Sappiate che la gente che per S. Valentino ha comprato gli spazi della mafia cartellonara per dichiarare il proprio amore al partner è la stessa gente che oggi va alle urne a votare. E preoccupatevi

24 febbraio 2013





Dare soldi e usare come supporti gli impianti che deturpano, stuprano, umiliano il tuo stesso territorio. Una cosa da non credere. Se poi vogliamo parlare del cattivo gusto di messaggi e grafica, beh... Manco nel basso casertano succedono più queste cose...

4 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

Ormai gli impianti pubblicitari a Roma sono talmente inflazionati che il loro valore e' sceso a livelli infimi.
E' questo il vero capolavoro di trogloditi come Alemanno e Bordoni: hanno contemporaneamente rovinato la citta' e lo stesso mercato pubblicitario, con le ditte cartellonare costrette a svendere i propri impianti a prezzi irrisori. Tra un po' ci troveremo gli annunci pubblicitari dei privati che devono vendere la macchina!?!
Nelle citta' dove i governanti hanno un briciolo di cervello gli spazi pubblicitari vengono concessi col lumicino e quei pochi hanno un valore enorme.
Ma quand'e' che 'sta banda di minus habens verra' spazzata dalle elezioni e costretta a trovarsi un lavoro normale?

Anonimo ha detto...

qualcuno mi sa dire come si riconosce un cartellone o manifesto abusivo
da uno "legale"

Anonimo ha detto...

Ma perché ce l'avete con il basso casertano? Aldilà del paragone, Roma sta facendo proprio una brutta fine.

Anonimo ha detto...

E' LA STESSA GENTE CHE VA A VOTARE GRILLO!!!!!!!!!!

ITALIANS DO IT BETTER

ShareThis