Terrorismo? Sicurezza? Video imbarazzante oggi a Corso e Fori Imperiali

21 agosto 2017
Oggi apri i giornali e si parla solo di come proteggere le nostre città dopo i fatti di Barcellona. Si rovellano anche artisti e grandi architetti ("mettiamoci gli alberi, invece dei dissuasori in cemento" dice Stefano Boeri)  e a Milano già sono a lavoro per fare concorsi creativi per abbellire le barriere paracarro in calcestruzzo.

A Roma come al solito stiamo indietro, ma non pensavamo così indietro. Ieri Luca Bergamo (che da settimane è sindaco visto che la sindaca ufficiale sta in vacanza in luogo segreto non si sa più da quanto) ha perfino partecipato a riunioni su riunioni per tamponare una situazione di rischio e per rispondere all'aumentato grado di allerta nazionale e finalmente si è parlato del problema enorme del carico e scarico in città (qui la ricetta di Roma fa Schifo). Eravamo certi, insomma, che tornando a Via dei Fori Imperiali e a Via del Corso non avremmo trovato para para la situazione che avevamo lasciato a maggio, a gennaio e a dicembre...

Qui il video con una prescrizione: stiamo parlando solo della parte "bassa" di Via del Corso. Nella parte alta la situazione di presidi e sicurezza è, come cerchiamo di spiegare nel video, ancor peggiore se possibile...


31 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

In vacanza????
Ma i pentafessi quando Marino mancò qualche ora a ferragosto si stracciarono le vesti immacolate e aizzarono una canizza disgustosa insieme ad altre simpaticissime bestiole analoghe a loro come le iene.

Anonimo ha detto...

che se fanno gli attentati da soli? ma non avete capito che Roma è già Siria?

Anonimo ha detto...

occhio che se fai vedere le targhe delle macchine rischi ... quello sul SUV se vede il video potrebbe anche denunciarti

Anonimo ha detto...

Lo soluzione ideale a mio parere è mettere veri e propri cecchini alle entrate strategiche, ne elenco alcune:

- Piazza Venezia - Popolo - Tridente
- Porta Cavalleggeri
- Piazza Fiume (Porta Pia)
- Nazionale / Termini

Così facendo si potrebbe sparare agli attentatori in tutta tranquillità, fermo restando che in questi casi sparare alzo zero è PURTROPPO NECESSARIO e questo vuol dire lasciare sulla strada anche diversi morti dei nostri.

Credo che con una certa preparazione i nostri militari possono fare saltare facilmente qualche camion di questi infami senza procurare troppi effetti collaterali.

Perchè - ora la dico bene - per questi maiali ci vuole solo del piombo, ci vuole solamente tanto tanto piombo sulle teste, tocca fargli scappare il cervello dal cranio e le budella dagli sfinteri, non parlo ovviamente degli amici musulmani pacifici, ma dei TERRORISTI e degli ESTREMISTI, i MOSTRI

Io sono un tipo tranquillo, ma se provano a toccare il suolo SACRO di Roma io non mi faccio scrupoli a sparare e farne fuori una centinaja. Siamo o non siamo ROMANI?

ALL'ARMI!

Anonimo ha detto...

Te 6 il primo che finisce arrotato. Esaltato del cazzo

Anonimo ha detto...

11:47 tu li aspetti insieme a Kossutta e Giulietto Kiesa, magari gli portate pure le primule rosse, komunisti de sta fava... da legge marziale quelli come voi!

AZIONE FOLGORANTE
GIOVINEZZA!

Anonimo ha detto...

Ahhhaahhh 6 un mito. Kossutta e giulietto kiesa con la k. Hai ragione. Questi sono dei comunisti e vanno purgati. Io ce l'ho la ricetta per i terroristi: innaffiarli con tanto olio di ricino. E poi non servono delle barriere ma semplicemente lasciare che le buche sull'asfalto diventano piu grandi cosí li rendiamo inermi. Roma capitale dell'impero. Riprendiamoci l'abissinia. Il corno d'africa ci spetta di diritto. W Littoria e Pontinia

Anonimo ha detto...

Quarto mondoh

Anonimo ha detto...

Quinto mondohhhh

Anonimo ha detto...

Sesto,settimo,ottavo mondohhh

Anonimo ha detto...

Milano è una piccola alpha city, attractive - Roma va bene al massimo per quattro categorie di esseri umani:

I falliti
I preti
I coatti
Le capre di merda

Questa è la verità

Anonimo ha detto...

seppellire i cadaveri dei terroristi islamici, in pelli di maiali. Come deterrente dovrebbe essere sufficiente

Fabri ha detto...

Ma il sindaco dove è andato a finire? A parte il selfie davanti alla pineta distrutta dove sta? Ma come siamo in piena emergenza su tutto e lei sta in un luogo segreto da tantissimi giorni. Come a Marino per essere andato a NY lo hanno lapidato!!!

Rocco Pitasi ha detto...

Per sparare cazzate sei proprio un romano doc..... suolo sacro di Roma? Magari sei uno che butta carte per terra, deturpa e guida come un ignorante... ma accendi il cervello prima di scrivere...

Anonimo ha detto...

Dai Rocco, che l'idea non è peregrina. Anche quella di seppellirli in pelli di maiale non è niente male. E' anche meno cruenta. Le votiamo?

Anonimo ha detto...

Si può dire che almeno per terra non c'è nemmeno un pezzo di carta per tutto il tragitto?

Anonimo ha detto...

Io non credo che si possano mettere barriere ovunque. Pensate solo alle strade non centrali come appia o marconi, o a piazza del popolo dove basta nulla a entrare in auto da via del muro torto, poi prima che i soldati si rendono conto due o tre giri si fanno benissimo. Unica strada sono cecchini e spionaggio.

Anonimo ha detto...

Da architetto dico che le barriere sono l'ultima opzione per combattere il terrorismo. Stavolta è davvero questione di vita o di morte, non si scherza più. I terroristi sono rapidi e agiscono in cellule di piccole dimensioni. L'unica strada mi pare davvero l'uso mirato di cecchini. Sarebbe anche un modo efficiente di tenere in esercizio i nostri militari, troppo spesso frustrati dalla monotonia del lavoro d'ufficio. Ne basterebbero un centinaio per proteggerci gli anni venturi.

Mirko Stella

Anonimo ha detto...

Ahaahahahahah Milano Alpha-city. Piena de froci, cocaina e mignotte, con una pletora de servi che fanno le consegne a domicilio in bicicletta. Proprio una fantastica alpha-city. L'unica cosa bella di milano è il fatto che non c'è il vaticano con tutta la sfilza di sant'egidio, unitalsi e caritas che ci riempiono di merda la città. Levate il vaticano e Rom diventa un bijoux.

Anonimo ha detto...

Un commento stupido e nocivo. Ti invito a riflettere su questo:

- londra e new york (alpha city) hanno tutte quelle cose che elenchi e in misura anche maggiore di Milano. Alpha city, appetibili, intriganti

- la diocesi di Milano è fortissima ed ha un'impronta esemplare in città.

Sei uno da prendere e portare al macello, varresti due soldi di più venduto come macinato, tu lo sai sí.

Anonimo ha detto...

Condivido OGNI SINGOLA PAROLA.

Anonimo ha detto...

Buonasera, scusate se mi intrometto con un OT, ma non riesco a capire una cosa: in tutto il video non ci sono i materassi e i frigoriferi, e nemmeno una mezza carta per terra! perché? Compaiono solo nei servizi a tema? Mi spiegate voi romani per favore? Sono disorientato!

Anonimo ha detto...

Dimenticavo di dirvi che non sono mai stato a Roma, ma sembra molto bella nel video, e anche piena di gnocca, nel senso nobile!

Anonimo ha detto...

Quindicesimo mondohhhhhh

Anonimo ha detto...

A quei due che hanno scritto Giovinezza e Viva Littoria, dovreste riflettere che state sbandierando un'ideologia che ha invaso dei paesi in Africa e poi dichiarato guerra a dei paesi europei. Adesso che avete paura di subire un attacco sarebbe il momento di capire finalmente che chi fa la guerra agli altri sbaglia e che state sostenendo un'ideologia che promuoveva la guerra. Il pensiero degli attentatori di oggi è uguale al vostro, solo che adesso siete dalla parte di chi ha paura di prenderle.

Luigi Muzii ha detto...

Titolo del 19 giugno 2017: "Il disastro Raggi che nessuno avrebbe potuto prevedere". Sicuri? Ma proprio sicuri sicuri? O magari è solo un modo per evitare di chiedere scusa, soprattutto a Marino? Vi prenderò sul serio nel momento in cui, fino alla fine di questa disgraziatissima consiliatura, che tutti si danno da fare a rendere ancor più tristemente memorabile di quella guidata da Aledanno, aprirete ogni post con le scuse ai vostri lettori per aver proditoriamente e pervicacemente favorito l'ascesa di questa Verginella dalle parabole mal orientate. E sì che di segnali ce n'erano, eccome, per non farsi abbindolare...

Claudio ha detto...


Qualche considerazione per Tonelli & Co., ancora sotto shock per non essere stati coinvolti dall'amministrazione grillina - loro sì che sanno come gestire una città, hanno esperienza da vendere: avete letto quanti bei post hanno scritto in questi ultimi anni? - anche se sarà tempo perso. Però, chissà, hai visto mai? Magari in un sussulto insperato di modestia…

L’ordine pubblico, in generale e a maggior ragione in tema di terrorismo, è di esclusiva competenza del Governo e del Ministro dell’Interno. Certo, i sindaci possono (devono) cooperare, ma la responsabilità non è la loro.

Idem con patate per la questione degli immigrati senza fissa dimora che bivaccano in TUTTO il nostro paese, fatta eccezione per il Trentino Alto Adige (ma quello è un altro mondo, si sa). E’ il Governo, attuale e precedente, che cura la gestione (?) dei flussi migratori, così come quella dei rimpatri. Con le conseguenze che tutti conosciamo e che viviamo giornalmente.

Ora, se vuole mantenere un minimo di credibilità (a mio avviso persa da tempo, da quando cioè, post-elezioni e non essendo stata minimamente interessata dalla Raggi, ha iniziato ad attaccare in maniera pretestuosa i 5S), RFS dovrebbe circoscrivere le proprie critiche, sempre legittime quando sono motivate, su fatti concreti, circostanziati e di pertinenza dell’amministrazione capitolina.

Nel caso specifico, un conto è il mancato presidio dei vigili su Via dei Fori Imperiali, che riguarda tuttalpiù un problema di mancato rispetto di un divieto di circolazione (ammesso poi che le auto che transitino non vengano poi sanzionate, magari all’incrocio con Via Cavour) o su Via del Corso; un altro è il tema della sicurezza antiterrorismo: non saranno certo due vigili o una panda della Municipale a bloccare un TIR dell’Isis lanciato a manetta.

Qua si tratta di valutare come Roma, che presenta – contrariamente a tantissime città del mondo – una serie infinita di luoghi simbolo, idonei per un attentato terroristico di risonanza internazionale, possa essere protetta in maniera adeguata senza snaturarne le caratteristiche e militarizzarne il territorio, che ricordiamo essere ben più esteso di Parigi. RFS ha delle soluzioni? Le proponga a Minniti, sarà sicuramente ascoltato.

Il resto sono chiacchiere pretestuose, inutilmente polemiche e non costruttive.

PS concordo con chi ha scritto che non ci sono cartacce per terra: ma non c’era un’emergenza rifiuti a Roma, soprattutto ad agosto?

Anonimo ha detto...

Ci mancherebbe che ci fossero cartacce addirittura ai Fori e in piazza Venezia.
Ma già nel primo semicentro e soprattutto in periferia la città è LURIDA, abbandonata e ormai senza speranza.

Se vuoi aggiungo qualche altra migliaia di foto a quanto già abbondantemente vissuto e documentato.

Bambocci incapaci e presuntuosi, talebani che si spartiscono l'agognato potere, ecco la sintesi di questi pentafessi che stanno dando il colpo di grazia a questa martoriata città.

Anonimo ha detto...

Mah, alla fine ci sono molte più vittime della strada che di attacchi terroristici, pensiamo a sistemare le strade e la segnaletica invece di pensare a problemi marginali solo per la risonanza della notizia

Anonimo ha detto...

11:11 la soluzione pulita l'abbiamo già trovata: cecchini. Se poi devi atteggiarti a cacacazzi di turno, bastian contrario de sta fava e insultare gli altri fai pure.

Ma che cojoni che c'hai fatto co sto tono

Anonimo ha detto...

Avoja. Condivido in pieno. Sticazzi del terrorismo su.

ShareThis