Attenzione: miracolo sulla Prenestina. Hanno sostituito le pensiline. Qui una serie di "prima e dopo"

14 febbraio 2013














Questa è la pubblicità che che ci piace: in cambio di mq pubblicitari le ditte offrono alla città un arredo urbano di qualità. Ma ci vuole tanto a fare tutto (tutto!) così?

18 commenti | dì la tua:

Marco Parravano ha detto...

Così attaccano meglio i manifesti elettorali.

Anonimo ha detto...

Aspettiamo una settimana e torna tutto come prima. Vernice e adesivi sugli sponsor e ditte che capiranno di essere in un posto senza speranza.

Anonimo ha detto...

bene! anche se la qualità dei lavori è un pò approssimativa...

Anonimo ha detto...

bello, peccato che debba durare poco...

n@po ha detto...

Complimenti per l'esaustivo reportage fotografico. Belle le nuove pensiline, anche se il bianco mi convince poco.

Anonimo ha detto...

In un paese civile queste pensiline potrebbero pure definirsi belle, il chè è raro a Roma dove i manufatti sono in genere orrendi e inutilmente invasivi. Purtroppo però risultano facile preda dei soliti writers e attacchini. Laddove sono state impiantate sono rimaste pulite soltanto poche ore. Ovviamente nei paesi civili i vandali sono acciuffati e perseguiti penalmente.

Anonimo ha detto...

Sono nuove e pulite. Saranno molto presto oggetto delle attenzioni dei vandali. Basterebbe appostarsi stanotte per beccarne qualcuno e sbatterlo in galera, non prima però di averlo fatto girare per la città soggetto a pubblica gogna.

Anonimo ha detto...

Le pensiline sono lì dai primi giorni di gennaio. E ancora non sono state vandalizzate. Mi piace pensare che resistano ancora a lungo.

Giò ha detto...

io che sono ormai abituato a pensare male e che ho alcune prove del mio ragionamento, dico che interventi di questo tipo, spot e non integrati in una riqualificazione effettiva sono azioni promozionali pre-elezioni. Vedrete come ad esempio a ridosso delle comunali la cristoforo coolombo sarà completamente abbellita da nuove piante e 'riqualificata'.
Naturlmente Veltroni e Rutelli facevano lo stesso. RItocchini, lì dove si poteva vedere facilmente. Benvenga l'intervento, intendiamoci, ma il giudizio non può cambiare sulla gestione.
Grazie
Giordano

Anonimo ha detto...

Noooo e adesso come faranno i centrosocialari e i circolettari ad attacchinare i loro manifesti e le loro locandine? Volemo er DIRITTO de attacchinà, aridatece lo zozzume de prima, fassissti...

Anonimo ha detto...

belle le nuove pensiline
ma quei guardarail sono ancora orrendi

Anonimo ha detto...

Guardate che è da un bel po' che sono là e nessuna l'ha minimamente imbrattate.

Renzo ha detto...

Quelle pensiline non vengono imbrattate perchè non è l'atac a occuparsene, ma la ditta pubblicitaria che ha vinto l'appalto per la loro gestione.

E la prima cosa che fanno è cospargerle di vernice antigraffiti e staccare qualsiasi cosa ci venga attaccato sopra.

Certo, i writer possono comunque incidere i vetri con le loro pietre, come avrebbe fatto un ominide di 4 milioni di anni fa.

Ma la vandalizzazione completa è da escludere. Nel resto della città queste pensiline ci sono da anni e tutto sommato reggono bene.

Sarebbe bello che l'ATAC, da sola, fosse in grado di mantenere questo standard. Ma siccome l'ATAC stessa è usata come parcheggio di parenti e amici, i servizi per funzionare devono essere appaltati ai privati, e quindi becchiamoci i privati - se lavorano bene e restituiscono qualcosa (decoro, informazioni) alla città.

Anonimo ha detto...

Sulla Colombo l'unica cosa decente che alemanno potrebbe fare e' rimuovere le centinaia dio migliaia di cartelloni illegali e abusivi con cui la ha fatta devastare in questi anni!

Anonimo ha detto...

A me delle pensiline frega poco, voglio più tram nelle ore di punta.

Marco112 ha detto...

ne riparliamo alla fine delle campagne elettorali.
purtroppo stiamo a roma.

Anonimo ha detto...

Molto belle. Adesso polizia in borghese che pattuglia la zona e botte da orbi a chiunque viene sopreso ad imbrattarle o a danneggiarle vigliaccamente di notte. Soltanto così si toglieranno il vizio...

mony ha detto...

Qualcuno mi sa spiegare il senso della protezione dei binari nel tratto di fronte a Lineaverde, per intenderci alla fermata Largo Telese?
E' stata un'idea geniale perché invece di quell'ammasso di latta che è il guard rail è esteticamente bello ed inoltre ora nessuno più si azzarda ad attraversare in mezzo alla strada per scavalcare.....ma ovviamente nessuno puliscee quindi quell'aiuola è un porcile e le piantine sono rinsecchite.
Mony

ShareThis