Pare Bangalore, ma è solo Ponte Mammolo

11 febbraio 2013
Un bel quadretto della stazione di Ponte Mammolo: palo sepolto da vari strati di carta strappata, bancarelle (regolari o abusive?) che occupano tutto il marciapiede obbligando gli utenti a camminare sull'asfalto (dove è previsto il passaggio degli autobus) e impedendo il transito di carrozzelle\passeggini ecc... Il tutto attraverso i vetri sfregiati di un autobus dell'Atac.
Luca R.

14 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

Massì dai, sterminiamoli col lanciafiamme i bancarellari. Brutti pezzi di merda.

Anonimo ha detto...

Almeno i bancarellari se ponno fa vede in giro senza pija pizze, voialtri invece... e pure razzisti.

silvia ha detto...

ma cosa c'entra il razzismo... Queste bancarelle farebbero schifo anche se nel ruolo di ambulanti trovassimo italiani in giacca e cravatta. sono dappertutto, vendono paccottiglia e quando smontano lasciano rifiuti ovunque. Sono un'indecenza!

pizzardone ha detto...

Questo è il classico esempio in cui delle persone civili vanno a litigare e soffrire per colpa degli amministratori inetti e dei vigili incapaci. L'autore del primo commento potrebbe pure essere "razzista" ma:
1) lo schifo non conosce razza;
2) la colpa è sempre del sindachetto. E' chiaro e PREVEDIBILISSIMO che qualcuno se la prende col singolo venditore, così come è prevedibile che col traffico caotico qualcuno di noi urti inavvertitamente un'auto: non sono tanto le singole persone a sbagliare, ma i cittadini romani a non andare coi forconi sotto al Campidoglio. Ricordo che Alemanno e i vigili sono così incapaci che le vendite abusive e le auto in sosta vietata stanno pure SOTTO LA SCALINATA DEL CAMPIDOGLIO! Alla Casa Bianca questo non succede.

Antonio Privitera ha detto...

E' ovvio che i due primi anonimi o sono la stessa persona o comunque sono coordinati per screditare il blog...

Do not feed the trolls, please

Anonimo ha detto...

Da quando, sporadicamente, leggo RomaFaSchifo, guardo con molto più rispetto i rifiuti ammucchiati sul ciglio della strada.

Anonimo ha detto...

Sono stato a Bangalore per lavoro la scorsa primavera. E' una città con tante contraddizioni ma in continuo cambiamento, molto affascinante. Non trovo il nesso con lo SQUALLORE di PONTE MAMMOLO.

Anonimo ha detto...

Una fermata in più e arrivate a Rebibbia. Stesso schifo. Pavimentazione saltata, scale pericolose, e tanti tanti tanti ambulanti che ovviamente usano le aree verdi circostanti per i loro bisogni. Farsi un giro in metro equivale a girare il mondo. Il terzo mondo ovviamente. Ad ogni fermata si può bene immaginare di essere in bangladesh, nello sri lanka, nel burkina faso, etc, etc.
Hanno ridotto Roma ad una fogna a cielo aperto. Maledetti politici, maledetti immigrati.

Anonimo ha detto...

Con questa storia del razzismo avete proprio rotto i coglioni. Dobbiamo lasciarci invadere dai selvaggi e stare pure zitti ? Non bastassero i nostri di incivili... avevamo davvero bisogno di far entrare qualche milione di desperados ? Che se ne tornino al paese loro. E pure presto.

Anonimo ha detto...

Bancarellari, cartellonari, vandali, posteggiatori abusivi, venditori abusivi, zingari, immigrati, graffitari... che possano tutti morire subito. E con loro tutta la classe politica.

Anonimo ha detto...

Chi ancora parla di razzismo, una volta di piu' non ha capito un cazzo!

Si parla di riincivilire un posto disperato: Roma!

Anonimo ha detto...

Espulsione immediata per tutti gli immigrati. Non se ne può più di questa invasione. Perché di invasione si tratta. E continuano ad arrivare e a fare figli come conigli. Anzi, come topi di fogna.

Anonimo ha detto...

@anonimo dell 11.07, che ci fai su un blog antidegrado? via, sciò, aria. tornatene pure a casapau. non abbiamo bisogno né di immigrati che delinquono né di romani minorati mentali come te.

Anonimo ha detto...

@anonimo 12.22

adesso siamo arrivati anche alla censura ? Difendere il nostro paese dall'invasione è diventato un peccato ? un reato ? qualcosa di cui vergognarsi ?
Se ci tieni tanto a 'sti selvaggi, portatene qualcuno a casa tua. Magari tua moglie sarà contenta...

ShareThis