAZZINE STILE PONTE DI NONA 2 E CON QUELLO CHE RIMANE DELLE OPERE PUBBLICHE NON PIU' CARICO DEI PRIVATI MA DI TUTTI NOI.

Anonimo ha detto...

Va bene che ci sia la licenza. Ma l'accesso deve essere libero e non contingentato e soprattutto la licenza non deve diventare un diritto familiare. Alla cessazione dell'attività questa va restituita al comune che l'ha rilasciata.

Anonimo ha detto...

Non so se sia possibile in Italia lavorare per uber black senza licenza da NCC. Anonimo delle 2.40 ci spieghi?

Anonimo ha detto...


SOTTOSCRIVETE SU CHANGE.ORG LA PETIZIONE PER RITORNARE AL PROGETTO ORIGINARIO DI TOR DI VALLE E DELLO STADIO DELLA ROMA

La VERSIONE DI RAGGI E ACCOLITI E' UNA PRESA IN GIRO, SENZA INFRASTRUTTURE, CON 18 (DICIOTTO!!!) PALAZZINE STILE PONTE DI NONA 2 E CON QUELLO CHE RIMANE DELLE OPERE PUBBLICHE NON PIU' CARICO DEI PRIVATI MA DI TUTTI NOI.

Anonimo ha detto...

https://andreapolidori.wordpress.com/2017/03/14/chi-mettera-il-tirapugni-stavolta/

Secutor ha detto...

Continuano immutabili nell'era "democratica" di questa ceppa WRITERS scatenati liberi violenti organizzati in gang tutte le notti devstano sfregiano vandalizzano nella più totale libertà ..........NESSUNO li vuole fermare questi topi di fogna, quando passo per le stazioni e vedo i ragazzi della Folgore .....penso che solo loro ormai possono salvare l'Italia.....ormai preda di writers violenti e mafie di ogni genere sovrastati da milioni di immigrati che arrivano a migliaia senza sosta......Solo la FOLGORE puoi salvarci da tutto queste masse di violenti che tengono in ostaggio la nazione e questa classe politica che vive nella galassia "diritti umani" !

Secutor ha detto...

Ai scemi tifossi della Roma......NON FATEVI ILLUSIONI non si farà mai nulla, lo stadio ve lo scordate masse di Kojoni......non siamo in grado AL MASSIMO si farà una buca tanto per far sparire un pò di soldi........in questa democrazia di questa ceppa sono buoni solo a dire maree di Kazzate e non fare mai nulla perchè non sono in grado ne tecnicamente ne proceduralmente......queste maniche di cialtroni capre, solo il buon vecchio antico PICCONE ha dimostrato la volontà di costruire opere rimaste imperiture nella memoria del popolo italiano !

Anonimo ha detto...

Secondo me la licenza dovrebbe trasmettersi di padre in figlio, per linea maschile, in modo da formare delle famiglie di tassisti lungo la storia, Se nasce una femmina la linea della licenza si estingue.

Anonimo ha detto...

Questo è certo, alle donne neppure dovrebbero dare la patente.
Farei notare poi che l'evasione fiscale da miliardi di euro la fa uber, che non paga i contributi ai lavoratori.

Anonimo ha detto...

h. 7.33
Lo stadio è un abuso, concepito dalla sinistra in combutta con pallotta contro il piano regolatore, che dovrebbe avere valore coercitivo, a tutela dei diritti dei cittadini di vedere conservato il proprio territorio.
I 5 stelle rispettano un po' il piano regolatore.
Marino e il pd ci hanno sputato sopra, come fa la sinistra da 40 anni, mentre invita ai cocktail caltagirone.
1 a 0 per i 5 stelle.
AM si può fare di più.

Anonimo ha detto...

Quando muore il titolare di un negozio la licenza passa agli eredi. La licenza dei negozi è commerciabile.
A libbbera libbbertà non è un valore nella società civile, perché compromette a libbbera libbbertà degli altri.
Un ladro non è libero di fare il ladro, sebbene oggi si sentano i professori di giurisprudenza che vanno in radio a fare i papi Francesco, dicendo che "bisogna fare ponti e non alzare muri" coi banditi.

Anonimo ha detto...

h. 2.33 bè, visto che oggi gentiloni forte della sua di terza media, ha citato cose che non ha mai letto, che gli ortopedici spezzano i femori agli anziani per avere la mancetta dalle multinazionali, e che poi tocca sentire pure i giornalisti che inneggiano alla delegittimazione del titolo di studio, già ci siamo alla distopia che amabilmente proponi.

Anonimo ha detto...

Ovvio che uber è un escamotage degli ncc.
Prima rubano le licenze a colpi di tangenti a camorronia, poi lavorano fuori zona contro il regolamento, e infine usano uber come centrale di smistamento delle chiamate.
Perché, tu quando usi uber ti trovi caricato da chi, se non dalle cooperative di ncc?

cosimo ha detto...

E inammissibile che un governo non eletto dal popolo, debba avere il potere di cambiare leggi e regole.E inammissibile che in un paese CRISTIANO e DEMOCRATICO, Quello che stiamo vivendo in ITALIA da oltre 25 anni, e da considerare peggio del TERRORISMO ISLAMICO.

Anonimo ha detto...

Quello dei tassisti non è uno sciopero, ma una serrata: non sono lavoratori dipendenti, ma autonomi.

Unknown ha detto...

houston texans jerseys
ray bans
ferragamo shoes
michael kors handbags outlet
fitflops sale clearance
carolina jerseys
ray ban sunglasses
skechers outlet
dolphins jerseys
pittsburgh steelers jersey

Visentin Paola ha detto...


I veri esseri umani sono coloro che sanno venire in aiuto ai loro simili quando soffrono. Quest'uomo mi ha fatto un prestito di 85.000€ senza il tutto complicarmi la macchia al livello dei documenti che chiedono le banche in occasione delle domande di prestito. Ho deciso oggi di testimoniare nel suo favore voi potete contattarlo per e-mail: e-mail: muscolinogiovanni61@gmail.com

Anonimo ha detto...

L'Italia sta pagando 40 mila euro al giorno per l'affitto dell'air force one di renzi, preso in tutto due volte. Quanto si è speso finora per quella marchetta a etihad?
E stai a guardare se i tassisti ti danno la ricevuta.

Anonimo ha detto...

Tonelli tonelli...racconta cosa fai al gambero rosso...ahahahah...per degli sponsor marchetti tonelli?
Bella intervista a report...io cambierei da Roma fa schifo a ?tonellifaschifo.com ti piace ?ahhaahah
Marchettaro

Anonimo ha detto...

marzo 24, 2017 4:33 PM
Che ci fate con lo stadio? Tanto l'unica coppa che vincete è quella del porchettaro di Ariccia.

george ha detto...

Avete bisogno di prestiti per progetti, investimenti, prestiti personali, mutui casa, prestiti agli studenti, prestiti di consolidamento e prestiti per vari progetti? Avete bisogno di prestito per avviare una piccola, media o grande azienda scala? Avete bisogno di prestito per costruire un prestito casa o in auto? Avete bisogno di prestito per l'acquisto di macchinari attrezzature per il lavoro? ditta George Anderson prestito è la risposta a tutti i vostri problemi, diamo i prestiti a tasso di interesse del 2% e la nostra transazione è veloce, sicuro e conveniente. coloro che desiderano ottenere un prestito da noi dovrebbe contattarci via (georgeanderson.loanfirm255@gmail.com)

Offerta di prestito.

Theresa williams ha detto...

Ciao, io sono Theresa Williams Dopo essere stato in rapporto con Anderson per anni, ha rotto con me, ho fatto tutto il possibile per riportarlo indietro, ma tutto è stato vano, lo volevo indietro tanto per l'amore che ho per lui, lo pregai con tutto, ho fatto promesse, ma ha rifiutato. Ho spiegato il mio problema al mio amico e ha suggerito che dovrei piuttosto contattare un mago che potrebbe aiutarmi a un incantesimo per riportarlo indietro, ma io sono il tipo che non ha mai creduto nel periodo, non avevo altra scelta che tentare, io mail il mago, e lui mi ha detto che non c'era problema che tutto andrà bene prima di tre giorni, che il mio ex tornerà a me prima di tre giorni, ha gettato l'incantesimo e sorprendentemente nel secondo giorno, era circa 4:00. Il mio ex mi ha chiamato, ero così sorpreso, ho risposto alla chiamata e tutto quello che disse era che lui era così dispiaciuto per tutto quello che è successo che voleva me di tornare a lui, che mi ama così tanto. Ero così felice e sono andato a lui che era così che abbiamo iniziato a vivere insieme felicemente di nuovo. Da allora, ho fatto promessa che nessuno che conosco che hanno un problema di rapporto, vorrei essere di aiuto a tale persona da lui o lei riferendosi al l'unico mago reale e potente che mi ha aiutato con il mio problema. e-mail: drogunduspellcaster@gmail.com lui si può e-mail se avete bisogno il suo aiuto nel vostro rapporto o di altri casi.

1) incantesimi d'amore
2) Incantesimi amore perduto
3) Incantesimi Divorzio
4) Incantesimi di matrimonio
5) incantesimo.
6) Magie Breakup
7) Bandire un amante passato
8.) Si vuole essere promosso nel vostro ufficio / incantesimo lotteria
9) vogliono soddisfare il vostro amante
Contatta questo grande uomo, se si hanno alcun problema per una soluzione duratura
attraverso drogunduspellcaster@gmail.com

happy 123 ha detto...

longchamp bags
adidas yeezy
fitflops clearance
dior sunglasses
hermes belts for men
chrome hearts
air jordans
lebron 13
michael kors handbags
yeezy boost 350

ShareThis