Farmacie Comunali chiuse ad agosto. Marino aveva risanato Farmacap, oggi è il dramma

10 agosto 2017
La storia fino ad oggi la conoscete. Le Farmacie Comunali di Roma sono al disastro. Gestire una farmacia significa fare utili in automatico, è impossibile perdere soldi. Tra inefficienza, sindacati e dipendenti infedeli (si rubavano l'inverosimile nei magazzini, per dirla chiara), le Farmacie Comunali di Roma (Farmacap) erano allo stremo. Tanto che Ignazio Marino voleva venderle, o addirittura svenderle.
Fu l'allora assessore alle Politiche Sociali Francesca Danese a convincerle: "guarda che si possono risanare, e poi sono un presidio fondamentale sul territorio". Marino, per una volta, ascoltò. Si fece un regolare bando di gara. Di quelli veri, non quelli fatti per nominare gli amici ammantando la nomina di una inesistente pretesa di trasparenza. Venne nominata una ragazza che faceva lo stesso lavoro nella rete delle farmacie comunali di Pistoia. Simona Laing prese le Farmacie Comunali di Farmacap e nel giro di qualche mese iniziò a sistemarle davvero. 

Quello che Laing è stata capace di fare (una vera rivoluzione) lo abbiamo raccontato qui. Ma poi qui e ancora qui abbiamo dovuto raccontare lo schifo pentastellato dei mesi successivi: minacce, accuse, accerchiamenti. Fino al licenziamento. Laing venne licenziata perché aveva osato risanare un'azienda comunale. Ma si sa che se tu fai un partito che accumula consensi fintanto che la gente è disperata, non puoi permetterti che qualcuno, perdavvero, sistemi le cose. Non puoi assolutamente consentirlo. Se le aziende vanno bene, se c'è sviluppo, onestà, lavoro chi mai vota Grillo? E' chiaro che per mantenere il consenso di partiti antisistema, il sistema deve essere tenuto marcio, squallido, corrotto, fallito. Poco importa se le responsabilità di questo schifo ora sono direttamente del Movimento 5 Stelle: basta scaricare la colpa su altri e l'elettorato lobotomizzato che il partito di Grillo si è scelto crederà a tutto quanto!


E dunque cosa sta succedendo in questi giorni? 

- Lo sorso 7 agosto è stato chiuso il notturno della Farmacia Cinecittà, che era stata attivata nel 2015. Questo comporterà ovviamente perdita di fatturato e disservizi per i cittadini.
- Quest'anno a differenza dell'anno scorso (quando vennero tenute aperte tutte le farmacie, al netto di tre piccolissime, cosa che non era mai avvenuta prima), chiuderanno tutte e resteranno aperte solo le h 24 

- Ovviamente le h24 sono state avviate durante la gestione della Laing.


- Ad agosto chiuderanno dunque per un periodo che va dai 7 ai 15 giorni qualcosa come 43 farmacie. Ovviamente questa scelta  genererà un danno economico e un disservizio soprattuto nelle zone periferiche. Quantificazione del danno? Tra 900 mila euro e 1.200.000 euro a nostro avviso.
- Altra questione importante è il blocco della vendita dei prodotti a marchio Farmacap che era stato creato da Laing per portare un valore aggiunto alle farmacie comunali. In un solo anno questo business aveva fruttato quasi 600 mila euro di fatturato con un margine netto del 72%. Il nuovo direttore generale, con la comunicazione che vedete qua sopra, dice che manca l'assicurazione. Si tratta di una scusa in quanto se un prodotto (come può capitare anche con tutti gli altri brand) causasse un reazione inaspettata alla sua sommistrazione risponderebbe il laboratorio di riferimento che lo crea, non certo Farmacap. Più volte è stata richiesta la normativa, non hanno mai dato riferimenti precisi. Praticamente i direttori di farmacia hanno dovuto buttare in scatoloni i prodotti a marchio Farmacap più remunerativi per le farmacie e più convenienti per i cittadini e metterli in magazzino per poi smaltirli. Danno? 100 mila euro secondo qualcuno. Molti cittadini che si trovavano bene con quei prodotti naturali hanno scritto alla direzione per capire le motivazioni di questa scelta: nessuna risposta. L'unica spiegazione è che Farmacap per qualche strano motivo non può fare business in maniera sana, non può risanarsi, non può stare sul mercato.
- E poi c'è la questione del magazzino all'ingrosso. Secondo quanto ci risulta il Commissario Stefanori ha chiesto alla Regione Lazio la rinuncia dell'autorizzazione della distribuzione all'ingrosso. Questo procurerà un danno ingentissimo a Farmacap in quanto in primis i locali dove era stato attivato il magazzino sono attigui alla farmacia di Selva Candida e da contratto l'azienda è vincolata a pagare l'affitto anche se non usa i locali: 100 mila euro l'anno. Grazie al magazzino tutto il settore del parafarmaco si era sviluppato ed era riuscito a cubare  in pochi mesi 600 mila euro di fatturati. Questa attività, insieme a tanti altri piccoli tasselli, aveva permesso di migliorare l'attività caratteristica conseguendo 3 milioni di fatturato in più e maggiori marginalità. Tutto questo deve essere perduto.
- Per gli acquisti siamo tornati alla vecchia maniera, magazzini pieni di merce e merce che non gira, senza tenere in considerazione i parametri della rotazione a 30 giorni, questo almeno ci raccontano i bene informati dentro l'azienda che davanti stanno zitti ma dietro raccontano indignati quanto sta succedendo. Vale a dire aumento dei costi di acquisto con grande rischio di generare scaduti e obsoleti. Un concetto gestionale ormai superato da molte aziende, perché se anche l'acquisto dalla ditta produttrice rispetto al grossista può dare qualche centesimo di margine in più, la ditta da par suo impone di acquistare tutto il listino come sta accadendo adesso. Ricordiamo che per gli acquisti la Laing aveva fatto due gare europee dopo 10 anni per la selezione del grossista. Farmacap è passata così dall'essere la più inefficiente e costosa ed essere la più efficiente rete di farmacie in Italia anche sfruttando la sua stazza in termini di economie di scala
- E' tornato il Recup nelle farmacie svolto dal personale dedicato ai servizi in convenzione con il Comune di Roma Capitale quando la convenzione stessa vieta esattamente che quel personale possa essere dedicato ad altri servizi (come il Recup) che godono del finanziamento dalla Regione Lazio. 

- E i bilanci? Anche qui le notizie che ci arrivano da svariate fonti sono allucinanti: ad oggi non c'è un previsionale 2017 approvato dal collegio sindacale ne tantomeno un bilancio consuntivo 2016 approvato. Intanto l'assessore Mazzilo ha fatto destinare per eventuali debiti Farmacap 9 milioni di euro il giorno dopo che Laing è stata licenziata. Laing da par suo non aveva chiesto alcuna copertura finanziaria al Comune di Roma Capitale in quanto il piano industriale prevedeva l'autofinanziamento. Anche qua 9 milioni sottratti dalle tasche dei cittadini e infilate in una azienda che stava per completare il suo percorso di riqualificazione che invece è stato inspiegabilmente interrotto rifacendola piombare nella assoluta normalità romana. Quella tanto cara ai Cinque Stelle: più la città è allo stremo, più la gente è disperata, più elettori per i partiti anti sistema. Questo è.

60 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

Sono un farmacista (di farmacia privata) e non ho mai letto tante cazzate tutte insieme! Persino che chiudere il servizio notturno porta ad un danno economico quando è esattamente il contrario, visto che normalmente di notte oltre a qualche urgenza e qualche prodotto per la disfunzione erettile sono tutte vendite di siringhe per eroinomani, e bisogna pagare il farmacista il farmacista che ci lavora con la maggiorazione.. Ma chi sono i soggetti che scrivono in questo blog? Ce l'hanno un nome e un cognome? Che lavoro fanno?

Anonimo ha detto...

caro farmacista cazzaro , la farmacia comunale è un servizio per la collettività e questo il Comune di Roma deve assicurare, per quanto riguarda i tossicodipendenti le siringe sterili servono a proteggerli da altre patologie tipo hiv ecc......Un bel tacere nn fu mai scritto

Anonimo ha detto...

caro anonimo provocatore, secondo me hai qualche "piccolo" problema di comprendonio: il saccente blogger (che si prodiga a dare istruzioni tecniche pseudo-specialistiche in ogni campo, dalle strade agli edifici, e ora pure le farmacie) sta facendo (a modo suo) un discorso economico e non sanitario. Comunque considerando il livello culturale dei commentatori trovo di scarsa utilità interloquire ulteriormente.

Anonimo ha detto...

Caro blogger secondo me scrivi proprio tante cazzate...tanto più che lo fai sempre denigrando qualcuno. ..proprio nello stile del partito che cerchi di rappresentare. Andrea.

Anonimo ha detto...

Quello che non capisco io e' la nozione di servizio pubblico.
Si dice sempre che tutti queste accolite di parassiti comunali/paracomunali/concessionari/licenziatari e cosi via giustifichino la lora esclusiva/privilegio col fatto che che facciano servizio publico.

Ora a che serve una farmacia di proprieta pubblica se poi mi va in ferie come una farmacia privata?

Gianni Ridolfi ha detto...

Certo caro farmacista di farmacia privata, i tuoi colleghi di altre farmacie private che invece tengono aperto per scelta tutte le notti, e non solo per obbligo di rotazione, sono dei benefattori.
Intanto visto che accusi gli altri di dire cazzate perchè non ti firmi con nome e cognome cosi uno potrebbe anche verificare se il cazzaro per caso non sia tu?
Gianni

Anonimo ha detto...

Gianni Rinolfi, veramente a me sembra che le farmacie notturne a Roma siano scomparse quasi del tutto dopo la liberalizzazione degli orari a firma Mario Monti, proprio perché non conviene tenere aperto nell'orario notturno. Ma che bravi che siete a fare tutti il mestiere degli altri vedo! Il farmacista.

Anonimo ha detto...

Al farmacista privato pentagrullo direi che i numeri non sono opinabili nè è in dubbio che la persona che ha diretto e riorganizzato il servizio sia stata cacciata.
Prima di farfugliare i soliti giudizi sciatti e qualunquisti, provi a confutare questi dati se ci riesce. E provi a capire, caro il mio pentafesso, che è in gioco la salute dei romani e non il ridicolo ego dei grillini

Anonimo ha detto...

p.s. mio nome e cognome: Silvio Benedetti, detto 'U Caca'. Ora sei più felice?

Anonimo ha detto...

A quando la messa in commercio delle pozioni anticancro della neoassessora antivaccini? Sai li sordi per le farmacie comunali
Ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha!!!!!!!!!11111111111!!!!!!!!!!!11!!!1!

Anonimo ha detto...

Scusate sono la signora Angelina Scopolarella, d'a prenestina, la via nun ve serve? visto che siete così esperiti ve volevo da chiede che se chiudeno sta farmacappa la notte che succede? Quanti romani morimo? Chiudeno pure li pronti soccorsi?

Gianpaolo Rosato ha detto...

"Roma fa schifo" si è sempre contraddistinta per un critica feroce all'operato di Farmacap, una critica sensibile agli interessi dell'amministrazione Marino e dei soggetti speculativi che rappresentava.
Soggetti sempre attenti ed interessati alla messa sul mercato di un'azienda completamente pubblica, con fatturato medio di 50.000.000 € all'anno, che gestisce 45 farmacie sul territorio romano (nelle periferie romane).
Mai è interessato a questo blog il punto di vista di cittadini e dipendenti dell'Azienda.
Quello che non si dice è che la Giunta Marino il 23 marzo 2015 fece approvare una delibera (la n.13/2015) che prevedeva la dismissione dell'Azienda e che la nomina della ex DG Laing (in agosto 2015) era avvenuta proprio in attuazione di quella delibera, che non preveda "il risanamento" dell'Azienda ma la sua "liquidazione" mediante trasformazione in SPA, con la messa sul mercato e l'ingresso di soggetti privati (bebeficiari esclusivi del progetto di privatizzione.
Chiarito questo faccio una domanda:
esistono farmacie che fanno periodi di chiusura estiva? A che pro e soprattutto, a beneficio di chi e con quale copertura di personale?
Fare battaglie sulla pelle di lavoratrici/ori e cittadine/I, è facile, ma esclusivamente funzionale agli interessi di soggetti privati, che oggi più di ieri, soprattutto dopo l'approvazione definitiva del Ddl Guidi, che prevede l'ingresso delle società di capitali nella proprietà di farmacie e l'abolizione del tetto massimo di 4 farmacie per singolo proprietario. Soggetti che hanno ben altri interessi dalla cittadinanza romana, che avrebbe bisogno di un'azienda pubblica in grado di garantire servizi di qualità nonché un'azione calmieratrice dei prezzi rispetto ai soggetti privati.

Gianpaolo Rosato, farmacista e dipendente Farmacap

Anonimo ha detto...

Ha ha ha ha ha ha tutti la notte a compra' le pozioni anticancro per non fasse vede'!

Anonimo ha detto...

X 4:58 PM
I dipendenti quali, quelli che rubavano i farmaci alla luce delle telecamere?
Bella la vita ora che si ritorna al vecchio andazzo.....c'avete pure le ferie

Anonimo ha detto...

La CGIL Farmacap la rovina di Farmacap dove si difende inefficienze....voi siete contro il pubblico perché lo mettete in ginocchio costringendo i comuni alla vendita. Il pubblico si salva portandolo in utile e facendo lavorare tutti!

Gianpaolo Rosato ha detto...

Mi sembra di riconoscere lo stile di qualcuno di questi raffinati commentatori, anonimi.
Servi dei padroni a prescindere, oggi come ieri.

bat21 ha detto...

Questa storia fa capire PERCHE' Marino ha sbagliato a non privatizzare. I padroni politici possono cambiare e rovinare il lavoro di risanamento. Comunque IL REFERENDUM per Atac è passato :)
Qualche fiebile speranza per il futuro c'è: se dovesse passare alla fine poi sarà il turno di Farmacap tra le altre. E io come contribuente godrò tantissimo!

Anonimo ha detto...

I soliti rivoluzionari al al lavoro.........

Anonimo ha detto...

Suggerisco di rinfrescarsi la memoria con questo articolo di Romafaschifo del 6 settembre 2016
http://www.romafaschifo.com/2016/09/la-vera-storia-di-farmacap-dopo-gli.html
dove tra l'altro l'autore scrive
"(d'altro canto non si capisce perché il Comune debba occuparsi di fare il farmacista, condividiamo)"

Anche a leggere i commenti c'è da divertirsi.

Anonimo ha detto...

Non lavorano, non l'hanno mai fatto e credo che aborrino anche il termine. Scrivono...e scrivono...e poi scrivono ancora...

Anonimo ha detto...

Secondo me la lobbyracket comunoatacamavigilifarmaciecomunalipulitoridistradeneCridoppiofilistatassinaravendiborsegladiatori ha radici dappertutto.
Che pena mi fa quest uomo.

Anonimo ha detto...

Caro Bat21 il referendum per Atac è consultivo, significa che non c'è alcun obbligo per il comune di adeguarsi al risultato. Naturalmente se il risultato sarà contrario all'obiettivo dei promotori il Comune ne uscirà persino rafforzato. E poi i radicali non l'hanno promosso per la privatizzazione di Atac.

Bat21 ha detto...

Sta ai romani ora far vedere di che pasta sono fatti, se un minimo di evoluzione la hanno raggiunta o sono solo un pastrocchio meridionale. Se i cinque stelle ignoŕeranno l esito del referendum sarà un bel danno per loro "paladini" della democrazia diretta ;) . Parlare di privatizzazione è una semplificazione ma mi piace dirlo perché fa arrabbiare i benekomunisti

Anonimo ha detto...

Io la vedo come una stupidata buttasoldi la questione del referendum su atac. Gli Italiani hanno sempre bocciato le privatizzazioni, l'ultima volta quella sull'acqua pubblica: ormai hanno capito perfettamente che il privato guarda solo al massimo guadagno con la minima spesa, e che in Italia non ci sono regole statali per garantire utenti e cittadini.

Anonimo ha detto...

..e soprattutto hanno capito perfettamente che non ci sono pene serie per falso in bilancio e truffe varie ai danni dei cittadini.. almeno fino a quando questi cittadini che rappresentano la parte onesta dell'italia non siederanno a palazzo chigi!

Anonimo ha detto...

...perché non ci vuole nulla a scrivere una legge seria sul falso in bilancio e leggi che garantirebbero la certezza della pena, e non ci vorrebbe nulla neanche a convertire in strutture carcerarie tutti i palazzoni sfitti costruiti dai soliti noti, che garantirebbero con una semplice recinzione spinata un posto per tutti quelli che oggi sono praticamente a piede libero per i reati più vari (soprattutto per quelli di natura fiscale praticamente nessuno va in carcere), come alternativa ai domiciliari e alle sospensioni delle pene, visto che oggi sembra di stare in una grande rebibbia a cielo aperto.

Anonimo ha detto...

E in merito a tutto il resto? cosa dici caro farmacista grullidiota?

Anonimo ha detto...

magari te pijasse n'colpo... un cojone è un voto in meno per i pentacitruli..

Bat21 ha detto...

Questa è la tua idea (purtroppo condivisa dalla maggioranza degli italiani). La stupidata mangiasoldi per me è tenersi atac pubblica

Anonimo ha detto...


Da quando il privato fa gli interessi della collettività? Esempi concreti, please.

Anonimo ha detto...

Per avere un buon servizio pubblico c'è bisogno di buoni amministratori pubblici, per avere un buon servizio privato c'è bisogno di un buon substrato pubblico che garantisca buone leggi, e di un buon gestore privato che le rispetti.

Pask 900 ha detto...

Non ce la posso fare, forse è il caso di abbandonare la mia amata Roma.

Anonimo ha detto...

Ora che abbiamo gente nuova non corrotta io punterei decisamente sul risanamento del servizio pubblico, anche in vista del fatto che PD e pdl non ci rimetteranno più piede

Anonimo ha detto...

Prodotti a marchio Farmacap con un "margine netto" del 72% ? In italiano vuol dire che per ogni 100 euro di merce venduta 72 erano di guadagno ? Una mano santa per i bilanci, un po' meno per le tasche dei cittadini. Alla faccia della funzione sociale ...

Anonimo ha detto...

Privatizzare subito.

Anonimo ha detto...

Ormai è metastasi, non si può risanare una cippa

punisher ha detto...

Vota grillone e finirai nel burrone... prima fanno andare male le cose poi le privatizzano un classico così lo stato vende ai minimi i privati con 4 soldi comprano beni, servizi, avviamento, con la scusa dei conti pessimi licenziano, mettono alla frusta i dipendenti (onesti e non tanto sono carne da macello) prendono a calci nel culo i sindacati, aumentano i prezzi e BUON APPETTITO tra una pacca sulle spalle e l'altra mentre gozzovigliando brinderanno al movimento 5 Saluti.

Anonimo ha detto...

La Laing è una spregiudicata e pericolosa donna.L'unica azione giusta in questo anno di amministrazione a cinque stelle è stata il suo licenziamento.

Anonimo ha detto...

Spregiudicata e pericolosa è farle un complimento. Quello che è stata è ben altro mSe n'annasse a m.... ammazzata!

Anonimo ha detto...

E questo?
https://www.federfarma.it/Edicola/FiloDiretto/Filodiretto/aprile2017/05-04-2017-00-50-38.aspx

Anonimo ha detto...

La Laing vi ha messo a lavorare. Sindacalisti che prendevano 48 giornate di permesso in sei mesi alla faccia di chi stava al banco....

Anonimo ha detto...

Vergognatevi coprivi i colleghi che rubavano. Avete spolpato un azienda a danno dei cittadini......era l'anarchia prima. Siete tutti della Cgil perchè lei ha chiuso un accordo con tutte le sigle escludendo voi......

Anonimo ha detto...

A tonelli, ma che t'ha promesso Orfini? Hai fatto la guerra al PD, perché pensavi che il M5S te facesse na telefonata che non è arrivata e mo che è cambiato? il Pd ha fatto ponte di nona il Pd ha fatto la nuova fiera di Roma il Pd ha fatto la cittadella dello Sport a Tor vergata e io lo dovrei rivotà? O lo dovrei rivotà perché Orfini t'ha promesso un lavoro pubblico?

Anonimo ha detto...

Nell'articolo ci sono tante di quelle ca..ate che direi che il sito "Romafaschifo" fa schifo ! Piu' che un articolo e' una unidirezionale visione delle cose che lascia credere cose che non sono.
Un giornalista serio affronta le cose dando i vari punti di vista, per esempio anche quello del Commissario: https://www.senzabarcode.it/farmacap-stefanori-ccnl/

Pseudo giornalismo da SCHIFO. Siete voi che fate SCHIFO, non Roma, Roma sarà disorganizzata, piena di gente che si fa i caxxi suoi e con poco senso civico, sporca dal tempo dei romani, sfruttata, depredata, saccheggiata, devastata dall'uomo moderno (lo scempio del dopoguerra), rapinata dagli amministratori e vari funzionarietti con anche il minimo di potere ... i romani fanno schifo, Roma e' la piu' bella città del mondo !
A me non frega niente quale partito o gruppo l'amministri ma noto che questa nuova amministrazione, con tutti gli inciampi organizzativi iniziali sta facendo "programmazione", gare pulite, attenzione a non creare altro debito, attenzione ai soldi dei contribuenti che non avevo mai visto prima ... io gli do fiducia xche' so che x raddrizzare Roma ci voglio almeno 20 anni, stanno sulla strada giusta e quando i romani lo capiranno e contribuiranno con un maggiore senso civico Roma si solleverà !

Anonimo ha detto...

Però dei regali e degli aumenti li livello che LAing riservava alla sua cerchia,anzi,alla sua mandria di pecore nessuno ne parla????Che poi sono le stesse che oggi belano dietro a stefanori....beeeee beeeeee!!!!ridicoli manica di schiavi!Sempre a testa bassa dovrete camminare,persone senza dignità! E Lei?a casa!!T'hanno cacciata!!!Stacce!

Anonimo ha detto...

Ma invece un problema serio: perchè i farmacisti, sia uomini sia donne, devono tutti indossare le ciavatte col buco in mezzo per l'alluce? È un'antica usanza?

Anonimo ha detto...

Quotissimo. Vogliono la politica ma se la continueranno a prendere nel culo per un po' di anni . Falliti che non so altro e poveri.

Anonimo ha detto...

Ma pensi che solo perche scrivi in maiuscolo qualcuno leggerà i tuoi post lunghissimi e off topic?

Anonimo ha detto...

Giusto Alfredo piacentini può commentarvi capre sottopagate e schiavizzate,andate a belare sotto la nuvola del vostro amato Fuksas, poveracci che non siete altro . Senza una lira e parlate pure. Via sul bus poveri.

Anonimo ha detto...

Bah, inutile sproloquiare su Farmacap. La giunta Raggi ha fatto bene a ridimensionare questo inutile carrozzone. Farmacie aperte in agosto, sí certo, ora magari impediamo ai farmacisti di andare in vacanza come tutti gli altri cittadini...
La veritá (che fa male, molto male) é che questa giunta sta dando un'impronta razionale alla cittá. Avete bisogno di un cachet? Prendete la macchina e vi recate alla farmacia piú vicina, morirete per quei 20-30 minuti in piú? Coraggio signori, é tempo di ammettere la veritá e applaudire una politica davvero onesta e democratica, fatta di passione e di umiltá. Forza Virgina, forza Luigi.

Anonimo ha detto...

Inoltre - perdonate il breve OT - sono tornata a Roma dopo qualche mese di assenza. Le strade stanno migliorando (buche quasi assenti in molti quartieri), meno abusivismo e piú pulizia. Unica pecca gli alberi (mi pare non vengano piú potati) ma aspetto fiduciosa settembre per una nuova azione, come promesso del resto :)

Anonimo ha detto...

Pask 900 ha detto...
"Non ce la posso fare, forse è il caso di abbandonare la mia amata Roma."

Infatti, bravo. Cameriere a Londra, tanto non mi pare che le tue velleitá trovino sbocco in chissá che.

Anonimo ha detto...

https://www.senzabarcode.it/farmacap-stefanori-ccnl/ facile fare gli utili senza conteggiare gli accantonamenti e non pagando i dipendenti!

Anonimo ha detto...

bah, un'inutile, noiosa e tecnica disquisizione su due farmacie. ma sti cazzi, le chiudessero. non so' questi i problemi di roma

Anonimo ha detto...

@ Gianpaolo Rosato - ma te sei quello con l'orecchino che scrivi "ciao patata" sui muri de San Lollo insime all'amici di Massimijano Smerijo? Gli pseudo-fasci della CGIL? Dai su, va' a lavorá.

Anonimo ha detto...

Li problemi so' artri!?

Anonimo ha detto...

4:01 PM non fare il ganzo, che prima o poi qualcuno ti prende in strada e ti spara in testa - lo trovi un matto che é piú matto di te - fa il verso, il ganzo, hai capito

Anonimo ha detto...

4:13 PM ... Ganzo è un termine toscano.. come grullino.. pentacitrullo.. Sei un troll toscano o sei proprio Renzi che ogni tanto dalla spiaggia prende il cell e fa il bimbominkia?

Anonimo ha detto...

L'unico modo di risanare Farmacap é di trasferirne la sede in un nuovo centro direzionale fatto di grattacieli e privatizzarla. Ovvio.

Anonimo ha detto...

Hai ragione, il pd ha varato la somministrazione coatta di dodici vaccini inutili e dannosi ai futuri italiani, spendendo miliardi di risorse sottratte agli italiani che si muoiono di fame, iniziativa presa dai consulenti sotto inchiesta per tangenti da parte del Noe, però marino aveva risanato le farmacie comunali.
Non fa una piega, soggettone.

ShareThis