I bagni di Anagnina. Una stazione che, dunque, non è un cesso solo fuori, ma è un cesso anche nei cessi

9 marzo 2013














Salve, con la presente vi allego alcune foto scattate oggi, all’interno dei bagni delle donne della stazione metro Anagnina.
Io sono una pendolare romana e facendo lunghissimi tragitti per tornare a casa, anche se non vorrei, ho bisogno dei servizi igienici pubblici. Per di più, soffro di una malattia cronica con conseguente vescica iperattiva. Sono dei particolari che possono non interessare, ma potete capire, a maggior ragione la mia rabbia. Perché presentare ai cittadini una cosa del genere, è davvero umiliante. Mi è capitato spesso di entrare in questi bagni, e una volta, addirittura una zingara (non lo dico per razzismo, ma notoriamente non sono amanti della pulizia) si è vergognata dello stato in cui erano ridotti i bagni. Le foto che vedrete non rappresentano un caso eccezionale, semmai il contrario. Questo è il livello minimo di fatiscenza. Appena una settimana fa mi è capitato di assistere ad un water pieno di sangue mestruale e il pavimento pieno di fazzoletti sporchi e assorbenti usati. E fuori c’era un carrello del supermercato (???). Purtroppo con me non avevo il cellulare e non ho potuto immortalare la scena. In ogni caso, due bagni sono perennemente guasti, mentre negli altri, TUTTE le porte sono rotte, quindi ci si arrangia sperando che nessuno le apra mentre si è dentro. Il pavimento è sempre fradicio, la carta ovviamente non esiste. Quindi ci si trova a stare con la borsa in mano, perché il pavimento è bagnato, con l’altra si tiene chiusa la porta e poi ci si improvvisa contorsionisti da circo per fare tutto il resto. Questo è il risultato dell'inciviltà della gente e di una manutenzione inesistente.
Onestamente non trovo giusto pagare 1 euro per andare in bagno, come accade alla stazione Termini, ma è meglio pagare che essere trattati così. 
Se vi servono altre testimonianze fotografiche cercherò di fornirvele.
Synesthesia

13 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

Non sempre il pagare poi vuol dire avere servizi igienici all'altezza, mi è capitato di dover andare al bagno a pte mammolo e nonostante avessi pagato il bagno faceva veramente schifo.
Tra le cose, chiamiamole "curiose", mi è capitato, al porto di Ostia, di trovare un cane che dormiva nel bagno (povero, ovviamente per trovare un minimo riparo dal freddo, però non è ammissibile).

Anonimo ha detto...

Costringiamo il sindachetto ad utilizzare tutti i giorni quei bagni; vediamo se lo trova il modo di tenerli minimamente decenti.
Una citta' ormai irrecuperabile ...

Nóónno ha detto...

I bagni all'estero
Da un commento su Facebook, si paga l'ingresso (50 cent) e il costo viene rimborsato con uno sconto sull'acquisto presso lo shop all'uscita.

Anonimo ha detto...

Belli i foglietti appiccicati collo scotch marrone

Anonimo ha detto...

Sto vomitando bile...

Anonimo ha detto...

città amministrata da cani rognosi e abitata da trogloditi cerebrolesi

Riccardo ha detto...

http://www.ptmatic.it/work.cfm

Anonimo ha detto...

Dimenticate, comunque, che siama il paese di Velentino, Armani, Versace, Ferrè, D&G e tantissimi altri. La nostra superficialità NON ha limiti!!! Queste scene che vediamo su questo sito sono i veri ricordi da portar via come turista!!!

Anonimo ha detto...

Questa città è ridotta ad un cesso! Si prova soltanto vergogna e umiliazione. Welcome
to Rome!!

Anonimo ha detto...

Puoi anche mettere i rubinetti d'oro, ma se poi ti ritrovi rumeni ubriachi a pisciare per terra e ditte italiane a non fare manutenzione allora troverai sempre lo schifo.

Anonimo ha detto...

Condizione simile al Flaminio, bagni della ferrovia per Viterbo. "almeno" sono gratuiti. Lo sforzo per pulirli c'è anche. E' la manutenzione che manca e gli utilizzatori sono davvero duecento spanne sotto gli animali, che fanno i loro bisogni con un certo criterio...

Anonimo ha detto...

Sempre la scusa dei rumeni, ma chi te lo dice che gli italiani sono più puliti??? Mi pare che questo sito è la dimostrazione palese di quanto l'italiano, e il romano in particolar modo, sia sporco e strafottente oltre i limiti! Io conosco italiani che buttano le buste intere del mc donalds dal finestrino dell'auto!
Ps: chi parla è una romana!

Anonimo ha detto...

Magari i bagni a pagamento fossero migliori... Quelli a termini sono a dir poco imbarazzanti, l'ultima volta che sono stata costretta ad entrarci ho trovato schifo di qualsiasi genere, tra cui igienicissime siringhe e assorbenti usati... Lo schifo.

ShareThis