Incredibile, gli scarabocchiatori di professione hanno già devastato il bellissimo e nuovissimo ponte della Garbatella

12 febbraio 2013

Guardate che roba. Il parapetto è tutto sfregiato dai nostri amati "artisti" che vorremmo vedere in galera, ma che l'amministrazione ancora fa fatica a perseguire. Se fate caso il parapetto è stato già (già!) pulito e quindi ri-sporcato. C'è un accanimento contro tutto quello che è nuovo, pulito, europeo. Non ci possono essere cose ordinate, non possiamo vivere, neppure un giorno, in contesti civili. Per loro è destabilizzante.

11 commenti | dì la tua:

Piero Costantini ha detto...

Scritte e immondizia.

Mara Stamigna ha detto...

Ma quale galera? Meglio farli lavorare gratis al recupero delle loro malefatte. La Galera è la fiera dei contatti e delle occasioni per il crimine...

Anonimo ha detto...

Possibile sia cosi' difficile metterci qualcuno a tenere d'occhio il ponte, almeno questo primo periodo, pronto a prendere per l'orecchio questi piscialletto viziati e riportarli a casa a forza di calci nel culo? E una volta arrivati a casa si intima ai genitori di provvedere all'immediata ripulitura delle scuregge mentali dei loro stupidi pargoli.
A mio avviso in questo modo si insegnerebbe qualcosa ad entrambi (ai piscialletto ed ai loro irresponsabili genitori).
Peccato che il sindachetto non sia capace neanche di robetta del genere. Che razza d'incapace doveva mai toccare alla nostra povera citta'!

Anonimo ha detto...

Eppure sarebbe così semplice risolvere il problema dei vandali.
Basta dare l'esempio. Se ne prende uno (è facilissimo, basta appostarsi davanti a qualcosa di pulito); lo si bastona ben bene. Poi lo si fà girare per la città alla gogna. Nel frattempo lui (o i suoi genitori se minorenne) paga i danni. Dopodiché si fà cinque anni di lavori forzati con la palla al piede. Vedrete che il giorno dopo nessuno di questi stronzetti viziati oserà fare altrettanto.
Ma servirebbe la volontà di farlo, e la nostra classe politica (nonché la solita risma di buonisti) se ne guarda bene. Prima o poi comunque ci penserà la gente a farsi giustizia da soli. E' inevitabile quando le autorità sono incapaci di far rispettare le regole.

Anonimo ha detto...

SAREBBE SUFFICIENTE BECCARLI E FARE PAGARE I DANNI A PAPA'. TANTO ALLA FINE SONO TUTTI FIGLI DI PAPA' EGOCENTRICI E VIZIATI, che nessuno ha mai preso a calci!

Anonimo ha detto...

a pulire, altro che galera, pulire le sue cagatine e quelle degli altri, per qualche anno, tutti i giorni e vedrete che gli passa

Anonimo ha detto...

Ci vorrebbe un bel fisting anale

Odisseo Greco ha detto...

Hai Assolutamente ragione, ció che é pulito e ordinato é per questa gente DESTABILIZZANTE: Qualcosa di pulito rappresenta uno specchio in cui vedi te stesso, il tuo stato. C'ho che é pulito e ordinate ti costringere a fare i conti con te stesso, a guardarti in faccio e a prendere coscenza che il mondo attorno se non aggredito e deturpato, fa molto meno schifo di te. Queste persone invece di cercare di migliorare se stesse (qualcosa che richiede fatica ed impegno a volte dolore) DEVONO deturpare quello che li circonda. Sarebbe troppo doloroso accettare la realtá di quanto sono diventati miserabili.

Anonimo ha detto...

Basterebbe prenderne una decina, non credo sia così difficile, processarli, multarli e fargli pagare i danni. Naturalmente è necessaria una buona visibilità sui giornali (che lo stato assiste profumatamente) e vedrete che in molti ci penseranno dieci volte prima di rischiare di tirar fuori il portafoglio loro o dei loro genitori.
Lucio

Anonimo ha detto...

Concordo con Odisseo, anche io sto pensando che queste persone abbiamo sviluppato dei "complessi" verso il pulito. Queste persone sentono il bisogno di vivere nella m***a, non sopportano l'idea di un muro perfettamente giallo ocra come noi non sopportiamo l'idea di un muro taggato. La differenza è che loro agiscono come bestie mentre noi siamo soli, mettetevi in testa che la Lobby degli imbrattatori muove oltre un milione e mezzo di euro all'anno, qualcuno ci mangia grazie a questi piscialetto. Ovviamente i giornali come Repubblica delle Banane, i politicanti del vietato vietare e la magistratura del Porto delle Nebbie sono tutti dalla loro parte.

Anonimo ha detto...

Io sono da sempre per l'istituzione di una gogna sotto le stazioni della metro, a chiunque venga sorpreso a danneggiare un bene pubblico con pennarelli o vernice.
Una gogna dove le persone civili mentre vanno al lavoro possono fermarsi un minuto per dare una artistica spruzzata di vernice (non tossica)in faccia allo zozzone.
Che dite, gli passerebbe la voglia di rifarlo ?

ShareThis